Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 327 di 339 PrimaPrima ... 227277317325326327328329337 ... UltimaUltima
Risultati da 3,261 a 3,270 di 3385
  1. #3261
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS

    Le gambe tremanti, il cuore che cerca di balzarmi fuori dal petto e le voci nella mia testa: non mi sento molto in forma! Forse sono solo un pò stanca, gli avvenimenti degli ultimi giorni hanno provato il mio sistema nervoso e non sono ancora riuscita a riposarmi come dovrei.
    Ah, non dovrei nemmeno pensare a queste banalità! Dormire, che cosa sopravvalutata, coloro che oziano hanno il tempo di dormire e io non sono certo tra quelli.
    Faccio un bel respiro profondo e aspetto.
    Silenzio.
    Nessuna voce, nessun batticuore. Tutto passato.
    D'un tratto un urlo sguaiato mi fa trasalire, quella voce stridula ... che buzzurro!!!
    Scendo comunque le scale per ritrovarmi di fronte ad Aiden e Gildas che brindano al sangue versato.
    "I miei feroci guerrieri! Chi mi offre del vino per unirmi al brindisi?" - dico avvicinandomi al comandante. Li squadro entrambi, non hanno un graffio: "Avete fatto arrabbiare Kalisi e Targaryus, non è vero?" - chiedo ad entrambi ammiccando - "Che cattivi siete stati."
    Dopotutto ci sono ancora tante possibilità e strade da percorrere per arrivare alla mia vittoria.


  2. #3262
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar

    Gildas accetta volentieri il calice, lo solleva a sua volta e risponde allegro al brindisi. Trangugia tutto il vino in un solo sorso e poi lancia alle sue spalle il bicchiere che si frantuma in mille pezzettini appena tocca terra. Lo osservo, curioso, mentre continuo a sorseggiare e a gustarmi il mio vino, preferisco assaporarlo bene in bocca prima di ingoiarlo, a differenza sua a quanto pare. «Cassandrina! Vicentuzzo! Perché non venite ad acclamare il vostro amichetto?», urla come un ossesso e si riferisce a se stesso in terza persona, o forse sta parlando di me, non capisco. È decisamente su di giri, forse l'adrenalina della battaglia non si è ancora consumata del tutto o magari è semplicemente felice per la vittoria schiacciante. D'altronde valli a capire, i pazzi. Torna a sedersi, poggia le gambe sul tavolo ma continuo a osservarlo impassibile, ormai so com'è fatto e certi atteggiamenti non mi sorprendono più, anche se ultimamente mi era parso più tranquillo del solito e ammetto che questo ritorno alle origini un po' mi sorprende. Mi chiede della ribelle, vuole sapere perché l'ho lasciata andare e non manca di aggiungere una provocazione alla sua domanda. Sto perdendo il mio tocco? Beh, sì. Ma dipende da cosa intende per tocco. Sto per rispondergli ma l'arrivo di Adamantia mi distrae, penso che abbia capito da sola che abbiamo vinto dato che non abbiamo neanche un graffio, perciò le offro subito del vino per festeggiare proprio come ha richiesto. <<Pensa, cara Adamantia, ho anche rischiato di ammazzare quella svampita della Waters>>, mi limito a dire solo questo, sono curioso della sua reazione, sicuramente avrà molte domande. Oppure organizzerà una maestosa parata per celebrare il suo tradimento, chissà. <<L'umiliazione di vivere una vita che ti è stata risparmiata a volte è peggiore della morte stessa>>, torno sul discorso che aveva iniziato il giullare, non sono tenuto a rispondergli ma non mi costa nulla. <<Ma non l'ho lasciata andare per questo. Semplicemente... mi girava così>>. Lo guardo, e gli sorrido. Forse sono diventato pazzo pure io, caro Gildas.
    Our wills and fates do so contrary run

  3. #3263
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS

    Aiden, fiero nella sua armatura di metallo, mi offre un calice colmo di buon vino e, con sguardo fermo, mi confida: "Pensa, cara Adamantia, ho anche rischiato di ammazzare quella svampita della Waters"
    Non ho capito bene, scusa puoi ripetere?
    Ha lanciato una frase che potrebbe sembrare innocua, a chi non prestasse troppa attenzione, ma è una notizia piuttosto forte.
    "Mi chiedevo quanto tempo ci avrebbe messo a seguire la sua amichetta. Ben poco, a quanto pare, giusto in tempo per farsi quasi ammazzare da te." - gli passo accanto, ha l'armatura sporca di sangue, quello della Waters, ne sfioro la superficie col dito indice che si macchia subito di rosso. Un sorriso compare sul mio volto increspandomi le labbra, non riesco a nasconderlo e non voglio: nessuno dei due mi giudicherà per questo e posso essere libera di esprimere i miei sentimenti. E' stato odio a prima vista tra di noi, inutile negarlo, mi sono comportata bene finora alla torre perchè non avevo voglia di inimicarmi nessuno, ma divino Raiden ti ringrazio, puoi chiedermi qualunque cosa adesso!
    Mi ripulisco con stizza su un tovagliolo di stoffa bianco che conservo nella mano e bevo dopo aver innalzato il calice in direzione dei due guerrieri.
    "Hai pensato un pò a me mentre lo facevi?" - dico ad Aiden - "Chissà cosa diranno gli altri quando lo sapranno, già immagino Cassandra fare un pippone sulla lealtà. Credo di aver bisogno di altro vino." - verso ancora un pò di liquido ambrato nel bicchiere, poi mi rivolgo a Demonar: "Gildas, tutto solo in un angolino. Brinda con me. E dimmi, tu a chi hai fatto tanto male?" - mi siederò sul bordo del tavolo fissandolo attentamente negli occhi e bevendo a piccoli sorsi, non dimenticarti che abbiamo qualcosa in sospeso noi due.


  4. #3264
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Nikah Demonar

    Mentre attendo che Aiden prenda a rispondermi, inizio a contare a bassa voce i secondi che separano questo silenzio dalle sue parole. 1... 2… 3... 4… 5… sento dei tacchi. Chi è delle fanciulle? 6… 7… 8… piego la testa di lato quando sento la voce stridula di Adamantia provenire dalle scale «i miei feroci guerrieri! Chi mi offre del vino per unirmi al brindisi?» dice avvicinandosi al pavone, la seguo impassibile con gli occhi sentendo una rabbia montare veloce da dentro al ricordo cdi cosa quella sgualdrina stava per fare con Gildas. Ci squadra da capo a piedi e quando arriva al mio volto le mostro un falsissimo sorriso allegro. «Avete fatto arrabbiare Kalisi e Targaryus, non è vero?» oh sì. Kalisi si è ritrovato nelle sue fila quella perdente della Waters, adesso vedrà quanto quella smorfiosa vale davvero in battaglia. A proposito, Dahmer sarà riuscito a scollarla dal pavimento? Ricordo di averla infilzata per benino. Targaryus… beh, Targaryus è davvero un grandissimo idiota se pensa di vincere mandando avanti ancora una volta i suoi guerrieri più inetti. «Che cattivi siete stati.» sghignazzo rimettendomi a posto sulla sedia, questa posizione sta iniziando a stufarmi. Guardo Aiden versare del vino alla donna per poi risponderle «pensa, cara Adamantia, ho anche rischiato di ammazzare quella svampita della Waters» oh, bene abbiamo toccato un argomento alquanto scottante a quanto pare. Pochi istanti dopo, Aiden torna a rivolgermi la parola «l'umiliazione di vivere una vita che ti è stata risparmiata a volte è peggiore della morte stessa» tu dici, Aiden? A volte la nostra preda ha molto più potere di quanto noi pensiamo di possedere. Ti ho davvero sopravvalutato mi dolcissimo Comandante. «Ma non l'ho lasciata andare per questo. Semplicemente... mi girava così» ecco, magari così è anche più accettabile la cosa. La donna esprime la sua mera opinione sulla Waters e poco dopo passa un indice sulla corazza macchiata dell’uomo asciugandosi con un sorriso di soddisfazione su un fazzoletto. Contenta eh? «Hai pensato un po’ a me mentre lo facevi?» disgustosa «chissà cosa diranno gli altri quando lo sapranno, già immagino Cassandra fare un pippone sulla lealtà. Credo di aver bisogno di altro vino.» spero di essere ben lontano dalla stanza quando Cassandra inizierà il suo sermone, anche perché non mancherà di rivolgermi qualche parola gentile, mi ama. Adamantia poi prende a fissarmi e io la guardo annoiato «Gildas, tutto solo in un angolino. Brinda con me. E dimmi, tu a chi hai fatto tanto male?» mi fissa con insistenza e l’impulso di cavarle gli occhi in questo preciso istante raggiunge un livello aldilà della sopportazione, porto lo sguardo su Aiden «Non volevi umiliarli ulteriormente visto che avevate la vittoria in tasca, eh Aiden?» dico sghignazzando per poi riportare gli occhi sulla donna «mentre ti imbellettavi con i tuoi profumini e gioiellini da mercato di paese, hai per caso visto gli amichetti di Gildas qui intorno?» chiedo per poi fissare i suoi occhi «o forse stavi ancora leggendo i suoi appunti? Mh?» inclino un po’ la testa sorridendole a trentadue denti mentre la fisso. «La Waters ha fatto la fine dello spiedino e Gray assieme a una delle ribelli hanno terminato la grigliata, tutto grazie a...» dico indicandomi per poi alzare la voce «ma insomma, che fine hanno fatto tutti? Qua vogliono festeggiare!» dico guardando alternativamente le finestre e le scale, che noia…

  5. #3265
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    CASSANDRA DE LAGUN

    Agatha bussa alla mia porta e mi sembra di ritrovarmi davanti uno specchio: è spaventata... perplessa. I guerrieri sono tornati, mi dice che stanno brindando in Sala. Il cuore si ferma. Hanno vinto. Cos'altro potevo aspettarmi da Aiden se non una vittoria? E' un guerriero potente, esperto, intelligente. Siamo pari, siamo al punto in cui è come se non fosse mai accaduto nulla. Non contano le tre vittoria ciascuno, ma solo cosa succederà ad Adamantem. Il luogo maledetto da cui proviene ogni male. Nascondo nel mio solito posto segreto la missiva di mio padre, chiudo la stanza e mi reco da loro. C'è anche Adamantia. Negli occhi di Gildas brilla ancora la follia di Nikah. Brindare... dovrei afferrare uno di quei calici e brindare ad una vittoria che sta prolungando questa guerra. Una vittoria che ci porta più vicini al mio incubo. Cosa fare? Il mio popolo sta con Efrem. Perchè sono qui se non combatto nemmeno per il mio popolo? Siamesi, perchè mi ponete davanti a questa dura prova? Immagino di apparire pallida in viso, non riesco nemmeno a mangiare. Una cosa c'è di cui essere sollevata: non sembrano feriti. "Sono felice di vedervi sani e salvi" dico sinceramente. Ordino ad un soldato di pattuglia di chiamare il Re. "Non mi sembrate feriti, immagino che la battaglia sia vinta" dico con serietà. Non riesco a mentire, a fingere gioia per una cosa che non avrei voluto. Avrei preferito la sconfitta, subire la conseguenza della nostra sconfitta. Invece ci sarà una decima battaglia, potrei... potrei essere schierata contro mio fratello, contro il mio popolo. Contro la mia famiglia. Mi siedo, non mi sento affatto bene. "Chi c'era in campo?" chiedo guardando fisso Aiden. Andreus? Non sono feriti... sarà morto qualcuno? Guardo Aiden sempre più angosciata. Agatha mi porge un bicchiere d'acqua, la ringrazio con un sorriso per poi bere. Ripiazzo gli occhi sul Comandante... e con Nikah come sarà andata? "Dopo la riunione ho anche necessità di parlarti" gli dico con il medesimo tono. Vicent... dove sarà Vicent? Immagino che Agatha abbia bussato anche alla sua porta.

  6. #3266
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar

    Riesco a leggere la sorpresa nello sguardo di Adamantia, ma è questione di un secondo, la donna sa controllarsi quando è necessario. Ero bravo quanto lei. Mi sfiora l'armatura, tinge il suo dito nel sangue sporco della Waters e se ne compiace, forse in un modo troppo spinto per essere sano. Giungo quasi a pensare che se lo stia per gustare come spuntino notturno ma non è così, prende della stoffa bianca e si pulisce la mano, poi afferra nuovamente il calice e lo alza verso me e Gildas. "Hai pensato un pò a me mentre lo facevi?", gongola come una bambina, ma non mi sento nemmeno di biasimarla. Vorrei poter provare la sua stessa soddisfazione. Quella donna era insopportabile, ingenua e fastidiosa, cocciuta e mi ha sempre trattato senza il dovuto rispetto, ma quando mi si è presentata l'occasione non ho provato alcun desiderio di porre fine alla sua vita. Non ho provato nemmeno pena, o pietà... se lei o Dahmer si sono resi conto di quello che è successo penseranno che mi sono ammorbidito. Eppure so che non è questa la verità. Semplicemente non... non mi sono sentito un essere umano, alla valle. Sì, ho goduto quando sono riuscito a farle del male, ho goduto quando ho visto solo sofferenza e distruzione intorno a me, ma quella meravigliosa sensazione di onnipotenza è durata poco, pochissimo. Immediatamente dopo mi sono sentito svuotato. Perché ero là? Perché stavo combattendo? In passato sono sempre riuscito a trovare una risposta a queste domande: inizialmente la guerra era solo uno strumento, una scala per raggiungere il potere. Poi è diventata una questione di mera sopravvivenza. Poi... uno sfogo, forse. Ma adesso? Adesso voglio solo tornare a casa, da mio cugino. Che probabilmente è pronto ad accogliermi con in mano il pugnale più pregiato della sua collezione. «Non volevi umiliarli ulteriormente visto che avevate la vittoria in tasca, eh Aiden?», la voce del giullare mi risveglia dalla trance in cui ero caduto. Ma a chi sta parlando? Guardo Adamantia senza nascondere la mia confusione, prima gli ho concesso una risposta, ma in realtà non ho tanta voglia di gestire la sua stravaganza in questo momento. Continua a parlare di sé in terza persona, come se non fosse presente nella stanza, nomina degli appunti e provoca la donna, probabilmente ha tendenze suicide e vuole provare un po' del dolore che si è evitato a Candonga. Finalmente arriva una persona sana di mente, si tratta di Cassandra che però sembra che abbia appena visto un fantasma. Anzi, è talmente pallida da sembrare lei stessa uno spirito. Ci pone le solite domande di routine ma mi sorprende quando esprime il desiderio di parlarmi dopo la riunione. Annuisco, dev'essere successo qualcosa. <<A Candonga sventola ora il vessillo dei Raeghar>>, dico senza neanche un'ombra di gioia né di orgoglio nella voce. <<Abbiamo combattuto contro la ribelle che ad Amaranthis accompagnò tuo fratello, un'altra ribelle che non ho riconosciuto, Dahmer Gray ed Alinor Waters>>. Vorrei poter provare dell'empatia, vorrei conoscere un modo sincero di addolcire questa notizia perché tra tutti solo gli Dei sanno quanto Cassandra non meriti un'altra delusione, ma la verità è che non sono in grado di essere un buon amico. Eppure lei mi ha abbracciato come tale, mi ha aiutato, mi ha consolato. Però le tenebre rimangono. <<Se i guaritori delle rispettive fazioni sono stati celeri, dovrebbero essere sopravvissuti tutti. Ma la nostra potenza era fuori discussione>>. Mi rendo conto di avere il respiro un po' affannoso, devo essermi stancato più di quello che credevo. <<Probabilmente Alinor ha...>>, tento di far entrare altra aria nei polmoni, ma mi riesce molto difficile. Poi, per cinque secondi buoni, la vista mi si annebbia del tutto e devo aggrapparmi al tavolo per non cadere dalla sedia. Forse è il vino. Non avrei dovuto bere. <<Sto bene>>, rassicuro il gruppetto, sicuramente hanno notato il mio mancamento. <<Sono illeso. Anche sir Demonar lo è, dev'essere la stanchezza. Dopo la nostra conversazione andrò a riposare, Cassandra>>.
    Our wills and fates do so contrary run

  7. #3267
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Nikah Demonar

    Mentre aspetto una qualche risposta o movimento, insomma un qualche segno di vita dalle due statue di cera qui davanti, vedo ancora una volta la servetta di poco fa correre dal giardino per poi sparire nuovamente su per le scale. Anche guardare la servitù che corre da una parte all’altra è diventato più interessante di questi animali da cortile. Sbadiglio rumorosamente e poco dopo un suono di passi piuttosto pesanti attirano la mia attenzione, porto lo sguardo verso le scale e ciò che vedo comparire mi fa piegare le labbra in un sorriso maligno. Finalmente Cassandra si è decisa a scendere dal suo piedistallo e a venire in mezzo a noi comuni mortali. Osservo il suo viso, è pallida, abbiamo ricevuto brutte notizie Cassandra? Magari è la volta buona che tuo fratello è crepato una volta per tutte e la pianti con i tuoi solito salamelecchi sul tuo amore per lui, su quanto lui ti abbia cambiata e tante care cose. Se non lo avessi visto coi miei occhi sbavare per quello che ora è il suo capo, giurerei senza nemmeno pensarci su che qualcosa bolla in pentola in quella famiglia. Non mi stupirei di qualche relazione incestuosa. Ciò spiegherebbe perché è così restia a stare con qualcuno. Hai capito la zitella? «Non mi sembrate feriti, immagino che la battaglia sia vinta» dice seria guardandoci e ordinando a un paio di guardie di avvertire il Re. La vedo sedersi e sembra star male, oh dei ora crepa qua davanti. «Chi c'era in campo?» preoccupata che Nikah abbia fatto del male al tuo adorato fratellone, Cassiuccia? Ti avrei portato la sua testa omaggio, tranquilla, con tanto di sorriso fatto da me con le mani di mamma. Un bel taglio a mezzaluna da orecchio a orecchio. L’avresti gradita. Dopo qualche secondo la donna chiede di poter parlare con Aiden ed è proprio quest’ultimo a svegliarsi dal coma. Annuncia finalmente della nostra vittoria e inizia a descrivere i guerrieri ribelli e reietti. «Se i guaritori delle rispettive fazioni sono stati celeri, dovrebbero essere sopravvissuti tutti. Ma la nostra potenza era fuori discussione» vorrei proprio vedere i guaritori di quelle fazioni destreggiarsi tra arti mozzati e ustioni di vario genere, di sicuro avranno preso i loro compagni come una sorta di quadro astratto. D’un tratto anche Aiden sembra avere un mancamento, oh Raiden, una moria collettiva? E no dai, così mi togli tutto il divertimento! «Sto bene» che peccato. «Sono illeso. Anche sir Demonar lo è, dev'essere la stanchezza. Dopo la nostra conversazione andrò a riposare, Cassandra» oh dei. «Che noia!» dico lagnandomi come un bambino per poi prendere tre calici e iniziare a farli rotolare in aria e quando ho un certo equilibrio evoco mamma facendola roteare sopra la mia testa e iniziando a saltellare per la stanza fischiettando allegro, non mi porteranno alla noia oggi…

    Chrysanta ---> Forma dormiente

  8. #3268
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    39
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Nymeria

    Vestita per la cena mi reco nelle cucine, l'attività fisica mi ha messo una gran fame. Sorrido divertita e soddisfatta, Theon potrebbe essere un ottimo passatempo per questi ultimi giorni alla torre perchè l'assenza della septa ha tolto gran parte del divertimento. Seduta sul bancone della dispensa afferro il cosciotto con una mano e un calice di vino con l'altra, al diavolo il galateo tanto qui dentro al massimo entrano i servitori. Sento delle voci dalla sala e all'improvviso vedo dei calici sollevarsi dal ripiano accanto a me, che guidati dalla telecinesi raggiungono la stanza accanto. Getto l'osso del cosciotto ormai completamente denudato e con un panno mi ripulisco dall'unto sulle mani e sulla bocca, poi riempio nuovamente il calice di vino e raggiungo gli altri al tavolo: i guerrieri son tornati vittoriosi. Prendo posto su una sedia libera e mi unisco al brindisi ascoltando in silenzio il resoconto della battaglia.
    Per me non è ancora tutto perduto, il mio futuro sta nelle mani dei guerrieri che affronteranno la prossima battaglia.
    <<Che noia!>> il giullare interrompe il discorso del comandante e ci delizia con uno dei suoi spettacolini. Connetto la mente a uno dei tre calici che Gildas fa roteare sulla sua testa e lo sposto sotto il suo piede aspettando il momento esatto per cercare di farlo cadere a terra in un tonfo plateale.

    Telecinesi: spostare oggetti nell'arco dei 5 metri

  9. #3269
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS

    Devo essere sincera, quando Gildas me ne ha parlato credevo fosse una sciocchezza, che fosse soltanto pazzo, ma adesso riesco a cogliere la differenza tra i due: Nikah, è così sei tu ad aver vinto la battaglia insieme a Aiden! Mi guarda insofferente, ma non riesce a sostenere a lungo il mio sguardo e si rivolge al comandante.
    «Mentre ti imbellettavi con i tuoi profumini e gioiellini da mercato di paese, hai per caso visto gli amichetti di Gildas qui intorno? O forse stavi ancora leggendo i suoi appunti? Mh?»
    Mi piacerebbe possedere il dono del fuoco negli occhi e incenerirlo di colpo con un solo sguardo, lo sapevo che mi avrebbe creato problemi! Piccolo stupido psicopatico.
    Volto di colpo la testa da un'altra parte e sorrido verso Aiden facendo un eloquente gesto col dito indice alla testa: è pazzo, scandisco col labiale.
    Fortunatamente arriva Cassandra a togliermi le castagne dal fuoco, anche se a sua insaputa, e lascio che il discorso cada nuovamente sulla battaglia appena conclusa.
    E così i nostri due eroi si sono dimostrati magnanimi: contenti loro, mi fossi trovata nelle medesime condizioni forse avrei agito diversamente.
    Forse, ma forse no, mi sto rammollendo anch'io come Aiden.
    Per gli dei, ho fatto la stessa con quell'infame nella stanza di mio padre mentre il suo cadavere andava a fuoco! Non appena ripenso a lui, alla sua morte, odo di nuovo quel bisbiglio nella mente e il cuore mi sale in gola. Un flash veloce mi compare davanti agli occhi: uno sfondo nero su cui si staglia, rosso come un rubino, del sangue. Che cos'è?
    Scaccio via l'immagine lasciando che si dilegui nel volto di Nikah, il quale è intento a dilettarsi in un'altra delle sue sciocchezze di cui ho rinunciato a cercare il senso.
    "Se ti annoi così tanto perchè non te ne vai una volta per tutte? Perchè continui a tornare?" - in queste condizioni Gildas non mi serve a niente, è solo una marionetta col suo volto manovrata da un burattinaio pazzo!
    "Vedi di darti una svegliata, Gildas" - abbiamo delle cose importanti da fare.
    Sposto lo sguardo solo per un attimo, troppo fuori di me per guardare ancora quella creatura in viso, e quando lo riporto su di lui vedo uno dei calici rotolare per terra, quasi sotto ai suoi piedi. Considerato che si sta facendo roteare sulla testa un'arma affilata penso sia meglio allontanarmi da lui il più in fretta possibile, così mi avvicino alla porta da dove, penso presto, arriverà Lantis.


  10. #3270
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali




    Apro improvvisamente gli occhi e solo dopo diversi minuti, mentre mi guardo intorno confusa e spaesata, riesco a comprendere dove mi trovo. Sono ancora alla Torre. E sono sul pavimento.
    Ricordo solo un immenso dolore, alla testa ed al petto, e poi... poi... niente. Non ricordo più niente.
    Mi alzo a fatica e mi sento terribilmente spossata. Mi siedo sul letto, per poi abbandonarmi con la testa sul cuscino.
    Non può... non può essere vero. Non può già essere giunta la mia fine. Mi serve più tempo!
    Solo ancora un po' di tempo e poi... poi sono sicura che riuscirò a portare a termine la mia vendetta.
    Probabilmente non farò in tempo a bere quella pozione...

    "Toglierei il "probabilmente", fossi al tuo posto..."

    Stringo i pugni. Darei qualsiasi cosa per smettere di sentire questa voce.
    Bussano improvvisamente alla porta e subito dopo sento la voce di Agatha che mi informa che i guerrieri sono tornati dalla battaglia. Non ho proprio voglia di alzarmi, di raggiungere la sala riunioni e di ascoltare i discorsi deliranti e/o fastidiosi di quel covo di serpi, ma sicuramente a breve il Re vorrà indire una nuova riunione e non posso assentarmi, per nessun motivo. Le apparenze prima di tutto.
    Mi alzo dal letto a fatica e dopo un bagno rigenerante, ma nemmeno troppo, ed aver indossato un vestito pulito, mi dirigo verso la sala. Al mio arrivo... il solito. Osservo i guerrieri e... non hanno nemmeno un graffio?!

    "Bentornati - affermo con tono fermo, ma cordiale - Deduco che siamo riusciti ad ottenere una vittoria... i miei più sinceri complimenti!"

    Prendo posto a tavola e chiedo alla servitù di portarmi qualcosa da mangiare.
    Non ho affatto appetito, ma devo mantenermi in forze.

    "Chi erano i nostri avversari?" domando rivolgendo lo sguardo verso Sir Urthadar.


 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •