Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 48 di 339 PrimaPrima ... 3846474849505898148 ... UltimaUltima
Risultati da 471 a 480 di 3385
  1. #471
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    LUMEN RAEGHAR

    Ryuk ed Esperin... bella mossa zio, davvero bella mossa. Difendere Ryuk dall'accusa di essere un traditore è, in realtà, solo una distrazione, un diversivo: mio zio mi penserà a nanna, senza pensieri, mio zio... pensa di non avere punti deboli, quando ne ha uno grosso quanto il Castello dei Raeghar: la sua vanità. Guarda sempre sopra di sè, con il suo sguardo fiero e terrificante, senza badare a chi schiaccia al suo passaggio, a chi incontra sotto la linea del suo mento. Ma caro zio, se non fai attenzione a dove metti i piedi, puoi cadere in una fossa e romperti l'altra gamba. E quella fossa potrebbe portare persino il tuo nome. Sir Aiden mi guarda con aria sospettosa, quando svelo a tutti che è proprio Ryuk il mio famoso informatore. Sciocchi, tutti degli sciocchi: Ryuk era solo venuto a prendere una cosa, un oggetto a lui caro, ci siamo incrociati per pura coincidenza e, da bifolco qual è, non ha avuto premura di nascondermi la questione dei reietti, ma anzi se n'è fatto vanto di seguire Kalisi, di immaginare la faccia di suo padre su tutte le furie. Io ho solo sfruttato l'informazione a dovere. E' questo che dico ad Aiden, quando raggiungiamo la terrazza. Prendiamo le stesse precauzioni dell'altra volta, così da non essere spiati. "Comprenderete, quindi, che Ryuk non è mai stato davvero una nostra spia, che i sogni di mio zio sono... fallaci. Conosco mio cugino, non piegherà facilmente la testa ed è insofferente a qualsiasi tipo di ordine. Sapete cosa penso, Aiden? Che mio zio Lord Tywin abbia fatto il suo tempo, che un giorno il Castello nero sarà dominato da Ryuk e che noi, se vogliamo tenere saldo il potere, dovremo contrattare con lui. Non sarà facile, certo, ma so come... comportarmi con mio cugino. Ho messo in conto molte cose su questa guerra civile, di una nostra vittoria e di una nostra sconfitta. Sto cercando di pararmi le regali chiappe in tutti i casi plausibili. Anche di un vostro tradimento..." gli dico maliziosa, sorridendogli beffarda. Lantis, mi resta la questione Lantis. Ero piuttosto scoraggiata dalla lealtà che egli mostra per la sua bandiera, da come si comporta con Lady Alinor... le ha persino sorriso, in giardino. Eppure, non credo sarà difficile sbarazzarmi di lei, il Principe non l'ama, per la politica se ne sbarazzerebbe subito: è la rossa la mia vera nemica. Devo giocare con Lantis, è sempre stato lui il mio vero avversario: anche lui avrà il suo disegno. "La piccola Esperin diviene una pedina molto preziosa all'interno della nostra scacchiera... dovete riuscire ad avvicinarvi a lei, a entrare nella sua fiducia, a conquistare... il suo cuore. Non sarà facile, è innamorata di Kalisi... quindi, in realtà, è la fiducia di Lantis che dovrete guadagnare. La vittoria a Solumquae diviene estremamente importante. Allora, Sir Aiden, trovate delle falle nel mio ragionamento?" gli chiedo poggiando la mano sul suo petto. Oh, non ho mica dimenticato che ora siete diventato la mia preda preferita.

  2. #472
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS

    Mi ridesto all'improvviso dai miei pensieri malsani, appena in tempo per sentire Lantis convocare me e la strega dell'Ovest in armeria per preparare la battaglia. Allenarmi direttamente con uno degli uomini più potenti di Doeheris, quale onore! Penso ironicamente, il principino non vuole proprio perdere a quanto pare.
    Non faccio in tempo a rispondergli positivamente che quella voce stucchevole si insinua ancora nelle mie orecchie: "Mi spiace dissentire con quanto ha appena sostenuto, Lord Tywin."



    Oh, dei, questa è completamente folle! Non perde occasione per tacere, persino la vecchia Deirdre si è guardata bene dal rispondere al Gran Maestro, ma lei no, lei deve farsi notare! Non contenta accusa persino il futuro marito di essere causa della ribellione, ahahahah! Che spasso!
    Credo che i due non si parlino dalla sera che ho sentito per caso le notizie sull'avvelenamento del re, d'altronde cosa mai potrebbero dirsi, non hanno nulla in comune, tranne il fatto di essere entrambi esseri umani. Per alcuni potrebbe bastare, ma non è così che costruisce un intesa tra uomo e donna. Non sai cosa ti sei perso, mio caro principe!
    Volto leggermente lo sguardo a sinistra, cogliendo con la coda dell'occhio il movimento di Aiden che abbandona la sala con la regina: quei due passano un pò troppo tempo insieme, lei sta di certo macchinando qualcosa, fossi in lei lo farei, prima di perdere tutto proprio ad opera di chi mi innalzato tanto in alto. Dovrà raccontarmi un pò di cose il mio intraprendente compagno.


    Mi alzo distrattamente, vedo che lo stanno facendo anche gli altri, e noto il Gran Maestro stroncare immediatamente le velleità oratorie di Lady Sciacquetta. Ma ... oh, cosa sta succedendo adesso? Lord Tywin sta ... non ci posso credere! Potrebbe farmi un gran piacere, ma non credo ci priverà tanto presto di un guerriero, anche solo un uomo in meno potrebbe deporre a favore degli avversari in battaglia, in fondo anche a li serve la vittoria: che senso avrebbero tutte le macchinazioni della sua famiglia se non esistesse più un regno da comandare?


    Lady Waters ansima, si agita, inizia a sudare ... questa sua reazione non è niente in confronto a quella di ieri dovuta alla mia di aura. Lord Tywin è mille volte più potente di chiunque in questa stanza. Coraggio, Lady Waters, fate partire immediatamente un'indagine per scoprire il colpevole! Mi volto istintivamente verso sir Demonar, ma lo vedo andar via di corsa, con la coda tra le gambe. Peccato!


    Decido allora di rivolgermi alla mia nuova compagna, la strega dell'Ovest ancora seduta a tavola: "Allora è deciso, scenderemo in campo insieme. Ci vediamo in armeria, dunque."


    Poi un tonfo sordo, come se un sacco di patate fosse caduto a terra. Ah, no. E' solo la Waters, la cena è salva.
    Aspetto che Lantis la porti in infermeria, poi mi dirigo verso la mia meta, dove aspetterò la septa per iniziare l'allenamento.
    *aggiunte 5 foto


  3. #473
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Esperin Raeghar


    Lord Tywin mostra un'aria molto scocciata mentre fa finta di ascoltare il mio discorso, per poi rivolgere uno sguardo a mio fratello, probabilmente lasciandogli capire che si sta stancando di discorrere di cose per lui così irrilevanti. Poi torna a guardare me, il volto si fa serio, la voce decisa, e mi risponde con poche parole.
    “Avete molto fiato in quel corpo, per essere così minuta Lady Esperin. Noto che il Vostro animo è molto… nobile, ma con il buon carattere e gli ideali non si ottiene il rispetto dei soldati, le azioni di forza sono quelle che contano. Ha ottenuto più Vostro Fratello con quattro teste infilzate su delle picche, che vostro Padre in anni. Un Re va temuto, se i soldati ed il popolo hanno paura, nessuno si ribellerà mai, la pace è un atto di forza dunque. Per quanto riguarda mio figlio resto sulla mia decisione, non si scuserà per aver fatto il proprio dovere”



    Sto per rispondergli che non è vero. Che mio Padre ha regnato per molti anni senza che nessuno pensasse minimamente di ribellarsi. E questo perché il popolo lo adora, lo venera...e non avrebbe ottenuto questo con meri atti di forza. E' da quando lui è malato che la situazione è precipitata...ma non posso dirlo. Dirlo significherebbe dare la colpa a Lantis di questa situazione, screditare le sue capacità di regnare, le sue doti da leader. E mai oserei fare una cosa del genere a Lui.
    Non sono al corrente di tante cose, di tante situazioni che si sono succedute al Castello in questi anni. Tanti accordi, giochi di potere, alleanze. Non posso quindi parlare a vanvera, soprattutto non in questo contesto. Io credo in Lantis, credo possa essere un buon Re, con l'esperienza.
    Abbasso gli occhi, in cerca delle parole adatte per terminare questa pesante conversazione, quando sento la voce di mio fratello risuonare nella stanza.
    "Le parole di mia sorella non vengono certo dall'inesperienza, Lord Tywin, ma dalla luce di mio padre che brillerà sempre nel suo cuore. Di certo, l'inesperienza non gioca a suo favore, ma vi assicuro che anche quando avrà visto e vissuto la battaglia, ella non cambierà i suoi principi: se, dunque, ritenete un errore di giovinezza questa sua nobiltà d'animo... vi ricrederete... in fondo, è anche figlia della Regina Margarete... sapete quanto fosse testarda nelle sue idee... l'ammiravate per questo"



    Mi sento sollevata nell'udire le sue parole, non sono sola, lui sarà sempre al mio fianco a proteggermi e a darmi il suo supporto, anche in situazioni come questa. Grazie, fratello caro.
    Gli rivolgo un sorriso riconoscente, e sto per prendere la parola per intervenire e chiudere questo discorso, quando è invece la voce di Lady Alinor ad interrompermi.



    "Mi spiace dissentire con quanto ha appena sostenuto, Lord Tywin." esclama fiera, e mi volto di scatto verso di lei.
    La supplico con gli occhi di fermarsi, di non dire nulla di irriverente nei confronti del Lord, ma la ragazza sembra non notarmi e continua a parlare.



    Si prodiga in favore del popolo, del loro diritto ad essere considerati persone con una propria vita. Persone da aiutare e rispettare, come faceva mio padre quando sedeva su quel trono.
    Condivido le sue parole, come le condivideva mio Padre. Quello che però non condivido è ciò che dice dopo, quando attribuisce indirettamente la causa della guerra alla cattiva condotta di mio fratello.
    Osservo prima lei, poi Lantis, per vedere la sua reazione a quelle parole, ed inizio a temere il peggio per la mia amica.
    Rivolgersi in questo modo ad un Lord è quantomeno fuori luogo ed irriverente, ma forse la ragazza non si è resa conto del grado della persona a cui sta parlando.
    Avrebbe dovuto essere più posata, più diplomatica... proprio come ho cercato di fare io col mio intervento. Spero di riuscire a parlarle in privato in serata, per farle comprendere il suo errore.
    Lord Tywin si alza, rivolgendosi a me per propormi di discorrere in giardino, davanti alla statua raffigurante mia madre.
    <<Certamente mio Lord, sarei felice di discorrere con Voi>> gli rispondo, abbassando lo sguardo, e sperando che ignori Alinor.
    Poi però lo noto avvicinarsi a Lei, e tremo nel pensare a come potrebbe rispondere al suo gesto. Lo vedo camminare prima alle sue spalle, per poi spostarsi frontalmente a Lei.



    “State mettendo in discussione la volontà del vostro futuro consorte, Lady Waters? Lo avete appena accusato di essere la causa della ribellione, non so come la pensiate ad Acqualandia, ma non è un comportamento che tollererei dalla mia futura consorte, se fossi nei panni del Principe…” sono le sue prime parole, e mi volto nuovamente verso mio fratello, sperando che intervenga prima che le cose precipitino.
    Poi le spiega, a suo modo, cosa vuol dire regnare, enfatizzando quegli che sono gli ideali della propria razza: forza, crudeltà, potere. Ovviamente comprendo che il suo punto di vista deriva dalla propria natura, così come la bontà, la luce e la fiducia sono caratterizzanti della nostra. Comprendo, ma ovviamente non condivido le sue parole.
    Lo vedo guardarla intensamente, e poco dopo Alinor mostra segni di cedimento. Sto per fare un gesto verso di lei, nonostante abbia reputato inopportuno in parte il suo intervento, ma mi trattengo...credo non sia il caso di far infuriare ulteriormente il Lord e temo di non poter fare molto nella mia posizione. Solo Lantis potrebbe intervenire, ora. Ed infatti repentine giungono alle mie orecchie le sue parole.
    "Lord Tywin, credo proprio che sia sufficiente. Non lo reputavo nemmeno necessario, francamente, so come comportarmi con la mia futura sposa. Porto Lady Alinor in infermeria, se ancora volete discorrere con mia sorella... ricordate che non amo raccoglierla per terra senza sensi... siete ospite dei Raeghar, rammentatelo sempre".
    Grazie agli Dei ci siete voi, fratello mio.
    Congeda poi tutti, portando Lady Alinor in infermeria. Li osservo allontanarsi, Alinor ancora svenuta tra le sue braccia. Spero che Lantis non si sia offeso troppo per le sue parole, e che magari questo momento di intimità tra i due possa servire ad avvicinarli, e a far comprendere alla mia amica che ora si trova in un contesto diverso dalla sua casa, e che deve agire con moderazione.
    Torno allora a guardare Lord Tywin, sperando che anche per lui la questione sia chiusa, e aggiungo <<Lord Tywin, sono pronta a seguirVi...>>
    Aspetterò la sua risposta e successivamente mi incamminerò con lui verso la fontana, come aveva suggerito. Spero di riuscire a restare calma, stando da sola con questa figura così inquietante.
    Lo sguardo di Lantis è stato molto eloquente. State tranquillo fratello, non vi deluderò.

  4. #474
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar

    Che Ryuk non fosse l'informatore della regina lo avevo già sospettato durante la riunione. Ma che questo informatore nemmeno esista... non lo avevo previsto. Ascolto attentamente il discorso di Lumen, senza mostrare alcuna emozione, ma in realtà dentro di me ragiono, rifletto, elaboro, mi perdo nei miei tumulti. Questa donna sa ricavare il massimo profitto anche da eventi apparentemente insignificanti: è una qualità che ammiro nei miei alleati, ma che temo nei miei nemici. E ancora non so dove inserire Lumen.
    Potrebbe mentire, ovviamente. Ma a che pro? Per difendere questo fantomatico informatore? Avrebbe potuto lasciarmi credere che fosse Ryuk, invece di raccontarmi l'ennesima bugia. No, non avrebbe senso, la spia non esiste davvero... e in questo modo perdiamo anche uno dei pochi vantaggi che avevamo.

    La donna mi parla poi di Ryuk, di Tywin, di quello che dovrebbe essere il nostro nuovo obiettivo. Sono parole che mi lasciano perplesso: prima della riunione sembrava fermamente convinta di dover assecondare lo zio in qualunque modo possibile. Me lo ha detto molto chiaramente. Che le mie parole abbiano sul serio sortito un effetto? No, assolutamente no: Lumen si sta semplicemente adattando alle nuove circostanze, che vedono il filo che la lega al trono sempre più sottile. La sua situazione peggiora con ogni minuto che passa e il suo potere si affievolisce sempre più. La bilancia su cui ci troviamo inizia a pendere a mio favore: io ho altri alleati, qui alla Torre. Alleati impensabili. Lei è sola, irrimediabilmente sola. Dice di essersi preparata a un mio tradimento, ma fatico a crederle: con chi potrebbe mai complottare? Ha a disposizione solo il potere regio, vantaggio che durerà poco di questo passo. Gli sorrido a mia volta, senza proferire parola, attendendo che termini di parlare.

    La bomba viene infatti lanciata alla fine del suo discorso. "La piccola Esperin diviene una pedina molto preziosa all'interno della nostra scacchiera... dovete riuscire ad avvicinarvi a lei, a entrare nella sua fiducia, a conquistare... il suo cuore. Non sarà facile, è innamorata di Kalisi... quindi, in realtà, è la fiducia di Lantis che dovrete guadagnare. La vittoria a Solumquae diviene estremamente importante. Allora, Sir Aiden, trovate delle falle nel mio ragionamento?". Mi sta chiedendo di sedurre la principessa? A che pro? Non riesco a capire cosa stia tramando. E poi... innamorata di Kalisi? Questa è bella: non ne avevo la minima idea, mi viene da ridere ma mi trattengo. Oh povera, dolce Esperin! La sua situazione è appena diventata mille volte più ilare! La fiducia di Lantis... beh, quella mi servirebbe, è più facile accoltellare alle spalle un amico rispetto a un nemico.

    <<Vostra altezza, mi sembra ormai arrivato il momento di parlarvi chiaramente, sento di essermi guadagnato questo diritto>>, le dico appoggiando la mia mano su quella che tiene sul mio petto. <<Francamente, non mi interessa chi siederà sul trono alla fine della guerra. Lantis? Ryuk? Vostro zio? Io tornerò a Castello del Tuono, qualunque sarà il risultato, perché anche io ho preso le mie precauzioni>>. Con la mano libera le accarezzo teneramente una guancia. <<Voi conoscete meglio di me i Leithien, quindi mi fido del vostro giudizio. Volete contrattare con vostro cugino? Fate pure. Non state di certo cercando la mia approvazione, sapete di non averne bisogno. Non mi è chiaro però, nel vostro disegno, il ruolo di Lantis e della principessa... Mi pare chiaro che Raeghar e Leithien potranno coesistere ancora per poco. Sono forse in errore?>>.
    Poi giungo finalmente a ciò che più mi interessa. <<Gli Urthadar stanno rischiando la loro posizione per voi, vostra altezza. Ho scelto di appoggiarvi perché alla fine vedo un guadagno personale, ma mi piacerebbe sapere in cosa consisterà, questo guadagno... ricchezze ne ho già, la gloria non mi interessa... voi sapete cosa mi interessa...>>.
    Il potere.
    Our wills and fates do so contrary run

  5. #475
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Ed eccola la: lo scriciolo di donna, dopo che l'uomo ha circumnavigato il tavolo e rivoltole le ultime parole, prende a tremare visibilmente. I miei occhi si fanno grandi, enormi per l'ammirazione che nutro verso il Gran Maestro.
    Non Tywin, no....il suo ruolo che ai miei occhi lo trasforma in una figura crudele e spietata che non posso non omaggiare, che non posso rifiutare di farmi piacere.



    Avete altro da aggiungere Lady Waters? Gradirei potermi intrattenere con la Principessa, ora!
    "Spectaculaaaaaaar-Spectaculaaaaaar!" urlava sempre un menestrello del mio paesello d'origine, prima di mostrare il pezzo forte della messinscena. Chissà perchè mi sovvengono questi ricordi da bambina?
    Forse perchè il ricordo della prima aura che subii fu proprio da parte di mio nonno, col quale passai molto tempo nel periodo infantile.
    Ed è in effetti uno spettacolo, vedere un Gran Maestro in azione: che sia Egli mio nonno o...Lord Tywin.
    La piccola inutile ha un mancamento (e come aspettarsi qualcosa di diverso), così il reggente prende immediatamente parola, mentre io tento di non scoppiare a ridere e battere le mani:



    "Lord Tywin. Credo proprio che sia sufficiente. Non lo reputavo nemmeno necessario, francamente, so come comportarmi con la mia futura sposa"
    Ciò detto, lo minaccia a vuoto circa sua sorella, dopodichè ci congeda tutti, trasportando la giovane in infermeria.



    Decido finalmente d'alzarmi, ridacchiando silenziosamente, il mio riso non è udibile, è...interno, quasi.
    Lady Esperin dice al Lord di essere pronta a seguirlo, e io spero internamente che sia anche pronta ad abbassare la testa, come le ho insegnato, rispetto a certe figure.
    A proposito, poco prima che lady Waters piombasse nel mondo dei sogni, lady Adamantia mi stava invitando a prendere un the in armeria!
    <<Molto bene, mia Signora! Ed è si tempo di sgranchirsi un pò queste quattro ossa!>> affermo con un ghigno.
    Mi porto alla fine del tavolo, dove sono concentrate ormai la maggior parte delle persone:
    <<Lady De Lagun?>> domando rivolta alla donna:



    <<Gradirei ci seguiste, prima stavo giocando con un pollo e mi ha beccato un pò troppo forte!>>
    La donna mi segue, e una volta li, sposto con disinvoltura il mio sigillo dal petto, gesto che spesso fa tremare gli ingenui, come se a momenti me lo stessi per togliere e torni la Strega dell'Ovest delle leggende! Ah!
    <<C'è solo un impacco rinfrescante sotto, mia signora. Oltre alla bruciatura, naturalmente. Se vuole procedere, così inizierò il mio allenamento...>>
    Mi lascerò curare da lady De Lagun, e nel mentre richiamerò a me il mio potere...focalizzerò le radici, immaginandole serpeggiare nel pavimento sottostante i miei piedi. Terrò lo sguardo concentrato su lady De Lagun, mentre la mia magia prenderà da me sempre più forza. Quando l'aggrovigliamento di rovi sotterraneo sarà completo, quando avvertirò in me lo stridere delle radici, le dirigerò senza fare alcun rumore, ai piedi di lady Feralys, sotto il pavimento, in attesa: solo quando avvertirò che la magia curativa dell'altra nobile sarà quasi al termine, e solo allora, dirò rivolta alla lady rossa, senza nessun tono particolare:



    <<Solo un momento, mia signora...le spiace?>> e in quel momento, probabilmente distratta dalla mia voce, le radici colpiranno, avvolgendole il busto, e sollevandola ad un metro e mezzo a testa in giù....così, giusto per essere sicura che le arrivi tutto il sangue al cervello per la rabbia che le procurerò. E' ferma, non può aspettarselo...
    Distruzione - Esperto
    L’incantatore è in grado di connettere la propria energia all'ambiente e generare radici, che prendono vita dal sottosuolo, in zone da lui scelte:
    Abbraccio dell’Eden - Le radici bloccano metà corpo o busto o gambe, stringendolo con forza, provocando danni da escoriazione
    Adoro il mio potere, e il motivo principale sta nel fatto che, per quanto tu sia veloce, è impossibile evitare delle radici che sbucano dal terreno: provenendo dal basso, non si ha tempo di accorgersene -o al massimo si ha quello per guardare giù- avviluppando l'avversario e stringendolo in una morsa feroce.
    In ogni caso, a quel punto richiamerò a me la mia arma distendendo il braccio destro in avanti. La magia scorrerà nella mie vene, dal mio essere alle membra, ai vasi sanguigni, fino a riversarsi sulla punta delle dita, dove pigmento dopo pigmento, prenderà forma la Fornsworn Stave, in tutta la sua magnificenza paurosa.
    Arma – Lancia in Forma Dormiente
    Forsworn Stave (Ophelia)
    Assumerò quindi una forma difensiva, ponendo la lancia in diagonale frontalmente alla mia persona (con la sommità a destra) e piegadomi leggermente con la schiena, pronta in caso ad incassare qualsivoglia colpo che, data la mia scarsa velocità, potrei non riuscire ad evitare. Le gambe divaricate e leggermente piegate, predisposte a spiccare un eventuale sbalzo.

    Nb: post concordato con mary24781 per le azioni di Cassandra.


  6. #476
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali



    Vicent Dreth


    Noto che il comandante si prodiga a seguire la regina, incurante dell’intervento di Lady Waters. Sono ben due volte in un solo giorno che queste due figure si incontrano: devono avere proprio tanto di cui parlare... E’ Lady Waters a riprendere la mia attenzione con una frase biascicata a fatica. La osservo perplesso e vedo che sta tremando.



    Gli spasmi aumentano secondo dopo secondo, non comprendo cosa le stia accadendo, finché non guarda Lord Tywin e palesa in viso un’espressione di pura paura.




    Questo tavolo è maledetto, comincio seriamente a pensarlo: è possibile che ogni volta che ci sediamo qui accade il finimondo…? Fortuna c'è il principe Lantis. Si porta in piedi ed ammonendo il Gran Maestro di ritirare nell’immediato l’aura di tenebra afferra prontamente Lady Waters che intanto ha perso i sensi. <<Porto Lady Alinor in infermeria, se ancora volete discorrere con mia sorella... ricordate che non amo raccoglierla per terra senza sensi... siete ospite dei Raeghar, rammentatelo sempre>>, dice con un tono duro ma deciso. A quanto pare ha la situazione è "perfettamente" sotto controllo. Con la coda dell’occhio osservo Lady Esperin seguire Lord Tywin fuori in giardino: immagino la sua preoccupazione, dato il legame di amicizia mostrato dalle due, la scena a cui ha appena assistito deve averla scossa.Il principe si rivolge nuovamente a noi congedandoci tutti. Sir Demonar non se lo fa ripetere, così come De Lagun, Lady Feralys e la Septa. Personalmente temporeggio giusto un attimo per poter osservare la dama inerme tra le braccia del principe.
    Nascondo con un'espressione dura il velo di compassione che provo: è stata davvero sciocca, irriverente e perfino maleducata, ma non meritava affatto di essere colpita tanto duramente.



    Conscio che la fanciulla sia in ottime mani, faccio anch'io i dovuti saluti e mi dirigo a mia volta verso l’armeria.
    Lascio però la stanza poco dopo, dando la possibilità alle due combattimenti di “socializzare” liberamente ed attendo l’arrivo del principe sulla terrazza di fianco… Un po' d'aria mi farà bene.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 1st February 2015 alle 16:16



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  7. #477
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS

    Uh, un unghia scheggiata! Devo ricordarmi di passare lo smalto rosso prima di andare in battaglia, ogni minimo particolare può fare la differenza nell'essere ricordata dai cantastorie: la Strega Rossa di Asshai deve essere perfetta, in tutto.


    La vecchia Deirdre è già arrivata, però, veloce per la sua età. Dovrebbe andare velocemente sottoterra! Si intrattiene un pò con la seria DeLagun (chissà se ha una paralisi facciale o è capace di altre espressioni oltre a quella), poi si rivolge a me e mi dice "Solo un momento, mia signora...le spiace?"
    "Non fatemi aspettare troppo"



    Non faccio nemmeno in tempo a sbuffare scocciata che il pavimento comincia a rompersi, temo un terremoto ma ... un dannato groviglio di radici si solleva da terra e mi avviluppa, mi stringe, mi lacera le carni e infine mi solleva per poi farmi finire a testa in giù, la veste segue la forza di gravità lasciandomi le gambe e il sedere scoperto.




    Brutta stronza di una vecchiaccia! Questa me la paga cara, non ha idea di cosa sono capace di fare. Ridicolizzare un avversario in questo modo non è mai una cosa saggia, soprattutto se questo avversario dovrà coprirti le spalle in battaglia! Questo cesso di pseudo donna ha giocato sporco, ma cosa potevo aspettarmi da pitale dalla vaga forma umana! Continuo ad agitarmi, ma più lo faccio, più le radici affondano nella mia carne soffice paralizzandomi dalla vita in giù. Tra le pieghe della gonna intravedo il plantigrado assumere una posizione di difesa evocando la sua lunga lancia che mette diagonalmente a proteggere la sua infame persona. Non ti basterà mia cara, sei più vecchia dei saggi della Valmorguli e lenta come una lumaca bavosa!
    Devo liberarmi, non posso resistere a lungo in questa posizione ... Con un pò di fatica, data la situazione, mi concentro e nella mia mano sinistra compare repentina Medea, ma non mi basta: la vecchia deve soffrire! Il fuoco, il mio elemento, scorre su tutto il mio corpo con un brivido, un abbraccio caldo e soffocante che si concentra nella mia mano e poi sulla lama scintillante. Guardo la schifosa e noto un punto scoperto: la sua spalla sinistra. E' li che colpirò.



    Scaglierò Medea con tutta la forza che ho in corpo proprio all'attaccatura tra il braccio e la spalla e, se il colpo andrà a segno (ma sono sicura sarà così), il pugnale si conficcherà in profondità, in quella carne putrescente non dovrebbe non dovrebbe trovare particolare resistenza, e spanderà il suo calore insopportabile tutt'intorno facendo incendiare il saio della megera, che non avrà più la forza di reggere quell'arma pesante nè di concentrarsi a tenermi imprigionata nelle sue radici, liberandomi.

    Arma – Pugnale in Forma Attiva
    Simmiler Knife (Medea)
    Una volta a terra mi rigirerò a terra restando sulla pancia, pronta a scattare verso di lei.

    *aggiunte 4 foto


  8. #478
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alinor Waters



    Apro pian piano gli occhi. Noto una figura davanti a me, ma lo sguardo ancora appannato non mi aiuta a capire di chi si tratta. Sento solo una voce, una voce che mi sembra lontanissima.
    "Milady? Mi sentite?". Mi sembra di riconoscerla...è di...Lantis! Sbatto velocemente le ciglia, ridestandomi.
    "S-sì..sto bene..Vostra Altezza!" rispondo con un sorriso d'imbarazzo, evitando di guardarlo negli occhi.



    Mi guardo intorno intuendo di essere in infermeria. Bene. Muovo la testa in cerca della finestra, ma..ahi! Fa male!
    Allora la sollevo lentamente e mi affaccio un po' ma abbastanza da scorgere le due figure di Esperin e di Tywin in giardino.
    Un attimo. Lui è ancora qui.
    Mi volto verso Lantis che mi osserva.



    "Immagino mi dovrei scusare per il comportamento avuto...ma non lo farò!" gli dico fissandolo dritto negli occhi.
    "Forse voi sarete tranquillo a lasciare da sola la principessa con un simile ...mostro" continuo ricordando ancora vividamente il viso mutato del Gran Maestro "..ma io non me la son sentita."



    Mi metto seduta sul letto, nascondendomi dietro la tenda in modo tale che nessuno dal giardino possa vedermi.



    "Non so se la voglia intimidire ulteriormente o se voglia usare un qualche suo potere su di lei, ma non appena noterò qualcosa di strano...anche una sola strana espressione sul viso di vostra sorella, non esiterò a colpirlo con un attacco acquatico."
    Gli sorrido con dolcezza mentre riprendo: "Consideratemi pure una suicida, ma tengo più alla vita della principessa che alla mia."
    Restando seduta mi sposto ancora più vicino alla finestra.



    "Sa, è stato facile far irritare Lord Tywin. Pensavo che un uomo come lui avesse più pazienza, pensavo di dover faticare per trovare una scusa per arrivare qui in infermeria, l'unica stanza deserta più vicina alla grande fontana. Mi è bastato solo dire...ciò che penso, a grandi linee. In un altro caso sarei rimasta in silenzio come tutti gli altri."
    Lo guardo ancora una volta sorridendo: "E sapevo che non avrebbe mai eliminato un combattente dalla nostra schiera. ...Non sposerete una stupida, Vostra Altezza...forse!"
    Abbasso infine la testa con l'intenzione di fargli una domanda più seria. "Prima che andiate via vorrei porVi una domanda. Quanto è affine il vostro pensiero con quello di Lord Tywin?".
    Ultima modifica di scarygirl; 26th January 2015 alle 15:28


  9. #479
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    "Non fatemi aspettare troppo"



    Oh, no, tranquilla mia cara...penso mentre le radici afferrano il suo busto rivoltandola a gambe all'aria.
    Esplodo in una risata gracchiante, mentre evoco la mia lancia e mi pongo in forma difensiva.



    La piccoletta si agita, vedo il suo viso paonazzo oltraggiato dalla furia, potrei correrle intorno per...tardi. E' troppo tardi.
    Con estrema velocità la vedo estrarre il proprio pugnale e lanciarmelo, avvolto da fiamme: per quando realizzo il tutto, esso è già infilzato nella mia carne, alla spalla sinistra, prendendo fuoco. Mi lascio scappare un grido di sorpresa, misto a dolore.



    Stringo con rabbia la lancia, cercando di concentrarmi sulla presa delle radici, ma il pugnale maledetto mi causa fitte di indicibile sofferenza, il punto in cui sono stata colpita è critico, e le fiamme stanno prendendo piede. Tentando di rimanere lucida, estraggo il pugnale con la mano destra, gettandolo ai miei piedi.
    Conto fino a tre, cercando di resistere alle fiamme che mi bruciano la pelle, ma c'è un motivo in ciò: estraendo subito il pugnale, la ferita è rimasta aperta, e le fiamme faranno da cauterizzante sullo squarcio. Quando la mia resistenza è giunta al limite, mi getto a terra rotolando a destra e sinistra, la mia lancia sarà raccolta frontale a me di modo che io riesca a rotolare senza lasciarne la presa o essere intralciata in ciò da essa.



    Contemporaneamente, le radici lasciano la presa dalla rossa, che è atterrata di pancia. Mentre mi rotolo sul pavimento, lascio che la mia rabbia si riversi su di lei, sprigionando la mia aura oscura. Tutto l'odio, il rancore, la ferale bestialità del mio potere si libera ed esplode in sua direzione, che corromperà il suo cuore e la farà sentire inerme e distrutta.
    Aura di tenebra - Esperto
    Infonde paura: Il cuore palpita più velocemente, si ha un profondo fastidio e soggezione
    Per allora le fiamme che avvolgono la mia spalla saranno estinte, e se l'aura avrà sortito i suoi effetti anche in minima parte, me ne accorgerò: essa dovrebbe poter rallentare i suoi movimenti, raccoglierò velocemente la sua arma e gliela lancerò sulla sua (al diavolo il bruciore!), di spalla, esattamente la destra, urlando:



    <<Ti restituisco l'arma dolcezza....e il tuo pugnale!>>
    Sia mai si dica che non gioco pulito!


  10. #480
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Lord Tywin Leithien

    Lady Waters casca come una mela matura in terra, il suo sguardo così spaventato non mi ha provocato alcuna emozione, quel suo corpo che giace inerme ancor meno. Il Principe suo futuro marito, non manca di correre in suo aiuto, come un classico damerino dal cuore puro, l’avrei lasciata sul pavimento, sperando che il freddo marmo le rinfrescasse le idee. Hai ancora molto da imparare Lantis.
    Seguo la Principessa con passo lento, lo sguardo puntato verso l’esterno, sulla figura marmorea della Regina. “Sono consapevole che la notizia di un matrimonio combinato con mio figlio, possa averVi turbata mia cara, non sono un senza cuore come immaginate” l’organo è presente e pulsante, mi riferisco a quello ovviamente, non a quei ridicoli sentimenti che si associano ad esso, quelli rendono deboli ed io non mi sono mai giudicato tale. “Ma le mie sicurezze vertono soprattutto sul fatto che siete cosciente, del fatto che la Vostra posizione ed il ruolo che ricoprite sono vincolati a degli obblighi verso la Vostra casata, come non avete mancato di esternare pochi istanti fa e me ne compiaccio” Arrivato al bordo della fontana, incrocio le braccia dietro la schiena e continuo ad osservare la statua “Sapete… Ryuk è un sentimentale, difficile a crederci, non è vero? Quando era poco più giovane di Voi, mi chiese il consenso per sposare una giovane fanciulla, consenso che gli ho negato per ovvie ragioni. Da quel momento si è rifiutato categoricamente di unirsi ad ogni buon partito che gli proponessi, alla sua età ero già Padre da lungo tempo. Non Vi nego, che con molta probabilità si rifiuterà anche questa volta, non è saggio come Voi Principessa” Mi volto di lato ad osservarla “Ma… non gli permetterò di opporsi, non ha voce in capitolo, questo matrimonio verrà celebrato e le Nostre casate saranno unite, così è deciso. Dopotutto… se vostro fratello all’epoca avesse sposato Lumen senza fare troppe storie, ora non ci troveremmo ad affrontare questa questione” Le sorrido “Cosa ne pensate al riguardo, desidero che siate sincera, non vi torcerò un capello statene certa”

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •