Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 68 di 339 PrimaPrima ... 1858666768697078118168 ... UltimaUltima
Risultati da 671 a 680 di 3385
  1. #671
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    "Sir Ryuk, allora voglio fidarmi della vostra parola di gentiluomo e lasciarvi il terrazzo per interloquire con mia sorella ma... badate bene... è una fanciulla piuttosto... nervosa in questi giorni, potrebbe reagire male a un qualche vostro gesto che potrebbe interpretar male... non scordate mai che è una Raeghar, cavaliere... sa dove e come colpire"
    Resisto alla tentazione di ripete il medesimo inchino offertogli al suo ingresso in sala, qualcosa mi suggerisce che mio padre non gradirebbe ed è già molto che mi ritrovo ancora con le braccia attaccate al corpo, considerando come mi sono rivolto a lui per calmarlo. Lantis mi indica le parti basse con lo sguardo, inizio a pensare che in assenza di Drako abbiano sviluppato nuove tecniche di combattimento, che puntano alla castrazione ed evirazione, altrimenti tutto questo accanimento verso i miei gioielli di famiglia, anche da parte di Cassandra, non avrebbe spiegazione.
    <<Condivido ed acconsento alla vostra richiesta, Sir Ryuk...>>
    Accondiscendete, come immaginavo, può avere anche un bel caratterino indomabile, ma quando il caro fratellino tuona, si rimette in riga con la coda tra le gambe. E’ un vero peccato, sono sicuro che nel carattere di questa fanciulla risieda il vero potenziale di un Raeghar, Lantis è ogni giorno più simile ad un paggetto di corte che si da le arie da superiore, gli manca solo il cartello appeso al collo con su scritto: I have the Powah.
    Finalmente ci alziamo e mi ritrovo nuovamente Lantis accanto, mi sussurra frasi carine e per niente banali come suo solito
    "Badate bene che se le torcete un capello e sopravvivete alla sua furia, non sarete egualmente fortunato con la mia"



    Uuuh, che paura! Veramente, tanta, tanta. Ho così tanta paura che mi volto in sua direzione per guardarlo con la coda dell’occhio e sorridergli beffardo, mentre mi passo la lingua sul labbro inferiore, deve essermi rimasto qualche rimasuglio di pollo… forse.
    Finalmente io e la mia fidanzatina ci avviamo alla terrazza, ovviamente non manca di mandarmi frecciatine, è più sveglia di quel che pesassi, lontana dal fratello mi è quasi simpatica, soprattutto quando mente spudoratamente.
    <<Non potrei mai odiare colui che sostiene la mia Famiglia ed il mio Regno. Ebbene ditemi... di cosa volevate parlarmi?>>
    Prima di risponderle guardo un po’ cosa il panorama ha da offrirmi e, per una volta, mi riferisco effettivamente al paesaggio. “E’ da molto tempo che non vengo qui”



    poi mi sporgo verso lo spiazzale dove c’è la fontana, il gruppetto si è radunato proprio là, la maggior parte con il naso puntato verso l’alto, pronti a reagire nel caso che il cattivone Ryuk, alzi le sue viscide e callose manine sulla dolce ed indifesa principessina. Esperin offre le spalle alla fontana, io mi metto di fianco a lei, ma volto verso lo spiazzale, poggio le braccia sul muretto e punto gli occhi sul il gruppetto.



    “Questa situazione è quasi ilare, sicuramente stanno cercando di capire qualcosa dal labiale. Voglio vedere le loro espressioni se dico qualcosa senza senso, tipo: Formaggio, Cassetto, Mamma di Dreth, Pallina…” pronuncio queste parole scandendole bene, senza fa notare che sto sillabando di proposito per prenderli in giro.



    Ora Esperin starà pensando che sono fuori di testa e non avrebbe tutti i torti, purtroppo devo tornare serio, l’argomento lo esige. “Potete usare la vostra aura su di me, se vi farà sentire più tranquilla, non ho intenzione di aggredirvi né verbalmente, né fisicamente. Voglio essere sincero con voi, Principessa e non è qualcosa che riservo a tutti.” Mi volto verso di lei e mi pongo in punto dove dallo spiazzale non possono vedermi “Restate pure dove siete, così possono vedervi e non si allarmano per nulla. Non so se anche voi possedete lo charme ereditato da vostra madre, in tal caso, anche questo può valervi come garanzia sulle verità che andrò a narrarvi” Cerco di non essere troppo teso e di metterla a suo agio per quanto mi sia possibile, sono cosciente del fatto di non essere esattamente nelle sue grazie



    “Io non ho intenzione di sposarvi, non ho intenzione di fornire ancor più potere a mio padre, ma se questa unione avrà realmente luogo, se io e Voi convoleremo a nozze, allora non voglio ritrovarmi una moglie che mi odi accanto per il resto dei giorni che mi rimarranno da vivere. Quindi, con il vostro consenso, procedo con il mio discorso”

  2. #672
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Esperin Raeghar


    Ryuk si avvicina al parapetto della terrazza, poggiando le mani sul muretto, ed osserva il gruppetto che ci guarda da vicino la fontana. Seguo il suo sguardo fino ad incrociare quello di mio Fratello, prima di tornare sul volto del mio interlocutore. Probabilmente si sente a disagio per la situazione? O forse si sente offeso per le precauzioni che Lantis ha voluto prendere? O forse... non gliene frega niente e mentalmente si sta facendo beffe di mio fratello. Si... decisamente la terza ipotesi mi risulta la più plausibile, considerato ciò che mi hanno detto di lui.
    Mi chiedo per quale motivo abbia insistito per parlarmi, abbiamo ben poco di cui discutere. Per quanto mi riguarda, spero soltanto che le circostanze in futuro mi consentano di restare il più possibile lontano da lui e dalla sua famiglia. E lo stesso auguro a Lantis.
    “Questa situazione è quasi ilare, sicuramente stanno cercando di capire qualcosa dal labiale. Voglio vedere le loro espressioni se dico qualcosa senza senso, tipo: Formaggio, Cassetto, Mamma di Dreth, Pallina…” comincia a dire, scandendo le parole senza distogliere lo sguardo dal gruppetto radunato in giardino.



    Lo osservo sbigottita, quasi a bocca aperta, sbattendo un paio di volte le ciglia. Io davvero non so... non so se ridere o se piangere. Questo... bambino, che si diverte a provocare, dovrebbe diventare mio marito? Oh Dei, salvatemi.
    <<Sir Ryuk... Vi prego di non sprecare in questo modo il mio tempo, potrete dilettarVi in questi inutili giochetti al termine del nostro incontro>> rispondo freddamente, con tono scocciato, incrociando le braccia al petto. Lui torna serio, finalmente, e riprende a parlarmi “Potete usare la vostra aura su di me, se vi farà sentire più tranquilla, non ho intenzione di aggredirvi né verbalmente, né fisicamente. Voglio essere sincero con voi, Principessa e non è qualcosa che riservo a tutti.”



    Aggrotto un sopracciglio perplessa, mentre lui si volta verso di me, allontanandosi dal parapetto, prima di aggiungere “Restate pure dove siete, così possono vedervi e non si allarmano per nulla. Non so se anche voi possedete lo charme ereditato da vostra madre, in tal caso, anche questo può valervi come garanzia sulle verità che andrò a narrarvi. Io non ho intenzione di sposarvi, non ho intenzione di fornire ancor più potere a mio padre, ma se questa unione avrà realmente luogo, se io e Voi convoleremo a nozze, allora non voglio ritrovarmi una moglie che mi odi accanto per il resto dei giorni che mi rimarranno da vivere. Quindi, con il vostro consenso, procedo con il mio discorso”



    Ho ascoltato le sue parole in silenzio, senza proferire parola e con le braccia conserte, ed alla fine non riesco a trattenere una flebile risata divertita. Sembra preoccupato, come se mi vedesse tremante di paura davanti ai suoi occhi. Probabilmente il suo ego è smisurato, o ha sempre avuto a che fare con delle povere donne impaurite e indifese. Indubbiamente la sua fama mi mette soggezione, e sicuramente in un combattimento potrebbe annientarmi, data la sua esperienza e la sua rinomata efferatezza. Sono certa però che potrei dargli del filo da torcere, e poi qui, ora, non ho minimamente paura di lui, non in queste circostanze.
    Comunque sia non credo nelle sue buone intenzioni, ma se davvero fosse vero che vuole evitare questo matrimonio o accrescere il potere del padre non potrei che esserne felice, è la stessa cosa che voglio io, anche se preferirei sacrificarmi piuttosto che vedere Lantis con Lumen. Tuttavia, se quest'uomo trovasse il modo di evitare l'unione delle due casate, sarebbe meglio sia per me che per Lantis, ma cosa ci guadagnerebbe lui? Una vittoria col Padre, che indubbiamente vuole tenerlo al guinzaglio a giudicare da come lo tratta? Non so... non mi sembra abbastanza plausibile. Questo matrimonio ai Leithien conviene molto, dubito che andrebbe contro agli interessi della propria casata solo per un qualche dispetto, sarebbe pazzo se lo facesse.



    Dubito che sarà sincero con me, con una sconosciuta con cui non ha mai spartito nulla, sempre che sappia cosa voglia dire il termine sincerità, quindi prenderò le sue parole con il dovuto riserbo. Inoltre, dubito che si preoccupi del nostro eventuale rapporto, come ha detto già Lantis i non Leithien che si uniscono alla loro casata hanno vita breve e Ryuk lo sa benissimo, probabilmente riserverebbero la stessa sorte anche a me una volta messo al mondo il loro erede. Io non sono una sprovveduta, so difendermi, ma sarei sola, e rischierei certamente di avere la peggio contro di loro.
    <<Sir Ryuk, non ho bisogno di illusioni mentali per sentirmi al sicuro. Potete tranquillizzarVi, non ho timore di Voi, né delle Vostre parole. Non ho richiesto io una scorta, e Vi assicuro che non ne necessito affatto. Ascolterò le Vostre verità... e poi trarrò le mie conclusioni. Andate pure avanti...>> lo esorto a continuare, senza distogliere lo sguardo dal suo.



    Spero che gli sia ben chiaro che non sono una stupida, e che con me può smettere di recitare la parte del futuro marito premuroso e dirmi la verità sulle sue intenzioni.

  3. #673
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    E' Sera

  4. #674
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Vicent Dreth


    Con l’indice picchietto contro il muro della residenza ed intanto mi guardo attorno alla ricerca di qualcosa da osservare, di qualsiasi cosa che non sia Esperin… Nonostante lo sforzo però, ogni particolare perde il mio interesse in pochi istanti, o irrimediabilmente finisco con l’associarlo alla figura della stessa Principessa. Passo una mano tra i capelli e, con un sospiro, mi arrendo: darò giusto un’occhiata per assicurarmi che Esperin stia bene. Che male può fare? Sposto lo sguardo in direzione della terrazza ma noto che c’è solo Ryuk affacciato dal balcone… Sta parlando. Usando qualche reminiscenza di labiolettura cerco di capire ciò che afferma. Le prime due parole mi sembrano senza alcun senso, <<Fo...me...rgio... Ca..st..eto>>. Eh? Ma di che diamine sta parlando con la Principessa? Devo aver capito male non può esserci altra spiegazione. Mi concentro maggiormente e senza distogliere lo sguardo leggo la terza parola: <<Ma..mma di... Dr...eth>>. Non ci vedo più. Digrigno i denti ed abbassando lo sguardo stringo saldamente una pianta di edera rampicante. Perché quel pezzo di sterco non vuole finirla col nominare mia madre? Ormai è passato… Un errore di gioventù… Lei lo amava, perdutamente, mentre lui, Ryuk Leithien, non si è fatto scrupoli a sedurla ed abbandonarla. So che mia madre ha sbagliato ma per fortuna ha trovato mio padre che ha saputo perdonarla e da brav'uomo si è assunto le proprie responsabilità. Purtroppo lo so… Me ne ha parlato. Per me Ryuk è un falso, un porco ed un traditore ed al momento provo gelosia, frustrazione e soprattutto rabbia…Non è giusto.


    Uno stridio alle mie spalle mi fa sgranare gli occhi: complice l’impeto d’ira infatti l’elemento che domino si manifesta senza il mio controllo.

    Distruzione - Iceberg: Congela una porzione del corpo, causandone la paralisi e medi danni da congelamento.
    Stacco di scatto la mano dal punto ma vedo che ormai il “danno” è fatto: la parete è salva… Non si può dire però lo stesso della povera pianta. Prendo un bel respiro e cerco di fare finta di nulla: è solo una pianta congelata… A chi può fregare? Nessuno. O almeno spero. Mi sposto lentamente da quella zona e stavolta mi posiziono a debita distanza da vegetazione e pareti…
    Ultima modifica di Damnedgirl; 23rd February 2015 alle 00:35



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  5. #675
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Gildas Demonar

    Prendiamo finalmente tutti posto al tavolo dei giochi. Lady Alinor continua a fissarmi, ma cosa vuole? Crede di poterci provare? Non sono portato per le donne nobili, che voglia anche lei sfruttarmi? Ma sì, tanto ormai… «Dunque, Sir Ryuk, avete delle importanti informazioni sui reietti da comunicarci? Chi sono i loro componenti? Siete stato una spia, vostro padre ne è certo, ma io ho bisogno di più garanzie, francamente» è il principe a prendere la parola chiedendo a Ryuk informazioni preziose sui reietti mentre il lord non mi pare così d’accordo esprimendo invece la sua decisione di decidere del matrimonio. Che bello, mi sono sempre divertito ai matrimoni, canti, balli e spettacoli tutti inventati da me. Non era raro che qualche nobile, invece del mio corpo, sfruttava le mie doti artistiche per intrattenere gli ospiti, così mi ritrovavo a imbastire e dirigere spettacoli per gli invitati alle feste. Uno spasso. In modo quasi automatico, Ryuk risponde alle parole del principe descrivendo il gruppo dei reietti come un campo di contadinotti provenienti dalle vecchie tribù limitrofe del regno. Che noia. Nemmeno un nome importante tipo un ex lord o cavaliere, ma è un nome a farmi sobbalzare «[…] Il bastardo dei Dreth, un certo Dahmer […]» cosa, quindi Dahmer è scappato? Oh che peccato, mi divertivo parecchio in sua compagnia, era solito portarmi qualche pezzo dei prigionieri giustiziati dal Boia della Luna. Ma le sorprese non finiscono qui, vengo a scoprire dal principe che lo stesso Dahmer è il boia. Oh che spettacolo, devo parlargli il prima possibile, magari prima di affettare il suo corpo sul campo di battaglia. No no, la sua linguetta simpatica mi serve intera, o almeno in condizioni di integrità tali da permettergli di parlare. Il lord riprende esprimendo il suo fervore verso queste nozze, Ryuk e la principessa, che coppia. Spero che almeno alle loro nozze mi chiedano di occuparmi dell’intrattenimento, Ryuk ha gusti un po’… particolari su questo frangente. Sopprimo un sorriso quando egli stesso chiede di parlare privatamente con la giovane, decisione approvata dal fratellone sotto scorta di una delle guardie, e chi se non la simpatica Cassandra? Dei. Vorrei tanto incontrarlo il suo amato fratellino. Dev’essere un vero e proprio musone dato che è cresciuto sempre e costantemente con lei, che una risata non la vede da quando è nata. Le parole di Cassandrina scatenano l’ira del lord. Uh sì. Uccidila. Uccidila. Uccidila ORA. Ma l’ira dell’uomo si ferma dopo un’ammonizione del figlio, che barba. Ascolto il resto del discorso sulle giustificazioni di Ryuk sul suo ruolo di doppiogiochista. Sto per sbadigliare ma un graffio sul collo mi distrae. Dei, quest’armatura è pessima. Quando scenderò in battaglia vedrò di imbottirla di qualcosa di morbido e colorato. Rischierei di affettarmi da solo. Le parole del principe mi distolgono da quei pensieri, finalmente accetta di far parlare da soli i due neo sposini mentre si dirige alla fontana «Condivido ed acconsento alla vostra richiesta, Sir Ryuk...» dice la ragazza venendo quindi presa dal futuro marito e insieme si dirigono verso la terrazza. Mi alzo dal mio posto scivolando con le dita sulla spalliera di lady Alinor incurante della sua reazione e mi avvio all’esterno seguendo Dreth. C’è qualcosa di cui devo discutere con lui riguardo quelle assurde parole che mi ha detto precedentemente. Con la coda dell’occhio osservo i due sulla balconata, non mi stupirei se lui decidesse di lanciarla di sotto, sarebbe un vero spasso. Mi avvicino a Vicent cercando di ponderare le parole da rivolgergli «ehm… Dreth… io, volevo chiedervi... come… no no… cosa signif-» non riesco a terminare la frase che l’uomo si gira e guarda verso la terrazza, mi volto anche io ma è un suono di fratture e crepe che mi distrae, Dreth ha appena congelato gran parte dell’edera del muro. Ma che diavolo gli prende? È pazzo? Si allontana dalla sua postazione tenendosi lontano dal muro, voglio indagare, vediamo cosa ha da dirci il nostro ghiacciolo numero due. Mi avvicino e gli sussurro in modo che possa udirmi solo lui «ma… quindi siete interessato alla principessa?» faccio una breve pausa «o a Ryuk?» sorrido malignamente e se lui si dovesse voltare, beh vedrò di mascherarlo per quanto mi è possibile con un sorriso… cordiale… è questo il suo significato, no?

  6. #676
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    CASSANDRA DE LAGUN

    Sono stata di nuovo imprudente, non so di nuovo riuscita a trattenere la mia sete di verità. Cassandra, la politica non è proprio mestiere per te. Non sono brava con le mezze misure, quando Lantis mi ha domandato di Ryuk, avrei dovuto solo rispondere e non commentare ulteriormente la condotta di quel maiale. La Principessa... ora è sola con Ryuk in terrazza e noi siamo qui, come degli idioti a guardare ciò che non possiamo fermare. Mi sento così frustrata, impotente. Se penso a questa mattina, ero così felice di incontrare il Principe, è stato così bello star nervosa per cose da fanciulle come la scelta di un abito. Per un attimo, avevo dimenticato il mio ruolo, la mia educazione militare: solo una ragazza alle prese con il suo vestito, in procinto di incontrare l'uomo che le fa battere il cuore. Lantis mi ha rimproverata, so che dopo avrò la mia ammonizione e so che me la sarò ben meritata. I Raeghar hanno bisogno di me e io li ripago facendo infuriare Lord Tywin, accendendo una situazione già scottante di suo. Eppure, nell'angolo della mia coscienza, so di aver fatto la cosa giusta: ho detto la verità, ho rischiato l'ira di un mostro pur di tenere fede al mio giuramento di difendere Esperin. Accetterò con dignità ogni ammonimento che Lantis vorrà darmi, cercherò sicuramente di migliorare su questo aspetto, ma no, non corromperò mai la mia natura. Seguirò sempre la verità e la giustizia. Il Principe ha parlato duramente anche a Vicent, sulla questione di suo cugino bastardo: ho avuto una volta a che fare con il Boia della Luna, lo mazzolai a dovere per proteggere una fanciulla che stava torturando. Ricordo che fissai i suoi occhi di ghiaccio, dietro quella maschera di teschio dipinta sul viso che non lavava mai. Cugino di Vicent: come è possibile, oh dei, che sangue così gentile come quello di Vicent Dreth sia imparentato ad un mostro così abietto? Cerco Vicent con lo sguardo, perchè conosco l'affetto che nutre per la Principessa e la sua lealtà, non deve essere stato facile per lui trattenersi. E' vicino al Glados ma poi vedo che si avvicina al muro per osservare la scena. E' arrabbiato, è evidente. Ha uno scatto di rabbia, congela persino un'edera. A questo punto mi avvicino, ignorando totalmente le sciocchezze che pronuncia Sir Gildas. "Ammiro molto la vostra forza d'animo e la vostra calma, Vicent, io non riesco proprio a frenare la lingua, in queste situazioni. Ho molto da imparare" gli dico sorridendogli, cercando di distrarlo dal giullare. "Lady Esperin è forte, è una luminosa guida per tutti noi... non siate in pensiero, se il Principe l'ha lasciata andare da sola, è perchè sa che sa badare a se stessa. Io sto cercando di conservare il mio odio per quell'essere immondo per quando lo riaffronterò in battaglia, se gli dei me ne daranno la possibilità. Se morrò, sarà nel tentativo di strappargli il cuore dal petto" continuo mettendogli una mano sulla spalla, con il viso serio. "Sir Gildas, se volete mostriamo anche alla vostra amata Regina come sapete volare bene in alto" replico verso il ragazzo con un mezzo sorriso minaccioso. Lo charme di Lady Alinor è stato veramente un peccato: mi ha tolto la possibilità di dargli una lezione. Ma confido che, presto o tardi, avrò un'altra occasione.

  7. #677
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Vicent Dreth


    Il mio stato d’animo in questo momento? Indefinibile. Mi sento stanco, arrabbiato, deluso, geloso, triste, ansioso. Non mi piace e non mi piacerà mai la vita di corte, ecco la verità. Troppi sospetti, tradimenti, falsità, intrighi e, soprattutto, segreti… Ancora mi capacito del gesto di mio Zio Caligus, comprendo che Dahmer sia suo figlio e che abbia agito in base al motto di famiglia, “Semper Fidelis”, ma mio cugino è anche un assassino… Dei, perché è tutto così complicato? La rivelazione che sia lui il boia della luna, unita alle provocazioni di Ryuk su mia madre, sono state la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Sarò un ragazzo paziente, taciturno e buono ma ho il brutto vizio di accumulare ed arrivato ad un certo punto… Scoppio. Per fortuna con questo scatto d’ira ho solo congelato una piantina d’edera, ma mi rendo conto che l’episodio è avvenuto sotto gli occhi di tutti… Che magra figura. Il primo ad avvicinarsi è Sir Gildas dimostrando una perspicacia non indifferente quando mi bisbiglia ad un orecchio: <<Ma… Quindi siete interessato alla principessa? O a Ryuk?>>. Eh?! Mi domando come si sia accorto di Esperin... Voltandomi verso di lui lo osservo torvo, e noto che mi sorride… Cordialmente. E’ come se non si rendesse conto che al momento non sono in vena di domande. Quasi in contemporanea ci raggiunge anche Cassandra, la donna comprende fin da subito il mio stato d’animo e parlando cerca di distrarmi. Irrimediabilmente però lo sguardo si posa sull’edera congelata e le sue parole sortiscono in me l’effetto contrario facendomi sentire solo un gran… villano. <<Io sto cercando di conservare il mio odio per quell'essere immondo per quando lo riaffronterò in battaglia, se gli dei me ne daranno la possibilità>>. Ecco, questo è ciò che dovrei fare: attendere il mio momento per rispondere all’ingiustizia con la giustizia. <<Se morrò, sarà nel tentativo di strappargli il cuore dal petto>>, conclude il suo discorso poggiandomi una mano sulla spalla. Le sorrido cordialmente ed a bassa voce affermo in modo che mi sentano solo lei e Gildas, <<Ed io confido che un giorno gli dei concedano questo… onore ad entrambi>>. A Sir Gildas però non sembra riservare lo stesso trattamento... Sarà meglio intervenire in difesa dell'uomo: per oggi il poveretto è volato a sufficienza e non mi sembra il caso di fargli ripetere l’esperienza. <<Cassandra?>>, provo a riprendere la sua attenzione in tono calmo e gentile, <<Non è necessario, Sir Gildas stava solo cercando di sdrammatizzare il momento…>>, porto una mano dietro la testa e le sorrido spensierato, <<Dico bene Sir?>>. Spero solo che l’uomo sia abbastanza furbo da limitarsi a confermare… <<Piuttosto, mi sbaglio o siete ferita?>>, rivolgo il palmo della mano destra verso l’alto e convergo in essa la mia magia curativa.

    Difesa e Recupero - Rigenerazione (avviene tramite tocco): Rigenera ferite di media entità ( ferite profonde non mortali, ossa rotte, danni medi da elemento ).
    <<Dovreste stare più attenta alla Vostra salute, quelle ferite potrebbero infettarsi...>>, da che pulpito la predica! Espiro leggermente e con un piccolo sforzo lascio scaturire la luce biancastra della rigenerazione. Noto che risulta meno luminosa… Forse a causa della stanchezza… <<Permettete?>>. Cerco di porgerle la mano.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 23rd February 2015 alle 22:23



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  8. #678
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Le informazioni che Ryuk ha fornito ad Esperin sono avvenute in uno scambio di mp.



    Osservo la Principessa, non so se ha ben inteso tutto il mio discorso, tutte queste informazioni in una volta potrebbero sconvolgerla, ma per il mio interesse spero che sia più solida di animo e che riesca ad approfittarsi di tutto ciò. Se la mia famiglia è solo una grossa spina nel mio fianco, non posso fare altro che cercare di rientrare nelle grazie dei loro più grandi nemici: i Raeghar ed in particolar modo della cocca di famiglia.



    “Questo è tutto ciò che avevo da dirVi, Principessa. Spero che ne facciate tesoro…”



    le rivolgo un sorriso complice “Ora, mia cara promessa sposa, che ne dite di tornare al piano inferiore?”



    Le porgo il braccio nuovamente, lei si avvicina annuendo e senza replicare. Procediamo in silenzio lungo il corridoio che ci separa dalla scale ed è là che riprende parola.
    <<Mi rallegra, Sir ryuk, constatare che questo incontro si è rivelato più interessante del previsto>>
    Giunti al piano inferiore tento di stringere maggiormente la presa su di lei col braccio, per farla avvicinare a me e le sussurro: “Cerchiamo di sfoggiare un sorriso convincente”, mi osserva torva di rimando per il gesto, ma presto sfoggia il sorriso necessario al momento. Confido in quel po’ di intelligenza che riempie la scatola cranica del Reggente, per intuire la stranezza del nostro comportamento, una complicità che può solo fargli capire che io e la sua adorata sorella siamo arrivati ad un compromesso e se non vuole rovinare tutto, è meglio che ci regga il gioco. Ti voglio parare le tue chiappe regali, caro Principino delle favole ed al tempo stesso, concedermi un enorme regalo: tre tombe sulle quali pisciare.
    “Principe Lantis, Regina Lumen, Padre… “ dico avvicinandomi ai tre.



    “…io e la Principessa siamo ansiosi di convolare a nozze, ma concordiamo entrambi sul fatto che la data andrebbe rimandata”
    Ryuk, né tu, né la Principessa avete l’autorità per prendere simili decisioni Come prevedibile mio Padre non concorda, mi limito ad assumere una espressione quanto più composta mi sia possibile, cercando di cancellare per qualche istante la mia solita faccia da sbruffone “Riflettete un attimo: se io dovessi lasciare le schiere di Drako, non avrei più modo di essere un infiltrato, le mie informazioni potrebbero rivelarsi molto vantaggiose per questa Guerra. Se i Reietti dovessero vincere, non ci sarebbe più alcun Regno e di conseguenza alcuna famiglia reale con la quale unirsi. Voi, Principe Lantis, potreste perdere questo vantaggio e Voi, Padre, di conseguenza il Vostro… investimento.” Osservo poi Lumen, vorrei tanto poterla deridere pubblicamente, ma purtroppo devo contenermi e ritorno sui miei due interlocutori principali “Questo matrimonio ci sarà, entrambi i nostri casati ne necessitano, ma dopo la nostra vittoria sulla feccia dei ribelli e dei reietti, banchetteremo suoi loro cadaveri. Vi darò un nipote, Padre, anche due… ma per fare ciò dobbiamo restare tutti vivi ed ognuno al proprio posto, col proprio titolo”
    "Sono pienamente d'accordo. Celebrare un matrimonio in questo momento, sarebbe come piazzarci un enorme bersaglio dietro la schiena, Fratello" brava piccola Esperin, sii convincente.
    “Sono lieto di denotare quanta saggezza ci sia nelle parole di vostro figlio; lord Tywin. Sir Ryuk si è dimostrato una spia eccellente, non mi pare il caso di perdere questo vantaggio su Drako. la guerra forse non preoccuperà voi, ma se vogliamo sistemare le cose in via definitiva, è necessario che termini al più presto con la nostra vittoria” Oh… allora non sei del tutto scemo, bene, ora spero solo che l’ultimo pesciolino abbocchi, quello più grosso di tutti.
    Se state cercando di giocarmi un tiro mancino, sappiate che intraprenderò una mia personale guerra contro questo Regno, sarete attaccati su tre fronti: gl’insetti dei ribelli e dei reietti, poi la mia personale armata, che non faticherò a radunare dispensando i miei averi a qualche popolo limitrofo avverso a Dohaeris.


    “No, non c’è alcun sotterfugio, Padre. Avete la mia parola” Per quanto possa valere.
    Meglio per te e meglio per Voi dice rivolgendosi a Lantis ed Esperin, senza aggiungere altro. Ti abbiamo legato mani e piedi vecchio bastardo.
    “Dunque posso tornare ai miei doveri da spia…” osservo ancora per qualche secondo Lumen “… ma rientrare integro, così come sono, potrebbe destare non pochi sospetti, dovrei inscenare una fuga da questo luogo e non mi va di colpirmi da solo come uno stupido. Quindi vorrei proporre una sfida: Me contro un reale qualsiasi, che sia in grado di conciarmi per le feste, lo prenderò come un allenamento personale, non ci andrò leggero.” Dimostrerò la mia superiorità a questi pivelli, nel caso non fosse ancora chiaro, sono io a tenere le redini del gioco in mano ora, quando mi vedranno in campo, vorranno solo starmi lontano, offrendo involontariamente un vantaggio ai Reietti, l’unica fazione che servo realmente ed a Drako, l’unico uomo in grado di farmi ottenere ciò che voglio. “Chi si offre allora?” Alzo la voce di proposito.

    *frasi di Esperin e Lantis concordate

  9. #679
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    LANTIS RAEGHAR

    La complicità che vedo tra Ryuk e mia sorella mi insospettisce non poco, ma sono rincuorato dal fatto che ella mi racconterà tutto appena i Leithien se ne saranno andati. Lo sguardo ambiguo dell'uomo si posa più volte su Lumen, che dal canto suo sembra fredda e distaccata. Lord Uragano tonante minaccia tutti, ma se fare buon viso a questa sceneggiata con quel becero di suo figlio, ben venga. Esperin sono certo mi dirà ogni cosa, ma non posso mostrarmi troppo frettoloso. Acconsento quindi, all'ennesima pagliacciata: una sfida tra Ryuk Leithien e un qualsiasi del reali. In relatà, dietro questa giostra potrebbe nascondersi un significato più profondo: se metto in campo qualcuno che è in grado di batterlo davvero, Ryuk perderebbe punti agli occhi di suo padre, che si sentirebbe più strafottente per i suoi diamanti del cazzo. Se il cavaliere dovesse uscirne invece vittorioso, Tywin non si sentirebbe poi così invincibile, certo disprezzerebbe ancora di più i guerrieri, ma tanto questo è un sentimento già vivo in lui, quindi non avrei molto da perderci. Qualsiasi cosa, comunque, si siano detti i due, prenderò le mie precauzioni.
    "Lord Tywin, avete la mia parola che nessun intrigo si sta tessendo... anzi, vi propongo di parlarne privatamente faccia a faccia, da uomo a uomo se volete altre garanzie. Per quanto riguarda questa sfida, non vedo perchè non accordarvi questa premura... Sir Ryuk, propongo come vostro sfidante Sir De Lagun, che attende un'ammonizione per la sua sfrontatezza di prima" esclamo con un tono serio, determinato. In realtà so bene che le sto facendo un favore, non ho mai avuto intenzione di punirla per quelle parole che io stesso le ho chiesto. Anzi, mi è comodo che l'aura di intoccabilità di quest'uomo sia messa in discussione. Come un canto civettuolo, giunge la voce della Regina: d'un tratto, i suoi lineamenti sono divenuti più rilassati, più sereni. Cosa le starà passando per quella testolina sciagurata?
    "Oh Altezza, sapete sempre come scegliere adeguatamente i vostri guerrieri. Eppure, io proporrei il nome di Sir Vicent Dreth per questa sfida con il mio amabile cugino... Lady Cassandra lo ha già incontrato ad Amaranthis, mi sembra giusto che ora sia il giovane e vigoroso Dreth ad avere la sua occasione" dice con quel suo tono intrigante. Non voglio mettermi a discutere di queste sciocchezze, non quando ho cose ben più importanti cui pensare, anche se ammetto che farle vincere anche questo capriccio potrebbe non essere una buona idea. E se lei sapesse, in qualche modo, che Sir Vicent possa batterlo? Da che parte stai, piccola strega?
    "Entrambi i guerrieri da noi citati, mia Regina, sono validi e potenti e daranno certamente filo da torcere a Sir Ryuk, se non addirittura sconfiggerlo senza difficoltà. Mi rimetto, così, ai due contendenti: chi di voi scenderà in campo?" domando guardando i due cavalieri. Zeus diede a Paride il pomo della discordia: almeno non si inimicò nessuna delle tre dee.
    "Sono onorata della vostra scelta, Principe, e sono pronta ad affrontare la mia punizione. Per me, però, sarebbe un onore e un piacere, invero, sfogare la mia ostilità nei confronti di Sir Ryuk, quindi cedo volentieri, se lo vorrà, la possibilità a Sir Dreth di incrociare le armi" dice Cassandra, con la sincerità e la fierezza che la contraddistinguono. Le rivolgo un sorriso rassegnato: non penso che i sotterfugi faranno mai parte della sua natura. E tutto sommato, questo mi piace in lei.
    "E sia, Sir Dreth, fatevi onore, se volete!" incito il ragazzo. Ho notato il suo colpo di stizza verso quell'edera e inoltre, sono curioso di vedere di che pasta è fatta il nipote del grande Ulfric Manto della Tempesta.

  10. #680
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Vicent Dreth


    Finalmente la conversazione tra Ryuk e la Principessa volge al termine. Osservo preoccupato il volto della fanciulla, ma, con sorpresa, noto che sembra tranquilla. La titubanza mostrata in sala da pranzo è praticamente sparita ed al suo posto vi è una complicità che, ammetto, mi lascia un sapore amaro in bocca. La storia si ripete: quel cane di un Leithien è accanto alla donna amata da un Dreth… Qualcuno tra le schiere divine deve volerci davvero male. Provo una profonda repulsione per ciò che di lì a poco sarà detto ma mi rimembro l’armatura che ho indosso e facendo appello al mio autocontrollo mi comporto da cavaliere quale sono. D'un tratto però è lo stesso Ryuk a ridestare la mia attenzione nominando quelle parole che tornano a farmi sperare in un destino meno avverso per la Principessa: “rimandare le nozze”. La scelta scatena inevitabilmente l’ira di Lord Tywin che si oppone fermamente ma a quanto pare è l’unico tra i presenti. Ryuk cerca di placare suo padre: gli fa notare come quest’unione toglie un vantaggio a noi reali e che rimandare le nozze potrebbe essere la scelta più saggia data la guerra in corso… Esperin ed il Principe Lantis intervengono in favore dell’uomo e dopo un intenso scambio di battute con il Lord - il quale arriva a minacciare un attacco - finalmente la conversazione si conclude. In sintesi: il matrimonio è rimandato e Ryuk può riportare il suo flaccido sedere tra i reietti.



    <<Dunque posso tornare ai miei doveri da spia…>>, povero, ha già nostalgia? Nah, probabilmente l'unica cosa che sta rimpiangendo è di non poter più depredare la dispensa dei reali. Quasi quasi gli cedo un fazzolettino per asciugarsi le lacrimucce: quello usato dalla Septa, dritto in faccia e dalla parte del muco ovviamente. <<[..]Quindi vorrei proporre una sfida: Me contro un reale qualsiasi, che sia in grado di conciarmi per le feste, lo prenderò come un allenamento personale, non ci andrò leggero>>. Oh dei, quanto pagherei per essere io quel “fortunato”? Purtroppo la scelta del Principe ricade su Cassandra ed io, a malincuore, lo accetto. Lo stesso Comandante poco fa mi ha confessato la sua volontà di voler combattere una seconda volta contro Ryuk e non sarò certamente io a privarla di questo piacere. Anche se... Devo ammetterlo. Mi costa una fatica immane non ribattere.
    E' l’ultima persona da cui mi aspetto un appoggio che d’improvviso propone il mio nome: la Regina. Assottiglio lo sguardo e la osservo titubante... Sinceramente non comprendo la ragione di questo intervento, ma in cuor mio non posso che apprezzare il gesto. Dopotutto ricordo bene che mi promise un’occasione per dimostrare il mio valore in battaglia e se è contro suo cugino che dovrò farlo, allora non mi tiro indietro. La stanchezza che ho sentito fino a qualche minuto fa viene rimpiazzata da una scarica di adrenalina: sono fiero ed orgoglioso di servire i Raeghar ma muoio anche dalla voglia di soffocarlo con le mie stesse mani. Non canto però vittoria, l’ultima parola spetta al Principe che si ritrova in dubbio: me o Cassandra? Avviene però l’impensabile e dopo qualche elogio sulle nostre capacità in combattimento lascia scegliere a noi. Guardo d’istinto la donna quando osservando il Principe rinuncia alla possibilità di lottare e la concede a… me. Involontariamente sul mio volto appare un abbozzo di sorriso... <<E sia, Sir Dreth, fatevi onore, se volete!>>, sento il Principe incitarmi: crede in me ed io non lo deluderò. Osservo per un’ultima volta il Comandante prima di voltarmi, sussurrandole un <<Grazie>> sfuggente colmo di gratitudine. Sposto poi lo sguardo in direzione del Reggente ed affermo senza ulteriori indugi: <<Accetto con immenso onore, Vostra Altezza>>.
    A noi due Leithien.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 24th February 2015 alle 11:28



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •