Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 97 di 339 PrimaPrima ... 47879596979899107147197 ... UltimaUltima
Risultati da 961 a 970 di 3385
  1. #961
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    CASSANDRA DE LAGUN

    A quanto pare Sir Gildas è un giullare fortunato, il suo dardo infuocato ha colpito la Esperin giusta! La Raeghar si accascia, ma non mi prima di portare a segno un fendente sul retro del mio ginocchio destro e lanciare un manichino verso il cavaliere. Almeno così mi è parso: ho visto un manichino volare in sua direzione e non penso che abbia spiccato il volo da solo. Esperin possiede il dono della telecinesi, è pericolosa anche per questo. Ci ritroviamo entrambe al pavimento, io perpendicolare a lei con i piedi puntati verso il suo braccio. Non perdo tempo, non posso perderne con un'avversaria così più veloce di me, così afferro il suo braccio, di regola quello libero dalla spada, e lo stendo tra le mie gambe, portandomi il suo polso al lato del mio collo, bloccandolo con le mie mani. Le mie gambe sono stese, di peso sul suo petto e con un piede tengo premuto l'altro suo polso, con cui stringe la spada, con l'altro piede tengo sotto morsa il suo collo. Questa morsa è molto comune nel catch e nella lotta libera (l'armbar), serve per bloccare tutta la parte superiore del corpo dell'avversario e le sue braccia. Se riuscirò nel mio intento, ma dovrei considerando la sua distrazione per la telecinesi e che comunque non sono così lenta da non riuscire a destreggiarmi, stringerò con tutta la mia forza la morsa in cui si troverà, usando il potere del ghiaccio per congelare il suo braccio che tengo tra le mani. Sentirò l'aura del mio potere magico scorrermi sotto la pelle, pungere sui polpastrelli e sui palmi, un formicolio persistente e ascendente, che giungerà quasi ad esplodere da me per propagarsi verso l'arto della Principessa, che dovrebbe procurarsi danni da congelamento e insensibilità. I tessuti dovrebbero diventare più vulnerabili ad eventuali fratture e io sto stringendo e spingendo verso di me il braccio tale che potrebbe slogarsi una spalla. Spero davvero che tutto vada secondo i miei piani e soprattutto che Sir Demonar non si sia liberato già del manichino: indubbiamente verso un terzo, siamo entrambe vulnerabili, ma io ho la robustezza del mio fisico dalla mia parte.

    Distruzione
    Iceberg –Congela una porzione del corpo, causandone la paralisi e medi danni da congelamento



  2. #962
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    LANTIS RAEGHAR

    La Strega dell'Ovest sembra davvero vicina alla soluzione, che arriverà tardiva, certo, ma potrebbe procurarmi delle prove importanti per confermare o confutare il mio sospetto, per giungere magari ad una condanna a morte. Mi palesa la sua volontà di effettuare ancora qualche prova, così chiamo il Gran consigliere mago Callien... maghi... inizio a comprendere anche io quale possa essere il collegamento. Callien entra nella camera, gli ordino di eseguire ciò che gli dirà la septa. "E' tutto vostro, septa, sento che la soluzione è molto vicina" le dico guardandola serio negli occhi. Se avessimo fatto subito questi esperimenti, ci sarebbe stata possibilità di salvarlo? Lo sapremo solo con questo responso.

  3. #963
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Ripongo il corno in uno dei cesti, avvolgendolo in un panno di lino: ci vorrà qualche giorno prima che riacquisti il suo colore originario e possa essere riutilizzabile.
    Dopo aver fatto la mia richiesta al reggente, quest'ultimo annuisce andando a dare l'ordine a sir Vallaghan, mentre io mi appresto ad appuntare altre note alla mia pergamena. Rileggo tutto ancora una volta, convincendomi sempre di più.



    Mi volto ad osservare Re Rickard ancora una volta, ma nulla...nessun segno di cambiamento. Che davvero lady Lumen non abbia avuto alcun coinvolgimento?
    "E' tutto vostro, septa, sento che la soluzione è molto vicina" enuncia Lantis sicuro, quando voltandomi lo vedo affiancato dal Consigliere Mago Callien.
    Osservo le sue reazioni alla stanza, se si guarda intorno e se si fisserà su qualcosa in particolare, mentre chiamerò a me nuovamente sir Vallaghan, che ci raggiunge velocemente.
    Parlo a voce alta e chiara:



    <<Sir Vallaghan, voglio che accompagniate il mago Callien in una delle stanze del re, non la stessa nella quale si trova l'altra nostra ospite. Lo raggiungerò non appena avrò preparato ciò che mi serve...dopo tornate immediatamente qui.>>
    Il soldato annuisce con un cenno della testa deciso, indicando al Gran Consigliere di seguirlo con un inchino.
    <<Maestà>> dico poi rivolta a Lantis: <<Devo fare un esperimento....particolare, usando delle cavie. Si svolgerà in un'altra stanza perchè come avete visto quella piccola meraviglia è in parte di forma gassosa, rischieremo di peggiorare la situazione ulteriormente.>>
    <<Molto bene, e comprendo la precauzione, ma vi assisterò anche io. Lascerò a veglia sir Vallaghan qui con il mio genitore.>> risponde deciso.



    Il soldato torna in camera, e gli dico finalmente di portarmi i topi. Dopo aver eseguito anche quest'ordine, gli chiedo di restare.
    I ratti sono chiusi dentro una cesta, per cui preparo tre scatole di ferro differenti, dopodichè infilo dei guanti in tessuto. Squittiscono nervosi, quasi impazziti, dev'essere per via delle candele che ho posto prima intorno alla stanza.
    Afferro la vecchia siringa e estraggo alcune gocce del veleno, prendo il primo topo e gliele rilascio in bocca, chiudendogliela subito dopo aspettando che ingoi il tutto.
    <<Bravo, piccoletto...>> sussurro malefica lasciandolo andare nella sua cesta.
    Afferro altro e gli infilo solo la testa nel cubo di vetro, osservandolo annusare per un bel po: dopo una ventina di secondi, sicura che ne abbia aspirato abbastanza gli effluvi neri, ripongo anch'esso nella cesta.
    Rimane l'ultimo topo: prendo un pennellino dai miei strumenti e lo intingo nel veleno, dopodichè lo struscio sul mando peloso dell'animale.
    Avvelenamento per via alimentare, per via respiratoria e per via cutanea. Ci siamo: chiudo le ceste e attacco dei foglietti su ognuna di esse, un numero per ogni topo nell'ordine in cui li ho avvelenati.
    Li faccio portare nella stanza dove si trova il mago Callien, e sento Lantis dare disposizioni a sir Vallaghan di non perdere di vista il re, dopo essersi chiuso la porta alle spalle.
    Il mago credo immagini da se che ci siano dei topi dentro, stanno ancora squittendo, ma evito di perdere tempo:



    <<Consigliere, voglio che esegua un'aura di luce indirizzata a queste tre ceste, ci sono dei topi al loro interno. L'aura più forte che riesce a fare, ovviamente, non risparmiamoci nulla.>> sciorino con una semplice alzata di spalle.
    Non mi aspetto che nessun topo ci lasci le penne, figuriamoci, ma avrò da assistere a qualcosa, spero...



    Nb: azioni e frasi di Lantis e Callien concordate con la master.


  4. #964
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    LANTIS RAEGHAR

    Quando il mago è entrato nella camera da letto di mio padre, noto che si sente un poco a disagio quando nota il contenitore col veleno, come se questo gli desse leggermente fastidio. Tuttavia, la septa confina subito Callien nell'altra stanza, dicendogli di aspettarci, e ci svela la presenza di tre disgustosi topastri di campagna: vorrà usarli come cavie? Ovviamente la risposta è affermativa: afferra il primo topo, cui fa ingerire con una siringa un po' del liquido nero velenoso e lo ripone in una cesta nominata "uno"; il secondo roditore è invece costretto ad inalare il fumo nero della misteriosa sostanza e viene posto in una seconda cesta con il numero "due"; infine Deirdre strofina sul pelo della terza cavia una parte, sempre del liquido oscuro, e la mette in una terza cesta con il numero "tre". Lascio con lei, armata di ceste, la camera da letto per raggiungere il mago, cui richiede di effettuare un'aura di luce sulle tre ceste, così da colpire le disgustose creature, che squittiscono come impazzite. Fantastico, ci beccheremo tutti l'effetto ambientale di un mago maestro! Sto già per vomitare al solo pensiero. Osservo attentamente le ceste, il mago compie il suo dovere e ne sento un poco gli effetti. Sono rilassato, sereno, riesco ad analizzare tutto senza farmi prendere dallo sconforto o dai dubbi. Deirdre solleva i coperchi delle ceste e tutti possiamo prendere visione di ciò che è successo. Il primo topo muore in breve tempo; il secondo si accascia malaticcio, ma respira seppur a fatica; il terzo è illeso. Guardo con aria interrogativa la septa, ma credo di aver compreso cosa significa. Parla vecchia, scommetto che stai pensando alla stessa cosa che sto pensando io.

    Azione di Deirdre concordata con Maru

  5. #965
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Cassandra sottrae 30 punti costituzione, Esperin 40

  6. #966
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    28
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar

    Dei rumori alle mie spalle mi distraggono: lo scontro, a quanto pare, è iniziato. Con la cosa dell'occhio osservo i movimenti delle due combattenti, concentrandomi soprattutto sulle mosse della principessa, di cui conosco meno lo stile e che per questo motivo mi incuriosisce più di Cassandra. Rimango particolarmente sorpreso nel vedere... tre Esperin. Un potere utilissimo, quello dei cloni, e anche meravigliosamente subdolo, un potere che non mi aspettavo essere a disposizione della reale. La capacità di generare tre copie, se la memoria non mi inganna, è tipica dei maghi mediamente abili, un livello in cui comunque avevo già classificato la principessa. Non è una dilettante, come avevo già ipotizzato. Quale sarà quella vera? È Sir Demonar a risolvere il problema per me e per il Primo, scovando l'unico corpo materiale scagliando una palla di fuoco pochi secondi dopo essere entrato in armeria. Un fuoco, il suo, che ben si accosta ai colori che sfoggia quest'oggi: arancione, giallo, e rosso, sfumature ardenti quanto l'elemento che domina. Grazie alla sua intromissione, Cassandra riesce ad incassare il colpo e a reagire senza particolari problemi, e le due donne si impegnano in un agguerrito scontro corpo a corpo. Esperin, però, non trascura nemmeno il secondo fronte della lotta, e con la sua telecinesi utilizza un manichino della stanza per cercare di colpire il giullare. Ebbene sì, a quanto pare la principessa ha a disposizione anche la telecinesi... oh Raiden, che burlone che sei! Sorrido tra me e me, riflettendo sulla lungimiranza della giovane: non ha ignorato Cassandra, né Gildas, e si è dedicata a ogni suo avversario, proprio come si dovrebbe fare su un vero e proprio campo di battaglia. Non male, principessa. non male...

    Torno a concentrarmi sulla spada appesa, riprovare non nuoce... ma anche stavolta non riesco a manipolare le molecole che la compongono. Non che mi aspettassi un risult- "Comandante Urthadar", mi chiama la voce di Adamantia. Faccio per voltarmi, ma... AH! Qualcosa di appuntito mi si conficca nel polpaccio sinistro, e un dolore acuto si dirama per tutta la gamba, facendomi digrignare i denti per non urlare. Istintivamente controllo con lo sguardo l'area interessata, dove vedo un pugnale e il sangue che lentamente abbandona il mio muscolo. Mi giro, e guardo negli occhi la donna, sorridendole. "Cosa ne dici di misurarci finalmente tra di noi in un vero duello?". Tengo lo sguardo fisso nel suo mentre mi abbasso quanto basta per raggiungere con la mano sinistra la sua arma e, senza la benché minima smorfia, la estraggo dalla carne. <<Infido e letale, come te>>. Continuo a sorriderle, sa benissimo che è un complimento. In realtà, sto anche tentando di distrarla: dopo aver aspettato qualche istante, infatti, uso come perno la gamba destra per effettuare un rapido giro di 360° al cui termine lancio il pugnale contro la strega rossa. Questo, ovviamente, per rendere più potente l'attacco e per cercare di compensare la mia scarsa velocità. Ho mirato ai piedi, voglio farla spostare, o saltare, o voltare, tenerla impegnata mentre preparo il mio vero attacco. Se la "finta" avrà successo, il mio cuore si trasformerà in un piccolo generatore e il sangue si tramuterà in pura energia, che accumulerò e plasmerò in forma di lancia nella mano destra.

    Distruzione: Esperto - Lancia di fulmine
    Si crea un fulmine dalle dimensioni di una lancia, che può essere scagliata al nemico, causandone danni medi da elettricità (80 volt)
    Scaglierò, poi, con tutta la mia forza, la saetta contro il braccio destro di Adamantia. Vediamo quanto sei veloce, carissima.
    Our wills and fates do so contrary run

  7. #967
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Quando Callien è entrato nella stanza, mi è parso subito nervoso nel notare il veleno chiuso nel vetro. Ne è stato infastidito perchè è mago? Può essere.....tuttavia, ora siamo nella stanza con i topi, e lo vedo pronto a spandere la propria aura nell'aeree circostante.



    Le orecchie mi fischiano fastidiosamente, quando una luce bianca accecante inonda i presenti della stanza. Incasso la testa nelle spalle, non aspettandomi che colpisse anche la sottoscritta.
    Vedo l'aura luminosa e stucchevole tentare di avvicinarsi a me con la forza, spinge la difesa invisibile del mio scudo mentre la mia testa martella per respingerlo. Parte dell'aura però vi filtra attraverso, attanagliandomi in forma minore....sento....sento.....ooohhhh, che la vita in fondo è così bella, e il mondo è attorniato da tante dolci cose



    Difesa - Esperto
    Capacità di schermare la propria mente da attacchi psichici ed illusori (si attiva automaticamente e l'incantatore che lo usa avverte un formicolio alle tempie):
    Scudo della mente - Se l’attacco arriva da un raggio di 5 metri
    <<Avevo detto....solo.....ai topi.....>> enuncio con un gran sorrisone ebete, rilassando i muscoli sotto gli effetti del potere:
    <<Ma grazie per averci...>> *prooot* <<...fatto rilassare tutti!! ^_^>> Aaahhhhh, così va meglio, penso mentre inspiro la mia dolce loffetta! Si, grazie mille Callien!
    Quando il mago ha concluso, gli sorrido gentile....quanto bene che gli voglio!



    <<Vi ringrazio Onorevole Gran Consigliere Mago Callien!! >> gli dico tentando di abbracciarlo, dopodichè passo a controllare le ceste.
    Le apro senza palesarne il contenuto al mago, ridacchiando come una bimbetta:
    <<Oooohhhhh , ma qui non c'è niente! Peccato....è stato un buco nell'acqua! ! Perdonatemi Mago Callien, attendete qui in caso dovessi....*occhilino*....aver ancora bisogno di lei!>>
    Porto con me le tre ceste, e mi dirigo con Lantis nella stanza dove riposa il re, dove troviamo sir Vallaghan intento a fargli da guardia.



    <<Novità, cavaliere? >> gli chiedo con un enorme sorriso.
    Sir Vallaghan mi guarda stranito, ma non capisco sinceramente perchè.....è così bello sorridere per far si che tutti siano felici! Cosa c'è di meglio che un sorriso??
    <<Ehm....no septa, nessun cambiamento del re.>> risponde il soldato recuperando un tono serio.
    <<Bene, può andare! >>
    Attendo che il soldato esca e che richiuda la porta, dopodichè riapro tutte le ceste, consapevole che tanto Lantis ha già visto cosa è successo ai topi nelle tre ceste.
    <<Credo proprio sia arrivato il momento di fare questa lunga chiacchierata, maestà....>>



    Attenzione!

    Da questo momento, avete 48 ore di tempo per mandare gli mp ad un master, indicando quello che avete scoperto circa il veleno.
    Per cui, esattamente Giovedì 16 Aprile (intorno alle 18:00 circa) posterò la soluzione data ai master con l'mp che si è avvicinato di più tramite la voce di Deirdre. Affrettatevi a mandarlo!


  8. #968
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Esperin Raeghar


    Il colpo alla gamba di Cassandra va a buon fine e la donna si ritrova a terra perpendicolare a me.



    Mi sento immediatamente tirare il braccio sinistro nella sua direzione, fino al suo collo, in una morsa che non riesco a sciogliere. Avevo ragione, Cassandra è davvero molto forte.




    Le sue gambe sono stese sul mio petto e mi bloccano tutta la parte superiore del corpo. L'altra mano infatti, quella in cui impugno ancora saldamente la spada, è bloccata dal suo piede, ed il viso è tenuto fermo dalla sua gamba che fa pressione sul mio collo.



    Restano libere solo le gambe, ma la torsione della schiena provocata dal braccio tirato mi impedisce di sferrarle un calcio con forza adeguata, tale da liberarmi. All'impossibilità di muovermi si unisce poi un altro danno, quando dei brividi iniziano a percorrere il mio braccio, estendendosi al resto del corpo. Quello che parte come un formicolio diventa sempre più insistente, fino a trasformarsi in fitte dolorose. Comincio a perdere rapidamente sensibilità nell'arto e non riesco più a muoverlo o a fare pressione per liberarmi, è quasi totalmente congelato e potrebbe quindi facilmente essere spezzato. Non perdo tempo, devo assolutamente riuscire a divincolarmi da questa morsa prima di perdere completamente l'uso del braccio. Abbasso il bacino, per poi alzarlo di scatto sfruttando tutta la mia forza nello slancio vero l'alto, per cercare di smuoverla quel tanto che basta per far perdere aderenza al suo piede che quindi dovrebbe scivolare, anche solo di poco, dal mio polso.



    In questo modo, in caso di successo, potrò ruotare leggermente il polso per sferrarle un colpo alla gamba vicina con la lama della mia Fidelia, nella quale lascerò confluire il mio elemento.



    L'acqua che entrambe dominiamo si diffonderà rapidamente nella lama impregnandone le molecole che la compongono, e la renderà molto più tagliente. Quindi anche se dovessi colpirla con forza o velocità minori, a causa dei movimenti impossibilitati, dovrei riuscire ad infliggerle un danno tale da permettermi di divincolarmi da questa stretta. Se il movimento e l'averla sollevata dovessero procurarmi la frattura del braccio congelato mi sforzerò di resistere, devo imparare a sopportare ferite ben più gravi di questa. In ogni caso, se dovessi riuscire così a destabilizzarla, tornerò subito in piedi e mi allontanerò di un paio di metri da lei.


    Fidelia - Arma in forma attiva (Acqua)

  9. #969
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Gildas Demonar

    Il colpo alla schiena della principessa va come sperato. La becca in pieno facendola voltare e distrarre. Un ghigno si palesa sul mio volto quando i suoi occhi si piazzano nei miei un attimo prima che Cassandra riesca a farla cadere per terra con un calcio ben assestato. Rido, una risata sguaiata, ben vi sta principessa. Questo è per ciò che avete fatto ier… un manichino volante mi raggiunge la bocca dello stomaco. Il respiro mi manca per un interminabile secondo e immediatamente vengo sbalzato all’indietro finendo con la testa fuori dall’armeria. Uno dei servi mi guarda dalle scale e nell’istante in cui gli rivolgo un’occhiata furiosa, quello scappa nella direzione opposta. Con un calcio scosto il manichino da me notando nello stesso istante l’entrata in armeria di belle labbra. Non mi interessa al momento, il mio obiettivo sono le due che adesso si stanno aggrovigliando tra loro, che carine, mi facilitano il lavoro. Evoco la mia arma rivolgendole solo un silenzioso saluto e corro spedito verso le due ragazze. Gli effetti della caduta si fanno sentire e in un attimo il fiato ricomincia a mancarmi per il colpo allo stomaco e ai polmoni. Maledetta. Quando sono finalmente davanti alle due noto che la principessa tenta di rialzarsi «eh no mia cara…» abbasso la spada e contemporaneamente un ghigno si dipinge sul mio volto «sapete come si fanno gli spiedini di carne, giusto?» dico a entrambe cercando di affondare la spada nel fianco della principessa, cercherò di sfruttare la curvatura naturale della kopesh per farla fuoriuscire dal ventre della giovane e farla penetrare in profondità nella coscia di Cassandra. «Ogni pezzo di carne, va unito all’altro.» dico scoppiando a ridere. Sia che il colpo vada a segno sia che dovesse fallire, lascerò la spada al loro interno e mi allontanerò verso il centro della sala. Adoro gli spiedini alla griglia…

    Chrysanta ---> Forma dormiente

  10. #970
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    CASSANDRA DE LAGUN

    Sento scricchiolare il braccio della Principessa, sono certa che sia danneggiato, dovrò curarlo appena terminata la nostra lotta. La Raeghar però non molla, è combattiva, non è una ragazzina scialba da salotto, è una discendente della Luna e non può certo arrendersi facilmente a me. Si dibatte, riesce a liberare il suo polso armato dalla presa del mio piede e riesce a pugnalarmi alla coscia. Il polso mi fa male, è vero, ma il dolore lancinante e improvviso, particolarmente tagliente della lama nella carne mi fa reagire in maniera incontrollata, tanto che come riflesso, stringo ancora di più il suo braccio e mi torco per la sofferenza che sto sentendo. La sua mano è ancora sull'elsa, quando vedo l'ombra di Sir Gildas piombare su di noi e colpire entrambe con la sua kopesh. Io vengo ferita sempre alla medesima gamba, sento diffondersi un dolore immenso per tutto l'arto fino a giungere allo stomaco, tanto è forte e intenso. Digrigno i denti fino a sanguinare, non sono stata addestrata per urlare, ma emetto un lamento, non riesco proprio a trattenerlo perchè le due lame sono penetrate a fondo nella coscia e sento bruciare tutto come all'inferno. Il dolore cieco mi fa ribollire di grinta, guardo il meschino allontanarsi, ha persino lasciato la sua arma conficcata tra me e la Principessa: non mi sfuggi piccolo ragazzino capriccioso! Richiamo a me il potere della mia razza, la mia aura si fonde con l'ambiente, tutto quasi sembra ovattato e lontano, le energie che vibrano attorno a me si fanno palpabili, visibili. Come se vagassi tra mille fantasmi di luce, tra mille sussurri celesti mi collego sinergicamente a Sir Gildas, costruisco un ponte simbiotico tra noi ma a senso unico. Gli rispedisco tutto il dolore fisico che sto provando, i muscoli doloranti, la gamba che rischia la cancrena, il polso che pulsa per il taglio e sanguina, anche i miei dolori mestruali dato che ci sono. Se il mio attacco mentale dovesse avere successo anche solo in parte, il cavaliere si ritroverà alquanto spiazzato, se non addirittura impossibilitato a muoversi e potrebbe persino urlare per il dolore. Evoco il mio arco in forma passiva, non ho certo lo spazio per incoccare una freccia, ma esse possono rivelarsi ottimi pugnali da lancio. Lascerò il braccio della Principessa ma non mi muoverò dalla mia posizione, con le mani di nuovo libere prenderò una freccia dalla faretra il più velocemente possibile e la lancerò come un pugnale contro Sir Gildas, cercando di mirare al basso ventre. Infatti, è quello il punto più comodo da mirare, perchè sono sdraiata a terra. Dovrei riuscire a mirare bene, ma se gli beccherò le parti intime non mi dispiacerà più di tanto: alla fine, Aiden potrà sempre curarlo. Se tutto andrà come previsto, cercherò di rialzarmi in piedi e annuncerò la fine dell'incontro, o almeno la sospensione per le cure: la Principessa è molto grave, non credo proprio possa continuare. "Potrei sconfiggervi con una gamba sola, Sir Gildas, ma la Principessa ha bisogno di cure, direi che possiamo sospendere" dirò in quel caso.

    Simbiosi
    Gli elfi nascono dalla natura e con essa hanno forte affinità, sono in grado di comunicare con la flora e la fauna nel linguaggio antico della madre terra: i fiori, le rocce, le creature, ecc
    I maghi e gli stregoni sono loro stessi frutto della natura, la luce e l’ombra fanno parte del Tutto, quindi gli elfi sono in grado di connettersi anche alle loro menti, riescono dunque a percepire ed infondere, a loro volta, le proprie emozioni. Gli effetti sono diversi a seconda del grado:
    Esperto- Avverte le sensazioni ed emozioni altrui ed è in grado di manipolarle, infondendo le proprie. Quindi se l’elfo è in uno stato di calma e la persona con la quale si rapporta è colmo di ira, ritrovandosi sotto l’effetto della simbiosi, anch’egli si calmerà. (ciò vale per tutti gli stati umorali)
    Canto della sirena -> Forma passiva

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •