Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 107 di 221 PrimaPrima ... 75797105106107108109117157207 ... UltimaUltima
Risultati da 1,061 a 1,070 di 2208
  1. #1061
    sim dio L'avatar di XxRosy_99xX
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    ~ Oasis Landing ~
    Età
    24
    Messaggi
    3,296
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Lucynda Mellow

    <<Lucynda?>> Una voce non identificata cerca di ridestarmi… ma è più forte di me. Ho un mal di schiena accecante, così accecante da non permettermi di aprire gli occhi. <<Lucyndaaa... spolvera gli occhi! Efrem ha fissato l’ennesimo raduno di fazione!>> è Andreus...non… non ce la faccio in queste condizioni. Per favore, vattene e raggiungi gli altri senza attendermi. <<D’accordo, vorrà dire che me ne andrò con Daphne…>>
    EH?! Improvvisamente i sensi ritornano attivi, la vista è nuovamente nitida così che possa puntarla in direzione del ragaz… dove si è cacciato? Alla mia sinistra vi è la figura immateriale di Nonno Gerald, mi sta fissando con un’aria sfinita ma seria, a braccia conserte. <<Dov'è Andreus? Forse me lo sò sognato...>> esordisco in uno sbadiglio, nel mentre faccio leva con le mani sulla coperta sfasciata a tratti in modo da potermi issare… ma al minimo sforzo una fitta si fa strada lungo la colonna vertebrale costringendomi a ricadere pesantemente sul materasso. Daphne. Ora rammento, lei e i suoi stivali del cazzo mi hanno pressata contro quel fottuto tavolo. Perfetto, mi sono lasciata mettere i piedi in testa gratuitamente e senza alcun briciolo di riflesso nell’agire contro quell’assurda destrezza, peggio di così non poteva andare. Goditi la vittoria, Daphne… goditela finché puoi.



    <<Eliminiamo il “Forse”… per colpa dello stato catatonico di una certa nipote sono stato costretto a inventarmi una bugia per farla rinvenire!>> è incazzato, troppo incazzato affinché un mio sussulto non tardi ad arrivare. Umpf… la giornata inizia col piede giusto, direi. Cercando di non badare alla presenza del mio Principe Azzurro tento nuovamente di rialzarmi quando intravedo una boccetta a pochi centimetri dalla branda del letto, mi avvicino cautamente ad essa e la afferro, scrutandone il contenuto. Il liquido giallastro al suo interno rimanda inevitabilmente alla pozione di Sephyra, qualcuno deve avermi trascinata in questo letto in modo da poter curare l’essenziale. Prima della ricaduta mi rendevo conto di non respirare regolarmente a causa del setto nasale fuori uso, il “qualcuno” potrebbe avermi spalmato una dose della pozione sul medesimo naso, facilitando la ripresa. La seconda dose rimasta dovrebbe essermi utile per riacquistare la piena capacità di stare in piedi, quindi stappo la boccetta e tracanno il liquido fino all’ultima goccia. In men che non si dica avverto i benefici che svolgono la loro efficacia: ogni zona della schiena è pervasa da un sollievo talmente piacevole che la forza di dirigermi in camera è più che sufficiente. Dovrei cambiarmi, sono stufa di questi abiti luridi, mi ci vuole un bagno caldo. Dopo aver provveduto all’igiene personale tiro fuori dal cassettone uno dei miei abiti più comodi, sia per uso quotidiano che per allenamento. Conclusa la sistemazione degli stivali e dei soliti gingilli Mellowiani passo ai capelli: è da un po’ che non li faccio mossi, di solito li tengo naturalmente lisci… ma ogni tanto un’aggiustatina non fa male a nessuno. Schiudendo il palmo attingo all’elemento che valorizza il mio essere, il Fulmine, evocandone solo una minima parte, giusto l’essenziale, per poi farla radunare su di esso in modo da poterne regolare la bassa intensità. Mantenendo la concentrazione sul potere, con una mano sciolgo la chioma e con l’altra passo su ogni ciocca che mi capita a tiro, cercando di essere più svelta possibile. Per un attimo ridacchio al pensiero di aver adoperato questa tattica sulla chioma di Andreus un paio di volte, capitava che le sue ciocche calavano moscie moscie ed io mi tenevo pronta nel rialzarle con la forza dell'elettricità... al contempo mi lasciavo sfuggire un MisterSpino derisorio, non ce la facevo a tenermi tutto dentro.



    Distruzione (Esperta):
    Lancia di Fulmine
    - Si crea un fulmine dalle dimensioni di una lancia, che può essere scagliata al nemico, causandone danni medi da elettricità. (80 volt) - Potere adoperato sottoforma di scintille
    Fatto ciò lascio assorbire la piccola matassa di fulmini ed abbandono la stanza dirigendomi presso le scale, da qui si sentono delle voci che sembrano provenire dalla sala comune. Raggiungo la destinazione e mi rendo conto del frastuono appena cominciato: Keyra recita un dramma lacrimoso che non comprendo, Efrem e Daphne hanno lo sguardo inchiodato su quel che può sembrare una tovaglia di lettere scritte, degli altri non riesco a decifrare nulla poiché l’attenzione è mirata su quei pezzi di carta. Senza dire nulla cerco di decifrare quanto inciso sulla lettera accanto a Efrem… rimango basita non appena realizzo che Lantis Raeghar, Re di Dohaeris, sostituisce Lord Tywin Leithien nel ruolo di Gran Maestro degli Stregoni. Ah, fantastico… quel bastardo approfitterà del nuovo potere per vincere facilmente la guerra che tutti noi stiamo vivendo, mettendo noi Ribelli in difficoltà e probabilmente anche i Reietti… sono senza parole.



    Ignoro quanto appena letto e scorro su tutte le altre lettere di cui una vi è marcato il prefisso di un cognome che sentii di sfuggita in passato, la afferro e leggo attentamente ciò che denota:

    […]Non vi è rimasta alcuna traccia del lignaggio dei Vastroyd. Ogni membro che lo rappresenta si ritrova nell’aldilà, lontano dal pianeta dei comuni mortali. Colui che sta disperatamente annotando tutto in questa lettera cercando di escogitare una via di fuga al contempo è l’unico
    superstite della suddetta casata.[…]
    Vastroyd… non mi è del tutto nuovo, l’ho sentito da qualche altra parte ma non ricordo pienamente dove, mi ci vuole un’altra illuminazione. Aspetta! Ora credo di rammentare… tale cognome era inciso su un importante atto che ho dovuto firmare… riguardava la permanenza gratuita in una determinata locanda del posto e… oh merda. MERDA! Quel cognome… no, non può essere. Sgrano gli occhi non appena realizzo che quel cognome appartiene a Kyures. E’ stato lui a convincermi di professare uno svago divenuto lavoro in una delle sue taverne, assieme a tutti i miei cugini che costituivano i membri dell’ex gruppo di ribellione giovanile nonché comandato dalla sottoscritta, i ThunderNess.



    Cazzo, lui si è rifugiato oltre i confini di Dohaeris quando questa guerra aprì i battenti, da quel poco che so sul suo conto è un uomo che non ama sfruttare la magia per contendersi la vittoria, non l’ho mai visto scontrarsi e per questo non potrò mai capire se riuscirà a salvarsi dallo scempio generale che potrebbe mettere a repentaglio la sua vita. Serro i denti e stringo la lettera in un pugno assottigliando lo sguardo su di esso finché ad un tratto il mio corpo produce dei tremolii involontari, non m’importa se i presenti si accorgeranno del mio atteggiamento e del mio volto coperto da una maschera pregna di tensione e collera. Non devo fiatare, devo solo mettermi comoda, ma non ci riesco… l’idea di perdere Kyures è troppo forte, se un domani uscirò viva da tutto questo, senza di lui non potrò più guadagnarmi da vivere e a quel punto dovrò dire addio alla mia carriera segreta. Non ho la forza di sparare alcuna minchiata, tantomeno ascoltare l'infinita parola di Keyra, l’unica azione che difficilmente sorvolo è mollare un forte pugno sul tavolo, e poi un altro ed un altro ancora, incurante di far prendere un eventuale colpo a qualcuno.



    Kyures… perché… perché sei così idiota da farti ammazzare in questo modo…

    Ultima modifica di XxRosy_99xX; 30th September 2015 alle 19:31


  2. #1062
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Shayla Bolton


    Resto seduta mentre la sala inizia a popolarsi, Daphne prende posto accanto a me guardando incerta le missive, mentre dall'altro lato si siede Markus che mi guarda incuriosito prima di chiedermi cosa ci sia scritto. Ascolto appena le sue parole, voltandomi verso di lui col viso totalmente scosso da quanto appena appreso.



    Non ho mosso un dito per questa guerra, non me ne è mai fregato nulla, ero qui solo perchè non avrebbero potuto prendermi e condannarmi a morte grazie alla protezione di Efrem e della sua barriera magica, ma ora mi rendo conto davvero dell'importanza dei suoi sforzi, e degli sforzi degli altri ribelli. Dischiudo le labbra per provare a spiegargli cosa riportano le lettere, so che non sa leggere quindi sarà totalmente spaesato, ma Keyra anticipa le mie parole cominciando ad urlare ed inveire contro il Re, sembra aver subito una grossa perdita e sta giurando di ottenere vendetta.



    Daphne replica con un commento composto, a quanto pare è stata più fortunata. Io sono l'unica probabilmente che non ha neanche avuto bisogno di sfogliarle, dato che non ho nessun nome da cercare... e probabilmente questo è un bene, ora come ora. Keyra continua a parlare, parlare, parlare...chiede ad Efrem cosa intende fare, ma non gli da tempo di rispondere o di iniziare il suo discorso.



    L'unica cosa utile che ha detto è stato informarci che il Re è il mio nuovo Gran Maestro, questo significa che Lord Tywin è morto, che il mio cerimoniere ora è tornato ad essere un demone di Raiden. Il mio Dio non può essersi sbagliato e quello che sta succedendo conferma quanto le tenebre del Re siano vicine alle sue, ma questa notizia destabilizza molto le sorti della guerra, i nostri due principali nemici sono entrambi Gran Maestri... Efrem non deve averla presa affatto bene.



    "Lascialo parlare se vuoi davvero una risposta" dico alla rossa, atona, prima di tornare a guardare Markus ignorando Lucynda che inveisce sul tavolo...attenta che ti rompi le unghie. Credo abbia capito cosa sta succedendo, ma gli spiego brevemente il contenuto delle missive prima di aggiungere sottovoce "Vuoi... che cerchi qualche nome per te?".


  3. #1063
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Markus Obelyn

    Per qualche minuto tutti rimangono ammutoliti e fermi a fissare quei dannati fogli, perfino Shayla che solitamente è una maschera di cinismo appare scossa e questo mi basta a far sparire il sorriso per ascoltarla con la massima serietà.



    Però non appena Shayla schiude le labbra è la rossa ad anticiparla, Keyra se non sbaglio, e urlare contro Re Lantis, asserendo tra le righe di aver perso qualcuno. Bruciato, cancellato… Cos’altro ha fatto il Re? Che succede? Guardo spaesato Shayla, non capendo, ma è di nuovo Keyra a parlare e dare una notizia da brividi: Re Lantis Raeghar è il nuovo Gran Maestro degli Stregoni.



    Resto ad osservarla, con gli occhi sgranati, e sbattendo le palpebre cerco di elaborare ogni parola che sta dicendo: Tywin Leithien è morto, Adamantem ora è di Ryuk Leithien, richieste di aiuto da non so dove. Anche la mora non appena arriva in stanza sfocia in un attacco isterico, cominciando a prendere a pugni il tavolo. Comincio a temere il peggio. Shayla dopo aver zittito Keyra mi spiega brevemente cosa è accaduto. Sacri Siamesi…! Quelle lettere contengono i nomi di non so quanti casati morti. Dei…



    Appoggio la schiena contro lo sedia fissando attonito il tavolo con il peso della sconfitta al Sinelux che ora più che mai mi piomba sulle spalle. Ecco la ragione per cui sto combattendo, volevo solo evitare ad altri quello che è successo a me ed invece… Quei poveri bambini, uccisi, con la scusa di trovare la sorella che si dice sia scomparsa. Solo giustificazioni per non ammettere la realtà: Lantis... Sei un maledetto mostro. <<Vuoi... che cerchi qualche nome per te?>>, aggiunge Shayla sottovoce preoccupandosi per me



    ed io le biascico, <<No, tranquilla... Io... Non ho più nessuno…>>, visibilmente scosso.
    Sono solo… Anche se in questo caso, forse, è un bene: non ho più nessuno di cui dovermi preoccupare in modo particolare...



    <<Grazie Shayla>>, concludo con lo sguardo basso e poi resto in silenzio, condividendo il dolore degli altri, oltre che prendermi qualche minuto per riflettere.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 22nd September 2015 alle 21:40



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  4. #1064
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Andreus De Lagun

    Lentamente la sala comincia a riempirsi, noto con piacere che Keyra mi si siede accanto,


    mi sento un egoista se ripenso all’altro giorno. L’ho abbandonata col suo dolore. Le rivolgo un sorriso quando si siede e riprendo a scorrere le lettere arrivate a Efrem. Tutti nomi di villaggi, famiglie e casati importanti e non, rasi al suolo fino all’ultimo membro. Stringo la carta di una di queste lettere riconoscendo in essa il nome di un vecchio casato molto legato a noi. Quei bambini… dannazione. Come può avvenire tutto questo? Mollo la presa sulla carta e guardo Efrem che ancora non parla, scosso forse. «No! NOOO!» sento d’un tratto provenire da Keyra al mio fianco. Salto sulla sedia e la guardo spaventato mentre continua a leggere una delle lettere. «Tutto ciò di vivo che mi rimaneva di lei e del suo ricordo è stato distrutto... bruciato, cancellato...» non capisco di cosa sta parlando. A chi si riferisca, ma evidentemente deve essere parecchio importante per lei. Continua a urlare maledicendo Lantis per ciò che ha fatto e prende a guardare me ed Efrem mentre anche gli altri cominciano a passarsi le lettere. Prendo quella davanti a Efrem dopo che Keyra stessa l’ha posata e leggo. Sento il cuor perdere un battito quando leggo della nuova carica di Gran Maestro del re. Provo a posare una mano sulla spalla di Keyra cercando di infondergli quel conforto che merita mentre parla rivolta ai presenti. «Efrem...come hai intenzione di agire in questo caos? Tante richieste richiedono tanta resistenza...tanta resistenza tante lame disposte a ferire...»



    vedo Efrem stringere un pugno sul tavolo e guardare la donna con un ghigno mentre Lucynda comincia a prendere a pugni il tavolo e Shayla ammonisce Keyra per il suo comportamento. «Vuoi prendere il mio posto per caso? Avanti, siediti pure qui e spiega a tutti il tuo piano.»



    alza poi la schiena tornando dritto mentre nella sua mano sono ancora strette alcune di quelle lettere «cosa pensi che dovremmo fare? Dobbiamo continuare a lottare, dobbiamo tirare fuori le armi e mostrare a quell’abominio che tutto questo è solo l’inizio della sua fine. Queste lettere, queste richieste di aiuto? Solo un incentivo in più, un altro modo per farvi aprire gli occhi e lottare finalmente dalla parte giusta!» lancia nuovamente le lettere sulla tavola spargendole assieme alle altre. Lo vedo poi sedersi e prendere un respiro prima di riprendere «se vogliamo davvero salvare questa gente dalla follia di Lantis dobbiamo agire in fretta.» guarda poi me e Markus «ho bisogno di sapere un resoconto dettagliato dell’ultima battaglia, nomi, descrizioni, colore degli occhi, tutto.»



    lo guardo serio e prendo la parola prima del mio compagno «mi sono battuto contro una reale che dominava la terra come me e te, non era la vecchia septa che ha affrontato Lucynda ma aveva la carnagione chiara, verdognola. Era piuttosto debole e lenta e gli unici danni che è riuscita ad arrecarmi sono solo graffi dovuti alle sue radici.» cerco di farmi un quadro mentale della reale «la donna possedeva una katana e ha utilizzato i cloni contro di me per potermi distrarre, ne ho contati solo quattro.» passo poi a descrivere la reietta


    «dall’altra parte del campo invece c’era una reietta dai capelli bianchi che ho ragione di credere essere la stessa affrontata a Solumquae, possedeva una spada e ha utilizzato anche lei uno scudo di fuoco contro una reale dai capelli rossi, anche lei dominante del fuoco e forse anche lei già scesa a Solumquae.» termino di parlare prendendo una penna e dell’inchiostro dalla libreria alle mie spalle e afferrando una pergamena vuota dal tavolo guardo i presenti «proporrei di segnare le descrizioni, i poteri e gli eventuali nomi degli avversari scesi finora, potrebbe esserci utile per capire con chi potremmo avere a che fare in futuro…» guardo poi Efrem cercando la sua approvazione che arriva con un cenno del capo e subito dopo lo passo a Keyra in modo che possa segnare le descrizioni degli avversari con cui si è dovuta battere…

  5. #1065
    sim dio L'avatar di XxRosy_99xX
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    ~ Oasis Landing ~
    Età
    24
    Messaggi
    3,296
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Lucynda Mellow

    Le mani chiuse in pugni sono incollate sulla grezza superficie del tavolo da un'infinità di minuti, già avverto le unghie bisticciarsi tra di loro andando poi ad infierire sui palmi arrossati per via delle mezzelune marchiate non lievemente. E' un dolore, un dolore secondario a cui non ci bado più di tanto, la mente è troppo occupata su questioni più rilevanti. Tywin Leithien non è più tra noi Streghe e Stregoni di tutti i generi, non rappresenta più il Boss della nostra razza bensì uno schiavo di Raiden, forse il più importante tra la folla demoniaca al suo servizio. A questo punto l'Adamantem dovrebbe ricadere sulle spalle del figlio successore Ryuk Leithien, sempre che non lo abbia disereditato da ogni possedimento. Mio Padre non smetteva mai di parlarmene nel corso di ogni santissima lezione di arti oscure, era più forte di lui, come se citare l'Ex Gran Maestro fosse divenuto parte di una preghiera quotidiana, come se lo associasse al Dio Raiden in persona. Perfino a tavola si scomodava nell'accennarlo, mi domando come faceva mia Madre ad avere l'incredibile capacità di sopportare qualcosa che non ha nulla a che fare con lei, essendo una maga pura e dunque appoggiando gli ideali della Dea Saraswaty. La voce di Efrem interrompe il flusso dei miei pensieri, si sta rivolgendo ad Andreus chiedendogli tutte le informazioni possibili ricavate dall'ultima battaglia affrontata.





    Dal resoconto che sta svolgendo, solo due avversari a me familiari si sono battuti contro la nostra fazione: una Reale ed una Reietta, incontrate a Solumquae. Le descrizioni degli altri guerrieri non hanno nulla a che vedere con le mie conoscenze, per me sono solo dei perfetti sconosciuti da far fuori e nient'altro. Con la coda dell'occhio intravedo Andreus alzarsi dal tavolo e pigliare dalla libreria una penna tinta di inchiostro ed una pergamena passandole in seguito alle mani di Keyra.





    Mmh... credo vogliano inserire delle informazioni sui nostri avversari, perciò resterò a guardare...



    Ultima modifica di XxRosy_99xX; 30th September 2015 alle 19:52


  6. #1066
    sim dio L'avatar di Lilla_20
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    In un mondo fantastico
    Messaggi
    5,524
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Medea Euripide




    La mia risposta a quanto pare è di suo gradimento… «Perfetto!»
    Continuo ad osservarlo, chissà cosa gli frulla per la testa…
    «lo sai che è maleducazione fissare una persona mentre mangia, vero?»
    Ops… accenno un sorriso «Sì lo so ma sei così attraente mentre ti abbuffi». Gli dico sorniona. Sto per aggiungere altro, sia mai che pensi che sono un’altra delle sue ammiratrici quando noto Mercur, il messaggero dei saggi.
    Inarco un sopracciglio mentre gli consegna un pacco.
    Ammazza le ammiratrici che ha Efrem penso sarcastica.
    «finalmente ti sei tolto dalle palle, vecchio schifoso.»
    Inarco nuovamente un sopracciglio curiosa di sapere a chi si riferisce, ma non faccio in tempo a domandarglielo che lui urla «RIUNIONE IN SALA COMUNE! MUOVETEVI!»
    Con rabbia poi sparge tutte le lettere sul tavolo. Mi avvicino per leggerne qualcuna quando mi ordina «Raduna tutti qui. Veloce!»
    Ok, ok, meglio non farlo arrabbiare, annuisco per poi avviarmi verso la porta quando ad uno ad uno vedo arrivare i miei compagni.
    Vado quindi a sedermi di fianco ad Efrem sul lato libero.
    Allungo quindi le mani su qualcuna delle lettere e ciò che leggo mi nausea… Distruzione, distruzione e distruzione, tante persone innocenti morti per cercare Esperin.
    Sgrano gli occhi, Esperin è scomparsa?
    «Esperin» mormoro a bassa voce anche se chi è accanto a me probabilmente sentirà.
    Non faccio quasi in tempo a realizzare ciò che sento le urla di Keyra.
    Accidenti, deve aver letto di qualche parente o di qualcuno che conosce…
    «Keyra…» dico a bassa voce. Vorrei alzarmi ed andare a consolarla ma non posso, non è questo il momento…
    Continuo a leggere senza prestare attenzione ai vari battibecchi, solo la voce di Efrem mi fa girare la testa a guardarlo.
    «Vuoi prendere il mio posto per caso? Avanti, siediti pure qui e spiega a tutti il tuo piano» … «cosa pensi che dovremmo fare? Dobbiamo continuare a lottare, dobbiamo tirare fuori le armi e mostrare a quell’abominio che tutto questo è solo l’inizio della sua fine. Queste lettere, queste richieste di aiuto? Solo un incentivo in più, un altro modo per farvi aprire gli occhi e lottare finalmente dalla parte giusta!» Dopodiché lancia nuovamente le lettere sulla tavola spargendole assieme alle altre. Poi si siede e riprende a parlare «se vogliamo davvero salvare questa gente dalla follia di Lantis dobbiamo agire in fretta.» Si volta a guardare Andreus e Markus «ho bisogno di sapere un resoconto dettagliato dell’ultima battaglia, nomi, descrizioni, colore degli occhi, tutto.»
    Ascolto quindi il resoconto di Andreus cercando di prendere nota di quanto dice sui nostri avversari.

  7. #1067
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Markus Obelyn

    In un primo impatto non c’ho pensato più di tanto ma ora collegando per bene i tasselli noto che ogni cosa che sì è detta è… Fondamentale. Se i reali hanno acquistato un Gran Maestro c’è sempre da tenere in conto il dettaglio: diamanti. I Raeghar senza quelle pietruzze non possono adagiarsi sugli allori e noi Ribelli, al Sinelux, abbiamo dato carta fatta alla fazione che ha praticamente guadagnato più con gli ultimi avvenimenti. Ora i Reietti hanno i diamanti, i soldati, un Gran Maestro e sono pure alla pari con i reali, a differenza nostra, con morale a terra e lo spirito di squadra pari a zero…



    Guardo Daphne e vederla così fredda, distaccata, mi lascia stranito: come riesce a restare indifferente a tutto?



    Le parole di Andreus, forse, devono averla ferita più di quanto dia a vedere. Efrem riprende a tono Keyra per la domanda, alquanto sciocca, sul cosa si farà d’ora in poi, quando è ovvio che non ci arrenderemo, che combatteremo fino la morte pur di liberare dal maledetto monarca Dohaeris. Non tutto è perduto… Abbiamo ancora la possibilità. <<Ho bisogno di sapere un resoconto dettagliato dell’ultima battaglia, nomi, descrizioni, colore degli occhi, tutto>>, conclude Efrem serio, guardando prima Andreus e poi me.



    Il ragazzo fa il resoconto, con tanto di danni, e dalle sue parole capisco che ho fatto sul serio schifo. Qualche graffio… Mentre io mi sono quasi fatto ammazzare.



    Ascolto anche tutto il resto, con attenzione, ficcandomi in testa più cose possibile storcendo però un labbro quando esclama, <<proporrei di segnare le descrizioni, i poteri e gli eventuali nomi degli avversari scesi finora, potrebbe esserci utile per capire con chi potremmo avere a che fare in futuro…>>. E merda. Segnare equivale a scrivere ed io non so farlo! Che diamine… Sembra quasi che lo stiano facendo apposta a rimarcarmi questa mancanza. Guardo Efrem ed assicurandomi che nessuno stia per parlare faccio la mia descrizione, <<Ho affrontato un reietto, il suo elemento è il fulmine. Capelli corti e rossi, aspetto trasandato, portava una benda all’occhio, aveva una cicatrice al collo>>, mostro esattamente con un dito ciò che ho potuto vedere grazie alle fiamme della mia arma.



    <<Era maledettamente veloce, non l’ho visto finché non mi ha piantato il pugnale attivo nell’occhio privandomi della vista da un lato e bloccandomi in questo modo anche l’uso della mia abilità: il fiato di fuoco. Ho provato a contrattaccarlo, al buio e con finte, ma senza successo, dunque ho cercato un nascondiglio dietro una statua per poterlo prendere alle spalle. Ma lui mi ha anticipato, scovandomi, mi ha toccato la schiena con il suo fulmine, quello a contatto, e piantato quel cazzo di pugnale pure nella gola. Ho reagito un pelino alterato: l’ho colpito alla schiena con la mia ascia e gli ho lanciato una fiammata al viso… Ma con mezza gola squartata, sai com’è, non ha avuto molto effetto>>. Gli occhi si spostano su Andreus per un istante, <<Lui può confermarti, è tutto>>, per poi tornare sul tavolo in attesa di quel maledetto foglio… E penso che anche stavolta mi toccherà disturbare Shayla.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 22nd September 2015 alle 21:44



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  8. #1068
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon

    «Efrem...come hai intenzione di agire in questo caos? Tante richieste richiedono tanta resistenza...tanta resistenza tante lame disposte a ferire...»




    Sbuffo pesantemente a queste parole, perchè deve sempre essere così teatrale? Come se poi non sapesse che Efrem le risponde di merda, lo eviterei anche solo per orgoglio personale «Vuoi prendere il mio posto per caso? Avanti, siediti pure qui e spiega a tutti il tuo piano.» Toh ecco qua «cosa pensi che dovremmo fare? Dobbiamo continuare a lottare, dobbiamo tirare fuori le armi e mostrare a quell’abominio che tutto questo è solo l’inizio della sua fine. Queste lettere, queste richieste di aiuto? Solo un incentivo in più, un altro modo per farvi aprire gli occhi e lottare finalmente dalla parte giusta!»

    Ha ragione, perchè in fondo è l'unica cosa da fare, ci stiamo rimboccando le maniche già da un bel pò mi sembra, non è che queste lettere siano la rivelazione dell'anno, abbiamo un incentivo in più, una dimostrazione ancor più forte di quanto sia necessario abbattere Lantis e le sue truppe. «se vogliamo davvero salvare questa gente dalla follia di Lantis dobbiamo agire in fretta.» Lo guardo senza particolare attenzione, mentre chiede un resoconto della battaglia ad Andreus e Markus. Li ascolto nei vari scambi di battute e le informazioni relative ai guerrieri del Sinelux, ad Andreus è andata bene avendo riportato solo qualche graffio, il suo compagno non ha avuto la stessa fortuna, ma è stato guarito tempestivamente. Un foglio inizia a girare sul tavolo, ognuno di noi deve segnare le informazioni in proprio possesso relative ai guerrieri contro i quali si è scontrato e così quando arriva a me cerco di fare mente locale e di annotare ogni cosa ricordi, anche se di alcuni abbiamo già parlato:

    Reali
    Principessa Esperin (scomparsa) - elemento acqua - maga - turbine, cloni, telecinesi - spada
    Tizio dai capelli strani e colorati (non ricordo il nome) - elemento fuoco - stregone (? credo) - kopesh

    Reietti
    Dahmer Gray ( l'evirato) - elemento terra - stregone - pozzo sabbioso, radici - claymore
    Tizio coi capelli mezzi viola - elemento fuoco - stregone - palla infuocata, (?) - spada


    Passo il foglio a Shayla, anche se non è scesa in campo, magari ha comunque qualche informazione. Mi volto verso Keyra e cerco di mantenere la calma "Il fatto che queste persone abbiano pensato di scrivere ad Ef... al nostro capo è un segno molto forte di quanto la popolazione ci appoggi. A parte la nobiltà più radicata tutto il resto si divide tra noi ribelli ed i reietti. Stiamo lottando per loro, oltre che per noi stessi e se qualcuno volesse immolarsi per la causa, potrà mettersi in contatto con noi e venire qui, lo accoglieremo e gli daremo informazioni su come aiutarci al meglio.



    Ma non possiamo fare altro, Keyra. Non possiamo nè accogliere le famiglie disastrate, nè metterci a ricostruire i villaggi o le varie abitazioni, non possiamo metterci a fare propaganda e raccogliere gente per infoltire le nostre schiere. Quando la guerra sarà conclusa e Dohaeris distrutta, ricostruire tutto, pianteremo le basi per una nuova civiltà sui loro cadaveri"




    Torno a fare silenzio ed ascoltare gli altri.

  9. #1069
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Andreus De Lagun

    Lascio il foglio davanti a Keyra visto che non ha ancora avuto modo di scrivere e ascolto il resoconto del mio compagno. «Ho affrontato un reietto, il suo elemento è il fulmine. Capelli corti e rossi, aspetto trasandato, portava una benda all’occhio, aveva una cicatrice al collo»
    fulmine… capelli rossi… da questi piccoli particolari sembrerebbe l’uomo che ho affrontato ad Amaranthis, ma non può essere lui. Era un reale e ricordo perfettamente il suo volto, non aveva cicatrici o altro. «Era maledettamente veloce, non l’ho visto finché non mi ha piantato il pugnale attivo nell’occhio privandomi della vista da un lato e bloccandomi in questo modo anche l’uso della mia abilità: il fiato di fuoco. Ho provato a contrattaccarlo, al buio e con finte, ma senza successo, dunque ho cercato un nascondiglio dietro una statua per poterlo prendere alle spalle. Ma lui mi ha anticipato, scovandomi, mi ha toccato la schiena con il suo fulmine, quello a contatto, e piantato quel cazzo di pugnale pure nella gola. Ho reagito un pelino alterato: l’ho colpito alla schiena con la mia ascia e gli ho lanciato una fiammata al viso… Ma con mezza gola squartata, sai com’è, non ha avuto molto effetto»


    diamine, dev’essere stato piuttosto umiliante… la tua prima battaglia Markus e ti sei lasciato distruggere così… non avrei dovuto lasciarti da solo su quel campo. Il ragazzo poi prende a guardare me «lui può confermarti, è tutto» ehm… al massimo posso confermare lo stato in cui ti ho trovato… che non era certo dei migliori visto quel dannatissimo fantasma che ti è apparso accanto. Mi sporgo un po’ sulla sedia facendogli cenno che quanto prima voglio parlargli anche di questo e poi torno a guardare i presenti.


    Daphne ne approfitta per cominciare a scrivere alcune informazioni sul foglio prima di continuare a farlo girare. Scorgo appena quello che ha scritto e memorizzo prima di rivolgermi ad Efrem mentre la ragazza riprende anche lei Keyra


    «Efrem, credo di parlare a nome di tutti se ti chiedo che cosa ti è successo stanotte…» dico serio e guardandolo negli occhi.


    Vorrei prenderlo a pugni per questa sua ennesima stronzata…

  10. #1070
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Markus Obelyn


    Terminato il mio resoconto Efrem annuisce lasciandomi intendere che va bene così, ed effettivamente non posso davvero dire altro visto che ero troppo impegnato a farmi umiliare dal reietto piuttosto che guardare quello che succedeva in campo. Beh, almeno mi sono mostrato umile ad ammettere la sconfitta, e di certo non si potevano aspettare miracoli da qualcuno che nemmeno sapeva attivare un’ arma e l’abilità del dolore l’ha praticamente scoperta a caso.



    Chissà da chi l’ho ripresa in famiglia, forse mia madre ma non avendola mai conosciuta non ne sono tanto sicuro… E’ morta quando ero piccolo, troppo per poterla ricordare. Noto comunque che Andreus mi sta guardando con insistenza ed io stranito aggrotto le sopracciglia ricambiando lo sguardo. Il ragazzo si sporge dunque un pò e mi fa segno che dopo dobbiamo parlare: e di cosa? Inclino la testa incuriosito e gli rispondo con un sì della testa ascoltando intanto Daphne mentre parla.



    Finalmente il foglio arriva da noi e fortuna delle fortune, finisce proprio a Shayla: effettivamente non è una cattiva idea, come meretrice potrebbe conoscere qualche nostro nemico…



    Peccato solo che i poteri si usino di rado a letto. <<Shayla.>>, la chiamo per nome, cercando la sua attenzione, e poi abbassando la voce le chiedo gentile, “Puoi scrivere te i dettagli sul tizio con cui ho lottato?”, indicando il foglio



    ed aggiungendo, “Ah… Dammi anche una riletta, magari riesco a metterci qualche nome”. Non è per me, ma per la fazione, per questo spero che non mi dica di no.

    Nota: Cenno concordato con il master.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 22nd September 2015 alle 21:49



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Quest Reali
    Di mary24781 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3384
    Ultimo Messaggio: 24th June 2016, 19:43
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 172
    Ultimo Messaggio: 10th June 2016, 17:11
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  5. [Deus ex Machina GDR] Esempio Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 20th September 2014, 18:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •