Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 111 di 221 PrimaPrima ... 1161101109110111112113121161211 ... UltimaUltima
Risultati da 1,101 a 1,110 di 2208
  1. #1101
    sim dio L'avatar di XxRosy_99xX
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    ~ Oasis Landing ~
    Età
    24
    Messaggi
    3,296
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Lucynda Mellow



    Targaryus dà la precedenza alla mia domanda con una risposta che per degli istanti tarda ad arrivare. Dopo il Sinelux, al suo fianco risiede l’appellativo di quell’ambiente così affine e gradevole alla razza macabra a cui io stessa appartengo: l’Abgruntis, meglio definito come il Trono di Raiden: tale luogo è, al giorno d'oggi, testimone dei molteplici rituali sacrificali che vengono praticati dal corrente Cerimoniere sugli infanti dati alla luce ogni primo dell’anno, raggruppati in una sola etnia. Una massa di infanti che, apparentemente, si mostrano carcasse impotenti e bagnate del loro sangue sgorgante dal sacro altare ma, spiritualmente, divengono una fonte di grazia per il loro, nostro Dio.





    Efrem ha già calcolato i prescelti che dovranno rappresentare i Ribelli, puntando il dito contro Shayla e… la sottoscritta. Sì! Per me è una gran libidine calare la spada in uno dei territori così celebri nella storia di Dohaeris, che difficilmente qualcheduno non ne sia al corrente dell’esistenza. Stando a sentire la narrazione dell’estetica ambientale ho colto l’occasione di farmi una bella ripassatina: è come se le parole dettate con una certa maestria siano tali e quali alle volte in cui lessi il volume bellico donatomi da Padre: ci teneva che conoscessi da cima a fondo i nomi di tutti i campi di battaglia su cui vi sono state censite le date degli scontri vissuti. Quando mi capitava a tiro lo adoperavo come uno dei tanti pretesti da discutere con Andreus e la sorella, nei momenti di noia fatale s’intende. Quel posto deve essere il nostro. Deve. E’ l’unico modo per ricompensare le sconfitte consecutive che abbiamo dovuto tollerare, non ci sono dubbi. A Solumquae è stata una botta di culo, se non fosse per quella saetta andata a male c’era la possibilità che avrei spedito la vecchia nelle mani di Raiden. Peccato! Ad ogni modo, dovrò stare in guardia: questa è una seconda opportunità per rimediare al fatidico errore madornale… e di certo non posso lasciarmela sfuggire. Con la coda dell’occhio vedo Shayla che pare stia cercando il mio sguardo, sguardo che ricambio senza esitare: non fiata, tantomeno propone di instaurare un allenamento con la sua fresca alleata, pare interessata a qualcos’altro. In men che non si dica il resto della comitiva ci incoraggia, ci sostiene, ci appoggia, eccetera… e chi più ne ha più ne metta. L’atmosfera giubilata s’interrompe al suono della virile voce di Efrem, ancora una volta riprende la faccenda della scomparsa di Ananya e Yadirha che non la faranno franca quando tizio o caio si prodigherà nel farle fuori per il loro sospettoso tradimento. In fin dei conti sono al corrente dell’ubicazione di questo rifugio, una sola parola rivolta ai leader delle fazioni avverse ed accadrà il delirio totale. Beh… pace all’anima loro. Non ho badato più di tanto alle ultime azioni del tizio affetto da eterocromia che d’un tratto mi raggiunge borbottando qualcosa al mio orecchio… qualcosa che, in futuro, terrò senz’altro in considerazione. Frattanto la sala inizia a svuotarsi, ognuno libero per la propria strada. Cosa potrei fare adesso? Semplice, darò il via ai preparativi per l’indomani. Ou, non posso starmene qui con le mani in mano, c’è molto da fare! Faccio per avviarmi all’uscita ma un rumore proveniente in basso mi costringe ad accellerare: che cazzo succede ora? Mi precipito verso la fonte del suono, fonte che realizzo essere la porta della cucina,



    la apro e strabuzzo gli occhi, interdetta, nel vedere un Andreus rannicchiato su se stesso e crogiolato dai singhiozzi che soffoca sul tessuto delle maniche. Ha con sé la pergamena di prima, magari stava aggiungendo le informazioni tratte da Amaranthis e Sinelux. Per un istante vengo rapita da un pezzo di parete avvolto da una grossa chiazza nera e, scendendo verso il basso, vi trovo sparsi a caso dei frammenti di vetro. Eh? Il ragazzo biascica una frase che non riesco a decifrare, sembra alquanto depresso... perchè all'improvviso mi sento in pena per lui? "Coraggio Lucynda... è la tua occasione per stargli accanto, non sprecarla ponendoti futili domande!" sento una voce riecheggiare nel mio essere, la sua voce... è lui, nonno Geraldum. Io... mi sento strana. Ha ragione... forse non dovrei detestarlo come mio solito, nei momenti in cui riusciva a tenermi testa ci siamo riconciliati, seppur a modo nostro.



    Tento di accarezzargli la chioma spinata, chioma che da sempre è stata vittima dei miei giochi elettrizzanti, sforzandomi di risultare quantomeno discreta, prima che il nonnino approfitti del suo Charme per ridicolizzarmi del tutto «Andreus... che ti prende?»


    Ultima modifica di XxRosy_99xX; 30th September 2015 alle 17:36


  2. #1102
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Andreus De Lagun

    Stringo gli occhi mentre le lacrime cadono copiose sul foglio. Non riesco a scrivere e tutto quello che mi viene da fare è ricalcare sempre di più quelle cancellature fin quando l’inchiostro nella piuma non si consuma del tutto lasciando l’ultima strisciata prima di bucare la pergamena.


    Lancio via anche quella che a causa del vento torna indietro finendomi in faccia. Sbuffo nervoso facendola volare via e poggio la testa nelle mani smettendo di piangere.


    Sospiro affranto allontanando da me il foglio… se avessi il potere del fuoco adesso sarebbe ridotto in cenere. Mi massaggio gli occhi asciugandomi le lacrime quando d’un tratto una mano si posa leggera sulla mia testa e comincia ad accarezzarmi i capelli


    «Andreus... che ti prende?»



    mi volto verso Lucynda cercando di abbozzare un sorriso, gli occhi li sento gonfi e arrossati «sto… sto bene… stavo…» maledicendomi per aver distrutto la vita di mia sorella «scrivendo altre informazioni su questa lista.» avvicino poi la ciotola con la carne e prendo a mangiare. «Qualcuno ha cucinato dell’ottima anatra alla cacciatora e sulla griglia ci sono delle zucchine grigliate, vuoi farmi compagnia?» le dico pulendomi le labbra dal sugo dell’anatra e indicando con la forchetta


    il pentolone alle mie spalle…

  3. #1103
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Markus Obelyn

    <<Non puoi leggerlo tu a voce alta?>>.



    NHMMMMMMMMMM! Finitela di sbattermelo in faccia, che diamine ! Roteo gli occhi ed infastidito faccio per pigliarmi ma, la bambolina bionda, si decide a farlo per me. E… Dei… Resto a guardarla incredulo, cercando di elaborare tutto ciò che mi sta dicendo. Daphne ha perso il fratello maggiore perché ha voluto difendere un innocente da un soldato dei Raeghar… Un brivido mi corre lungo la schiena mentre mi porto le mani dietro la testa e chiudendo gli occhi dico quasi in un sussurro, <<Povera Daphne…>>.



    Mi dispiace per lei, so cosa vuole dire perdere un fratello e un padre. La piccola Samy… Deve essere un nomignolo. Chissà quanti anni ha e se capirà che il suo papà non c’è più… Sacri Siamesi date la forza ad una vostra figlia di superare anche questo. Passo una mano sul volto ed ispirando mi ricompongo capendo che questa cosa voglio essere io a dirla ad Efrem… Non so in che tipo di rapporti sono Daphne e Medea, ed io ammettiamolo, al massimo sarò il suo giocattolo da letto, ma la reputo una mia amica e tengo a lei come tale. <<Stanno cercando la Principessa!>>. Eh? @_@



    Sollevo lo sguardo e fisso alquanto perplesso Medea. Buongiorno! Sai chi sei e dove ti trovi? Capisci la mia lingua? Cioè… Ne abbiamo parlato per mezza riunione e se ne esce con questo? MAH. <<Devo parlare con Efrem! Spero che si spicci al più presto con Shayla!>>.



    Calmina, prendi il bigliettino e mettiti pure in fila. Questa cosa la devo dire IO, solo IO. Approfittando della guardia bassa e della distanza minima cerco di strapparle di mano la lettera (stando però attento a non rovinarla) e, se riuscirò, la piegherò su se stessa quattro volte per poi infilarla in tasca. Efrem leggendo questa (perché lui sa farlo… Eh già!) capirà senza che mi sforzi di dire nulla se non un semplicissimo torna domani. <<Di Daphne, se non ti spiace, preferisco essere io a dirlo: qui al covo ho… legato con lei, e con Andreus. Insomma… Ci tengo ecco>>, dirò infine a Medea, facendole capire il mio intento, e guardandola aggiungerò, <<In che senso “spero si spicci con Shayla”? Dove sono?>>.



    Non mi sono nemmeno accorto di ciò…
    Ultima modifica di Damnedgirl; 22nd September 2015 alle 22:18



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  4. #1104
    sim dio L'avatar di Lilla_20
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    In un mondo fantastico
    Messaggi
    5,524
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Medea Euripide



    Markus mi fa una strana faccia… possibile che non sappia leggere? Sì mi sa che è possibile ma non glielo chiederò, non voglio assolutamente umiliarlo.
    «Già povera Dapne… la capisco benissimo… so cosa si prova a perdere qualcuno per colpa di quel bastardo di Lantis».
    Stringo i pugni irritata.
    Il pensiero va ovviamente ai miei genitori... tutta colpa di Lantis!
    Odio quell'uomo!
    Sono distratta dai miei pensieri e Markus ne approfitta per strapparmi la lettera dalle mani.
    Lo guardo stranita «Bastava chiederlo». Lo ammonisco mentre lui piega la lettera e se la mette in tasca.

    «Di Daphne, se non ti spiace, preferisco essere io a dirlo: qui al covo ho… legato con lei, e con Andreus. Insomma… Ci tengo ecco».
    Le sue parole mi fanno riflettere… perché non sono riuscita a parlare un po’ con lui? Stanno succedendo un sacco di cose insieme e sembra che non si ha il tempo per conoscere meglio i propri compagni…
    «Sì per me va bene però anche io devo parlare urgentemente con Efrem, se non ti dispiace lo faccio prima io… è una cosa velocissima ed importante».
    Spero davvero che sia una cosa breve, dopotutto gli devo solo annunciare la mia decisione…
    «In che senso “spero si spicci con Shayla”? Dove sono?»
    Ma dormiva prima? Non ha visto che Efrem e Shayla sono usciti insieme dalla sala comune?
    «Efrem e Shayla stanno parlando ed io sarò la prossima
    Markus non si è accorto neanche del cenno che mi ha fatto il capo a quanto pare…
    «Domani che ne dici di allenarci un po’? Tu ed io non l’abbiamo mai fatto.» Gli dico poi gentilmente.
    Ultima modifica di Lilla_20; 1st September 2015 alle 22:58

  5. #1105
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Markus Obelyn

    Parla di Lantis ed io la guardo incuriosito mentre ripiego il biglietto soddisfatto che il "furto" sia andato in porto. Chissà che le ha fatto...



    Dalla reazione non pare niente di buono peccato non possa controllare se ci stia dicendo il vero o il falso. Dei… Mai più senza poteri, è una tortura! Dopo avermi detto un bel <<non si fa!>>,



    o 'na cosa simile, aggiunge che va le bene che parli con Efrem… Ma dopo di lei. E ti pareva che non ci fosse la fregatura? Mi accontento solo perché sembra essere una cosa veloce… E spero che lo sia davvero: non sono un tipo molto paziente. Mi guarda poi stranita quando domando di Shayla manco le avessi chiesto una blasfemia… Beh? Che c’è’? Non vado mica a controllare i cacchi degli altr… Uhm. Momento. Che sia proprio lei quella che ha fatto la spia con Efrem? Forse è meglio stare in campana, già in due se la sono filata e qualche paranoia non fa mai male. <<Efrem e Shayla stanno parlando ed io sarò la prossima>>, esclama tranquilla, fissandomi, e poi con un tono più dolce aggiunge, <<Domani che ne dici di allenarci un po’? Tu ed io non l’abbiamo mai fatto>>.



    Tossisco con forza, cercando di camuffare la risata che questo “invito”, sicuramente non voluto, mi ha provocato. Non è una proposta indecente, lo so bene, ha solo detto di voler fare una scazzottata con me in armeria… Devo smetterla di capire male!



    <<Saliva che mi è andata di traverso>>, le dico di getto, appioppando una scusa, <<Ti direi anche ora, magari facciamo qualcosa a tre come l’altra volta…>>.



    Un ghigno beffardo mi si disegna sul volto: ovviamente sto scherzando ed intendo un allenamento a tre con Shayla. Speriamo solo che lo capisca o… Beh, altrimenti è una cinquina in arrivo.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 23rd September 2015 alle 22:48



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  6. #1106
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Shayla Bolton


    Efrem tira fuori dalla tasca una lettera e me la porge, è ancora chiusa e dal sigillo in ceralacca riesco a leggere un nome, il mio nome, il nome della casata di mia madre: Bolton.



    Fisso interrogativa la lettera per poi guardare ancora Efrem, io...non capisco, non so chi sia questa gente, non so perchè questa lettera sia arrivata qui proprio ora. «tu ne sai nulla?» mi chiede perplesso, continuando a fissarmi con sguardo interrogativo.



    Nego con un cenno della testa ed apro in modo disinteressato la lettera mentre lui riprende a parlare «non ho voluto aprirla prima, nel caso fossero brutte notizie.» mi dice, con tono gentile. Lo guardo ancora una volta, perplessa, per poi tornare a leggere la lettera.



    E' la prima volta che leggo qualcosa su di loro, non so chi siano, non so dove abitino, ho sempre rifiutato di informarmi sulle mie origini. Non so neanche perchè la sto aprendo, dovrei ridargliela e fregarmene come ho sempre fatto, sono cresciuta benissimo anche senza di loro rispettando la decisione di mia madre che scelse di abbandonare la propria casa. Cercarli mi sembrava come tradire il suo volere, e non intendo di certo farlo adesso, ma Efrem continua a fissarmi, è curioso, forse sospettoso... devo per forza leggere cosa c'è scritto.



    Al capo dei Ribelli Efrem Targaryus,
    Dopo molti anni di servizio alla corte dei Feralys, noi ultimi rimasti della casa Bolton, Lord Gregor e Lady Asmodee abbiamo deciso radicalmente di voltare le spalle alla corona nell'attesa e speranza di poter servire un giorno un Re che non sappia solo ostentare un pezzo di metallo sulla testa. Per questo motivo, noi ci impegniamo d'ora in poi a servire Voi e la Vostra causa giovane Targaryus. Per questioni dovute all'età avanzata, non possiamo schierarci apertamente in battaglia, né possiamo mandare figli o nipoti. Il nostro aiuto vi verrà fornito diversamente. Resteremo al fianco dei Feralys per questioni di sicurezza e per fornirvi informazioni preziose riguardo la Corona. Ma i nostri fondi e i nostri possedimenti sono totalmente al vostro servizio.
    Cordiali Saluti
    G.Bolton
    Mi ritrovo a rileggerla un paio di volte, non so neanche perché, forse ho la testa altrove e non riesco a concentrarmi o forse perché questa calligrafia così precisa ed ordinata ricorda incredibilmente quella di mia madre. Domani ho una battaglia, la mia prima battaglia, potrei schiattare nel luogo che rappresenta la mia razza e sono qui a perdere tempo rileggendo ancora una volta una lettera su due tizi che per me non significano niente. Perché lo sto facendo?



    "Hai un'altra casata che ti appoggia, buon per noi" gli porgo la lettera, prima di aggiungere "non mi riguarda personalmente, non ho mai avuto alcun contatto con loro. Ma grazie del pensiero" concludo freddamente per poi voltarmi intenzionata a lasciare la stanza.

  7. #1107
    sim dio L'avatar di XxRosy_99xX
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    ~ Oasis Landing ~
    Età
    24
    Messaggi
    3,296
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Lucynda Mellow

    Sfiorando la capigliatura del ragazzo mi accorgo di esser divenuta schiava dell’eccitazione… un eccitazione che non do a vedere ma che, dentro di me, è impostata ai massimi livelli. Posso già avvertire quel dirompente calore propagarsi in ogni angolazione del punto basso in una manciata di secondi finché codesto impulso si eclissa nel nulla, lasciandomi con l’amaro in bocca. Merda… quelle spine che si ritrova al posto della testa mi ricordano inevitabilmente Devon: all’epoca del nostro primo incontro si portava addosso una foresta nevosa, ero convinta di averlo scambiato per una ragazzina ma i tratti fisici illudevano non poco. Ammetto però che, nel momento in cui me lo trascinai a letto, mi sono ricreduta completamente. In seguito ad una scommessa praticamente persa, i patti stipulavano che il ragazzo si sarebbe fatto disboscare la criniera dalla sottoscritta, andando ad arricchire il tutto con una toccatina elettrica. Chissà se la permanente gli è ancora rimasta, con metà della mia forza che ho speso non credo si sia ripristinata al liscio naturale.



    Noto Andreus asciugarsi le lacrime con le mani e… santissimo Raiden, quanto è tenero? Me lo voglio spupazzare tutto, cazzo, non so come faccio a non desistere, è terribile… subito dopo mi propone di fargli compagnia informandomi al contempo che la cena è servita alle mie spalle.



    Prima di rivolgergli un cenno affermativo col capo rovisto in dispensa alla ricerca di un piatto che non mancherò di riempire fino all’orlo con dell’anatra e qualche tratto di zucchina. Non impazzisco per i vegetali, ma dopotutto non fanno male aggiungerli alla riserva che finirà dritta allo stomaco. Prendo posto accanto a lui e comincio a soddisfare il palato masticando i bocconi di carne che vanno ad alternarsi con le zucchine «Prima di giungere qui dentro, stavo cercando di darmi una mossa coi preparativi...»



    dico senza tenere a bada le parole soffocate dal cibo che occupa praticamente tutto della mia bocca «...finora non ho ancora rintracciato un volontario. Ti va di unirti a me, onde rievocare i nostri bei vecchi teEEEEEEEEE-»



    l’allungamento della vocale finale è dovuto a un rutto emesso “accidentalmente” «-mpi?» giusto in tempo per ingurgitare il tutto, evitando che il cibo macinato gli si riversasse sulla maglia.



    Che le spine ti proteggano, Andreus...
    Ultima modifica di XxRosy_99xX; 3rd September 2015 alle 15:15


  8. #1108
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon

    L’altura del Fulmine, da quanto tempo non vengo qui. L’ultima volta fu dopo qualche giorno che Lumen mi sfregiò, mio padre non volle aiutarmi, non voleva schierarsi contro Rickard. E’ passato più di un anno, ma è da almeno tre settimane che Kaleb non riceve mie notizie, non ho neanche mandato quella lettera, che Lucynda ha pensato bene di leggere avanti a tutti. Il cielo è scuro, ma non vi sono nubi, le stelle risplendono alle spalle delle montagne, il loro luccichio mi infastidisce. Avanzo lungo il viale, vi è un silenzio innaturale, neanche Zeus e Prometeo abbaiano, non c’è un filo di vento, tutto sembra così fermo e finto, quasi come mi trovassi in zona Neutra.



    Quando busso alla porta, questa si apre ed uno scricchiolio sinistro si espande nell’aria, una guardia mi osserva e riconoscendomi mi fa passare. Continuo a camminare immersa nel silenzio assoluto, solo poche candele ad illuminare il corridoio e le stanze, giungo finalmente in salone, dove intravedo le figure dei mie familiari radunati e stretti nel proprio dolore, tutti vestiti a lutto e dagli sguardi provati.



    “Daphne…” Mi madre corre a stringermi e mi lascio abbracciare con forza, mentre la sento cedere ad un forte pianto.



    Stringo a mia volta con un nodo allo stomaco, ma il peso di mia madre lentamente aumenta, Kaleb si avvina a noi e la raccoglie prima che cada al suolo, è svenuta ed io non riesco a provare ancora nulla. Aiuto mio fratello ad adagiarla sul divano, ha il viso pallido e gli occhi scavati da un lungo pianto, le scosto i capelli dal viso e la stringo forte a me, inginocchiandomi in terra, non riesco a non pensare che io abbia contribuito a tutto questo dolore, se non fossi scomparsa nel nulla, le avrei evitato un peso in più da sopportare, sono la solita egoista. “Dov’è Papà?” Domando a mio fratello, mi rendo conto che mancano anche Alena e Samy, ma probabilmente ha preferito evitare alla piccola questo strazio, capisco bene



    “Papà è in camera di Samy, lei sta dormendo. Alena… Alena non ha mai lasciato la bara” Kaleb è distrutto, amavo mio fratello Kol, ma tra loro c’era un legame fortissimo, spesso ne sono stata gelosa lo ammetto, ma col tempo ho imparato a mettermi da parte, il rapporto tra fratelli maschi era diverso da quello con la sorella, ma mi hanno sempre dimostrato forte attaccamento, sono sempre stati il mio esempio da seguire. “Daphne ti prego…” lo guardo senza capire “anche se non lo ha mai ammesso, io so che si è sentito in colpa per quel che è successo, l’ho visto più volte perdersi ad osservare un tuo ritratto, gli manchi molto” Resto qualche istante in silenzio prima di alzarmi, stringo Kaleb tra le braccia e resto ferma per un tempo incalcolabile, avevo bisogno di sentirlo accanto a me “Vado da lui”



    sussurrò piano, mentre sciolgo la stretta e m’incammino verso la stanza di mia nipote.

  9. #1109
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Andreus De Lagun

    Lucynda pare soffermarsi un po’ troppo sui miei capelli e la cosa comincia a divenire piacevole ma anche un po’ strana.


    Non l’ho mai vista comportarsi in questo modo, non che prima si comportasse normalmente... ma… non so. Dopo quella notte nel monastero… tutto mi sembra strano. Forse sto impazzendo o forse sto diventando troppo paranoico. Ho bisogno di sfogarmi e di tranquillizzarmi un po’ prima che il cervello mi si frigga del tutto. Mangiare non è una buona idea però… a meno che io non voglia diventare come Myricae. NO, CHE SCHIFO. Scuoto il capo ricacciando l’immagine di un me della stessa stazza della mia septa. Quando però indico il cibo alla ragazza, non se lo fa ripetere due volte e si riempie una porzione per sé ne approfitto per ripiegare il foglio e mettermelo in tasca. Più tardi pulirò anche la chiazza nera dal muro. Lucynda mi si siede accanto cominciando a mangiare quasi con voracità.


    «Prima di giungere qui dentro, stavo cercando di darmi una mossa coi preparativi...» dice senza preoccuparsi di sputacchiare pezzetti di carne in giro. Cerco di non farci caso e ascolto le sue parole, domattina dovrà scendere in battaglia e spero si riveli un’altra vittoria per lei. Ne abbiamo bisogno tutti qui. «...finora non ho ancora rintracciato un volontario.»


    mi volto verso di lei incuriosito e non capendo dove voglia andare a parare. «Ti va di unirti a me, onde rievocare i nostri bei vecchi teEEEEEEEEE-» un rutto pieno mi investe il volto e le narici e l’odore di quello che Lucynda ha mangiato e sta mangiando mi investe prepotentemente il naso facendomi voltare dall’altro lato per tossire. «-mpi?» se volevo smettere di mangiare… beh, ci è riuscita. Mi alzo di scatto schifato ma divertito e afferro la mia ciotola avvicinandomi al sacco dell’immondizia dietro di lei quando d’un tratto un’idea mi balena in mente. Faccio appello alla mia natura di elfo connettendomi mentalmente a uno dei topi che scorrazzano qua in giro. Ne adocchio uno bello grosso alle sue spalle e dopo essermi agganciato al suo cervello gli ordino una cosa semplicissima. Silenzioso si arrampicherà sulla sedia scalando parte dei vestiti di Lucynda e quando sarà dietro al suo collo… «non sei cambiata di una virgola.»



    dirò rovesciandogli il contenuto della mia ciotola sulla testa. Se la ragazza urlerà o proverà ad aprire la bocca il topo si infilerà al suo interno bloccandogliela di botto. «Volevi allenarti? Prego. Mi è passata la fame!» se il tutto sarà andato secondo i miei piani lascerò la ciotola sul tavolo scoppiando a ridere


    e tenendomi sempre alle sue spalle… avanti, proprio come da bambini...

    Abilità di razza:
    Simbiosi (Esperto)- Avverte le sensazioni ed emozioni altrui ed è in grado di manipolarle, infondendo le proprie. Quindi se l’elfo è in uno stato di calma e la persona con la quale si rapporta è colmo di ira, ritrovandosi sotto l’effetto della simbiosi, anch’egli si calmerà. (Ciò vale per tutti gli stati umorali)

  10. #1110
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Keyra
    Isyl Tinnuviel



    Sono persa nelle mie riflessioni avverto una calda energia conosciuta risalire lungo il braccio leso, mi volto verso la fonte di tale calore e lo vedo, è lui, sempre lui, il mio angelo dalla chioma ribelle Andreus, gli sorrido gentile mormorando un << Grazie…>> che sarà probabilmente percepito solo da lui.

    Osservo le sue mani scrivere e scivolare dapprima leggere sul foglio per poi farsi più rigide fino a bloccarsi. Forse ho sbagliato a chiedergli di riportare le informazioni sui reali, la cosa potrebbe farlo soffrire ulteriormente ma speravo fosse solo un modo per dimostrargli il mio rispetto: io avrei scritto che Cassandra è una donna fredda, spietata glaciale come il suo elemento, ma questo solo perché con me si è comportata da guerriera e ha voluto difendere il suo compagno…non credo che ad Andreus sarebbe piaciuto leggere questo di sua sorella. Intanto prende parola Efrem, parla di come intende risolvere la questione Ananya e Yadhira…
    Con loro purtroppo non ho avuto molte occasioni di dialogo, sono anche state gentile con me quando mi hanno tenuto la parte quando sembrava che stessi dicendo cose totalmente insensate a proposito di Efrem, Ananya mi ha persino raccolto da terra e aiutata quando non stavo bene e la cosa mi aveva fatto molto piacere, non ho un brutto ricordo di loro, mi spiace per come le cose abbiano preso una piega troppo storta da essere raddrizzata, però hanno lasciato il rifugio, se ne sono andate senza dire nulla, senza lasciare un biglietto, ed è questa cosa ad essere un po’ strana, ma il mio giudizio non cambia, ed Efrem ha confermato i miei sospetti con le sue parole, mai avrei pensato che Yadirha fosse un traditrice … la storia si ripete, inevitabilmente. E’ il fato a decidere per noi anche se ci illudiamo del contrario.
    La storia si ripete sempre, fino a quando qualcuno non si armerà di forza e coraggio per cambiarla…già…
    Non me la sento di aggiungere nulla alle sue parole, non condivido appieno questa scelta forse troppo drastica nei confronti di entrambe, ma purtroppo devo chinare la testa e non controbattere, passerei per traditrice, passerei dalla loro parte e già con la mia confessione nei riguardi di Efrem ho innescato una catena di eventi che potrebbero investirmi, non sta a me giudicare questa sua scelta.
    Poco dopo ecco che ci congeda, la riunione è definitivamente terminata, dopo l’arrivo di un corvo con in mano una lettera. Prima di me si alza Andreus, sembra alterato per qualcosa…poco dopo si alzano anche Daphne e Markus, quest’ultimo seguito poi da Medea e dagli altri , sono rimasta solo io attorno a questo tavolo.

    Mi alzo dalla sedia, vorrei trascorrere qualche minuto con Andreus chiedergli come sta, chiedergli della battaglia, è uscito velocemente, troppo da questa stanza, sembrava nervoso, vorrei capire cosa è successo oppure gli sta succedendo.

    Scendo le scale facendo i gradini due a due, soffermandomi ai vari piani per dare un occhio cercando il mio folletto, , dove ci sono le camere dei guerrieri, noto Daphne Markus e Medea, non li disturbo, scendo ancora raggiungendo l’ultimo piano del rifugio, sento delle voci provenire dalla cucina, sembrano la voce di Andreus e…Lucynda.
    Mi sporgo verso l’interno della cucina, sarebbe un’occasione per recuperare qualche cosa da mettere sotto i denti, è da due giorni che non mangio, almeno credo…
    No appena faccio capolino però, noto che i due sono molto vicini, stanno mangiando e sembrano essere in confidenza, non li disturbo, non dico nulla, mi limito ad osservarli e ad allontanarmi, forse non è il momento di parlare con lui, probabilmente stanno parlando di cose private che non dovrebbero interessarmi anche se sarei curiosa, non ho mai visto Lucynda essere gentile con qualcuno...
    Così come venuta mi allontano in silenzio cercando di non farmi notare, non so se mi avranno visto.
    Risalgo quindi le scale dalla quale sono scesa, destinazione biblioteca, devo scrivere le due lettere.
    Raggiungo l’ampia stanza, l’odore dei libri subito mi investe, così come la voce di altri due ribelli che ben conosco, Shayla ed Efrem, anche loro sembrano impegnati in una conversazione privata…evviva! Oggi è il giorno delle confessioni e dei segreti. Nemmeno la biblioteca mi è agibile, potrebbero pensare che sono solo un’impicciona che origli i loro discorsi.
    Raccolgo frettolosamente dal tavolo rotondo che ho subito davanti , carta, penna e calamaio, non guardo dove le due figure si sono appartate, recupero solo lo stretto necessario e poi esco, direzione sala riunioni. Li non dovrebbe esserci nessuno, potrei scrivere ciò che devo senza sembrar invadente o altro.
    Entro nella sala che fino a poco prima ci ha accolto, mi siedo alla prima sedia che trovo, voltando le spalle all'entrata, è il modo migliore per non farsi distrarre da nulla e scrivere le due lettere, devo trovare le giuste parole…
    Ultima modifica di DELTAG; 2nd September 2015 alle 15:54

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Quest Reali
    Di mary24781 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3384
    Ultimo Messaggio: 24th June 2016, 19:43
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 172
    Ultimo Messaggio: 10th June 2016, 17:11
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  5. [Deus ex Machina GDR] Esempio Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 20th September 2014, 18:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •