Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 117 di 221 PrimaPrima ... 1767107115116117118119127167217 ... UltimaUltima
Risultati da 1,161 a 1,170 di 2208
  1. #1161
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Lady Blackstone



    Dei passi decisi alle mie spalle, sembrano venire nella mia direzione.



    "Chi va là?" chiede una figura femminile nell'ombra, prima d'evocare la sua arma che dalla sagoma sembrerebbe una sorta d'ascia. Piccoli lampi di luce bluastra illuminano, seppur di poco, l'ambiente intorno a lei.



    La ragazza si avvicina, mentre io resto immobile. "Se cerchi il centro abitato hai sbagliato strada, ti posso indicare la via da seguire". Annuisco, sperando mi dia le spalle per poterla colpire rapidamente con la falce e infine torturarla, torturarla fino a che non mi avrà rivelato dove si trova mio figlio.
    All'improvviso però, il pavimento sotto ai miei piedi crolla liberando un ammasso di radici che m'intrappolano nuovamente, ma stavolta imprigionando tutto il mio corpo, ad eccezione della testa.



    Fisso la falce e la missiva di Targaryus per terra, accanto ai miei piedi, mentre i rovi stringono sempre di più, aggravando i danni al busto provocati da Dahmer.
    Serro i denti quando avverto le ossa scricchiolare, il dolore aumentare, tanto da farmi mancare il fiato.
    «ti conviene dirmi immediatamente chi sei!» ordina un ragazzo, accigliato, che mi compare davanti agli occhi.



    Non so se costoro siano seguaci di Targaryus, ma dalla loro calorosa accoglienza mi pare di capire di no. Targaryus sapeva che stavo arrivando, sapeva che la mia arma è una falce, avrebbe avvisato i suoi uomini...no, questa è un'imboscata. Quest'uomo e questa donna potrebbero essere dei comuni ladri, civili in fuga dai villaggi rasi al suolo da Lantis, oppure ...soldati al servizio dei Reali.



    Boccheggio, ma riesco comunque a concentrarmi evocando l'ombra che risiede nella mia essenza di Strega votata alle Arti Oscure. Dal fulcro del mio essere, la mia aura nera si espande, trapelando dal mio corpo, dai miei occhi e dalla mia bocca sottoforma di fumo nero (che vede solo Lysa). Le spire di quest'ultimo danzeranno intorno ai due ragazzi per poi cingerli, librando così ogni loro più insita paura. Voglio che mi stiano lontani, non devono neanche toccarmi.
    Se la presa dei rovi si allenterà, ne approfitterò per riprendere Dark Sister e colpire il ragazzo di fronte a me al collo, con tutta la forza che mi rimane per poi dedicarmi alla ragazza.

    Aura di tenebra
    Gli stregoni nascono dall’oscurità, per tale motivo hanno una forte affinità con le tenebre e tutto ciò che di più malvagio esista. La loro aura ha profonde radici nel male e da esso traggono energie. La loro presenza incute sempre un certa negatività, seppur lieve, ma la particolarità sta nel fatto, che riescono ad amplificare questa sensazione che infondono a chi gli sta attorno. L’intensità dell’aura ed i suoi effetti, cambiano a seconda del grado:
    Esperto – Infonde paura: Il cuore palpita più velocemente, si ha un profondo fastidio e soggezione

    Dark Sister - Forma Dormiente
    Ultima modifica di scarygirl; 18th September 2015 alle 12:57


  2. #1162
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Shayla Bolton


    Mentre aspetto la risposta del guaritore che appare alquanto strano e stressato, con la coda dell'occhio vedo Markus dirigersi verso la porta per seguire Efrem ed il suo serpente. Ma che fa? E' impazzito?



    Probabilmente è disperato e vuole morire dissanguato, non c'è altra spiegazione visto come è conciato. <<vado a dare un’occhiata anch’io>> esclama prendendo un panno e mettendoselo in spalla, per poi incamminarsi verso l'uscita.



    "Ehi supereroe" lo chiamo, sarcastica



    "ma non lo vedi che a malapena riesci a camminare?" lo riprendo indicandogli la ferita allo stomaco dalla quale continua a fuoriuscire sangue in abbondanza.



    Ma forse è il suo passatempo giornaliero ridursi sempre in fin di vita, non sarebbe la prima volta "curati, altrimenti a forza di riprenderti con le pinze prima o poi ci lasci le penne" concludo poi, guardandolo con disapprovazione, prima di tornare ad Andreus.


  3. #1163
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Markus Obelyn


    Non faccio nemmeno in tempo a girare la maniglia che… <<Ehi supereroe>>, mi volto verso Shayla confuso, non capendo a chi alluda: ce l'ha con me per caso? <<Ma non lo vedi che a malapena riesci a camminare?>>.



    La donna continua a parlare, indicando il mio stomaco, ed aggiungendo un, <<curati, altrimenti a forza di riprenderti con le pinze prima o poi ci lasci le penne>>, lascia intuire che la ripresa è proprio per me. Infastidito prendo un respiro profondo ma un'improvvisa fitta mi fa abbassare lo sguardo di scatto ed è guardandomi che mi rendo effettivamente conto di stare perdendo fin troppo sangue e in più comincia pure a girarmi la testa... Cavoli.
    <<
    Ma io volevo sol -
    >>, o rendermi utile. Provo a dire, l’ennesimo colpo di tosse però mi stronca di netto il fiato… E CHE ODIO.



    Conciato così, senza poteri e stanco è inutile seguire
    Efrem
    gli sarei d’impiccio. Forse è meglio se sto fermo e se aspetto le cure di
    Andreus
    o qui rischio di peggiorare le ferite.




    <<Va bene>>, dico ringhiando innervosito e avvicinandomi al letto dove si era seduto Efrem mi butto sul materasso, tamponando con l’asciugamano il sangue.



    <<Contenti ora?>>, chiedo a nessuno in particolare e sbuffando chiudo gli occhi.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 23rd September 2015 alle 23:49



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  4. #1164
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon

    La donna non risponde, anzi... mi accorgo che stringe saldamente un'arma tra le mani: una falce. Non mi piace per niente, non credo proprio sia qualcuno che si è perso, ha tutta l'aria da messa nera.



    La sua presenza m'infastidisce. Noto alle sue spalle Keyra, impugna la propria arma, è pronta a colpire, preferisco non aggredire mai alle spalle, voglio che il mio nemico mi guardi in faccia e si ricordi del mio volto. Ma non abbiamo il tempo di concludere nulla, la terra sotto i miei piedi trema, il destro affonda e mi ritrovo a calpestare qualcosa in movimento, faccio un passo in dietro ed osservo qualcosa di mostruoso. Gli occhi si sono abituati all'oscurità e vedo il terreno creparsi per lasciar spazio a delle possenti radici che strisciano come serpenti fino ad innalzarsi ed aggrovigliarsi attorno alla propria preda. Efrem è stato veloce



    lo guardo con gli occhi sbarrati, non è la prima volta che assisto alla sua prigione, io stessa l'ho provata sulla mia pelle, ma non in questo modo, non con questa forza e portata, che, sono certa, non esprime neanche tutto il suo potenziale.



    Cerco di distogliere l'attenzione e di osservare nuovamente la figura totalmente intrappolata, solo il viso è libero dalle radici, ma si ostina a non parlare. Ho un forte senso di fastidio, ho il timore che si possa liberare da un momento all'altro con quella falce, per quel che io sappia potrebbe essere anche lei potente quanto Efrem, potrebbe possedere il fulmine e rendere vana la prigione, potrebbe fargli del male, istintivamente mi porto accanto a lui, non devo permetterle dì... ma che idiota che sono, non sono abbastanza forte e lui...



    Arretro nuovamente e cerco di rendermi utile, nonostante non sopporti la visione di quell'essere, non capisco neanche se sia una donna o un uomo o altro. Espando con uno sforzo il potere che mi lega alla mia razza, la simbiosi che si sprigiona e si lega alla mia volontà, fino a giungere a quella maschera ed all'identità che si cela al di sotto di essa. Avverto: rabbia, sete di sangue, un forte senso di vendetta, è una donna... almeno credo che lo sia, la sua mente è totalmente avvolta dalla negatività, è in cerca di qualcosa o di qualcuno, lo capisco dal senso di smarrimento, forse non è venuta qui con l'intenzione primaria di attaccarci "Chi stai cercando?"

    Urlo nella sua direzione, è l'ultima volta che le pongo una domanda, mi tengo pronta a combattere.


    Simbiosi: Gli elfi nascono dalla natura e con essa hanno forte affinità, sono in grado di comunicare con la flora e la fauna nel linguaggio antico della madre terra: i fiori, le rocce, le creature, ecc. I maghi e gli stregoni sono loro stessi frutto della natura, la luce e l’ombra fanno parte del Tutto, quindi gli elfi sono in grado di connettersi anche alle loro menti, riescono dunque a percepire ed infondere, a loro volta, le proprie emozioni. Gli effetti sono diversi a seconda del grado
    • Esperta - Avverte le sensazioni ed emozioni altrui ed è in grado di manipolarle, infondendo le proprie. Quindi se l’elfo è in uno stato di calma e la persona con la quale si rapporta è colmo di ira, ritrovandosi sotto l’effetto della simbiosi, anch’egli si calmerà. (ciò vale per tutti gli stati umorali)
    Pandora - arma in forma dormiente

  5. #1165
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Andreus De Lagun

    Al mio consiglio Markus mi risponde con una frase volta a rassicurarmi «sono stato peggio di così, sta tranquillo» e resta poi in piedi premendosi le garze sulla ferita… garze… senza nulla sotto… strette e che lo fanno sembrare una salsiccia fatta male.


    Bene, ho capito che di medicina non ci capisce nulla, ora quelle garze gli staranno facendo un male cane. Sollevo gli occhi e sbuffo appena quando poi si rivolge a Efrem con una frase strana. «Efrem… Ma perché con Medea parlavi di mutandoni?»


    Guardo di sfuggita Efrem, incuriosito mentre aiuto Shayla a rimettersi seduta. Efrem risponde con ironia alla frase di Markus parlando di alcune informazioni che Medea deve procurargli… non capisco, a che gli servono i mutandoni? Di chi poi? Ah boh, contento lui… almeno so qualcosa visto che continua a tenermi nascosto tutto. D’un tratto vedo un serpente aggrovigliarsi attorno alla sua gamba e come lo vede, Efrem sguscia fuori dalla stanza per inseguirlo condendo il tutto con un semplice «torno subito, a quanto pare c’è bisogno di me.» cosa sarà successo ora?


    A distrarmi dai miei pensieri ci pensa Shayla che si rialza con un po’ di fatica «quasi come nuova» a quanto pare c’è bisogno ancora del mio intervento. Devo rafforzarmi ancora, diamine, non combinerò nulla di buono di questo passo. «La tua rigenerazione è cambiata?» mi chiede incuriosita la ragazza, la guardo non capendo nemmeno io cosa rispondere… sì… no… boh?


    Markus nel frattempo si improvvisa vecchia pettegola di quartiere muovendosi verso la porta con l’intenzione di seguire Efrem. Sto per bloccarlo tirandolo dalla garza ma è Shayla stessa a fermarlo riprendendolo ironicamente e indicandogli lo squarcio che ha sul ventre. «Curati, altrimenti a forza di riprenderti con le pinze prima o poi ci lasci le penne» è inutile Shayla… è solo uno stupido testo… «va bene» …ne. Ma quanto va avanti la relazione tra loro due? Per quanto ne so potrebbero stare insieme da prima che arrivassero… in effetti sono anche arrivati insieme… quindi… è Shayla la cornuta? «Contenti ora?» un bambino. Faccio spallucce e guardo di nuovo Shayla «effettivamente non so se sta cambiando...» mi guardo le mani «o magari sto morendo di una qualche malattia che ho contratto con quei semi… magari a voi fanno bene mentre io sto crepando… chissà…»


    COSA CAZZO HO APPENA DETTO? «Forse so cosa è successo, ma devo accertarmene…» che sia… no impossibile. Mi rifiuto, non voglio. Richiamo nuovamente i miei poteri osservando attentamente le mani, veloci i due globi si mostrano spendenti come al solito ma della scintilla violacea neanche l’ombra… forse l’ho solo immaginata? Stamattina era comprensibile visto che ero stanco… non credo sia quella cosa. Unisco entrambe le mani formando un globo più grande e lo avvicino al petto della ragazza, questo servirà a risanare le ferite che non sono visibili oltre a donarle ancora quel calore piacevole… fa che non sia quello che penso…

    Difesa e recupero:
    Rigenerazione: Avviene tramite tocco (Esperto) - Rigenera ferite di media entità (ferite profonde non mortali, ossa rotte, danni medi da elemento)

  6. #1166
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Efrem Targaryus

    Le radici esplodono dal terreno con una violenza tale da rimbombare per l’interno monastero. Ampi stormi di corvi si innalzano in volo spaventati e gracchiando per la paura del rumore dei rovi che avvolgono e stritolano la figura in nero. Mi paro davanti e solo in quel momento noto una strana maschera dorata sul suo volto. Che faccia parte di qualche congrega? Come hanno fatto a scoprirci? Sento una sorta di disgusto per questo essere, e mentre le radici la lasciano andare evoco la mia Eden nella mia mano, veloce si compatta generandosi dai rovi che compaiono dalle mie mani e ramificandosi fino a formare la lama decorata. L’essere senza fiatare afferra la falce che era caduta a terra e si avventa su di me. Mentre Daphne fa una domanda piuttosto strana, non posso permettere che colpisca qualcuno di loro, non deve compromettere i miei soldati. Vedo la lama della falce avvicinarsi verso di me, lenta… troppo lenta. Scatto lateralmente connettendomi al potere annidato nella mia falce, quando la sento più robusta e spessa proverò a colpire la figura al braccio con cui regge l’arma con l’intento di tranciarlo di netto partendo dal gomito. Se il mio colpo sarà andato a segno, sferrerò un pugno alla bocca del suo stomaco compromettendo così eventuali danni provocati dalle radici. Se entrambi i colpi saranno andati a segno punterò nuovamente la falce verso la sua testa stavolta «Efrem Targaryus… stavi cercando me per caso?» dirò con un ghigno stampato sul volto, con le buone maniere magari ottengo qualcosa…

    Destroyer of Eden ---> Forma attiva

  7. #1167
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Keyra
    Isyl Tinnuviel


    Efrem arriva velocemente uscendo dal rifugio, a quanto pare il mio amico serpentello ha fatto il suo dovere, che caro, potrei pensare di adottarlo come animaletto da compagnia, non sarebbe male e poi è così dolce...
    L'ospite intanto non risponde alla domande di Daphne, pochi secondi dopo l'arrivo di Efrem, mi ritrovo a vacillare come se la terra sotto di me stesse tremando, mi appoggio al vicino muro del monastero, muro che dovrebbe essere portante visto gli anni della struttura e il fatto che sia ancora in piedi e noto Efrem avvicinarsi all'essere in vestaglia e porgere una domanda, domanda che anche questa non ottiene immediata risposta mentre robuste radici si innalzano dal terreno andando ad avvolgere l'ignaro visitatore. Resto quindi ad osservare il potere che si è manifestato, collegando il terremoto al movimento di quelle radici, deve essere lo straordinario potere di Efrem, il suo dominio sulla terra, un elemento che conosco molto bene visto che è la linea elementale della mia famiglia da generazioni, eppure quelle radici che si inerpicano sul corpo dell'essere e stringono fortemente, mi affascinano come d'altro canto mi affascina il loro padrone... non distolgo lo sguardo ne da lui ne dalle spalle della figura, non so come potrebbe reagire al potere di Efrem, non conosco nemmeno il suo elemento quindi non posso prevedere nulla...intanto avverto nell'aria una strana negatività, il cuore inizia a martellarmi nel petto senza un apparente motivo, avverto fastidio, timore senza spiegarmene la ragione .
    Non lo so, non riesco a capire, mi sento piuttosto confusa.
    La vista si annebbia, mi strofino gli occhi mentre il disagio aumenta, ritorno con lo sguardo sulla figura di spalle ma quando lo faccio, un'ondata di angoscia mi preme nel petto mentre i miei occhi si fanno sbarrati senza riuscire a muovere un muscolo, mi sento quasi paralizzata mentre resto fissa ed immobile a guardare quella macchia nera che si sdoppia si scompone e si rimonta senza vederne il volto. Non capisco cosa mi sta succedendo...sento solo una grande paura , paura di questa figura senza faccia che troneggia su di me come se fosse la morte in persona, la sua falce riluce, la sua lama affilata mi insegue, inizio a sudare freddo, mi porto una mano al petto ansimando per poter cercare di calmare il mio cuore che sembra impazzito, chiudo gli occhi d'istinto, vattene via portatrice di morte e sventura! Smettila di tormentarmi!
    Vorrei urlare ma nessun suono esce dalle mie labbra, scivolo a terra senza nemmeno quasi rendermene conto, avverto il terriccio umido della notte sotto le ginocchia, poggio le mani a terra, restando a quattro zampe mentre cerco di riacquistare un pò di controllo.
    Mi sforzo di controllare l'ansia che questa figura mi provoca mentre gli occhi si sono abituati all'oscurità della notte, ed è la voce di Daphne a porgere ulteriore domanda e farmi ritrovare un pò di razionalità:
    "Chi stai cercando?" -
    Quali saranno le sue intenzioni?
    Le radici di Efrem intanto si dissolvono mentre nella sua mano prende forma la sua arma.
    La misteriosa figura attacca Efrem recuperando la sua falce caduta a terra , ma lui si difende egregiamente.
    Resto in attesa, il pugnale sguainato poggiato a terra, il respiro affannato ma pronta all'occorrenza ad attivare il potere del vento custodito nella mia arma per colpire, in caso Daphne o Efrem siano in difficoltà; fino a prova contraria la figura sembra non essersi ancora accorta della mia presenza... ma se usassi il mio vento per colpire la figura rischierei di colpire anche i miei compagni...non posso, non al momento.

    Menelmir ---> Arma in forma dormiente
    Ultima modifica di DELTAG; 9th September 2015 alle 19:35

  8. #1168
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Lysa Blackstone



    Mentre la presa delle radici s'allenta, noto con rabbia che la mia aura non ha sortito alcun visibile effetto sui miei aggressori.
    La situazione riporta indietro la mia mente, in quei mesi bui. Chiudo e riapro gli occhi: sono in quel tempio. Devo nuovamente proteggermi da quelle bestie furiose e lì, dietro di loro, in disparte, scorgo il ghigno di Dahmer che si appresta ad indossare il suo cappuccio nero.
    Non vincerete ancora, non mi avrete di nuovo, ora sono più forte.
    "Chi stai cercando?" urla uno di loro con una voce piuttosto femminile. Io cerco "Edric..." sussurro affannosa, prima di riprendere la falce in mano e scagliarmi contro l'uomo davanti a me.
    Il mio colpo va a vuoto e lui, evocando una falce corta, riesce rapidamente a spezzarmi un braccio. L'urlo disumano che fuoriesce dalla mia bocca si spezza solo quando ricevo un forte pugno nel ventre. Sputo del sangue prima di cadere rovinosamente prima sulle mie ginocchia, poi all'indietro, di schiena.
    L'uomo si avvicina puntandomi contro la lama della sua falce. Nonostante i dolori lancinanti e l'insensibilità all'arto, cerco di strisciare indietro facendo leva sulle gambe. I miei occhi colmi d'odio restano fissi su di lui. Odio per loro, odio per me stessa.
    «Efrem Targaryus… stavi cercando me per caso?» sogghigna nella penombra. Un nome che mi riporta al presente, in questo rudere abbandonato.
    Smetto di strisciare, guardando velocemente prima lui, poi la ragazza al suo fianco. Cerco di esprimermi, ma dalla mia bocca fuoriesce solo del sangue.
    Efrem Targaryus è quindi questo potente e sadico ragazzino davanti a me? Un ragazzino che pare ancor più giovane di Drako può comandare una fazione? La malasorte non può avermi condotta ad unirmi ad un'altra fazione d'incompetenti.
    Allungo il braccio non ferito verso la sua missiva macchiata di sangue e semisepolta dalla polvere. L'accartoccio chiudendola nel palmo della mano, per poi lanciarla lentamente ai suoi piedi.
    Capo della fazione o no, la pagherà per come mi ha conciata...


  9. #1169
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    A causa dei colpi subiti, Lysa sottrae 55 punti costituzione.
    Attenzione: Lysa è in pericolo di vita.

  10. #1170
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Shayla Bolton


    Markus mi ascolta e risponde affermativamente alle mie parole «va bene» biascica, tornando a sedersi mettendo il broncio come un bimbo «Contenti ora?» aggiunge con una faccia da funerale, come se gli avessi appena tolto il giocattolo preferito, e mi lascio scappare un mezzo sorriso per questo atteggiamento infantile, che tuttavia non mi infastidisce



    "Bravo, vuoi anche una caramella?" lo apostrofo ironicamente per poi sorridergli e tornare a guardare Andreus che nel frattempo ha ripreso a parlare



    «effettivamente non so se sta cambiando...o magari sto morendo di una qualche malattia che ho contratto con quei semi…



    magari a voi fanno bene mentre io sto crepando… chissà…»
    alzo il sopracciglio ascoltando queste parole, sta scherzando o dice sul serio?



    «Forse so cosa è successo, ma devo accertarmene…» continuo a guardarlo perplessa



    "Non scherzare su queste cose Andreus" gli dico seria, lievemente infastidita dalle sue parole, che poi che me ne importa? Boh. Lo vedo poi richiamare il suo potere ancora una volta, unisce le mani e le avvicina al mio petto per curare le ultime ferite, mi lascio quindi totalmente andare a questa sensazione di benessere che mi pervade e che risana gli ultimi lividi e le escoriazioni che ancora non erano scomparse. Faccio un profondo sospiro, finalmente sento di essere guarita totalmente e sono pronta per la battaglia di domani...che Raiden mi assista.

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Quest Reali
    Di mary24781 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3384
    Ultimo Messaggio: 24th June 2016, 19:43
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 172
    Ultimo Messaggio: 10th June 2016, 17:11
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  5. [Deus ex Machina GDR] Esempio Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 20th September 2014, 18:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •