Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 121 di 221 PrimaPrima ... 2171111119120121122123131171 ... UltimaUltima
Risultati da 1,201 a 1,210 di 2208
  1. #1201
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Efrem Targaryus

    Le radici hanno l’effetto sperato, un po’ a rilento ma mi accontento lo stesso. Afferrano la ragazza per un solo braccio stringendo e sollevandola da terra in modo da lasciarmi agire. Veloce è la reazione della ragazza che attiva la sua ascia colpendo le radici e recidendole. Scatto e il mio piede la colpisce alla gamba facendola rotolare a terra dolorante. Contemporanemente la sua ascia attiva mi raggiunge dietro al ginocchio tagliando e bruciando pelle e tendini. Cado in ginocchio mugugnando per il dolore acuto mentre in sangue cola veloce sulla mia gamba. Cerco di darmi lo slancio e allungare il braccio con Eden in un affondo all’interno dell’addome della ragazza. Se riuscirò a trapassarla, tirerò a me la falce, strappando via ogni cosa al suo passaggio… armi pari ragazza mia…

    Destroyer of Eden ---> Forma dormiente

  2. #1202
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli


    Keyra
    Isyl Tinnuviel


    <<Cosa è successo?>>

    Mi sveglio da quello che sembra un lungo e profondo sonno, anche se non ricordo di essermi addormentata. Mi muovo ma tutto ciò che ottengo è un dolore acuto che risale dal fondo schiena verso la nuca. Sento la rigida terra premere sul dorso, la parte lombare mi duole terribilmente, devo essere stata sdraiata sulla schiena per parecchio tempo se ho questi assurdi crampi.
    Mi tiro a sedere, l’alba è già spuntata, la battaglia deve essere iniziata.
    Mi porto una mano davanti agli occhi schermandoli dal chiaro sole mentre cerco di ricordare come ci sono finita a terra…

    Ricordo le radici di Efrem che avvolgevano il corpo nella misteriosa figura di nero vestita;
    ricordo un incredibile senso di disagio, la paura della Signora Morte, la sua figura che mi perseguitava;
    ricordo di aver cercato di scacciare quelle sgradevoli sensazioni eppure, il senso di vuoto e desolazione come anche l’ansia che mi ha preso non se ne andavano tanto facilmente.
    Ricordo che la figura ha mormorato qualcosa, c’era anche un cozzare di armi e poi…
    Poi…ero in piedi, stringevo il mio Stiletto, ero pronta a reagire a qualsiasi attacco, ma improvvisamente mi sono trovata come avvolta dal buio e…non ricordo più nulla di ciò che è accaduto.


    Non so nemmeno se qualcuno dei presenti si è accorto del mio improvviso malore, forse la debolezza, la scarsa nutrizione degli ultimi giorni e lo stress emotivo accumulato degli ultimi tempi, hanno compromesso le mie capacità cognitive e, sono svenuta cadendo come una pera cotta a terra.
    Mi alzo lentamente cercando di bilanciarmi, le gambe mi tremano, faccio profondi respiri per poi ritrovare un po’ di calma e tranquillità, riesco a muover qualche passo poggiandomi al muro per ritrovare un po’ di scioltezza e sicurezza nei movimenti. Mi stacco dal muro, riassorbo la mia preziosa arma, l’ultimo cimelio del casato che fu di mia madre…
    Entro nel rifugio, ormai il percorso lo conosco a menadito, percorrerei questi cunicoli anche ad occhi chiusi . Scendo fino al piano dell’armeria, non mi sento molto bene a dire il vero, vacillo e mi appoggio alla vicina parete, un cerchio mi preme sulle tempie, ma è dovuto al prolungato svenimento, dovrei andare in infermeria prima di tutto e poi a mangiar qualcosa. Passo dinanzi all'armeria, sento dei rumori…mi accosto sbirciando dal lato destro dell’arco d’entrata, nel mentre vedo Daphne a terra dolorante ..Efrem ha colpito…
    Diamo un po’ di vento a questa armeria…giusto per rompere le scatole a lui soprattutto, non mi sono dimenticata di quello che mi ha detto. Daphne non giudicarmi impicciona ma voglio proprio vedere il bel faccino di Efrem con le sue orecchie a punta, schiantarsi contro il muro di fondo dell’armeria, colpirò con forza indirizzando il mio vento in direzione del suo fianco sinistro, quello che mostra all'entrata , mirando alla parte alta in corrispondenza della spalla cercando di colpire il meno possibile Daphne. Sono consapevole che il vento potrebbe colpire anche lei vista la vicinanza, ma il mio obbiettivo primario è lui … chi lo sa, magari ci sta un combattimento…a tre…


    Tornado– Si genera un vento impetuoso che sbalza via il nemico per cinque metri, causandone danni da impatto di media entità



    Nota - Fin quando Keyra non mangerà qualcosa, apparirà stanca e piuttosto pallida.XD
    Ultima modifica di DELTAG; 14th September 2015 alle 17:02

  3. #1203
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon

    Il sangue defluisce abbondante dalla gamba di Efrem, sono soddisfatta, sto rendendo in questo allenamento, ci sto riuscendo, sto provando a dare il massimo ed a dimostrare che sono una guerriera sulla quale fare affidamento, voglio impressionare il mio Capo-fazione, deve capire che questa è la vera Daphne, non quella che ha quasi ucciso l'altro giorno.





    Sono a terra, Efrem solleva l'arma, punta al mio addome, nel medesimo istante qualcosa si muove al nostro fianco, la chioma rossa di Keyra è inconfondibile, sta alzando un braccio, è alto vuole colpire Efrem a tradimento mentre è impegnato in una lotta leale.





    Rapidamente mi scindo ancora, nello stesso istante in cui l'arma di Efrem si infrange in terra, espandendo nell'aria un suono metallico. Il mio intento è quello ricompormi poco più in alto della spalla della ragazza, quella del braccio col quale ha intenzione di lanciare il proprio potere, l'ho vista più volte farlo, non è difficile intuire le sue intenzioni. Con il mio peso potrò deviare la traiettoria del vento, facendole puntare in terra, quindi senza che questo possa colpire Efrem, ma le spezzerò l'articolazione, lasciando che il braccio diventi inutilizzabile.



    Cascherò con tutto il mio peso sul punto prescelto. A prescindere da come andrà, mi allontanerò di qualche metro da lei ed avrò ancora la mia ascia tra le mani, le scintille saranno ormai riassorbite, ma potrò ancora colpire.
    Così come ho fatto col manichino in precedenza, scaglierò un colpo rapido, lanciando l'ascia al braccio sinistro di Efrem, voglio che si conficchi al suo interno in profondità. Oggi voglio spaccare qualsiasi cosa, devo sfogarmi, non devo pensare a nulla.

    Pandora - ascia in forma dormiente
    Teletrasporto
    • Esperta - nell'area di 5 metri

  4. #1204
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Keyra
    Isyl Tinnuviel


    Il mio braccio è ancora steso in direzione di Efrem, voglio veder eil suo corpo volare, riversare su di lui la rabbia che le sue parole nei miei riguradi hanno fomentato, sono stanca di fare la bambolina. è uno status che non mi si addice, non al mio carattere; è ora di fare sul serio.
    Improvvisamente il corpo di Daphne davanti ad Efrem un minuto prima c'è ed ora...non c'è. Sbatto le palpebre, per fortuna si è spostata dalla traiettoria del colpo e...dall'alto sopra di me vedo apparire un'ombra , un ombra che si proietta a terra, alzo lo sguardo, il primo istinto è quello proteggermi quindi conto di indietreggiare , ma è troppo agile perchè riesca a scansarmi in tempo ; la traiettoria del mio colpo viene deviata , cosìcchè il mio potere si infrange sul pavimento e non sul bel faccino di Efrem, in contemporanea due piedi scendono pesantemente sul mio braccio , è un'attimo, un dolore acuto mi prende all'altezza della spalla, un sonoro crack è quello che segue quel momento seguito subito dopo da un urlo.
    Daphne atterra con tutto il suo dolce peso sul mio braccio spezzandone l'osso. Finisco a terra in ginocchio, Daphne davanti a me.
    << La delicatezza non è il tuo forte vero bellezza?>> balbetto in sua direzione con voce sforzata e, il fiato corto per il suo colpo.
    Mille luci intanto iniziano a danzare dinanzi ai miei occhi,occhi che si assottigliano per il dolore la mia vista vacilla, la pressione scende rapidamente mentre un caldo inizia ad irradiarsi partendo dal braccio e, diffondendosi in tutto il corpo. Stringo i denti ma sento le guance in fiamme, il sangue pulsare così come il mio braccio.
    Porto la mano destra alla spalla sinistra per poter trattenere dentro il dolore illudendomi che così sia più sopportabile ma invano.
    Cerco di alzarmi cercando di ritrovare lucidità...dietro di me ho l'arco d'entrata, davanti a me Daphne e più in là Efrem.
    Il braccio sinistro è pressochè fuori uso ed inutilizzabile, se voglio fare qualcosa devo farlo con l'unico braccio che mi è rimasto.
    Evoco il mio Stiletto stringendo i denti mentre lacrimoni prendono forma agli angoli degli occhi, il dolore è lancinante ma in qualche modo sopportabile, ho già provato un dolore simile e sono andata in giro un giorno con il braccio ferito, posso farcela. Non mi perderò d'animo qualunque cosa succeda.
    Resto in piedi, Daphne è a terra a qualche metro da me, la sua ascia vola in direzione di Efrem, ignoro la conclusione del suo lancio, fisso la schiena della fanciulla , un bersaglio che devo colpire nonostante la distanza
    Carico il colpo mentre attivo il suo potere latente, bianche piume prendono a volteggiare veloci attorno all'affilata lama divenendo lame a loro volta, da dietro mi avvicino a lei pronta ad affondare il mio colpo nel centro esatto della sua schiena...
    <<Questo è per il braccio rotto mia cara...>> le dirò con un sorriso ironico per mascherare il dolore che mi ha causato se il colpo andrà a segno.
    Detto ciò se o meno il mio colpo andrà a buon fine, arretrerò cercando di mettere un pò di distanza tra me e lei, potrebbe reagire molto male al mio colpo qualora questo fosse andato in porto e, non devo dimenticarmi del mio braccio e, nemmeno di Efrem. Mi metto in posizione pronta a reagire e a scansare per quanto mi sia possibile ogni eventuale colpo che giungerà in mia direzione.
    In caso di attacco frontale cercherò riparo fuori dall'armeria facendomi da scudo con il muro, in alternativa userò il mio scudo di Eolo o mi butterò alla mia destra, il fianco sinistro in corrispondenza del braccio leso è quello più debole, sono già stata colpita e se venisse colpito nuovamente non sarebbe un grosso problema, devo cercare di tutelare il braccio sano.
    Senza l'unico braccio rimasto credo che mi sarà difficile combattere...



    Menelmir ---> Arma in forma attiva
    Ultima modifica di DELTAG; 15th September 2015 alle 19:01

  5. #1205
    sim dio L'avatar di XxRosy_99xX
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    ~ Oasis Landing ~
    Età
    24
    Messaggi
    3,296
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Lucynda Mellow





    I raggi della lumiera s’infrangono contro le palpebre tuttora socchiuse, non integralmente propense ad affrontare una nuova realtà che ben presto diverrà un lontano ricordo da custodire gelosamente. Di sottomano percepisco un qualcosa di metallico e, seguendone le forme col pollice, posso constatare che si tratta del mio amato serpendaglio. Apro di scatto gli occhi e lo fisso, inarcando un sopracciglio… non rammentavo di averlo tolto, in nessuna occasione della mia vita ha abbandonato il mio collo se non in circostanze necessarie, che diamine ci fa sotto questa matassa di coperte? Bah. Meglio sorvolare… a che serve porsi futili questioni, se il gioiello a te più caro non si è smarrito nel nulla?



    «Velocizzati, nipote! Una nuova alba è sorta a Dohaeris, i funesti suoli dell'Abgruntis stanno richiamando il cospetto dei guerrieri che si batteranno per contendersi la vittoria!»
    è la voce rimbombante del nonno che mi mette fretta, nei dintorni non scorgo alcuna ciocca nivea che lo denoti, credo mi stia rivolgendo la parola telepaticamente come l’altra volta in cucina. Indosso il gingillo di famiglia senza concedergli alcun segnale di risposta, potrei iniziare a sparare cazzate fuori luogo, questa è la chance più rilevante che io abbia mai avuto e non mi sembra il caso di sprecarla: onorare un territorio degno della razza seguace di Raiden con una nostra vittoria è il minimo che possa fare. Prima di consultare il comò mi accerto che la tenuta di allenamento sia linda e fresca, le macchie si son diluite nella vasca straripante di acqua tinteggiata pienamente in un cremisi sbiadito, molecola dopo molecola. Il tempo stringe così forte che è impossibile concedermi un lungo bagno ristorativo con tanto di sali minerali, perciò mi conviene proseguire con l’equipaggiamento. In primis infilo il capo superiore accostando al meglio i lembi pettorali del gilet nero, così come quelli degli avambracci ed i guanti bucati, seguiti a ruota dalle calze, gli stivali e la cintura che sostiene il capo inferiore. Tutto confortevole, non vi è alcuna ombra di un accessorio che non mi calzi a pennello. Direi che, in qualità di fazione, ho scelto bene. Senza rifletterci un secondo di più lego i capelli in uno chignon avvolgendolo col calamento del cappuccio e raggiungo le scale con Shayla spingendomi oltre l’ingresso del monastero, sorpassando le inferriate dalle fattezze gotiche che affacciano sul cimitero e avanzando presso l’imponente Glados che attende il nostro passaggio.





    Tendo il palmo destro all’epicentro diafano della barriera cristallina circolare, la quale sprigiona una fonte luminescente non appena focalizzo la parvenza locale della destinazione a noi segnata…

    Continua Qui.




    Ultima modifica di XxRosy_99xX; 28th September 2015 alle 15:37


  6. #1206
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Efrem Targaryus

    Mentre il mio colpo sta per colpire vedo un movimento al mio fianco, Keyra compare sulla porta alquanto stanca. Che c’è abbiamo disturbato il tuo pisolino? Vedo la ragazza sollevare un braccio nella chiara intenzione di utilizzare il suo elemento, l’ha fatto già con me nel monastero e non ci vuole di certo un genio per capire che anche questo colpo è indirizzato al sottoscritto. Un rumore metallico mi fa voltare di scatto e dove doveva essere il corpo di Daphne, trovo solo la mia falce conficcata di punta nel terreno. Sposto lo sguardo sull’altra e vedo la ragazza materializzarsi sopra Keyra e mentre le piomba addosso le rompe il braccio deviando così il suo colpo verso il terreno. Una folata di vento mi raggiunge il viso mandandomi i capelli indietro e… ah, mi ci voleva un po’ di refrigerio. In contemporanea Daphne lancia la sua ascia verso di me, se non fossi impossibilitato a terra potrei evitarla tranquillamente. Cerco di spostarmi alla mia destra sfruttando la mia velocità, seppur ridotta, e l’ascia mi passa accanto provocandomi solo un graffio più che superficiale. Strappo la manica dell’abito e me la lego stretto attorno al ginocchio mentre le due donne prendono ad azzuffarsi tra loro. Daphne sembra troppo agguerrita… è diversa dalla donna che ho affrontato qualche giorno fa. Forse tutta questa aggressività è data dalla morte di suo fratello, la capisco… purtroppo. Mi incupisco un po’ cercando di sollevarmi facendo leva sulla mia falce e mi appoggio con la schiena alla parete laterale, ha bisogno di sfogarsi prima di tornare a combattere con me. Attenderò qui l’esito della loro battaglia… chi vince, si becca il capo…

    Destroyer of Eden ---> Forma dormiente

  7. #1207
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon


    “La delicatezza non è il tuo forte vero bellezza” è la frase che mi rivolge Keyra dopo che le ho spezzato il braccio, perché ovviamente in un allenamento devo badare all’unghia che si spezza, devo essere una signorina a modo e delicata, me ne ricorderò la prossima volta che le spezzo un osso, magari le offrirò anche del tè e magari dei biscotti da degustare col braccio sano.



    Non replico, non m’interessa, sono qui per allenarmi non per fare conversazione o propinare frasi fighe al momento meno adatto, non è giornata e non ne ho ancora abbastanza, non me ne andrò da questa stanza fino a quando le gambe non inizieranno a cedere, striscerò via da sola, tirandomi con le braccia, distrutta e soddisfatta di me stessa.



    Lanciata l’ascia ad Efrem, che, come dovevo prevedere, non lo colpisce neanche in pieno, mi volto nuovamente verso Keyra, la quale mi rendo conto ha evocato la propria arma



    con cose strane che le svolazzano attorno. Piume? Stava puntando la mia schiena col braccio sano e siccome non le basta avere un arto rotto per desistere, si vede che le devo spaccare pure l’altro. Non riesco ancora a camminare bene, il colpo di Efrem alla gamba è stato devastante, ha una forza incredibile, la coscia pulsa e brucia.Resto ferma, individuando la traiettoria del fendente, mi sposto ruotando di qualche grado, in modo che mi passi avanti e vada a vuoto.“Questo è per il braccio rotto mia cara...” Aspetterò che il suo braccio sia arrivato a fine corsa, potrei non avere forza abbastanza per bloccarne il movimento, ma porterò velocemente la mano al suo polso, quello con il quale sta reggendo l’arma, mentre con la mia libera carico con forza un colpo di mano aperta al suo gomito, per spingere verso l’interno e spezzarle l’articolazione in quel punto. Sarò veloce, fulminea.





    Non sorriderò, non la provocherò, non propinerò frasi a caso, a che servirebbe? Voglio solo sentire il rumore di ossa che rimbomba per la stanza. Appena avrò colpito, che sia riuscita nel mio intento o meno, mi allontanerò ancora di qualche passo, rievocando Pandora.

  8. #1208
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Keyra
    Isyl Tinnuviel


    Il mio lancio va a vuoto, Daphne si sposta di lato nonostante la ferita infertale da Efrem, evitando il mio acuminato Stiletto. Sarebbe stato troppo bello prenderla in pieno…devo ancora perfezionare la mia tecnica di lancio e la mia velocità…prenderò atto di questo. Nel mentre vedo che dalla sua posizione allunga la sua mano, mano che cala con forza sul mio polso mentre concludo il movimento di rientro dal lancio. Sento le sue dita stringersi attorno al polso dell’unico braccio sano rimasto, mentre con un colpo piatto infertomi con l’altra sua mano libera, sento un ulteriore rumore di ossa rotte…stringo i denti mentre il gomito spezzandosi esce dalla sua sede causandomi un dolore lancinante, dolore che fatico a contenere , ma non un urlo uscirà dalle mie labbra a costo di piangere per il dolore e la privazione di entrambe le braccia…la vedo allontanarsi mentre nella sua mano riprende forma la sua fedele ascia. Mi verrebbe voglia di evocare il mio scudo, correre verso di lei ma con quell’arma che si ritrova in mano e senza poter utilizzare le braccia, avrei a disposizione solo le gambe, ma il punto resta, sarò forse più forte di lei ma lei è decisamente più agile, non otterrei nulla se non un ulteriore ferita in aggiunta ..se volesse potrebbe benissimo anche tranciarmi di netto la testa e quella mi serve attaccata, almeno per il momento….mi allontano da lei arretrando piano fino a trovare un appoggio che mi dia sostegno dando l’illusione della resa, ma nel mentre ignorando il dolore persistente mi concentro e cerco di individuare tra le pareti qualche animale amico….formiche rosse, di quelle belle grosse direi.


    - Ho bisogno del vostro sostegno, uscite dai vostri nidi tra le pareti , marciate veloci verso l’elfa dai capelli neri che mi sta davanti e mi sta minacciando con la su ascia , infastiditela ,pizzicatela con le vostre potenti mandibole, voglio vederla danzare scossa da solletichi pruriti e spasmi… -

    Fatto ciò mi appoggio completamente con la schiena al muro come se niente fosse, mi lascio scivolare lungo la parete e resto in silenzio a godermi la scena e, quello che verrà mentre mi lecco le ferite. Sono entrambi abili combattenti potrebbero sempre e comunque insegnarmi qualcosa, un qualcosa che potrebbe tornarmi utile in futuro ma al momento è meglio ch eme ne stia qui buon abuona in attesa di vedere chi vincerà lo scontro.
    Sarò controtendenza ma...io tifo Daphne nonostante tutto.


    Simbiosi - Gli elfi nascono dalla natura e con essa hanno forte affinità, sono in grado di comunicare con la flora e la fauna nel linguaggio antico della madre terra: i fiori, le rocce, le creature, ecc
    I maghi e gli stregoni sono loro stessi frutto della natura, la luce e l’ombra fanno parte del Tutto, quindi gli elfi sono in grado di connettersi anche alle loro menti, riescono dunque a percepire ed infondere, a loro volta, le proprie emozioni. Gli effetti sono diversi a seconda del grado:
    Esperto- Avverte le sensazioni ed emozioni altrui ed è in grado di manipolarle, infondendo le proprie. Quindi se l’elfo è in uno stato di calma e la persona con la quale si rapporta è colmo di ira, ritrovandosi sotto l’effetto della simbiosi, anch'egli si calmerà.
    Ultima modifica di DELTAG; 15th September 2015 alle 19:31

  9. #1209
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon

    Il suono dell'osso che si spezza è come musica, come ho fatto a non apprezzare prima di oggi una melodia del genere? Riesco a mettere anche l'altro braccio di Keyra fuori uso, ora è totalmente impossibilitata a reggere armi ed a usare quel suo fastidiosissimo vento.



    Molla l'osso, non risponde al mio colpo, semplicemente si allontana ed io decido di proseguire con Efrem, sono stanca, ma posso farcela, questo non è ancora nulla in confronto a quello che si deve affrontare in guerra. Cerco Efrem, è contro la parete appoggiato sulla sua falce, a quanto pare non gli è andata semplice come l'ultima volta.



    L'osservo, voglio che capisca che ora tocca nuovamente a lui, muovo un passo, la gamba fa ancora tremendamente male, ma va leggermente meglio di prima, il sangue ha ripreso a scorrere. un pizzicore alla coscia mi coglie alla sprovvista, seguito da un altro ed una altro ancora, fino a quando abbasso lo sguardo e noto decine e decine di formiche rosse risalire lungo il mio corpo, nell'atto di graffiare e pizzicare, sono tremendamente fastidiose.



    Scuoto gli arti ma non accennano a cadere, anzi... sembra che insistano, può essere solo l'effetto di qualche ordine e non credo proprio che Efrem si abbassi a questi trucchetti. Non guardo neanche Keyra, avanzo dritta verso Efrem, noncurante degl'insetti che continuano il loro operato, protendo la mano ed evoco Pandora, corro per quel che posso verso Efrem. Arrivata alla distanza di quattro metri circa, mi smaterializzerò, con l'intento di ricompormi frontalmente a lui con una distanza di poco più di un metro, probabilmente si aspetta che io gli piombi addosso dall'alto. Teletrasportandomi le formiche non avranno più un corpo sul quale aggrapparsi e mi libererò anche di loro. Prontamente calcerò la base della falce per far perdere equilibrio al ragazzo, dopodichè scaglierò un fendente alla sua spalla destra, voglio provocargli una profonda ferita, non ho intenzione di fargli volare via altri arti dopo la gamba.





    Teletrasporto - nell'area di 5 metri
    Pandora - arma in forma dormiente

  10. #1210
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    A causa dei colpi subiti Isyl sottrae 40 punti costituzione, Daphne sottrae 5 punti costituzione e Efrem sottrae 5 punti costituzione

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Quest Reali
    Di mary24781 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3384
    Ultimo Messaggio: 24th June 2016, 19:43
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 172
    Ultimo Messaggio: 10th June 2016, 17:11
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  5. [Deus ex Machina GDR] Esempio Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 20th September 2014, 18:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •