Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 133 di 221 PrimaPrima ... 3383123131132133134135143183 ... UltimaUltima
Risultati da 1,321 a 1,330 di 2208
  1. #1321
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli


    Alla mia frase non ottengo alcuna risposta, ma la persona che sta portando il sacco mi supera di poschi passi, e sento distintamente un materasso vicino al mio piegarsi sotto il suo peso, con altri rumori provenienti chiaramente dal mio sacco.
    Lo apre curiosando al suo interno, se tocca la mia statuetta la strangolo all'istante, non ho problemi a sapere dove si trovano tutti loro. Sto cercando di portare pazienza perchè fondamentalmente capisco le loro motivazioni, ma quel sacco è pur sempre mio.
    «Andreus dovrebbe sopraggiungere a momenti...» mi dice Lucynda alle spalle: è lei che sta frugrando tra le mie cose, quindi.
    Qualcuno è entrato in stanza, ma i passi non sono quelli di Efrem, conosco la sua andatura e non è questa, anzi...mi pare la stessa del tipo di sopra! Si? No?
    <Tiè>> dice vicino a Lucynda, dopodichè si sposta dalla parte opposta della stanza.
    Si, era lui.
    Seguo i suoi movimenti sonori col capo, senza mascherare troppo quello che sto facendo, chiunque nelle mie condizioni cercherebbe di capire le posizioni altrui.
    <<Mi è parso di capire che non è la prima visita inaspettata che vi siete trovati all'improvviso. Efrem non ha l' abitudine di tenervi informati?>> dico sollevando le spracciglia, gesto che mi procura una fitta dolorosa improvvisa. Maledizione, tra poco mi gratto fino a scarnificarmi da sola!
    La mia testa è rivolta verso il ragazzo, ma la domanda è fatta comunque ai presenti.
    <<Voi al suo posto avreste avvisato tutti?>> domando seria, tornando a volgere il capo frontalmente.


  2. #1322
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Andreus De Lagun

    Mi stacco appena dalle labbra di Efrem guardandolo in volto per un attimo, il ragazzo mi sorride tirandomi nuovamente a se e sollevandomi mentre mi spinge con la schiena sul letto.


    Mugugno appena lanciando via il cuscino che è finito tra il mio e il suo petto… da fastidio, mi stringo a lui sentendo per un attimo il suo battito accelerare di colpo e sorrido mordendogli appena un labbro mentre lui tira appena sogghignando. Sento dei passi ma non ci bado molto… «Andreus sai dov’è Efr -………………………… - em»



    sobbalzo spaventato e mi tiro su trascinando di peso Efrem con me «MARKUS?!» urlo in preda al panico osservandolo in volto e avvampando di colpo. Vorrei sotterrarmi.


    Il ragazzo distoglie lo sguardo per posarlo da qualche parte nella stanza… tranne che su di noi, prima di aggiungere, un po’ a fatica «quando avete finito di limonare ci sarebbe da sistemare un piccolo problemino fuori: c’è una tizia, di manco trent’anni ed abbastanza cessa, che dice di essere Deirdre dell’Ovest! Ma fate pure con calma, nessuna fretta ovviamente, eh...» finito di parlare, il ragazzo esce dalla stanza chiudendo velocemente la porta e lasciandoci così. OH DEI. Guardo il viso di Efrem segnato da un’espressione contrariata mentre solleva un labbro e fissa la porta... sono sicuro che se dovesse rientrare, non ci penserà due volte a spappolarlo con le radici. «Dobbiamo sbrigarci.» dice serio alzandosi e rivestendosi. Raccolgo i miei abiti da terra e mi rivesto anche io. Sapevo che quella vecchia strega sarebbe arrivata prima o poi, Efrem me l’ha detto il giorno in cui mi ha donato la collana, ma non sapevo che sarebbe arrivata oggi. «Questa l’aggiungo alle altre cose che non so, vero?»


    dico senza espressione rimettendomi gli stivali. Devo calmarmi. «Scusami, mi ha chiesto di non dirlo a nessuno.» dice aprendomi la porta, lo supero «in pratica non ti fidi nemmeno di me più?» cammino senza aspettare una risposta e avanzo verso le scale ma Efrem mi ferma afferrandomi per le spalle «non mettermi in bocca parole che non sono mie. Dopo questo casino ti dirò tutto… davvero.» respiro ricordandomi le parole di Markus prima, nel monastero… non mi serve a nulla attaccarlo. Peggiorerei solo la situazione e non ne ho alcuna intenzione. Respiro profondamente e distendo il volto, guardandolo serio «d’accordo… risolviamo prima questa situazione.»


    se la donna che è arrivata dice di essere Deirdre, allora ci deve delle spiegazioni… soprattutto come ha fatto a tornare giovane visto che Markus ha detto che ha poco meno di trent’anni, spero per lei che la scusa sia abbastanza plausibile…

  3. #1323
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Efrem Targaryus

    Mi sento un imbecille e Andreus ha ragione. Non avrei dovuto nascondergli nulla. Avanziamo in silenzio per le scale raggiungendo i piani superiori quando d’un tratto un vociare intenso proviene dall’infermeria, faccio cenno ad Andreus e in fretta ci avviamo da quella parte. «Dov’è?» dico spalancando la porta d’entrata e osservando i presenti, a parte i soliti, l’unico volto nuovo è quello di una donna anche piuttosto brutta, osservo le bende sui suoi occhi cercando di paragonare quei lineamenti al volto della vecchia babbiona. Vado verso Lucynda che sta nel frattempo rovistando in un sacco dal quale spuntano alcuni manifesti e cerco di strapparle di mano l’anatema di Deirdre. È impossibile che sia lui eppure… l’ho visto così tante volte in vita mia che non posso mentire a me stesso. E se… se quella robaccia avesse funzionato davvero? Mi avvicino alla donna provando ad afferrarla per i capelli mentre cerco di voltare il suo viso verso di me. «Ho la memoria corta Deirdre… dimmi, in cosa ti ho aiutato qualche notte fa?» mi basta solo una frase per farle avere salva la vita. Se non avrò risposta, non ci penserò due volte a farla fuori…

  4. #1324
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli


    Stringo con le mani il bordo del letto, torturandomi le labbra internamente con i denti.
    Sono qui per dimostrare la mia identità, ma la verità è che nemmeno io ne sono convinta...quale strega dell'ovest? Quella che praticamente non ha potuto fare nulla per tutta la battaglia? Quella che credeva d'aver soggiogato l'Anatema, quando è ancora qui tenendosi bello stretto i MIEI poteri?
    Non c'è traccia di lei in questa stanza, ma solo un'ombra sbiandita.
    Espiro tra i denti, soffiando silenziosamente con rabbia repressa, al pensiero dell'Abgruntis: la mia casa. Era il posto dove potevo tornare sempre, la culla che mi ha visto crescere ponendo le mie radici nell'inferno piu nero...non era questo che volevo, non era questo che dovevo tornare ad essere.
    Eppure la rabbia mi mantiene a galla, la mia natura malevola urla la sua vendetta, la mia bocca chiede d'assaggiare ancora sangue nemico. Capirò cosa è successo, cosa è andato storto, e vi porrò rimedio. Rimandare la mia vittoria sulla casata regnante la renderà solo piu violenta. Non è finita qui, anzi....è appena iniziata.
    Dei rumori di passi concitati (sono...tre? No, due, sono due persone), una porta che si apre con violenza, uno di loro si ferma all'ingresso, l'altro....è Efrem. Riconosco la camminata ora che è isolata, ma è forte anche il contatto elementale della terra. A dire il vero lo sento provenire da entrambi, quindi so chi è entrato con lui...Andreus De Lagun.
    «Dov’è?»
    Faccio per parlare aprendo la bocca mentre alzo un indice per attirare meglio la sua attenzione, ma rimango bloccata comicamente in quella posizione quando mi accorgo che il ragazzo mi supera per andare da Lucynda, alle mie spalle.
    Qualsiasi cosa abbia visto deve avergli messo almeno la pulce nell'orecchio, perchè dice l'unica cosa che sappiamo solo io e lui, afferrandomi i capelli per la nuca e tirandomi la testa all'indietro:
    «Ho la memoria corta Deirdre… dimmi, in cosa ti ho aiutato qualche notte fa?» mi dice sibilando....oh, so che hai la tua solita beffarda espressione, ci scommetto quanto i miei denti che ritroveranno il lerciume di prima!
    Immagino che i nostri visi siano frontali, lo avrà fatto per osservarmi meglio i lineamenti, quindi dimmi, lo riconosci il ghigno che sto facendo ora?
    <<A realizzare il piu grande sogno di qualsiasi allievo della Strega dell'Ovest, che altro? Al terzo tentativo ci sei anche riuscito.>> dico facendo morire lentamente l'espressione precedente che portavo in viso, divenendo sempre piu seria e cupa.
    Che lasci la presa o meno, continuerò comunque a parlare:
    <<Non tutto è andato come avevamo previsto, e...l'Abgruntis è perso. Sono davvero dispiaciuta.>> dico piu a me stessa, che a lui o chiunque altro.
    <<Voglio tutti i ribelli riuniti, sento che ne mancano ancora alcuni, siete pochi in questa stanza. Questa riunione sarà...lunga.>> dico stringendo i pugni.
    <<Andreus.>> lo chiamo un secondo prima di tentare di voltarmi verso dove ho sentito fermarsi i suoi passi: mi sciolgo la benda legata sul capo, scoprendo i due fori neri provocati da Ryuk.
    <<Questo è un lavoro per te.>>


  5. #1325
    sim dio L'avatar di XxRosy_99xX
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    ~ Oasis Landing ~
    Età
    24
    Messaggi
    3,296
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Lucynda Mellow

    Perdo il filo dell’immaginazione non appena la voce di Markus mi permette di ripristinare l’attenzione al tutto. Che vuole? Mi porge una dose dell’antidoto di Sephyra accanto alla mia mano che preme sul materasso senza troppi complimenti per poi voltarmi le spalle e barricandosi presso una delle tanti pareti della sala. «Grazie... caro.» replico a mia volta sorridendo in sua direzione - Nonno, ti stai scialando di brutto eh? - nel mentre Targaryus sopraggiunge in infermeria seguito a ruota dal braccio destro… mò so’ cazzi. Sollevo un labbro contrariata dalle improvvise e avventate gesta del ragazzo eterocromatico che tenta di strattonarmi l’Anatema, ma poi lo lascio fare. In fin dei conti ho desiderato perdere tempo solo finché non scorgevo una fottuta dose di pozione. Poc'anzi ci furono poste alcune domande da parte dell’attempat… la ragazza. E’ giovane. Gio-va-ne, me lo devo ripetere come un mantra. Faccio per parlare ma il medesimo ragazzo interviene prontamente, afferrando per i capelli la Strega e cercando di smascherare l’ignota situazione avvenuta giorni fa. Mi godo appieno la scena ascoltando attentamente tutto, prodigandomi al contempo nell’applicare l’intruglio rigenerativo sull’intera zona del ginocchio in fin di vita…
    Ultima modifica di XxRosy_99xX; 2nd October 2015 alle 21:59


  6. #1326
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Keyra
    Isyl Tinnuviel



    Stringo a me il mio pugnale specchiandomi per un attimo nella sua fredda superficie cercando un po’ di conforto , una compagnia alla malinconia del momento, alla tristezza che discesa nel mio animo fatica a ridarmi luce, non so nemmeno io il perché di questa reazione ad un qualcosa che nemmeno so come è stato scatenato, potrei avere una mezza idea ma non posso giudicare senza sapere. Sta di fatto che, qualunque cosa mi sia accaduta, mi ha mostrato chiaramente quelle che sono le mie più grandi paure, il fallimento personale e la sconfitta su tutti i fronti di questa guerra. Respiro profondamente mentre cerco di liberare la mente e non pensare almeno per qualche secondo, ho solo voglia di quiete.
    Sono ancora qui seduta con la schiena poggiata a questa pietra centenaria quando scorgo dietro gli occhi chiusi, la presenza di una luce che squarcia le tenebre, riapro piano gli occhi incuriosita da questa luce, è la luce azzurra del Glados che giunge a rischiarare una parte della zona antistante e da esso escono due figure, le riconosco, sono Lucynda e Shayla! Sono tornate e sembrano stare bene! Grazie Siamesi per avercele riportate!
    Appena giunte iniziano a battibeccare per qualcosa, non capisco bene di cosa stiano parlando, decido quindi di avvicinarmi.
    Mi rialzo dalla mia posizione piuttosto infreddolita e tremante cercando di distrarmi dalle mie malinconie e , raggiungo l’angolo in cui si congiungono i due archi d’entrata al monastero quasi in linea d’aria dinanzi al Glados , assicuro il mio pugnale alla cintura dei pantaloni prima di poggiare la mano destra sul freddo muro di mattoni. Poco dopo ecco che dal Glados si materializza un’altra luce e ne esce una donna a giudicare dai lunghi capelli e dalle forme, seppur l’azzurro del Glados non illumini propriamente bene la sua figura, l'unica cosa degna di nota è che la donna indossa una benda all'altezza degli occhi. La benda sembra sporca di qualcosa, fors esangue, che sia ferita?
    Cerco di capire se o meno sia qualcuno di conosciuto ma non mi pare di riconoscer ein lei un volto famigliare, non sembra voler colpire ne Lucynda ne Shayla… Chi è? Un’amica della moglie di Raiden? ( Lysa)
    Mi irrigidisco però nell’istante in cui sento la sua voce palesare la sua identità dicendo di essere la Strega dell’Ovest…si certo e io sono la Regina Lumen con una parrucca…andiamo su….Deirdre è una vecchia ciabatta anche se molto saggia e al collo porta un Anatema per la quale le è proibito muoversi oltre certi limiti, questa qui invece sembra poco più che una ragazzina….la tizia continua dicendo di avere con se nella sua saccoccia un po’ di cose. Markus intanto uscito dal monastero decide saggiamente di andare a chiamare Efrem, Daphne invece invoca la sua arma e si para alle spalle della donna che nel frattempo è giunta poco distante dall’entrata segreta del nostro rifugio. Tra le due vi è uno scambio di battute e Daphne si presenta anche, mentre la ragazza inizia a parlare del contenuto del suo bagaglio
    <<……C'è inoltre il mio Anatema li dentro, non ne esistono altri al mondo uguali, che vi confermerebbe chi sono. Ho molte cose da dirvi, molti perché a cui dare risposta, ma converrete con me che farlo in questo modo, in assenza del resto della fazione è inutile....qui siamo solo....quattro, vero? O cinque?>>
    Anatema? La strega dell’Ovest ne indossa uno. Lo so per certo. Solo coincidenza?
    Il mio respiro si fa accelerato e la ragazza sembra accorgersene, ma io evito di parlare e muovo sicura i miei passi.
    Intanto Lucynda recupera le cose della giovane mentre Daphne si offre come sostegno alla sua cecità. Resto in silenzio e seguo il gruppo a poca distanza chiudendo la fila , non mi fido di questa nuova ragazza, non so se ciò che dice sia vero oppure no, ma non può essere lei, Deirdre avrà almeno 300 anni e poi…poi…

    Improvvisamente mi torna in mente un ritratto che mia madre mi mostrò su un libro piuttosto antico quando ancora avevo poco più dei sei anni:
    Il volto rugoso e ceruleo di una donna dagli occhi bicolore, occhi come quelli di Efrem a dire il vero ora che ci penso…calva, avvolta in un grezzo saio con il cappuccio e, quell’Anatema che la imprigionava, ecco chi era per me Deirdre dell’Ovest.

    Raggiungo l’infermeria entrando per ultima mentre gli altri sono quasi tutti li,li saluto con un cenno del capo anche se sul mio viso sono ancora ben visibili i segni del pianto. Mi strofino leggermente gli occhi, un leggero bruciore mi coglie ma non è nulla di che, solo un po’ di polvere nel condotto lacrimale, mi appoggio quindi con la schiena e le braccia incrociate sul petto al vicino muro, a sinistra della porta d’ingresso e il mio sguardo si posa sulla nuova arrivata la fantomatica Strega dell’Ovest.
    <<<Mi è parso di capire che non è la prima visita inaspettata che vi siete trovati all'improvviso. Efrem non ha l' abitudine di tenervi informati?....Voi al suo posto avreste avvisato tutti?>>
    La sua voce è squillante , è sicura di se, sembra più grande della sua età questo gli e lo riconosco.
    Appena termina di parlare, ecco giungere in fretta e furia Efrem che , con le sue solite maniere da gentil…muflone, si avventa sulla ragazza :
    «Ho la memoria corta Deirdre… dimmi, in cosa ti ho aiutato qualche notte fa?»

    Una domanda la sua, che solleva molti interrogativi nella mia testa, lui che ha aiutato lei in qualcosa?
    Se è davvero Deirdre, vuol dire che è ringiovanita e anche parecchio….ma non sono convinta della sua identità.
    Efrem ha fatto la sua domanda, io farò la mia, almeno così saprò se è davvero Lei….
    <<La vera Deirdre dell'Ovest aveva un giro d'affari molto largo, soprattutto in materia d'erboristeria. Chi è che ti chiedeva sempre la comune erba di Cardamomo in grosse quantità? Dimmi il suo nome, se sei veramente lei.>>
    L'erba di cardamomo era una spezia presente in natura che nessuno usava a scopo medicinale terapeutico, perchè giudicata inutile e scialba e quindi era tendenzialmente sdoganata da tutti. Mia madre però , appassionata di erboristeria, aveva scoperto per puro caso delle proprietà benefiche in questo tipo di spezia e, aveva deciso di approfondirne lo studio ottenendo anche buoni risultati. Per farlo però, aveva bisogno di fare frequentemente ricerche ed esperimenti su grossi quantitativi e l'unica persona che poteva avere questo tipo di erba senza troppi problemi o sprechi e in ingenti quantità , era proprio la Strega dell'Ovest. E' da lei che mia madre apprese molte cose in fatto di erboristeria. Se è davvero Lei , deve pur ricordarsi il nome di mia madre...Lady Rinie Forodhiriel...non dava mai il nome da sposata, si limitava a presentarsi con il suo vero nome.

    Menelmir ---> Arma in forma dormiente appesa alla cintola.
    - foto quanto prima-

    La domanda posta a Deirdre è posta con il consenso di Maru.

    Ultima modifica di DELTAG; 2nd October 2015 alle 22:18

  7. #1327
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon

    La donna si accomoda sul letto e, dal suo modo di incedere, è chiaro che conosca l'ambiente. Ha una brutta ferita agli occhi a giudicare dallo schifo che le bagna la benda e che le cola in faccia, un misto tra sangue e liquidi vari, probabilmente sta facendo infezione, bisogna intervenire alla svelta. Non ho neanche risposto alla sua domanda di prima, troppo presa dal caos, ormai dovrei essermici abituata, ma ogni volta sempre peggio di prima.<<Mi è parso di capire che non è la prima visita inaspettata che vi siete trovati all'improvviso. Efrem non ha l' abitudine di tenervi informati?>>



    Eh no che non lo è, qua sembra una locanda alla portata di tutti, entrano, mangiano, escono a fatti loro, ma meglio che eviti di specificarlo <<Voi al suo posto avreste avvisato tutti?>>



    "Avr..." «Dov’è?»



    Merda! Efrem entra nella stanza. annunciandosi con i suoi modi affabili e delicati, gli stessi che usa sulla donna, tirandole i capelli con una minaccia non tanto velata«Ho la memoria corta Deirdre… dimmi, in cosa ti ho aiutato qualche notte fa?»
    Qualche notte fa? Ma quante cose fa di notte questo? Sempre una meno pericolosa dell'altra poi<<A realizzare il piu grande sogno di qualsiasi allievo della Strega dell'Ovest, che altro? Al terzo tentativo ci sei anche riuscito.>>



    Risponde la donna, il suo tono è serio, non lascia spazio ad interpretazione, è proprio Deirdre dell'Ovest, solo l'ennesima conferma almeno, tra l'altro non vedo perché mai dovrebbe fingersi lei in caso contrario, lo avevo già dato per certo alla vista dell'anatema <<Non tutto è andato come avevamo previsto, e...l'Abgruntis è perso. Sono davvero dispiaciuta.>> Resto in silenzio ad ascoltare Deirdre parlare, mi da un certo senso di soggezione, la ricordo al castello col suo passo lento e la sua lancia usata come bastone, alcuni la prendevano in giro per il suo aspetto e l'odore che emanava, ma non ci ho mai trovato nulla di divertente, mi sono sempre guardata bene dall'avvicinarmi a lei, una strega di quella portata, anche se privata dei propri poteri, non è per niente da prendere sotto gamba, esattamente come ha dimostrato ora.<<Voglio tutti i ribelli riuniti, sento che ne mancano ancora alcuni, siete pochi in questa stanza. Questa riunione sarà...lunga.>> Purtroppo questo voglio mi suona male, mi sa tanto di ordine ed io in questa stanza do retta ad un'unica persona<<Andreus. Questo è un lavoro per te.>> Scioglie la benda e ci mostra il viso deturpato, i due occhi sono ridotti ad una sorta di melma spiattellata all'interno delle orbite, una gelatina che mescola il bianco al rosso del sangue, trattengo a stento uno stizzo di vomito. <<La vera Deirdre dell'Ovest aveva un giro d'affari molto largo, soprattutto in materia d'erboristeria. Chi è che ti chiedeva sempre l'erba di Cardamomo in grosse quantità? Dimmi il suo nome, se sei veramente lei.> Mi volto stizzita verso Keyra, ancora a questo stiamo? Efrem ci ha appena dato la conferma che è lei. Decido di prendere la parola con un colpo di tosse. "Appare ormai chiaro che tu sia Deirdre Dell'Ovest e che hai una alleanza con il nostro capo. Sono certa che saprai fornirci informazioni di vitale importanza, ma come membro di questa fazione della quale fai parte, perché mi fido di Efrem nel non averti trucidata all'istante, mi preme dirti che qui non dai ordini. Si terrà una riunione, quando Efrem lo riterrà opportuno, inoltre immagino che tu voglia guardarci in faccia uno ad uno mentre parli. Per rispondere alla tua domanda di prima: Sì, ci sono stati altri arrivi inaspettati e sì, avrei informato i miei sottoposti dell'arrivo di un nuovo alleato, ma senza troppe specifiche per precauzione" Osservo Efrem per un attimo, per poi tornare alla strega.

  8. #1328
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli


    Non appena rivolgo la mia frase ad Andreus, qualcun'altro s'intromette nella discussione:
    <<La vera Deirdre dell'Ovest aveva un giro d'affari molto largo, soprattutto in materia d'erboristeria. Chi è che ti chiedeva sempre l'erba di Cardamomo in grosse quantità? Dimmi il suo nome, se sei veramente lei.>>
    L'erba di Cardamomo? Ma che va blaterando? Quell'erba è....aspetta. Ho capito che vuole sentire.
    Faccio per rispondere, ma qualcun'altro mi anticipa, attirando la mia attenzione con un colpo di tosse:
    "Appare ormai chiaro che tu sia Deirdre Dell'Ovest e che hai una alleanza con il nostro capo. Sono certa che saprai fornirci informazioni di vitale importanza, ma come membro di questa fazione della quale fai parte, perché mi fido di Efrem nel non averti trucidata all'istante..." all'istante, addirittura, penso ironicamente.
    "...mi preme dirti che qui non dai ordini. Si terrà una riunione, quando Efrem lo riterrà opportuno, inoltre immagino che tu voglia guardarci in faccia uno ad uno mentre parli."
    Uno sfruffo basso e divertito mi coglie alla sprovvista: per Raiden, e quando mai Efrem ha eseguito un mio ordine, con quella capoccia dura che si ritrova! Volgo il capo dalla sua parte, per mostrarle l'angolo piegato delle mie labbra: mi piaci, ragazza. Sei proprio un'adorabile rompiballe.
    "Per rispondere alla tua domanda di prima: Sì, ci sono stati altri arrivi inaspettati e sì, avrei informato i miei sottoposti dell'arrivo di un nuovo alleato, ma senza troppe specifiche per precauzione"
    Tento di dare una piccola pacca col dorso della mano sullo stomaco di Efrem:
    <<Hey, Daphne ha proprio ragione! Una volta partite le ragazze potevi pure avvisarli del mio arrivo, il rischio di una fuga d'informazioni ormai era sventato!>> dico ostentando un divertimento che al momento è quasi morto dentro di me. Poi voglio sapere chi sono questi "arrivi inaspettati"!
    <<Ci credo poi che pensano io ti dia ordini! Ah! Credimi Daphne, il giorno che Efrem farà qualcosa che gli "ordino", vedrete Lantis Raeghar cavalcare un unicorno rosa!>>
    Cerco di voltarmi verso la direzione dalla quale proveniva la sua voce: mi sento stanca, ma cerco di non darlo troppo a vedere. La verità è che le gambe quasi non mi reggono piu in piedi, e le braccia sono deoli e fiacche, come la schiena a pezzi. Riesco solo a pensare che mentre parlo i reietti e l'indegno Gran Mestro delle Fate stanno brindando sotto al nostro altare sacro!
    <<Piu che ordini, ho badato alla necissità...>> enuncio seria: <<...immagino sia interesse di tutta la Fazione sapere che diavolo ci faccio qui e cosa è successo, di certo avete molte domande da farmi, e farlo qui in infermeria con la metà di voi lo vedo improduttivo, ecco perchè ho detto che si, voglio una riunione, senza pretendere ne il quando ne il dove. E parlando di questo astratto concetto di "fazione unita"...>> dico volgendomi verso la donna che prima mi ha chiesto dell'erba di Cardamomo:
    <<...ha diritto come gli altri a togliersi la sua curiosità. Credo tu mi stia parlando di Lady Rinie Forodhiriel, un'elfa che acquistava erbe da me, si, l'unica che mi chiedeva con insistenza quell'erbetta inutile!>> dico alzando le spalle. Ah-ah, certo, ci tengo profondamente al suo diritto di parola, ma c'è un piccolo particolare che mi ha dato motivo di disturbarmi nella risposta, oltra alla necessità di mostrarmi collaborativa per poter essere lasciata in pace.
    <<....il cui marito aveva rapporti di natura commerciale con i Leithien.>> sibilo sempre cupa, arricciando il naso. Chi è questa donna?
    Se si trattasse di Rinie l'avrei riconosciuta, ma ops, è morta e lo so per certo!
    <<Se qualcuno ha altri dubbi....>> alzo la mani, come ad indicare che sono li e non mi muovo. Ho bisogno di togliermi da questa situazione il prima possibile, e questo è il modo piu veloce.


  9. #1329
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Markus Obelyn

    La brocca di Vin Brulè ancora posata sul mobile per qualche interminabile istante è l’unica cosa che vedo.



    Pensavo di esserci riuscito, che dopo un paio di crisi questi “attacchi” sarebbero finiti ed invece… Peggiorano. Però un <<dov’è?>>,



    detto da Efrem mi fa tornare alla realtà ed in silenzio osservo il suo viso mentre aggiunge, <<Ho la memoria corta Deirdre… dimmi, in cosa ti ho aiutato qualche notte fa?>>, strattonando la donna dai capelli.



    Aiutato qualche notte fa…



    Bene. E’ evidente ormai che quella sia Deirdre, l’amuleto che vedo spuntare dalla mano di Efrem ne è la prova visiva, e che abbiano un patto ma… Da quanto avanti? Perché ci ha tenuto all’oscuro di un’informazione tanto importante? Potevamo vincere all’Abgruntis invece abbiamo perso ed i Reietti sono in vantaggio con tanto di Adamantem. Inoltre il fatto che sia la Strega dell’Ovest non mi conforta affatto. Senza quell’affare al collo è libera, per quel che ne so, potrebbe perfino farci un bel “ciao-ciao” con la manina dopo essersi fatta curare e mettercelo in quel posto senza troppi complimenti. E’ una mina vagante. La donna parla, dà addirittura un ordine, ma per sua fortuna è solo Daphne a riprenderla o conoscendo Efrem non avrebbe indugiato a farle saltare la testa con un colpo di falce. Parole intelligenti escono dalla bocca di Daphne e soprattutto un pensiero che condivido, <<Sì, ci sono stati altri arrivi inaspettati e sì, avrei informato i miei sottoposti dell'arrivo di un nuovo alleato, ma senza troppe specifiche per precauzione>>.



    Già ma purtroppo Efrem ha ben altre abitudini… Anche se ora si sta controllando visto che non vedo né la falce né le radici. Sbuffo innervosito quando la donna riprende a fare discorsi senza né capo né coda, capendo che la conversazione andrà ancora per le lunghe, e poggiando un piede sul letto in cui c’è Lucynda con il sacco mi affaccio per rovistare tra i fogli in cui scopro esserci dei disegni con tanto di taglia. Cazzo… Menomale che i Reali al Sinelux non mi hanno visto in volto! Afferro poi il libro di cui stava parlando Deirdre e giusto per perdere tempo comincio a sfogliarlo, guardando le immagini una ad una, fermandomi giusto per un attimo sul ritratto di un tizio con un mento che pare grande quanto una montagna (nda, Vicent), <<ammazza che cesso>>, a questo non darei una botta manco a pagarlo. 'Nsia mai.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 23rd November 2015 alle 14:08



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  10. #1330
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon

    <<Hey, Daphne ha proprio ragione! Una volta partite le ragazze potevi pure avvisarli del mio arrivo, il rischio di una fuga d'informazioni ormai era sventato! Ci credo poi che pensano io ti dia ordini! Ah! Credimi Daphne, il giorno che Efrem farà qualcosa che gli "ordino", vedrete Lantis Raeghar cavalcare un unicorno rosa!>>



    Sta facendo sarcasmo? Non ho idea del perché Efrem abbia ritenuto necessario non avvisarci, avrà avuto i suoi buoni motivi, che comunque non condivido a pieno, ma li accetto e mi guardo bene dal dirglielo, già la frase di prima è bastata per esprimere un mio parere al riguardo.<<Piu che ordini, ho badato alla necissità...immagino sia interesse di tutta la Fazione sapere che diavolo ci faccio qui e cosa è successo, di certo avete molte domande da farmi, e farlo qui in infermeria con la metà di voi lo vedo improduttivo, ecco perchè ho detto che si, voglio una riunione, senza pretendere ne il quando ne il dove. E parlando di questo astratto concetto di "fazione unita" ha diritto come gli altri a togliersi la sua curiosità. >>



    Non voglio negare che abbia ragione, almeno in parte, sarebbe decisamente più comodo indire una riunione subito e qui, visto che siamo quasi tutti presenti, ma la strega ha modi di fare che mi mettono in allerta e purtroppo non sono una che bada molto al proprio di autocontrollo, spero solo che non porti rogne come la donna in maschera, l'idea che stia ancora gironzolando per le stanze mi infastidisce non poco, ho dimenticato anche di chiudere la mia a chiave. Si rivolge a Keyra, parlando di una lady e di qualcosa che non colgo e neanche ho interesse nel capire <<Se qualcuno ha altri dubbi....>> "Per ora no"



    attenderò la riunione. Decido di sedermi sul di letto, sono stanca e sporca, questa giornata non finirà mai, porto la mano destra al collo, inizia a farmi male, devo asciugarmi i capelli prima che mi venga un malanno, el frattempo cerco Markus con lo sguardo, non mi piace che stia nei pressi di quella donna




 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Quest Reali
    Di mary24781 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3384
    Ultimo Messaggio: 24th June 2016, 19:43
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 172
    Ultimo Messaggio: 10th June 2016, 17:11
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  5. [Deus ex Machina GDR] Esempio Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 20th September 2014, 18:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •