Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 136 di 221 PrimaPrima ... 3686126134135136137138146186 ... UltimaUltima
Risultati da 1,351 a 1,360 di 2208
  1. #1351
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli


    La situazione mi appare chiara, cristallina devo dire...non mi aspettavo minimamente che sarei stata accolta tra feste e balli, con tanto di striscione, ma credo fosse *razionalmente chiaro che, a differenza loro, io almeno ho concluso qualcosa e forse dovrebbero un attimo scendere dal piedistallo.
    Rido sinceramente divertita da quelle che dovrebbero risultare offese da parte di Daphne, ma essere fraintesi è la storia della mia vita, no?
    <<Immaginavo fosse un discorso troppo complicato, infatti a fare la spia c'ero io e non tu. Non ho semplicemente preso legnate, ho diretto a loro insaputa tre persone, un'intera battaglia, e accettato di farmi battere per spirito di sacrificio...tu cosa sai di sacrificio? Io almeno una vittoria l'ho portata...tu no. Credi che non mi rodesse quando i reali brindavano alle Nostre sconfitte? Quando dovevo fingere costamente per avere le informazioni che servivano a voi...e ora le avete.>> dico alzando la mano con la lista totalmente aggiornata: apro il palmo, lasciando cascare i fogli a terra.
    Se hanno la tipa dei reietti per le informazioni, bene, non dovrò fare altre lezioncine per questi incapaci!
    <<Volevo semplicemente farvi capire il clima che c'è alla Torre, e quanto i reali in realtà sottovalutino i ribelli, cosa fruttabile a mio dire. L'ingratitudine è una brutta bestia, Daphne, tu stai chiaramente cercando di farmi incazzare, ma non sei nei miei interessi.>>
    Sto per rispondere all'affermazione sull'Anatema, quando la ragazza che prima mi chiedeva dei mie vecchi affari commerciali mi fa una domanda piu diretta:
    << Deirdre dell'Ovest... nonostante ci avete dato importantissime notizie sulle schiere reali, possiamo realmente fidarci di Voi? >>
    Aggrotto le sopracciglia, mentre le labbra si piegano in quello che dovrebbe essere un sorriso.
    <<Sei stata poco attenta, tipa di cui non conosco il nome.>> dico avviandomi al mio sacco: raccolgo l'anatema e lo ributto al suo interno, rilegando poi la chiusura del sacco e ponendomelo in spalla.
    <<Come ha fatto notare Daphne, io sono uno spirito libero, e ferma in un posto non ci sto mai. Posso far parte di questa fazione, ma non ho mai mai detto che sarei rimasta qui sotto con voi a fare la muffa. Mi rimetto in viaggio, ho da studiare il mio Anatema e capire cosa è andato storto...>> dico camminando verso l'uscita <<...e cercare di recuperare davvero i miei poteri. Come vedi fidarsi o non fidarsi di me non è un problema!>>
    Lascio la stanza senza salutare nessuno, sacco sempre in spalla, diretta al Glados: ora la cosa prioritaria è recuperare i poteri, questi perdenti probabilmente saranno già tutti morti per quando ci sarò riuscita. Sfioro con la mano il Glados, pensando alla mia destinazione...

    Nb: per ulteriori spiegazioni sul post, potete leggere nel topic discussioni.


  2. #1352
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Andreus De Lagun

    Dopo le mie parole, vedo Shayla sollevare lo sguardo prima su di me, stupita, e poi su Markus… ancora più stupita.


    Che le prende? La ragazza posa poi la birra su uno dei comodini e prende dalle mie mani sia il piatto di carne sia l’impacco caldo. Le faccio cenno col dito di metterlo sulla zona che le fa male «grazie... Andreus»


    continuo a non capire questo suo modo di fare. È buffa, parecchio. La vedo abbassare lo sguardo lievemente a disagio e cominciare a mangiare, così decido di lasciarla stare, visto che non vuole parlare oltre e vado a riempire un’altra ciotola che lascio sul letto di Lucynda dopo averle rivolto una amichevole pacca sulla spalla e un sorriso e torno a sedere, stavolta sul letto di Efrem mentre lui alza gli occhi sulla strega che nel frattempo ha terminato il suo lavoro. Si alza e passa al centro della stanza cominciando a dire la sua sulle idee dei reali. Siamo una barzelletta? E da quando? Per quanto ne so, i reali sono preoccupati da noi. Cassandra me l’ha confermato quando ne abbiamo parlato. La guardo contrariato,


    ci sta trattando come un manipolo di idioti bravi solo a perdere. E la cosa comincia a darmi sui nervi, non ha fatto altro da quando ha messo piede qui dentro. D’un tratto alza un foglio sul quale è impresso il ritratto di una donna dall’aspetto… vecchio. E brutto. No ok, concentrazione. La donna continua a dire a riguardo della battaglia di Solumquae e comincia a sbraitare contro Lucynda, definendola una incapace. Sto cominciando a stufarmi di questa donna. Se prima la reputavo una leggenda, ora comincio a valutarla come ciò che è sempre stata, una septa vecchia e spocchiosa che non fa altro che imporsi su altri. «Un'ultima cosa prima di parlarvi dei reali: Esperin non fa più parte di quella fazione, ora è entrata nelle schiere di Drako, ho già provveduto ad aggiornare anche questo aspetto nelle liste.» dice dando poi spiegazione del dubbio che tutti ci eravamo posti. La principessa non è stata rapita. Si è unita di sua spontanea volontà a Drako e si è unita in matrimonio con quello schifo di Ryuk Leithien. Non posso credere che tutto ciò sia vero… non la ricordavo capace di una cosa simile. È sempre stata sincera e gentile con me, diversamente da come si comportava con altri nobili alla torre. Ancora ricordo quella volta in cui totalmente impacciata si avvicinò titubante a Caramel, un gatto siamese a cui io e Cassandra davamo da mangiare di nascosto. Non riesco ad associare quel sorriso alla donna descritta adesso. Non ci riesco. Scuoto il capo appena ricacciando indietro quel ricordo, la guerra ci sta cambiando tutti. Veloce la strega passa a illustrarci nei dettagli tutta la fazione reale, volti, nomi, poteri e gradi di esperienza. Ed è quando arriva a Cassandra che un sospiro mi esce involontario, vedo la mano di Efrem posarsi alle sue spalle, sul letto cercando la mia, la stringo inseguendo quella sicurezza che ormai non mi appartiene più. Terminata la spiegazione Deirdre ci esorta a fare domande ed è proprio qui che Daphne esprime a voce un pensiero, il mio. «Quindi ti sei fatta colpire a Solumquae per farci vincere ed ora abbiamo perso perché ti hanno colpita, probabilmente ci saresti stata più utile se fossi rimasta dall'altra parte. Se non ci considerano un pericolo, ora con te siamo una barzelletta allora?»


    trattengo una risata coprendomi la bocca con la mano libera mentre sento Efrem davanti a me comincia a sghignazzare. La ragazza prende poi a definirla uno spirito libero ed è qui che la strega dell’Ovest esplode in una grandissima… crisi isterica. Lancia in giro i fogli con le informazioni sui reali e continua a parlare verso Daphne, continua a dire che i reali ci sottovalutano rivolgendosi poi a Keyra che nel frattempo deve aver capito male prima e… andandosene dopo aver rifatto i bagagli. Resto interdetto da questa sua triste uscita di scena e a quanto pare anche Efrem visto che lo vedo alzare le spalle. «Ho studiato quel rito per giorni, a quanto pare quella donna non recupererà i pieni poteri per un bel po’… non sarà un pericolo né per noi, né per nessun altro.» lascia la mia mano recuperando i fogli sparsi alla rinfusa per poi metterli in ordine sul tavolo assieme ai libri e ai documenti suoi. «Lysa, ti dispiacerebbe cominciare con le tue informazioni ora?» dice calmo mostrando però amarezza nella voce. Già… a volte le leggende non sono come ce le aspettiamo. D’un tratto un bagliore irrompe al centro della stanza mostrando Mercur in tutta la sua evanescente figura. «Relato refero, Efrem Targaryus.» il ragazzo lo guarda d’apprima stupito per poi muovere il capo in segno affermativo, dopo la frase di rito, Mercur scompare e Efrem mi si avvicina posando davanti a me tutta la documentazione e la chiave della sua stanza «quando avete finito, porta tutti i documenti in camera mia, ho bisogno di visionarli.» per poi rivolgersi a tutti «al mio ritorno vi parlerò del prossimo campo di battaglia e sarò disponibile per eventuali chiarimenti per questa e per altre questioni di cui non vi ho tenuti informati.» detto ciò esce dalla stanza avviandosi verso le scale. Resto un attimo fermo, poi guardo Lysa…


    «quando vuoi, Lysa.» dico calmo, non vorrei che ci fossero altre crisi isteriche qui...

  3. #1353
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon


    <<Immaginavo fosse un discorso troppo complicato, infatti a fare la spia c'ero io e non tu. Non ho semplicemente preso legnate, ho diretto a loro insaputa tre persone, un'intera battaglia, e accettato di farmi battere per spirito di sacrificio...tu cosa sai di sacrificio? Io almeno una vittoria l'ho portata...tu no. Credi che non mi rodesse quando i reali brindavano alle Nostre sconfitte? Quando dovevo fingere costantemente per avere le informazioni che servivano a voi...e ora le avete.>>



    Madama misericordiosa, ma che ne sa lei dei miei sacrifici? Che ne sa di quello che è successo nella mia battaglia? Non c'era a farsi colpire o a manipolare, non c'era e basta.
    <<Volevo semplicemente farvi capire il clima che c'è alla Torre, e quanto i reali in realtà sottovalutino i ribelli, cosa fruttabile a mio dire. L'ingratitudine è una brutta bestia, Daphne, tu stai chiaramente cercando di farmi incazzare, ma non sei nei miei interessi.>> Ma lungi da me dal farla incazzare, ho espresso un mio parere, come lei il suo, si può? A quanto pare se non condivido ciò che dice, sparo cazzate.



    << Deirdre dell'Ovest... nonostante ci avete dato importantissime notaizie sulle schiere reali, possiamo realmente fidarci di Voi? >>Che palle
    <<Sei stata poco attenta, tipa di cui non conosco il nome.>> Ecco <<Come ha fatto notare Daphne, io sono uno spirito libero, e ferma in un posto non ci sto mai. Posso far parte di questa fazione, ma non ho mai mai detto che sarei rimasta qui sotto con voi a fare la muffa. Mi rimetto in viaggio, ho da studiare il mio Anatema e capire cosa è andato storto...>> Ed ora che fa? Cammina verso la porta? Se ne va? Semplicemente se ne va?<<...e cercare di recuperare davvero i miei poteri. Come vedi fidarsi o non fidarsi di me non è un problema!>>



    E' andata via? Così? Di punto in bianco? Ma... MA. «Ho studiato quel rito per giorni, a quanto pare quella donna non recupererà i pieni poteri per un bel po’… non sarà un pericolo né per noi, né per nessun altro.»



    E quest'altro che parla come nulla fosse? Rimango basita ad osservare il vuoto per qualche istante «Lysa, ti dispiacerebbe cominciare con le tue informazioni ora?» «Relato refero, Efrem Targaryus.»



    Alzo lo sguardo... quella frase, quella voce. Mercur consegna una missiva in mano ad Efrem e dalla sua espressione sembra che non sia nulla di buono. E se ne va anche lui. Mi poggio una mano alla testa, sono stanca... stanca e confusa "Ho bisogno di dormire" Dico guardando Markus prima di uscire dalla stanza, se vorrà mi raggiungerà, gli lascio un pò di spazio nel letto.

  4. #1354
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Markus Obelyn

    Stento per un attimo a crederlo ma… Andreus aiuta Shayla porgendole addirittura la cena. Non lo capirò mai.



    Quando però la ragazza mi fissa ricambio l’occhiata non capendo il motivo di tanta perplessità: in fondo siamo un gruppo, combattiamo per la stessa causa e dobbiamo imparare ad andare d’accordo... Scannarsi a vicenda non risolve un bel niente, anzi.



    Deirdre comincia finalmente a dare le informazioni, la ascolto ma per ogni parola gracchiante che le esce dalle labbra sento la rabbia ribollirmi dentro; ci insulta, ci umilia, ci tratta come una massa di idioti buoni a collezionare sconfitte e si prende pure il merito di una battaglia che si è limitata a perdere, schernendo Lucynda. L’unica informazione utile è questa, <<Un'ultima cosa prima di parlarvi dei reali: Esperin non fa più parte di quella fazione, ora è entrata nelle schiere di Drako, ho già provveduto ad aggiornare anche questo aspetto nelle liste>>. L’elemento più temibile dei reali è appena passato nei Reietti… E noi, a causa sua, gli abbiamo regalato una vittoria all’Abgruntis! Perfetto. Ci parla poi dei reali, razza, poteri grado ed abilità, e quando chiede se ci sono domande Daphne la riprende, esprimendo con poche parole tutto il fastidio e le idiozie che la strega sta blaterando. Quest’ultima se ne esce con una scenata degna di una bambina di 5 anni… Forse anche meno, poi tra fogli che volano, risate nervose e quattro frasi in croce che si possono sintetizzare in un'unica frase “Siete un branco di ingrati.”, la Strega fa i bagagli e… Se ne va. Non mi aspettavo altro da lei, facevo bene a non fidarmi.



    Scuoto la testa quando Efrem ci rassicura che Deirdre dell’Ovest non riprenderà mai totalmente i poteri e continuo a fissarlo in attesa di una spiegazione che purtroppo non arriva perché Mercur, il messaggero dei Saggi, interrompe la riunione. Anche il capo abbandona quindi la stanza, lasciando detto ad Andreus di raccogliere da Lysa le ultime informazioni, ed io guardo la donna dicendo <<ciao>>, per poi spostare lo sguardo su Daphne che con un <<Ho bisogno di dormire>> mi lascia capire che - se voglio - posso raggiungerla. Le faccio cenno di sì con la testa mentre avvicinandomi ad Andreus cerco di dargli una pacca amichevole sulla spalla e salutarlo con un occhiolino quando dico, <<prendo un cambio e ti lascio la camera libera…>>.



    Passo in stanza per recuperare qualcosa di decente ma l’occhio mi cade su un disegnino a terra: una caricatura di me che faccio i panni. <<Sto cacchio!>>, esclamo buttandolo via e sbuffo incredulo quando lo scoiattolo mi sfreccia davanti ai piedi con un affare tintinnante appeso al collo.



    Lo afferro dalla coda, aggrottando le sopracciglia e fissando interdetto il “collare” che ha messo alla bestiola. <<Anche a te hanno messo le catene, eh?>>. Lo poso sulla spalla e recupero una noce dalla tasca di Andreus per poi sbriciolarla dentro quella che credo sia la tana dello scoiattolo… La scritta, anche se non riesco a capirla, sembra simile: le lettere sono le stesse. Prendo degli abiti e chiudendo la porta alle mie spalle vado da Daphne. Nel tragitto ripenso alla "riunione" appena fatta, ma soprattutto a Deidre dell'Ovest, ed un sospiro, rammaricato, esce dalle mie labbra: strega secolare o no, quell'infelice uscita di scena poteva pure risparmiarsela.
    Raggiunta la porta busso, poggiando il gomito libero contro lo stipite ed attendo che la ragazza mi risponda prima di entrare...
    Ultima modifica di Damnedgirl; 23rd November 2015 alle 14:29



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  5. #1355
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    È l'alba

  6. #1356
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon

    Arrivata in camera mi rendo conto di avere ancora gli abiti sporchi di terra, sono un vero disastro, persino i capelli sono incollati dalla melma in più punti. Passo le dita nella chioma nel tentativo di districarli, ma niente, c'è solo un groviglio. A malincuore, perché avrei preferito gettarmi immediatamente sul letto e lasciarmi andare al sonno, mi dirigo in bagno e lascio che l'acqua riempi la vasca.



    Mi spoglio e mi immergo totalmente, restando in immersione per qualche istante. Non ci sono oli o profumi, solo qualche lozione che faccio scivolare sul palmo della mano nel creare una schiuma densa e mi lavo i capelli.



    Finalmente mi sento pulita, ma l'acqua della vasca è diventata marroncina. Indosso una semplice vestaglia bianca e mi tampono i capelli alla meglio, sono quasi asciutti, posso concedermi un paio di ore di riposo senza il rischio di svegliarmi col collo a pezzi oppure un mal di testa terrificante.



    Mi siedo e sento bussare alla porta, sicuramente è Markus



    così lo invito a raggiungermi "Entra" mi limito a rispondergli con un tono della voce abbastanza alto da farmi sentire all'esterno della porta.



    Quando lo vedrò entrare mi stenderò sul talamo e lascerò un pò di spazio anche per lui, mi metterò frontale in modo da poterlo osservare in viso per qualche istante, fino a quando non sopraggiungerà il sonno "Non riesco mai a stare zitta..."
    quella donna avrebbe potuto farmi fuori, per quanto supponente fosse, per quanto non abbia recuperato i suoi pieni poteri, è certamente più valida ed esperta di me, Efrem non mi ha uccisa al nostro primo allenamento perchè gli servo, ma lei no, non ha nulla da perdere, sono... sollevata dal fatto che non ci sia più. Sento le palpebre farsi più pesanti, mentre la vista di offusca, finalmente posso dormire.

  7. #1357
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Keyra
    Isyl Tinnuviel



    Ascolto le parole della Strega dell'Ovest..mi rimprovera di non essere stata attenta...può darsi, ma non mi pare di aver mai sentito uscire dalle sue labbra ne la parola resto ne la parola vado...per me il suo discorso su Solumquae poteva essere un diversivo per avere la nostra fiducia...pazienza, a quanto pare sono l'unica che non capisce le cose qua dentro...
    Ascolto la fine del suo discorso mentre la vedo raccogliere il suo anatema e ributtarlo nel sacco prima di caricarsi in spalle la roba e dirigersi verso l'uscita ribadendo il suo scopo. Recuperare i suoi pieni poteri.
    E poi...se ne va.
    Resto basita dal suo gesto mentre Efrem riferisce che ciò che la strega va cercando non sarà facile da raggiungere...non lo so, non sono sicura che sia realmente così, ma non ho conoscenze a sufficienza per poter dire la mia, quindi me ne sto zitta. Poco dopo ecco che il messaggero dei saggi irrompe nella stanza richiamando Efrem che se ne va, non prima di aver invitato Lysa a parlare...sentiamo cosa avrà da dire lei sui reietti....anche se non mi sembra una tipa di molte parole...intanto Daphne si allontana seguita poco dopo da Markus....ho visto come si guardano, come si sfiorano ....beati loro se hanno trovato la felicità l'uno nell'altra, se è questo l'amore be...gli e lo auguro di cuore.
    Intanto mi avvicino ad uno dei letti liberi sedendomi compostamente facendo un cenno con la testa e un sorriso in direzione di Andreus, se avrà bisogno con quelle carte io ci sono, per lui ci sarò sempre se avrà bisogno di me.
    Nel mentre cerco lo sguardo di Shayla e poi quello di Lucynda, chissà chi è sceso in campo contro di loro per i reietti. Vorrei chiederlo ma preferisco aspettare ....ora ascoltiamo la moglie di Raiden...


    Menelmir ---> Arma in forma dormiente assicurata alla cintura
    Ultima modifica di DELTAG; 7th October 2015 alle 16:30

  8. #1358
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Markus Obelyn

    <<Entra>>, sento dire da Daphne dall’altro lato della porta. Giro la maniglia ed ancora impiastricciato di fango faccio la mia comparsa, poggio il cambio sul comodino e dico a Daphne che uso per qualche minuto il suo bagno. Ne ho davvero bisogno, puzzo. Davanti a lei mi sfilo gli abiti sporchi, apro la porta della stanza e li accantono fuori in un angolo,



    poi chiudo a chiave, per evitare sgradevoli sorprese, e finalmente mi vado a lavare.



    Pulito, fresco ma soprattutto profumato asciugo i capelli con un telo che poco dopo mi lego in vita dando una sistemata al bagno: mi è bastata una Shayla incazzata nera da sentire, non voglio ripetere l’esperienza.



    Torno quindi da Daphne, sorridendole colpevole per l'attesa, e mi stendo di fianco a lei. La ragazza mi guarda il viso, intensamente, inizialmente cerco di non badarci troppo ma poi ricambio l’occhiata alquanto perplesso. Che c’è ora? Ho qualcosa in faccia? <<Non riesco mai a stare zitta...>>, mi biascica assonnata, riferendosi probabilmente alla discussione avuta con Deirdre dell'Ovest in infermeria… Che delusione, nei racconti pareva chissà che cosa ed invece... <<Quella befana schizzata se l’è cercata>>, mormoro convinto e la guardo negli occhi cercando di scostarle dal viso una ciocca di capelli.



    Strega dell'Ovest o no, se reagiva l'avrei protetta: stiamo insieme in fondo, no? Quando la ragazza crolla a causa del sonno lascio che poggi la testa sul mio torace e cingendola con un braccio provo a darle un bacio sulla fronte, leggero, per poi coprire entrambi con un lenzuolo.



    In questa posizione, controllando il mio respiro, volterò il viso di sbieco dal lato opposto e socchiudendo lo sguardo fingerò di dormire.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 23rd November 2015 alle 14:32



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  9. #1359
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Shayla Bolton


    Termino di mangiare ed uso l'impacco come suggerito da Andreus per placare il mal di testa, ed effettivamente bastano pochi minuti per cominciare ad avvertire una sensazione di sollievo. Ho sempre screditato le sue abilità di guaritore, probabilmente perchè non le avevo mai sperimentate in prima persona, ma devo ammettere che mi sbagliavo, sa dove mettere le mani in questo campo.



    Nella stanza si apre una discussione tra la Strega dell'Ovest e Daphne, seguita poi dall'intervento più freddo ed impassibile di Efrem.



    A quanto pare la Strega ci ritiene degli incapaci, dei falliti, ed afferma di volerci spiegare come migliorare la nostra situazione, solo che dopo averlo fatto - o averci provato - lascia la stanza affermando di essere uno spirito libero. Ok... non condivido le sue parole ma per lo meno abbiamo ottenuto notevoli informazioni che ci saranno molto utili, anche se la vittoria sarebbe stata preferibile ed ero ad un passo dall'ottenerla. Mentre Efrem chiede alla tizia nuova, Lysa - ma quanto è inquietante?! - di compilare le informazioni sui reietti, Markus e Daphne lasciano la stanza seguiti poi da Efrem che viene convocato in Neutra.



    Ci promette di spiegarci ciò di cui ci ha tenuto all'oscuro al suo rientro, così come del prossimo campo di battaglia e di chi dovrà combattere, questa volta non dovrebbe toccare a me quindi posso andare tranquillamente a dormire.



    Incrocio lo sguardo di Keyra che però non dice nulla, probabilmente è assorta nei propri pensieri, e sto per uscire dalla stanza quando noto l'enorme pila di documenti e scartoffie che Efrem ha chiesto ad Andreus di riportare in stanza. Mi avvicino, sfogliando distrattamente i primi fogli, dovrò leggere tutto per tenermi aggiornata ma non è questo il momento, ho la mente annebbiata dalla stanchezza e dalla birra, quindi mi volto verso Andreus aggiungendo "Sono molti, hai bisogno di una mano per trasportarli?" infondo lui è stato stranamente gentile con me, non mi pesa ricambiare.


  10. #1360
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Andreus De Lagun

    A quanto pare Lysa sembra in stato catatonico. Ci guarda ma non risponde né si muove per guardarmi. Come se si fosse trasformata in una statua di marmo. Forse dovrei fare qualcosa per svegliarla, non so, batterle le mani di colpo o schioccarle le dita davanti alla faccia. O magari rovesciarle un secchio di acqua gelata addosso visto che sotto quella maschera non si sa se stia dormendo o sia sveglia.


    Nel frattempo dopo Efrem lasciano la stanza anche Daphne e Markus ed è quest’ultimo ad attirare la mia attenzione «prendo un cambio e ti lascio la camera libera…» lo guardo spalancando gli occhi e avvampando visibilmente di colpo. Ti odio Markus.


    Distolgo gli occhi visibilmente imbarazzato e li riporto sulla donna in nero riprendendo a respirare solo quando il ragazzo varca la soglia della sala. Scuoto il capo un paio di volte e cerco gli occhi di Lysa al di sotto della maschera dorata. Ma niente, nemmeno un sibilo. Sospiro pesantemente massaggiandomi gli occhi, comincio ad avere un po’ di mal di testa. Questa giornata sta diventando sempre più pesante. Sollevo lo sguardo incrociando quello di Keyra che da uno dei letti mi guarda e sorride.


    Ricambio amichevole e le indico con la testa Lysa, incrociando gli occhi e tirando fuori la lingua. Mi sta andando in pappa il cervello… sì. D’un tratto vedo Shayla avvicinarsi a me e cominciare a sfogliare le informazioni per poi rivolgersi a me «sono molti, hai bisogno di una mano per trasportarli?»


    porto gli occhi su di lei sorridendole, non voglio caricarla di peso in più. Ha affrontato una battaglia di un giorno intero. Non mi va di farle fare da mulo da soma. «Credo di farcela, tranquilla… hai lottato per tutto il giorno, non vorrei caricarti di questo peso anche.» mi alzo dal letto ponendomi la chiave in tasca «se ti va, puoi accompagnarmi, magari mi dai una mano qualora dovesse cadermi qualcosa dalle mani.»



    dico con un mezzo sorriso colpevole e capisco che con Lysa non ne ricaverò molto se non in riunione «Lysa, forse è meglio se affrontiamo la cosa in riunione, con Efrem.» le dico serio facendo poi, dalle sue spalle, cenno a Lucynda e Keyra di tenerla d’occhio. Mi avvio fuori, in basso, verso la stanza di Efrem sorreggendo con entrambe le mani la documentazione raccolta. Nel frattempo, se la ragazza mi avrà seguito le chiederò senza voltarmi… visto che se faccio un solo movimento qui casca tutto. «Va meglio la testa?»

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Quest Reali
    Di mary24781 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3384
    Ultimo Messaggio: 24th June 2016, 19:43
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 172
    Ultimo Messaggio: 10th June 2016, 17:11
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  5. [Deus ex Machina GDR] Esempio Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 20th September 2014, 18:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •