Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 151 di 221 PrimaPrima ... 51101141149150151152153161201 ... UltimaUltima
Risultati da 1,501 a 1,510 di 2208
  1. #1501
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Lady Blackstone




    L'eccentrico guaritore obbedisce anche se sembra contrariato e compie il suo dovere curandomi completamente il braccio. Lo muovo ruotandolo finchè posso per averne conferma, prima che una mano di Andreus si fermi sulla mia spalla. Fisso torva il gesto, prima d'incrociare i suoi occhi.
    Mi raccomanda di farmi valere, poi mi consiglia latte e miele per la gola, ma non ho nessun problema alla gola. Lo fisso infastidita mentre si allontana, uscendo dalla stanza.
    Un gran peccato. Se fosse rimasto...



    Accarezzo il liscio marmo del tavolo per fermare la mano davanti a dei libri. Vorrei leggerne qualcuno, ma devo pensare alla battaglia di domani.
    Esco dalla stanza per dirigermi poi ai piani alti del monastero.



    Seguo le urla e i rumori fino all'esterno, ma senza farmi vedere.
    Andreus ha creato ai piedi dell'elfa del fulmine un enorme baratro sabbioso che si espande sempre di più.





    Mi muovo silenziosamente posizionandomi alle spalle del guaritore, per poi avvicinarmi a lui pian piano. Quando cerca di tirarsi indietro, scatterò in avanti, verso di lui, con l'intenzione di spingerlo con forza all'interno della voragine assieme alla compagna.



    Indietreggerò subito di molti metri sparendo nell'oscurità dell'interno del monastero, facendo attenzione a non essere risucchiata, ma il mio sguardo rimarrà sempre fisso sui due.
    Un ghigno compare subito sul mio viso. Voglio vedere come riusciranno a salvarsi.



    N.B.
    Se l'azione non dovesse andare bene, avvertitemi che correggo.
    Ultima modifica di scarygirl; 27th November 2015 alle 13:39


  2. #1502
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon

    Serro rapidamente le gambe attorno a quella di Andreus, ma quando provo a ribaltarlo il ragazzo mi blocca con la propria forza, non ce n'è per me, sono troppo debole in confronto a lui. Riesce a divincolarsi e ad alzarsi, per poi battere col piede in terra, so cosa sta facendo, devo reagire prima di lui. Con la mente mi connetto alla distanza massima che il mio potere mi permette di raggiungere ed, in un attimo, ogni parte di me si disgrega, proprio quando vedo la terra sotto i miei piedi venir meno... bene, te l'ho fatta anche stavolt...



    "MERDA" «OH PORCA VACCA!»



    non ho il tempo di reagire, mi rendo conto che la mia mossa non è servita a nulla, piombo nelle sabbie che m'inghiottiscono rapidamente, come diamine...? Il pozzo è molto più esteso del solito, non posso caricare l'energia del fulmine, non posso attivare Pandora... sono bloccata.



    Un rumore verso l'alto, mi fa alzare lo sguardo, quando ormai sono affondata fino al busto, mi rendo conto che un grosso calcinaccio sta staccando dal rudere e punta proprio alla mia testa. Provo a divincolarmi, ma più mi muovo e più affondo, resto ormai solo con la testa ed un braccio fuori dalle sabbie. Quando alzo lo sguardo verso Andreus noto una figura scura alle sue spalle pronta a spingerlo nel pozzo e d'intinto urlo verso di lui "ANDREUS... alle tue spalle!"

    guardo nuovamente in alto, il pezzo si è staccato, non posso muovermi, spero solo che il colpo non sia troppo forte e che il ragazzo riesca a guarirmi in tempo... Siamesi, aiutatemi.



    Teletrasporto - nell'area di 5 metri

  3. #1503
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Andreus De Lagun

    Daphne sembra non vedere la mia mano e prova a smaterializzarsi fuori dal pozzo da sola, ma niente… il suo raggio d’azione non ricopre tale distanza e la ragazza precipita all’interno della sabbia che la inghiotte all’istante facendola affondare lentamente.


    Cerco di sporgermi tendendo il braccio quando la sento urlare e affondare ancora di più… non ci arrivo, non ci arrivo maledizione. No. Non la lascerò lì dentro. Cerco di richiamare Gaya per darle finalmente un appiglio per uscire ma è la stessa Daphne a bloccarmi. «ANDREUS... alle tue spalle!» senza pensarci un attimo scatto lateralmente percorrendo la circonferenza del pozzo appena in tempo per vedere Lysa con le mani protese in avanti.


    Stava per spingermi dentro. Quella stronza stava per farmi cadere nel mio stesso pozzo. Ma le ha dato di volta il cervello? La ignoro totalmente quando vedo Daphne ormai col collo nella sabbia guardare verso l’alto come a scorgere qualcosa, porto anche i miei occhi su e vedo con orrore un pezzo della facciata del monastero che ha deciso proprio ora di staccarsi dalla sua sede.


    Mi ha salvato la vita… Daphne… sento la rabbia per me stesso aumentare e stringo i pugni facendomi sempre più male. Devo salvarla… non voglio vederla morire per un mio errore. Per una cazzata che ho fatto io. Non posso permetterlo. Sento ancora una volta quel suono di crepe farsi sempre più intenso nelle mie orecchie, come se anche la terra sotto i miei piedi stesse cedendo. Guardo di sotto ma quando osservo la mia mano, vedo comparire su di essa tante piccole crepe che vanno a estendersi per il braccio. Sgrano gli occhi terrorizzato in un primo istante… ma non m’importa…


    scatto verso il ciglio del pozzo ritirandolo man mano e corro verso Daphne. Farò da scudo col mio corpo, gli occhi tornano sul braccio, le crepe si estendono e la mano si sgretola velocemente come se fosse fatta di sabbia bagnata, trattengo un urlo e affondo con entrambi i piedi in ciò che rimane del pozzo coprendo Daphne con le mie braccia che lentamente si sgretolano. Chiudo gli occhi stringendola a me in quell’abbraccio e attendendo il momento in cui il calcinaccio mi cadrà sulla testa. Stringo i denti sentendo il mio corpo che si dissolve e spero con tutto me stesso che il colpo arrivi prima di ciò. Ma niente… non sento nulla. Il formicolio svanisce e io mi ritrovo stretto a Daphne, i nostri corpi liberi e… sospesi a mezz’aria. Apro gli occhi di scatto abituandomi alla luce e dopo ave rimesso a fuoco i contorni… riconosco quella che è la stanza mia e di Markus. Precipitiamo sul letto mentre la sabbia ricompone i nostri corpi. Che diavolo è successo? Il calcinaccio, il pozzo che si ritira, il mio corpo che si dissolve. È stato tutto un sogno? Guardo le mie gambe e vedo che prendono a ricomporsi in fretta sul letto. Che cosa è successo… ci siamo… mamma… questa è opera tua, il tuo teletrasporto. Stringo gli occhi mentre li sento bruciare sempre più e abbraccio sempre più forte Daphne affondando la faccia nella sua spalla


    «perdonami… perdonami, Daphne.» dico tra i singhiozzi. Perdonami, per tutto…

    *Azioni su Daphne concordate con Eclisse84

    Alterazione e illusione:
    Teletrasporto del proprio corpo: (Maestro) - A piacimento in una vasta area e può teletrasportare anche un’altra persona con sé.

  4. #1504
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon


    Non so spiegare cosa sia accaduto, stavo affondando totalmente nella sabbia non riuscivo neanche a muovere il collo e quel masso... ricordo che qualcosa mi ha afferrato, ricordo qualcosa che mi ha stretto e poi... «perdonami… perdonami, Daphne.» Non capisco... Andreus mi abbraccia affondando col viso nell'incavo tra la spalla ed il collo, si lascia andare al pianto ed io non riesco a mettere a fuoco cosa sia successo.



    "Siamo... siamo nella tua stanza?"
    Dico al ragazzo, non riuscendo a contraccambiare la sua stretta, sono troppo confusa. Osservo la sua pelle: è piena di spaccature che si rimarginano velocemente, non sono ferite e questa non è rigenerazione, non c'è sangue, sembra più terra che si ricompatta. Passo un mano sul suo braccio ed ormai è totalmente integro, senza un graffio, senza alcuna crepa. Istintivamente mi porto la mano destra sulla testa, è integra, non ho preso colpi e non ho vuoti di memoria a causa di un qualche trauma.



    "Ero nella sabbia, il tuo pozzo era così esteso che... "




    Lo guardo sbigottita, forse inizio a capire. La mia espressione muta da stupore in un sorriso spontaneo "Sei diventato maestro! Ci hai teletrasportati entrambi, ma è... "afferro le sue spalle con le mie mani e stringo forte, guardandolo in viso "...è meraviglioso"



    Non posso crederci, è stato provvidenziale, avrei potuto morire sotto quel masso o affogare nella sabbia, a quest'ora potevo essere parte integrante del cimitero sopra le nostre teste, mi ha salvata. Lo abbraccio forte, più forte che posso "Grazie..."


  5. #1505
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Andreus De Lagun

    Stringo sempre di più a me Daphne, «siamo... siamo nella tua stanza?»


    sento i suoi muscoli irrigidirsi e quasi istintivo avverto quel nodo allo stomaco farsi sempre più stretto. Sciolgo la presa quando mi rendo conto di stare bagnando tutto il suo abito e mi asciugo gli occhi col dorso della mano mentre lei prende a passarmi una mano sul braccio. Le crepe, così come sono apparse vanno via via diminuendo mentre la sabbia ritorna a al suo posto ricomponendo la mia pelle. Osservo quasi estasiato quello spettacolo mentre Daphne prende a controllarsi la testa… nemmeno lei crede a ciò che è avvenuto, le credo… anche io fatico ancora a elaborare la cosa. Il teletrasporto, mamma era bravissima con questa tecnica. Come un ricordo lontano si presenta quell’immagine veloce di lei che sparisce trasformandosi in schiuma di mare iridescente davanti a… Jubert, per poi ricomparire seduta sulla sua spalla e baciarlo. Sorrido appena al ricordo di quella scena e porto titubante gli occhi su Daphne, sembra ancora più stupita di me. «Ero nella sabbia, il tuo pozzo era così esteso che...» stava per ucciderti perché io non so controllarlo.


    La ragazza mi guarda dapprima sbigottita… poi la sua espressione muta in un sorriso largo, sincero «sei diventato maestro! Ci hai teletrasportati entrambi, ma è...» è… è… no aspetta. Mi ripeto quella parola nella testa. Maestro, sono davvero diventato maestro? Riconto mentalmente i poteri in mio possesso… sabbie mobili… poteri curativi e… ora teletrasporto. Mi ridesto solo quando Daphne urla un «...è meraviglioso» afferrandomi le spalle e scuotendomi con forza, mentre con quel sorriso stampato sul volto continua a guardarmi fisso. Tiro su col naso… e ricambio il sorriso. Ma è quando Daphne mi abbraccia forte facendomi quasi mancare il respiro per un attimo che il mio volto si distende in un sorriso.


    La stringo a mia volta ignorando per un attimo il dolore al fianco che però si ripresenta fastidioso come non mai «grazie...» poso il mento sulla sua spalla stringendola appena «non ti ho mai voluta morta… non ho mai voluto nulla di ciò che ti ho detto…»



    mi stacco da lei, a fatica, guardandola in volto. Devo avere gli occhi lucidi in questo momento, non ce la faccio a trattenermi, «mi sono comportato da vero coglione, lo so.» dico cercando di strapparle un sorriso per poi richiamare i miei poteri curativi. Poso una mano sul mio taglio mentre l’altra l’avvicino al petto della ragazza. Faccio un profondo respiro, chiudendo gli occhi e, quando li riapro vedo comparire nelle mie mani i globi dorati che dopo una manciata di secondi si crepano facendo fuoriuscire un’intensa luce violacea che illumina in modo tenue l’intera stanza in un gioco di colori che si mescolano dinanzi ai miei occhi. La guardo sbigottito quando esplode dalle mie mani investendoci con quei raggi colorati mentre un’intensa luce rossastra prende vita quando il viola tocca una delle ferite risanandola e procurandomi quella sensazione di benessere e calore che ho sentito solo con lui… mio padre, Jubert De Lagun. Questa è la sua stessa rigenerazione… non la voglio. No. Non voglio anche questo ricordo di lui. Scosto gli occhi, visibilmente infastidito «scusa se non ti ho detto nulla riguardo me ed Efrem… ho avuto paura…»



    dico con dispiacere, cercando i suoi occhi…

    Difesa e recupero:
    Rigenerazione: Avviene tramite tocco (Maestro) - Rigenera ferita di entità grave o mortale.

  6. #1506
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon

    Andreus sembra realizzare, che è ormai diventato maestro, si getta nuovamente tra le mie braccia e poggia il mento sulla spalla. Mi lascio andare a questa stretta carica d'affetto che mi fa riconoscere il mio amico, quello che tanto mi è mancato, quello che vorrei sempre vedere, ma ora ho la coscienza che c'è un altro lato di lui che devo accettare se ci tengo a questa amicizia, qualcosa che dovrà fare anche lui con me, considerato che io stessa ho mostrato il mio peggio in questi giorni.



    «non ti ho mai voluta morta… non ho mai voluto nulla di ciò che ti ho detto…»
    Si allontana da me di malavoglia, lo vedo dai suoi occhi lucidi e da quella espressione che gli segna il volto, non posso fare altro che sorridergli e stringere le sue mani con le mie. Sono cosciente del fatto che non mi abbia mai voluta morta, nonostante tutto, non lo vorrebbe mai, anche se l'ha detto e per poco non ci riusciva... ma gli credo, non ho dubbi su questo «mi sono comportato da vero coglione, lo so.» Mi sorride di rimando per poi richiamare il proprio potere curativo su di lui e subito dopo su me. Osservo quei globi così strani e potenti, i colori che si alternano sono quasi ipnotici: tra l'oro, il viola ed il rosso che accende l'ambiente. La sensazione di benessere è immediata, le ferite bruciano, come se il mio corpo bollisse dall'interno, ma in un attimo l'ematoma si riassorbe ed i tagli si rimarginano «scusa se non ti ho detto nulla riguardo me ed Efrem… ho avuto paura…» Ha avuto paura... paura di cosa? L'osservo stranita "Che cosa avrei potuto fare, Andreus? E' stato peggio saperlo in questo modo"

    gli dico seria, portando i miei occhi ai suoi, non scherzo, non su questo, non sono arrabbiata con lui e quel senso di delusione si sta ormai affievolendo, anche se il ricordo di quel bacio strappatogli in infermeria mi provoca ancora la nausea allo stomaco.



    "E' superato ormai..."

    non del tutto, non così velocemente, vorrebbe dire che quel che ho detto di provare non era così forte come credevo, non è così... è ancora presente che brucia sotto cumuli di massi, massi e terra che ho gettato io per soffocare una fiamma che non sopporto più. "Dimmi almeno che stai bene con lui... che ti tratta come meriti"



    Non troverò mai il coraggio di dirgli cosa è accaduto qualche giorno fa, quel bacio che mi ha dato... sarebbe inutile, non devo neanche considerarlo un vero bacio e poi non se lo ricorda neanche, ubriaco com'era.

  7. #1507
    sim dio L'avatar di Lilla_20
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    In un mondo fantastico
    Messaggi
    5,524
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Medea Euripide




    Rimango qualche minuto in infermeria dopodiché ne esco.
    Non voglio più rimandare.
    Salgo quindi le scale fino ad arrivare all’uscita del Rifugio.
    Non mi guardo intorno e vado dritta al Glados.
    Solo quando sono là davanti esito per un attimo e mi volto indietro…
    Poi però penso che Efrem sa dove sto andando e girandomi di nuovo sfioro il Glados pronunciando le parole «Rem tene, verba sequentur».


    Continua qui
    Ultima modifica di Lilla_20; 29th October 2015 alle 17:23

  8. #1508
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    A causa dei colpi subiti, Isyl sottrae 20 punti costituzione e Markus sottrae 10 punti costituzione

  9. #1509
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Efrem Targaryus

    Sento il suono delle rastrelliere e delle armi che volano insieme a urla di Markus e Kayra mentre il mio scudo li investe. Li guardo prendendo posizione e aspettando i loro attacchi. D’un tratto un forte mal di testa prende piede aumentando sempre più. Stringo appena gli occhia assottigliando lo sguardo e reggendomi il capo con una mano mentre sento un lieve senso di disorientamento a causa del capogiro. Contemporaneamente al dolore vedo Markus avanzare verso di me, velocemente. Indietreggio cercando di evitare il suo colpo quando lo vedo roteare la sua ascia e mirare al mio ginocchio ma a causa dell’emicrania divengo più lento e la lama trapassa la carne tranciando di netto nervi e muscoli. Cado su me stesso verso sinistra mentre una spada impugnata da Keyra mi graffia ad una spalla. Focalizzo la donna alle mie spalle, e mi connetto con le piante sopra la nostra testa, le sento vibrare e urlare con furia mentre scavano nel terreno crescendo e aumentando di numero. Rapide sbucheranno da sotto le gambe di Keyra stringendo i suoi arti inferiori così come il resto del corpo con violenza e forza in una morsa che manovrerò con un dito verso l’esterno in modo che una delle sue gambe venga strappata di netto dalla potenza delle radici. «Fuori una…» dirò con freddezza sibilandolo tra i denti per il dolore alla gamba che è inerme per terra, solo se il mio colpo avrà effetto. Guardo Markus e faccio appello a tutta la forza che posseggo per scaraventare la mia falce come una sorta di boomerang verso le gambe di Markus, all’altezza delle cosce in modo che non possa saltare per evitarla e con l’intento di tranciargliele di netto entrambe, «e due.» dico mostrando loro un ghigno se entrambi i colpi saranno arrivati a destinazione…

    Destroyer of Eden ---> Forma dormiente
    Distruzione:
    (Maestro) Prigione di Gea - Le radici che vengono generate sono manovrabili ed imprigionano il corpo intero, stritolandolo, provocando tagli profondi e nei casi più gravi la compromissione di organi e rottura di ossa. Possono essere generate dove si desidera.

  10. #1510
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Markus Obelyn

    Il colpo d’ascia va a segno, purtroppo però non riesco a tranciare la gamba di netto ma solo ad azzoppare Efrem. Un lieve ghigno, soddisfatto, si dipinge sul mio volto quando sfilo via l’ascia ma torno subito serio e rotolando lontano da Efrem comincio a correre, sempre più veloce, senza seguire una traiettoria fissa. Un boato, seguito da una forte scossa, mi fa però rallentare. La terra mi trema sotto i piedi rendendo più difficile ogni movimento, e, per un pelo, alzo il viso giusto in tempo per vedere la falce di Efrem piombarmi addosso. Salto, cercando di evitare il colpo, ma sono troppo lento ed una fitta lancinante si dirama a partire dal mio ginocchio sinistro fino a raggiungermi la testa.



    Cado a terra, di sedere, non riuscendo più a reagire: l’unica cosa che sento è dolore, ciò che vedo è sangue, quello che provo è… Rabbia. Non voglio arrendermi. Provo ad alzarmi ma il dolore esplode prepotente come non mai annebbiandomi i sensi, urlo senza nemmeno rendermene conto mentre il corpo trema a causa del freddo.



    Leggermente intontito mi fisso le mani quando sento qualcosa di caldo, di vischioso, bagnarmele; fatico per un attimo a capire che è sangue,



    la vista è appannata, ma poi, puntando lo sguardo sulla gamba sinistra, vedo… E… Dei… No.



    Sento il panico impadronirsi di me, rapidamente l’aria prende a mancarmi e mi ritrovo a terra, sdraiato, a stringere con le mani la gamba mozzata che continua a perdere sangue mentre la stanchezza mi rende le palpebre talmente pesanti che quasi non riesco a tenere gli occhi aperti. Ringhio dal dolore ma, fanculo, non chiederò aiuto al mio macellaio, devo reagire, fare qualcosa, qualsiasi cosa, in fondo domani sul campo di battaglia potrei ritrovarmi proprio così e non potrò arrendermi, sono un guerriero... Io morirò lottando. Mordo la maglietta pur di non urlare ancora e, soprattutto, di non dare la soddisfazione ad Efrem di sentirmi soffrire, sforzandomi di tenere sollevata la gamba con una mano mentre con l’altra cerco Regret, freneticamente. E' facile, lo faceva sempre mia cugina, Andrea, usava le saette per bruciare la carne e fermare il sangue dopo le amputazioni. Finalmente la trovo, impugno Regret e con le ultime forze che mi rimangono poggio la lama, ancora fredda, contro la parte mozzata; un brivido gelido mi percorre interamente la spina dorsale, non vi bado, prendo un respiro profondo e serrando i denti attivo il fuoco che illumina la lama di un blu intenso.

    Regret - Arma in forma attiva
    (Fuoco - La lama diventa incandescente raggiungendo la temperatura di 180°)
    E’ un attimo e non provo più nulla, un’ultima fitta lancinante mi fa spalancare la bocca di scatto. Tremo, urlo e piango… E poi... Poi c'è solo il buio.

    Ultima modifica di Damnedgirl; 24th November 2015 alle 00:56



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Quest Reali
    Di mary24781 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3384
    Ultimo Messaggio: 24th June 2016, 19:43
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 172
    Ultimo Messaggio: 10th June 2016, 17:11
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  5. [Deus ex Machina GDR] Esempio Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 20th September 2014, 18:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •