Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 165 di 221 PrimaPrima ... 65115155163164165166167175215 ... UltimaUltima
Risultati da 1,641 a 1,650 di 2208
  1. #1641
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon


    Osservo l'espressione di Andreus dopo che mi ha ringraziato, cerco di non essere insistente, non voglio che Efrem o Shayla si accorgano di quello che sto facendo, non che ci sia qualcosa di male, ma potrebbe essere imbarazzante.



    Il fatto che proprio io debba intervenire sul mio amico, per tranquillizzarlo in una situazione come questa, fino a qualche giorno fa, mi sarebbe sembrata surreale, avrei riso a prescindere per l'assurdità della cosaed invece mi ritrovo qui con la simbiosi attiva ed Andreus che comincia a divorare il pane che ho servito in tavola. Sembra che abbia riacquistato la calma, si appoggia nuovamente ad Efrem e lui puntualmente lo cinge con un braccio, un gesto mi provoca ancora un certo fastidio e son contenta che la simbiosi sia giunta al termine, perchè certe cose incontrollate non avrebbero giovato alla tranquillità di Andreus. E' evidente che nonostante tutto, che nonostante io desideri metterci un punto e che io abbia detto chiaramente ad Efrem che ormai mi son messa l'anima in pace, non è esattamente così, o meglio... la volontà c'è ed è forte, ma sembra che il mio corpo risponda con una volontà indipendente.



    Faccio un respiro profondo e per un attimo mi soffermo su Efrem, sul braccio che stringe Andreus, forse la mia è solo una sorta di invidia che provo a soffocare, perchè ci ho tenuto per così tanto tempo che cancellarlo con due parole non è poi così semplice come pensassi.



    Sorrido ad Andreus e prendo una seconda fetta di pane, per poi sollevarmi dalla sedia "Vado fuori, voglio che Markus mi trovi ad attenderlo al Glados quando torna"

    O semplicemente questo senso di fastidio sta diventando più difficile da tollerare e mi rendo conto di quanto io sia stupida ad usare una persona che sta con me, come scusa ai miei atteggiamenti. Percorro i corridoi e salgo su per le scale con il pane, ormai tiepido, tra le mani, mi siedo su di una pietra frontalmente al Glados e attendo che questo si accenda al passaggio dei guerrieri al loro ritorno.


  2. #1642
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Keyra
    Isyl Tinnuviel



    Il Glados si accende.
    Chiudo gli occhi in quest’attimo di passaggio, voglio imprimere nella mente, questo dialogo con mio padre, finalmente ho avuto risposte che cercavo, finalmente mi sento più libera, più leggera, questa notte ha portato consiglio, l’ho sempre preferita al giorno. Di notte ogni cosa assume forme e sfumature più lievi, quasi eteree, tutto si addolcisce, tutto sembra attenuarsi, così come le ferite dell’anima.
    Sento la consistenza del Glados rilasciare il mio corpo nell’unico posto dove potrei essere, il rifugio, faccio un profondo respiro, mentre respiro la consistenza di ciò che mi circonda, riapro piano gli occhi ed una lacrima fugge scendendo sul viso, non l’asciugo, lascio che sia la brezza a portarla via, come spero porterà via le mie inquietudini ed i miei tormenti.
    Quando osservo dianzi a me, la struttura del rifugio, vi sgorgo tra le ombre, anche la figura di una persona seduta sopra un masso, sbatto le palpebre per mettere meglio a fuoco, Daphne, sembra proprio lei.
    Mi avvicino per capire se non mi sono sbagliata, mentre mi stringo le braccia al corpo, un po’ per protezione, un po’ per ripararmi dal fresco ed un pò per dimenticare…
    << Ciao … >> le dico gentile, con un po’ di tristezza nella voce <<…tempo d’attesa anche per te? >> chiedo poi con un timido sorriso quando ho conferma della fisionomia della ragazza.
    La guardo prima di chiederle un pò titubante:
    << Posso restare a farti compagnia?>>
    Se annuirà e non la disturberò, prenderò posto vicino a lei cercando un masso per sedermi, se invece preferisce restare sola, me ne andrò tornando nel rifugio salutandola gentilmente.
    Ultima modifica di DELTAG; 30th November 2015 alle 11:09

  3. #1643
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Shayla Bolton


    Andreus si lascia andare e bacia Efrem dimostrandomi che non è un cubetto di ghiaccio come lo avevo etichettato, dandomi poi persino della vecchia pettegola, battuta a cui replico ridendo e lanciandogli addosso delle briciole sparse sul tavolo che finiscono tra i suoi capelli. La situazione sembra abbastanza rilassata, anche Daphne entra in cucina intenzionata a mangiare qualcosa chiedendo se ci sono novità dal Kratoning ma proprio in quel momento vedo il volto di Keyra mutare visibilmente. Deglutisce rumorosamente spezzando poi a metà la piadina che ricade nel piatto e che io seguo a bocca aperta nella caduta, dispiaciuta per lo spreco e non capendone le motivazioni. E’ sbiancata, turbata, si alza lasciando il posto a Daphne e rivolgendo un saluto forzatissimo a tutti, soprattutto ad Andreus, ed è lì che ripensando anche al suo imbarazzo nel parlare dell’allenamento con Efrem capisco che a turbarla deve essere stato il loro bacio. Quindi anche Keyra è attratta da Efrem, in questo monastero lo sono praticamente tutte, conosco la fama da rubacuori del rosso ma qui si esagera…si che la componente maschile del gruppo è decisamente ridotta a zero soprattutto ora che Markus è impegnato con Daphne, ma esistono uomini anche al di fuori di questo posto. Comunque, la donna va via lasciando un clima decisamente molto teso in cucina, soprattutto Andreus sembra a disagio ed in imbarazzo anche se più che per la reazione di Keyra sembra esserlo nel parlare con Daphne, farfugliano qualcosa e poi sembra calmarsi, mentre io resto ad osservarli mangiucchiando il pane che ha abbrustolito Daphne, ho proprio fame oggi come sembra aver ritrovato l’appetito anche Andreus che sta per mangiare anche il tavolo. Torna ad avvicinarsi ad Efrem mentre Daphne esce affermando di voler aspettare Markus al Glados, restiamo in tre e mi alzo per prendere una bottiglia con qualcosa di dissetante, tutto questo cibo mi ha messo sete, mi servo e la lascio poi sul tavolo per loro “a quanto pare hai molta concorrenza qui al monastero” dico poi con un sorriso ironico rivolta ad Andreus.

  4. #1644
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon

    Resto ferma seduta sul masso a fissare il Glados, mi rendo conto di essere un pò stupida, ma non ho molta voglia di tornare dentro. Il freddo mi distrae, anche se comincia a diventare pungente e non sono proprio coperta, ho le spalle fuori e potrei beccarmi un malanno, ci manca solo questo, anche perchè presumo che presto toccherà nuovamente a me scendere in battaglia.



    Il Glados finalmente si illumina, saranno tornati, questa battaglia infinita è giunta al termine. Sto per alzarmi, ma la luce definisce una figura femminile, che non è decisamente Lysa e non vi è traccia di Markus, mi rendo conto che è Keyra e resto seduta, con l'ansia che sale di botto, perchè non tornano ancora? << Ciao … >>



    "Ciao" Alzo lo sguardo verso di lei accennando un sorriso<<…tempo d’attesa anche per te? >> "Già, Markus e Lysa non sono ancora tornati, comincio a preoccuparmi"



    << Posso restare a farti compagnia?>> Le faccio segno di sedersi al mio fianco, vi sono alcune pietre che potrà usare come sedia.



    Continuo a guardare verso il Glados e nel frattempo mi stringo tra le braccia per i brividi che cominciano a scuotermi. Individuo un pò di legna poco distante da noi, giusto qualche ceppo, mi alzo e li raccolgo formando una piccola pira ad un passo dai nostri piedi. "Riscaldiamoci un pò"Protendo la mano ed accumulo un pò della mia energia nel palmo ed immediatamente delle piccole scintille si manifestano con un bagliore dalle tonalità bluastre. Con un gesto lancio la piccola saetta nel mucchio di legna e dopo qualche istante un fuocherello prende vita.



    "Questa guerra non durerà ancora a lungo, la prossima è l'ottava tappa sulla cintura di Dohaeris, ve ne sono dieci. Mi sembra strano dirlo, ma: non ho mai avuto così tanta voglia di tornare a casa mia"



    Distruzione
    Previa concentrazione si è in grado di accumulare energia in un braccio e scaricarla al palmo della mano, sotto forma di elettricità:
    • Esperto - Lancia di fulmine – Si crea un fulmine dalle dimensioni di una lancia, che può essere scagliata al nemico, causandone danni medi da elettricità (80 volt)

  5. #1645
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Keyra
    Isyl Tinnuviel



    Daphne contraccambia il saluto, mi dice che è preoccupata per i nostri guerrieri, comprendo bene il suo stato d’animo, tra coloro che sono scesi in battaglia, vi è il ragazza che ama. Mi fa cenno di prendere posto su uno dei massi vicini mentre la vedo trafficare con alcuni ceppi e dar vita con una scintilla ad un fuocherello. Pian piano l’aria attorno a noi inizia a farsi tiepida, mi accovaccio vicino al fuoco stando attenta a non far prendere fuoco alla mia lunga veste e aggiungo qualche ramo per alimentarlo un pò. Il crepitio del legno scricchiola nell'aria mentre l‘ arancio, il rosso e il giallo che si sprigionano illuminano i nostri visi e i nostri corpi di un bagliore ambrato, strano a vedersi in una scura notte davanti al Glados.

    << Tornerà, lui tornerà ed anche Lysa, sono forti, abbi fiducia…>> le dico con convinzione, cercando di darle un po’ di conforto, non sono molto brava con queste cose.
    "Questa guerra non durerà ancora a lungo, la prossima è l'ottava tappa sulla cintura di Dohaeris, ve ne sono dieci. Mi sembra strano dirlo, ma: non ho mai avuto così tanta voglia di tornare a casa mia"
    Ascolto le sue parole che risuonano malinconiche, un lieve sorriso prende forma sulle mie labbra mentre la guardo, mi alzo e prendo posto su un masso dalla forma piuttosto irregolare:
    << Già..la guerra sta giungendo piano alle sue ultime battute, chissà chi vincerà, chissà cosa ne sarà di Dohaeris dopo …>> cerco il suo sguardo mentre penso a cosa farò se dovessi sopravvivere alla guerra :
    << Credo di aver sentito pronunciare da te il tuo cognome una sola volta…com’è casa tua? Voglio dire…la tua famiglia, il posto da dove vieni…, se ti va di parlarne ovvio, se penso al fulmine che domini, la mente lo associa quasi immediatamente a Capo Tempesta>> lascio che le mani si posino dietro di me, su qualcosa vicino al masso sulla quale sono seduta, due piccole pietre, alzo la testa al cielo cercando di scorgervi il bagliore lunare mentre aspetto un'eventuale risposta da Daphne.
    Ultima modifica di DELTAG; 30th November 2015 alle 15:21

  6. #1646
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon


    Keyra prende posto accanto al fuocherello, il quale comincia a divampare ed a riscaldarci, è piacevole questa sensazione di tepore all'aria aperta, mi sembra di essere un pò più rilassata << Tornerà, lui tornerà ed anche Lysa, sono forti, abbi fiducia…>>



    Resto in silenzio per qualche istante, realizzo che sono più in pena per il gurriero che rappresenta la fazione, invece he per l'uomo con il quale ho una relazione, un pensiero per nulla gentile nei confronti di Markus, ci tengo molto a lui, sarò solo annebbiata da tutta questa situazione ed aver parlato con Efrem non aiuta la mia lucidità, ma a fine guerra non lo rivedrò più, me ne andrò lontana da lui e comincerò a pensare a me, a costruirmi una vita, magari con Markus, magari con qualcun altro, magari da sola...



    "Sì, ne sono certa, è l'attesa che mi snerva, ma torneranno presto"
    Keyra si siede su di una pietra accanto a me e la osservo per qualche istante mentre il fuoco le illumina il viso, ha gli occhi viola, di una tonalità simile alla mia, non me n'ero mai resa conto << Credo di aver sentito pronunciare da te il tuo cognome una sola volta…com’è casa tua? Voglio dire…la tua famiglia, il posto da dove vieni…, se ti va di parlarne ovvio, se penso al fulmine che domini, la mente lo associa quasi immediatamente a Capo Tempesta>>



    Faccio un profondo respiro, questa volta non provo disagio a parlare della mia famiglia, dopo aver chiarito con mio padre e la consapevolezza che finalmente è dalla mia parte, mi sento molto più legata a loro e mi mancano moltissimo. "Baratheon, il mio nome completo è Daphne Elania Baratheon. Mio padre è Sir Eddad dell'Altura del Fulmine e casa mia si trova all'estremo Est di Dohaeris. Capo Tempesta è degli Urthadar, per fortuna non ho più niente a che fare con loro" Evito tutto il discorso su Aiden, mi vien il voltastomaco solo a pensarci "Mia madre è Aranel De Arwen, anche lei ha origini ad Est. Sono la minore di tre figli, mio fratello Kaleb è il mezzano, mentre Kol è il primogenito... è morto da poco, penso tu lo sappia."



    Cerco di non rattristarmi troppo, ho parlato così tanto di mio fratello che è stato un modo per esorcizzare il dolore, anche se non ho mai pianto per lui "Era sposato con mia cognata Alena e mi hanno regalato una nipotina che ha meno di due anni, si chiama Samy, è il diminutivo di Samira. E tu? Non hai fratelli o sorelle?"



  7. #1647
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Keyra
    Isyl Tinnuviel



    Con gli occhi ancora rivolti alla invisibile luna, ascolto la voce di Daphne:
    "Baratheon, il mio nome completo è Daphne Elania Baratheon. Mio padre è Sir Eddad dell'Altura del Fulmine e casa mia si trova all'estremo Est di Dohaeris. Capo Tempesta è degli Urthadar, per fortuna non ho più niente a che fare con loro" le sue parole riecheggiano nell'atmosfera quasi surreale del luogo. Mi nomina suo padre e il suo luogo d’origine, Sir Eddad , Altura del Fulmine, il suo cognome mi dice qualcosa ora che lo sento completo, ma non mi sono mai applicata come dovevo alla storiografia delle casate di Dohaeris, un nome poi esce dalle sue labbra, Urthadar. I temibili signori di Capo Tempesta. Di loro già so qualcosa in più.
    “Mia madre è Aranel De Arwen, anche lei ha origini ad Est. Sono la minore di tre figli, mio fratello Kaleb è il mezzano, mentre Kol è il primogenito... è morto da poco, penso tu lo sappia."
    A queste parole mi si stringe il cuore , penso a lei al dolore che deve aver sopportato per suo fratello, a Thalion…annuisco in sua direzione, non chiedo nulla per rispetto nei suoi confronti ..
    << Mi dispiace per tuo fratello…>> le dico sinceramente dispiaciuta mentre raccolgo le gambe cercando di cingerle con le braccia posandovi il capo per scacciare i brutti pensieri.
    “ Era sposato con mia cognata Alena e mi hanno regalato una nipotina che ha meno di due anni, si chiama Samy, è il diminutivo di Samira. E tu? Non hai fratelli o sorelle?"
    << Una bella e numerosa famiglia direi, devi volergli molto bene da come ne parli, ti si illuminano gli occhi, ti invidio molto. Il calore di una famiglia che ti ama deve essere qualcosa di molto bello e prezioso…anche avere dei fratelli, io purtroppo non ho avuto questa fortuna, ma lo avrei voluto tanto. Per rispondere alla tua domanda, che io sappia, non esistono altri Tinnuviel nati all'infuori della mia famiglia, ne mio padre ne mia madre non ha mai accennato nulla, quindi credo proprio di considerarmi figlia unica. >> sorrido appena, gioendo di questo piccolo pensiero rubato al ricordo dei tempi felici
    << Com’è avere fratelli? Avere accanto qualcuno che crede in te?>> Chiedo con palese imbarazzo vista la sua fresca perdita.
    << Con noi viveva un ragazzo, un caro amico che io ho sempre considerato un po’ come un fratello, ma non sono sicura di sapere cosa voglia dire averne uno, si chiamava Thalion, dominava il fulmine e sapeva volare… è cresciuto con me, ma non ho mai saputo e nemmeno lui ha mai saputo, le sue vere origini; ha sempre considerato la nostra casa come sua. Mi è stato molto vicino in momenti piuttosto bui e…non finirò mai di ringraziarlo. >>
    Fisso i miei occhi nel fuoco mentre i ricordi si fanno strada in punta di piedi nella mente…
    Ultima modifica di DELTAG; 30th November 2015 alle 17:11

  8. #1648
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon

    << Mi dispiace per tuo fratello…>>
    Keyra mi porge le sue condoglianze, ormai riesco a reggerle bene, nonostante la ferita sia fresca, le rivolgo un sorriso in segno di ringraziamento, ma non aggiungo altro sull'argomento della morte di Kol. << Una bella e numerosa famiglia direi, devi volergli molto bene da come ne parli, ti si illuminano gli occhi, ti invidio molto. Il calore di una famiglia che ti ama deve essere qualcosa di molto bello e prezioso…anche avere dei fratelli, io purtroppo non ho avuto questa fortuna, ma lo avrei voluto tanto. Per rispondere alla tua domanda, che io sappia, non esistono altri Tinnuviel nati all'infuori della mia famiglia, ne mio padre ne mia madre non ha mai accennato nulla, quindi credo proprio di considerarmi figlia unica.>>



    E' facile e neanche tanto fuori dal comune, che i propri genitori abbiano avuto altri figli fuori dal matrimonio, per una vita precedente o perchè hanno deciso di andare oltre l'attuale, i miei si sono conosciuti da giovani e posso mettere la mano sul fuoco sulla loro fedeltà, figuriamoci... mio padre rappresenta il legale per eccellenza. "Beh ha i suoi vantaggi alle volte"



    Molti figli unici sono più coccolati e viziati rispetto a quelli che hanno fratelli o sorelle, si è considerati diversamente dai propri genitori, questo è il lato positivo, quello negativo è la solitudine, ma anche questo è apprezzato da molti, il discorso è ampio e varia da persona in perona. << Com’è avere fratelli? Avere accanto qualcuno che crede in te?>> Non mi ci sono mai fermata a riflettere "Sai che non te lo saprei spiegare? Sono stata fortunata con loro, mi hanno cresciuta e questo spiega perchè ho questo temperamento così... poco femminile. E' amore incondizionato, non saprei come definirlo meglio. Mi rendo conto che non è così per tutti, il senso della famiglia è qualcosa di molto raro a differenza di quel che si possa pensare."



    Padri contro figli, figli contro fratelli, madri contro padri, chi più ne ha più ne metta, spesse volte dipende tutto dai tornaconto personali e rimarco la mia fortuna ad avere la mia famiglia, nonostante il passato, che non posso neanche definire traumatico a differenza di molti << Con noi viveva un ragazzo, un caro amico che io ho sempre considerato un po’ come un fratello, ma non sono sicura di sapere cosa voglia dire averne uno, si chiamava Thalion, dominava il fulmine e sapeva volare… è cresciuto con me, ma non ho mai saputo e nemmeno lui ha mai saputo, le sue vere origini; ha sempre considerato la nostra casa come sua. Mi è stato molto vicino in momenti piuttosto bui e…non finirò mai di ringraziarlo>> Smuovo un pò la legna col piede per vivacizzare la fiamma e riscaldarci di più



    "Almeno non eri sola. A volte una persona può essere considerata un fratello a prescindere dai vincoli di sangue, come lo è Andreus per me. Sbaglio o hai usato il passato? Questo Thalion non c'è più?"




    Non voglio risultare poco delicata, se vorrà evitare l'argomento non le porrò altre domande

  9. #1649
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Keyra
    Isyl Tinnuviel




    Sorrido alle sue parole quando mi parla dei suoi fratelli e del suo modo d’essere poco femminile..
    << Così stai bene, sei molto femminile invece…>> le dico osservando quanto i capelli lunghi le donino e facciano risaltare ancor di più i suoi occhi viola, così simili ai miei.
    La vedo avvicinarsi al piccolo fuoco e smuovere un po’ la legna, subito il tepore aumenta e mi sento i piedi più caldi
    "Almeno non eri sola. A volte una persona può essere considerata un fratello a prescindere dai vincoli di sangue, come lo è Andreus per me. "
    Ascolto in silenzio le sue parole, è strano come mi senta bene e in pace con me stessa parlando con lei di ciò che non ho mai avuto la fortuna di avere. Almeno non ero sola …già, allora c’era lui.
    “Sbaglio o hai usato il passato? Questo Thalion non c'è più?"
    Ecco la doccia gelata, una domanda che non avrei mai voluto sentire, il cuore sussulta mentre un dolore sordo si espande , un velo di tristezza cala sul mio viso mentre ombre scure mi attraversano l’anima, negli occhi l’ultima immagine che ricordo di lui, il suo volto triste ma sorridente quando mi ha detto addio su quella scogliera.
    << Lui…lui…>> mi interrompo, mi perdo per un attimo nel suo ricordo, poi riprendo << …vengo dalla Zona neutra, ho incontrato mio padre dopo un anno di silenzio, volevo risposte e le ho trovate, ma ho anche trovato la notizia della sua morte.>>
    Abbasso il viso affondando nelle ginocchia, sopprimo un pianto che vorrei sfogare ma non ora, non adesso . Rialzo gli occhi puntandoli sulle ombre che le fiamme disegnano sul suo viso:
    <<Questa guerra mi ha portato via molte cose a cui tenevo, come ad altri, tra queste, l’esercito di Re Lantis ha sterminato il clan di mia madre, ciò che mi restava di lei e, mi ha portato via anche Thalion, mio padre non mi ha spiegato le dinamiche, ma nei pressi dei domini Tinnuviel vi sono state molte battaglie, è probabile che sia morto durante un combattimento mentre i soldati cercavano la principessa Esperin, faceva parte dell’esercito di mio padre..non ho avuto il coraggio di chiederglielo…sai Daphne, non so se avrò la forza per sopportare tutto in un unico cuore, io non sono forte e la mia paura più grande è quella di non riuscire a sopportare e divenire solo un peso…per tutti…>> lascio che le parole fuoriescano leggere, sincere…nel mentre poso gli occhi sul fuoco, l’aria si fa ancor più pungente, ma più riesco a raccontarmi più sembra che la tristezza intrinseca si allontani, che sbiadisca, il dolore resta, mai se ne andrà, sarà un’altra cicatrice nell’anima eppure, per un attimo ritorno ad essere me stessa.
    In lontananza dove le ombre del fuoco finiscono, sul confine che separ ail buio dalla luce, noto un piccolo stelo ricoperto sulla base di foglie sospinte dal vento , sulla cima un bocciolo che sembra arancio oppure giallo, non so se sia la proiezione del fuoco oppure il suo vero colore, sta di fatto che mi metto a fissarlo.
    Fuori fa freddo, l'inverno sta arrivando e con esso il suo gelo, quel bocciolo così fragile è appena spuntato, forse una Zinnia, resiste, cresce si fortifica, forse anche io dovrei prendere esempio da quel fiore e iniziare a credere che oltre il dolore vi sia un barlume di speranza.

    Ultima modifica di DELTAG; 30th November 2015 alle 19:49

  10. #1650
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon


    << Così stai bene, sei molto femminile invece>> Tiro un mezzo sorriso, i miei capelli... li ho sempre portati più lunghi di ora, ben oltre la schiena, li tagliai in un gesto di stizza con un coltello ben affilato. In realtà mi riferivo di più al temperamento, ma prendo il complimento ugualmente, ogni tanto fa piacere << Lui…lui…vengo dalla Zona neutra, ho incontrato mio padre dopo un anno di silenzio, volevo risposte e le ho trovate, ma ho anche trovato la notizia della sua morte.>> Abbasso lo sguardo, probabilmente non dovevo farle domande al riguardo, è una notizia fresca tra l'altro



    <<Questa guerra mi ha portato via molte cose a cui tenevo, come ad altri, tra queste, l’esercito di Re Lantis ha sterminato il clan di mia madre, ciò che mi restava di lei e, mi ha portato via anche Thalion, mio padre non mi ha spiegato le dinamiche, ma nei pressi dei domini Tinnuviel vi sono state molte battaglie, è probabile che sia morto durante un combattimento mentre i soldati cercavano la principessa Esperin, faceva parte dell’esercito di mio padre..non ho avuto il coraggio di chiederglielo…>>
    Ammetto di essere un pò confusa, per avere un esercito personale, deve essere un pezzo grosso, certamente non un delegato, non un semplice funzionario, sarà un feudatario, qualcuno dell'elevatura al pari degli Urthadar, i Dreth, i De Lagaun, neanche la mia famiglia ha un esercito personale, nonostante mio Padre domini l'altura. Forse si riferiva semplicemente alla scorta personale, comunque sia... è morta una persona alla quale teneva.



    <<sai Daphne, non so se avrò la forza per sopportare tutto in un unico cuore, io non sono forte e la mia paura più grande è quella di non riuscire a sopportare e divenire solo un peso…per tutti…>>



    "Mi dispiace" Mi limito a dirle, mentre scivolo in terra, per poi appoggiare la schiena contro la pietra ormai calda, cominciava a farmi male. "Beh se pensi di essere un peso, vuol dire che lo sei o che lo diventerai presto. Sai Keyra, credere in se stessi ogni tanto non farebbe male a nessuno, se pensi di essere inutile ed incapace non combinerai mai nulla di buono, perchè ti poni dei limiti da sola, la commiserazione è un'arma rivolta contro se stessi. Quindi rimboccati le maniche e ripetiti ogni momento che non c'è niente e nessuno che vale più di te, nessuno. Se non pensi a te per prima, chi credi che lo farà?"



    Rispondo con tono duro, il mio vuole essere un modo per incoraggiarla, perchè piangersi addosso ed abbattersi non serve a niente. Resto fissa con lo sguardo sul fuoco che man mano diventa più caldo



    "Ognuno di noi è circodato da persone che desiderano affossarlo, non facilitargli il compito. Intesi?"

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Quest Reali
    Di mary24781 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3384
    Ultimo Messaggio: 24th June 2016, 19:43
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 172
    Ultimo Messaggio: 10th June 2016, 17:11
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  5. [Deus ex Machina GDR] Esempio Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 20th September 2014, 18:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •