Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 18 di 221 PrimaPrima ... 816171819202868118 ... UltimaUltima
Risultati da 171 a 180 di 2208
  1. #171
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon

    Credo di trovarmi alla fiera del mestruo, tutte donne – a parte Andreus ed Efrem – e tutte terribilmente nervose. Mi siedo al tavolo e la ragazza cadaverica mi rivolge subito la parola, la mia arma… cazzarola me la sono dimenticata, nella stanza mi sembra non ci fosse, l’avrò riassorbita? “L’ho lasciata in cam… hem l’ho dissipata, sì… riassorbita, quella roba là insomma” a saperlo fare, mi sento una completa idiota, dovrò farmi dare qualche lezione da Andreus, non ho mai avuto modo di esercitarmi con la magia, mio fratello mi ha sempre detto che sono agile e portata per il corpo a corpo, ma le arti magiche… non saprei che fare. Mi sento gli occhi addosso, probabilmente perché i miei sono ancora rossi di pianto, posso sempre attribuire la colpa al sonno, dopotutto non ho dormito molto. Arriva Efrem sempre tutto… spavaldo, ma quanto se la tira? Non me lo ricordavo così, è peggiorato, cosa diamine sarà successo, sembra incazzato nero perennemente, probabilmente la sua bella Regina non gliela da più. Cerco di mantenere un certo contegno mentre lo osservo, si da grandi arie da capo, non devo ridere… non devo ridere… non devo ridere… ok non ho riso. Allungo la mano sotto al tavolo e afferro quella di Andreus, mi sento un po’ a disagio quando la conversazione si sposta su di me, a quanto pare ci sono stanze libere e potrò occuparne una, ma non sono ancora ben accetta da tutti è ben evidente, poco me ne importa. Si parla di nemici, di campi di battaglia, formazioni, allenamenti… a quanto pare domattina ci sarà uno scontro e non è il primo, non so quanti ce ne siano stati, ma a giudicare dalle espressioni gli esiti non sono stati positivi. Ci sono visi nuovi ed anche questi mi guardano di sottecchi poco amichevolmente, proprio una delle due che dovranno combattere il giorno seguente. Solumquae… conosco quel posto, ogni anno sono stata costretta ad imbellettarmi e seguire la Regina del Cavolo per l’annuale cerimonia delle Vestali, una palla esagerata, ma almeno potevo vedere lui… tutto in tiro, bello come il sole ed ora ha una faccia da schiaffi senza eguali.
    "Il luogo è un terreno vulcanico, come ho già detto, ormai inattivo da più di tre secoli..."
    Devo interromperlo, non sopporto la sua voce, a quanto pare ne sanno poco, posso rendermi utile, così mi alzo
    “Conosco bene quel posto, permettimi… Capo” Efrem risponde con un grugnito, che prendo per assenso e mi indica di proseguire “Dicevo… che è un luogo molto conosciuto per la sua alta rilevanza storica, si trova a Sud poco distante da Amaranthis. E’ una zona vulcanica assopita, ogni anno delle vestali compiono un rito danzante per ingraziarsi il volere degli Dei e scongiurare nuove eruzioni vulcaniche, presenziano gran parte del popolo di Dohaeris e gli stessi sovrani. Lo scenario è alquanto spoglio, a parte il Glados vi sono pochi alberi, un ruscello e sassi in prevalenza, molti si sono distaccati dall’alto vulcano. E… se vi state chiedendo perché conosco tutte queste cose… è perché sono stata un’ancella della Regina Lumen per lungo tempo, fino a quando non mi ha fatto questo…” indico la mia cicatrice al volto. “Sono fuggita da quel luogo infausto e spero di trovare quella testa bionda su di una picca al più presto” forse ho parlato troppo senza rendermene conto… così torno a sedere e afferro nuovamente la mano di Andreus.




    frase di Efrem e azione su Andreus concordate con SimsKingdom

  2. #172
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina] Quest Ribelli

    Keyra
    Isyl Tinnuviel



    Yadirha contraccambia il benvenuto anche se in modo un po’ freddo, probabilmente è una persona piuttosto pratica e poco incline al dialogo. Nel mentre vedo arrivare Andreus seguito da Daphne la nuova arrivata; «buonasera a tutte.» dice per poi rivolgerci un sorriso e prendere posto accanto a me seguito a ruota da Daphne. La osservo curiosa, spero si sia riposata a dovere visto la sua palesata stanchezza anche se vedo che i suoi occhi sono ancora piuttosto arrossati, sembra piuttosto insicura e a disagio…probabilmente davvero è all’oscuro di tutto, poco male, capirà oggi la guerra che si sta combattendo per il dominio di Dohaeris. Ecco giungere Efrem con addosso una sorta di pelliccia… che animale avrà scuoiato per farla? Assomiglia alla pelliccia dell’armatura dei reietti, avranno lo stesso sarto? Sinceramente lo preferivo con il lenzuolo...
    Prende una sedia facendosi spazio per poi prendere parola
    «Signori, la prossima battaglia è alle porte, data la recente disfatta di Amaranthis…» il suo sguardo saetta su di me e Andreus, mi sento incredibilmente colpevole , una colpa che credo mi porterò appresso per molto tempo, come le ferite che ho riportato nel mio orgoglio , ripenso poi anche a Ryuk e al suo sguardo troppo profondo, troppo tagliente per appartenere ad un uomo… «… dobbiamo stare in guardia e aspettarci di tutto. Certo, avremmo anche perso questa battaglia, ma la guerra è appena cominciata, presto il nostro vessillo, il vessillo della ribellione, sventolerà sul terreno macchiato del sangue dei nostri nemici!»
    Un pugno, un colpo secco sul tavolo della mensa come a ribadire il suo ultimo concetto espresso…il vessillo della ribellione sventolerà… per poi sciogliere le sue labbra in un sorriso.

    «
    Il prossimo punto di attacco sarà il vulcano di Solumquae, state tranquilli, la montagna è dormiente da almeno tre secoli, non avrete pericoli su quel frangente….ho deciso chi saranno i prossimi guerrieri…» indica con decisione Ananya e Lucynda, «voi due! Ho visto il vostro allenamento e come vi siete battute con me, potete farcela.»direi che non poteva scegliere combattenti migliori, non le ho viste all’opera, ma nei loro occhi vi è coraggio e determinazione, di sicuro sapranno portare a casa ottimi risultati … spero siano migliori di quelli miei e di Andreus.
    Fisso il tavolo davanti a me, ripercorrendo con la mente scene di quella precedente battaglia poi sento la voce di Efrem , alzo gli occhi, incrocio i suoi :
    « Voi invece avete già combattuto, sapete dirci qualcosa in merito agli altri due schieramenti?»
    Andreus prende immediatamente la parola :
    « Non ho idea di chi possa essere schierato questa volta, ma posso dirvi come riconoscere le due fazioni. Dunque, i reietti indossano delle armature metalliche, forse di ferro alle quali spuntano ciuffi di pelliccia. I reali invece indossano la classica armatura della guardia reale, li riconoscerete dai caratteristici colori argento e blu. Durante il nostro combattimento, entrambe le fazioni non indossavano elmi o cappucci, perciò i loro volti erano riconoscibili. Ma nulla gli impedisce stavolta di non coprirsi anche la faccia come abbiamo fatto noi.Non ho altro…» freddo, serio, deciso. Le sue parole sono giuste, da guerriero, cosa potrei aggiungere?
    Faccio per parlare ma Efrem alzandosi e portando le braccia incrociate al petto, prosegue con il suo discorso dando la sua disponibilità per un eventuale allenamento alle due ragazze , le osservo spostando lo sguardo dapprima su una poi sull’altra, entrambe annuiscono al pensiero di entrare in battaglia, sembrano decise e sembrano impazienti di andare ad allenarsi , non hanno di certo paura di combattere; ma mi chiedo, sanno a cosa stanno andando incontro? La guerra non è un gioco, l’ho provato sulla mia stessa pelle e di certo i nemici non avranno mezze misure, conto su di loro, ma spero che tornino tutte intere.
    «…Se hai intenzione di restare, troverai due stanze vuote, i precedenti proprietari hanno… optato per un'altra strada…» Slitto lo sguardo dalle due verso Efrem che getta uno sguardo alle mie spalle, probabilmente si sta rivolgendo a Daphne, poi parla di vecchi occupanti delle stanze che ora sono libere; effettivamente è da un po’ che non vedo l’elfo albino, la ragazza dai capelli rossi e, il tipo con la benda sull’occhio… la ragazza bionda in cerca di vestiti? Lord Belial?
    Chissà che fine hanno fatto…le parole di Efrem mi giungono chiare ma suonano strane, …hanno optato per un’altra strada… e che strada avranno preso?
    Che senso aveva allora la loro presenza qui se poi hanno deciso di andarsene?
    E se non fossero stati loro ha decidere?
    Non so perché ma un certo allarmismo mi prende .
    «Quindi… beh, su di loro è calato il sipario…»
    Per un attimo sembra che gli occhi bicolore del capo si posino su di me, calato il sipario…dice paragonando quasi ciò che è successo loro ad uno spettacolo teatrale; quando cala il sipario vuol dire che lo spettacolo è finito .
    Fisso Efrem mentre un rivolo di sudore freddo mi cala lungo la schiena facendomi schiudere le labbra ; ecco la verità celata dietro la mia domanda di poco fa in camera sua, risposta che io intuisco come: se qualcosa non va come dovrebbe i nemici interni vengono eliminati , crudeltà, ecco cosa penso mentre una smorfia di disappunto colora il mio viso, vorrei controbattere chiedergli che fine ha fatto fare ai vecchi occupanti, svelare le carte in tavola, ma sono Yadirha seguita da Ananya a riportare la mia concentrazione sulla battaglia di domani.
    <<Che ci sai dire sul campo di battaglia? Non si può andare in guerra senza sapere nulla del luogo! Ci sono informazioni utili che dobbiamo sapere, come ad esempio quando inizia la battaglia, insomma quanto tempo abbiamo per prepararci. Forse dovremmo studiare una strategia al posto di allenarci soltanto...>>
    «Inoltre, visto lo spettacolo che hai dato dopo la precedente battaglia, hai qualche obiettivo particolare? Almeno se per caso ce lo ritroviamo di fronte, gli riserviamo un trattamento particolare»

    Giusta domanda Ananya, nella precedente battaglia era presente Ryuk Leithien ma dubito fortemente che scenda in campo nell’immediato.
    Efrem cerca di rispondere ai quesiti posti ma è Daphne ora a catturare la mia attenzione, sembra come me conoscere il luogo della battaglia e infatti…
    “un luogo molto conosciuto per la sua alta rilevanza storica, si trova a Sud poco distante da Amaranthis. E’ una zona vulcanica assopita, ogni anno delle vestali compiono un rito danzante per ingraziarsi il volere degli Dei e scongiurare nuove eruzioni vulcaniche, presenziano gran parte del popolo di Dohaeris e gli stessi sovrani. Lo scenario è alquanto spoglio, a parte il Glados vi sono pochi alberi, un ruscello e sassi in prevalenza, molti si sono distaccati dall’alto vulcano. E… se vi state chiedendo perché conosco tutte queste cose… è perché sono stata un’ancella della Regina Lumen per lungo tempo, fino a quando non mi ha fatto questo…” indica la cicatrice che le deturpa il volto. “Sono fuggita da quel luogo infausto e spero di trovare quella testa bionda su di una picca al più presto”
    Le sue ultime parole mi colgono impreviste, era un ancella della regine e la regina le ha fatto questo?
    Cosa sarà accaduto per scatenare su questa povera ragazza tanta cattiveria?
    Non credo dopo questo, di poter dire che sia una spia delle schiere Reali anche se Ananya sembra sempre diffidente nei suoi confronti; non so perché ma sento l’impulso di tutelarla. Che mi giudichino anche una stupida o ingenua o sentimentale ma credo questa ragazza sia sincera, prendo parola.
    «Ho ascoltato le vostre parole…» dico rivolgendomi ai presenti soffermandomi poi, indugiando qualche secondo in più con sguardo tagliente su Efrem « …a quello che ha detto Andreus non ho molto da aggiungere se non il fatto che , vista la prima battaglia combattuta ad Amaranthis…» continuo riassumendo per chi prima non era tra noi ciò che è accaduto dall’inizio della guerra« …credo che i nostri nemici si siano trovati spiazzati quanto noi e che quindi oltre alle abilità dei loro guerrieri potrebbero essersi seduti a tavolino per studiare una strategia d’attacco, sfruttando le condizioni del luogo che, confermo ; essere… nefasto.»
    Aggiungo questo senza volerlo dire realmente, più per condizione personale che per altro, abbasso lo sguardo, chiudo per un attimo gli occhi , ripensando a quell’arido territorio, Solumquae, la mia terra d’origine, terra dove la mia passata esistenza ha avuto fine macchiandosi del sangue di mia madre, continuo tenendo la testa bassa soffocando un pianto :
    «
    Posso pensare che come noi , anche i nemici dispongano di un assortimento di arti magiche, ed essendo un luogo prevalentemente roccioso e spoglio li, fa da dominio la terra, magari proprio chi domina la terra potrebbe essere avvantaggiato, non escludo che quindi le fazioni avversarie schierino maghi, stregoni o elfi con quel genere di potere, potere quello della terra al quale il fulmine di Lucynda potrebbe creare problemi. »
    Guardo la ragazza rialzando la testa e facendole un cenno di fiducia
    « Sono solo blande ipotesi sia chiaro , però studiare una strategia potrebbe dare qualche vantaggio, ma non sono io che devo decidere, poi, un ultima cosa… » aggiungo prima di alzarmi a mia volta come Lucynda :
    « So che per alcuni di voi, me compresa Daphne la nuova arrivata, potrebbe sembrare una minaccia, ma dopo quello che ci ha detto, su una cosa credo di essere sicura ; non penso possa essere una spia dei reali… non mi sento di aggiungere altro, non ancora. Ti porgo quindi per ora le mie scuse per averti aggredito prima, non avevo comunque intenzione di ucciderti » Sarebbe contro la mia natura…penso ma non lo dico apertamente, potrei sembrare una codarda, cosa che non sono. Detto ciò mi alzo silenziosamente e mi dirigo verso la cucina per prendere un po’ di frutta per sfamarmi, ritorno quindi dai presenti, posando qualche mela , qualche banana e qualche arancia sul tavolo a disposizione di tutti:
    « Scusatemi se ora mi allontano da voi così, vorrei riposare un po’, magari se dopo siete in armeria, vi raggiungo per aiutarvi con gli allenamenti in caso vi andasse come idea
    » mi blocco, guardo le due guerriere e parlo con voce fiera e ferma :
    «
    Comunque ragazze siete forti, mettetecela tutta nella battaglia e tornate vincitrici, non come me…» aggiungo triste a fine frase, detto ciò muovo alcuni passi verso l’arco della sala mensa con l’intento di dirigermi verso la mia camera, ho davvero bisogno di riposare almeno un po’. Se avranno bisogno di me, sapranno dove trovarmi.




    - Luogo di origine di Isyl concordato con i Master
    Ultima modifica di DELTAG; 30th January 2015 alle 19:03

  3. #173
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina] Quest Ribelli

    Efrem Targaryus

    Daphne si solleva in piedi interrompendo il mio discorso e spiegando lei stessa il campo di battaglia «E… se vi state chiedendo perché conosco tutte queste cose… è perché sono stata un’ancella della Regina Lumen per lungo tempo, fino a quando non mi ha fatto questo…» ecco dove l’ho vista, è lei, l’ancella maldestra di Lumen. Non ho mai capito che fine ha fatto, so solo che scappò dal palazzo dopo un diverbio con lei, non so altro. Ma ora, trovarmela qui, a pochi passi da me con questa verità davanti agli occhi. Lumen, un mostro mascherato da angelo, hai rovinato così tante vite dal tuo arrivo. Hai fatto in modo che questa guerra cominciasse, hai usato il mio amore per i tuoi scopi e poi hai continuato a sfruttare il mio corpo per i tuoi divertimenti. Sono solo un debole ecco cosa sono. Un uomo debole che non riesce a liberarsi ancora del tuo giogo lussurioso e in questa trappola sto trascinando anche chi non lo merita. E ora lei, hai rovinato il suo volto. Perché? Un tuo capriccio. Cosa ti ha fatto di tanto ignobile da deturparle così il volto? «Sono fuggita da quel luogo infausto e spero di trovare quella testa bionda su di una picca al più presto» la ragazza si siede, la sua voce è cambiata e sembra più nervosa. Come biasimarla? Rivolgo un sorriso ad Ananya, o almeno così mi è parso di capire dalle parole pronunciate dalla tipa scura, mi ha chiesto se ho obiettivi particolari? Bene. «Il mio unico obiettivo secondario è solo Ryuk Leithien, degli altri potete farne quello che volete, anche gettarli nel vulcano, per me è uguale. Ma è la sua testa che voglio vedere gocciolare su questo tavolo…» dovrei sembrare inquietante aggiungendo queste parole al sorriso di prima, meglio così. Devono capire che con me non si scherza, non mi interessa in che modo, l’importante è che entri nella loro testa. Keyra prende la parola dopo di me «Posso pensare che come noi, anche i nemici dispongano di un assortimento di arti magiche, ed essendo un luogo prevalentemente roccioso e spoglio li, fa da dominio la terra, magari proprio chi domina la terra potrebbe essere avvantaggiato, non escludo che quindi le fazioni avversarie schierino maghi, stregoni o elfi con quel genere di potere, potere quello della terra al quale il fulmine di Lucynda potrebbe creare problemi.» i suoi occhi si posano sulla ragazza scura, bene ecco l’ultimo nome mancante sulla mia lista. Dopodiché rivolge le sue scuse a Daphne per poi alzarsi e andarsi a prendere da magiare e tornare nella sua stanza, non prima di aver rivolto un incitamento alle due guerriere. «L’unica tattica possibile in questa situazione è il gioco di squadra…» dico prima di rivolgermi ad Andreus «dico bene?» il ragazzo mi guarda prima di prendere la parola «Sì… in quella situazione non abbiamo avuto il tempo per parlare, il nostro nemico era solo a pochi metri di distanza e se Keyra non avesse usato i suoi poteri, a quest’ora starei concimando le ortensie sul quel campo di battaglia.» ricambio lo sguardo che mi rivolge subito dopo muovendo qualche passo dietro le spalle di Ananya, poso le mani sulla sua sedia e cerco i suoi occhi avvicinandomi con un ghigno «bene. C’è altro o possiamo cominciare col nostro allenamento?» aspetterò una sua risposta prima di muovermi verso l’armeria, Lucynda ha voglia di allenarsi, meglio non farla attendere, se mi rivolgerà altre domande vedrò di risponderle non appena saremo lì dentro. Se gli altri ci seguiranno, chiederò ad Andreus di farmi da partner nella lotta…
    Ultima modifica di SimsKingdom; 30th January 2015 alle 21:17

  4. #174
    sim dio L'avatar di Akuiyumi
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Messaggi
    2,972
    Potenza Reputazione
    13

    Re: [Deus ex Machina] Quest Ribelli


    Ananya Nitya Kalpana

    Efrem comincia a rispondere alle domande, ma Daphne lo blocca descrivendoci il luogo della prossima battaglia che, a quanto pare, conosce molto bene.



    Ci racconta poi della sua storia, del rancore che cova verso la regina a causa di quello che le ha fatto. Sentirla parlare di ciò che le è successo, il tono in cui lo dice… mi fa cambiare del tutto idea sul suo conto. E’ davvero sincera, e a quanto pare le è pure andata bene capitare nella nostra base e non in quella di qualcun altro.

    Efrem riprende il discorso, dicendo che non ha altri obiettivi secondari se non quel Ryuk, ma dubito scenderà in campo nuovamente, quindi in teoria c’è da stare tranquilli.
    Anche Keyra prende la parola, suggerendo che le altre fazioni potrebbero schierare qualcuno con il potere della terra, mettendo quindi in guardia Lucynda. E’ plausibile, però non abbiamo alcun modo per saperlo, se non appunto una sensazione. Poi si scusa con Daphne, prima di andarsene.
    Dopo un ultimo breve intervento di Andreus, in cui ribadisce che Keyra lo ha salvato, Efrem mi si avvicina guardandomi negli occhi e chiedendomi con un ghigno «C’è altro o possiamo cominciare col nostro allenamento?» sembra quasi indispettito, ma che ho detto? Mamma mia, la gente se la prende per un nonnulla eh!



    Guardo un attimo il soffitto, pensando a qualche altra domanda che potrei fare… no non mi viene in mente nulla. Torno a guardare Efrem negli occhi «No ok, andiamo»
    Mi alzo e mi dirigo in armeria, e, una volta arrivata, chiedo ai presenti, ma soprattutto ad Efrem «Come facciamo? Io e Lucynda contro te e..?»



    Ultima modifica di Akuiyumi; 26th February 2015 alle 23:28


    myMind | myHands | myLegacy | myCrazyLegacy

  5. #175
    sim dio L'avatar di XxRosy_99xX
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    ~ Oasis Landing ~
    Età
    24
    Messaggi
    3,296
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina] Quest Ribelli


    Lucynda Mellow

    Rimugino per un istante sulle parole della donna serpe, quando disse che è fondamentale concordare un metodo, una strategia di battaglia per prepararci al meglio.

    In tutti questi anni ho combattuto raramente con un mio simile al proprio fianco, sebbene una delle tante tradizioni della mia casata consisteva nel mandare in campo dei membri separati in due gruppi: i primi a farsi avanti erano tutti i figli, i secondi erano invece i genitori, che potevano intervenire solo in caso di estrema necessità. Io, una donna figlia unica, sono stata abituata a cavarmela autonomamente con o senza il supporto alleato, non ho mai manifestato alcuna difficoltà nel piegare i soldati reali o spedirli nell'altro mondo con una tranciata netta al collo, salvo alcune eccezioni quando di colpo si presenta il gran Domatore del Fuoco a mettere la ciliegina sulla torta, mio padre Durlock Mellow, che richiama la sua fedele ascia plasmandola con l'elemento donatogli da Efesto. Contro di lui è impossibile vincere...o almeno io la penso così, con tutte le ferite che ci ho ricavato per causa sua so bene cosa significa avere a che fare con un Maestro del suo rango.
    La guerra non è un gioco, la sofferenza non è un gioco, nulla va preso alla leggera.

    E' la voce di Efrem a distogliere il mio momento di contemplazione, risponde ai dubbi di coloro che hanno bisogno di chiarimenti. Daphne dimostra di non essere poi una grave minaccia per tutti noi, accennando con tono rammaricato la natura del luogo di battaglia. Mmh, a quanto sembra ha una vasta conoscenza su quest'ultimo... ma ecco che ad un tratto ci parla qualcosa del suo passato, qualcosa che l'ha costretta a fuggire dalla corte reale per mano della regina, lasciandole un bel ricordino: una parte del viso deturpata. Forse il nostro pregiudizio è stato fin troppo esagerato nei suoi confronti. E va bene, va bene, chiuderò un occhio... ma giusto uno!
    Ad approfondire l'argomento di Solumquae è Keyra, e secondo lei i nostri futuri nemici, che alcuni di essi potrebbero essere alleati della Terra, saranno particolarmente avvantaggiati per il territorio prevalentemente roccioso e spoglio, però il mio Fulmine potrebbe neutralizzare gli effetti degli attacchi legati al loro elemento. Beh, tutto è possibile ma potrebbe anche non funzionare come si era previsto, se nel frattempo si schianterà nella mia direzione un attacco elementale a me avverso, come il Vento.
    Andreus interviene solo per ribadire che è sopravvissuto grazie ai poteri di Keyra, mentre Efrem si rivolge a MissCadavere, chiedendo se ha altre domande da porgli, ma lei fa un cenno di dissenso.

    Senza farmelo ripetere due volte seguo le loro orme in silenzio, incurante nel salutare gli altri presenti. «Come facciamo? Io e Lucynda contro te e..?»
    Non avevi domande migliori, eh? Scommetto il gufo di mia madre che la fortunata sarà Daphne, oppure il suo amico per la pelle, ma staremo a vedere...


    Ultima modifica di XxRosy_99xX; 1st February 2015 alle 14:56


  6. #176
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina] Quest Ribelli

    Efrem Targaryus

    «No ok, andiamo»
    dice Ananya guardandomi negli occhi. Subito dopo si alza e si incammina verso l’armeria, Lucynda la segue immediatamente non disturbandosi nel salutare e io mi rivolgo ad Andreus facendoli cenno di seguirmi. Seguo le due donne su verso l’armeria e una volta dentro, la prima di loro mi rivolge una domanda «Come facciamo? Io e Lucynda contro te e...?» faccio qualche passo avanti distanziandomi, mi schiarisco la gola «voi due, contro me e Andreus!» mi schiarisco la gola mettendomi immediatamente sulla difensiva, «fatevi sotto!» se Daphne, Yadirha e Keyra ci seguiranno all’interno potranno formare la terza squadra, lancio un’ultima occhiata al ragazzo prima di tornare con gli occhi puntati sulle due guerriere, velocemente afferro la pelliccia e la lancio lontano rimanendo solo con la maglia nera addosso, la stanza è piena di oggetti o armi, perfetto…
    Ultima modifica di SimsKingdom; 1st February 2015 alle 18:01

  7. #177
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina] Quest Ribelli

    Andreus De Lagun

    Sono ancora scosso da quanto detto, le mie parole così fredde e senza alcuna ombra di sentimento. I miei pensieri vagano verso un solo punto. Cassandra. Dei, devo incontrarla, devo rimediare ai nostri errori. Io devo fare qualcosa. Ho giurato di proteggerla, sul motto del nostro casato e ora? Sono stato a un passo da vederla morire, per mano mia. Perché tanto dolore? Perché non mi hai seguito? Tu e la tua dannata e cieca fedeltà a quel mostro di Lantis. Ti libererò sorella, lo prometto. A costo di farmi odiare o uccidere da te, ma ti porterò via da quell’inferno che ti ostini ancora a chiamare “casa”.
    Ananya ed Efrem terminano di parlare e sia lei che Lucynda si avviano verso l’armeria, l’uomo mi fa un rapido cenno con la testa facendomi capire e forse facendo capire anche alle altre di seguirli, ricambio con un sì con la testa e mi alzo dalla sedia lasciando con lentezza la mano di Daphne, «ti va di unirti alle danze?» le dico a bassa voce facendole l’occhiolino, dopodiché mi avvio anche io verso l’armeria, all’interno vedo Efrem raggiungere il centro della sala «voi due, contro me e Andreus!» per poi mettersi sulla difensiva resto in silenzio rivolgendogli solo un sorriso d’assenso. «Fatevi sotto!» a quelle parole scatto in avanti e sfruttando l’effetto sorpresa sfodero un rapido calcio nell’incavo del ginocchio di Ananya, se il mio colpo andrà a segno e lei dovesse cadere le dirò con tono serio «tenete sempre gli occhi aperti e non focalizzatevi MAI su di un solo nemico!» non come ho fatto io…

  8. #178
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina] Quest Ribelli

    È notte

  9. #179
    sim dio L'avatar di Akuiyumi
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Messaggi
    2,972
    Potenza Reputazione
    13

    Re: [Deus ex Machina] Quest Ribelli


    Ananya Nitya Kalpana

    Io e Lucynda contro Efrem ed Andreus, non faccio in tempo a vedere Efrem mettersi in posizione difensiva che mi arriva un calcio nell’incavo del ginocchio destro, facendomi cadere per terra sbattendo le ginocchia.



    Porca vacca che male, questa me la paghi. Materializzo subito il pugnale mentre sento Andreus spiegare la lezione del giorno
    «Tenete sempre gli occhi aperti e non focalizzatevi MAI su di un solo nemico!» approfitto del momento educativo per ruotare su me stessa, facendo perno sulla gamba sinistra.





    Mi ritrovo davanti a lui, con il ginocchio destro poggiato a terra e il piede sinistro avanti a me. Appena finisce il suo discorsetto, gli conficco il pugnale alla base delle dita del piede più vicino a me dicendo
    «Anche chiacchierare non va bene...» e contemporaneamente alzandomi. Fatto ciò tenterò di tirargli un pugno nello stomaco. Se funzionerà e si piegherà per il dolore, allora riceverà pure un bella botta in testa con l’elsa del pugnale.

    Aion Little Sword: forma dormiente


    Ultima modifica di Akuiyumi; 26th February 2015 alle 23:29


    myMind | myHands | myLegacy | myCrazyLegacy

  10. #180
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina] Quest Ribelli

    Andreus De Lagun

    Le mie parole vanno a segno, forse un po’ troppo. Ananya cade in ginocchio sulla fredda pietra del rifugio, il dolore non sembra bloccarla perché dopo poco tempo la ragazza ruota aiutandosi col ginocchio sinistro ancora sano e, dopo aver materializzato il suo pugnale, me lo conficca velocemente nel piede. Sento lo stivale da guerra lacerarsi così come la pelle e la carne mentre una dolorosa fitta si dipana per tutta la gamba fino a raggiungere il cervello. Dei. Digrigno i denti per evitare di urlare mentre alle orecchie mi arriva la sua voce «Anche chiacchierare non va bene...» richiamo a me la mia scia, apro la mano e in un attimo il suo peso si fa sempre più presente, troppo tardi che un pugno nello stomaco mi raggiunge. Fortuna vuole che non abbia toccato cibo da quando siamo tornati o le avrei vomitato addosso. Mi piego tossendo con forza e portando la mano libera sullo stomaco, maledetta, questa non te la faccio passare liscia. Ed ecco un terzo colpo, stavolta sulla testa e con la base del suo pugnale. Mi brucia e per un attimo avverto tutte le fitte messe insieme che coprono il dolore al piede. La mia ascia è viva, la sento fremere. Ancora piegato e con la testa che pulsa rivolta al suolo faccio ruotare il braccio destro che regge l’arma in avanti mirando alla base del suo busto, è abbastanza vicina e se la traiettoria è esatta, dovrei colpirla al fianco sinistro, e provocarle un taglio piuttosto profondo. Se proverà a spostarsi, userò il braccio sinistro libero per afferrarla e continuare quindi la rotazione dell’arma in sua direzione...

    Rovina di Gaya ---> Forma dormiente
    Ultima modifica di SimsKingdom; 2nd February 2015 alle 01:19

 

 
Pagina 18 di 221 PrimaPrima ... 816171819202868118 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Quest Reali
    Di mary24781 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3384
    Ultimo Messaggio: 24th June 2016, 19:43
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 172
    Ultimo Messaggio: 10th June 2016, 17:11
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  5. [Deus ex Machina GDR] Esempio Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 20th September 2014, 18:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •