Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 201 di 221 PrimaPrima ... 101151191199200201202203211 ... UltimaUltima
Risultati da 2,001 a 2,010 di 2208
  1. #2001
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Efrem Targaryus

    Socchiudo gli occhi osservando le candele del lampadario, tremule e piano piano regolarizzo il respiro tra un rantolo e l’altro. Dei… sto davvero così a pezzi? Il petto mi fa male dappertutto e il respiro è affaticato. Beh, lo credo dopo ben tre fulmini in pieno. Dovrei avere gli organi interni cotti a puntino in questo momento. Sento le molle del letto accanto al mio cigolare, ma non mi muovo, sicuramente Daphne starà cercando qualcosa sul comodino visto il rumore di bottiglie spostate. Riapro gli occhi quando sento un peso in più sul letto e vedo la ragazza sorridermi prima di dire «ci penso io a te» sorrido sghignazzando appena e lascio che la ragazza mi curi spalmandomi lentamente l’unguento ricostituente. Prendo un profondo respiro trattenendomi dal muovermi mentre sento un forte bruciore partirmi dalla ferita e diramarsi all’interno fin quando non svanisce, continua a massaggiarmi il petto e il dolore si attenua assieme a quello ai polmoni e contemporaneamente mi lascio andare a un sospiro di sollievo mentre mi rimetto seduto con la schiena posata sulla spalliera accogliendo la fiala di pozione da bere che mi offre Daphne. La mando giù all’istante sentendone subito gli effetti benefici e rigenerativi guarire dall’interno. Mi sento meglio ma qualche bruciatura assieme al taglio sulla coscia sono rimasti, ho già preso due dosi. Non voglio rimanere senza poteri, credo che attenderò Andreus. «È molto bello» dice la ragazza indicando il mio anello. Non appena il mio sguardo si sposta da lei al gioiello, stringo istintivamente la mano mentre sento nelle orecchie la voce inconfondibile di Zed che mi ammonisce sulla questione di toglierlo. “Non toglierlo mai, consideralo una parte di te da ora in poi.” Torno a guardare la ragazza mentre dentro di me si fa strada il dubbio. Che cosa devo fare? «Non te l'avevo mai visto al dito prima» rilasso nuovamente le dita posando la mano sul letto e torno con gli occhi su Daphne. Sospiro «mi è… mi è tornato molto utile la notte contro Nimoe, senza di esso adesso non sarei qui.» dico bloccandomi dal dire il reale utilizzo e il reale significato di questo anello, non voglio arrecarle una ulteriore preoccupazione. D’un tratto vedo un bagliore al mio fianco e la figura di Mercur fare capolino poco dopo pronunciando il mio nome. Mi porge una lettera e dopo averla presa, l’essere alato svanisce nel nulla. Deglutisco rumorosamente e spero non sia successo qualcosa a Sandover. Leggo immediatamente il nome posto alla fine della missiva e mi incupisco quando leggo che questa lettera è stata scritta da Esperin…

    Ciao Efrem,
    Perdonami per le poche righe frettolose con le quali ti metto al corrente di una notizia che certamente ti sconvolgerà ma che, col tempo, spero possa restituirti in parte ciò che ti è stato tolto da mia madre. In questo momento, mentre scrivo, non so neanche se ti invierò questa missiva ma se la stai leggendo vuol dire che i miei dubbi hanno avuto conferma dalle parole di Lantis che sto per andare ad incontrare in Neutra. Da quando ci siamo incontrati e mi hai parlato di Reneè ho iniziato a nutrire dei sospetti che per quanto assurdi trovavano riscontro in molti particolari del tuo racconto e di quello di Ryuk, la descrizione fisica di nostra sorella così simile a quella della donna misteriosa che ha rubato il cuore di Lantis, il fatto che non ne abbiate mai trovato il corpo dopo l'accaduto... io sospettavo che fosse viva, Efrem, e che fosse la stessa donna che Lantis cerca disperatamente da anni. Non te ne ho parlato perché non volevo darti illusioni probabilmente errate che ti avrebbero fatto ancora più male, ho cercato di averne conferma e se stai leggendo queste righe è perché ora ne sono certa oltre ogni ragionevole dubbio. Nostra sorella è viva, Efrem, ritenevo giusto fartelo sapere.
    Esperin
    Leggo e rileggo la lettera più volte le ultime parole mi rimbalzano negli occhi con violenza e una morsa potente mi attanaglia lo stomaco. È viva… Reneè. Lei… lei… «è viva…» mormoro sentendo la gola seccarsi immediatamente e la vista farsi appannata. «Reneè…» mormoro mentre una lacrima mi scivola sul viso bruciando come se fosse fuoco. Perché non è tornata? Perché non hai mai cercato suo padre, me? Perché? Stringo tra le mani la lettere e le vedo piano a piano tremare mentre le lacrime solcano il mio viso «mia sorella… è ancora viva!» dico con voce strozzata più a me stesso che alla ragazza e mi porto una mano al viso mentre con l’altra stringo sempre più forte la lettera. Perché non mi ha mai cercato? Reneè… perché sei sparita?

  2. #2002
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Grazie alla "pozione di Sepyra", sia Efrem che Daphne recuperano rispettivamente 40 e 20 punti costituzione

  3. #2003
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon

    Ho caldo, ammetto che la situazione è imbarazzante, per quanto noi due abbiamo instaurato un rapporto che va al di là tutto ciò che avrei potuto immaginare e nonostante il trascorso dell'altra notte, è veramente imbarazzante trovarmi con le mani a massaggiare l'unguento sul suo petto, ma Efrem sembra a suo agio e sento le guance andare in fiamme. Si mette a sedere mentre vedo le sue ferite chiudersi sotto i miei occhi, beve della pozione di Sepyra e finalmente smette di tossire, mi sento rincuorata, la ferita era più brutta di quanto volessi «mi è… mi è tornato molto utile la notte contro Nimoe, senza di esso adesso non sarei qui.»

    che cosa intende? Che vuol dire che gli è stato utile contro Nimoe? Ed ora che ci penso... alla riunione di quella notte non lo indossava. Non riesco a capire, ma certamente non ha intenzione di svelarmelo, ha fatto un giro di parole. Conosco abbastanza Efrem da capire, che questo è un suo modo per chiedermi di non indagare oltre. Annuisco col capo ed abbasso lo sguardo, forse dovrei chiamare Andreus per completare le cure, Dei... Andreus, dovrei dirgli che sono incinta? Mi suona ancora così strano, così sbagliato. Porto istintivamente una mano alla pancia, ma uno strano bagliore mi fa alzare il capo ed è allora che vedo il messaggero Mercur, con una missiva stretta tra le mani, è per Efrem. Il ragazzo comincia a leggere, ha una strana espressione, gli occhi si fanno lucidi "Cattive notizie?"

    mi avvicino di più a lui e sento che mormora qualcosa che non riesco a decifrare«Reneè…»



    Reneè, non conosco nessuno con questo nome, che sia lei che gli abbia scritto questa lettera? «mia sorella… è ancora viva!»

    Distoglie lo sguardo dalla missiva, le sue mani tremano, i suoi occhi colmi di lacrime, mi si stringe lo stomaco nel vederlo così, ma è una notizia meravigliosa, sapevo che aveva avuto un lutto importante nella sua famiglia oltre che alla perdita della madre, deve essere stato devastante per lui vivere senza due figure importanti come quella di un genitore ed una sorella. Porto la mia mano a lui e la stringo forte, guardandolo negli occhi. "E' lei che ti ha scritto? E'... è veramente meraviglioso, Efrem. Sono piena di gioia per te"

    mi ritrovo anche io con le lacrime agli occhi senza rendermene conto, così come il mio pensiero è volato dritto a mio fratello Kol, mi manca tremendamente.

  4. #2004
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Markus Obelyn

    Nemmeno una risposta… E,beh, che cosa mi aspettavo? D’altronde non sono niente, se non un pessimo amico, un poco di buono che ha provato ad approfittarsi di lui in un momento di debolezza. Vedo che Keyra lo chiama in disparte e mentre loro parlano metto via la piadina infilandola in un panno prima di riporla in tasca. Più tardi la darò ai topi, tanto qui è pieno ed io, sinceramente, non ho fame per niente. Andreus torna a sedersi ma rimane in silenzio. Lo guardo un po’ stranito ma allo stesso tempo infastidito da quest’improvvisa, ma comprensibile, freddezza. Probabilmente ha parlato con Daphne che non solo mi ha usato per capire quanto amasse Efrem, ma che, nonostante io abbia fatto un giuramento sulla tomba di un genitore, scommetto non ha rivolto parole esattamente gentili nei miei confronti. Tanto io non l’ho consolata, io non le ho portato la colazione a letto, io non ho provato a parlarle, io non ho provato ad avere una relazione con lei... Ovviamente no, perché, a quanto pare, sono solo buono come fallo ambulante con cui schiarirsi le idee! Beh, almeno in una cosa sono bravo dai. <<Addio un corno, Sage!>>. Getto un’occhiata alla lettera che scopro essere di quel reietto. Bene. Ad Andreus sembra più stare a cuore quel tizio del Kratoning piuttosto che il sottoscritto pronto a farsi immolare da Astor Demonar e la cosa non mi dovrebbe dare assolutamente alcun fastidio… Prendo a grattare ancora più nervosamente il piatto che, stizzito, scanso via quando lui va via. Rabbia, disgusto, gelosia, invidia, ecco ciò che sto provando e la cosa mi fa sentire uno schifo… E voglio morire, dannazione. Prendo di nuovo la testa tra le mani, ignorando volutamente Lysa, e guardando il tavolo per non so quanto tempo resto in quella posizione finché non sento un urlo chiamarmi: <<Markus, porta il tuo culo immediatamente qui!>>. Che diamine succede ora? Forse è Lucky? Avrà fatto danni, come al solito. Con uno sbuffo scanso la sedia, che, diversamente dal solito, non mi preoccupo di alzare e lascio scivolare a terra provocando un baccano allucinante. Raggiungo la stanza, chiudo la porta alle mie spalle e non appena dico <<che diam - >> - SBAM! Mi sento scaraventato con forza contro la porta ed avverto un forte formicolio al naso prima che il sangue inizi a scendere. Scuoto la testa, reggendomi alla maniglia, e dopo aver recuperato un po’ di lucidità sollevo il viso guardando incredulo Andreus. Sembra incazzato... Furente… E nervoso. Vedo che stringe qualcosa in una mano e, forse, ho anche capito cos’è: che abbia letto il mio biglietto solo ora…? <<Pensavo avessi già letto quel biglietto…>>, mormoro, sputando via un rivolo di sangue. Questo spiega molte cose ma non tutto, ed adesso voglio chiarire mettendo un punto alla questione. Fisso negli occhi Andreus e con un tono di voce rassegnato dico: <<Ma non importa più, è troppo tardi, Fanon mi ha proposto di entrare nel suo esercito ed io ho accettato. Quindi non è questo il punto>>. Gli faccio cenno con la mano di non interrompermi. <<Non so cosa ti abbia detto di me Daphne ma, credo, che il succo del discorso sia che io sono solo uno stronzo e che tu ti meriti una brava persona>>. Un sorriso smorzato da una fitta al petto si mostra sul mio viso… Dire queste parole mi sta costando una parte di me. Prendo un respiro e continuo a parlare, il naso rotto non aiuta purtroppo: <<Ha ragione: meriti decisamente di più di un pezzo di merda. Non avrei dovuto baciarti…>>. Abbasso lo sguardo e biascico: <<mi dispiace, Andreus>>. Non so che altro dire…
    Ultima modifica di Damnedgirl; 16th March 2016 alle 21:40



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  5. #2005
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Efrem Targaryus

    Stringo il pungo sulla lettera mentre con l’altra mano mi pulisco il volto dalle lacrime e il sangue rappreso ormai disciolto. Le mie dita toccano, accarezzano con violenza la cicatrice e l’occhio cieco che in tanti anni ho imparato a ignorare, a fare di esso una mia caratteristica e una cosa di cui sarei potuto andare fiero. Ma che ora brucia, brucia come se fosse stato appena inferto, come se la lama di quel bastardo lo stesse ancora estirpando dalla sua sede scavando nella mia testa. Stringo i capelli sopra di esso e digrigno i denti al solo pensiero. Reneè, lei non è morta quella sera. Non hanno mia trovato il corpo… non è stato consumato dalle fiamme, le ossa non si sono sbriciolate con il crollo della casa. No. Lei è scappata. Lei è riuscita a mettersi in salvo, come me. E ora è viva, nascosta chissà dove… o peggio, tenuta prigioniera da chissà quale bestia. Respiro profondamente imponendomi di calmarmi e una sorta di sorriso isterico mi compare sul viso… sono felice… ma al contempo un terrore come mai prima d’ora si impadronisce di me, le mie mani tremano e lascio la presa quasi istintivamente sui capelli quando la testa inizia a dolermi «è lei che ti ha scritto?» no… non è lei. Non è la mia Reneè… non è mia sorella a scrivermi. Ma Esperin… come, come dovrei chiamarla adesso lei? Sorell… astra? È assurdo. Io che li ho odiati così tanto, ora ho una mia parente nella famiglia reale. Due… contando quell’idiota del fratello. Lantis… che significa ciò che Esperin ha scritto? “La donna che ha rubato il cuore a Lantis.” No… io… mi rifiuto di credere che quell’essere schifoso abbia potuto fare una cosa simile. «È... è veramente meraviglioso, Efrem. Sono piena di gioia per te» porto lo sguardo verso e ripenso a quello che ha subito, ciò che Lantis le ha tolto… suo fratello è morto per ciò in cui credeva, lentamente porto la mia mano sul suo viso carezzandole il viso con dolcezza, ha gli occhi lucidi «mi dispiace per tuo fratello… lui non meritava di morire.» addolcisco il viso scendendo con la mano e posandola sulla sua spalla «so quanto fossi legata a lui… e credimi, quella cicatrice non andrà mai via, vorrei tanto dirti che dimenticherai, ma ti prenderei solo in giro. Volevi bene a tuo fratello e non lo scorderai mai… come io non ho mai dimenticato mia sorella.» cerco ancora una volta i suoi occhi, i miei dovranno sembrarle quelli di una ragazzina, rossi e gonfi «so che questo potrà sembrarti stupido, ma piangerla mi ha aiutato a superare la mancanza…» un sorriso, dolce mi compare sul viso «non devi aver paura di farlo…»

  6. #2006
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon

    Efrem non risponde alla mia domanda, ma qualcosa tradisce la sua espressione, quel che vedo non è solo felicità per una notizia che ha dell'incredibile, c'è rabbia, o qualcos'altro che si avvicina a questo sentimento, lo capisco guardandolo in viso, ormai riesco a cogliere le sfumature dei suoi pensieri dal modo in cui serra la mascella o da come curva le sopracciglia, quelle piccole increspature che gli si formano sulla fronte quando è pensieroso e questi pensieri non sono felici. Ne sono passati di anni da quando l'ho visto per la prima volta, ma i suoi modi di gesticolare e di esprimersi sono sempre gli stessi «mi dispiace per tuo fratello… lui non meritava di morire.»

    Mi sorprende con questa frase ed osservo la sua mano poggiata sulla mia, avrà notato i miei occhi, magari ha imparato anche lui a decifrare le mie espressioni. Mi viene istintivo girare il palmo e stringere il suo di rimando, mentre alzo gli occhi su di lui, i suoi occhi sono gonfi e rossi, mi fa sentire... compresa «so quanto fossi legata a lui… e credimi, quella cicatrice non andrà mai via, vorrei tanto dirti che dimenticherai, ma ti prenderei solo in giro. Volevi bene a tuo fratello e non lo scorderai mai… come io non ho mai dimenticato mia sorella. So che questo potrà sembrarti stupido, ma piangerla mi ha aiutato a superare la mancanza…»



    mi manca l'aria, mi rendo conto solo ora che queste sono le prime lacrime che verso per Kol, non sono riuscita a piangerlo fino ad ora, sarà stata la rabbia, sarà stato che in fondo non l'ho ancora accettato, ma gli occhi si fanno pesanti in un istante, come se dovessi riversare tutte le lacrime che ho trattenuto in questi giorni «non devi aver paura di farlo…»



    Alzo le gambe e le porto sul letto, mentre, senza esitare, mi avvicino ad Efrem e mi stringo a lui, la testa sulla sua spalla, mentre mi raggomitolo per farmi cingere interamente dalle sue braccia.



    Le lacrime esco lente, un flusso continuo che brucia. Chiudo gli occhi e mi lascio andare mentre sento il cuore di Efrem battere, mi calma. "Non gli piacevi per niente. Non piaci neanche a Kaleb" sorrido ironicamente tra le lacrime, può immaginare il perché "Parlami di lei..."


  7. #2007
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Andreus De Lagun

    Il pugno va totalmente a segno sulla faccia di Markus prendendolo in pieno naso.


    Scuoto la mano quando la ritiro, ho dato storto quel pugno e mi sono fatto male alle nocche. Dannazione. Ma avrei dovuto molto probabilmente darglielo più forte vista l’enormità della stronzata che ha fatto o che sta per fare. Markus barcolla e il sangue inizia a colargli dal naso. Perché ha fatto una cosa così stupida? «Pensavo avessi già letto quel biglietto…»



    scuoto il capo furioso in risposta al suo sguardo incredulo. Che io l’abbia letto o meno adesso, questo non giustifica la sua idea malsana e suicida. Sputa un grumo di sangue prima di tornare a guardarmi «ma non importa più, è troppo tardi, Fanon mi ha proposto di entrare nel suo esercito ed io ho accettato.» COSA? E quando pensava di rendermi partecipe di questa idea? Quando pensava di dirmi che aveva pensato a questa stronzata senza contare alle conseguenze di quello che gli potrebbe succedere solo alleandosi con quella famiglia? Stringo le mani e sto per caricare un secondo pugno in faccia quando il ragazzo mi interrompe di nuovo. Calma Andreus. Fallo parlare… e poi forse dopo potrai ridurlo a un arazzo da appendere in camera. «Quindi non è questo il punto… non so cosa ti abbia detto di me Daphne ma, credo, che il succo del discorso sia che io sono solo uno stronzo e che tu ti meriti una brava persona»


    mi mostra un sorriso smorzato e deglutisce rumorosamente a causa del naso, abbasso le mani rilassando i muscoli e prendendo un respiro profondo ascolto il resto delle sue parole «ha ragione: meriti decisamente di più di un pezzo di merda. Non avrei dovuto baciarti…» alzo gli occhi per vedere i suoi e il ragazzo china il capo biascicando semplicemente «mi dispiace, Andreus» prendo un respiro e canalizzo i miei poteri nel palmo della mano manifestando un piccolo globo violaceo appena potente a risistemargli il naso e bloccare l’emorragia «non sei un pezzo di merda, Markus. E io non ti ho mai pensato in quei termini…»



    cerco di sorridergli avvicinando la mano al suo viso «Daphne è come una sorella, non mi ha raccontato una cosa simile, mi ha informato che ti ha detto di starmi lontano. Non le faccio la colpa di non riuscire a togliersi Efrem dalla testa, so anche questo, mi fido di lei.» dico quasi d’un fiato sperando che comprenda ciò che voglio dirgli «è stato un periodo orribile per tutti, questa guerra ha creato più danni che benefici e forse quello che è successo è stato uno di quei danni.»


    se accetterà procederò a piccoli tratti risanando a partire dalla radice superiore il suo naso e vedendo il sangue che piano a paino defluirà al suo interno come se il tempo per esso tornasse indietro «non sono arrabbiato con te, non più almeno… ho avuto modo di razionalizzare e mi rendo conto di aver sbagliato anche io nel ricambiarlo, ero debole, avevo appena lasciato Efrem e mi rendo conto di aver scaricato tutto su di te…» terminate le cure, non appena mi avrà concesso di farlo, gli tenderò la mano dove poco prima era presente il globo «amici come prima?» se accetterà… vorrei parlargli di una idea che mi frulla in testa… forse non è tutto perduto. Se invece… beh… vorrà dire che mi regolerò di conseguenza…

    Difesa e recupero:
    Rigenerazione: Avviene tramite tocco (Maestro) - Rigenera ferita di entità grave o mortale.

  8. #2008
    sim dio L'avatar di Lilla_20
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    In un mondo fantastico
    Messaggi
    5,524
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Medea Euripide



    Mi sveglio agitata... è il giorno della battaglia...
    E' ancora presto così mi alzo e vado a farmi un bagno caldo... ho bisogno di rilassarmi e di calmarmi.
    Devo essere lucida in battaglia.
    Mi prendo un po' di tempo immersa nell'acqua molto calda...
    Infine, anche se vorrei rimanere ancora dentro alla vasca mi decido ad alzarmi ed avvolta in un telo, preso in prestito, come al solito da Keyra, vado in camera mia dove mi vesto.
    Ecco sono pronta... pronta per modo di dire.
    Salgo le scale del Rifugio fino all'uscita dopodiché mi dirigo con Keyra verso il Glados.
    Sto per varcare il Glados pensando alla destinazione quando sento la mia compagna rivolgersi al suo corvo che si trova dietro di noi <<Gliocas aspettaci qui>>.
    Sorrido, che bella cosa lasciare il corvo a fare la guardia del Glados...
    Attraverso quindi il Glados...


    Continua qui


    ** Azioni concordate con Keyra **
    Ultima modifica di Lilla_20; 15th March 2016 alle 19:49

  9. #2009
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Efrem Targaryus

    Daphne trema appena sotto la mia mano e sorrido sorpreso da questa reazione, mi ascolta e più vado avanti a parlare, più vedo i suoi occhi farsi lucidi. Mantengo il sorriso restando a fissarla mentre le ultime parole accompagnano le sue espressioni tremolanti i suoi occhi si arrossano e le lacrime iniziano a cadere, prima lente, poi sempre più copiose fin quando la ragazza non tira a sé le gambe e si raggomitola tra le mie braccia che stringo attorno a lei carezzandole i capelli mentre da finalmente sfogo al suo dolore. Resto in silenzio sospirando fin quando non è la ragazza stessa a interrompere il flusso dei miei pensieri e ancora mi trovo a pensare a Reneè, è viva… ma perché il tutti questi anni non mi ha mai cercato, perché non ha mai voluto recuperare i contatti con noi? «Non gli piacevi per niente. Non piaci neanche a Kaleb» un sorriso si mostra tra le lacrime, ironico e che ricambio calmo. Difficile dar loro torto, non sono certo l’uomo che ogni padre vorrebbe per la propria figlia. Persino il vecchio Jubert De Lagun mi ha sempre detestato e credo che ancora oggi mi dia la colpa, nella sua ottusità, per avergli “deviato” il figlio. Le pulisco col lenzuolo le lacrime e il volto impiastricciato da esse e dal sangue incrostato mentre lei si calma poco dopo «parlami di lei...» mi irrigidisco nuovamente e lascio cadere il lenzuolo mentre il mio viso si fa serio per un singolo istante prima di rilassarsi «Reneè era… è una ragazza caparbia, testarda… e cocciuta.» un sorriso mi compare involontario sul viso «qualità che ho sempre amato di lei e che sapeva stemperare con dolcezza…» la guardo e mi tocco in capelli «ha i capelli rossi… totalmente rossi, al contrario dei miei che sono un miscuglio di mio padre e mia madre, un rosso messo in risalto solo dai suoi occhi verdi e grandi…» sento i miei pizzicare ancora una volta e mi passo una mano sul viso cercando di scacciare le lacrime stavolta «stava… stava imparando a usare il fuoco, come nostra madre, Ysotta… prima che... beh, prima che la nostra famiglia venne distrutta assieme alla nostra casa.» sollevo lo sguardo, affranto «spero solo stia bene…» dico con un sospiro…


  10. #2010
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon

    «Reneè era… è una ragazza caparbia, testarda… e cocciuta.»




    Alzo lo sguardo e vedo che Efrem sorride, sembra quasi non rendersene conto assorto com'è nel ricordare sua sorella «qualità che ho sempre amato di lei e che sapeva stemperare con dolcezza…» ricambia il mio sguardo e non posso fare a meno che ricambiare il sorriso mentre mi accarezza i capelli



    «ha i capelli rossi… totalmente rossi, al contrario dei miei che sono un miscuglio di mio padre e mia madre, un rosso messo in risalto solo dai suoi occhi verdi e grandi…» Quando vedo i suoi occhi tornare a brillare, porto la mano al suo viso per confortarlo e raccogliere le lacrime, se ne verranno ancora «stava… stava imparando a usare il fuoco, come nostra madre, Ysotta… prima che... beh, prima che la nostra famiglia venne distrutta assieme alla nostra casa. spero solo stia bene…»



    Sospira e non posso fare a meno che stringermi ancora a lui, questa volta lo tiro a me per fargli capire che gli sono vicina "Per come la descrivi deve essere una persona unica, ci sono sicuramente dei motivi importanti se non si è mai fatta viva, starà soffrendo molto anche lei. Quando questa guerra sarà conclusa, potrai cercarla" So che non dovrei, mal'impulso di baciarlo è troppo forte anche per la mia volontà, forza che non ho mai avuto nei suoi confronti, figuriamoci ora ed in questa situazione. Provo ad avvicinare le mie labbra alle sue, voglio solo dargli un bacio dolce e restare unita a lui per qualche istante ed in silenzio, fino a quando entrambi ci saremo calmati.



    "Cerco Andreus" gli dirò poi con calma, continuando a stare appoggiata a lui "così ci aiuterà entrambi con queste ferite" Appena scioglierà l'abbraccio andrò a cercare il ragazzo, anche se stare qui ancora per un pò non mi dispiace.


 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Quest Reali
    Di mary24781 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3384
    Ultimo Messaggio: 24th June 2016, 19:43
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 172
    Ultimo Messaggio: 10th June 2016, 17:11
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  5. [Deus ex Machina GDR] Esempio Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 20th September 2014, 18:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •