Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 210 di 221 PrimaPrima ... 110160200208209210211212220 ... UltimaUltima
Risultati da 2,091 a 2,100 di 2208
  1. #2091
    sim dio L'avatar di Lilla_20
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    In un mondo fantastico
    Messaggi
    5,524
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Medea Euripide




    Candonga

    La battaglia finisce ed incredibilmente sono ancora viva… molto ammaccata ma viva!
    Keyra mi raggiunge << Medea….>> mi dice piano << Come ti senti? Riesci a camminare?>> chiede trattenendosi lo stomaco.
    << Ho passato momenti migliori >> le rispondo con una smorfia << Grazie. Te ne sarei grata>>
    Mi aiuta a sollevarmi, le metto un braccio sulla spalla mentre mentre lei si china per aiutarmi dopodiché insieme oltrepassiamo il Glados…
    Superato il portale mi accascio a terra e svengo.


    Lapis Ancestralia


    Mi risveglio dopo non so quanto tempo… mi metto lentamente a sedere… la testa mi gira… chissà da quanto tempo sono qui in infermeria…
    Mi alzo lentamente, ho tanta fame… decido quindi di andare in cucina.
    Una volta arrivata comincio ad aprire sportelli a caso e comincio a mangiare senza fare troppo caso a cosa ingurgito… frutta, carne secca, un po’ di acqua e di sidro… metto in bocca come viene viene…
    Ultima modifica di Lilla_20; 19th April 2016 alle 19:08

  2. #2092
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Andreus De Lagun

    SONO. UN. GRANDISSIMO. IDIOTA. Il vecchio Baratheon sgrana gli occhi osservandoci entrambi, non è difficile capire ciò che sta pensando dopo la mia splendida uscita. Oh dei, voglio sotterrarmi. «Figlia mia... e prendi una decisione per una volta, credevo che tu e Targa...» dice incredulo e subito è Daphne a fermarlo dal pensare ancora. «No, Papà NO! Non è quello che pensi» che figuraccia. Dannazione. Prendo un profondo respiro e… inizia a fare caldo? Oh no. Mi sento la faccia in fiamme e mi sudano le mani. Oh Siamesi, ma perché non mi avete zittito quando ho detto che volevo venire con lei? Alzo un attimo gli occhi al cielo cercando di ricompormi e di non dare ulteriore spettacolo della mia faccia bordeaux. CHE IMBARAZZO! Quando riporto gli occhi giù, vedo Lord Eddad con una mano sul volto e un sorriso mascherato. Bene, la frittata è fatta, spero solo questa figuraccia serva a tranquillizzarlo e a farlo ragionare con più calma. «Ti prego di ascoltarmi e di non rispondermi con un no categorico, pensaci prima.» l’uomo si fa più serio e io mi scosto un po’ per lasciar parlare Daphne, mi pongo al suo fianco e resto in silenzio per la durata della conversazione, parlare adesso comprometterebbe la cosa ma penso che la sola mia presenza possa far decidere l’uomo ad una soluzione più intelligente. Fino a due giorni fa, ero la prova vivente dell’idea di Daphne, fin quando mio padre, preso da un attacco di senilità acuta, non ha deciso di schierare tutto l’arcipelago contro la Corona. Il piccolo squadrone di guardie sparse per Gaearmir dovrebbe essere già stato annientato o catturato, o forse mio padre non ha ancora comunicato la sua decisione al Re e sta aspettando il momento adatto per attaccare… in fondo, nessuno sa ancora che la famiglia De Lagun è di nuovo riunita. Ho paura. Inizio a giocare con le dita per il nervoso tormentandomi le unghie «per il bene dell'Altura e della nostra famiglia devi diseredarmi e comunicarlo il prima possibile al Re» l’uomo strabuzza gli occhi rifiutando di getto la decisione della figlia. Lo immaginavo, fare un gesto simile è stato orribile per mio padre che non è riuscito a portarlo a termine, penso che per lui sia lo stesso. L’uomo parla del suo schieramento con Efrem e Daphne, dal canto suo, spiega che se Lantis volesse scatenare l’intero esercito sull’Altura, gli uomini al servizio di questa famiglia non basteranno a difendersi. È un rischio troppo grande. «Il Re non perdona, dimostra di stare dalla sua parte, per quanto riguarda Kalisi, ti conosce bene per tutti gli anni che hai trascorso al Castello con Re Rickard, nella peggiore delle ipotesi io verrò incarcerata ed a voi confiscati i territori, ma non vi verrà fatto del male» inizio a tremare, non tanto per il freddo… quanto più per ciò che l’esito di questa guerra porterà, deglutisco silenziosamente pensando a ciò che succederà, mio padre decapitato dopo di me davanti gli occhi di Cassandra, la nostra casa al dominio di chissà quale nobile, Cassandra… dei, non voglio nemmeno pensare a cosa le potrebbe succedere. Mi porto una mano agli occhi sospirando e sento Daphne afferrarmi l’altra con forza. La stringo ricacciando tutti i pensieri e torno a guardare il Lord «mi stai chiedendo molto Daphne, ma è anche vero che non faticherebbero a crederci, ho già dimostrato di non essere un padre esemplare» il suo tono di voce si abbassa e scosta lo sguardo per un attimo riportandolo sulla figlia, più determinato di prima «e va bene. Seguirò le tue direttive. Questo potrebbe portarci un enorme vantaggio, in caso di vittoria dei ribelli. Appoggiando la causa reale, potrei far entrare delle guardie al Castello ed approfittarci della situazione.» sorrido felice di questa notizia, non avrei mai immaginato che Lord Eddad potesse accettare una cosa simile. Vedo Daphne spostare lo sguardo su di me, felice anche lei per questa notizia, mi stringe la mano e mi trascina poco più avanti, verso suo padre «stenterai a crederci, ma anche Lord Jubert è con noi» l’uomo mi fissa sgranando gli occhi e socchiudendo le labbra. Già. Jubert De Lagun, lo Scoglio di Gaearmir schierato con tutto il suo esercito e il suo dominio con i soldati di Targaryus. Non ho proprio idea se mi stia per ridermi in faccia o per urlarmi addosso tutta la sua incredulità. «Ha ragione lei, mio Signore. Mio padre ha deciso di schierarsi e appoggiare con tutto ciò che possiede i soldati Ribelli di Targaryus.» non so quanto in questi anni sia trapelato della mia storia personale, della mia condizione di diseredato «Jubert De Lagun sta mantenendo attivi i suoi documenti dopo avermi diseredato e ufficialmente continua ad appoggiare Lantis, ma il suo piano credo sia pressappoco identico a quello di vostra figlia.» stringo la mano di Daphne riacquistando tranquillità… spero vivamente che il piano di papà sia questo, io ne sono convinto, non si farà uccidere così facilmente…

  3. #2093
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Efrem Targaryus

    Che giornata. Ho davvero bisogno di sfogarmi su qualcosa questa rabbia che ho accumulato in questo momento. Non ho alcuna intenzione di affrontare una riunione così, potrei fare una scenata delle mie solite e preferirei evitare. Anche se… da quando sono con loro, sono diventato meno irascibile. Prendo un respiro e dopo essermi liberato delle parti superiori degli indumenti le ripongo sul tavolo accanto all’entrata iniziando poi a scaldarmi contro i manichini. Serie di colpi veloci, a tratti annoiati. È passato il periodo in cui mi divertivo a rompere questi cosi di legno al posto delle ossa. Ma penso di dovermi accontentare, visto che nessuno è ancora entrato. Saranno tutti ancora indaffarati in infermeria ma non ho voglia di tornare lì dentro, ho bisogno di distrarmi e non pensare a quell’animale di Aiden Urthadar. Un uomo viscido come pochi. Mi fa schifo e se non fosse per la mia promessa, la sua testa sarebbe già rotolata sotto qualche tavolo. Colpisco con violenza il manichino che si sbilancia e in una frazione di secondo, nelle mie mani compare Eden. I rami fuoriescono senza dolore dal mio polso e si compattano l’un latro intrecciandosi fino alla sommità dalla cui spunta rapida la lama. Il colpo è rapido, netto e il manichino cade rotto a metà ai miei piedi. Pianto la falce sopra di esso e mi ci appoggio sbadigliando «se non hai impegni… ti va di allenarci?» rivolgo l’occhio cieco verso l’arco d’entrata, non ho bisogno di vederla per capire che è Keyra, o Isyl da quanto ho capito da Andreus. Non è scemo, ci sarà un motivo se ha iniziato a chiamarla così. Ammetto che quella che era la sua famiglia non mi è mai importato granché, era una delle tante sul libro delle casate che studiacchiavo di malavoglia giusto per non sentirmi i rimproveri di Deirdre. So che il vecchio Lord smerciava i diamanti Leithien e che avesse una figlia e una moglie morta in un incendio, almeno stando a quanto riportato dai volumi. Mi volto con tutto il corpo e noto nella sua mano il suo pugnale, le rivolgo un ghigno di sfida «immagino che non ho molte alternative, Isyl.» dico volontariamente il secondo nome che ho visto. Ho tutta l’intenzione di provocarla e ottenere qualche risultato da, com’è che sia chiama? Ah sì, terapia d’urto…

    Destroyer of Eden ---> Forma dormiente

  4. #2094
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Shayla Bolton


    E' proprio una bella giornata oggi, il sole è alto nel cielo e tinge di colori caldi il paesaggio che accompagna i nostri passi lungo il pontile. Kaleb ha capito il mio desiderio di interrompere per il momento quel discorso ed ha spostato immediatamente la conversazione su altri argomenti spezzando così l'imbarazzo che si era creato, siamo finiti a parlare di noi, delle nostre vite prima di adesso e dei nostri interessi, molti dei quali inaspettatamente abbiamo scoperto in comune. Mi ha raccontato della sua famiglia e del momento difficile che hanno dovuto affrontare, delle sue ragazzate e del momento in cui ha messo la testa a posto, ed infine dell'armata Yokai di cui ha fatto parte assieme al fratello, particolare di cui mi aveva parlato anche Daphne. Io gli racconto di mia madre, del motivo per il quale ha lasciato Asshai e degli anni in cui ho potuto viverla prima della sua morte, di mio nonno e del nostro incontro che spero abbia un seguito dopo questa guerra, del mio desiderio di cambiare vita e dell'amicizia inaspettata che ho scoperto con Daphne ed Andreus. Mi sporgo oltre il muretto ad osservare il paesaggio lasciando il suo braccio e quando riprendiamo a camminare invece di ripetere il gesto lo sento stringere la mia mano, stretta che ricambio e che mi fa sentire bene, a mio agio, come se non fosse solo la terza volta che parliamo e che passiamo del tempo insieme, mi ritrovo così a sorridere ed a pensare che forse ha ragione lui, forse dovrei farmi semplicemente meno paranoie. Arriviamo alla fine del pontile e ci fermiamo per qualche istante guardandoci senza parlare, è il momento di tornare indietro dagli altri e vorrei che il tempo non fosse trascorso così velocemente "Dopo la guerra vorrei visitare Asshai, è la terra dov'è cresciuta mia madre ma non ci sono mai stata. Quest'ambra proviene da lì, me l'ha donata lei" gli dico prendendo il ciondolo tra le mani e mostrandoglielo "Mi piacerebbe non essere da sola" lo guardo negli occhi, è la mia risposta al discorso che abbiamo fatto prima, ho deciso di non pensare troppo e di viverla come verrà, sto bene con lui ed anche se magari resterà soltanto un buon amico non voglio precludermi la possibilità di conoscerlo meglio, se a lui fa piacere. "Ti accompagnerò volentieri, così ti sentirai anche più sicura" gli sorrido, la sicurezza non è esattamente quello a cui stavo pensando, ma probabilmente lo sa anche lui "Grazie..." prendo io stavolta la sua mano e muovo qualche passo con l'intenzione di tornare indietro, ma oppone resistenza e mi volto nuovamente verso di lui stranita, mi sta fissando con un leggero sorriso "Vorrei fare una cosa, che ho desiderato fare quella sera quando ti ho conosciuta" sorrido anch'io spontaneamente ricordando il nostro ultimo incontro, quando mi ha detto la stessa frase per poi avvicinarsi e sposarmi una ciocca di capelli dal viso, lascio così la sua mano in attesa dello stesso gesto gentile che mi ha già riservato una volta e che mi ha fatto piacere. Inaspettatamente però mi coglie di sorpresa stringendomi a sé con un gesto deciso del braccio e cercando le mie labbra in un bacio passionale e profondo, un bacio che ricambio con intensità mentre la sua mano risale dietro la schiena fino al collo per poi accarezzarmi il viso con dolcezza. Ed io che ho svenduto il mio corpo per denaro, che per anni ho ritenuto queste cose come sciocchezze da ragazzine di corte, mi rendo conto adesso di non averlo mai creduto realmente e di averlo soltanto aspettato, altrimenti non avrei tenuto il gesto intimo di baciare al di fuori dello squallore di quello che era il mio mestiere. Lo stringo a me mentre sento le ultime mie barriere crollare e quando si allontana gli sorrido ancora, senza dire nulla ma rubandogli un secondo bacio a cui ci lasciamo nuovamente andare prima di prenderci per mano e percorrere a ritroso il pontile per tornare dagli altri.

  5. #2095
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon

    Andreus è tornato del suo colore normale, ci mancava poco che svenisse ed ora ha recuperato contegno, oltre che l'entusiasmo. «Ha ragione lei, mio Signore. Mio padre ha deciso di schierarsi e appoggiare con tutto ciò che possiede i soldati Ribelli di Targaryus.. Jubert De Lagun sta mantenendo attivi i suoi documenti dopo avermi diseredato e ufficialmente continua ad appoggiare Lantis, ma il suo piano credo sia pressappoco identico a quello di vostra figlia.» Sposto lo sguardo su mio padre, ha lo sguardo alto, è fiero e sono certa che non vede l'ora di scendere in campo "Avrete tutto il mio appoggio, manderò una missiva al Re il prima possibile ed una a Targaryus per offrirgli il mio appoggio, attenderò sue direttive" Il mio sguardo si accende e lascio la mano di Andreus per abbracciare d'impulso mio padre, il quale è preso per un attimo dall'imbarazzo, prima di lasciarsi andare "Scrivi anche a Jubert, informalo della tua decisione" "Sarà fatto" mi risponde sicuro, per poi porgere nuovamente la mano ad Andreus "E' stato un onore" sorrido ad entrambi e vorrei rimanere ancora qui a lungo, mai il dovere ci chiama ed io ho tutta l'intenzione di proseguire con ciò che ho chiesto ad Efrem "A presto papà""E' stato un onore anche per me, mio Lord" come si vede che ha avuto una istruzione da paloinculo, gli do uno schiaffetto sulla spalla e gli sorrido ironica "Andiamo" ripercorriamo la strada a ritroso, mia madre è nel salotto con Alena e Samy, non ci intratteniamo molto con loro, solo pochi istanti, il tempo che la bambina strappi i capelli ad Andreus. Torniamo all'esterno ed è là che trovo nuovamente Shayla e Kaleb, lui ha un sorriso raggiante ed anche lei a quanto pare. Mi avvicino a loro saltellando come fossi una bambina "Mi dispiace tantissimo interrompervi, ovviamente se Shayla vuole può restare ancora un pò, io ho qualcosa da fare" Kaleb mi fa l'occhiolino ed io capisco che le cose sono andate bene e sono felice per lui, non lo vedevo così da molto tempo, lo stringo forte a me e lo bacio sulla guancia "Abbi cura di mamma e di tutti" "lo farò" Guardo poi Andreus, lui sa cosa devo fare "Tu vai al rifugio e parla con Efrem, digli che mio padre è con noi, digli che ce la faremo" e dicendo ciò attivo il Glados visualizzando nella mente dove andare

  6. #2096
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Keyra
    Isyl Tinnuviel


    <<Immagino che non ho molte alternative, Isyl >>
    mi dice Efrem voltandosi verso di me con un ghigno di sfida stampato sul volto .
    Isyl mi chiama. Un nome che non voglio sentire pronunciare, non nella sede dei ribelli.
    Isyl non è la ribelle che combatte la guerra, Isyl non è colei che vuole vendetta giocandosi la vita.
    << No non ne hai…>> dico con palese nervosismo nella voce rilasciando un lieve sorriso di sfida
    << ..non chiamarmi Isyl…quel nome non mi appartiene più>> non mi importa se lui è il Gran Maestro e gli devo rispetto, non mi importa se mi atterrerà con un solo colpo…ho solo voglia di scontrarmi con qualcuno, sono arrabbiata , mi sento umiliata, voglio il mio riscatto personale. So benissimo che lui non è Aiden Uthadar ed Efrem è decisamente più forte, ma non mi farò intimorire, ne da lui ne da nessuno.
    Il caldo opprimente che sento addosso ha bisogno di un po’ di frescura e questa volta non è dovuto al bel fascio di muscoli in bella mostra di Efrem, no…mi sta succedendo qualcosa, ma non so bene cosa. Posso dire di essere stata curata, di aver recuperato le forze eppure, il dolore, il caldo e l’arsura continuano a minarmi. Non devo pensarci.
    Mi concentro sulla scena…
    Individuo una rastrelliera sulla quale ci sono delle spade…
    Proviamo così…
    Corro zigzagando velocemente verso la rastrelliera, l’aria sulla pelle mi fa stare decisamente meglio, estraggo nella corsa una spada di media misura, in una mano stringo Menelmir, nell’altra la spada e poi continuo la mia corsa verso Efrem…
    Il mio intento è quello di lanciargli la spada mirando alla sua spalla destra in modo da distrarlo, mentre è impegnato a schivare il lancio, io mi avvicinerò con tutta la destrezza e velocità che possiedo e lo colpirò con Menelmir stando attenta a non farmi beccare dalla sua falce minacciosa alla spalla sinistra estraendo a colpo effettuato il mio pugnale…
    Che sia andato a buon fine oppure no il mio attacco mi allontanerò di circa due metri stringendo saldamente il mio Stiletto tra le mani assumendo una posizione di difesa…Lui è pericoloso…un ghigno di sfida di dipinge sul mio volto,
    - accetto la sua provocazione -

    Menelmir ---> Arma in forma dormiente

    - n.b. Al momento Keyra presenta dei capelli più lunghi del solito. XD Causa del passaggio di livello magico.
    appena riesco carico la nuova acconciatura.

    Ultima modifica di DELTAG; 21st April 2016 alle 08:10

  7. #2097
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Andreus De Lagun

    Erano anni che non parlavo come se avessi una scopa legata dietro la schiena e ammetto che la cosa mi imbarazza un po’. Ho passato questi tre anni arrangiandomi da solo e i modi raffinati da soldatino e Lord per bene non facevano per me, in realtà non hanno mai fatto per me e anche adesso continuo a detestarli. Daphne mi colpisce leggermente sulla spalla sghignazzando e mi volto notando il sorrisino sul suo viso. Ecco un altro dei motivi per cui detesto queste pratiche. «Andiamo» mi dice e annuisco di tutta risposta seguendola fino in salotto dove sono presenti la madre, la cognata e la nipotina di Daphne che appena mi vede, inizia a tendere le mani verso di me. Mi avvicino sorridendole e mi inginocchio giocando un po’ con lei. Dei quanto è carina! Me la carico in spalle mentre la bambina ride e inizio a farla dondolare su e giù fin quando non si attacca ai capelli urlando dalla felicità e iniziando a tirare. La lascio fare socchiudendo gli occhi quando le sue manine tirano un po’ troppo e scoppio a ridere quando la sento battere le mani contenta. Adoro i bambini. Purtroppo è Daphne a interrompere il momento, lascio sua nipote e saluto le donne presenti in sala e con lei mi avvio al glados. Poco dopo la nostra uscita noto Shayla e Kaleb entrambi col sorrisone a trentadue denti mentre ci vengono incontro, Daphne li raggiunge saltellando felice e la guardo col sorriso sulle labbra. Sembra che tra qui due ci sia qualcosa sotto, sono curioso ma non mi va di farmi gli affari di Shayla. «Mi dispiace tantissimo interrompervi, ovviamente se Shayla vuole può restare ancora un po’, io ho qualcosa da fare» intuisco subito dove debba andare e resto in silenzio avvicinandomi ai tre mentre i due fratelli si salutano, la ragazza poi si volta verso di me «tu vai al rifugio e parla con Efrem, digli che mio padre è con noi, digli che ce la faremo» annuisco e poco dopo la ragazza attiva il glados sparendo al suo interno. Spero ottenga il risultato che sperava, sarebbe un enorme passo avanti in questa guerra che si avvia finalmente alla fine. Guardo Kaleb e Shayla «io torno al rifugio, così informo Efrem... Kaleb, sono felice che abbiamo potuto rincontrarci.» gli dico contento e di tutta risposta ricevo un’altra pacca sulla spalla «Quando tutto questo sarà terminato, vi voglio tutti qui, berremo idromele e ci racconteremo storie. Sorridi amico, non smettere mai!» scoppio a ridere e lo colpisco a mia volta «allora inizia a metterlo al fresco, perché quando questa guerra sarà finita, voglio solo ubriacarmi!» come due bambini ridiamo insieme e dopo aver salutato entrambi attraverso il glados grattandomi la testa che inizia a prudermi in vari punti…

    Lapis Ancestralia

    Mi lascio il glados alle spalle fissando per un attimo il tramonto e mi ricordo della lettera che dovevo inviare a Myricae stamattina. La estraggo dalla tasca sistemandola prima di connettermi all’ambiente circostante, sento la natura sussurrare il mio nome e quando lo sento, richiamo a me una piccola colomba. Si posa sul mio braccio e le lego attorno alla zampa la missiva impartendogli l’ordine di consegnarla solo a Myricae. Mi fido di papà ma non voglio che si faccia idee strane. Seguo l’animale prendere il volo e quando sparisce dietro agli alberi, scendo giù nel rifugio. Devo cercare Efrem, aveva detto che andava ad allenarsi… inizierò dall’armeria…

    Abilità di razza:
    Simbiosi (Maestro) - Avverte le sensazioni ed emozioni altrui, è in grado non solo di manipolarle, per renderle simili alle proprie, ma di alterarle secondo piacimento. Non può cambiare la percezione che si ha di lui, chi subisce gli effetti della simbiosi, cambia umore, ma l’idea che ha dell’elfo rimane tale.

  8. #2098
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Efrem Targaryus

    La ragazza sembra reagire bene alla mia provocazione e il sorriso di sfida si apre di più sul mio viso. Quale nervo scoperto ho toccato, Isyl? Chi lo sa, magari ora la smetti di fare l’idiota e inizi a combattere seriamente. «No non ne hai…» mi dice nervosa. Alzo le spalle con noncuranza e tiro fuori Eden dal corpo del manichino mettendomi in posizione, ho voglia di sgranchirmi un po’ con questo allenamento. «… non chiamarmi Isyl… quel nome non mi appartiene più» la guardo impassibile restando nella mia posizione, immobile e facendo roteare l’ascia da una mano all’atra. Inizia già a stancarmi con questa sua spavalderia. Una cosa che attualmente non può permettersi davanti a me. Inizia a correre a zig zag verso di me e per poi tirare fuori una spada dalla rastrelliera. Si avvicina sempre di più mentre io resto fermo accanto al manichino abbattuto fin quando non la vedo lanciare la spada verso di me. È parecchio lento il lancio e riesco a schivare con facilità correndo nello stesso senso della spada, in circolo fin quando non le sono alle spalle. Tendo la mano verso i suoi capelli tirandoli con violenza verso il basso in modo che perda l’equilibrio e si ritrovi distesa per terra a guardarmi. «Iniziamo a fare sul serio o devo umiliarti ancora, Isyl?» dirò puntando la lama di Eden sul suo collo e lasciandola oscillare piano. «Avrai il rispetto e il nome che preferisci solo quando mi avrai dimostrato di meritarlo.» le dirò a muso duro tenendo l’arma puntata sulla sua gola…

    Destroyer of Eden ---> Forma dormiente


  9. #2099
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Keyra
    Isyl Tinnuviel


    Efrem schiva ed evita ogni tentativo d’attacco senza troppa difficoltà, non che mi aspettassi nulla di diverso, in fondo è il gran maestro, mi sarei stupita se solo fossi riuscita a procurargli un graffio.

    Si porta alle mia spalle correndo, faccio per voltarmi ma poi uno strattone violento e deciso blocca il mio collo, mi sbilancio e perdo l’equilibrio cadendo a terra procurandomi una bella botta alla schiena e forse un colpo di frusta. Direi che non inizio decisamente bene…
    Mi ritrovo a guardare i suoi occhi ed il suo viso…
    Resto per un ‘attimo a guardarlo assorta senza particolari espressioni…
    << Iniziamo a fare sul serio o devo umiliarti ancora , Isyl?>>
    La lama della sua arma oscilla pericolosamente vicino al mio collo, un rivolo di sudore freddo scorre sulla guancia mentre deglutisco, lui vuole infierire ancora pronunciando quel nome…la rabbia aumenta così come il nervosismo. Vuole prendersi gioco di me, vuole umiliarmi …ma l’umiliazione più grande l’ho già subita e me la sono inferta da sola a causa sua , questo lui però non lo sa.
    << Avrai il rispetto e il nome che preferisci solo quando mi avrai dimostrato di meritarlo>> mi dice a muso duro tenendo la sua arma puntata.
    L.O. O.D.I.O. ecco ciò che in questo momento sto pensando. L.O. O.D.I.O.
    Fisso il suo volto così bello ed inquietante.
    Non rispondo, mi limito a stringere il mio stiletto per poi portarlo all’altezza dell’arma di Efrem facendo pressione laterale con tutta la forza che possiedo verso la mia destra , in corrispondenza dell’incavo interno tra la parte corta della lama e l’asta , forse non se lo aspetta e la sua resistenza non sarà molta. Fatto ciò evoco il mio scudo di Eolo in caso voglia attivare il potere della sua arma , quindi sfruttando la spinta data contro la falce di Efrem cercherò di scivolare a lato fuori dalla portata della lama corta per poi rimettermi velocemente in piedi e lo attaccherò al fianco ferendolo forse se non con la mia arma, con il mio scudo se riuscirò a coglierlo di sorpresa …sento intanto il vento del mio scudo prendere forma avvolgendomi quasi come fosse un bozzolo di delicata seta , ma diversamente dal solito non sento la sua consistenza impalpabile sulla pelle è come se si stesse staccando da me espandendosi a dismisura…oddio…sto perdendo il controllo del mio scudo…
    Cosa mi sta succedendo? Un dolore alla schiena mi prende, il tatuaggio sta pulsando, posso avvertirne ogni singola lettera…per gli Siamesi…

    Menelmir ---> Arma in forma dormiente
    Maestra: Scudo di Eolo Crea uno scudo attorno ad un area massima di dieci metri
    Ultima modifica di DELTAG; 22nd April 2016 alle 18:30

  10. #2100
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Efrem Targaryus

    La provocazione non ottiene risultati sperati, sorrido ironicamente guardando il viso della ragazza che mi fissa quasi intontita. Oh dei, la botta in testa deve essere stata più forte del previsto. Devo dosarmi meglio la prossima volta che voglio giocare. Guardo appena di lato per vedere se qualche chiazza sospetta di sangue comparirà di lì a breve ma nulla. Non c’è. Molto bene allora, può continuare. Continua fissarmi anche dopo che ho finito di parlare e strafottente inizio nuovamente a far oscillare Eden sulla sua gola fin quando col suo coltellino non arresta l’oscillazione facendo da contraccolpo alla lama che torna indietro. Stringo la presa sul manico e torno a fissarla quando scivola da sotto di me per rimettersi in piedi. L’aria si smuove, si fa più fredda poi sempre più aspra fino a divenire una moltitudine di spilli e lame che tagliano la mia pelle. Inizio a correre sempre più velocemente mentre i tagli aumentano. I tagli aumentano anche quando mi allontano da lei e il sangue zampilla dalle ferite aperte bruciandomi. Il suo stiletto è teso, voleva colpirmi nuovamente. Faccio scrocchiare le vertebre del collo e con la mano libera mi tampono e pulisco alcuni dei tagli più profondi. Il mio ghigno si allarga, dovrei essere ancora più spaventoso ora che il sangue e i tagli coprono il mio viso. «Cosa c’è? Ho forse offeso il tuo tenero cuoricino?» le dirò canzonandola volutamente. Mentre parlo cerco una connessione con le frecce per arco poste sul tavolo accanto a lei. Le soppeso una ad una fin quando la mia volontà non si lega ad una di esse sollevandola silenziosamente. Un movimento del dito e la freccia schizza via rapida verso di lei mirando al suo fianco destro. Resterò fermo e immobile a fissarla in silenzio e facendo roteare Eden nella mia mano fin quando non si deciderà ad attaccarmi, sia che l’avrò colpita sia se avrà schivato il colpo. Vediamo se con questo metodo si sveglia, o così… o la morte…

    Destroyer of Eden ---> Forma dormiente
    Alterazione e illusione:
    Telecinesi –spostare oggetti o lanciarli con la forza della mente - A piacimento in una vasta area

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Quest Reali
    Di mary24781 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3384
    Ultimo Messaggio: 24th June 2016, 19:43
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 172
    Ultimo Messaggio: 10th June 2016, 17:11
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  5. [Deus ex Machina GDR] Esempio Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 20th September 2014, 18:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •