Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 211 di 221 PrimaPrima ... 111161201209210211212213 ... UltimaUltima
Risultati da 2,101 a 2,110 di 2208
  1. #2101
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    39
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    19

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Lady Blackstone



    Lo vedo fermo, Markus mi pare si chiami, lì nei pressi dell’armeria. Quindi mi avvicino minacciosa a quella faccia imbambolata.

    Tu” sibilo con voce rauca. “Sei un fabbro.” continuo poco dopo. L’ho sentito dire da qualcuno o forse da lui stesso. L’elfo mi guarda stranito, poi dopo una manciata di secondi, annuisce.

    Mi darebbe una grande piacere torturarlo per avere le informazioni che mi servono, ma il tempo mi è nemico. La guerra sta per terminare e io devo avere le mie risposte prima che accada.

    Stringo forte l'anello nel pugno della mia mano mentre gli chiedo il nome dell’orefice più bravo e lui mi risponde senza alcuna esitazione. Mikken.. di Vecchie Pietre. Non è molto lontano da qui.

    Gli rivolgo le spalle e mi avvio verso i piani superiori del monastero. Una volta in cortile, mi avvicino al portale, ne sfioro la superficie bluastra e ripenso a quel luogo, prima di oltrepassarlo. Ci sono stata durante il mio peregrinare per raggiungere i Ribelli. Non c’è molto da vedere lì..forse qualcosa..

    Un sinistro ghigno appare ben presto sul mio viso.

    ..Chissà se gli spaventapasseri che ho piantato in quel suolo sono ancora in piedi.


    *Azioni di Markus concordate.


  2. #2102
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Keyra
    Isyl Tinnuviel


    Osservo Efrem correre velocemente allontanandosi da me, lo fisso interdetta e con insistenza strofinandomi gli occhi, come è possibile che mentre corre i tagli su di lui aumentano?
    Mi osservo le mani mentre sento la consistenza del mio scudo svanire…come posso averlo colpito con il mio scudo fino a li?
    Eppure io continuo a sentirmi strana, mi sembra di essere più forte e più cattiva ma ..da quando i mio scudo è cosi?

    Non importa, non posso distrarmi ora.
    Ritorno su Efrem, lo vedo passarsi una mano sul viso tamponando alcuni tagli aperti da cui continua a sgorgare sangue. Il suo viso appare ancor più inquietante, ma non mi intimorisco.
    «Cosa c’è? Ho forse offeso il tuo tenero cuoricino?» mi dice con un ghigno prendendosi gioco di me. La sua strafottenza mi sta parecchio irritando, ma devo stare in guardia, non è di certo uno sprovveduto.
    Stringo Menelmir nella mano, non voglio dargli la soddisfazione di rispondergli.
    Sono ancora ferma in piedi davanti a lui a qualche metro di distanza, quando avverto un sibilo sinistro piuttosto vicino giungere veloce verso di me sulla mia destra , qualcosa sta fendendo l’aria , scatto in avanti con l’intenzione di schivare per correre verso Efrem , ma sono troppo lenta e quel qualcosa mi colpisce procurandomi un profondo taglio sulla schiena all’altezza del fianco, sento il leggero tessuto della camicia lacerarsi e la pelle bruciare istintivamente strizzo gli occhi rallentando appena ma continuando la mia corsa verso di lui…forse è stata una lama oppure una freccia.
    Cerco Efrem con lo sguardo mentre un sorrisino di sfida increspa le mie labbra …vuole giocare …ebbene il gioco non è finito….
    Non sono molto lontana, stendo un braccio dinanzi a me ed evoco il mio vento soppesandone la forza, non vorrei creare brecce nei muri del rifugio. Miro alla sua falce che sta ruotando e, alla parte alta del suo corpo compreso il viso, voglio distrarlo. Se verrà colpito verrà sobbalzato oppure schiverà il colpo , sta di fatto che sfruttando il leggero vantaggio datomi dal vento e la sua scia che dovrebbe comunque procurargli qualche fastidio, sarà magari un po’ rallentato e avrò più probabilità di colpirlo, lo raggiungerò dal davanti ma affonderò la mia sottile lama al fianco sinistro, voglio che legga la determinazione nei miei occhi, voglio dimostrargli che anche se so che è molto più forte di me, non ho paura di scontrarmi ne con lui ne con chi altro ….se o meno l’avrò colpito, estrarrò il mio pugnale e mi allontanerò di qualche metro per avere una chiara visuale della scena assumendo una posizione di difesa.
    Non mi sono mai tirata indietro in nessuna battaglia anche se sapevo di essere svantaggiata rispetto ad altri, non mi tirerò di certo indietro adesso, non contro di lui...forza Efrem...giochiamo e...giochiamo fino in fondo.


    Menelmir ---> Arma in forma dormiente
    Maestra : Furia dei cieli – Si genera un tornado di circa 3 metri di altezza e due di larghezza, che è in grado di travolgere il nemico e sbalzarlo in aria, l'incantatore lo crea nelle sue immediate vicinanze e può direzionarlo in un'area di 10 metri. Può causare gravi danni da impatto.
    - intensità del colpo, al grado esperto.
    Lei non sa che ha sviluppato il potere da Maestra.
    Ultima modifica di DELTAG; 23rd April 2016 alle 11:20

  3. #2103
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    A causa dei colpi subiti, Efrem sottrae 25 punti costituzione e Isyl sottrae 15 punti costituzione

  4. #2104
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Efrem Targaryus

    Ancora una volta la ragazza non reagisce alle mie provocazioni, si limita a fissarmi con quella spavalderia che non le appartiene. Inizia a correre evitando in parte la mia freccia che le taglia parte della schiena. Poco male, mi consolerò a breve. È tremendamente lenta e nel frattempo che solleva il braccio nel suo gesto solito, mi scosto lateralmente lasciando che la mia volontà si conceda alla terra. Le piante sopra le nostre teste urlano al mio richiamo allungandosi e scavando nella terra, il mio elemento si fa strada per le mura e da lì attenderà. Il vento della donna si propaga nella stanza colpendomi violentemente ad un braccio, il braccio con cui reggo Eden. Indietreggio reggendomelo e la ragazza inizia a correre verso di me, lenta. Troppo lenta, ma la lascio fare, guardo i suoi occhi, così carichi di determinazione. Determinazione che sta uscendo solo ora, e solo con me. Arriva a pochi metri da me tendendo il pugnale ed è qui che rilascio in tutta la mia loro potenza le mie radici che dal soffitto piomberanno su Isyl come una pioggia di rami e spine che la avvolgeranno del tutto e lasciando liberi solo il braccio con cui stava per colpirmi e il suo volto, in modo che possa vedere il mio. Scatto lateralmente e qualunque sia l’esito di questo colpo a sorpresa, mi avventerò sul suo braccio con Eden stretta ben salda e con un colpo dal basso verso l’alto proverò ad amputarle il braccio partendo dal gomito. Se il colpo sarà andato a segno, prenderò con la mano libera l’arto mozzato e inizierò a schiaffeggiarla con la sua stessa mano. «Dunque Isyl, ci stiamo dando una svegliata? O questa “determinazione” che leggo nei tuoi occhi è data solo dal fatto che non ho intenzione di ricambiare questa tua attrazione che hai per me, mh?» sia che abbia schivato le mie radici e il colpo, sia no, mi allontanerò da lei di sei metri. Ho una teoria che voglio verificare… sarà divertente…

    Destroyer of Eden ---> Forma dormiente
    Distruzione:
    (Maestro) Prigione di Gea - Le radici che vengono generate sono manovrabili ed imprigionano il corpo intero, stritolandolo, provocando tagli profondi e nei casi più gravi la compromissione di organi e rottura di ossa. Possono essere generate dove si desidera.

  5. #2105
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Andreus De Lagun

    Il rifugio sembra stranamente silenzioso a parte un lieve vociare all’interno dell’armeria, forse Efrem si starà allenando con qualche volontario. Non oso immaginare in che bestione si sia trasformato ora che ricopre la carica di Gran Maestro. Avanzo lentamente per le scale, non ho intenzione di disturbarlo, ne approfitterò appena termina di allenarsi per potergli parlare in tranquillità e, soprattutto, da soli. Faccio una piccola deviazione per l’infermeria per lavarmi le mani e mettere un po’ in ordine per quando avranno finito. Ricordo il casino che abbiamo fatto io e Markus per riordinare qui dentro. Spero solo non si sia cacciato in qualche guaio e, soprattutto, che abbia seguito quello che gli ho consigliato. Ho paura che faccia una stronzata di cui poi potrebbe pentirsene. Sospirando mi gratto ancora la testa che sembra prudere ancora di più e rimetto in ordine i letti cambiando le lenzuola sporche di sangue e sistemando in giro. Che faticaccia. In due sarebbe stato molto meglio. Terminato di pulire mi siedo su uno dei letti, esausto e riprendo fiato prima di alzarmi e muovermi verso l’armeria. Efrem si sta allenando contro Isyl e da una prima occhiata, sembra essere messo peggio di lei. Ho un sospetto, ma sono di parte. Ormai lo conosco benissimo e… anche adesso, vederlo… così. Scuoto il capo e torno a concentrarmi sull’allenamento alternando lo sguardo tra uno e l’altra fin quando dal soffitto non crolla una cascata di radici. Guardo Efrem scocciato, il fosso lo ripari tu, però. Mi appoggio allo stipite dell’arco in attesa che i due termino di lottare per chiamarlo in disparte…

  6. #2106
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Keyra
    Isyl Tinnuviel



    Sto per terminare la mia corsa, la corsa che mi porta verso di lui, ma qualcosa non va come previsto, sapevo che non sarebbe stato facile, eppure non mi arrendo. Ho troppa rabbia da sfogare, troppo risentimento da far esplodere, non ce l’ho con lui, eppure in questo momento è il mio avversario, ho chiesto io di potermi allenare con lui, lui ha accettato ed io non mi sono tirata indietro nonostante la netta superiorità. Sento un rombo, calcinacci e pezzi di roccia cadono dal cielo e capisco cosa sta succedendo, troppo tardi, mi butto in avanti ma sono troppo lenta, in un lampo mi sento prendere e stringere, avvinghiare mentre spine che non appartengono a rose si fanno strada sul mio corpo graffiando ad ogni passaggio, mi sento preda di un predatore, di un predatore che non possiede denti ma che sa stringere come un serpente con le sue spire…il mio corpo urla ad ogni stretta, le mie labbra gemono per la forza con cui queste radici mi stanno schiacciando, ma nei miei occhi non vi è resa, non ancora, ma vi è ancora del fuoco, un fuoco che non smette di bruciare fino a quando non avrà consumato tutte le sensazione negative che al momento mi imprigionano. Il respiro si fa corto, mentre restano scoperti solo il viso e il braccio che impugna Menelmir, richiamo la mia arma appena in tempo mentre vedo Efrem scattare piombare sul mio gomito scoperto con la sua falce tesa e minacciosa, un colpo netto, un taglio secco, un urlo esce dalla mia bocca mentre gli occhi bruciano, forse la stretta delle radici sul mi braccio fermerà l’emorragia, ma di certo non fermerà il dolore.
    Stringo i denti mordendomi un labbro per non soccombere, tutto il mio corpo implora di essere liberato da questa morsa, ma nel mentre vedo Efrem avvicinarsi a me, il mio braccio amputato nella mano, lo alza davanti al mio viso mi colpisce schiaffeggiandomi con forza con il mio stesso braccio mentre avverto i lividi formarsi sul mio zigomo.
    . «Dunque Isyl, ci stiamo dando una svegliata? O questa “determinazione” che leggo nei tuoi occhi è data solo dal fatto che non ho intenzione di ricambiare questa tua attrazione che hai per me, mh?» Parole che bruciano le sue, parole che mi colpiscono e feriscono dentro, cerco di non guardare il suo viso, di non sentirmi offesa dai suoi occhi e dal suo sguardo così tagliente , ma non ci riesco, le radici mi precludono ogni movimento mentre il dolore al braccio sta risalendo sempre più annebbiandomi la vista.Basta chiamarmi Isyl, basta infierire sui miei sentimenti. So benissimo che mai saranno ricambiati, so benissimo che mai avrei avuto un posto nella sua vita,non voglio nulla, non pretendo nulla, mi sono già esposta troppo con lui e nel farlo ho finito per perdere Andreus, l’unico amico vero di cui mi fidavo a pieno. La mia determinazione non è data da questo quanto dal desiderio di riscatto. L’ultima volta che ci siamo allenati l’avevo deluso, mi sono anche comportata da stupida, ho solo seguito ciò che provavo in quel momento, ma ora non lo rifarei…
    << Non sono i miei sentimenti per te a darmi questa forza, non ho mai preteso nulla…>> parlo con fatica, ho la gola secca <<Per questi sentimenti nati per caso senza un vero motivo se non il fatto di sentirmi attratta da te, ho perso colui che ritenevo il mio migliore amico, ho perso Andreus e… se lo avessi saputo prima, se me ne fossi resa conto prima, non mi sarei mai permessa di ..di…cercare di baciarti ed intromettermi tra di voi con il mio assurdo comportamento…non l’avrei mai fatto nel rispetto dei Vostri sentimenti.. Non nego l’attrazione nei tuoi confronti, non nego nulla, sarei solo una stupida ed un ipocrita, voglio solo essere sincera anche con me stessa>>
    Cerco di muovermi ma mi è impossibile, non sento più le gambe e nemmeno la schiena, ma non ho intenzione di restare qui appesa come un salame ma non ho finito di spiegargli le mie ragioni:
    << …questo fuoco che divampa in me, non è dato dal tuo rifiuto, mai avrei potuto far parte della tua vita, sono sempre stata consapevole di ciò, ma è dato dal solo desiderio di riscatto personale, ho perso tre battaglie, sono stata umiliata e forse anche derisa, considerata un’incapace ed è vero magari lo sono stata, ma in questa ultima battaglia ho combattuto come mai avrei pensato di combattere, avrei dato la vita per te, per i ribelli e per la causa eppure..Aiden Urthadar mi ha risparmiato infliggendomi un' umiliazione piuttosto pesante, con ciò non dico che avrei preferito la morte, ma avrei voluto combattere fino in fondo, fino alla fine…>>

    Rispondo alla sua domanda, rispondo alla sua provocazione, gli ho praticamente confessato in faccia tutto ciò che mi ha tormentato, gli ho confessato i miei sentimenti senza paura, senza mezze misure. Voglio solo che capisca che se sono qui, non è per lui ma è per l’obbiettivo comune di un qualcosa in cui ho imparato a credere grazie a tutti coloro con cui ho condiviso questo tratto di vita…vorrei solo che non mi considerasse uno zero assoluto e che mi degnasse di un minimo di rispetto.
    << Tutti abbiamo dentro un’insospettata forza , forza che emerge solo quando la vita ci mette alla prova…quando tocchi il fondo devi risalire se resti giù muori e la vita di scivola via come acqua riarsa dal sole…decidi tu Efrem se devo vivere o morire…>> mi concentro sul mio vento, sul mio scudo, lui è lontano da me almeno di qualche metro. Prima il Vento ha reagito in modo strano, vediamo se anche ora è così, se devo morire oggi per mano sua, morirò da guerriera, combattendo. <<…ma spero non sia oggi!>>
    Sento il mio potere farsi strada nel mio corpo, risalire in superficie espandendosi sempre più, non so se servirà a qualcosa, ma forse le lame prodotte dallo scudo scalfiranno le dure radici permettendomi un po’ di agio e di movimento. Non so come andrà , non so cosa farò, ho l’impressione che se molassero ora la presa, cadrei a terra priva di forza, ma non è questo ciò che voglio, voglio combattere fino in fondo.
    Indipendentemente da come andrà, se riuscirò a reggermi in piedi nonostante i tagli e le ferite, recupererò una spada, la so maneggiare e la maneggerò anche con una sola mano, per il momento spero solo che le gambe siano tanto forti da reggere il mio peso e il peso del mio dolore. Ha il mio braccio e io voglio riprendermelo.
    Correrò con tutta la forza di cui potrò disporre anche fosse minima e cercherò il suo braccio, anche solo la sua mano, lui possiede un mio braccio, bè…io voglio un qualcosa di suo…


    Maestra: Scudo di Eolo Crea uno scudo attorno ad un area massima di dieci metri
    Ultima modifica di DELTAG; 25th April 2016 alle 22:16

  7. #2107
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Shayla Bolton


    Quando torniamo indietro notiamo in lontananza Daphne che ci viene incontro saltellando come fosse una bambina, deve aver intuito qualcosa dalle nostre espressioni, non mi sono mai sentita in questo modo e mi viene naturale sorridere «Mi dispiace tantissimo interrompervi, ovviamente se Shayla vuole può restare ancora un po’, io ho qualcosa da fare» la guardo per un attimo incuriosita dalle sue parole, spero che non stia progettando di fare qualcosa di pericoloso da sola ma Andreus sembra tranquillo e quindi mi rilasso anche io «tu vai al rifugio e parla con Efrem, digli che mio padre è con noi, digli che ce la faremo» anche i Baratheon si sono quindi schierati con i Ribelli, il loro apporto sarà fondamentale come quello dei De Lagun, stiamo diventando sempre più forti e temibili «io torno al rifugio, così informo Efrem... Kaleb, sono felice che abbiamo potuto rincontrarci» li osservo nel loro scambio di battute, sembrano molto affiatati, probabilmente si conoscono da tempo ed è ovvio considerata la grande amicizia che lega Andreus e Daphne. Osservo il ragazzo e noto qualcosa di strano tra i suoi capelli, in un primo momento non capisco ma poi metto a fuoco delle treccine, tante treccine di quelle che fanno i bambini, Samy deve essersi divertita ed a stento riesco a trattenermi dallo scoppiare a ridere, non mi sembra il momento opportuno, sta andando via e poi sarà più divertente prenderlo in giro al monastero. Resto di nuovo sola con Kaleb e gli stringo la mano, mi piacerebbe restare ancora con lui ma devo tornare anch'io al rifugio dato che starà per iniziare la riunione, è pomeriggio inoltrato ed ancora non sappiamo chi combatterà domani. Non voglio però andarmene senza aver salutato gli altri così entro con lui in casa e raggiungo il salone dove mi hanno calorosamente accolta l'ultima volta, trovo le due donne intente a giocare con la bambina, è più dolce ogni volta che la vedo. Mi corre incontro e mi abbraccia così la sollevo prendendola in braccio e gioco un pò con lei ma proprio poco prima di lasciarla tra le braccia della madre sento una piccola scossa al braccio che mi fa sussultare, mi accorgo che la bimba ha un ditino alzato e mi sta sorridendo, deve essere il suo nuovo gioco preferito. "Scusala, ha appena imparato a farlo" si giustifica Alena prendendo la figlia tra le braccia ma la rassicuro con un sorriso "Non scusarti, è una piccola Baratheon... bella e forte" accarezzo i capelli della bimba ed abbraccio la madre, per poi salutare anche Lord Eddad e sua moglie prima di tornare assieme a Kaleb nei pressi del Glados. "Allora... a dopo la guerra, Kaleb" gli dico con un sorriso, focalizzando il monastero "A dopo la guerra, Shayla" mi saluta con un ultimo bacio leggero e con uno sguardo che mi raccomanda prudenza, lo rassicuro e dopo un ultimo sorriso attraverso il portale ritrovandomi al monastero, con un'espressione ebete che non avrei mai immaginato di vedere sul mio viso. Raggiungo la sala delle riunioni ma non trovo nessuno, così salgo in armeria dove trovo Efrem e Keyra a darsele di santa ragione, lei ha anche perso un braccio a quanto pare, mentre Andreus li guarda in disparte. Ha ancora le treccine in testa e stavolta non riesco proprio a trattenermi, ora mi uccide "Andreus stai molto bene con le treccine, posso fartele anche dall'altro lato della testa? DAAAAAAAAAAI ti prego ti prego ti prego!" lo prendo in giro scherzando e battendo le mani come i bambini, prima ancora che si accorga della mia presenza, per poi lasciar confluire il mio elemento nel palmo della mano materializzando una sfera di fuoco che scaglio contro il suo stomaco, divertiamoci un pò anche noi "Attento ai capelli!"


    Scuola di Magia: Distruzione
    L’incantatore è in grado di generare all’interno della propria mano, una quantità controllata di fuoco, la quale può essere lanciata contro l’avversario:

    • Esperto Palla infuocata – La fiamma prende forma in una sfera dal diametro di 1 metro di diametro, provoca ustioni di secondo/terzo grado

  8. #2108
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    A causa del salto di due turni consecutivi, Markus è eliminato dal gioco.

  9. #2109
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Andreus De Lagun

    Devo ammettere che la cosa diventa alquanto noiosa se vista ora. Isyl viene facilmente imprigionata dalla cascata verde delle radici di Efrem e sembra che esse facciano il loro lavoro visto che la ragazza inizia a gemere per i dolori. Dopo pochi istanti Efrem si avventa sul braccio scoperto della donna tranciandolo di netto in una pioggia di sangue che investe. Sbuffo, ma possono lottare senza farsi letteralmente a pezzi qui dentro? Vedo il ragazzo avvicinarsi alla rossa e prenderla a schiaffi col suo stesso braccio e lo guardo stupito e anche un po’ divertito. Efrem non è mai stato delicato e queste sue uscite idiote mi divertono… a volte. Almeno alla torre lo facevano. Quando i miei poteri non erano così forti e il riattaccare arti era ben lontano dalle mie possibilità. «Dunque Isyl, ci stiamo dando una svegliata? O questa “determinazione” che leggo nei tuoi occhi è data solo dal fatto che non ho intenzione di ricambiare questa tua attrazione che hai per me, mh?» resto a guardarlo, ecco a cosa mirava. Darle una svegliata visto che Isyl sembra avere ancora la sua vita da nobile nella testa. È un soldato come tutti ora. Non può pretendere di essere trattata con riguardo solo per il suo casato. Efrem non tratta me e Daphne così, figuriamoci gli altri. Dopo aver urlato per il dolore, Isyl prova a parlare. «Per questi sentimenti nati per caso senza un vero motivo se non il fatto di sentirmi attratta da te, ho perso colui che ritenevo il mio migliore amico, ho perso Andreus…» la guardo infastidito mentre continua a parlare. A quanti ancora vuole sbandierare quello che è successo? Perché invece non si attiva per fare qualcosa invece di lagnarsi per ogni cosa? Stringo i pugni e la voglia di andare lì in mezzo è forte. Troppo forte. Efrem si volta verso la porta incrociando il mio sguardo. È serio e io rimango al mio posto ad ascoltare gli sproloqui di Isyl, mi volto per andarmene ma una voce al mio fianco mi distrae «Andreus stai molto bene con le treccine, posso fartele anche dall'altro lato della testa? DAAAAAAAAAAI ti prego ti prego ti prego!» guardo Shayla ridere a pieni polmoni e battendo le mani come ha fatto Samy appena mi ha visto e capisco a cosa sia dovuta questa sua allegria solo quando decido di toccarmi i capelli. Trecce. Trecce. TRECCE. Tante, tantissime TRECCE. Riporto gli occhi sulla ragazza solo quando vedo nella sua mano una sfera di fiamme «Attento ai capelli!» appena vedo la sfera staccarsi dalla sua mano, lascio che la terra che mi domina si leghi al mio corpo. La mia pelle viene invasa da crepe prima più piccole poi sempre più grandi fin quando il mio intero essere non si sgretola sotto gli occhi di Shayla, ho intenzione di ricomparirle alle spalle e darle un calcio ben assestato all’incavo delle ginocchia per farla cadere in avanti. Se il colpo sarà andato a segno mi sposterò di poco mettendomi in posizione di difesa «d’accordo allora, se vinci ti faccio fare tutta la testa!» le dico con un enorme sorriso stampato sul volto… mai avuta tanta paura di perdere…

    Alterazione e illusione:
    Teletrasporto del proprio corpo: (Maestro) - A piacimento in una vasta area e può teletrasportare anche un’altra persona con sé.

  10. #2110
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Efrem Targaryus

    Urla, gemiti di dolore e sangue a fiotti è il riassunto perfetto di questo allenamento. Un sorriso ironico si apre sul mio viso quando riesco con semplicità a staccare il braccio alla ragazza, ammetto che la cosa mi diverte abbastanza oltre ad aiutarla a capire quale è il suo vero posto qui dentro. Anche se dubito che lo capirà quando la guerra sarà finita, ma tanto vale tentare, no? Perlomeno Andreus si divertirà più tardi a rimontarla pezzo per pezzo. «Non sono i miei sentimenti per te a darmi questa forza, non ho mai preteso nulla…» dice dopo essersi fermata dall’urlare. Ah no? Credevo che saltandomi addosso pretendesse che ricambiassi. O magari si aspettava già che l’avrei cacciata come una delle donne da bordello? Continua parlando di ciò che ha provato, di ciò che ha fatto e che questo l’ha portata solo a perdere Andreus. Sollevo un sopracciglio, avevo notato che c’era un po’ di freddezza nel ragazzo ma i miei allontanamenti dal monastero mi hanno impedito di indagare più a fondo. Anche perché, conoscendo Andreus, dubito che me l’avrebbe detto. Gli ci volle parecchio persino per dirmi di suo padre. «Voglio solo essere sincera anche con me stessa» ottima tattica quella di nascondersi dietro un nome fittizio. Geniale. Mi dice che ciò che ho visto non è solo dato dal mio rifuto, ma dal suo volere un riscatto personale e mentre parla, scorgo Andreus all’entrata, stringe i pugni e ci guarda furioso. Credo che mentre si faceva quella roba il testa, avrà ascoltato parte delle parole della ragazza. Gli faccio segno con la testa di non intervenire e torno a concentrarmi su Isyl. «Decidi tu Efrem se devo vivere o morire…» le radici iniziano a sfaldarsi e a staccarsi, è probabile che stia usando il suo scudo. Sono piuttosto lontano e se quello che penso è vero, non dovrei subire danni ulteriori. «… ma spero non sia oggi!» dice liberandosi del tutto e dopo aver afferrato una spada con il braccio sano, corre verso di me. Quello scudo non deve toccarmi ancora. Inizio a correre in circolo sentendo le lame dello scudo tagliarmi in piccoli punti solo quando sono troppo vicino a esso. Non posso attaccarla liberamente fin quando lo scudo non sarà abbassato. Nuovamente mi connetto alla stanza focalizzando la mia attenzione su uno dei due tavoli all’entrata. Lo scaglio con tutta la mia volontà verso di lei in modo da travolgerla e spingerla il più lontano possibile da me. Questo mi servirà come diversivo per allontanarmi abbastanza da evitare il suo scudo «non ti uccido solo perché non mi servirebbe a nulla, mi sei più utile viva che morta.» dico sprezzante e senza timore del suo giudizio «e di certo non è nascondendoti dietro un nome falso che sarai sincera con te stessa o con chiunque altro.» questa è l’ultima volta che parlo, aspetterò la sua risposta e poi valuterò se continuare questa conversazione o andarmene…

    Destroyer of Eden ---> Forma dormiente
    Alterazione e illusione:
    Telecinesi –spostare oggetti o lanciarli con la forza della mente - A piacimento in una vasta area


 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Quest Reali
    Di mary24781 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3384
    Ultimo Messaggio: 24th June 2016, 19:43
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 172
    Ultimo Messaggio: 10th June 2016, 17:11
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  5. [Deus ex Machina GDR] Esempio Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 20th September 2014, 18:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •