Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 219 di 221 PrimaPrima ... 119169209217218219220221 UltimaUltima
Risultati da 2,181 a 2,190 di 2208
  1. #2181
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    CASSANDRA DE LAGUN

    Il rifugio dei ribelli sembra un monastero abbandonato... credo si chiami il Lapis Ancestralia, dove un tempo vivevano i monaci che veneravano i Draghi. Ma non ne sono sicura, non sono mai stata brava coi libri, meglio arco e frecce. Appena entrate, la puzza di muffa mi penetra nei polmoni e Daphne mi indica in linea perpendicolare di trovarci sopra l'infermeria. Quindi il rifugio vero e proprio è sotto terra! L'elfa si teletrasporta, sparendo dalla mia vista e quindi prontamente faccio la stessa cosa, portando con me Andreus, che non ha ancora ripreso i sensi. Il potere che abbiamo entrambi ereditato da nostra madre mi permette di raggiungere il luogo indicatomi... ci sono candele, immagino l'unica fonte di luce quaggiù, do una sbirciatina fuori la camera. Sembra un labirinto, mi conviene seguire per bene le indicazioni di Daphne. Poggio mio fratello su uno dei giacigli, gli posiziono per bene le braccia così da non farle ciondolare... spero riprenda subito i sensi, sono preoccupata. "Un buon rifugio" mi limito a commentare, ma non riesco a non pensare all'assedio dei soldati dei Leithien. Dobbiamo andarcene di qui, o faremo la fine dei topi.

    Teletrasporto del proprio corpo
    Maestra: Può portare una persona con sè in una vasta area

  2. #2182
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Andreus De Lagun

    La sensazione di gelo sul viso scema, diminuisce, così come il dolore su ogni centimetro del mio corpo. Respiro a pieni polmoni sentendo l’odore caratteristico delle pareti di un luogo ormai tanto familiare… un momento. Spalanco gli occhi sollevandomi di colpo dal giaciglio dove sono poggiato. Gli occhi sgranati e l’espressione terrorizzata non aiutano certo a orientarmi. La vista è annebbiata ancora, ma poco a poco i contorni divengono più definiti e i colori diventano nitidi e riesco a distinguere le forme all’interno dell’infermeria. Mi calmo quando il viso di Daphne si fa più nitido davanti ai miei occhi, è pulito e il sangue che lo imbrattava è svanito. Abbasso lo sguardo deglutendo e noto lo squarcio sulla sua divisa ma sotto di essa solo la pelle candida della ragazza che continua a guardarmi preoccupata, deglutisco e scosto lo sguardo in ansia incrociando quello di Cassandra… ancora non ci credo che sia qui, al mio fianco dopo tutto questo tempo, ma a cosa serve adesso? Domattina potremmo essere condannati a solo gli dei sanno cosa. Ritiro le gambe al petto e mi faccio indietro posando la schiena contro la spalliera di metallo, sto bene ma… ho deluso tutti. Efrem per primo, si è fidato di me, ha riposto nelle mie mani il destino di questa guerra e ora… l’ho deluso. Quelle parole, Dei, non dimenticherò mai le parole di quel mostro. Siamo circondati, i soldati Reietti sono qui attorno al nostro rifugio. Come ci hanno trovato? Chi li ha portati qui? È assurdo pensare che ci abbiano trovati da soli. Mi gratto la testa, nervoso ma non riesco a pensare a niente diverso ora, nulla che non rimandi a quelle parole, quel dolore nella mia testa. Prendo un respiro profondo sospirando e poggio il mento sulle ginocchia osservando solo la trama uniforme delle lenzuola «mi dispiace…» mormoro solo prima di ripiombare nel silenzio che ormai sta diventando pesante in questa sala…

  3. #2183
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon


    Sarà che Cassandra è un pò scossa dagli ultimi avvenimenti, sarà l'adrenalina in corpo, ma pare non battere ciglio alla vista di tutti i soldati che ci hanno puntato all'esterno del rifugio, magari ha solo molto sangue freddo, ma ora non voglio pensarci "Un buon rifugio" "Mh" mugugno appena, quando si teletrasporta con Andreus e lo adagia sul letto che gli ho preparato. Per fortuna il ragazzo si riprende rapidamente ed io faccio un profondo sospiro di sollievo, cosa che comunque non l'aiuta, è tremendamente preoccupato, come lo sono anche io d'altra parte. Si porta le ginocchia al petto e si scusa, ma gli accarezzo la testa per poi stringerlo a me "Abbiamo combattuto con tutte le nostre forze, non ci siamo risparmiati. Non hai colpe, nessuno di noi le ha" dico poi gettando un rapido sguardo a Cassandra. "Se avessi potuto scegliere contro chi perdere, avrei certamente detto i reietti, per quanto i loro ideali si discostano dai nostri, almeno avremo vita salva, tutti i nostri cari sono al sicuro Andreus. Domani affronteremo la sconfitta con la testa alta di chi ha combattuto fino alla fine con tutte le sue energie. Kalisi sarà un Re migliore di Lantis, affronteremo le conseguenze della sconfitta senza timore, perché saremo insieme." Lo stringo ancora a me, prima di cedere il mio posto a Cassandra "Prenditi cura di lui, io vado a parlare con Efrem" mi sollevo e mi dirigo verso l'esterno dell'infermeria, sento un peso gravare sempre più sul cuore, il peso della sconfitta, il peso di averlo deluso, ha rischiato la sua vita per noi in più di una occasione. Arrivo alla sua stanza, entro senza bussare, non sento rumori, lo trovo nel letto mentre dorme profondamente, così decido di sedermi accanto a lui ed accarezzargli il viso. E' freddo e tremendamente pallido, mi sembra persino di vedere qualche goccia di sangue secca sulle sue labbra... "Efrem..." sussurro il suo nome per non farlo svegliare bruscamente.

  4. #2184
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Efrem Targaryus

    Il respiro è rauco e il sonno è agitato. Ho freddo e subito dopo diviene caldo quando mi poso le coperte addosso. Vorrei strozzarmici e farla finita con questa tortura imposta dai Siamesi. Ho dormito poco e male e ormai non riesco nemmeno più a bere per alleviare questo dolore. Mi sento come un topo in trappola. Chiudo gli occhi ancora una volta sprofondando nel cuscino e ritrovando solo in quel momento un po’ di sollievo, il respiro si regolarizza e prendo sonno quasi immediatamente cullato dal torpore della stanza. Nessun sogno, forse gli dei mi hanno tolto anche questa capacità, non mi stupirei ormai. Sto constatando di ora in ora quanto i Siamesi possano essere dei bambini capricciosi. Una mano mi sfiora riportandomi lentamente alla coscienza, il tocco delicato sul mio viso mi fa sussultare e apro gli occhi lentamente «Efrem...» scuoto il capo. Daphne. Mi alzo trovandola accanto a me mentre mi osserva, un colpo di tosse mi coglie involontario e mi porto la mano alla bocca per sopprimerla e non far cadere altro sangue. Mi pulisco le labbra e la guardo, mi sento sempre peggio e dormire potrebbe aver peggiorato la mia situazione. «Come è andata?» dico serio. Il mio sguardo cade poi su uno squarcio, profondo sui suoi abiti che ferma la sua corsa proprio davanti al ventre e una morsa mi stringe lo stomaco. Cerco di concentrarmi sulle auree ma nulla. Niente. Silenzio. La mia espressione muta in terrore. E scosto lo sguardo da lei trattenendo il dolore per ciò che mi ritrovo a osservare. I miei figli… la mia possibilità di poter avere una vita migliore di questa. Distrutta dalla mia scelta. Mi porto una mano al volto coprendomi gli occhi che lentamente si stanno velando di lacrime. Non li sento, io non li sento più. Morti. «Morti…» mormoro quasi tra me e me prima di venire sorpreso da un altro colpo di tosse. È inutile che mi nascondo, ho solo i calzoni addosso e può vedere benissimo lo stato in cui il mio corpo è ridotto, la chiazza rossa sul mio petto e tutto lo schifo che sto tossendo. Mi pulisco gli occhi bevendo a grandi sorsate dalla brocca vicino al letto e reprimo così l’ennesimo colpo di tosse che stava risalendo lungo la gola riarsa. Non riesco a parlare, non riesco più a dire nulla, non so nemmeno cosa dovrei dire. È viva, vorrei dirle che la amo, che vorrei passare il resto delle mie ore su questa terra con lei, ma a cosa servirebbe? Solo a un mero compiacimento, la farei solo soffrire di più. I miei occhi divengono seri, li pianto nei suoi anche se mi costa una immensa fatica, ogni parola mi muore in gola scendendo e bloccando il respiro in un altro, ennesimo colpo di tosse…

  5. #2185
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    CASSANDRA DE LAGUN

    Annuisco alle parole di Daphne, anche se dentro di me c'è ancora la remota speranza che Lantis, con questa sconfitta, possa aprire gli occhi e liberarsi dalle sue tenebre. Ho fatto ciò che dovevo fare, non ho rimpianti o rimorsi di sorta, se non quello di non essere stata capace di arginare la sua furia. Ma nemmeno sua sorella ci sarebbe riuscita, ora con Drako vincitore dovrà arrendersi. Con Luna di Diamante sotto assedio, dovrà farlo. Resto sola con Andreus, lo vedo quanto è turbato e mi sanguina il cuore a vederlo così. "Daphne ha ragione, abbiamo fatto tutto quello che era necessario e abbiamo impedito a Lantis di vincere. Io... io non sono stata molto utile, forse la mia scelta è arrivata troppo tardi, ma ora sono felice di stare qui al tuo fianco. Lotteremo ancora Andreus, Lantis ha preparato nei minimi dettagli l'assedio ma ha fatto i conti senza l'oste. Puntava sui miei arcieri, che però ora sono a fianco delle forze di Gaearmir" gli dico sorridendo. "Drako è un uomo giusto, sono stata una sciocca a credere che potesse tradire Lantis senza un perchè, ma gli Dei hanno lasciato trionfare la giustizia" continuo prendendo le sue mani nelle mie. "Stai meglio? Vuoi un po' d'acqua? Mi hai fatto spaventare in mezzo a tutta quella neve" gli dico dolcemente. Insieme, di nuovo e per sempre, come il sangue ci lega. Prendo la brocca e gli verso dell'acqua... andrà tutto bene, gli Dei non ci hanno abbandonato.

  6. #2186
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Keyra
    Isyl Tinnuviel



    Dopo essere uscita dalla stanza di Efrem chiudendomi la porta alle spalle, mi ritrovo in cucina, devo recuperare Gliocas prima che faccia danni, quando arrivo lo trovo appostato su una delle sedie della mensa, gli sorrido gentile, poi pulisco un pò la cucina, dove le briciole si sono annidate, mi sento la testa pesante, credo che i troppi pensieri e le troppe emozioni mi abbiano in qualche modo stremato psicologicamente…. Shayla non ha tutti i torti a dirmi di riposare, ma al momento non me la sento, sono preoccupata, preoccupata per Andreus e per Daphne, come anche per Efrem…quella brutta tosse, quella chiazza violacea sul petto…ho paura persino a immaginare cosa sia, se potessi fare qualcosa per lui lo farei…ma non so che cosa abbia. Magari vado in biblioteca a cercare qualche libro che parla di medicina, oppure qualche trattato medico, ci deve essere per forza una possibile cura…almeno lo spero.
    Salgo le scale diretta in biblioteca, con tutta l’intenzione di concentrarmi per trovare un possibile rimedio, ma mentre raggiungo il piano di mio interesse, ecco che sento dei rumori provenire dall’infermeria, resto per un attimo destabilizzata, chi potrebbe esserci? Forse Medea oppure Markus? Magari la moglie di Raiden, è un po’ che non la vedo in giro.
    Mi avvicino alla porta, più mi avvicino, più le mie orecchie elfiche vengono raggiunte da un vociare, il cuore appena capisco a chi appartiene una delle voci prende a martellare fortemente nel petto. Andreus e Daphne …anche se la voce di lei mi sembra diversa.
    Spalanco con foga la porta:
    << Andreus! Daphne!>> urlo richiamando i due, correndo dentro seguita da Gliocas felice che siano tornati prima di correre verso il letto dove giace il ragazzo con il mento posato sulle sue ginocchia e abbracciarlo fortemente. Mi volto poi verso la chioma corvina che vedo scostandomi dal ragazzo per dargli aria…
    << Daphne..>> dico con un sorriso, un sorriso che poco dopo si affievolisce mentre un gelo più gelido dell’Adamantem si impadronisce di me, non appena realizzo che la donna accanto a lui, ha capelli più lunghi di Daphne e soprattutto, indossa un armatura a noi nemica, sgrano gli occhi sorpresa per la sua presenza qui, << un momento…tu sei…tu sei…quella relae….quella che ho affrontato nella prima battaglia, tu sei…sei …>> ritorno con lo sguardo su Andreus:
    << Tua sorella!? E Daphne? Dov’è lei? Sta bene? >>
    dico allarmata guardandomi attorno in cerca della sua presenza senza trovarla.
    Prendo posto sul vicino letto accanto ai due, così da averli entrambe sotto sguardo sedendomi con decisione, una piccola nube di polvere si alza , prendo quindi a fissare i due alternativamente in cerca di risposte, noto i loro volti così simili ma diversi, noto i loro occhi velati, occhi che in entrambe sembrano spenti :
    << Cosa è successo ad Adamantem?>> chiedo seria e con tono fermo deglutendo rumorosamente sperando che Daphne non giaca inerme la tra il gelo della neve.
    - Per gli Siamesi che non sia così! -
    Poi continuo con sguardo serio:<< Voi siete Cassandra giusto?>> dico rivolgendo uno sguardo alla giovane De Lagun, voglio sapere cosa sta succedendo,
    se sua sorella è qui, sarà di certo qui per un motivo.
    Ultima modifica di DELTAG; 14th June 2016 alle 21:14

  7. #2187
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Andreus De Lagun

    Continuo a osservare il vuoto ai miei piedi, non riesco a sollevare lo sguardo, non riesco a guardare i loro volti senza che questo senso di colpa mi schiacci di nuovo a terra. Ho fallito anche questa volta, non ce l’ho fatta. Affondo la testa nelle ginocchia coprendomi totalmente il viso per la vergogna ma una mano mi attraversa i capelli carezzandoli dolcemente prima che qualcuno mi stringa in un abbraccio. Ricambio la stretta affondando il viso nella casacca scura. È Daphne. «Abbiamo combattuto con tutte le nostre forze, non ci siamo risparmiati. Non hai colpe, nessuno di noi le ha» mi dice e io sollevo il viso dalla sua casacca posando il mento sulla sua spalla. Ho combattuto come mai prima d’ora, ho lottato fino alla fine e anche se ho perso… io non sono fuggito. «Se avessi potuto scegliere contro chi perdere, avrei certamente detto i reietti, per quanto i loro ideali si discostano dai nostri, almeno avremo vita salva, tutti i nostri cari sono al sicuro Andreus. Domani affronteremo la sconfitta con la testa alta di chi ha combattuto fino alla fine con tutte le sue energie. Kalisi sarà un Re migliore di Lantis, affronteremo le conseguenze della sconfitta senza timore, perché saremo insieme.» deglutisco terrorizzato al solo pensiero di ciò che succederà domani. Qualunque cosa succeda… affronterò il mio destino al loro fianco, al fianco di Efrem, accanto al leader che ho scelto di seguire. Daphne ha ragione, se ci fosse stata anche la possibilità che i reali potessero vincere, a quest’ora saremmo già tutti morti. Ogni singola testa sarebbe su quelle picche che adornano il palazzo. Daphne si scosta da me e io deglutisco toccandomi la gola al suolo pensiero di quale destino possa attenderci domani. La ragazza si raccomanda a Cassandra di badare a me, mi viene da sorridere istintivo mentre guardo Cassandra, sorriso che poco dopo si spegne quando i miei occhi cadono sull’armatura della nostra famiglia. «Daphne ha ragione, abbiamo fatto tutto quello che era necessario e abbiamo impedito a Lantis di vincere. Io... io non sono stata molto utile, forse la mia scelta è arrivata troppo tardi, ma ora sono felice di stare qui al tuo fianco. Lotteremo ancora Andreus, Lantis ha preparato nei minimi dettagli l'assedio ma ha fatto i conti senza l'oste. Puntava sui miei arcieri, che però ora sono a fianco delle forze di Gaearmir» sollevo gli occhi e ciò che vedo è il suo sorriso, quel sorriso che per tutto questo tempo mi era mancato. I nostri arcieri, le nostre truppe schierate al fianco di quelle Ribelli, i nostri uomini che lotteranno al fianco dei Baratheon tradendo la famiglia Reale. «Drako è un uomo giusto, sono stata una sciocca a credere che potesse tradire Lantis senza un perché, ma gli Dei hanno lasciato trionfare la giustizia» mi prende le mani e io mi ritrovo a fissare il suo viso con una espressione forse inebetita «stai meglio? Vuoi un po' d'acqua? Mi hai fatto spaventare in mezzo a tutta quella neve» già… quella mia mossa suicida deve aver fatto rizzare i capelli a entrambe. La ragazza mi passa un bicchiere d’acqua che bevo d’un fiato facendole cenno di stare bene ma proprio mentre sto per rispondere, «Andreus! Daphne!» la mia vista viene annebbiata da una massa rossa di capelli. Isyl. Mi stringe a sé e ridendo appena ricambio la stretta fin quando lei non mi lascia andare per voltarsi verso Cassandra «Daphne…» dice sorridendole e forse non riconoscendola di primo acchito. Infatti sgrana gli occhi visibilmente turbata e balbetta «un momento… tu sei… tu sei… quella reale… quella che ho affrontato nella prima battaglia, tu sei…sei…» Cassandra De Lagun, ex Primo Cavaliere e ora attuale guerriero ribelle. Torna a fissare me ancora turbata «tua sorella!? E Daphne? Dov’è lei? Sta bene?» annuisco, serio quando ripenso dove è andata Daphne. Efrem… che cosa penserà di me? Sospiro amaramente e torno a guardare Isyl che si siede sul letto di fronte a me, ci fissa come se fossimo due estranei «cosa è successo ad Adamantem?» ci chiede seria e io deglutisco in risposta, conscio di ciò che dovrò dire. Si volta poi verso mia sorella accertandosi che sia davvero lei. Mi schiarisco la voce prendendo la mano di Cassandra e la stringo come a voler farmi coraggio «lei è Cassandra De Lagun, mia sorella… e la stessa che hai affrontato ad Amaranthis.» cerco lo sguardo di mia sorella prima di continuare «ha scelto di rinnegare la sua fazione per appoggiare Efrem, si è resa conto della follia di Lantis, ma penso possa dirtelo meglio lei stessa…» stringo ancora di più la sua mano per poi allentare la presa quando inizio a parlare della battaglia «Daphne sta bene… è viva ed è scesa di sotto a chiamare Efrem per comunicargli della nostra… sconfitta. Abbiamo perso e la guerra è stata vinta dai guerrieri di Kalisi.» dico d’un fiato sentendo quel peso sul cuore sciogliersi quel poco. «I dettagli li diremo quando ci sarà anche Efrem.» già, Efrem… spero tu possa perdonarmi…


  8. #2188
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon

    Mentre accarezzo il viso di Efrem, non posso fare a meno di pensare alla delusione che sto per dargli, dopo tutto questo tempo, dopo tutti i sacrifici... ora siamo pronti ad affrontare questa sconfitta, almeno io lo sono. Mi guardo attorno ed ogni cosa mi ricorda un momento vissuto in queste stesse quattro mura, a partire dalla prima volta in cui ho conosciuto ufficialmente la fazione, lui era proprio su questo letto, quello che credevo fosse ancora il mio, almeno ha perso l'abitudine di dormire totalmente nudo. C'erano tante altre persone, alcuni decisamente strani come quelle due, Anacosa e Yadiboh... non ricordo i nomi precisamente, Lucynda l'esaltata che sbavava su Andreus, la bionda dallo sguardo allucinato, quella invasata di Deirdre, Markus... che chissà che morte ha fatto, di tutta questa gente non mi importa niente, i ribelli siamo noi, quelli che sono rimasti al fianco di Efrem nonostante il suo caratteraccio, nonostante il pericolo, nonostante tutto. Io, Andreus, Shayla, Keyra, quella tizia strana con la maschera, siamo noi i veri ribelli ed ora anche Cassandra. Ricordo le parole che Efrem mi ha gettato addosso come fossero macigni, ricordo i suoi sguardi su di me, quanto mi odiasse, i suoi colpi, il sangue versato... il nostro bacio, la nostra notte ed ogni singola promessa, tutto questo può essere valso a niente? Tutto questo deve finire questa stessa notte? Non sarà così, gliel'ho promesso, io... lo aspetterò sempre. «Come è andata?» Mi accorgo che si è svegliato, ma continuo ad accarezzarlo, almeno fino a quando sposta le lenzuola ed il mio sguardo si poggia sul suo petto dove c'è una grossa chiazza tra il rosso ed il viola. Raggelo nel rendermi conto che le sue condizioni sono nettamente peggiorate da ieri, non stava così male, non era ridotto in questo stato. «Morti…» Sussurra piano ed io mi rendo conto di essere stata fin troppo in silenzio "Drako... Drako ha vinto la guerra, Efrem. Esperin e Ryuk hanno avuto la meglio. Non è morto nessuno, anche se Adamantia Feralys era ridotta decisamente male. Cassandra ha tradito, ora è con Andreus in infermeria, stanno bene entrambi." Tossisce in maniera troppo forte, non so che fare per aiutarlo "Hai preso della pozione? Dovresti farti curare Efrem, Drako non permetterà di farti..." mi blocco dal pronunciare la frase completa, mi fa troppo male immaginare qualcosa del genere "... farti morire." Il suo sguardo è ricaduto sul taglio della mia uniforme, sospiro pesantemente, se è successo qualcosa ai bambini può dirmelo solo lui ora come ora "Leithien mi ha colpita, mi ha tagliato dove vedi lo squarcio... oltre al resto, ma Andreus mi ha soccorsa immediatamente... c'è la possibilità che stiano bene, non è vero? Loro sono ancora con noi, non è vero Efrem?" Lo guardo con gli occhi che cominciano a farsi lucidi, mentre porto la sua mano al taglio stringendo forte

  9. #2189
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    CASSANDRA DE LAGUN

    Non restiamo a lungo soli, una donna che riconosco bene ci raggiunge. Resta giustamente sorpresa, non ho in effetti pensato alla reazione degli altri ribelli, sono stata troppo concentrata sulla battaglia, sull'assedio e sul ricongiungimento della mia famiglia. Quando Andreus ci presenta mi tiene la mano, mi infonde sicurezza questo suo gesto e riesco a restare seria, guardandola dritto negli occhi. Ricordo bene Amaranthis, ricordo bene come l'ha ridotta Ryuk. Ricordo anche quel loro contatto inappropriato ma... c'è altro che mi sovviene in mente. "Isyl Tinnuviel, del casato Tinnuviel, alfiere dei signori di Adamantem... mi ricordo di voi, nei reali avevamo anche dei ritratti di tutti voi. Sono lieta di trovarvi in salute, Aiden non ha mentito... vi ha davvero risparmiata" dico con un sorriso. Non ne dubitavo, Aiden mi ha confessato il suo passato ma so che ora è cambiato, che sta intravedendo qualcosa di buono nel suo futuro. Io almeno ci credo, così come credo fermamente che rivedrò Gildas, Ada e tutti coloro che hanno condiviso con me questa sciagurata guerra. Mi osservo l'anello che mi ha donato e sorrido ancora. E' il simbolo della sua promessa e della nostra amicizia. "Vi devo un ringraziamento, milady... ad Amaranthis ero molto in pena per mio fratello e quando vi ho fatto la simbiosi... ho sentito i vostri sentimenti. E mi sono rasserenata: mio fratello ha avuto affianco persone che gli vogliono bene" continuo con un tono gentile. Non so che immagine abbia avuto di me, ma se mi chiamano la Sirena di Ghiaccio ci sarà un motivo: immagino di non dare proprio un'impressione piacevole in battaglia. E' giusto così, sono un soldato... o meglio, lo sarò per poco, spero.

  10. #2190
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Keyra
    Isyl Tinnuviel



    Continuo a guardare i due, Andreus allunga una mano stringendo quella di sua sorella…
    «lei è Cassandra De Lagun, mia sorella… e la stessa che hai affrontato ad Amaranthis. ha scelto di rinnegare la sua fazione per appoggiare Efrem, si è resa conto della follia di Lantis, ma penso possa dirtelo meglio lei stessa…» i loro sguardi sembrano cercarsi, è un legame speciale il loro, un legame che ha resistito alla tempesta e che ora li vede finalmente riuniti sotto un'unica fazione, poi il suo tono sembra cambiare:
    «Daphne sta bene… è viva ed è scesa di sotto a chiamare Efrem per comunicargli della nostra… sconfitta. Abbiamo perso e la guerra è stata vinta dai guerrieri di Kalisi.»
    Lo vedo rilassarsi leggermente quando, tutto d’un fiato mi comunica queste parole, parole pesanti che penetrano nel profondo, perso, abbiamo perso la guerra…faccio un respiro in un attimo che sembrava sospeso, per fortuna però lui è qui e Daphne sta bene, questo è ciò che conta, l’unica nota stonata è la sconfitta, non ci voleva, ma sono sicura abbiano fatto il tutto per tutto e quindi non è colpa loro, se Kalisi ha vinto è perché è stato più forte di noi, ma almeno non hanno vinto i reali di Re Lantis, forse con Kalisi abbiamo ancora una speranza di non essere tutti uccisi e mostrati in pubblico come trofei.
    «I dettagli li diremo quando ci sarà anche Efrem.»
    << Capisco…>>abbasso il capo, amareggiata pensando al ragazzo , indecisa sul fatto di comunicare o meno le sue condizioni di salute, rialzo il viso, guardo nuovamente i due, faccio per riferire, è giusto che lo sappiano, quando ecco che lo sguardo di Cassandra si fissa nel mio:
    "Isyl Tinnuviel, del casato Tinnuviel, alfiere dei signori di Adamantem... mi ricordo di voi, nei reali avevamo anche dei ritratti di tutti voi. Sono lieta di trovarvi in salute, Aiden non ha mentito... vi ha davvero risparmiata"
    Ascolto le sue parole, mentre mi sorride, parole che anche se pronunciate con fermezza e gentilezza mi feriscono. Ha definito il mio casato d’appartenenza con l’appellativo di Alfiere dei signori di Adamentem….comprendo le sue parole, so da dove nascono e da dove scaturiscono..ha menzionato Aiden, il suo atto nei miei confronti….
    << Nonostante l’appellativo rivolto alla mia famiglia non mi aggradi, non posso controbattere le vostre parole…ebbene si…è questo ciò che era mio padre…ora non più….o almeno è quello che ha detto quando ci siamo incontrati…>> fisso i suoi occhi blu e profondi, li fisso con la fierezza del fatto che mio padre con me è stato sincero, che ha capito dai suoi errori pagandoli a caro prezzo; occhi che ricordo come li incrociai per la prima volta sul campo di battaglia, limpidi e freddi gioielli che non sembrano capaci di menzogne o bugie, ma che sanno anche essere taglienti come lame:
    << si…Aiden Urthadar mi ha risparmiato umiliandomi , ma ora come ora, sono felice di non essere morta su quel campo..>>
    "Vi devo un ringraziamento, milady... ad Amaranthis ero molto in pena per mio fratello e quando vi ho fatto la simbiosi... ho sentito i vostri sentimenti. E mi sono rasserenata: mio fratello ha avuto affianco persone che gli vogliono bene", continua, il suo tono è gentile…abbozzo un sorriso al suo ringraziamento…nonostante la sua apparente inflessibilità , ha un cuore che sa capire e amare..
    << Si, è vero, come potrei anzi…potremmo, non volergliene…lui è stato sempre il più in gamba, il più forte di tutti noi fin dall’inizio, gli e l’ho letto negli occhi quando vi ha affrontato in quella prima battaglia, sapete…lui mi ha salvato ancor prima di questa guerra, è per lui per primo che per la mia vendetta ,che ho scelto di scendere in campo con i ribelli, non ho sbagliato e, anche se abbiamo perso, credo ancora che ci possa essere una nuova speranza per Dohaeris e per chi come noi crede fermamente in ciò che è giusto e che danno ancora importanza ai sentimenti>> concludo guardando nuovamente i due, facendo loro un sincero sorriso, forte delle mie parole. Spero che diano un po’ di conforto anche a loro.
    << Benvenuta tra noi Cassandra De Lagun, sono felice di rivedervi a fianco di vostro fratello e, non come nemica>> allungo una mano scendendo dal letto, mano che vorrei stringerle come compagna e non come nemica. Chissà se accetterà il mio gesto. Indipendentemente che stringa o meno la mia mano, il mio volto si incupisce, ho una notizia da riferire loro, come membri dei ribelli è giusto che sappiano:
    << Andreus…Cassandra…a proposito di Efrem…non vorrei riferire, ma credo sia meglio che lo sappiate…>> sposto alternativamente lo sguardo da lui a lei,<<…non credo si senta molto bene, ha una brutta tosse e, sul petto presenta una vistosa macchia violacea e rossa…Shayla ha provato a dargli un po’ di pozione medicamentosa, ma non sembra aver ottenuto risultato….io prima di venire qui in infermeria, stavo andando in biblioteca a cercare qualche libro che potesse avere qualche cura per una cosa simile….conosco le erbe, ma non so curare le malattie… volevo provare a fare qualcosa per aiutarlo…l’ultima volta che l’ho visto stava riposando ma…non aveva un bell’aspetto purtroppo…>>
    Lascio morire il discorso, mi spiace aver rivelato questo in un momento simile, ma la guerra è persa, Efrem sta male e…Kalisi al momento stringe tra le mani le redini di Dohaeris, non so cosa succederà, spero solo che ci saremo tutti a combattere per la nostra libertà e ... con tutti spero anche Efrem.
    Ultima modifica di DELTAG; 15th June 2016 alle 18:52

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Quest Reali
    Di mary24781 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3384
    Ultimo Messaggio: 24th June 2016, 19:43
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 172
    Ultimo Messaggio: 10th June 2016, 17:11
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  5. [Deus ex Machina GDR] Esempio Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 20th September 2014, 18:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •