Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 221 di 221 PrimaPrima ... 121171211219220221
Risultati da 2,201 a 2,208 di 2208
  1. #2201
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    30

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Shayla Bolton


    Andreus annuisce e corre fuori dalla stanza con la sorella per raggiungere Efrem, sono sicura che gli parlerà di quello che è successo e probabilmente lo farà anche col resto della fazione, sicuramente Daphne lo sa già dato che è con lui ed immagino che stia soffrendo molto, vorrei raggiungerla anche se temo di interromperli. Per lei ed Andreus non sarà semplice accettare la condizione del ragazzo, in realtà non lo è per nessuno di noi che ormai vediamo in lui un amico, un leader, una guida che ci ha condotto ad oggi sacrificando se stesso, ha fatto tanto per noi e dopo la giornata di domani troveremo il modo di aiutarlo, non è ancora detta l'ultima parola anche se adesso non riusciamo a vedere alternative. Nella sconfitta, paradossalmente, ci è andata bene. Kalisi non ci ucciderà e le nostre teste non finiranno su delle picche, non massacrerà le casate che si sono schierate contro di lui a differenza di Lantis ed è questo che conta di più al momento. I miei nonni, le famiglie di Daphne ed Andreus, Kaleb...staranno bene. Probabilmente, se domani le sorti della guerra non dovessero ribaltarsi in nostro favore, i titoli saranno riassegnati e resteremo dentro qualche cella per molto tempo, ma un giorno saremo di nuovo liberi e riprenderemo le nostre vite assieme alle persone a cui teniamo, sicuramente Kalisi o chi per lui sarà un Re giusto e migliore dell'attuale, anche se non era quello in cui speravamo e per cui abbiamo lottato. Sento un urlo provenire dal basso, Andreus ci chiede di raggiungere la stanza di Efrem, probabilmente vuole parlarci "E' Andreus, deve essere importante. Andiamo!" mi rivolgo a Keyra e poi rapidamente esco dalla stanza raggiungendo quella del ragazzo. Quando entro trovo Cassandra in disparte su una sedia, suppongo che il ragazzo abbia preferito andare da solo per avvisare Efrem della presenza di sua sorella e per accertarsi del suo stato, quando poi raggiungo i tre e vedo le loro espressioni intuisco che sanno già tutto. Daphne sta piangendo, mi fa male vederla così e rabbrividisco quando noto lo squarcio che ha sull'armatura, proprio in direzione della pancia, spero che non sia successo l'irreparabile. Mi siedo accanto a lei e la stringo in un abbraccio "Andrà tutto bene" le sussurro piano, stringendola ancora. I bambini, Efrem, le conseguenze di questa guerra e della sconfitta... voglio credere che ogni cosa si sistemerà e troverà il suo equilibrio.

  2. #2202
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    23
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    11

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Efrem Targaryus

    Tengo lo sguardo basso anche se questo mi rende il respiro rauco e affannoso. Non mi fa bene, ma la verità è che non riesco a guardarli negli occhi ancora una volta, nessuno dei due. Le persone a me più vicine ora stanno soffrendo, l’unica cosa che non avrei mai voluto che accadesse per causa mia. Tossisco leggermente massaggiandomi il petto che brucia insistentemente, non serve più nemmeno bere acqua, mi sto solo riempiendo lo stomaco inutilmente. Allontano la brocca da me e guardo i miei soldati, i miei compagni e amici che entrano nella mia stanza e per la prima volta nella mia vita sento di essere a disagio. Chi l’avrebbe mai detto? Uno ad uno sfilano davanti ai miei occhi fino ad esaurirsi. Sono rimasti solo loro, i veri guerrieri Ribelli che non hanno mai mollato, loro che sono rimasti sempre al mio fianco nonostante le mie direttive e il mio carattere rendessero invivibile questo posto, nonostante le sconfitte... nonostante la guerra sia stata ormai persa, Dei, ancora non riesco a credere a tutto ciò. Sorrido a ognuno di loro, Shayla entra assieme Isyl e si siede accanto a Andreus e Daphne sul letto davanti a me abbracciando quest'ultima. Mi scosto un po’ di lato per permettere al ragazzo di sedersi accanto a me per non accalcarsi. Mi sento infinitamente stupido a fare una cosa simile, dovrei alzarmi, nascondere questa merda e fare una riunione come si deve davanti ai miei soldati, mostrare loro il viso di un leader che non si è arreso davanti alla disfatta. Ma la verità è che sono stanco, stanco di fingere ogni cosa. Cassandra è quella che entra per ultima e i miei occhi saettano verso di lei, la guardo serio squadrando il suo abbigliamento. Non indossa la divisa dei Reali, ma quei colori sono inconfondibili. Il simbolo dei De Lagun. «Allora è vero… Cassandra De Lagun che segue le orme del fratello ribelle.» dico con un mezzo sorriso ironico. So di non esserle mia piaciuto, come potrei visto che anche lei mi ha sempre attribuito la colpa per averle sottratto il fratello. «La malattia non ti leva quel sorriso sfrontato dalla faccia, Targaryus… sono qui per la mia famiglia, non dovrebbe esserti difficile comprendere la mia scelta.» mi dice un po’ infastidita e seria. Distendo il viso. A quanto pare la vita alla Torre deve averla resa più acida di quanto la ricordassi. «Sono contento che tu abbia fatto la scelta giusta, non poter rivedere un familiare è peggio di qualsiasi guerra.» dico serio guardando poi Andreus che abbassa lo sguardo. «Tra poco tutti potremo rivedere i nostri cari, Drako non ci farà del male. Non ti farà del male» mi dice sorridendomi, ricambio il gesto e torno a guardare gli altri. «Perdonate se sono in mutande e a letto, la verità è che non avevo alcuna voglia di alzarmi.» dico ironico per smorzare la tensione che è caduta nella stanza «la guerra è persa ma almeno il nostro ideale non è del tutto morto con noi. Il vecchio regno è caduto e Lantis con esso. So che non era ciò che volevamo, i nostri obiettivi erano altri.» prendo un respiro schiarendomi la gola irritata e poi guardo alternativamente i tre guerrieri che si sono schierati su quel campo «non biasimo nessuno di voi e sono certo che avete fatto tutti e tre il vostro meglio per cercare di strappare la vittoria dalle mani dei Reietti…» sono serio e stringo i pugni sopra il lenzuolo, non avrei mai voluto che questa guerra finisse così, tutto ciò in cui credevo, tutte le mie speranze di poter avere un futuro diverso da questo... tutto in fumo «domattina assalteremo lo stesso Luna di Diamante, attaccheremo con ogni cosa che possediamo, faremo vedere che i Ribelli di Dohaeris non sono morti con questa guerra. Affronteremo la nostra sconfitta senza piegarci, non fuggiremo davanti a ciò che ci attende.» fuggire. Non è ciò che io ho insegnato loro e non è ciò che voglio che facciano. Tossisco ancora una volta, ancora più forte e mi premo una mano sulla bocca per reprimere il dolore prima di tornare a respirare. «Forse ormai sarà chiaro a tutti quale sarà il mio destino indipendentemente da domani. È la mia punizione per aver fatto adirare gli Dei e aver ucciso Nimoe per i suoi poteri.» un sorriso sarcastico si mostra sul mio viso, non devo avere un bell'aspetto, lo so. «Ma questo non sarà il destino di nessuno di voi. Sappiamo già che Drako Kalisi non farà vittime dei perdenti e questo mi è stato assicurato nella sua ultima missiva. A nessuno di voi verrà fatto alcun male nella maniera più assoluta.» li guardo in attesa delle loro risposte, «signori… è stato un onore lottare al vostro fianco in questa guerra.» termino con un sorriso attendendo le loro parole, sono stanco ma domani stringerò Eden tra le mie mani e lotterò fino all’ultimo istante…

    *Frasi e azioni di Cassandra e azioni di Isyl concordate con Mary24781 e DELTAG

  3. #2203
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    CASSANDRA DE LAGUN

    Aspetto qualche istante, così da permettere a qualcuno di loro di replicare alle parole di Efrem. Parole sentite, nobili, che mi danno conferma ulteriore del perchè mio fratello lo ha seguito. Ideali, i suoi ideali, gli ideali ribelli: non sono solo parole al vento, sono sostanza. Sono stata più concentrata sulla fine di questa guerra, sul fatto che Lantis, con una vittoria reietta o ribelle, non potesse nuocere a nessuno. Sulla riunione della mia famiglia. Mi sento in colpa, anche se il gesto che ha fatto contro la Gran maestra incontra la mia disapprovazione. Eppure, posso comprendere perchè l'ha fatto. Efrem Targaryus è stato disposto a tutto per i suoi ideali e questo non può che essere ammirevole. Anche io sono disposta a qualsiasi cosa per la mia famiglia... sì, anche io avrei offeso gli Dei se fosse stato necessario. E c'è del rammarico in me, perchè ora, dopo le sue parole, avrei voluto essere al loro fianco sin dall'inizio, perchè avrei lottato affianco di qualcuno che mi avrebbe considerata un compagno di lotta, non un soldato da manovrare. Spero ancora che Lantis comprenda i suoi misfatti e rinsavisca, è la punizione che gli auguro. Mi guardo intorno e rompo gli indugi, forse sono tutti troppo tristi per poter dire qualcosa. "Sarà un onore per me prendere ordini domani dal mio Comandante" dico ferma, cercando di non scoppiare in lacrime. Perchè lo vedo il volto sofferente di mio fratello e poi... quante battaglie ho combattuto al fianco di Targaryus? Non volevo finisse così, all'inizio ho desiderato tanto la sua morte, ma dopo quel sogno... non voglio che scorra altro sangue. Voglio che torni dalla sua famiglia, voglio che abbia la possibilità di vedere come il regno per cui abbiamo lottato possa tornare agli antichi splendori. "Ho fede negli Dei, loro avranno compreso il tuo gesto. Sono certa che ti daranno l'occasione di riabbracciare chi ami e di vedere Dohaeris prosperare" dico tradendo un poco di commozione. Siamesi, forse quest'elfo vi è stato insolente, ma io vi prego lo stesso per la sua anima e la sua vita perchè lui... lui è un guerriero di Dohaeris e ha molte persone che gli vogliono bene. Se non fosse una persona degna, nessuno lo amerebbe. Vi prego, Siamesi, vi prego di donare a lui e a tutti noi la luce del futuro!

  4. #2204
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    16

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon

    Non sopporto più tutto questo vociferare, non sopporto più di vederlo in questo stato, non sopporto più le parole vane, le frasi costruite e propinate in questo momento per far scena, non sopporto più nessuno. Lascio che Shayla mi abbracci, la stringo a mia volta, stringo la mano di Andreus, ho bisogno solo di questo, ho bisogno di sentire col tatto, con il cuore, basta parole. Più guardo Efrem e più mi sento morire, lui ha parlato pure troppo, ma ha agito ancor di più, vorrei aver vinto per lui. Non guardo Cassandra, non guardo gli altri presenti, non sopporto neanche la loro voce, se gli dei avessero compreso, ora Efrem non sputerebbe sangue su se stesso, se ci fosse una giustizia vera, i reali domani morirebbero uno ad uno, dovrebbero farci da tappeti, li calpesterei premendo con il tallone sui loro nasi, sulle loro costole, vorrei vedere il loro sangue schizzare via dalla bocca in una tosse incontrollata, vorrei prendere a pugni Lantis con le mie stesse mani, un colpo dopo l’altro, sempre più forte… sempre più forte fino a quando sanguinerei io stessa. Lascio ogni contatto, mi avvicino nuovamente ad Efrem e prendo uno straccio pulito, lo passo sul petto, sulle braccia, sulla bocca, porto via il sangue che so rivedrò da qui a poco e lo guardo in maniera ferma negli occhi “Se tu dovessi morire, ti giuro che ti vendicherò, mi prenderò la vita di quei reali, dovessi aspettare di uscire dalle prigioni, dovessi organizzare una nuova guerra, verrò punita, il nuovo Re mi condannerebbe nuovamente, ma non prima che io possa averli spediti all’inferno.” Prendo la sua mano e me la porto al ventre, proprio dove c’è il taglio “Ma se tu dovessi sopravvivere abbandonerò ogni intento, aspetterò di riaverti con me e ne avremo degli altri, tenteremo fino a quando non avremo dei gemelli…” sorrido tra le lacrime cercando di essere ironica. “Sei forte Efrem, lo sei più di tutti noi. Domani avanzeremo con te, resisti” lo bacio con dolcezza prima di stringerlo a me, non mi importa degli occhi che ci guardando, non mi importa di niente, voglio solo che viva. “Domani sarà una giornata lunga, resto con te questa notte. I soldati Leithien sono già qui fuori, dormiamo per il tempo che ci permetteranno di farlo. Prima che irrompano nel rifugio, ti troveranno in piedi e vestito dalla tua armatura più bella, sii sempre fiero Efrem, là fuori ci sono tante persone che credono in te” Guardo tutti gli altri “Come ognuno di noi”

  5. #2205
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    13

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli


    Keyra
    Isyl Tinnuviel



    Ascolto le parole di Efrem, quando non rimangono più appigli, quando ogni cosa è persa e sembra che la speranza sia volata via, ecco che le sue parole inondano la piccola stanza in cui ci troviamo e scuotono il deserto che si è impadronito del mio cuore e… probabilmente non solo il mio, dandogli una nuova fioritura. Lui dal suo giaciglio ci osserva ad uno ad uno, il suo sguardo nonostante stanco e segnato da ciò che lo sta consumando, ci sostiene. Non so dove trovi la forza, forse il vederci schierati qui ancora davanti a lui nonostante tutto quello che abbiamo vissuto gli ha dato una forza che non credeva di possedere, forse sono Andreus e Daphne, forse il fatto che non sia stato Lantis a vincere, con la consapevolezza che sia stato Drako e che lui sarà sicuramente un sovrano migliore per la Dohaeris che vorremmo, non lo so, non conosco l’animo umano, non conosco l’abisso che giace dentro in ognuno di noi, ma posso solo essere dire di essere fiera di lui e del capo che è e che è stato, nonostante il suo irruento e impossibile carattere. Ed è così che dobbiamo ricordarlo qualunque cosa succeda. Forte,idealista e portatore di una nuova speranza.
    Parla con ironia della sua situazione, vuole che non ci abbattiamo nonostante la sua condizione;
    Parla del Regno di Lantis giunto al capolinea;
    Parla ai guerrieri scesi in campo, capisce il peso che si sono portati addosso, capisce i loro sforzi e la loro delusione nel essersi visti sfuggire la vittoria tra le dita,
    Parla del non arrendersi e del fatto che Luna di Diamante cadrà e cederà sotto l’attacco ribelle, il nostro attacco.
    La sconfitta non sarà la nostra impassibile resa…abbiamo un obbiettivo da portare a termine e, lo perseguiremo fino alla fine.
    Osservo il suo volto sempre più sofferente mentre tossisce e tossisce ancora, sempre più forte…per gli Siamesi, quanto vorrei che non gli fosse riservato un tale destino…
    Parla di ciò che lo consuma, della punizione divina che l’ha colpito per aver ucciso la Gran maestra degli elfi…ora le cose stanno prendendo forma, ma capisco perché l’ha fatto, il suo odio verso i reali, verso questa guerra che gli ha portato via tanto, troppo, non condivido la sua scelta, ma so che l’ha fatto per perseguire un’ideale, un sogno che poteva concretizzarsi. Ha sacrificato tutto, anche se stesso affinché questo ideale si compiesse, ora è sfuggito dalle dita ma non è ancora perduto, ma lui sta pagando a caro prezzo ciò che ha perseguito.. perché gli Dei dall’alto della loro saggezza e lungimiranza, non possono chiudere gli occhi dinanzi a quello che ha compiuto? Anche se è stato un gesto sconsiderato, non posso che pensare a quanto gli sia costato a quanto sta perdendo, a quanto ha rinunciato… gesto ammirevole il suo nonostante tutto, soprattutto per l’altezza dell’ideale in cui crede fermamente, questo gli dei dovrebbero averlo compreso.
    A rompere il silenzio per prima è Cassandra..solo ora che la guardo bene, non indossa l’armatura reale, ma i colori del suo casato…prima ero così felice di aver ritrovato Andreus che nemmeno quasi mi ero accorta…è lei la prima a dire che combatterà con onore agli ordini di Efrem, ed è quello che farò anche io. Sempre.
    "Ho fede negli Dei, loro avranno compreso il tuo gesto. Sono certa che ti daranno l'occasione di riabbracciare chi ami e di vedere Dohaeris prosperare"
    Nel mentre d’istinto a queste parole, cerco il volto di Daphne, volto che non trovo, ma la vedo alzarsi avvicinarsi a colui che ama, lo si capisce dal suo viso, dalle sue parole, se ne prende cura, come fosse una statua di ceramica pronta a sgretolarsi sotto le sue mani…so come si sta sentendo ora, vorrei risparmiarle questo dolore eppure, non mi è possibile purtroppo. Guardo anche Andreus, conosco ciò che lo lega ad Efrem, posso solo sentire urlare il suo cuore e il cuore di tutti in questo momento.
    Abbasso gli occhi scuoto il capo scacciando una nuova lacrima che non può scendere. Troppo dolore vi è qui dentro in queste quattro mura, nonostante le parole di forza e coraggio che il nostro capo ci ha rivolto.
    Ascolto quindi Daphne, ci avverte che i soldati Leithien sono qui fuori…saranno pronti ad attaccare, a farci prigionieri, non importa, se dovessero cercare di prenderci con forza, troveranno il mio scudo e il mio Stiletto pronto a difendere i miei compagni.
    Sono una guerriera ribelle, non posso lasciare che le emozioni abbiano il sopravvento, non mi saranno d’aiuto, non in questi momenti. Devo pensare alle cose belle che abbiamo passato come ribelli e come seguaci di Targaryus, pensare a ciò che ancora potremmo fare nonostante la sconfitta, solo così potrò rialzare lo sguardo, ragionare lucidamente e, combattere con più determinazione e consapevolezza di far parte della nuova storia di Dohaeris, una storia dolorosa e costellata di sangue, sangue versato affinché il Regno torni ad essere un luogo di pace e serenità. Non cambierei nulla di ciò che ho fatto, avrei solo voluto essere migliore di così e fare di più, ma posso farlo ora.
    Alzo il viso fiera di far parte di questa fazione, gli occhi sono lucidi ma nessuna lacrima a velarne la determinazione. Guardo ognuno di loro, annuisco alle parole di Daphne poi aggiungo:
    << Qualunque cosa succeda oggi, domani …sarò al tuo fianco Efren Targaryus come tutti loro… sarò al fianco di tutti voi ribelli, fino in fondo>> esordisco con decisione, una decisione che non credevo di possedere.
    Ultima modifica di DELTAG; 20th June 2016 alle 19:03

  6. #2206
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    30

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Shayla Bolton


    Mi ritrovo ad osservare Efrem mentre parla con Cassandra, è stanco e debilitato ma nei suoi occhi c'è ancora quella determinazione e quella forza che l'hanno guidato attraverso le sue scelte in questa guerra, non ritrovo più in lui quel ragazzo incazzato col mondo che frequentava il bordello, ora è un uomo vero che affronta le conseguenze delle proprie scelte senza vittimismo o paura «Perdonate se sono in mutande e a letto, la verità è che non avevo alcuna voglia di alzarmi» sorrido assieme agli altri, l'ironia a quanto pare non l'ha persa «la guerra è persa ma almeno il nostro ideale non è del tutto morto con noi. Il vecchio regno è caduto e Lantis con esso. So che non era ciò che volevamo, i nostri obiettivi erano altri» alterna lo sguardo tra i tre combattenti dell'Adamantem, esprime orgoglio e stima nei loro riguardi, tutti sappiamo che hanno dato il massimo e che ogni battaglia è a sé imprevedibile, non hanno alcuna colpa «domattina assalteremo lo stesso Luna di Diamante, attaccheremo con ogni cosa che possediamo, faremo vedere che i Ribelli di Dohaeris non sono morti con questa guerra. Affronteremo la nostra sconfitta senza piegarci, non fuggiremo davanti a ciò che ci attende» è determinato e sono sicura più che mai che sarà così, domani dimostreremo ancora una volta chi siamo. Non fuggiremo, non l'abbiamo mai fatto, non saranno i soldati Leithien appostati qui fuori ad impedirci di raggiungere Luna di Diamante e far sentire la nostra voce. Parla del suo destino, del gesto che ha compiuto ai danni di Nimoe e delle conseguenze derivate da esso ma non lo fa per impietosirci, piuttosto per dimostrarci fiducia, la stessa che cerca di trasmetterci quando ci rassicura sul nostro destino quando e se sarà nelle mani di Kalisi. «Signori… è stato un onore lottare al vostro fianco in questa guerra» alle sue parole seguono gli interventi dei presenti, quello diplomatico e fiducioso di Cassandra che si appella alla comprensione degli Dei, quello pieno d'ira e determinazione di Daphne che giura vendetta nel caso di una sua dipartita, infine quello sicuro di Keyra che conferma la sua lealtà alla fazione. Resto in silenzio mentre Daphne lo stringe a sé tra le lacrime e sento a mia volta rabbia e frustrazione per non poter fare nulla "Grazie, di tutto" mi rivolgo ad Efrem, ed il mio ringraziamento non riguarda solo quello che ha fatto per la fazione ma anche altro, se non mi avesse portata qui quando cercavo solo un tetto sicuro sopra la testa ed urlato contro più di una volta, tante cose sarebbero andate diversamente "Riposiamo, domani dimostreremo ancora una volta che i Ribelli non hanno timore né degli uomini né degli Dei" mi rivolgo a tutti, prima di uscire dalla stanza e raggiungere la mia, pronta ad affrontare l'epilogo di questa guerra.

  7. #2207
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    23
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    11

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Andres De Lagun

    Sono seduto accanto a Efrem ma non riesco a guardarlo o ad avvicinarmi ancora e dubito che riuscirò ancora a mantenere l’equilibrio qui al ciglio del letto. Ogni volta, ogni dannatissima volta che alzo lo sguardo i miei occhi cadono su quell’ematoma che si ingrandisce sul suo petto. Vorrei poter fermare il tempo bloccare la crescita di quella chiazza viola che lo sta divorando, ma non posso. Non posso. Mi porto le mani al volto cercando di darmi un contegno mentre lui parla. Lo guardo quando le sue parole si fanno più determinate e mi ritrovo a guardarlo con gli occhi lucidi, pronto a tutto fino alla fine. «Domattina assalteremo lo stesso Luna di Diamante, attaccheremo con ogni cosa che possediamo, faremo vedere che i Ribelli di Dohaeris non sono morti con questa guerra. Affronteremo la nostra sconfitta senza piegarci, non fuggiremo davanti a ciò che ci attende.» un sorriso mi nasce spontaneo e tiro su col naso facendomi forza, sì. Domani saremo uniti sotto la nostra bandiera, non ci arrenderemo nemmeno ai soldati che ci attendono fuori. Con queste parole mi avvicino a lui sul letto e lo guardo con quel sorriso determinato sul volto. Fiducia, io ho fiducia in lui, così come lui la sta dando a tutti noi adesso. Parla di ciò che gli sta succedendo e sento il sangue raggelarmi nelle vene mentre il sorriso mi si spegne e mi ritrovo a fissare le sue mani che si impegnano a restare ferme sulle coperte. È nervoso anche lui. Indipendentemente dai pensieri degli altri sollevo una mano posandola sulla sua spalla e stringendo appena per dargli forza, non ho idea di come possa sentirsi adesso. Siamo con te, Efrem, non ti permetteremo di morire così. Ci rassicura sul nostro destino, ma non sul suo... «signori… è stato un onore lottare al vostro fianco in questa guerra.» sento il cuore battermi all’impazzata e mi ritrovo a osservare tutti mentre parlano, mentre esprimono i loro pensieri, Cassandra è la prima che rimarca la sua posizione accanto a Efrem e si affida agli Dei, vedo Daphne prendersi cura del ragazzo pulendogli il sangue dalla bocca, non risponde e quando lei lo stringe a sé sento la sua voce «sii sempre fiero Efrem, là fuori ci sono tante persone che credono in te» fisso i suoi occhi con determinazione quando mi fissa per un solo attimo «come ognuno di noi» Isyl e Shayla sono le ultime a esprimersi, confermano la loro posizione, la loro voglia di combattere fino alla fine. Mi volto verso Efrem e quando Daphne si scosta mi ritrovo ad abbracciarlo stringendolo a me mentre sento gli occhi velarsi, non piango, non lo farò «tu non morirai! Non te ne andrai così facilmente, né stanotte, né domani.» sciolgo l’abbraccio e mi ritrovo a fissare i suoi occhi, scuoto il capo ricacciando indietro le lacrime e lo guardo in un misto di rabbia e tristezza «tu resterai qui, anche a costo di doverti tirare fuori dall’Inferno con la forza.» sorrido tirando su col naso «ti sembra facile, eh? Muori con un bel “fottetevi tutti” e ti pari il culo così. Non hai capito niente, Efrem!» mi guarda per poi rivolgermi un sorriso «non vi abbandonerei per nulla al mondo. Lotteremo insieme.» mi dà una pacca sulla spalla e io annuisco deciso lasciandolo solo con Daphne non prima di darle un bacio sulla testa. Esco dalla stanza seguito da Cassandra e Isyl e dopo aver salutato quest’ultima, mi dirigo nella mia seguito da mia sorella. «Ci siamo dunque, sono felice di aver condiviso questo ultimo momento con te.» dico col sorriso abbracciandola d’istinto, cassandra ricambia l’abbraccio «mi dispiace di non averti aiutato prima…» la sua voce si incupisce «ma domani sarò al tuo fianco... ci sarà anche nostro padre... abbatteremo quelle mura, Andreus» annuisco convinto a dopo un ultimo abbraccio mi corico al suo fianco come quando eravamo bambini…

    *Azioni di Isyl e Cassandra concordate con DELTAG e Mary24781

  8. #2208
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    23
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    11

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    È l'alba

    Fine della decima Turnazione

    Ribelli, avete indossato le vostre uniformi, l'alba sta sorgendo, i soldati nemici entrano nel rifugio e vi circondano.
    Ribelli siete tutti portati al Castello.

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Quest Reali
    Di mary24781 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3384
    Ultimo Messaggio: 24th June 2016, 19:43
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 172
    Ultimo Messaggio: 10th June 2016, 17:11
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  5. [Deus ex Machina GDR] Esempio Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 20th September 2014, 18:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •