Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 32 di 221 PrimaPrima ... 2230313233344282132 ... UltimaUltima
Risultati da 311 a 320 di 2208
  1. #311
    sim dio L'avatar di XxRosy_99xX
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    ~ Oasis Landing ~
    Età
    24
    Messaggi
    3,296
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina] Quest Ribelli


    Lucynda Mellow


    Il respiro è regolare. La camera in cui sto pernottando non presenta alcun punto d'illuminazione evidente, al massimo i miei occhi si spostano per istinto su quella specie di lampadario appeso nel soffitto, con alcune candele di cera disposte superficialmente... dalla tenue e calda fiamma. Il ventre si alza e si abbassa adagiamente, lasciandosi cullare da un susseguirsi di battiti cardiaci, i quali non fanno mai alcuna sosta, nemmeno durante la notte. Già, la notte...

    Eccolo di nuovo... il momento più culminante per ogni stregone che si rispetti. Quel momento in cui ogni forma di luce, benessere e conforto viene spazzata via dall'implacabile ira del Vento Nero. Un vento piuttosto dominante, così familiare, in quanto soffia nella mia direzione, cogliendomi alla sprovvista proprio mentre cerco di capire ancora una volta in quale fottuto luogo sto mettendo piede...

    Di nuovo sento percorrere dei brividi in tutto il corpo... sanno di debolezza, di impotenza, di sottomissione... ma che cazzo sta succedendo qui?! Mi volto interdetta verso il punto di origine di quella misteriosa brezza, cacciando indietro le ciocche di capelli che s'infarfugliano nel bel mezzo della visuale... fortunatamente riesco a scorgere qualcosa... non una figura ma ben due, di cui una fin troppo conosciuta... per prima riesco a focalizzarmi su colei che padroneggia il vento innaturalmente intenso, quasi come se fosse un tornado: è Madre... se ne sta ancora lì, con il braccio proteso in avanti, il quale guida la massa di molecole d'aria che ruotano vorticosamente su se stessi, circondati da un qualcosa che le rende visibili... potrebbe essere l'aura oscura di Padre, in quanto ha una potenza talmente elevata da annerire persino tutto ciò che è trasparente... non ha alcun bisogno di scomodarsi, basta soltanto la sua presenza ad incutere terrore verso tutto ciò che gli circonda...

    «Lucynda Mellow, ascolta quanto abbiamo da riferirti...»


    Da quando parlano all'unisono? Continuo a non comprendere... nel frattempo l'intensità del Vento Nero si dissolve a poco a poco, fino a sparire completamente. C'è qualcosa di strano nei loro toni vocali... ma non ha importanza.
    Senza dare un segno di risposta, faccio pressione sulle ginocchia per rimettermi in piedi e mi avvicino al loro cospetto, rimanendo poi immobile, con gli occhi fissi su di loro e le sopracciglia corrugate... segno della mia quotidiana serietà.

    «Da quando la Grande Guerra ha avuto inizio, il nostro casato non è più quello di una volta...» è Madre ad esordire per prima, rammaricata... lo leggo nei suoi occhi verdi, gli occhi ereditati dalla figura materna.

    «...in quanto abbiamo saputo del fatto che Kyures, l'uomo che ha ingaggiato te e il resto del gruppo nel proprio locale, non ritornerà attivo finchè questa guerra non avrà raggiunto il suo fine, considerando che lui aveva anche altre faccende da sistemare, o almeno è quel che abbiamo sentito parlare di lui...»


    Kyures...
    mi ero completamente scordata della sua esistenza... è solo merito suo se la nostra ricchezza ha scalato le vette più alte...

    «...Qualora dovessi perdere la vita nell'evento più importante nella storia di Dohaeris, i ThunderNess cesseranno la loro esistenza...»
    interviene torvo Padre, quelle iridi ghiacciate sanno sempre come mettermi a disagio, dannazione.

    Ripenso alle sue ultime parole...
    ...ThunderNess...
    ...ThunderNess...

    Una parola equivalente ad una miscela di ricordi che si riversa abbondantemente sul mio cervello... avverto un qualcosa di familiare dentro me stessa, come se le mie membra avessero intenzione di sdoppiarsi... evadere al di fuori del mio corpo... è una sensazione indescrivibile... quasi come...

    ...generare delle illusioni... troppe sensazioni già vissute, provate sulla pelle...

    All'improvviso le figure impetuose di Padre e Madre si dissolvono, si sgretolano divenendo una massa immateriale e polverosa che vola via chissadove... rimango allibita per poi fissare il nulla a tempo indeterminato, come se la mia vita non avesse più un senso logico... finchè ad un tratto mi ritrovo in mezzo ad un lago dalle dimensioni infinite, con qualche albero ed edera sparsi intorno. Una Lucynda con un aspetto del tutto diverso: la lunga e scura chioma diviene crespa e completamente inzuppata, l'abito piumato viene eliminato ma rimpiazzato con un reggiseno di foglie e dei pantaloni attillati color blu tenebra... l'atmosfera che circonda il nuovo ambiente è fin troppo quieta, percepisco solo ed esclusivamente l'increspamento sonoro delle piccole onde, mentre le mie spalle godono del lieve calore solare... una nuova sensazione si fa strada nel mio corpo: la rinascita...

    [Video]

    --------------------------------

    Dove sono? Tutto mi è confuso, continuo a non capire l'interpretazione del sogno appena concluso... i ThunderNess cesseranno la loro esistenza... che intendeva dire con ciò? Dannazione, mi è sembrato che tutto stesse accadendo in tempo reale. E poi... mi è sembrato di rivivere una scena delle prove di danza tribale, ma anche un esibizione vera e propria in quel famoso locale... no, non è possibile. Devo trovare la risposta ai miei dubbi, e lo farò! Ma prima, è necessario un veloce bagno rigenerante. Mi reco nel posto desiderato e riempio la vasca, per poi liberarmi degli abiti addosso ed entrare nella vasca, fino a pulirmi completamente per quanto sia necessario. Fatto ciò, torno di là e prendo dal cassettone alcuni abiti conservati fin dal primo giorno che vivo qui: un top crop bicolore munito di spalline, un paio di pantaloni baggy dominati dal rosso acceso e da un fascione nero lungo fino alle cosce, un paio di guanti dal motivo zebrato, degli stivali bassi neri e, per finire, una bandana dal tessuto maculato.





    Sì, con questo ho voluto onorare il mio ex-ruolo da Leader di menestrelli girovaganti. Già, i ThunderNess...

    Fatto ciò mi dirigo a passo spedito presso l'uscita del monastero, indifferente per quel che sta accadendo attualmente tra le mura del rifugio. Ho delle faccende molto importanti da sbrigare, per il momento me ne fotto di eventuali riunioni o qualunque altro impiccio di poco conto. Percorro le scale che mi condurranno all'ultimo piano, ma qualcosa (o meglio "qualcuno") mi costringe a fermare il passo.

    ...No. No. Non è possibile. Io sto ancora sognando. Andreus e Daphne... abbracciati come due... NO! Questa me la pagherai cara, stronzo di un elfo! Dovrei esserci io tra le tue braccia, e invece... ok calma Lucynda, placa la tua ira... non imprecare qui dentro, non davanti a loro. Prosegui il tuo cammino, fai quello che devi fare e sii incurante di tutto e di tutti...

    Una volta giunta al piano terra, sorpasso l'uscio dell'ingresso e noto che il clima del giorno è basato sulla pioggia...



    diverse goccioline punzecchiano il mio volto, ma me ne frego.
    M'incammino a passo spedito presso il Glados, ripensando a quel che ho assistito pochi istanti fa. Bastardo, vorrei non averti mai incontrato. Vorrei che il sentimento d'amore che provo per te non fosse mai esistito. Vaffanculo, Andreus De Lagun!



    Senza indugiare oltre, sfioro la luce del portale, per poi pronunciare la formula necessaria per raggiungere la Zona Neutra: «Rem tene, verba sequentur.»



    Chiudo gli occhi e mi lascio teletrasportare...


    *azione concordata con SimsKingdom

    CONTINUA QUI



    N.B.: A BREVE IL DOWNLOAD DEL NUOVO OUTFIT DI LUCYNDA.
    Ultima modifica di XxRosy_99xX; 23rd March 2015 alle 21:41 Motivo: Piccole modifiche.


  2. #312
    sim dio L'avatar di Akuiyumi
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Messaggi
    2,972
    Potenza Reputazione
    13

    Re: [Deus ex Machina] Quest Ribelli




    ANANYA
    «Che ti è successo prima, eri strana?»
    Yadirha mi ha raggiunto in cucina, ha pure fatto salire i serpentelli sul tavolo, e io ero così impegnata ad essere arrabbiata che non me ne sono neanche resa conto! Stupendo!
    «Quel frignone dalla bassa autostima che è Andreus ha pensato bene di usare la simbiosi su di me… giuro che se non fosse un guaritore, gli avrei già mozzato le mani per questo.»

    Mi guardo intorno e ancora non è arrivato nessuno.
    Ma dove sono tutti? Si sono tutti ubriacati?

    Favoloso, vogliono proprio perderla la prossima battaglia. Potremmo quasi non vincerle più apposta.
    Sì, almeno non avrebbero motivo per abbandonarsi nuovamente a quella patetica bevanda che ti trasforma in un ritardato. E per cosa poi? Per festeggiare? Se gli piace così tanto sentirsi stupidi e vomitare, potrebbero direttamente mangiare del cibo avariato: stesso risultato, meno fatica.

    Proprio non si rendono conto di quanto sono fortunati.

    Di quanto sono fortunati ad essere ancora vivi.

    La morte ti cambia, perdi l’entusiasmo per tutto ciò che riguarda la vita. Ti senti estraneo a questo mondo, come se non dovessi essere qui, come se questo non fosse il tuo posto.
    La settimana dopo che ho ucciso Donar, che sono tornata in...vita… è stato il peggior periodo della mia esistenza. Peggio della morte stessa.
    Ero disperata, mi sembrava di vivere in un incubo. Il disagio di Andreus… è niente. Lui si sente stupido per quello che ha fatto, ma questo è… è incurabile. E’ uno stato di profondo disagio che non se ne va mai, una malessere mentale che si riflette sul corpo. La tua mente si ribella, si ricorda di essere morta e non capisce come faccia a non esserlo. E sente che deve sistemare le cose.
    Se non mi fossi aggrappata a quella curiosità di scoprire il mondo che mi è stato da sempre precluso, o alla soddisfazione di essermi vendicata, o alla rabbia che ancora provo per lui ogni volta che ci penso, probabilmente mi sarei uccisa, solo per sfuggire a quella sensazione.
    O magari, come mi ha detto una volta un vecchio terrorizzato, per ripristinare l’equilibrio naturale.

    Chi, poi, ha stabilito che l’equilibrio debba essere questo, o che debba innanzitutto esserci dell’equilibrio?

    L’essere cresciuta al di fuori della società, senza le cieche convinzioni delle persone normali, mi ha salvato. Mi ha permesso di vedere oltre quella sensazione, di cogliere l’opportunità di una nuova esistenza, e, perché no, di essere anche molto più egoista, anche se ho avuto modo di vedere che questo è un tratto che tutti condividono, anche e soprattutto chi dice il contrario.

    Mannaggia, non dovrei pensare a queste cose. Anche solo ricordare quel vuoto mi fa…
    No basta! Non posso ricadere di nuovo in quel baratro senza fondo e senza uscita. Devo rimanerne aggrappata alla parete, devo stare attenta a non precipitare più di quanto non abbia già fatto.


    Mi guardo la mano sinistra, ancora danneggiata, nel tentativo di distrarmi da questi argomenti, da questi pensieri.
    Devo pianificare un’adeguata vendetta nei confronti dell’alcolizzato. Mi avvicino lentamente a Yadirha con un sorriso malefico «Senti» le dico a bassa voce sussurrando «avrei in mente una cosa, mi daresti una mano?»


    myMind | myHands | myLegacy | myCrazyLegacy

  3. #313
    sim dio L'avatar di niobe cremisi
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Località
    in un posto sperduto in mezzo alla romagna
    Età
    30
    Messaggi
    5,897
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina] Quest Ribelli

    Yadirha BlackSnow

    Dopo aver accarezzato Theofrastus dò qualche carezza sulla testolina a Kratus, nel frattempo Ananya mi risponde. «Quel frignone dalla bassa autostima che è Andreus ha pensato bene di usare la simbiosi su di me… giuro che se non fosse un guaritore, gli avrei già mozzato le mani per questo.» Ah fantastico! Ananya questa volta sembra proprio arrabbiata, in effetti nemmeno a me avrebbe fatto piacere sentire i sentimenti degli altri, proprio per niente…


    <<Ah e perchè mai l’avrebbe fatto? Non lo sa che non si gioca con le emozioni altrui?!>>
    Dico sconcertata



    «Senti» mi dice con un sorrisino malefico«avrei in mente una cosa, mi daresti una mano?» mi dice sussurrando.




    Quell’espressione malefica mi incuriosisce chissà che piano malato le è venuto in mente… <<Certo sono tutta orecchi!>> Le dico facendo anche io un ghigno poco raccomandabile.



    Ultima modifica di niobe cremisi; 28th March 2015 alle 17:31
    Il mio spazio ricordi --> Crimson Dream
    Per scaricare le mie creazioni -->
    Crimson Door
    e Crimson Store



  4. #314
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina] Quest Ribelli

    Efrem Targaryus

    Comincio a incamminarmi verso la stanza della donna mentre mi farfuglia qualcosa all’orecchio che non capisco a causa del tono alticcio. Arriviamo verso la porta e dopo averla spinta con un calcio, la donna mi sussurra nuovamente qualcosa all’orecchio «Efrem Targaryus, il capo dei Ribelli è anche capace di gesti gentili allora… ancora grazie…». La guardo di sottecchi ghignando «non ti ci abituare, prima e ultima volta che ti scopro così ubriaca!» finalmente arriviamo all’interno della stanza e, dopo averla posata sul letto, con tutta la calma e la delicatezza che mi sostiene dallo scaraventarla come un vecchio sacco di farina, comincio ad allontanarmi, ma le parole della donna ubriaca mi bloccano nuovamente «Perché… sei stato tu a... trovarmi per terra? Perché… proprio tu !? …non…non dovresti essere qui…» eh? Oh dei, ma quanto ha bevuto questa qui? Devo capire chi diavolo ha introdotto qui dentro delle bottiglie di alcool. Il momento e rapido, non ho il tempo di allontanarmi o replicare che subito la sua mano si desta e avvolge la mia guancia, d’istinto chiudo l’occhio aspettandomi uno schiaffo ma è una carezza quella che segue, scende lenta e sussulto una volta che le dita passano sui lembi della cicatrice, sullo sfregio che mi porto da una vita come un marchio, un anatema del quale ho la consapevolezza che non andrà mai più via, né la magia curativa di Andreus, né tutta la magia curativa che alberga nell’animo dei guaritori di Dohaeris, nessuno sarà mai capace di eliminare questo sfregio, così come l’occhio al di sotto di esso. Di riflesso, innervosito allontano la testa. Ne ho troppe sul groppone, troppe, non riesco a reggere anche una tizia ubriaca che non vuole far altro che divertirsi con me… ne ho avute fin troppe. Con la mano destra le passo un dito tra i capelli e, dopo aver attorcigliato una ciocca attorno all’indice, la tiro leggermente e mi avvicino al suo orecchio «semplicemente… perché a terra, di steso, amo vedere solo i tappeti… o il sudiciume.» mi alzo infine e dopo aver aperto la porta «riposati ora, non appena ti sentirai meglio, ti farò un resoconto della riunione…» dico con voce seria e, dopo essermi chiuso la porta alle spalle, mi dirigo in sala mensa. Qui vi trovo Ananya e Yadirha intente a parlare tra di loro, del resto del gruppo non vi è traccia. Tutti sbronzi? Se becco anche Andreus in quello stato… Dei. «Signore…» rivolgo un saluto a entrambe condendo il tutto con un sorriso di circostanza «il resto del gruppo? Sono tutti ancora a brindare?» nel mio tono di voce si nasconde una certa, velata ironia…

  5. #315
    sim dio L'avatar di niobe cremisi
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Località
    in un posto sperduto in mezzo alla romagna
    Età
    30
    Messaggi
    5,897
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina] Quest Ribelli

    Yadirha BlackSnow

    Finalmente è arrivato Efrem che ci saluta con un «Signore…il resto del gruppo? Sono tutti ancora a brindare?» Eh bella domanda, se non sono qui evidentemente sono sono da qualche parte a fare baldoria...




    <<Suppongo di si, forse sono ancora in infermeria, è lì che li ho visti l’ultima volta…>> Dico con disappunto mentre ripenso al mio piccolo incontro ravvicinato col bagno, fortuna che non ho bevuto, sennò non oso pensare a cosa poteva succedermi...



    <<Come mai ci hai messo tanto ad arrivare, credevo ti fossi perso?!>>
    Gli dico con non curanza mentre continuo ad accarezzare i miei due nuovi amici che si sono addormentati felici raggomitolati uno vicino all’altro, sono così teneri, devo ricordarmi di catturargli qualche buon topolino prima di andare a letto.



    Ultima modifica di niobe cremisi; 28th March 2015 alle 17:33
    Il mio spazio ricordi --> Crimson Dream
    Per scaricare le mie creazioni -->
    Crimson Door
    e Crimson Store



  6. #316
    sim dio L'avatar di Akuiyumi
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Messaggi
    2,972
    Potenza Reputazione
    13

    Re: [Deus ex Machina] Quest Ribelli




    ANANYA

    Non faccio in tempo a rivelare a Yadirha il mio piano, che subito Efrem arriva e ci interrompe «Signore… il resto del gruppo? Sono tutti ancora a brindare?»
    Sto per rispondergli ma la mia futura compagna di malefatte mi precede «Suppongo di si, forse sono ancora in infermeria, è lì che li ho visti l’ultima volta…» Per poi aggiungere «Come mai ci hai messo tanto ad arrivare, credevo ti fossi perso?!»
    Trattendo una risatina per la sua battuta finale «Non lo so» gli rispondo con nonchalance «forse dovresti chiederlo ad Andreus…».
    Deduco che lui non abbia incontrato nessun altro...
    Per quanto ne sappiamo, la persona che ha portato le bottiglie potrebbe averlo fatto apposta per andarsene indisturbata a fare chissà che cosa.
    «Allora, dove sarà la prossima battaglia? E quante battaglie ancora ci aspetteranno?»


    myMind | myHands | myLegacy | myCrazyLegacy

  7. #317
    sim dio L'avatar di niobe cremisi
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Località
    in un posto sperduto in mezzo alla romagna
    Età
    30
    Messaggi
    5,897
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina] Quest Ribelli

    Yadirha BlackSnow

    Ananya giustamente domanda quando ci sarà la prossima battaglia e quante ancora ce ne saranno è una bella domanda, ma ora che mi ci fa pensare anche io ne avrei un paio, che non esito ad esporre. << Mi accodo anche io, oltra alla domanda posta da Ananya sono curiosa di sapere dove combatteremo e chi saranno i guerrieri che dovranno scendere in campo?>>



    dopo una breve pausa riprendo a parlare con tono calmo
    << Approposito avevo chiesto al tuo vice che cosa hai intenzione di fare con il territorio conquistato ieri, mi ha raccontato delle cose interessanti su quel luogo ma non che cosa hai intenzione effettivamente di farci, perchè hai intenzione di usarlo per qualcosa vero?>> Il mio tono cambia radicalmente alla fine della frase, da calmo è diventato più serio. Speriamo che abbia in mente di farci qualcosa, perchè io non ho intenzione di andare a morire per conquistare un territorio che fondalmentalmente non servirà a nulla.


    Ultima modifica di niobe cremisi; 28th March 2015 alle 17:38
    Il mio spazio ricordi --> Crimson Dream
    Per scaricare le mie creazioni -->
    Crimson Door
    e Crimson Store



  8. #318
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    18

    Re: [Deus ex Machina] Quest Ribelli

    Keyra
    Isyl Tinnuviel


    La mia mano scende morbida e lenta a percorrere la sagoma del viso di Efrem, lui è vicino a me e strani pensieri prendono forma, vorrei poter dire di essermi sbagliata, di non provare ciò che sto sentendo in questo momento , non so se sia solo attrazione, tentazione oppure…un qualcosa di più, in fondo lo conosco da poco e, al momento non sono abbastanza lucida per potermi perdere in filosofici discorsi, potrebbe essere anche l’idromele ancora in circolo ad offuscare la mia obbiettività, ma anche se fosse, non me ne pento. Eppure un qualcosa di lui nel mio animo, smuove i miei sentimenti, perché?

    Perché proprio lui?
    Sarà il suo caratteraccio che lo rende interessante ai miei occhi?
    Il suo essere ribelle senza regole?
    Oppure solo attrazione fisica dettata da certi canoni che adoro in un uomo?
    Non lo so, ma al momento non voglio capirlo…Dei….chissà cosa sta pensando in questo momento mentre lo sento sussultare sotto il mio delicato tocco…secondo me penserà che sono una di quelle donnacce da taverna che vuole divertirsi con lui sfruttando l’occasione…quanto si sbaglia se la pensa in questo modo, certe cose le faccio solo in coscienza e, quando c’è un sentimento di base anche fosse solo passione, però ammetto che a volte è capitato di usare questi perni per far leva su alcune persone o per avere informazioni, non sono un angelo, non lo sono mai stata, ma sono sempre stata corretta anche quando avrei potuto pretendere un qualcosa in più.
    Improvvisamente si sottrae in modo nervoso alla mia carezza, sembra contrariato oppure infastidito, ma non era mia intenzione…
    - Keyra cosa stai facendo? -
    Il suo volto è nuovamente qui, vicino al mio, mi stringe una ciocca di capelli ribelli sfuggita dalla sua naturale posizione, l’attorciglia attorno ad un suo dito con un modo che io giudico piuttosto seducente e la tira leggermente per poi avvicinarsi al mio orecchio, questi modi non mi dispiacciono affatto:
    « Semplicemente… perché a terra, di steso, amo vedere solo i tappeti… o il sudiciume.»
    -Che?! Spostati ti prego, sei troppo vicino…non tormentarmi…-
    Resisto all’impulso di baciarlo spostando di poco il mio viso, non posso cedere così, non sono in me….chiudo gli occhi non voglio che vi legga dentro.
    Poi fortunatamente si alza e si allontana dirigendosi verso la porta:
    « Riposati ora, non appena ti sentirai meglio, ti farò un resoconto della riunione…»
    La sua voce è ferma, seria, - Cosa ho combinato? -
    Dovrò ricordarmi di chiedergli scusa più tardi …che sciocca sono stata a voler osare così con lui, non avrei dovuto. Non dovrà più succedere. C’è una guerra da combattere fuori da qui…
    - Keyra la prossima volta tieni le mani al tuo posto.-
    …ma ora è la guerra delle contraddizioni che si annida nel mio animo a giocare con me e, questo gioco non mi piace affatto, dovrei cercare di riposare….fosse facile…mi metto a sedere mentre sfilo i miei stivali e li abbandono a terra prima di tornare a sdraiarmi.
    Ultima modifica di DELTAG; 19th March 2015 alle 18:31

  9. #319
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina] Quest Ribelli

    Efrem Targaryus

    Yadirha mi risponde per prima dicendomi di aver visto l’ultima volta il resto del gruppo in infermeria, dubito di trovarli ancora lì dentro. Sicuro si saranno divertiti fino a qualche ora fa e ora staranno dormendo come ghiri da qualche parte, altrimenti avrebbero sentito le mie urla di poco fa. Questo vuol dire che… anche Andreus… diamine. «Come mai ci hai messo tanto ad arrivare, credevo ti fossi perso?!» non penso di averci messo l’eternità a trasportare una sbronza in camera sua, quanto tempo sarà passato? Cinque minuti dal mio avviso? Sto per rispondere a questa mancata botta spirito quando Ananya risponde a sua volta «Non lo so, forse dovresti chiederlo ad Andreus…» alzo un sopracciglio stizzito, non comprendo questo suo sarcasmo, alzo una mano indicando il resto della sala vuota, «non mi pare che Andreus sia presente in questa sala, magari ha il dono dell’invisibilità e ci sta spiando di nascosto, magari più tardi andrà a riferire queste mie parole a Keyra, che nel frattempo riposa… ma, siccome io non lo vedo, lo chiedo a voi, a meno che non siate delle mie proiezioni mentali!» ascolto il resto delle domande, domande riguardanti la prossima battaglia, ai prossimi guerrieri e… quanto durerà la guerra. Non ricordo di aver tarato un calendario su una data precisa, non so, magari ha bisogno di qualche giorno per andare da qualche suo parente per il pranzo del giorno degli Dei. Che carina, già me la immagino abbracciata alla sua nonnina. La ignoro per il momento e ascolto l’ultima domanda di Yadirha. Mi prendo qualche minuto di silenzio come a voler prendere fiato, come a voler pensare a una risposta degnamente intelligente per questa domanda, un po’ come faceva Deirdre quando le rivolgevo le mie domande idiote, mi metto comodo sulla sedia, lasciando penzolare il braccio destro dietro la spalliera e, dopo essermi schiarito la gola espongo la mia “spiegazione” «Ho intenzione di andarci a prendere il sole, magari con una bella bevanda fredda e farmi sventolare da tutte voi.» poggio i piedi sul tavolo prima di riprendere «è evidente che tuo padre non ti ha indottrinato a sufficienza su come funziona una guerra. Un territorio non è solo una “X” messa su di una mappa con dei bei colori e magari qualche farfallina disegnata attorno, non è un posto che vinci ad una gara, è un passo… un passo avanti che si muove verso una corsa e chi arriva prima vince. Noi abbiamo mosso un passo, i reietti hanno mosso un passo, i reali stanno ancora a grattarsi il culo. Hai mai avuto una septa o septon? Sai cos’è la cintura di Dohaeris? Sono una serie di luoghi che si estendono dal sud al nord, i luoghi più importanti del regno, per la storia e per la magia legate ad esse. Stiamo avanzando da Amaranthis fino ad Adamantem e chi conquista più territori, conquista il regno. Queste sono le regole, questi sono gli accordi. Quel territorio è tanto mio quanto vostro, per quel che m’importa, ci andrò a pisciare ogni tanto quando e se ne avrò voglia, oppure potrai farci un nido per i tuoi nuovi amichetti o costruirci un tempio per qualche divinità stramba della tua popolazione. Contenta?» finito di parlare, mi alzo, prendo un calice di metallo e lo riempio d’acqua nella cucina alle mie spalle, torno al mio posto e mi abbandono sulla sedia «bene… ora che ogni dubbio è dissipato, direi di riprendere con il motivo principale per cui vi ho convocato! Per gli altri penseremo poi a fare un riassuntino veloce, magari anche un disegnino dettagliato!» spero non vi siano altre interruzioni… altrimenti, vedrò di crearmelo da solo il silenzio… magari con qualche rovo a occludere la loro esile e delicata trachea...

  10. #320
    sim dio L'avatar di niobe cremisi
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Località
    in un posto sperduto in mezzo alla romagna
    Età
    30
    Messaggi
    5,897
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Deus ex Machina] Quest Ribelli

    Yadirha BlackSnow

    Efrem inizia a parlare o per meglio dire insultare, non sono un idiota se gli ho fatto una domanda è perchè avevo qualche dubbio, di certo non mi diverto a fare la parte della rompi scatole. Tirare in ballo mio padre è proprio l’ultima cosa che doveva fare, io sono qui solamente perchè mio padre mi ha ritenuta idonea per svolgere questo compito, dire certe cose è come insultare la sua capacità di giudizio. Poi tira fuori la cintura di Dohaeris e dei nomi strani come Septa e septon, bah mai sentiti nominare. <<Stiamo avanzando da Amaranthis fino ad Adamantem e chi conquista più territori, conquista il regno. Queste sono le regole, questi sono gli accordi>>.



    Ecco bastava rispondermi con quest’ultima frase invece che fare uno sproloquio lunghissimo. Baah adesso è il mio turno.
    <<Che centra mio padre adesso, ovvio che mi ha insegnato tutto ma tra studiarla e viverla c’è una certa differenza. Non sono stupida e non trattarmi come tale non ho bisogno di nessun disegnino, le mie domande erano legittime nel mio paese quando conquisti un territorio ci costruisci una base così hai una sicurezza in più che nessuno ci entri, sono proprio mondi differenti i nostri. No non so ne chi sia una septa, septon e nemmeno la cintura si Dohaeris, ti ricordo che io vengo da un altro paese con usanze diverse e soprattutto conoscenze diverse. Noi conquistiamo un territorio in modo diverso, uno di noi si infiltra nel luogo da conquistare e fa il doppio gioco distruggendo l’organo dall’interno, poi quando arriva il segnale sguinzaliamo l’esercito che da il colpo di grazia. Noi non andiamo a combattere allo sbaraglio in un luogoo sconosciuto noi ci prepariamo mesi prima e studiamo nei minimi dettagli il luogo e le persone che ci sono, in modo da non fallire la missione.>> Dico con tono alterato, odio profondamente questo modo di parlare...



    <<Quel territorio è tanto mio quanto vostro, per quel che m’importa, ci andrò a pisciare ogni tanto quando e se ne avrò voglia, oppure potrai farci un nido per i tuoi nuovi amichetti o costruirci un tempio per qualche divinità stramba della tua popolazione. Contenta?»



    Ma che risposta è questa, no che non sono contenta...
    <<Al posto di trattare come bambini i tuoi sottoposti forse ti converrebbe dire le cose come stanno da subito senza giri di parole>>
    Dopo aver finito quel lungo sproloquio si prende un bicchiere d’acqua per poi sedersi. «bene… ora che ogni dubbio è dissipato, direi di riprendere con il motivo principale per cui vi ho convocato!>>



    Era anche ora, si poteva risparmiare un sacco di tempo se diceva solamente che chi conquista più territori vince., e con tono calmo e tranquillo gli rispondo, infondo la riunione dovrà pur continuare, e io non ho intenzione di bloccarla oltre.
    <<Sono tutta orecchi, illuminaci!>>


    Ultima modifica di niobe cremisi; 28th March 2015 alle 17:44
    Il mio spazio ricordi --> Crimson Dream
    Per scaricare le mie creazioni -->
    Crimson Door
    e Crimson Store



 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Quest Reali
    Di mary24781 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3384
    Ultimo Messaggio: 24th June 2016, 19:43
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 172
    Ultimo Messaggio: 10th June 2016, 17:11
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  5. [Deus ex Machina GDR] Esempio Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 20th September 2014, 18:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •