Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 56 di 221 PrimaPrima ... 646545556575866106156 ... UltimaUltima
Risultati da 551 a 560 di 2208
  1. #551
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli


    Markus Obelyn


    In un attimo vedo le belle curve di Daphne svanire come se fossero fatte d’aria e la mia finta andare a vuoto. Ha usato il teletrasporto è un qualcosa che finalmente conosco: l’abilità è piuttosto comune nelle terre di Vygrid, mio fratello e mio padre la usavano spesso durante le loro arrampicate per recuperare metalli. Porto in alto la spada, posizionandola in parallelo al cuore, ed attirato da un rumore di passi piego di riflesso la testa in loro direzione.



    Ciò che vedo però mi fa rendere conto solo di una cosa: Daphne mi ha fottuto… E, purtroppo, non sotto le lenzuola. Sono steso a terra a ringhiare come un cane, con un braccio arrostito ed impugno una spada che ‘sta tizia userà come stuzzicadenti non appena avrà finito con me.



    Guardo l'ormai famosa Pandora piombare pesantemente sul suolo, proprio a pochi centimetri dalla mia testolina, il rimbombo si ripete ad eco nella mia testa facendomi fischiare l’orecchio destro e rimanere disteso, inerme, con gli occhi sgranati a fissare la lama: qualche centimetro di più a sinistra ed ero... morto.



    Sposto gli occhi sul soffitto e stringo l’elsa della spada. So cosa ha voluto farmi capire Daphne con questa mossa. So che non devo aver paura di farmi male. So che i miei nemici non avranno pietà di me… Ma vedere la morte in faccia è tutt’altra cosa e mi fa un certo effetto dopo ciò che è successo. Ripresomi dalla strizza momentanea, le abbozzo un sorriso mostrando solo strafottenza, nascondendo ciò che sento e soprattutto ciò che sono. Mi faccio schifo, questa è la realtà, perché sono un ubriacone, un peso scomodo ed un vigliacco che non è stato in grado di proteggere la sua famiglia… Lo so, lo ricordo, ogni maledetto incubo mi sbatte in faccia la cruda verità. Ma da oggi mai più, non scapperò mai più ed affronterò tutto e tutti a testa alta perché voglio migliorare.


    Rotolando alla mia sinistra cerco di rimettermi in piedi ma una fitta atroce alla nuca mi fa appannare la vista, gemo a causa del dolore e ricado a terra quasi stordito. Ho il fiato corto, il corpo ridotto ad uno zerbino, mi fa male tutto e riesco a stento a tenere gli occhi aperti eppure… Non voglio arrendermi. Rido istericamente stringendo ancora di più l’elsa quando la conficco nel suolo ed aiutandomi con la spada mi rimetto in piedi, visibilmente malfermo. Al momento mi sento come se mi fossi scolato almeno un sei bottiglie di idromele… Ma HEY non lo facciamo un ultimo tentativo? Non vorrei che bel culetto ci resti male perché non sì è scaldata abbastanza. Apro gli occhi e davanti a me non c’è una sola Daphne…Ma ben due… Ora tre… Sì ok, la botta è stata forte. Scuoto la testa ed inspirando mi concentro su quell’immagine che finalmente torna quasi ferma…Un po' appannata ma ferma.



    Guardo dritto negli occhi Daphne, in parte determinato, in parte timoroso, so già che non la colpirò e che probabilmente non farò nemmeno in tempo ad avvicinarmi o sfiorarla prima che lei mi dia il colpo di grazia, però voglio ugualmente tentare. Muovo qualche passo verso di lei e sfruttando le mie ultime forze ripeto lo stesso attacco di prima, puntando al suo fianco sinistro. Essendo un maledetto fulmine probabilmente mi schiverà ed è esattamente ciò che voglio: il mio intento infatti è quello di farla spostare verso destra, o almeno farla scoprire da un lato, in modo da poterla afferrare dalla maglia - usando il braccio bruciato dal suo fulmine - e strattonarla di prepotenza verso di me per sussurrarle ad un orecchio <<Ora ci senti…?>>. In ogni caso, che “l’attacco” vada in porto o meno, chiuderò gli occhi e con il sorriso stampato in faccia mi lascerò cadere a terra semi svenuto...

    Ultima modifica di Damnedgirl; 1st June 2015 alle 02:00



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  2. #552
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    A causa dei colpi subiti, Markus sottrae 30 punti costituzione

  3. #553
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon

    E Sbam! La lama di Pandora cozza contro il pavimento e lo stridio è talmente forte da provocarmi fastidio alle orecchie, lo stesso fastidio che provoca a Markus, a giudicare dai suoi movimenti. Il ragazzo sta per alzarsi ma riesco a calciarlo direttamente alla nuca, un bel tonfo anche qui, sento il suo osso sotto la scarpa che cede in avanti, se riuscirà ad alzarsi sarà un miracolo.





    Faccio qualche passo indietro mentre continuo ad osservarlo, pare intontito e poi scoppia in una risata… ok, devo avergli fatto più male del previsto, sei di pasta frolla caro? Beh a giudicare dalla tua agilità, direi proprio di sì. Con mia somma sorpresa si rialza, punta la spada in terra e fa leva sull’elsa, in modo da poggiare il peso del corpo e riuscire a rimettersi in piedi.



    E’ decisamente affaticato, ha lo sguardo perso, pare che gli occhi gli s’incrocino quasi, ora verrebbe a me da ridere, ma meglio che resto seria, altrimenti lo metto in ridicolo e sia mai che questo inizia a piangere… ne ho avute abbastanza di lacrime questa sera. Ha quella espressione che non riesco a decifrare, ma non posso concentrarmi più di tanto nel cercare di decifrarlo, che nuovamente mi punta e corre all’attacco verso di me… corre, beh… forse lui crede che quello sia correre. Avanza, non posso dire veloce, ma avanza con passo andante e barcollante verso di me, voglio vedere che fa, non mi muovo neanche, non cerco di schivare, conciato com’è non mi sembra affatto un pericolo.



    Sembra che punti al mio fianco sinistro, ma poi si sposta verso la destra… un’altra finta, genio… mai ripetere lo stesso attacco due volte di fila. Cosa avrei potuto fare: puntargli l’ascia contro mentre avanzava verso me, l’arma ricopre quasi i due metri di lunghezza, avrebbe fatto lo spiedino da solo, avrei potuto spostarmi sulla destra e puntare l’arma in modo che, anche qui si ferisse da solo, ma ciò che faccio è semplicemente lasciarmi afferrare alla maglia, mentre alzo l’arma che resta tra noi in verticale. Mi strattona con forza, ma non riesco a fare altro che sorridere mentre mi avvicina a lui per poi sussurrarmi “Ora ci senti?”, scoppio a ridergli in faccia, mentre mi limito a poggiare la lama di pandora al suo collo, ma dal lato piatto, in modo che la pelle non s’incida e richiamo il suo elemento che veloce si libera in tutta la sua forza. Dovrei riuscire a scaricargli un po’ di elettricità, non voglio ucciderlo, solo ridurlo molto male. Markus infine si accascia su se stesso, sembra quasi incosciente, l’osservo divertita, mentre con la punta del piede gli puntello in fianco destro “Ti stanchi presto, non hai molta resistenza”

    Pandora - arma in forma attiva

  4. #554
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli



    Markus Obelyn


    Non so né come né perché ma Daphne non reagisce al mio attacco e si lascia afferrare da me.



    Probabilmente l’ha fatto per pura pena e non ha tutti i torti visto che sono davvero ridotto male, ma non importa… Io non sono fuggito, ho incassato con dignità - spero - le sue batoste ed l'ho fatta ridere. Già. Questo era il mio vero obiettivo: farla ridere alla faccia della moretta. Ride bene, chi ride ultimo… L'avevo detto, io.



    Ma ogni cosa ha un prezzo ed anche se le mie erano buone intenzioni mi tocca pagare. La lama di Pandora mi viene poggiata dolcemente contro la nuca ed in un attimo capisco ciò che vuole fare Daphne: fulminarmi. Le sorrido quando lascio che l’elsa della spada mi scivoli dalle dita e chiudo gli occhi in attesa della fatidica scossa... Mi ucciderà? Forse… Però di certo farà male.



    Ed infatti eccola che arriva, prima un lieve pizzicore, poi un forte bruciore ed infine l’elettricità: sgrano involontariamente gli occhi, il corpo trema a causa degli spasmi, la mascella si paralizza ed il respiro mi si blocca finché la lama non si stacca dalla pelle. Il dolore è lancinante ma la mia faccia da schiaffi è rimasta uguale: un ghigno stampato in faccia prima di accasciarmi a terra. Tengo a stento gli occhi aperti, le palpebre si fanno sempre più pesanti, i suoni mi giungono ovattati e la vista si annebbia. L’unica cosa che mi tiene sveglio ormai è il dolore… Ma pian piano anche quello va via ed il sonno è la mia unica voglia. Dormire… Dormendo starò meglio… O no? Non lo so, non so più niente. Apro gli occhi e per un’ultima volta guardo quelle iridi viola che mi fissano, che cercano di tenermi sveglio, ma non ce la faccio più ed il buio è ciò che mi resta…


    Io sono solo, di nuovo.

    Ultima modifica di Damnedgirl; 1st June 2015 alle 01:58



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  5. #555
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon

    Ed il salame casca in terra con un bel tonfo, non manca di mostrarmi una sorta di sorriso, anche se mi sembra più una smorfia col labbro mezzo tirato da una parte, mezzo abbassato dall’altro lato, un rivoletto di bava che sfugge quando l’elettricità entra in circolo e gli occhi semichiusi, pure questi storti con il suo grosso testone che vibra… sì, decisamente molto sexy. Sbam un bel botto a terra, è magro, ma bello piazzato, è un bel po’ alto, certo non è una cosa da raccontare agli amici avanti ad una birra, quella di essere stato messo al tappeto da una nanna che gli arriva si e no alle spalle.



    Lascio che pandora si scinda rapidamente nelle mie mani, il suo peso svanisce così come la consistenza del manico nel palmo. Osservo Markus a terra ancora rincoglionito che mi guarda negl’occhi mezzo incosciente, se ora gli facessi un bello sputacchio di quelli filanti che colano in un unico punto a fontanella, non potrebbe neanche evitarlo, troppo semplice e non se lo ricorderebbe neanche, forse.



    Quando mi rendo conto che ormai è andato, decido che è il momento di chiamare Andreus, non ho voglia di lasciarlo morire qui terra, è troppo ingombrante, stona con l’arredamento e poi dubito ci sia posto nel cimitero, dopo l’ultimo sfratto di Efrem, forse nella cripta… nah!



    Vado a chiamare Andreus, spero non sia arrabbiato per la lettera, avanzo dritta avanti a me, calpestando in maniera “distratta” il corpo di Markus disteso in terra, è morbido, ormai sta diventan o un'abitudine. Spero che non stiano ancora discutendo della lettera, non ho alcuna voglia di ascoltarli ancora, non guarderò nessuno in viso, solo Andreus, ricordo dove è seduto. Mentre avanzo un paio di grossi ratti mi passano accanto ai piedi, e questi? Da dove sono usciti? Non mi sono mai accorta che ve ne fossero di così grossi in questo posto.



    Ancora dubbiosa di ciò che ho visto, mi ritrovo ormai sulla soglia della sala riunioni, dove sono ancora tutti seduti a discutere “Scusate l’interruzione, Andreus, c’è bisogno di te in armeria, è piuttosto urgente”

    non aggiungo altro ed esco dalla stanza, mi piazzo con le spalle al muro, così quando il ragazzo uscirà, andremo insieme verso il moribondo, magari potrebbe fare una passata di quella sua magia anche su di me.

  6. #556
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Shayla Bolton


    Mentre Daphne corre via seguita da un eccessivamente preoccupato Markus, in sala continua il dibattito su come avrebbe dovuto o meno comportarsi la tizia che fino a poco tempo fa era svenuta priva di sensi. Sembra una tipa abbastanza eccentrica, il linguaggio è molto sboccato, non mi meraviglierei se fosse una meretrice di quelle da quattro soldi, dei bassifondi, ed il suo abbigliamento sembra confermarlo. Mah... poco importa.
    Torno a concentrarmi su Efrem, spero che questa pagliacciata non lo distolga da ciò che gli avevo chiesto. Chissà se sapeva della cotta di Daphne, magari erano già amanti ma non sapeva che la ragazza provasse determinati sentimenti. Lei però scriveva di non volerlo sedurre, quindi dubito che tra loro ci sia stato effettivamente qualcosa. Efrem non ha mai disdegnato la compagnia femminile, ci sa fare ed è indubbiamente molto attraente... ma spero che adesso che sta guidando una ribellione sappia come mantenere a freno i propri istinti. «Dopo questa ennesima dimostrazione di puro infantilismo, vorrei tornare alla questione principale.» dice poco dopo, e resto piacevolmente colpita da queste sue parole, meno male.



    «Shayla, hai chiesto un resoconto di quanto è stato scoperto finora, non ho idea di chi abbia scelto Lantis stavolta. Per gli altri soldati confermo quello che è stato detto finora da loro. Vorrei aggiungere, che come noi ci siamo ingranditi, molto probabilmente anche le altre fazioni potrebbero aver fatto lo stesso...» bene, a quanto pare non c'è altro da sapere, ma comunque mi hanno fornito indicazioni esaustive sui combattenti che son già scesi in campo.



    Annuisco, rimanendo però in silenzio, non ho altro da chiedere e non sono solita dare aria ai polmoni senza motivo, a differenza delle due oche che continuano a starnazzare accanto a me. Ma davvero reputano di vitale importanza stare qui a discutere di una lettera? Ma parlano sempre così tanto qua dentro? Bah.



    Keyra chiede a Efrem eventuali strategie da adottare domani, e fornisce indicazioni sui poteri suoi e di Daphne. La ragazzetta ha il teletrasporto, quindi avrebbe potuto facilmente evitare il mio pugnale prima in infermeria, se non avessi usato la mia aura di tenebra. Oh beh... penso che l'avrebbe preso ugualmente, masochista com'è. “Scusate l’interruzione, Andreus, c’è bisogno di te in armeria, è piuttosto urgente” ci informa proprio lei, appena entrata nella stanza. A quanto pare quello che doveva essere un gesto amichevole del ragazzo si è trasformato in altro, non è difficile intuirlo considerata l'indole di lei. Poteva farselo, ora starebbero meglio entrambi, no?



    Mi alzo, ormai questa riunione dubito dia altri spunti interessanti, ed esco dalla stanza intenzionata a curiosare un pò in giro, ma vedo la ragazza ancora accanto al muro in attesa del guaritore <<Non ti crucciare per lui, non è neanche un granché a letto>> le dico, con un sorriso ironico sul viso, continuando a camminare. Beh.. in realtà non è vero, ma lei non lo sa, giusto?


  7. #557
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon

    Passa qualche istante e di Andreus non vi è ancora traccia, che diamine sta aspettando? L'invito scritto? Non vado di certo a recuperare Markus per sbatterlo come un sacco di patate sul tavolo avanti a lui, troppo pesante e totalmente inutile... vabbè se muore, vuol dire che non ci sarebbe stato poi così utile in battaglia.



    Io invece... io mi sento meglio, l'ho battuto senza farmi un graffio, sono ancora intera, certo con la mano trafitta che fa un male cane, ma me lo sono autoinflitta, lui un bel niente. Se non fosse stato che all'ultimo mi sono fatta prendere volontariamente per la maglia, non si sarebbe mai potuto avvicinare... è caduto come una pera cotta in pochi secondi: complimenti a me! Finalmente dei passi, Andreus sta arrivando, così può fare Magicabula su Markus e sulla mia mano. Sposto la schiena dal muro, ormai convinta che sia lui, ma con mia sorpresa, appare tutt'altra figura... capelli rossi con quell'acconciatura da pescivendola, a volerla trattare coi guanti ed occhi da pesce lesso... visto che siamo in tema
    <<Non ti crucciare per lui, non è neanche un granché a letto>>



    C-che co...cos...? Forse ho capito male, sì ho capito male... sicuramente, ha detto solo che: non.è.un.granché.a.letto. OK FORSE.... FORSE... ho capito bene. Sì, ho capito decisamente bene. Resto ferma a fissarla per qualche secondo, lo sguardo totalmente vuoto, la mascella fin giù i piedi, l'espressione di chi ha visto un mostro ed in me... dentro di me, nel profondo, riecheggia un solo urlo




    Uno stizzo di rabbia mi contrae l'espressione in una smorfia, sembro un toro pronto a caricare il torero che sventola il drappo rosso, rosso come quei suoi capelli.



    Veloce, la rabbia si tramuta in energia, energia che scende lungo il braccio e si accumula manifestandosi nella mia Arma, arma che rapidamente si carica del mio elemento che l'avvolge interamente. Punto a sfiorarle la testa, non la colpisco, ma se si sposta di qualche centimetro beh... come minimo perde l'orecchio. Prendo la ricorsa con giusto due passi e tiro il braccio in dietro per imprimere maggior forza all'arma, che le passerà accanto sfiorandola, per poi conficcarsi nel muro avanti a lei. Se tutto andrà come previsto le diro: Buonanotte Shayla, fai sogni tranquilli.




    Pandora -
    arma forma attiva

  8. #558
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Andreus De Lagun

    La riunione comincia senza tante storie, i guerrieri si siedono attorno alla tavola e accanto a me si accomoda la cugina del capo, vedo i due che si scambiano sguardi complici.


    Un sorriso mi scappa osservandoli ora, prima, complice quella robaccia che Efrem ci ha lanciato, avrei potuto fare a pezzi entrambi se solo... se solo fossi stato più forte.


    Distolgo in fretta gli occhi da entrambi scacciando dalla mente quegli orribili pensieri e ripetendomi le parole di Efrem "non volevo colpire anche te!" e torno a osservare gli altri. Non appena anche gli ultimi fanno il loro ingresso, la riunione ha inizio. Efrem ci parla della prossima battaglia e annuncia i due combattenti, Daphne e Keyra, mi volto verso entrambe rivolgendo loro un sorriso. Sono felice per loro, Keyra avrà finalmente un riscatto per la sconfitta ad Amaranthis mentre Daphne potrà finalmente mostrare il suo valore, hanno tutta la mia ammirazione e spero con tutto me stesso che riportino la seconda vittoria, ne abbiamo bisogno. Subito passa con la divisione delle stanze, la ragazzina con lui, come giusto che sia. Il ragazzo nuovo finisce in camera mia... oh dei. Perché io? Guardo Efrem stupito prima di capire il motivo di questa scelta, accetto seppur restio a tale convivenza.


    Spero solo che il ragazzo non cominci ad avere le mani troppo lunghe a letto. Mi basterebbero solo due minuti per sbatterlo a dormire in bagno e buttare via la chiave. Lo guardo abbozzandogli un sorriso piuttosto tirato e torno ad osservare l'ustione e i tagli sul corpo di Efrem, mi ci vorrà un po' di lavoro contando anche le condizioni degli altri. Finito l'annuncio, il ragazzo chiede ai presenti se abbiamo domande in merito. Guardo tutti, in silenzio, muti come bare fin quando dalla sua posizione, Markus non perde tempo, lancia l'oggetto bianco con cui stava giocando e esorta qualcuno a parlare soffermandosi con gli occhi su Keyra, Ananya e Yadirha. Chissà che cosa è successo mentre eravamo fuori, spero solo nulla di troppo grave. Il ragazzo prende poi a guardare Efrem e chiede cosa abbia spinto quest'ultimo ad usare in questo modo la simbiosi.


    A rispondere però è Daphne visibilmente alterata, offrendogli l'opportunità di sfogare la sua noia repressa in armeria con lei. Piego un angolo del labbro verso i due, Daphne sa il fatto suo e saprà cantargliele e rimetterlo in riga finalmente. Ma qualcosa attira la mia attenzione, una semplice esclamazione da parte di Lucynda che nel frattempo stava giocherellando con qualcosa sotto al tavolo, si alza e si mette con le spalle all'entrata cominciando a leggere con tono derisorio una lettera


    indirizzata a un certo... COSA?! Sgrano gli occhi sentendo quel nome e sposto lo sguardo visibilmente sorpreso verso Daphne. Le parole mi muoiono in gola ascoltando ciò che era contenuto in essa ora nelle mani di Lucynda. D’istinto porto la mano in tasca cercando la presenza del foglio ancora arrotolato al suo interno, tiro un sospiro di sollievo sentendolo lì, nella tasca. Ma quel respiro mi muore in gola sentendo ciò che non avrei mai voluto sentire, Daphne, innamorata chissà da quanto Efrem e io idiota, io stupido stavo per dirle ciò che penso non avrebbe mai voluto sapere. Abbasso gli occhi, non voglio incrociare i suoi, non più non adesso che ho sentito tutto ciò, non ce la faccio. Ora capisco perché nel monastero stava tanto insistendo perché io dessi una possibilità a Kaleb. Bravo Andreus, sei sempre il solito tardone. Stringo i pugni sul tessuto dei pantaloni tirandoli tra le dita fino a farmi male. Subito a fermare lo scempio accorrono Keyra, Anne, Markus e la stessa Daphne che sbatte i palmi sul tavolo. Sussulto per l’improvviso spavento e mi mordo un labbro. La ragazza e il nuovo escono dalla sala e si dirigono nell’armeria di fronte e Efrem riprende come se nulla fosse la riunione. Come può essere così freddo, alzo gli occhi cogliendo per un attimo il suo sguardo posato su di me prima di tornare a scrutare i presenti. Nel frattempo tra Lucynda e Keyra scoppia un accesa discussione, discussione che non riesco a sostenere. Non voglio ascoltare nulla, niente di ciò che trapela da questa riunione, ormai non mi interessa più nulla. A fermarle è Yadirha che cerca di riportare il discorso sulla questione della battaglia dicendo però una frase che mi disgusta oltre ogni immaginazione «Tu invece Lucynda ti pare che fosse il momento giusto questo per umiliare Dapnhe, non potevi aspettare la fine della riunione, era davvero necessario leggere quella lettera proprio adesso?» il nervoso e il disgusto per questa frase mi investono come un fiume in piena, ma non si rende conto di ciò che ha appena detto? No, tutto questo non posso accettarlo. Senza nemmeno fermarsi a riflettere sullo squallore che ha appena mostrato la ragazza prende a parlare dell’argomento simbiosi, un argomento che sta diventando sempre più ridicolo adesso. Keyra, invece, forse ignorando le parole di Yadirha chiede ad Efrem qualche strategia o obiettivo primario da tenere in mente durante lo scontro di domani. Ascolto tutto, ma il mio cervello non presta alcuna attenzione alle parole, dentro di me seguono, ininterrotte come una sorta di distorta e infinita melodia le parole di quella lettera. E Stringo, stringo sempre più forte i pugni sulla veste fin quando il cotone non cede e ampi fori si aprono alla base della giacca, non m’importa nulla adesso. Rimango ancora a fissare le mie dita arrossate e graffiate quando dall’entrata giunge la voce di Daphne «scusate l’interruzione, Andreus, c’è bisogno di te in armeria, è piuttosto urgente» non alzo gli occhi limitandomi a rispondere solo un veloce «arrivo subito…» con voce atona. Mi alzo non prima di sentire l’ennesima frecciata, stavolta di Shayla e sulle “capacità” a letto di Efrem. Che schifo. Sapevo di alcune sue storie passate, ma questa donna… le immaginavo meglio. Arrossisco per la vergogna e mi dirigo all’esterno bloccato però dall’ascia di Daphne che mira alla testa della donna, non mi dispiacerebbe se venisse fatta fuori. Almeno evitiamo altre idiozie qui dentro. «Avete finito?» dico mantenendo quel tono di voce e lo sguardo fisso sulla mano squarciata di Daphne. «Sta ferma adesso!» le dico tendendo le mani sulle sue ferite e richiamando a me il potere arcano della mia famiglia, lo sento bruciare e diramarsi dentro di me sprigionandosi in due globi che investono i suoi tagli. Non appena i tagli saranno risanati la guarderò in volto dicendole «che è successo?» lasciandomi condurre da lei. Vediamo di fare in fretta, voglio solo andare a dormire e non pensare più a nulla…

    Difesa e recupero:
    Rigenerazione: Avviene tramite tocco (Esperto) - Rigenera ferite di media entità (ferite profonde non mortali, ossa rotte, danni medi da elemento)

  9. #559
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Shayla Bolton


    Ops... forse non avrei dovuto fare quella battuta, la ragazza sembra essersela presa a male. E io che pensavo di farle solo un favore... è troppo permalosa questa qui! Vedo il suo sguardo vuoto, la mascella allungata per lo stupore, ed il viso sconvolto come se si trovasse di fronte il suo più acerrimo nemico. E che è...stiamo parlando solo di sesso!
    Il suo viso si contrae in una smorfia, si carica d'ira e per un attimo resto bloccata... che davvero voglia attaccarmi qui, per questo? Suvvia ragazzina... c'è Markus che sarebbe ugualmente ben disposto a soddisfare i tuoi istinti repressi, non devi fissarti necessariamente sul bel rosso tenebroso. O davvero la cosa è così seria? Dei...siamo messi male qui.



    E' questione di un attimo, vedo solo la sua arma materializzarsi nella sua mano e pochi secondi dopo qualcosa passarmi a pochi centimetri dal viso, scompigliandomi i capelli (e per fortuna solo quelli!) e conficcarsi nel muro.



    Mi volto, ed effettivamente è la sua arma, per quanto è stata veloce l'ho a malapena vista. Questa sta proprio fuori!
    <<Buonanotte Shayla, fai sogni tranquilli.>> mi dice soltanto, continuando a fissarmi furente.



    Mi limito a sorriderle, non mi scompongo, di certo non mi spaventerà con così poco <<Quando mi indicherai la nostra camera, ben volentieri.>> le rispondo a tono, chiedendomi se sappia fare altro oltre a lanciare la sua arma a destra e sinistra, mentre nel frattempo Andreus ci raggiunge con un'aria da funerale in volto.



    «Avete finito?» ci chiede nervoso, e di risposta mi avvicino all'ascia di Daphne disincastrandola dal muro e poi porgendogliela, mentre aggiungo <<Stavamo solo facendo amicizia, tranquillo>> col sorriso sulle labbra. Lui si avvicina a Daphne, e sprigiona il proprio potere curativo su di lei, chiedendole nel frattempo cosa sia successo a Markus.



    Decido di seguirli, infondo non so dove altro andare in questo labirinto e se mi va bene potrò gustarmi lo spettacolo dei pettorali al vento del bel moro, sempre meglio che sentire ancora altre chiacchiere.

  10. #560
    sim dio L'avatar di Akuiyumi
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Messaggi
    2,972
    Potenza Reputazione
    13

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli




    ANANYA

    «Bla bla bla»
    «bla bla bla»«bla bla bla» ecc ecc.
    Devo essermi persa il grosso della discussione fantasticando sulla morte di qualcuno. Bah, comunque sono così interessata che mi alzo e me ne vado mentre gli altri stanno parlando di… boh, e chi gli sta più dietro? A quanto pare non avremo mai una risposta al perché della simbiosi, e in battaglia non ci devo andare io. Sono tutti occupati ad insultarsi, attaccarsi, guardarsi male… e sinceramente non ho ancora capito per cosa stanno battibeccando, visto che non parlano né della simbiosi di Efrem, né della battaglia. Per Daphne? La “migliore combattente qui dentro” ha bisogno di una schiera di persone che la difenda da un attacco verbale? Siamo messi bene… O forse si sentono tutti chiamati in causa per…?
    Ah! Ci rinuncio!
    Esco dalla porta, tanto sono sicura che con tutta la cagnara che stanno facendo, non se ne accorgeranno nemmeno. E se se ne accorgono… beh chi se ne frega. Ciò che c’era da dire sulla battaglia è stato detto, e delle storie personali di Daphne non me ne può fregare di meno.
    Preferisco andare ad esplorare le catacombe, e infatti è lì che mi dirigo ignorando tutto e tutti.


    myMind | myHands | myLegacy | myCrazyLegacy

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Quest Reali
    Di mary24781 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3384
    Ultimo Messaggio: 24th June 2016, 19:43
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 172
    Ultimo Messaggio: 10th June 2016, 17:11
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  5. [Deus ex Machina GDR] Esempio Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 20th September 2014, 18:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •