Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 87 di 221 PrimaPrima ... 3777858687888997137187 ... UltimaUltima
Risultati da 861 a 870 di 2208
  1. #861
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Barathon

    Ed il calcio finisce dritto dritto tra le sue cosce, ma che dispiacere, gli ho fatto la bua, ma tu guardalo come soffre e digrigna i denti, cerca di darsi un contegno, ma nessuno ce l'ha di ferro, mi spiace Efrem.



    L'osservo con espressione vuota, senza compiacermi di ciò che vedo, non godo nel fargli male, resto ferma impassibile, aspettando un colpo in risposta ed è proprio ciò che arriva, quando con un suo pugno poderoso mi colpisce in pieno volto. Sento il setto nasale cedere sotto la pressione del colpo e l'osso rompersi, piegandosi leggermente verso destra, la forza impressa è talmente superiore alla mia capacità di incassare, che mi ritrovo a cadere all'indietro.





    Mi ritrovo col sedere a terra e la gola invasa da sangue, che sputo in un grumo denso che si appiccica sul pavimento, non lontano dai suoi piedi.





    «qui l’unica cosa ridicola che vedo, è una ragazzina presuntuosa e frustrata.»
    Sorrido in modo sarcastico, mostrando la dentatura sporca di sangue, ne sento il gusto ferroso che mi bagna la bocca e l'osservo ancora "Beh... almeno adesso so che hai le palle, non lo avrei mai detto" Carico il pugno destro, ma non miro al naso, piuttosto allo zigomo sinistro, non sono veloce quanto lui, quindi certamente farà in tempo ad intercettarmi, se mi bloccherà la mano, farò un passo in avanti sfruttando il gomito, spingendolo con forza dentro il suo occhio, una bella botta secca ed ancora una ginocchiata all'amico, tanto per gradire.
    In ogni caso proverò ad allontanarmi di qualche passo, ci proverò... ma la vedo dura

  2. #862
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Efrem Targaryus

    Il colpo la prende in pieno. Sento le sue ossa cedere sotto le mie nocche e un ghigno di soddisfazione si apre sul mio volto. Non è abbastanza, questa stronza si merita anche di più di questo. Cade a terra sbattendo col sedere e sputa del sangue finitole in gola non lontano dai miei piedi. Sorride alla mia frase mostrandomi quei denti sporchi di sangue. «Beh... almeno adesso so che hai le palle, non lo avrei mai detto» ha ancora la forza per fiatare? Comincia a diventare noiosa… e penosa. Resto in posizione anche quando carica un pugno verso il mio zigomo. Si avvicina, ma è troppo lenta. Mi abbasso di scatto e posando le mani per terra mi do lo slancio per un potente calcio con la punta dello stivale verso la sua bocca. Ho intenzione di romperle i denti in modo che finalmente possa smetterla di parlare, non mi stupirei se si dovesse staccare la lingua nel colpo. Se il mio calcio avrà dato i suoi frutti, mi porterò nuovamente in posizione di difesa «oh bene, così la smetti per un po’ di dar fiato a quella bocca…» mi hai stancato…

  3. #863
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon

    E' un attimo... quasi non me ne rendo conto, sferro il pugno, già pronta a colpirlo



    ma quello stronzo si abbassa, è veloce, troppo veloce, non potrò mai batterlo, se l'ho colpito è stata solo per fortuna e perchè ha abbassato la guardia, ma non mi arrendo, non me importa niente, non abbasserò la testa avanti a lui.



    Non riesco a seguire i suoi movimenti, abbasso il capo nel guardarlo piombare verso il basso, ma è in quel momento che qualcosa mi travolge la bocca: un dolore lancinante ed insopportabile, nell'esatto momento in cui realizzo che ha calciato dritto e di punta verso i miei denti. Gli incisivi cedono e si piegano verso l'interno, il rumore di ossa è quasi più orribile del dolore stesso, mi viene da urlare, un urlo forte che non riesco a trattenere mentre altro sangue cola dalla bocca, mischiandosi a quello già versato del naso, fino a formare una chiazza cremisi in terra «oh bene, così la smetti per un po’ di dar fiato a quella bocca…»

    Bastardo, bastardo... mi porto le mani alla bocca, senza alzare in capo, è una brutta ferita, non mi hanno mai colpita in questo modo. E' istintivo cercare di liberare ciò che provo ora e rispedirlo direttamente al mittente, convoglio le mie energie attingendo al potere che contraddistingue la mia razza, la simbiosi mi darà un minimo vantaggio, potrò distrarlo, mentre cercherò di evocare Pandora e piantarla dritto sul piede sul quale si sta poggiando. Distendo la mano e...



    cazzo, Pandora... non si materializza, riprovo, riprovo ancora... non succede nulla. Mi guardo le mani niente... non si materializza nulla "La mia arma..."


  4. #864
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Efrem Targaryus

    Il mio calcio va a segno. Vedo Daphne barcollare mentre il suono delle ossa rotte rimbomba per le pareti dell’armeria. Sollevo un labbro quando la vedo portarsi la mano alla bocca prima di urlare dal dolore. Voleva il guerriero? E ora? Si mette a piangere? Mi sono stancato, mi riporto in piedi caricando un altro pugno ma d’un tratto vedo la ragazza stendere il braccio fissandomi intensamente. Che fa? Spera che me ne corra via urlando in preda al panico come ha fatto la tizia cadaverica i primi giorni? A proposito, devo fare una cosa quando questa storia sarà finita. «La mia arma...» guardo la sua mano sulla quale non vedo nulla se non le sue dita che sia prono e chiudono afferrando l’aria. Che le prende ora? «Che c’è ti sei emozionata?» le dico con un ghigno sul volto provando ad affondare un pugno alla bocca del suo stomaco. Le alzerò poi il mento con un dito «sei solo una bambina viziata a cui hanno rovinato il giocattolo preferito…» le dirò con disprezzo, la lascerò andare allontanandomi di poco da lei zoppicando e andandomi a posare vicino al tavolo in attesa di una sua reazione…

  5. #865
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon

    Mi guardo le mani, continuo ad osservarle, ma niente... niente di niente, zero assoluto, nonostante io provi e riprovi a richiamare Pandora, non si manifesta, non appare tra le mie mani, eppure avevo imparato, avevo capito come si fa, è facile dannazione, come può essere? «Che c’è ti sei emozionata?»



    La voce di Efrem mi ridesta, ma non faccio in tempo ad alzare lo sguardo ed a spiegare cosa sia successo, che un pugno mi arriva dritto alla bocca dello stomaco.



    Sento il fiato mancare e le fitte propagarsi rapidamente dalla pancia alla schiena e perfino le gambe, la gola si occlude con l'acido dello stomaco che arriva prepotente fino alla trachea e quasi mi vien da vomitare, ma rimando il groppone in dietro. Ansimo, cerco di respirare profondamente, ma ho difficoltà anche solo a muovere in busto. Qualcosa mi solleva il viso, è Efrem, lo guardo negli occhi mentre mi parla, è senz'anima, svuotato, non è lui.... «sei solo una bambina viziata a cui hanno rovinato il giocattolo preferito…» Quale giocattolo? La mia faccia è un giocattolo? Il giocattolo che Lumen ha rotto? Sei uno stupido che non vede al di là del suo naso. Il suo dito scivola via, mentre si allontana per dirigersi al tavolo, la mia rabbia raggiunge picchi mai provati, sono furiosa, lo odio, lo odio per quello che sta facendo, per come si sta comportando. Senza pensarci allungo il braccio per prendere una spada alla mia sinistra e sfrutto la mia posizione accovacciata, per fare uno sgambetto al ragazzo.





    Non mi importa se cadrà o meno, mi basta che si distragga il tempo per piantargli la lama nella schiena e trapassarlo da parte a parte, gli forerà lo stomaco e starà un bel pò male. "Sei solo lo scarto dell'uomo che credevo tu fossi"



    se il primo colpo sarà andato a segno proverò a conficcarne nuovamente la lama solo poco più sopra "Ti meriti una persona come Lumen, sei egoista come lei, tratti le persone come lei, non hai rispetto per nessuno e credi di essere al centro del mondo, proprio come lei beh non è così. Ho perso il mio viso per un capriccio... ho perso il mio viso perchè... perchè sono stata una stupida, ma ora mi rendo conto che mi resta solo la vendetta, che tu voglia aiutarmi o meno, la otterrò comunque"

  6. #866
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    A causa dei colpi subiti Daphne sottrae 35 punti costituzione e Efrem sottrae 15 punti costituzione

  7. #867
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli


    Markus Obelyn


    Mi stiracchio sul letto gustandomi ogni secondo di contatto con le lenzuola, sbadigliando e sfregando il viso sul cuscino. Ok, basta fare il pigro.



    Fresco, pulito e soprattutto riposato, mi alzo di malavoglia dal letto e mettendo un paio di pantaloni simili ai precedenti assieme agli stivali me ne vado in cucina. Domani ho una battaglia e caschi il mondo voglio brindare! Metto quindi due bottiglie di birra a bagno nell’acqua fredda e faccio un giro di perlustrazione per tutto il covo alla ricerca di Andreus.



    Ma nulla, perfino nel monastero l’unica che vedo è la mora in stato catatonico, bah, passo di fronte all’armeria lanciando un’occhiata stranita alla “coppietta” che continua a fracassarsi di mazzate e poi, ignorandoli, vado oltre. Torno in cucina sfilo dall’acqua le due bottiglie di birra, fredde al punto giusto, e fischiettando vado in sala riunioni. Qui c’è Shayla a catturare la mia attenzione. Guarda infatti prima me, poi le birre, ed infine sorridendo esclama, <<speravo nell'idromele, ma andrà bene uguale. Finalmente qualcuno che ha voglia di brindare!>>. Inarco un sopracciglio e la osservo un po’ scettico: ora è tranquilla ma non ho dimenticato il suo scherzo con i ragni e per questo sto attento a non guardarla negli occhi. Ammetto però che l’idea di bere in compagnia mi garba, e visto che Andreus sembra essere sparito tanto vale ripiegare su di lei. Usando semplicemente i pollici stappo, senza troppa difficoltà, entrambe le bottiglie e poggiandone una di fianco a Shayla scosto la sedia per sedermi vicino a lei.



    <<Alla morte del Re, al Sinelux e alla disfatta dei reali?>>, mi chiede ed io scuotendo la testa la correggo dicendo.



    <<A Rickard Raeghar che, alla faccia nostra, riposa in pace tra le cosce della Dea Saraswaty, agli avvoltoi dei reali che a quest’ora si staranno già scannando a vicenda per leccare il sedere di Lantis Raeghar e al Sinelux…>>, ripenso alla frase di Efrem sul vincere per tenere la testa ancora attaccata al corpo, <<Nella speranza che i siamesi veglino su di noi>>. Lascio dunque tintinnare la bottiglia contro quella di Shayla e chiudendo gli occhi ne bevo un lungo sorso prima di aggiungere, <<In armeria, ora puoi dirmi perché ti sei messa in mezzo?>>, sorrido sarcastico ed in un sussurro che potrà udire solo lei aggiungo, "Anche se ti devo ringraziare, ora dubito che la bambolina bionda si avvicinerà ancora credendo che il sottoscritto sia un pazzo mangia ragni".



    Nota: Frasi ed azioni concordate con Sere.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 6th August 2015 alle 23:45



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  8. #868
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Shayla Bolton


    Cerco di memorizzare tutte le informazioni che Daphne ci fornisce sui combattenti dell'Auspex, facendone tesoro per i prossimi scontri. Non passa inosservata una sua strana battuta sulla Regina, o più in generale sui Leithien, alla quale però Efrem risponde sprezzante, rimarcando tutto il suo odio per quella casata.



    Lo ricordo bene il suo odio per Ryuk, non ho mai saputo quale fosse il motivo, nè mi preoccupai di chiederglielo, eppure quella volta fu decisamente evidente...

    Ryuk stava uscendo dalla mia stanza alla Maison, era quasi l'alba di circa un anno fa e non credevo che avrei avuto altri clienti fino al giorno successivo, per fortuna. A quell'ora della notte erano tutti troppo stanchi o troppo ubriachi per avere ancora la forza o la lucidità per mettere mano alle loro valyrie, e certamente non avrei lavorato per diletto. Dopo avermi pagato Ryuk lasciò la mia stanza, e rimasi sulla porta quasi totalmente nuda salutandolo per scherzo come fanno quelle stupide fanciulle innamorate e lui stette al gioco per poi allontanarsi. Rientrai dopo aver contato i soldi, intenzionata a lavarmi e riposare un pò, ma in pochi secondi sentii soltanto la porta sbattere e voltandomi vidi Efrem con gli occhi furenti scagliarsi contro di me e mettermi le mani al collo, sbattendomi contro il muro. <<Cosa cazzo voleva?>> urlò fuori di sé, per poi stringere ancora di più fin quasi a soffocarmi, fermandosi soltanto quando cominciai a graffiargli disperata le braccia con le unghie. Mi lasciai cadere a terra tossendo e sforzandomi di tornare a respirare, totalmente disorientata <<Cos...a caz...zo ti pren...nde>> tossii ancora, più forte, mentre l'ossigeno tornava a circolare nei polmoni <<Allora?>> ripetè lui, furioso, e io lo guardai perplessa, non riuscendo a capire <<Devo farti un disegnino?>> dissi quando finalmente tornai a respirare bene <<Non m'interessa quanto è durato! Ti ha chiesto qualcosa?>> lo guardai perplessa, rispondendo semplicemente <<No>> confusa. <<Se ti azzardi a dire qualcosa, sappi che sarà l'ultima volta che aprirai le gambe!>> aggiunse, prima di voltarsi ed uscire sbattendo la porta. Mi chiesi cosa gli fosse preso, e conclusi che forse temeva che il Leithien mi avesse detto o chiesto qualcosa su di lui... altrimenti quella reazione non era comprensibile. Non ne parlai più, non era una questione che mi riguardava... e poi pagavano bene, entrambi. Peccato che dopo quella volta Efrem non venne più a farmi visita.
    Torno a concentrarmi su di lui quando risponde anche alla mia di domanda, dicendoci che il Re è morto e che Kalisi, il capo dei reietti, lo ha rimpiazzato come Gran Maestro. Immagino come sia felice il nuovo Re Lantis di questa burla della cara Saraswaty! Sto per proporre un brindisi, una notizia del genere è certamente degna di essere festeggiata. La morte di un Re come Rickard avrà sicuramente destabilizzato i Reali, così come la proclamazione del nuovo Gran Maestro dei maghi. Una notizia, questa, che certamente ci da un certo vantaggio che potremmo sfruttare in qualche modo. Non so come, non sono io a dover trovare la strategia giusta da adottare, spero che Efrem ci stia pensando. Mi guardo intorno, possibile che a nessuno importi della notizia? Che nessuno gioisca? Che nessuno comprenda la portata di questo evento? Bah. Accavallo le gambe dall'altro lato, annoiata. Noiosi... sono tutti noiosi qui!
    Ma poi eccolo il colpo di scena... Daphne inizia a sbraitare contro Efrem, parla di lui, della Regina... di lui con la Regina, a letto insieme! HAHAHAHAHA vorrei ridere a crepapelle, ma non mi pare proprio il momento. Mi trattengo, mentre nella stanza scende il caos più totale. Il guaritore va via farfugliando, così come la cugina di Efrem. Markus bisbiglia qualcosa a Efrem per poi andarsene... mentre io continuo a guardare la scena sbellicandomi dalle risate, senza darlo a vedere.



    Andiamo bene... andiamo proprio bene! Efrem conferma di aver fatto sesso con lei e poi sfida Daphne a sfogare la propria rabbia con lui. Sbuffo ancora, mettendomi più comoda sullo schienale della sedia, e mentre la sala riunioni si svuota socchiudo gli occhi, gustandomi il silenzio che è calato nella stanza. Ho voglia di bere... si. E neanche a farlo apposta, ecco presentarsi Markus con delle birre... in realtà speravo in qualcosa di più forte, ma me lo farò bastare.



    Lo invito a fare un brindisi con tono ironico, lasciandogli scegliere per cosa festeggiare, e dopo aver tintinnato le due bottiglie ne bevo metà del contenuto, fin quando non mi sento soddisfatta. <<In armeria, ora puoi dirmi perché ti sei messa in mezzo? Anche se ti devo ringraziare, ora dubito che la bambolina bionda si avvicinerà ancora credendo che il sottoscritto sia un pazzo mangia ragni" mi chiede poi, quasi con un sussurro.



    <<Quando vuoi>> rispondo, alzando la bottiglia verso di lui e sorridendo per il suo strano ringraziamento. Bevo poi un altro sorso, prima di aggiungere <<I ragni sono ricchi di proteine sai?>> rido ancora, questa volta più apertamente, prima di aggiungere <<Hai lasciato uno schifo nella mia camera, sono venuta per quello. Vedi di dare una ripulita>> bevo ancora, peccato sia quasi finita.





    *Flash concordato con Simskingdom ed Eclisse84

  9. #869
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    33
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli


    Markus Obelyn


    Shayla appare perplessa per il mio sussurro, devo averla presa in contropiede ed è esattamente ciò che volevo ottenere: non voglio darle la soddisfazione di vedermi abbattuto o umiliato. Nonostante mi sforzi di bere purtroppo non ci riesco, le parole di Efrem sono come una coltellata in pieno petto… E stento a crederlo ma ho lo stomaco rivoltato solo per l’odore della birra. Dei. Stranito rigiro la bottiglia tra le mani, concentrandomi più su quel liquido ambrato piuttosto che le parole di Shayla finché non è quest’ultima a dire catturando il mio interesse, <<Hai lasciato uno schifo nella mia camera, sono venuta per quello>>, ah… Ora si spiegano tante cose… <<Vedi di dare una ripulita>>.



    Nhm? Mi ha preso per il suo schiavetto o cosa?



    Poggio la bottiglia quasi piena sul tavolo e piegando le labbra in un ghigno esclamo, <<Beh, te mi ci hai chiuso dentro dopo avermi ustionato, fregato una chiave nelle mutande e fatto cadere in un pozzo sabbioso: direi che siamo pari, no?>>.



    Ma, ora che ci penso, questa stronza potrebbe essermi utile: sperando che sappia scrivere… <<Hmm… Però, avrei un’idea. Che ne dici se io ti pulisco la camera in cambio di un favore? E no, non riguarda il sesso!>>. La guardo negli occhi, fidandomi di lei per la prima volta da quando sono qui.



    Non sono un’incapace. Non sono un ubriacone. Io posso cambiare e soprattutto migliorare, perché il Markus di un tempo non era così.. <<Solo niente domande, niente risate o niente battute del cavolo ed io ti pulisco la stanza davanti a te. Ci stai?>>.

    Ultima modifica di Damnedgirl; 6th August 2015 alle 23:51



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  10. #870
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Efrem Targaryus

    Cammino, lentamente a causa delle fitte lancinanti al basso ventre. Respiro in modo pesante ad ogni passo cercando di mantenere comunque un certo contegno e di non saltellare come un idiota. Sento dei passi alle mie spalle ma quando mi volto, sento le gambe della donna colpirmi all’altezza della caviglia destra. Perdo l’equilibrio e cado in avanti voltandomi velocemente verso di lei, non faccio in tempo però a schivare del tutto una spada che si conficca nel mio fianco sinistro accompagnata dal disprezzo di Daphne «sei solo lo scarto dell'uomo che credevo tu fossi» sento la sua spada estrarsi dal mio fianco e digrigno i denti impedendomi così di darle la soddisfazione di vedermi urlare. Nel momento in cui la donna carica un altro fendente, evoco Eden materializzandola nella mia mano sinistra. Sento il suo peso farsi sempre più presente man mano che le particelle si aggregano come rami partendo dalla lama. Paro il secondo fendente mentre lei continua a sbraitare. «Ti meriti una persona come Lumen, sei egoista come lei, tratti le persone come lei, non hai rispetto per nessuno e credi di essere al centro del mondo, proprio come lei beh non è così. Ho perso il mio viso per un capriccio... ho perso il mio viso perché... perché sono stata una stupida, ma ora mi rendo conto che mi resta solo la vendetta, che tu voglia aiutarmi o meno, la otterrò comunque» le sue parole mi arrivano come coltellate, ferendomi più della spada che impugna e che ha trapassato il mio fianco. Sento la rabbia crescere raggiungendo il limite. Velocemente mi connetto alla terra sotto i nostri piedi collegandomi alle piante all’esterno. Le sento urlare rabbiose come non mai al mio invito, al mio ordine. Le loro urla si mescolano alla mia rabbia e le sento avanzare, scavare sempre più in profondità e ingrandirsi. Sbucheranno sotto i suoi piedi e tenteranno di trafiggerla e avvolgendola interamente sollevandola fino al soffitto. Non stringeranno fino a farla esplodere, non voglio che muoia… per ora. Mi serve. Mi alzo, facendo leva su Eden e guarderò il groviglio di rovi e radici se la stritoleranno aggiungendo «se vuoi davvero la tua vendetta… smettila di comportanti come una ragazzina gelosa e incazzata col mondo. Credi che io mi diverta a terrorizzare o a trattare male i miei sottoposti?» stringo la presa su Eden con la quale taglierò quindi parte dei rovi per permettermi di vedere il suo volto «ti sbagli. Io non sono come quella troia e non intendo diventarlo o anche solo paragonarmici, credi di essere meglio di me?» un sorriso sarcastico si mostra sul mio volto «tu che cosa faresti al mio posto, sentiamo!»

    Distruzione: (Maestro) Prigione di Gea - Le radici che vengono generate sono manovrabili ed imprigionano il corpo intero, stritolandolo, provocando tagli profondi e nei casi più gravi la compromissione di organi e rottura di ossa. Possono essere generate dove si desidera.
    Destroyer of Eden ---> Forma dormiente

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Quest Reali
    Di mary24781 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3384
    Ultimo Messaggio: 24th June 2016, 19:43
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 172
    Ultimo Messaggio: 10th June 2016, 17:11
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  5. [Deus ex Machina GDR] Esempio Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 20th September 2014, 18:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •