Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 96 di 221 PrimaPrima ... 46869495969798106146196 ... UltimaUltima
Risultati da 951 a 960 di 2208
  1. #951
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon

    Ok, ora mi alzo... sì, metto il piede destro a terra e poi il sinistro, perchè altrimenti non scendo bene, ok... respira Daphne, e mi tiro su, ok... fin qua ci siamo.



    Ora Mi sistemo i capelli, li spazzolo e... ma che cazz sto facendo? Ok, niente... respira, ora esco da questa stanza, mi ricordo come si cammina? sì! Piede sinistro, piede destro e così a ripetizione... avanti su. Esco dalla mia stanza, ci sono, ora non mi resta che andare a bussare alla sua porta. Cammino, cammino, no... no, no, no ho cambiato idea e torno nella mia camera dove stavo tanto bene senza di lui. BASTA, mi schiaffeggio da sola! Sono buona solo a progettare ed ora che c'è da agire mi cago sotto? No! Ce la posso fare!



    Avanzo dritta per il corridoio e mi dirigo proprio avanti la sua stanza



    prendo un profondo respiro e... me ne voglio andare! Mmmmmmh! Busso... "Efrem?"

    se non risponde alla seconda bussata me ne vado via "Efrem? Devo parlarti!"


  2. #952
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Efrem Targaryus

    Tolgo via il tappo con i denti sputandolo aldilà del letto e comincio a bere la mia ennesima bottiglia tossendo un attimo quando mi accorgo di aver preso una delle più forti. Dei, questa domani si chiama emicrania. Bevo e a ogni sorso sento la mia gola in fiamme. Tiro un profondo e rumoroso respiro staccandomi dalla bottiglia e agitandola lentamente ai piedi del letto. Il tintinnio che provoca con il pavimento è piacevole quasi rilassante. Anne sembra essersi ammutolita di colpo, uff. Mi metto seduto lasciando la bottiglia per terra e guardandola… oddio ma sono due. No quattro. «Anne? Non sapevo avessi i cloni!» dico cercando di afferrare una delle otto mani che ho davanti e accarezzandola come facevo quando aveva paura la notte. «Parla con Efrem tuo… sarò mezzo ubriaco… ma le cose le capisco…» scuoto il capo, non devo avere una espressione intelligente, ma chi se ne frega. Ha visto di peggio lei. «In parte… o almeno cred…» un colpo di singhiozzo improvviso mi coglie. Qualcuno bussa insistente mente dalla porta dell’altra stanza. Chi sarà adesso? Sbuffo innervosito da questa interruzione e mi avvio… barcollando pericolosamente verso la stanza col tavolo. Mi appoggio alla porta sentendo le parole dall’altra parte «Efrem? Devo parlarti!» oh sacri Siamesi. Ancora lei? Apro la porta sbuffando e poggiandomi a essa nel modo più naturale possibile cercando di mantenere una espressione apparentemente seria e… SOBRIA. «Dimmi.» dico cercando di metterla a fuoco. Pure lei si sdoppia, si moltiplica e in un attimo sento di essere circondato da Daphne… ma è una moda avere i cloni adesso?

  3. #953
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon

    Non attendo molto, anche se cerco di controllare l’irrefrenabile desiderio di darmela a gambe! Ed io sarei quella coraggiosa? Lo sono eccome, ma in sua presenza mi sento sempre una emerita idiota e lo odio per questo. Quando Efrem esce dalla stanza, mi sembra che non sia proprio in forma, barcolla? Si appoggia alla porta e guarda stralunato.



    Faccio un passo in dietro e gli indico con gli occhi di accostare la porta, non voglio che la ragazza senta. “Ascoltami” Esordisco con voce sostenuta, forse un po’ troppo, devo cercare di modularmi, in modo da non sembrare un’oca starnazzante. “A seguito di quello che è successo prima in armeria, ho diverse cose da dirti. Punto uno: Sei un emerito stronzo e lasciatelo dire, ora che ho il pieno uso della mia bocca, con la gengiva spaccata non era così semplice prima. Tu che sei il GRAAAANDE capo, ti diverti ad importi neanche fossimo dei Bruti rozzi e stupidi che capiscono solo la legge del più forte, oppure come le scimmie che si battono il petto per vedere chi è più grosso. Sappi che così nessuno ti rispetterà mai.” Respiro profondamente e decido di continuare “Punto due: mi hai lasciata moribonda sul letto, non mi hai prestato un minimo di cure, cosa che un capo, che ci tiene ad avere dei soldati che combattano per lui, dovrebbe fare, non dico per umanità… ma almeno abbi senso pratico, se ci uccidi ci vai da solo in battaglia?” ok ce la posso fare, devo continuare



    “Punto tre: Non trattarci come dei cretini ogni volta che apri bocca, non hai fatto sempre bella figura sai? Se tu fossi un po’ più umile, magari avresti la nostra attenzione per interessamento, non perché ci teniamo a conservare tutti i denti.” Mi sto infervorando, avanzo di un passo verso di lui, sono sempre più arrabbiata “ Per questi tre punti dovresti sentirti una merda, perché tu dovresti essere il nostro punto di riferimento ed invece sei solo uno che è buono a dettar legge senza troppe spiegazioni, se volevo un dittatore mi schieravo dalla parte dei reali, tanto che differenza fa? Un Re come Lantis mi avrebbe uccisa subito, tu prima mi torturi e poi mi getti come nulla fosse in un angolo, quasi quasi è meglio il Grifone che la Serpe. Prima o poi ti abbandoneranno tutti se non decidi di migliorare la situazione ed io non ho intenzione di far sciogliere la fazione perché il nostro capo è un despota, piuttosto…” questa volta non riesco a trattenere la voce “… piuttosto farò insurrezione!” Ora mi ammazza, lo so che mi ammazza… altro che insurrezione. Ho altre cose da dirgli però “E poi…” non reggo il suo sguardo e finisco col fissare il pavimento, mentre la voce perde nuovamente di tono



    “… e poi vorrei dirti la verità, anche se non t’importa, ma è un peso che devo togliermi: io sono arrivata al Castello che ero poco più di un’adolescente e tu… tu eri quasi un uomo, non so che mi è preso ma non sono mai riuscita a combinare niente di sensato quando eri nei paraggi, mi sentivo come se l’aria venisse a mancare. Non ti ho mai detto nulla, perché fondamentalmente non ci riuscivo, le parole non venivano fuori e spesso correvo via come una bambina scema quando t’incrociavo. Ho visto come sei cambiato in questi anni, ma l’effetto che mi fai… “ per un attimo torno a guardarlo, ma riporto lo sguardo basso “... che mi facevi non è mai mutato. Ho questa cicatrice perché sono rimasta imbambolata ad osservarti ed ho rovesciato una tisana addosso a Lumen, puoi immaginare il resto… “



    Rimango qualche secondo in silenzio, cercando di recuperare lucidità “Ma adesso è passato, sta tranquillo non ti starò tra i piedi per questo motivo, io non provo più niente. Sono solo una ribelle che vuole un capo degno di essere seguito”

    Aspetterò una sua eventuale risposta prima di andarmene, anche se non mi aspetto nulla di buono, sono preparata a questo, ma sa essere sempre più crudele di quel che immagino ogni volta.

  4. #954
    sim dio
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    Roma
    Età
    30
    Messaggi
    3,378
    Potenza Reputazione
    16

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Anne Targaryus

    DEI CHE BOTTA. QUESTOULTIMOSORSOE'STATOFATALE. SENTOL'ESOFAGOANDARMIAFUOCO.
    CHEPEZZA.
    Guardo Efrem parlarmi con la bocca impastata, esortandomi ad aprirmi, facendo dell'ironia sul caratteraccio di Abraham e su quel tiranno di Lantis. Beh, non sarebbe male! Finire questo orrore con una sua stretta di mano. Ah, peccato che siano solo delle fantasie, le nostre. Si sdraia accanto a me, alzando la bottiglia e mettendola contro luce, e ridendo a squarciagola, mentre io rimango ammutolita. Dei, ormai il danno è fatto, basta, è il momento adatto. <<Lui non è mi->> sento all'improvviso bussare alla porta, Efrem si alza barcollante... <<-o padre...>> concludo a bassa voce. Non credo mi abbia sentita. Bene, occasione persa.
    Dei, ci vedo doppio anche io... ecco perché accennava ai cloni poco fa. Lo vedo dirigersi verso la porta, o le porte... AAAAAAAHAHAHAHAHAHA, ok, calma, non ridere, non ce n'è motivo. Apre una delle porte, oddio, le sta aprendo tutte... vedo la testolina mora di Daphne fare capolino e la saluto timidamente, mentre Efrem esce dalla stanza, accostando la porta. Rimango sdraiata sul letto, mi porto la bottiglia sulla bocca ma mi verso gran parte dell'idromele addosso. Mi metto seduta, rido a pieni polmoni e guardo inebetita le due, tre, quattro porte da cui è uscito Efrem... cavolo, e se ora volessi uscire? Quale devo aprire? Quale sarà quella giusta? Poggio i piedi a terra, tutto gira intorno a me... <<EfrEeeeé, la stanza girrrrrrrr...>> urlo verso le porte, flettendo leggermente le ginocchia ed aprendo le braccia, come se cercassi di mantenere l'equilibrio. Mi inginocchio goffamente, mi scolo la bottiglia e, una volta finita, la faccio rotolare a terra. Ne prendo altre tre e mi dirigo verso le porte, gliele porterò agli altri, sono in vena di far festa. Semmai attenderò Markus ed Andreus davanti il Glados con le bottiglie, boh. Qualcosa farò. Mi rialzo, la testa gira e decido di dirigermi verso le porte. Boh, una di quelle mi porterà fuori di qui, mah. Ma poi, chi mi ha portato qui in stanza? Oddio, perché mi pongo improvvisamente questa domanda? Ah boh.<<Scusaaaaaaaaaaaatttt-tteee>> mi dirigo verso la prima porta, aprendola goffamente e SBAM. Me la sbatto direttamente in faccia. Con la bottiglia in mano, mi porto il dorso di questa sulla fronte... Dei, sento che mi si sta formando un mega-bernoccolo. Apro la porta e vedo Daphne che guarda mio cugino, come se stesse aspettando una sua reazione. <<Ehyyyyyy!!!>> le sorrido, poggiandomi con poca eleganza sullo stipite; <<Tieni una di quest-e, lasciali stare questi uomini, cosa te ne faaaaaiiiii di looroooooooo quando puoiii scolarti l'idromèèèèèèèlè??>> le domando, porgendole una bottiglia. <<Scusate tanto, non volevo disturbarVvvvvv-, voglio solo uscire da questa stan-ZZZZZZa>> dico ad entrambi, singhiozzando rumorosamente. Arrossisco e mi dirigo barcollante verso la rampa delle scale. <<Amiiiiccccccciiiiiiiiiiiiiiii>> urlo verso la tromba delle scale e sento l'eco della mia voce. Rimango aggrappata alla ringhiera, tenendo per il collo le due bottiglie e facendole tintinnare. <<Beviam-o un po'...>> i miei compagni mi prenderanno per pazza.
    Ultima modifica di mettiu; 8th August 2015 alle 14:26

  5. #955
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon


    Resto in silenzio a fissare Efrem, ma sento uno strano parlottare giungere dall'interno della sua stanza<<EfrEeeeé, la stanza girrrrrrrr...>> Anne? Che sta farfugliano? <<Scusaaaaaaaaaaaatttt-tteee>>

    Irrompe dove ci troviamo io ed il cugino, è in condizioni pessime, l'abito mezzo bagnato e puzza di idromele, è totalmente ciucca <<Ehyyyyyy!!!>>

    Mi osserva in modo strano e si avvicina barcollando, mi preparo a sorreggerla nel momento in cui dovessi vedere che sta per cadere, ma per il momento si regge in piedi <<Tieni una di quest-e, lasciali stare questi uomini, cosa te ne faaaaaiiiii di looroooooooo quando puoiii scolarti l'idromèèèèèèèlè??>> Che... cos? Sento le guance infiammarsi di botto, uo-uomini? Tsk... non sono venuta qui per... <<Scusate tanto, non volevo disturbarVvvvvv-, voglio solo uscire da questa stan-ZZZZZZa>> No, no... no, no, no dove va in queste condizioni? Smollo Efrem senza pesarci due volte e seguo la ragazza, potrebbe farsi male<<Amiiiiccccccciiiiiiiiiiiiiiii>> Ed ecco infatti che la trovo mentre si sporge verso la rampa di scale <<Beviam-o un po'...>> Corro verso di lei e cerco di afferrarla per la vita tirandola all'indietro



    "Uhhh.... sì....ah ah, bella bottiglia, bella..." Le dico mentre accarezzo il vetro che regge neanche fosse un gattino "Gli amici hanno detto che ci raggiungono dopo, non li hai sentiti Anne? Ora è meglio andare a nanna, su fai la brava" La ragazza mi guarda incrociando gli occhi, Dei Siamesi sta proprio messa giù brutto <<Ma...*sigh* ho dormiJiji...tTto già taaaaaaanto... trooooppo!>> Ok, deve sul serio riposare e per prima cosa le devo togliere questa bottiglia dalle mani, quindi l'afferro e ne tracanno oltre la metà "Guarda... ora la finisco così ti faccio contenta eh" Ancora un bel sorso, mentre la tiro con me, riportandola verso la stanza di Efrem, lo vedo ancora appoggiato allo stipite, è mezzo addormentato, è totalmente andato anche lui, ho parlato al muro prima, tutto tempo sprecato, ho delle tempistiche perfette. Riesco a far stendere Anne, anche se abbiamo rischiato di prendere liscio due o tre volte, la vedo stendersi già con occhi semichiusi, ma prima di affondare con la testa nel cuscino, sento che farfuglia qualcosa <<Se mio... cugino ti ha trattata male.........>> non parla, si sarà addormentata... <<... se ti ha trattata male gli faccio un bel discorsetto. Ed ora fai smettere la stanza di gi *sigh* girare>> "Sììììì, ok... Stanza, smettila di girare su!"

    <<GrazZZzZzzZzzZzz>>

    Uhh.... andata, guardo la bottiglia che ho tra le mani, quasi quasi la finisco anche se ammetto che è bella pesate e mi gira già tutto, come ha fatto a berne così tanto questa ragazzina non lo so. Butto tutto giù fino alla goccia, sento già le gambe molli, almeno stasera mi distraggo con qualcosa di piacevole, visto che devo dire addio al discorso serio, Efrem non saprà neanche come si chiama in questo momento. Mi alzo un pò a fatica, lasciando la bottiglia vuota riversa in terra, chiudo la stanza accompagnata dal ronfare di Anne, sarà la stanchezza mista all'alcool, ma mi vien da ridere "mhmhm...ahahah" che idiota che sono, apro l'altra porta e Caaaaaaz.....

    *azioni e frase di Anne concordate


  6. #956
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Efrem Targaryus

    «Ascoltami»
    mi urla quasi nelle orecchie. La testa comincia a martellarmi e la quantità di Daphne non aiuta certo a diminuire la tonalità di voce. Stringo i denti e un occhio restando con quello buono ancora aperto. «A seguito di quello che è successo prima in armeria, ho diverse cose da dirti. Punto uno: Sei un emerito stronzo» complimenti per l’acume, grazie, questo lo sapevo. Ora abbiamo finito? Ah no… continua… «e lasciatelo dire, ora che ho il pieno uso della mia bocca, con la gengiva spaccata non era così semplice prima. Tu che sei il GRAAAANDE capo, ti diverti ad importi neanche fossimo dei Bruti rozzi e stupidi che capiscono solo la legge del più forte, oppure come le scimmie che si battono il petto per vedere chi è più grosso. Sappi che così nessuno ti rispetterà mai.» questo è anche vero… ma non capisco cosa posso pretendere da un gruppo di contadini o ex ancelle? La guardo confuso, non capendo quasi nulla delle sue parole. «Per questi tre punti dovresti sentirti una merda» mi sento ogni giorno una merda, da poco meno di vent’anni. Questo ti basta? «Quasi quasi è meglio il Grifone che la Serpe. Prima o poi ti abbandoneranno tutti se non decidi di migliorare la situazione ed io non ho intenzione di far sciogliere la fazione perché il nostro capo è un despota, piuttosto…» piuttosto cosa? Mi uccidi? Prego. A malapena mi reggo in piedi, accomodati. «… piuttosto farò insurrezione!» AH. Bene, una, due e tre. Si diverta con le sue amiche a provare a uccidermi, le accoglierò a radici spiegate… dopo che l’idromele sarà svanito… cioè domattina… oh dei, ma che ora è? Qualcuno dovrebbe scavare un tunnel per vedere il cielo o mettere uno di quei… come cavolo si chiamano? Quelli con le lenti e gli specchi… boh vabbè… mi sono capito da solo. «Ho questa cicatrice perché sono rimasta imghtbcfata ad osservarti ed ho rhdgruhdbhjo una tisana addosso a Lumen, puoi iojfndjgare il resto…» Eh? Ho capito solo… Lumen. Mi fai schifo. Non ho idea di come io sia potuto cadere nella tua trappola… tutto questo è colpa tua. Riapro anche l’altro occhio cercando di guardarla serio mentre osservo le cicatrici che deturpano i volti delle ragazze. Cavolo ma sono aumentate? «Io non provo più niente. Sono solo una dihfjebpelle che vuole un capo degno di essere seguito» perché parla elfico antico? Sto per chiedere… biascicare per lo più… la testa mi gira e mi impongo di rimanere bloccato sullo stipite della porta quando alle mie spalle sento giungere la voce di Anne. Totalmente andata che si mette a giocare al bravo paparino con Daphne. Provo ad afferrarla mentre si avvicina alla scala ma è Daphne a precedermi perché io non faccio altro che sbilanciarmi aggrappandomi nuovamente alla porta… rido come un idiota biascicando solo un «ottima presaaaa» riapro gli occhi per accorgermi che sono sparite entrambe… «Daphneeeee? Aaaaaanne? Dove siete?» urlo muovendo un passo, resto in equilibrio su un piede alzando l’altro e allargando le braccia per mantenerlo. D’un tratto vedo il rifugio girare, girare, girare, girareeeeeeee su se stesso. Ritorno con le mani sullo stipite «ah… silenz…» cado all’indietro, lungo disteso di schiena mentre un forte peso sullo stomaco mi fa risalire la cena e tutta la robaccia che ho bevuto. Reprimo il conato con un rutto che sa di idromele… però era buono… e apro gli occhi guardando il volto di Daphne più da vicini. «Finalmente sei… da sola!» biascico roteando gli occhi sul suo viso «però…» dico cercando di posarle una mano sulla testa «sei più… carina… coi capelli bllungfhi!» tiro la testa all’indietro scoppiando nuovamente a ridere… come un cretino…

  7. #957
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon


    Merda che dolore alla schiena, sembra che io sia caduta su di un pezzo di marm....



    «Finalmente sei… da sola!» ..........Efrem..............«però…»



    ..........mi guarda.......... «sei più… carina… coi capelli bllungfhi!» ................................e Ride. Ha la mano nei miei capelli, mentre sono stesa su di lui e ride, come se non bastasse mi ha anche RUTTATO IN FACCIA! E' ubriaco, totalmente andato, totalmente sfatto, non ha capito una mazza di quello che ho detto prima ed ora mi fa pure i complimenti sui capelli lunghi, no... mi fa i complimenti sui capelli BLLUNGFHI! Ha detto che sono carina......... l'ha detto, è ubriaco, o mi prende palesemente in girom visto il modo in cui ride, o lo pensa sul serio... lo odio, anche se mi tremano le ginocchia e probabilmente ho l'aspetto di un peperone, ho caldo. Crede di avermi in pugno perchè gli ho confessato tutto? Non ha capito niente! Aspetto che la smetta di ridire per avvicinarmi al suo viso col mio, strisciando sul suo corpo



    in un piccolo movimento che comprime il mio petto contro il suo, accompagnando nel movimento un pò anche il bacino. Quando sarò abbastanza vicina alle sue labbra,lo guarderò ancora ed in seguito mi sposterò verso l'orecchio per sussurrargli



    "Tu invece mi fai schifo!"

    e così dicendo scivolerò via da lui, cercando poi di rimettermi in piedi, perchè il pavimento si muove?

  8. #958
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Efrem Targaryus

    Smetto di ridere mentre il mio gomito comincia a dolermi per il peso. L’altra mano ancora tra i capelli della ragazza, prende a scompigliarli così, giusto per divertirmi un po’. Le rivolgo un sorriso mezzo alterato dall’alcol mentre sento il corpo della ragazza muoversi sul mio strisciando lentamente sul mio petto. Lascio cadere la mano dandomi un ulteriore appoggio e aspetto che il viso della ragazza si avvicini. Sento il suo respiro sul mio collo e l’odore dolciastro dell’idromele mi investe le narici, oh a quanto pare abbiamo bevuto parecchio. Naso contro naso, le sue labbra sfiorano le mie in un respiro caldo e dolce e un attimo prima, la ragazza si sposta verso il mio orecchio sfiorandolo con la bocca mentre mi sussurra «tu invece mi fai schifo!» mi giro di scatto afferrandole la testa prima che possa scappare e invece di risponderle, le mie labbra premono sulle sue. La ragazza si dimena prova a liberarsi dalla stretta ma più si muove più la spingo verso di me sollevandomi appena fin quando anch’essa non si lascia andare al bacio stringendo le sue braccia intorno al mio collo. Il momento dura solo pochi istanti, brusco mi stacco da lei guardandola in volto prima di sorriderle ironico «ti faccio schifo, giusto?» dico spostandomi e facendo leva sul braccio destro per alzarmi e aggrapparmi alla porta…


    *Azioni di Daphne concordare con Eclisse84

  9. #959
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Daphne Elania Baratheon

    Quella sua mano che continua a rigirare nei miei capelli, a metà tra il gioco ed una carezza mi innervosisce e mi spiazza allo stesso tempo, gli ho sussurrato quella frase all'orecchio dopo avergli sfiorato le labbra, ma non avrei mai potuto baciarlo, non avrei mai continuato...



    l'ho sognato in centinaia di modi diversi, ma nessuno di questi includeva l'essere entrambi ubriachi e sopratutto non nello stesso giorno dove mi ha trattato come l'ultima persona sulla terra, riducendomi in fin di vita. Il problema è che più mi sforzo di dimostrargli che non provo niente e più sento di piombare verso la strada del non ritorno, me ne rendo conto ora che gli sono così vicino.



    Sto per scivolare via da lui, ma sento che mi afferra e mi trascina ancora al suo corpo, cerco di far forza e di divincolarmi, ma quando sento il suo bacio mi paralizzo... provo ancora a spostarmi, ma Efrem aumenta la forza e continua insistente a tenere le sue labbra incollate alle mie, avverto un nodo formarsi allo stomaco che aumenta di dimensioni fino a togliermi il fiato. No... non doveva essere così, non doveva farlo... ma un senso di arrendevolezza mi pervade e mi lascio andare a questa sensazione tremendamente sbagliata, vorrei piangere e provare a divincolarmi ancora, ma quel calore improvviso che mi assale, mi spinge a lasciarmi andare a questo desiderio represso da così tanti anni, che non li conto più. Porto le braccia al suo collo, le porto in maniera lenta quasi come se non avessi forze tanta è l'esitazione, mi arrendo il tempo di un attimo...



    lo stesso attimo nel quale si stacca da me e torna ad osservarmi, ma nei suoi occhi non leggo niente, se non derisione per il gioco che ha deciso di condurre. «ti faccio schifo, giusto?»



    Resto ferma ancora, mentre lo guardo alzarsi, compiaciuto del gesto appena compiuto con una leggerezza disarmante, sgrano gli occhi nel tentare ancora di mettere a fuoco tutto, quando sento gli le orbite bruciare e quel nodo allo stomaco risalire fin su la gola. Vorrei parlare, vorrei potergli urlare tutta la mia rabbia, ma non ci riesco.



    Un singhiozzo di pianto sfugge al mio contro, mentre mi sollevo a fatica, in un gesto di stizza avanzo di due passi velocemente e cerco di assestargli uno schiaffo al viso, ma non me ne vado subito, voglio che mi guardi e capisca che quello che per lui è un gioco, per me rappresenta tutt'altro. Non aggiungo nulla, se non un altro singhiozzo trattenuto a stento, mi volto ed esco dalla stanza a passo veloce, quando richiudo la porta alle mie spalle, resto qualche istante contro di essa cercando di recuperare la lucidità, lui è troppo ubriaco per dare un senso al mio gesto ed io troppo poco per dimenticare il suo.

  10. #960
    sim dio L'avatar di Lilla_20
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    In un mondo fantastico
    Messaggi
    5,524
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli

    Medea Euripide




    Ancora non mi capacito di quello che è successo qui dentro... ci penso e ci ripenso...
    Efrem è andato a letto con Lumen? Ma come ha potuto?
    E' proprio vero che tutti gli uomini ragionano con le parti basse... ma da lui non me lo sarei mai aspettato.
    Certo non ho mai pensato che fosse un santo o vergine... ma andare a letto con Lumen?
    Capisco come possa essersi sentita Daphne... e capisco anche certi suoi atteggiamenti... ora è tutto un po' più chiaro.
    Dei che mal di testa!!
    Mi guardo intorno e noto che sono rimasta da sola! Ma come è possibile? Mi sono di nuovo persa nei miei pensieri... chissà dove sono tutti.
    Mi alzo decisa a raggiungere Dapne. Finora non è che abbiamo comunicato molto ma è una donna e capisco come si sente ora... al massimo si arrabbierà e forse si sfogherà con me... ma non mi importa, vado da lei.
    Presa la mia decisione mi avvio verso la sua camera quando sento delle urla... che sarà mai successo ora?
    Mi blocco cercando di capire da dove possano prevenire le urla. Qualcosa mi dice che c'è di mezzo Efrem anche se le urla che sento sono femminili... mi avvio quindi verso la stanza del grande capo...
    Mi accerterò che nessuno stia male dopodiché andrò a cercare Daphne.
    Arrivata al piano di Efrem noto immediatamente colei che cerco appoggiata ad una porta...
    Ecco ora che sono qui non so cosa dirle...
    «Daphne...» mormoro solamente...

 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Quest Reali
    Di mary24781 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3384
    Ultimo Messaggio: 24th June 2016, 19:43
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 172
    Ultimo Messaggio: 10th June 2016, 17:11
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  5. [Deus ex Machina GDR] Esempio Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 20th September 2014, 18:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •