Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 10 di 42 PrimaPrima ... 8910111220 ... UltimaUltima
Risultati da 91 a 100 di 415
  1. #91
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Zona Neutra

    Keyra
    Isyl Tinnuviel


    I miei occhi continuano a guardarlo, noto uno sbadiglio, uno sbadiglio contagioso, porto una mano alla bocca, non voglio essere maleducata, la stanchezza accumulata inizia a farsi sentire e ho un po’ di freddo, mi stringo nelle spalle …forse il caldo e le vampate di prima mi avevano fatto lievitare la temperatura in modo esponenziale e ora che quelle sensazioni se ne stanno tornando nel loro antro, percepisco la temperatura attorno a me più bassa di quello che sembra.
    “Devo aver mangiato qualche lucciola per sbaglio, non sai mai cosa ti mettono nelle minestre, tsk! Se credi che io abbia una coscienza alla quale fare appello, ti sbagli…”

    - No non credo di sbagliarmi, tutti hanno un coscienza anche le persone più subdole e malvagie la posseggono, non credo a queste parole -
    “ Ti avrei presa in ogni modo ed in ogni posto mi fosse consentito l’accesso e, non mi riferisco al fatto che tu fossi consenziente, piuttosto alla dimensione delle cavità, purtroppo non riesco a contenermi in certi ambiti e ci tengo a non essere ancora fulminato” sorrido ironica mentre abbasso la testa quasi imbarazzata fissando la terra dinanzi a me restando con la schiena ancora contro la roccia , davvero un tipo molto passionale direi, in questo non siamo diversi e la statua alla quale rivolge il suo sguardo ne è un esempio lampante … saremmo finiti male entrambe Ryuk…
    “Sì, combatto per qualcuno o forse no… forse sono solo egoista e voglio tutti i diamanti di mio padre per me o forse voglio solo gettarli al vento, chissà… non sono qui per condividere i melodrammi interiori da signorina con le treccine sfatte.”
    Altra velata provocazione … una provocazione che accetto senza replicare , resto in silenzio continua a negare ogni sua traccia di umanità continua ad essere vago, di sicuro è un tipo diretto a cui non piace perdersi troppo in chiacchiere…be effettivamente a volte io parlo anche troppo, ne sanno qualcosa i ragazzi del rifugio dei ribelli. I miei occhi si fanno sereni mentre rialzo la testa e scorgo sul suo viso un sorriso che non ha malizia e sembra quasi totalmente spontaneo, diverso da prima
    “Sai… non è difficile capire chi ha ucciso tua madre, come ben saprai, ciò che è rimasto del suo corpo era totalmente carbonizzato ..” una fitta al cuore mi prende rimembrando quelle strazianti immagini…
    Io non ero presente quella maledetta sera, ero con Thalion e quando sono tornata a casa, nessuno era più presente a testimoniare quello che era accaduto …ho visto mio padre nella grande sala dei ricevimenti in ginocchio dinanzi ad un cadavere carbonizzato, un silenzio innaturale, un senso di vuoto e un’aura tenebrosa che ancora aleggiava nella stanza sovrastando tutto, soffocando ogni piccolo bagliore di luce . Mi sono avvicinata a lui preoccupata di quello che era accaduto, ho subito pensato al corpo martoriato di una guardia poco esperta che non aveva saputo stare al suo posto, ho cercato di chiedergli cosa fosse successo , ma nessuna risposta è arrivata da lui, nessuna lacrima rigava il suo viso, i suoi occhi erano dilatati distanti, si è alzato, mi ha guardato e senza dire nulla e, indicandomi quel corpo martoriato mi disse “…tua madre…” e poi se ne è andò via così, strascicando i suoi passi, sorreggendosi alle pareti … ecco l’ultima immagine che ho di mio padre… mentre io sprofondavo in un baratro senza fine, persi conoscenza, fu per fortuna l’intervento di Thalion a sostenermi.. ”… e vi sono solo due esponenti del fuoco dei quattro Leithien in vita, ciò esclude me e Tywin. Mia cugina Lumen è regina da qualche anno, quindi questo tipo di questioni le interesseno relativamente, non deve presenziare a queste cene di lavoro, ti rimane un unico nome, l’ultimo che non ho menzionato: Mio zio Gordon Leithien.”
    Lo dice lo pronuncia e questa volta una fragorosa risata che cozza con il mio animo riecheggia nella landa.
    Eccolo il nome, ecco il boia che ha sputato la sua sentenza.
    La rabbia ribolle, le mie mani strette attorno alle braccia si stringono ancora di più sprofondando nella mia stessa carne lasciando rossi segni della mia stessa stretta. Gordon Leithien ecco il mostro che ha distrutto ciò che avevo di più caro. La pagherai o si che la pagherai…morirai tra atroci sofferenze, se riuscirò ti schiaccerò con il mio vento per poi trafiggerti il cuore con il mio stiletto, il mio Diamante.
    Fedeli al Diamante è il motto della nostra famiglia,un motto nato nei secoli e alimentato dalla leggenda che aleggia attorno ad esso…ebbene…il Diamante, la pietra che tanto ama, sarà la sua stessa morte.
    “Come vedi potevi arrivarci benissimo da sola, o tutto questo era solo un scusa per vedermi?”
    La sua voce rimbomba nelle mie orecchie, è vero potevo anche arrivarci, ma ho preferito sapere da lui, da un Leithien questo nome. Ironizza sulla questione ma in un certo senso il fatto di averlo rivisto fuori da un campo di battaglia mi ha anche fatto piacere, indipendentemente da quello che poi abbiamo generato. Non mi aspettavo davvero fosse così…e la cosa come la sua faccia da schiaffi mi stuzzica parecchio. Lo vedo girarsi di spalle allontanarsi verso la porta
    “Se lo uccidi mi fai solo un piacere, ma se muori beh… ci penserò io stesso, potrai guardarmi dal paradiso degli elfetti e gioire per la tua vendetta! “
    Le sue parole anche se hanno la capacità di innervosirmi e probabilmente sono solo per prendersi gioco ancora una volta di me, suonano quasi come una malcelata gentilezza, mi sbaglio ho è sembrato quasi dolce? Quasi mi spiace vederlo andare via, ma abbiamo entrambe una guerra nella guerra da combattere….chissà se ci rivedremo… “ Spero di rivederci in circostanze diverse…” sono le parole che io stessa avrei voluto rivolgergli, ma non lo farò.
    Attraversa la porta, io dopo un respiro profondo, alzo per un attimo gli occhi al bellissimo firmamento fuori da questa landa mentre un sorriso increspa le mie labbra poi seguo anche io i suoi passi ed esco dalla stanza..lo vedo quasi nei pressi del Glados quando affretto il passo per poi arrestarmi a circa due metri di distanza prima che sparisca oltre la luce azzurra del portale a gran voce gli urlo :
    « Nonostante tutto…grazie! E comunque il mio nome è Isyl » aspetto che attraversi il Glados , non appena lo farà, lo varcherò anche io per poi fare ritorno al rifugio.
    Chissà se Efrem avrà trovato il biglietto….di sicuro al rientro vorrà risposte.
    Andreus avrà chiarito i suoi dubbi? E chissà se le ragazze sono tornate dalla battaglia …. sinceramente lo spero dal profondo.




    P.S. Io ho dato per scontato che Ryuk attraversi il Glados, Keyra dopo che lui lo avrà attraversato lo farà anche lei, quindi considerate che anche Keyra è uscita dalla zona neutra. Se qualcosa non va provvederò a correggere.
    Ultima modifica di DELTAG; 23rd April 2015 alle 22:25

  2. #92
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Zona Neutra




    Vuoto.
    Non c'è parola più azzeccata per descrivere tutto questo: ho cercato per decenni di scoprire cosa circola intorno a questa fantasia così materiale, e l'unica cosa che ho risolto era anche l'unica corretta.
    Magia.
    Un sorriso mi piega appena le labbra, un gesto di quelli rari sul mio viso, come di arrendevolezza. Mi arrendo all'illusione.



    Muovo il primo passo, come feci la prima volta che venni qui: le foglie si spostano piano lasciando spazio al mio arto che poggia sul terreno.
    Compio un passo, riporto quello stesso piede in avanti mantenendo lo sguardo alle mie spalle...le foglie tornano pian piano al loro posto.



    E' come un quadro, la cattura di un attimo immutevole, per cui non può essere alterato in alcuna maniera.
    E' così che vivono, i tre Antichi Saggi.
    Comincio a fischiettare il motivo di un'antica canzone popolare, di quelle che le giovinette canticchiavano mentre andavano a lavare i panni nel fiume.
    Note antiche affidate al Tempo, unico loro protetto.



    A volte mi piace fantasticare che si sono costruiti questo luogo per non dimenticare che un tempo sono stati vivi: un perfetto cameo di una vita lontana e perduta...prendo una foglia, la brucio sulla fiamma di una fiaccola, ed eccola ricomparire subito dopo nello stesso punto in cui l'avevo raccolta, intatta.
    Alzo un sopracciglio: ecco cosa rimane loro...una volgare imitazione di un paesaggio vero, a trastullarsi nell'idea che non hanno dimenticato.
    Ma lo hanno fatto, ne sono sicura...
    Guardo alla mie spalle un'ultima volta, continuando a produrre suoni con il fiato che passa attraverso le mie labbra, prima di entrare solennemente nel corridoio oscuro, dove troneggiano le loro sedute.



    I miei passi si fermano in sicrono con il fischiettio: lascio passare qualche secondo in cui penso a Tutto e a Niente:
    <<Heylààààààà? Padroni di casa? E' venuta a trovarvi una vostra vecchia amica!>> esclamo con leggerezza.
    Inspiro l'odore del vuoto, mi lascio avvolgere dalla Magia di cui qui ogni cosa è pregna:
    <<Avrei bisogno di interloquire con una ragazzina, non ho idea del suo nome ma immagino non sarà un problema: è una ribelle. Pelle diafana, occhi rossi come il sangue e capelli color dell'erba d'estate. Non so se posso definirla propriamente "viva", ma è quello che ho intenzione di chiederle...>> enuncio distrattamente, guardandomi le unghie.
    Devo limarle per renderle più taglienti.


  3. #93
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    28
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Zona Neutra

    ANTICHI SAGGI

    Deirdre, i tuoi passi striscianti avanzano all’interno della antica sala dei saggi, il silenzio regna sovrano e quasi opprimenti nel grande salone. Dinanzi a te i troni degli antichi saggi, vuoti. Attendi che essi si palesino ai tuoi occhi e subito, colei che ti è più affine per razza appare insieme agli altri. Sola si solleva dal suo trono e la sua voce risuona potente e imperiosa nella sala producendo un’eco udibile ovunque «Strega dell'Ovest, il tempo è clemente con te, sei più bella ora che in giovinezza! Noi che scrutiamo negli animi altrui vorremmo poterci schermare da ciò che ci appare, rivolgendo il nostro sguardo a te, in questo, il trascorrere dei secoli, non è stato d'aiuto nell'alleggerire la tua coscienza» l’antica strega Elanor ti sorride, un sorriso tagliente, una semplice curva che attraversa il volto, dopodiché il suo volto ritorna serio mentre ti indica la porta al suo fianco «Mercur è stato mandato da colei che cerchi, puoi attenderla dietro quella porta, all’interno della zona neutra!» finito di parlare, i tre svaniscono così come sono apparsi lasciandoti nuovamente da sola…

    Deirdre, puoi varcare la porta...

  4. #94
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Zona Neutra


    I seggi pian piano, quasi impercettibilmente, fanno da poggia-culi a Qui, Quo e Qua. Toh, che noiosi, sempre tali e quali.



    Manco mi avesse letta nel pensiero (ah già, può farlo!) Elanor mi risponde a tono:
    «Strega dell'Ovest, il tempo è clemente con te, sei più bella ora che in giovinezza!»



    Mi inchino scherzosamente chiudendo gli occhi, come se l'osservazione mi riempisse d'orgoglio:
    <<Cosa posso dire....gli agi di vivere in un mondo vero!>>
    Però....si è alzata! Quando si tratta di me, il culo le prude sempre...
    «Noi che scrutiamo negli animi altrui vorremmo poterci schermare da ciò che ci appare, rivolgendo il nostro sguardo a te, in questo, il trascorrere dei secoli, non è stato d'aiuto nell'alleggerire la tua coscienza» sentenzia con un largo sorriso senza mostrare la dentatura che sono sicura sarà perfetta e splendete! Puah!



    Alzo leggermente le spalle, come se mi avesse chiesto se sul Coscione di Bruto preferisco il paté di cerume o la saliva dei gollum:
    <<...e invece sono qui!>> esclamo con un gran sorriso...spiattellata ai vostri occhi in tutto il suo orrore.
    Io non scalfisco lei, lei non scalfisce me, le offese sono pura cortesia formale: è il nostro scambio di sguardi che racconta la nostra storia.
    «Mercur è stato mandato da colei che cerchi, puoi attenderla dietro quella porta, all’interno della zona neutra!»



    La guardo per qualche secondo senza alcuna espressione di sorta: semplicemente faccio passare qualche secondo, poi ricomincio a fischiettare la stessa canzoncina di prima.
    Sul sottofondo di questo motivetto, muovo i miei passi verso la Zona Neutra.



    Mi pongo verso la parte opposta della cavernosa stanza, dando poi le spalle alla statua che rappresenta i Loro Occhi: se devono fulminarmi, mi prendano il sedere e mi facciano salire un bel brivido!


  5. #95
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Zona Neutra

    FINE TERZA TURNAZIONE. LE VALUTAZIONI VERRANNO EFFETTUATE FIN QUI

  6. #96
    sim dio L'avatar di Akuiyumi
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Messaggi
    2,972
    Potenza Reputazione
    13

    Re: [Deus ex Machina GDR] Zona Neutra



    ANANYA
    Comincia qui

    Il luogo in cui sono giunta è così… strano, così mistico.

    Non posso fare a meno di guardarmi intorno per un bel po’, prima di muovere anche un solo passo. Voglio ammirarlo, certo, ma anche studiarlo.
    Passato il momento di meraviglia, mi dirigo lentamente verso l’edificio davanti a me, pensierosa.
    Tutto questo mi ricorda incredibilmente qualcosa, ma non riesco a capire cosa.
    Mah.
    Continuo a camminare, e nel momento in cui poggio il piede sul pavimento mi balena in mente il ricordo che tanto cercavo.
    Era.. un viandante. L’avevo incontrato una delle volte che ero uscita di notte, ad esplorare. Parlava di un luogo dove è sempre notte, un luogo che non appartiene al nostro mondo…. e di un messaggero alato… Mercur, mi pareva lo chiamasse così. Dunque ecco chi era, e dove sono ora. Significa che qualcuno vuole incontrarmi, ma chi? Le uniche persone che conosco sono i miei compagni ribelli.
    Arrivo in una stanza completamente nera, con tre sedie in fondo.
    Ma cos’è, una sala interrogatori? La cosa non mi piace.
    «C’è nessuno?» chiedo al nulla, prima di guardarmi in giro con circospezione, rimanendo vicino alla porta in caso debba filarmela «Embè, e ora?»


    myMind | myHands | myLegacy | myCrazyLegacy

  7. #97
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: [Deus ex Machina GDR] Zona Neutra

    Master

    Ananya, lo spirito del mago Daeron si palesa a te, mentre le altre due sedie restano vacanti "Il saluto è di buona norma in questo luogo sacro" la sua voce tuona riecheggiando per la stanza come un eco, ma è consapevole che è la prima volta che ti rechi in questo luogo, l'antico saggio si acquieta nell'immediato "Colei che ha richiesto la tua presenza si trova oltre quella porta, puoi raggiungerla" lo spirito si dissolve nel nulla, ma ti lascia ancora una frase "In questo luogo vigono due regole inviolabili: niente magia e niente violenza"



  8. #98
    sim dio L'avatar di Akuiyumi
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Messaggi
    2,972
    Potenza Reputazione
    13

    Re: [Deus ex Machina GDR] Zona Neutra




    ANANYA

    Ancora non si vede nessuno, ma c’è mai stato qualcuno qui? Non dovevano abitarci 3 persone, a detta di tutti, praticamente onniscenti?
    «Il saluto è di buona norma in questo luogo sacro» sento tuonare da una delle sedie, che ora è occupata da una donna. Oook, sono partita con il piede giusto per farmeli amici, non c’è che dire! «Colei che ha richiesto la tua presenza si trova oltre quella porta, puoi raggiungerla» aggiunge poi come se si fosse calmata: evidentemente sanno davvero tutto, e allora saprà anche che la mia non è mancanza di rispetto, quanto solo di bon ton. Quindi è una lei… mi domando chi possa essere.
    Mi dirigo verso la porta indicatami dalla donna, quando sento un avvertimento «In questo luogo vigono due regole inviolabili: niente magia e niente violenza» mi volto a guardarla, ma è già sparita. Mannaggia, e io che volevo usare la vista notturna per vederci qualcosa in questa stanza tutta nera… Suppongo non valga la pena di rischiare. «Ehm.. grazie..» balbetto un po’ indecisa prima di abbandonare la sala interrogatori.
    Raggiungo il posto e vedo…. «Tu??» esclamo senza neanche rendermene conto. La vecchiaccia della battaglia è davanti a una statua… quanto vorrei poter.... dev’essere per questo che mi hanno avvertito sulla magia e sulla violenza, sapevano che avrei voluto attaccarla.
    Mi trema la mano, vorrei tanto poter stringere il mio pugnale, vorrei poterla infilzare. Onde evitare di fare cose di cui poi mi pentirei, rimango il più possibile lontano da lei.
    Mi sto trattenendo, e sto facendo visibilmente fatica nel farlo.
    «Cosa vuoi?» le chiedo con voce rabbiosa sì, ma anche sorpresa.

    *chiedo scusa se sono stata vaga sui luoghi, ma non ho ancora avuto modo di scaricare il lotto e di vedere com'è fatto ç.ç


    myMind | myHands | myLegacy | myCrazyLegacy

  9. #99
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    31

    Re: [Deus ex Machina GDR] Zona Neutra


    La porta si apre senza fare nessun rumore: eccola li....è lei.



    Inclino la testa di lato, mentre la ragazzina (va a vedere che è più vecchia di me, 'sta qua!) non si muove nemmeno di un passo, limitandosi a lasciar chiudere la porta dietro le sue spalle.
    «Tu??» sibila guardinga. Per Raiden, ha infilata su per il culo una mazza da scopa?
    La pelle diafana quasi sbrilluccica alla luce delle fiaccole, quegli occhi rossi come il sangue sembrano intimarmi di starle lontana....sciocca ragazza.
    <<La Strega dell'Ovest, in persona!>> enuncio con un sorriso sghembo.
    Faccio alcuni passi verso una delle fonti di luce, mentre la sento berciare diffidente: «Cosa vuoi?»



    <<Calma-calma....una cosa per volta.>> dico tranquilla compiendo gli ultimi passi che mi separano dall'oggetto.
    <<Ti vedo tesa, permettimi di chiarire come si svolgerà questa discussione...>>
    Allungo la mano sinistra sulla fiamma, facendola sventolare pigramente al centro della vampata senza sortirne alcun effetto.
    Le lascio la visuale completa sul gesto, mentre anche io osservo il mio arto indenne passarci attraverso:
    <<Valar Morghuli: "Tutti devono Morire". Divertente, non trovi? Ci troviamo nell'unico luogo dove questo non può succedere, e guarda caso ci siamo io e te...una strega che ha più decadi di questo stesso luogo e una non-morta.>> All'ultima parola, mi volto verso di lei con un ghigno. Ritiro la mano, mostrandogliela illesa:
    <<Qui non c'è male che può essere fatto, in caso contrario....bhe si, in quell'unico caso ti fanno fuori>> dico tranquilla alzando le spalle.



    <<Smettila di stare li impalata o verrò io...vediamo di dare un senso a questa cosa.>> bercio sbuffando visibilmente.
    Muovo dei passi lenti verso di lei, con l'intento di avvicinarmi e lasciare tra noi un metro scarso di distanza:



    <<Sai alla mia età...ci sono davvero poche cose che mi sorprendono. Sono circondata da persone davvero noiose, senza nessun tratto particolare. Tu, invece....cosa sei?>>
    Ho creato decine di esseri non-morti: toglievo loro la vita, gli davo esistenza. Sacchi di organi spenti, non una coscienza, non un'anima, non un intento: marionette nelle mie mani.
    Qualcosa di quei vermiciattoli mi ricorda lei, ma al tempo stesso la trovo totalmente differente. Cosa la muove, come respira....perchè prova rabbia verso di me, o paura, quando...non dovrebbe sentire nulla?
    Avrà un cuore pulsante, avrà una...memoria?



    <<So molte cose di magia nera, tu invece rappresenti un'incognita, quindi dimmi: da dove vieni, chi eri prima di essere ciò che sei?>>
    Non sono domande fatte a caso, dovrebbe capirlo: la sto studiando, cercare di capire se ha conservato qualcosa della sua vita passata, qualcosa che la differenzi ulteriormente dagli schiavetti che usavo crearmi.
    <<Ovviamente, se ti stai domandando perchè dovresti rispondermi, bhe....chiedo scusa!>> enuncio con una smorfia scherzosa, alzando le mani: <<Sei quello che sei e non può essere usato contro di te ne tenuto nascosto, a meno che tu non sia una stupida. Coraggio, non siamo membri di fazioni avverse, qui...potrei esserti più utile di quando pensi, me ne intendo parecchio di queste pratiche.>> un ghigno si stamperà sul mio viso a quest'ultima frase, che sia riuscita ad avvicinarmi o meno a lei.
    Nei due secoli che ho passato nelle celle reali sono accadute molte cose, Dohaeris è stata attraversata dai cambiamenti, la stessa Magia ha subito un'ulteriore evoluzione...quante cose per me da scoprire da capo: lei è una di queste.


  10. #100
    sim dio L'avatar di Akuiyumi
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Messaggi
    2,972
    Potenza Reputazione
    13

    Re: [Deus ex Machina GDR] Zona Neutra




    ANANYA

    «La Strega dell'Ovest, in persona!» Ma quanto se la tira? Tutto sommato devo ammettere che, se ha la fama che ha, di certo non sarà una sprovveduta. La cosa brutta dell’essere come lei è che tutti conosco te, ma tu non conosci nessuno. Questo è il mio unico vantaggio per il momento, devo cercare di mantenerlo tale.
    «Calma-calma....una cosa per volta. Ti vedo tesa, permettimi di chiarire come si svolgerà questa discussione… Valar Morghuli: "Tutti devono Morire". Divertente, non trovi? Ci troviamo nell'unico luogo dove questo non può succedere, e guarda caso ci siamo io e te...una strega che ha più decadi di questo stesso luogo e una non-morta.» Dunque sa cosa sono… forse… forse lei può aver aiutato Donar a farmi questo. Forse lei può avergli detto come fare.
    «Smettila di stare li impalata o verrò io...vediamo di dare un senso a questa cosa.» Sì ecco brava, diamole un senso. Hai già fatto capire che sai cosa sono, non vedo cos’altro potresti volere da me.
    Comincio a pensare che sia qui solo per fare scena: il suo auto-annuncio, la mano nella fiamma che poi esce illesa… la strega dell’Ovest, tremate! Trucchi di prestigio per ogni occasione!
    Si avvicina lentamente, fino ad arrivare a circa un metro di distanza. Sì, ecco, stai lì va.
    «Sai alla mia età...ci sono davvero poche cose che mi sorprendono. Sono circondata da persone davvero noiose, senza nessun tratto particolare. Tu, invece....cosa sei?»
    Pura delusione. Sono una non morta, l’hai detto tu prima, cara! E ora mi vieni a chiedere cosa sono?
    «So molte cose di magia nera, tu invece rappresenti un'incognita, quindi dimmi: da dove vieni, chi eri prima di essere ciò che sei?» Evidentemente non ne sa abbastanza. Ma certo, come potevo sperare di incontrare qualcuno che conoscesse Donar, proprio in mezzo a una guerra? Le probabilità sarebbero state bassissime, e infatti lei non sa niente. Eppure vuole comunque sapere chi sono, da dove vengo.
    «Ovviamente, se ti stai domandando perchè dovresti rispondermi, bhe....chiedo scusa! Sei quello che sei e non può essere usato contro di te ne tenuto nascosto, a meno che tu non sia una stupida. Coraggio, non siamo membri di fazioni avverse, qui...potrei esserti più utile di quando pensi, me ne intendo parecchio di queste pratiche.» dice infine con un ghigno.
    Vediamo un po’: chi sono? Da dove vengo? Belle domande, non lo so nemmeno io. Una volta mi importava, volevo trovare la mia famiglia, la mia vera famiglia, ma poi… se loro mi hanno data a Donar… non importa in quali circostanze l’hanno fatto, sono dei traditori pure loro. Se li trovassi probabilmente li ucciderei, e loro non mi riconoscerebbero nemmeno.
    Quindi cosa rispondere a questa vecchiaccia? Non so se sia venuta qui veramente solo per sapere chi sono, oppure se possa veramente aiutarmi, ma non ci vedo nulla di male nel risponderle, almeno per ora.
    «Non ricordo.» ammetto sinceramente. «Comunque sai, dici di sapere che sono una non morta, dici di essere esperta di negromanzia, ma poi mi chiedi cosa sono. A me non sembra affatto il comportamento di una persona così competente come asserisci essere. Quindi a cosa potresti essermi utile? A farmi perdere tempo?» Incrocio le braccia, osservandola con sufficienza. «Se davvero sei così tanto ferrata sull’argomento… beh, provamelo. Perché mai dovrei essere così particolare al punto tale che nemmeno “La grande strega dell’Ovest” sa cosa sono?» La guardo con un sorriso di scherno, sicuramente è il modo migliore per farmi odiare, ma è più forte di me.


    myMind | myHands | myLegacy | myCrazyLegacy

 

 
Pagina 10 di 42 PrimaPrima ... 8910111220 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Valutazioni e punteggi
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 31
    Ultimo Messaggio: 25th June 2016, 19:24
  3. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  5. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •