Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 13 di 18 PrimaPrima ... 31112131415 ... UltimaUltima
Risultati da 121 a 130 di 173
  1. #121
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    16

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta

    Master
    Eclisse84 - Mary24781 - SimsKingdom

    *Lysa corri verso Devon ed attivi la tua arma con l’intento di colpirlo con una finta, mirando al capo, per poi modificare la traiettoria verso la sua coscia

    Lysa corri verso Sage e sferri un colpo al suo braccio destro con l’intento di spezzarlo
    Lysa destrezza 117 - Sage destrezza 107
    Lysa colpisce di striscio Sage
    Sage - 10 punti costituzione

    *Alagos espandi la tua simbiosi a Markus, in modo da infondergli il dolore che stai provando alla spalla destra, per poi provare a colpirlo alle spalle

    Alagos carisma 35 – Markus carisma 20
    Markus subisce quasi del tutto la simbiosi

    Devon provi a curarti prima che la tua nemica ti colpisca

    Devon destrezza 135 – Lysa destrezza 117
    Devon riesci nel tuo intento, recuperi 45 punti costituzione e l’uso della caviglia spezzata
    (dai punti dei reietti vengono sottratti i 20 punti subiti da Devon nella prima turnazione, portandosi ad un totale di -15 punti )

    *Devon cerchi di parare il colpo di Lysa

    Devon destrezza 135 – Lysa destrezza 117
    Lysa intelligenza 60 – Devon intelligenza 50
    Il bastone impatta contro la falce anticipando Lysa

    Forza Devon 70 – Forza Lysa 70
    A parità di forza, l’acqua in forma attiva rompe il bastone di legno e la falce affonda nella coscia di Devon non essendosi spostato dal punto originario.
    Devon – 25 punti costituzione

    Devon cerchi di lanciare il tuo bastone contro Lysa
    Devon forza di lancio 70 – Lysa destrezza in fuga 117
    Il colpo non va a segno

    Markus
    impugni la tua arma con la sinistra (risulta mancino da Bg in questo post)
    Markus cerchi di anticipare Alagos per poi usare le tue lingue di fuoco contro il suo viso

    Alagos destrezza 110 – Markus destrezza 190
    Markus evita il colpo, le lingue di fuoco investono Alagos
    Alagos– 20 punti costituzione
    *Markus punti Sage con la tua arma inattiva e gli corri incontro per amputargli l’arto sinistro a partire dalla spalla

    Loren infondi la tua energia positiva a Markus nel tentativo di non farti colpire
    Markus ha già palesato di non colpirti

    Sage incocchi una freccia e punti la ribelle
    Sage destrezza 107 – Lysa destrezza 117
    La freccia sfiora il polpaccio di Lysa
    Lysa – 10 punti costituzione

    Sage cerchi di anticipare Markus correndo verso di lui e sfruttare il suo colpo, per colpirlo a tua volta con il tocco congelante.

    Sage destrezza 107 – Markus destrezza 190
    Il fendente di Markus va a segno, Sage per l’arto sinistro
    Sage – 30 punti costituzione



    Il colpo di Sage non va a buon fine




    • Alagos hai una ferita profonda ed una bruciatura alla spalla destra, l’arto è compromesso, e delle profonde ustioni al viso
    • Loren hai una taglio al braccio, una ferita al fianco e numerose escoriazioni
    • Markus no subisic danni
    • Lysa hai una ferita di media entità alla spalla sinistra, una al polpaccio e qualche escoriazione
    • Devon Hai ancora la gamba ferita dall’allenamento con Sage, riporti in oltre una profonda ferita all’arteria femorale, perdi molto sangue, necessiti di un intervento tempestivo, rischi la vita.
    • Sage hai una contusione media alla testa, il braccio sinistro mozzato ed una ferita a quello destro



    Reietti 65 + 15 = 80 punti
    Reali 20 + 65 = 85 punti
    Ribelli 10 + 20 = 30 punti

    Il Kratoning è conquistato dai ribelli
    Potete ritornare alle vostre rispettive fazioni guerrieri


  2. #122
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta

    Master
    Eclisse84 - mary24781 - SimsKingdom

    Download

    Bosco di Smeraldo

    L’Elysium è la zona ancestrale sacra alla razza elfica, si trova nel cuore del bosco di smeraldo, conosciuto anche per essere la dimora della Gran Maestra Nimoe. Dell’antico tempio dedicato agli dei della natura è rimasto solo l’altare e le colonne che lo circondano, le cinque statue dalle fattezze femminili simboleggiano ognuna un elemento, mentre le due laterali rappresentano le divinità della luce e dell’oscurità, questo luogo rappresenta l’equilibrio che è cardine di ogni esistenza. Non vi sono più tracce dell’antico albero della vita, si narra che le sue radici affondino ancora nel sottoluolo di questo luogo sacro, ma che esse siano sopite, come sospese nel tempo, non crescono e non muoiono, in attesa, forse, di un tempo migliore per germogliare nuovamente.

    Anno DXIII D.D.

    I mese delle foglie
    III giorno di Venere


    I primi ad arrivare al campo sono i ribelli: Baratheon e Bolton
    Alle vostre spalle vi è l’altare, alla vostra sinistra vi si sono i reali e sulla destra i reietti

    Arrivano poi i reietti: Valerius e Ithilbor
    Alle vostre spalle vi è un piccolo lago e la folta vegetazione, sulla vostra sinistra vi sono i ribelli, sulla vostra destra i reali

    Infine giungono i reali: Dreth e Hammerfell
    alle vostre spalle vi è il glados, sulla vostra destra vi sono i reietti e sulla sinistra i ribelli

    Siete tutti equidistanti, ogni coppia forma il vertice di un triangolo, siete distanti circa dieci metri gli uni dagl'altri. Il sole è appena sorto, ma l’abiente è ancora piuttosto scuro a causa dell’omba delle alte montagne e della folta vegetazione che vi circondano. La temperatura è mite, vi sono alcuni caprioli che vi osservano nascosti tra i cespugli, vi è uno strano silenzio nonsotante vi siano molte specie di voltatili, non si sente il canto di nessuno di loro.



  3. #123
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    34
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta

    Nymeria

    Inizia qui

    Attraverso con Vicent la luce azzurrina del portale e il sacro bosco dell'Elysium si apre dinnanzi a noi in tutta la sua magnificenza, percepisco la natura che si sta svegliando come a voler assistere allo scontro che tra poco avrà luogo.
    Mi concentro sugli avversari che hanno già preso posto in campo e, nonostante la penombra, scorgo i ribelli incappucciati nei pressi dell'altare e i reietti dove la vegetazione si infittisce.
    <<Lascia a me gli uomini di Kalisi>> sussurro piano a Vicent, considerato il tradimento della Strega dell'Ovest i ribelli avranno sicuramente più informazioni sul mio conto rispetto ai reietti, per cui con questi ultimi potrei avere qualche possibilità in più.
    Scatto di corsa a destra cercando di sfruttare le ombre degli alberi per essere maggiormente furtiva, e dopo qualche metro richiamo Poison, la mia fedele falce. Con lei nelle mani mi sento completa e sicura, peccato sia solo un'illusione di tutta l'adrenalina che ho in corpo. Continuo ad avvicinarmi all'obiettivo, prestando attenzione ad eventuali attacchi, e quando entro nel raggio d'azione mi teletrasporto immediatamente alle spalle dell'uomo (Valerius).
    Mi materializzo bassa, piegata sulle gambe, così da ridurre le parti esposte, e con un movimento rotatorio della falce cercherò di recidergli i legamenti delle ginocchia in modo da impossibilitarlo nei movimenti. Per avere maggiori possibilità di colpirlo in caso di un suo spostamento sfrutterò tutto il raggio dell'arma, così da aumentare l'area coperta dalla mia lama.
    Appena effettuato l'attacco balzerò all'indietro e cercherò di distanziarmi per più di cinque metri assumendo una posizione di difesa con l'arma salda nelle mani, se tutto sarà andato secondo le mie aspettative e se il mio compagno si occuperà delle ribelli, dovrò tenere a bada solo l'elfa reietta.

    *Teletrasporto del proprio corpo:
    Esperto – Nel raggio di 5 metri
    Evocazione arma forma passiva (Poison: Aion Scythe)

  4. #124
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    23
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta

    Valerius Urthadar

    inizia qui

    Nonostante il sole sia sorto, e ne sono sicuro perché ho visto l'alba al Lacrima Mundi, appena arriviamo all'Elysium non veniamo accolti dall'ondata di luce che mi aspettavo, bensì da un luogo alquanto lugubre e decisamente poco... vivo. Vedo degli animali ma sono nascosti, timidi, e soprattutto silenziosi: gli uccellini non cinguettano, come se fossero interessati anche loro alla battaglia, mentre alcuni caprioli ci osservano dalla vegetazione. Mi domando cosa stia provando Niniel, se anche lei sia interdetta da questa strana atmosfera o se la sua natura di elfa le permetta una maggiore comprensione della situazione. L'altare e le statue mostrano i segni dell'età ma nonostante questo, o forse proprio per questa ragione, emanano un'aura che incute, se non timore, almeno rispetto. Davanti alle rovine vi sono due dei guerrieri che dovremo affrontare, ribelli, per la precisione, dato che ormai riconosco la loro uniforme. Sono due donne, perciò non combatterò né contro il ragazzo che ho affrontato al Sinelux, né contro l'altro soldato che lo accompagnava. Gli ultimi ad arrivare sono i reali, protetti dalle loro classiche armature, un uomo e una donna: lui è probabilmente un Dreth, quindi Vicent Dreth, anche a distanza di 10 metri quei tratti non mentono. Non c'è che dire: Urthadar e Dreth, avversari fino alla fine. È la sua compagna la prima ad agire, dimostra subito una destrezza non comune scattando verso gli alberi ed evocando la sua arma, una pericolosa falce... ma perché sempre le falci? Più avanza e più appare chiaro che noi reietti siamo il suo obiettivo, non avrebbe senso correre da questa parte per poi colpire i ribelli, a meno che tutto ciò non sia un'elaboratissima finta. Il dubbio pare essere confermato quando la vedo svanire davanti ai miei occhi e perciò mi metto in guardia, potrebbe ricomparire ovunque, soprattutto se si tratta di una maestra. Ovviamente tra tutti i posti che avrebbe potuto scegliere si materializza alle mie spalle, con la sua dannata falce pronta ad attaccarmi, e ho pochi decimi di secondo per reagire prima che quella lama mi amputi qualche parte del corpo: con la coda dell'occhio riesco a capire che la donna non è in piedi, bensì piegata sulle gambe, quindi ha intenzione di colpire una parte inferiore del mio corpo. Agisco senza nemmeno pensare e faccio la cosa più semplice del mondo: salto il più possibile all'insù, piegando le gambe a mezz'aria per portarle via dalla sua falce, nella speranza che questa mossa disperata possa, se non proteggermi integralmente, almeno attenuare gli effetti dell'attacco. È questione di secondi e l'azione è già conclusa, la reale si è allontanata ed è giunto il momento di contrattaccare: come prima cosa apro la mano ed evoco Kajeet-Kivar, godendomi dopo tanto tempo la sensazione della sua elsa imprigionata tra le mie dita.

    Arma - Pugnale in forma dormiente
    Simmiller knife - Kajeet-Kivar
    A occhio e croce si trova a una distanza più grande di quella che copre il mio teletrasporto, quindi dovrò correre per qualche metro, sopportando il dolore alle gambe se il suo colpo sarà andato a segno. Scatto in avanti stringendo i denti e avanzo per pochi secondi per poi scomparire davanti ai suoi occhi.

    Alterazione e illusione: Teletrasporto del proprio corpo:
    Esperto - Nel raggio di 5 metri
    Si aspetta che le compaia alle spalle. Tutti si aspettano che la gente si materializzi alle loro spalle, per questo ricompaio alla sua sinistra, in modo che la mia mano destra, quella che impugna il pugnale, sia nascosta dietro di lei, mentre quella sinistra davanti a lei. Fingerò di pugnalarla allo stomaco proprio con la mano sinistra, pochi istanti dopo essermi materializzato, sperando che la mia finta abbia successo e che i suoi riflessi la facciano reagire a questo finto attacco. Quando si sarà resa conto dell'errore sarà troppo tardi, perché Kajeet-Kivar si troverà già nella carne della sua spalla destra, la lama che gioca coi suoi legamenti e le rende inutilizzabile tutto il braccio destro. Quindi salterò all'indietro, sempre se ci riuscirò in base alle condizioni delle gambe, tentando di lasciare almeno 5 metri tra di noi, lasciandole come regalo il mio pugnale conficcato nella spalla.
    Our wills and fates do so contrary run

  5. #125
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    16

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta

    Daphne Elania Baratheon

    Inizia qui


    C’è qualcosa di strano in questo luogo oggi, sarà la tensione per la guerra, la preoccupazione che ho per Efrem e… non lo so neanche io. C’è uno strano silenzio, non vi è cinguettio di uccelli, solitamente è la prima cosa che si sente anche solo avvicinandoci a questo luogo, anche solo passeggiando per il bosco di smeraldo, l’ho fatto così tante volte in vita mia che potrei descrivere tranquillamente il canto di ognuno di loro, ma oggi… oggi no, riesco a scorgerli appollaiati sugli alti rami, come se ci stessero osservando, tutto questo mi inquieta. Io e Shayla prendiamo posizione, alle nostre spalle c’è l’altare con le sue cinque statue sacre, ognuna di loro rappresenta un elemento al quale è legata misticamente, riesco a sentire quella del mio elemento, è come avere un guardiano che mi protegge, l’ho vista tante volte illuminarsi alle cerimonie annuali degli elfi, mi incantavo sempre nel fissarla, ma oggi mi limiterò a tenerla alle mie spalle, conquisterò questo posto, ci proverò con tutte le mie forze.



    Volgo lo sguardo a destra dove noto i reietti prendere posizione, lei è un elfa come me, lui domina il fulmine ed entrambi sono già scesi in campo se ricordo bene le descrizioni di Markus e Shayla, proprio lei deve essersi già scontrata con quella donna.



    Sulla sinistra trovo in posizione i reali, lui… lui è l’ormai celebre mietitore, nonché cugino di Dahmer, quei capelli verdi sono il segno distintivo di quella casata, mentre la donna… la donna non la conosco, credo sia la prima volta che scende in campo, non ho alcuna informazione su lei, prima di decidere di attaccarla, devo provare a studiarla, anche se potrebbe trattarsi di quella donna riportata negli appunti di Deirdre, ma due sono le cose certe: è un elfo e non padroneggia il fulmine.



    E’ proprio lei a scattare per prima, si dirige verso i reietti e scelgo di sfruttare questo momento per scagliarmi contro il suo compagno d’arme, probabilmente il mio è un suicido, quest’uomo è ormai rinomato per la sua forza, ma se devo conquistare questo territorio, se è vero che tutti noi passeremo alla storia, allora voglio essere quella che ha messo sotto uno dei soldati più conosciuti e temibili dell’armata reale. Corro il più rapidamente possibile mi sia concesso dalle gambe e richiamo tra le mie mani Pandora col suo peso ormai familiare, mi dirigo verso il ragazzo ma con una traiettoria a semicerchio in modo da arrivargli lateralmente per tener d’occhio almeno parzialmente gli altri guerrieri ed evitare che qualcuno mi piombi alle spalle. Il mio intento è semplice: compirò una finta puntando alla testa, in modo che creda che io voglia staccargliela di netto, non so neanche se ci riuscirei taurino com’è e con quell’armatura a proteggerlo parzialmente, ma all’ultimo devierò verso la sua mano destra con l’intento di mozzarla.



    Gettando un rapido sguardo, mentre calo la mia ascia, verso i reietti, mi rendo conto che la reale ha evocato la propria falce e sta puntando dritto verso il reietto. Un lampo mi attraversa la mente, voglio sfruttare l’occasione a mio vantaggio, così come la velocità che possiedo, ormai ho realizzato che lei è molto più lenta di me, quindi posso provare a calcolare il tempo che mi occorre per realizzare il mio piano. Mi concentro ed evoco il mio potere di famiglia, piccoli filamenti si manifestano rapidi attorno al mio corpo con una pallida luminescenza azzurra, scatto con la mano verso il ragazzo con l’intento di toccargli un braccio, ma anche solo sfiorarlo mi basterà.



    Il mio intento è quello di teletrasportarlo con me dove si trovano la reale ed il reietto, sono diventata maestra e posso coprire questa distanza tra noi. Ci manifesteremo esattamente tra loro nel momento stesso in cui vedrò la lama della donna affondare, in modo che il ragazzo abbia le gambe contro la falce ed il danno venga inferto a lui al posto che al reietto, il quale ricordo essere più veloce di Markus, ma non ci vuole molto in realtà, è possibile quindi che ci pensi Shayla a lui, farò attenzione io stessa alla distanza della lama dalle mie gambe. Se i miei calcoli sono esatti, non solo il mietitore si ritroverà senza mano, ma verrà falciato dalla sua compagna. In ogni caso mi allontanerò indietreggiando di qualche metro pronta a reagire ad eventuali attacchi guardandomi attorno, lasciandomi in traiettoria della reale, in modo che mi copra, anche se di poco, con la sua figura.

    Pandora - Ascia in forma dormiente
    Teletrasporto del proprio corpo - Maestra: a piacimento in una vasta area e può teletrasportare anche un’altra persona con sé

  6. #126
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    29
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    16

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta

    Vicent Dreth

    (Inizia qui) Io e Nymeria attraversiamo il Glados. Uno strano silenzio, quasi irreale, padroneggia l’Elysium, le condizioni del campo di battaglia però sono perfette: niente pioggia, clima mite e terreno compatto. Alla nostra destra vedo i reietti, l’uomo è il presunto bastardo degli Urthadar, che Aiden pensa possa dominare il fulmine, la donna invece è l’elfo di Franthalia… Bene, speriamo che stavolta non usi animali piuttosto che combattere. Sulla sinistra invece prendono posizione i Ribelli, due donne, credo, a giudicare dall’uniforme, che però complice la distanza ed il viso coperto non riesco ad identificare. Assumo una posizione di guardia quando una scarica di adrenalina mi percorre la spina dorsale: non ho dormito molto stanotte ma mi sento carico e pronto a fare del mio meglio per riportare una vittoria. E’ Nymeria la prima ad attaccare, in un sussurro mi dice di occuparmi delle Ribelli, le rispondo di “sì” con un cenno della testa e rivolgo la mia attenzione alle avversarie. In quel momento vedo una delle ribelli correre verso di me, usa una traiettoria a semicerchio, forse per non farsi colpire, ed evoca a sé un’ascia… E’ poco più veloce di me, quindi riesco a capire che cerca di colpirmi al collo, provo a pararla dato che schivarla senza riportare danni mi sembra impossibile, ma il colpo non arriva o almeno non dove credevo. Sento una fitta lancinante al polso destro, il sangue colare dal pezzo di moncone scoperto, e rabbia… Tanta rabbia. Ringhio a causa del dolore, ma cerco di resistere, di non chiudere gli occhi e focalizzare quel maledetto volto. Ed è Baratheon, ex ancella della Regina nonché una delle carnefici di Alistair Urthadar… Forse il delirio di Aiden potrebbe tornarmi utile. Vedo dei piccoli filamenti bluastri che si manifestano attorno al corpo della Baratheon e, seppur con difficoltà, perfino la mano che mi sta per toccare il braccio destro. Pensando che stia usando il suo elemento che so essere il fulmine decido di incassare il colpo, in pieno, e sfruttare la distanza praticamente nulla tra me e lei per tentare di afferrare, o anche solo sfiorare, il braccio la cui mano è posata sul mio destro. Non riesco però a capire se sono riuscito a prenderla, mi ritrovo infatti teletrasportato, non capisco come, tra Nymeria e il bastardo degli Urthadar: non ho il tempo né per pensare né per agire, posso solo stringere i denti e agire. Rinsalderò la presa - se sarò riuscito ad afferrarla, ovviamente - per evitare che fugga e nel mentre concentrerò attorno alla mano sinistra la forza del vento: sento l'aria gelida attraversare ogni fibra del mio corpo, il ghiaccio si addensa nel mio corpo fin quando dalle mie labbra non vedo fuoriuscire un piccola e flebile nube bianca che si disperde nell'aria che pian piano si fa sempre più fredda a contatto con la mia pelle, il palmo mi formicola a causa del gelo che si sprigiona attraverso un bagliore bluastro.

    Distruzione - Crystalgrave: L'incantatore ha la capacità di concentrare la propria energia nel palmo di una mano e congelare ciò con il quale viene a contatto; (Maestro) Congela tutto il corpo a contatto, causandone la paralisi ed ingenti danni da assideramento.

    Lascerò che il freddo si propaghi per tutto il corpo della Baratheon in tante piccole schegge di ghiaccio per tentare di immobilizzarla completamente. Annullando la presa crollo poi in ginocchio, ferito e sanguinante, senza però proferire un lamento: i legamenti della gambe sono andati, non posso stare in piedi, e la mano destra… Credo di averla lasciata da qualche parte. “Beh, almeno non è la testa… Poteva andarmi peggio.”, penso, con un sorriso isterico. Non perdo tempo, non so nemmeno se l'ho colpita, e rapidamente materializzo la catena di Selene, che è lunga circa un metro, lasciandola avvolta attorno al mio braccio sinistro: creo così uno scudo d’acciaio mistico d’Aeglos, molto utile ad evitare ulteriori amputazioni all’unico arto sano che mi è rimasto, ma soprattutto mi assicuro di avere ben salda la presa sulla palla ferrata come se fosse un tirapugni. Non posso più farla roteare, perché sono destrorso purtroppo, ma i pugni so darli ugualmente con entrambe le mani. <<Allora, non vuoi vendicare la tua amica reietta?>>, dirò atono, senza guardarla, con la speranza di distrarre almeno la reietta da Nymeria, fingerò di attaccare il Reietto ma poi rotolando su me stesso - il più rapidamente possibile - proverò a raggiungere la Baratheon e, sopportando il dolore alle gambe, mi metterò in ginocchio e sollevandomi appena la colpirò con Selene in pieno viso: il mio intento è quello di infilarle gli spuntoni acuminati negli occhi, in modo da accecarla, e magari anche di romperle il naso. La mia speranza è che almeno l'altra Ribelle non mi crei rogne visto che fingo di attaccare qualcun altro.

    Selene - Arma in forma dormiente
    In ogni caso, stando attento al resto degli avversari, rotolerò via per sei metri, e sfrutterò poi tutta la mia destrezza per schivare rotolando su me stesso o al limite, in caso non riesca a schivare, parare eventuali colpi contro la mia persona usando il braccio destro...
    Ultima modifica di Damnedgirl; 18th January 2016 alle 22:05



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  7. #127
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    16

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta

    E' POMERIGGIO

  8. #128
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    13

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta




    Ho trascorso talmente tanto tempo in quella tenda... I miei sensi... il mio corpo... riuscirò a gestire questa battaglia? Non mi importa di morire. Dopo ciò che ho visto... direi che morire avrebbe anche un senso, solo... non voglio deludere i miei compagni. Non voglio mettere in difficoltà la mia fazione. Non voglio fallire per rispetto di chi ha creduto in me finora. Fino a questo punto. E' solo che... non mi alleno da così tanto tempo che ho paura di non essere nemmeno più in grado di scoccare una freccia.



    Ok. Ora calmati Niniel. Respira. Devi respirare e stare calma. Jarak è un abile combattente ed anche tu non sei proprio da buttare, quindi... puoi farcela!




    In più questo posto... questo posto è... come si fa? Come si fa a combattere in luogo simile?



    Sembra... incantato. Quasi potrei ignorare la presenza di quelle due tizie laggiù (e dire che una mi pare di riconoscerla) e di quei tipi che... che... che...


    CHE CAZZO.
    E' LUI.


    Mentre tutto intorno a me si sta muovendo ad incredibile velocità (e sono certa che si stiano muovendo perché lo spostamento di Jarak mi ha smosso i capelli), resto come pietrificata ad osservarlo.



    I miei occhi non lo abbandonano nemmeno un secondo. E' come se... come se non riuscissi a muovermi ed a distogliere lo sguardo da lui.
    Sono pronta a ciò che sta per accadere? Sono pronta ad affrontare me stessa? Le mie paure, le mie angosce ed i miei tormenti? Devo correre da lui. Devo. Correre e colpirlo con tutta la forza che ho.
    Voglio farlo. Non importa se morirò. A costo di rimetterci anch'io la testa, ma devo e voglio farlo.


    Devo.
    Voglio.


    Ed allora perchè?! Perché non riesco a fare un singolo, fottuto, passo?! Cosa... cos'è che mi trattiene?!
    Non saranno... No. Impossibile. Le parole di quella donna non hanno alcun effetto su di me.
    Lei... lei non è nessuno per me. Non è niente.


    Avverto un sussulto quando vedo la sua mano destra cadere a terra, che si trasforma in un brivido che mi percorre la schiena quando vedo il sangue colare copiosamente e l'espressione che affiora sul suo volto, quasi sicuramente dovuta al dolore... Sul mio viso compare un sorriso. E mi sento felice. La vista del sangue, del suo sangue, mi inebria i sensi.


    Un passo.
    Ancora un passo e poi ancora uno.
    E mentre inizio a muovermi, prima lentamente e poi sempre più rapidamente, è come se il mio corpo acquistasse nuova energia. Mi sento forte... veloce... mi sento... pronta.
    Non so spiegare razionalmente questo cambiamento. Potrebbe dipendere dal luogo, da lui, dalla consapevolezza che ora sta provando almeno un po' di dolore... non mi importa. Voglio solo combattere. Voglio solo colpirlo con tutta la forza che ho in corpo. Con tutta la violenza e la ferocia di cui sono capace. Nessuna pietà. Per nessun motivo dovrò esitare... lui non esiterebbe con me. Lui... quella volta non ha esitato.
    Non lasciare che la rabbia offuschi la ragione, tuttavia Niniel. Non puoi permetterlo. Non devi assolutamente...


    "Allora, non vuoi vendicare la tua amica reietta?"



    Perdonami Ryuk. Sarà per la prossima volta, te lo giuro. Sempre se ci sarà una prossima volta, ma questi sono dettagli.
    Sbarro gli occhi, mentre lo guardo rotolare per terra. Come un maiale che rotola nel fango.


    QUESTO VUOLE CREPARE, CAZZO!


    Non posso più attendere. Adesso o mai più.
    Scatto verso di lui, sfruttando tutta la mia destrezza, mentre Earine si materializza nella mia mano, ed una volta giunta a circa quattro/cinque metri dal mio obiettivo afferro rapidamente due frecce e le incocco: non appena il bersaglio sarà fermo... le scoccherò entrambe. Quasi sicuramente non si aspetterà una finta.
    Il mio intento, infatti, è proprio quello di usare una freccia come diversivo, per poi colpirlo con l'altra freccia sfruttando la mia telecinesi per modificare la traiettoria. La prima, che seguirà una traiettoria perfettamente dritta, punterà al cuore, mentre la seconda, con una traiettoria obliqua (per cercare di colpirlo anche nel caso in cui iniziasse a rotolare di nuovo), quindi decisamente diversa dalla prima, dovebbe colpirlo alla gola.

    Earine: forma dormiente
    Alterazione ed Illusione -Telecinesi - spostare oggetti o lanciarli con la forza della mente
    Esperto - Nel raggio di 5 metri, può sollevare fino a 250kg di peso

    A terra. Quanto vorrei sferrargli un calcio in pieno volto, ma no. No, no, no, concentrati. Osservarlo affogare nel suo stesso sangue potrebbe comunque bastarmi. Potrebbe? Mmm...


    A prescindere dall'esito del mio attacco, mi sposterò a zig zag per cercare di tornare il più possibile vicina alla mia posizione di partenza. Sicuramente prima di allontanarmi gli dirò: "Ti accontento, ma un pezzo alla volta. Vai a spalare la merda nei campi Elisi, mietitore di Franthalia". E solo se sarò riuscita a colpirlo aggiungerò: "Questo è da parte di Elwing..."








    Ultima modifica di valuccia85; 24th January 2016 alle 19:58

  9. #129
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    30

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta

    Shayla Bolton


    Quando calpesto il suolo dell'Elysium resto interdetta dall'atmosfera che ci accoglie totalmente diversa da quella che mi sarei aspettata. Non conosco molto questo posto ma ho passeggiato alcune volte nel bosco di smeraldo e la sensazione di essere circondati dalla vita in tutte le sue forme è sempre stata forte ed intensa, sia per via dei numerosi animali che lo popolano e ne interrompono il silenzio con i loro versi, sia per la vegetazione che lo arricchisce di colori e sfumature. Ma oggi è tutto così... fermo, silenzioso, come se ogni forma di vita sia in attesa di conoscere l'esito di questa battaglia. Io e Daphne avanziamo fino a prendere posto davanti all'altare ed alle cinque statue che rappresentano gli elementi, sento affinità con il fuoco che avvolge la mia essenza e questo contribuisce ad accrescere la mia determinazione a vincere ad ogni costo questo territorio. Osservo i nostri avversari, tra i reali riconosco il volto inconfondibile di Vicent Dreth, il mietitore di Franthalia, ed un'altra ragazza che dalle informazioni fornite dalla Strega dell'Ovest dovrebbe essere la mercenaria, la Hammerfell. Tra i reietti invece riconosco l'elfa con cui mi sono scontrata all'Abgruntis, in quell'occasione non sono riuscita a colpirla a causa dell'intervento di Ryuk ma stavolta potrei riuscire nel mio intento, ricordo che avevamo più o meno la stessa destrezza ed in questi giorni sento di essere diventata più veloce. Accanto a lei uno stregone, sento la sua natura come lui certamente sente la mia, dalla benda riconosco in lui il combattente sceso al Sinelux e con il quale si è scontrato Markus, domina il fulmine se ricordo bene e nessuno di loro padroneggia il fuoco, ancora una volta sono l'unica con il mio elemento in campo. Daphne mi rivolge uno sguardo complice e sicuro di sé prima di scattare verso il mietitore, rivolgo quindi le mie attenzioni ai reietti dato che ai reali sono certa penserà lei. In pochi istanti la battaglia entra nel vivo, vedo Daphne riuscire ad amputare una mano al reale e teletrasportarlo lungo la traiettoria del colpo della sua compagna, sorrido per la sua astuzia e per quel teletrasporto che odio ma che ora si è dimostrato provvidenziale e torno a guardare la reietta che sceglie di attaccare a sua volta l'uomo con due frecce, la seconda delle quali segue una traiettoria non naturale e quindi probabilmente è mossa da telecinesi. Si allontana tornando verso la sua posizione originaria allontanandosi dalla mischia ed è in quel momento che decido di scattare nella sua direzione, materializzo Impeto nelle mie mani e ne stringo l'impugnatura con tutte le mie forze, lascio che il fuoco che sento scorrere nelle mie vene confluisca nella lama del pugnale rendendolo incandescente ed avvolgendolo con fiamme che scalpitano per bruciare le sue carni. Quando le sono vicina provo a pugnalarla una prima volta all'altezza della spalla destra così da impedirle di utilizzare il suo arco e poi alla coscia sinistra così da impedirle i movimenti e rallentarne l'eventuale contrattacco. Subito dopo mi allontano da lei indietreggiando di qualche metro e restando pronta a schivare eventuali attacchi suoi o degli altri.


    Impeto - Arma in forma attiva (Fuoco)
    *Azioni di Daphne concordate

  10. #130
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta

    Master
    Eclisse84 - Mary24781 - SimsKingdom



    *Nymeria evochi la tua arma e ti scagli contro Valerius, teletrasportandoti alle sue spalle, per poi provare a falciargli i legamenti delle gambe, sfruttando tutto il raggio della tua falce

    *Valerius ti rendi conto che Nymeria è alle tue spalle

    Valerius intelligenza 80 – Nymeria intelligenza 30
    Azione data per conclusa fattibile

    *Valerius provi a saltare per provare ad evitare la falciata della reale

    Daphne evochi la tua ascia e provi ad amputare la mano del reale con una finta
    Riesci nel tuo intento

    Vicent – 30 di costituzione

    *Vicent provi ad afferrare Daphne

    *Daphne provi a teletrasportare Vicent con te e sfruttare l’attacco della sua compagna, in modo che il danno venga riportato da lui e non dal reietto
    Riesci nel tuo intento

    Vicent – 20 di costituzione

    *Valerius non subisci il colpo di Nymeria e provi a colpirla con una finta del tuo pugnale dopo averla raggiunta

    Valerius destrezza 185 – Nymeria destrezza 203
    Valerius intelligenza 80 – Nymeria intelligenza 30
    riesci nel tuo intento

    Nymeria – 20 punti di costituzione

    Vicent provi a congelare Daphne


    Vicent destrezza 350 – Daphne destrezza 365
    Vicent sfiori Daphne, ma non la blocchi e non riesci a congelarla

    Vicent evochi la tua arma e la usi come scudo



    Niniel corri verso Vicent e scagli due frecce contemporaneamente, ma deviando il percorso della seconda attuando una finta.



    Vicent evita la prima freccia, ma non la seconda
    Vicent – 15 punti di costituzione

    Shayla evochi la tua arma in forma attiva e ti scagli contro la tua avversaria reietta con l’intento di colpirla due volte, la prima alla spalla destra e la seconda alla gamba sinistra.

    Shayla destrezza 239 – Niniel destrezza 220
    Shayla riesci nel tuo intento

    Niniel – 50 punti costituzione (due colpi da 25)




    • Nymeria hai i legamenti della spalla destra recisi, non riesci a muoverla e il pugnale di Valerius è ancora conficcato al suo interno. Ti trovi a circa cinque metri dalla postazione originaria dei Reietti, la tua arma resta in forma passiva
    • Valerius non riporti ferite, la tua arma resta sopita nella spalla di Nymeria, sei a circa cinque metri da lei.
    • Daphne non subisci danni, la tua ascia resta sopita, ti trovi alle spalle di Nymeria distanziata di qualche metro da lei
    • Vicent hai la mano destra amputata, i legamenti di entrambe le gambe recisi all’altezza delle ginocchia ed una ferita profonda alla gola, la freccia è ancora conficcata in essa. La tua arma resta sopita. Ti trovi a sei metri circa di distanza da Daphne
    • Niniel il tuo arco resta sopito, ti trovi nuovamente alla tua postazione di partenza, hai la spalla destra fuori uso ed una ferita profonda alla gamba sinistra.
    • Shayla non riporti ferite, la tua arma torna sopita, ti trovi a qualche metro dalla postazione originaria dei reietti


    Danni reali 85
    Danni reietti 50
    Danni ribelli 0


    Turnazione Fissa
    Vicent Dreth
    Niniel Ithilbor
    Shayla Bolton
    Nymeria Hammerfell
    Valerius Urthadar
    Daphne Elania Baratheon
    Master

 

 
Pagina 13 di 18 PrimaPrima ... 31112131415 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Quest Reali
    Di mary24781 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3384
    Ultimo Messaggio: 24th June 2016, 19:43
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli
    Di SimsKingdom nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 2207
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:11
  3. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Deus ex Machina GDR] Esempio Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 20th September 2014, 18:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •