Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 3 di 18 PrimaPrima 1234513 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 173
  1. #21
    sim dio L'avatar di Akuiyumi
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Messaggi
    2,972
    Potenza Reputazione
    9

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta


    Ananya Nitya Kalpana

    Odio la mattina, non capisco perché invece le altre persone la amino così tanto! Tutti si alzano presto, tutti cominciano a lavorare presto, tutti vogliono cominciare le battaglie presto! Hanno sempre tutti così tanta fretta!ù



    Fortuna che dopo l’allenamento con Andreus non sono andata a dormire, altrimenti rischiavo seriamente di non essere presente con la testa.
    Attraversiamo il portale e giungiamo per primi in quello che è il campo da battaglia: ottimo, ecco a cosa serve fare le cose presto! A niente! Sbuffo, mentre ci allontaniamo dal portale, dirigengoci a sinistra verso degli alberi isolati.



    Appena prendiamo posto qualcun altro esce dal Glados: a giudicare dagli abiti devono essere i cosiddetti reietti. Si schierano velocemente di fronte a noi, vicino al laghetto dall’altra parte del campo.



    Arrivano infine i ritardatari: i reali. Una indossa l’armatura descritta da Andreus, l’altra sembra abbia una stupida tunica. Devo forse presumere che l’incappucciata si consideri talmente agile da non necessitare di una buona difesa?



    Nel frattempo faccio apparire il mio pugnale dietro la schiena.
    Aion Little Sword: forma dormiente
    Osservo la reale “particolare”, notando che in effetti si tratta di una vecchiaccia, ma improvvisamente mi sento strana.. la vecchia si avvicina alla sua collega dai capelli rossi e inspiegabilmente questa mossa mi lascia.. inquieta, spiazzata, preoccupata. Il respiro si fa pesante, il cuore più veloce: annaspo e mi agito come un pesce fuori dall'acqua, cercando aria. Questa… paura… l’ho già provata.



    Ora capisco che quello che utilizzava “mio padre” su di me era lo stesso potere che sta usando adesso il mio nemico. Vorrei reagire, ma non riesco. Ho paura, troppa paura di quello che potrebbe farmi, di ciò che potrebbe essere in grado di fare. La sento poi urlare, persino la sua voce è qualcosa di orribile «FECCIA RIBELLE! SE NON VUOI CHE TI FACCIAMO DEL MALE, ATTACCA QUELLA REIETTA DAI CAPELLI GRIGIO TOPO!» riferendosi alla reietta con i capelli bianchi.



    Vorrei.. vorrei vincere la paura, come ho fatto con lui. Tutti possono morire, lui ne è stato la prova.

    Cerco di pensare a qualcosa, ma tutto ciò che mi viene in mente è quell'orribile e spaventosa vecchia. Distolgo lo sguardo da lei, anche se è una mossa veramente stupida non tenere sott'occhio il tuo nemico, non so che altro fare.
    Giusto in tempo per vedere la reietta attivare una specie di… ma che potere è? Si dà fuoco da sola e si lancia verso di me in uno strano attacco kamikaze, materializzando la sua spada. Ma come fa a vedere dove sta andando con le fiamme davanti alla faccia?



    Ok, calmati Ananya, concentrati. Lei non è la vecchiacchia.
    Lei non è la vecchiaccia.

    La donna mira ad affondare la sua spada nel mio fianco sinistro.

    Tenterò di schivare il colpo lanciandomi in una capovolta in avanti alla mia destra (quindi la sua sinistra). Se tutto andrà come deve, mi ritroverò accucciata alla sua sinistra.



    Quel fuoco… mi mette paura, ma non più di quella maledetta vecchiaccia. Questi guanti dovrebbero proteggere un minimo dalle fiamme (o almeno sarà sempre meglio che non avere proprio nulla), perciò approfitterò della mia posizione per accoltellarla (e intendo affondare la lama nella carne, non colpire di striscio) alla coscia (sinistra ovviamente) con il pugnale in forma attiva, appena sopra gli stivali, per poi estrarlo immediatamente. Naturalmente, date le nostre posizioni, attaccherò con la mano sinistra.

    In caso di un suo contrattacco, sarò pronta a fare un’altra capovolta in avanti per evitare un suo possibile colpo.

    Aion Little Sword: forma attiva - vento





    Ultima modifica di Akuiyumi; 26th February 2015 alle 23:35


    myMind | myHands | myLegacy | myCrazyLegacy

  2. #22
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    14

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta

    ADAMANTIA FERALYS

    Eccoci finalmente.


    Solumquae è un posto desolato e polveroso: è magnifico! Il Vulcano, così maestoso e solitario, riempie il piattume della valle come una bella donna in mezzo ad un branco di mezze tacche, come me ... qui, circondata da una manica di orrende figure in orrendi vestiti! Do un'occhiata di sbieco alla septa: bella tunica, serpe velenosa!


    Osservando i miei nemici non riesco a non pensare di essere proprio sfortunata! Quante possibilità c'erano di capitare in una battaglia dove a scontrarsi sono solo donne? Niente addominali scolpiti, niente testosterone a mille ... Sbuffo sconcertata mentre osservo reiette e ribelli: chi sono le une e chi le altre per me ha poca importanza, dovrò ucciderle per sopravvivere e questo mi basta.


    Vedo solo le nostre posizioni, siamo a una decina di metri le une dalle altre, come i vertici di un triangolo. Di fronte a me il grande vulcano di Solumquae ad osservare silenzioso l'esito della battaglia.
    Sento la septa bisbigliarmi qualcosa all'orecchio: "Occupati della reietta dai capelli blu dunque, io me la vedrò con l'altra ribelle!" - L'una o l'altra per me è uguale. Poi comincia a urlarmi nelle orecchie, grida verso una delle ribelli di attaccare una reietta. Sta usando l'aura, furba la vecchietta! Comincio a capire il suo piano, e capisco anche perchè la furbastra si sta nascondendo dietro di me.
    Entriamo nel vivo dello scontro, la ribelle e la reietta si lanciano l'una contro l'altra, io punto lo sguardo verso verso la tizia dai capelli blu (Larieth) - sarà parente di sir Demonar il giullare? - ebbene me la vedrò con te, per adesso.


    Siamo troppo distanti per tentare qualunque cosa, dovrò avvicinarmi un minimo perchè i miei colpi siano efficaci. Comincio a correre fino a coprire la distanza di cinque metri e nel frattempo evoco Medea, in forma non attiva, non so la tizia che elemento possa avere, quindi è meglio non rischiare

    Arma – Pugnale in Forma non Attiva
    Simmiler Knife (Medea)
    Come un lanciatore di giavellotto comincio a correre prima piano, il mio braccio e la mia spalla sinistra sono rilassati. Non appena Medea compare nella mano, la alzo sopra la testa, con la punta rivolta in avanti ovviamente e l'andatura si fa più veloce. Arrivata ai cinque metri freno la corsa e contemporaneamente sposto il braccio sinistro, che stringe il pugnale, all'indietro. Carico il lancio, anche la gamba sinistra è all'indietro in modo da darmi ancora più slancio. Guardo dritto davanti a me, non mollo l'obiettivo; roteo la spalla, spingo in avanti il braccio sinistro e lascio andare Medea. La scaglio con tutta la forza che ho in corpo verso di lei, la reietta dai capelli azzurri, verso il suo cuore: colpisco per uccidere, non per ferire, non è quello il mio scopo. Non ho mai sbagliato un colpo e non dovrei sbagliare nemmeno stavolta, ho fatto tutto nel modo giusto: la precisione, la destrezza, la forza sono con me.
    Se la ragazzina dovesse riuscire a sopravvivere e contrattaccare, so già come reagire, sfrutterò tutta la mia destrezza per schivare qualunque colpo mi lancerà. So di potercela fare e ce la farò.

    *aggiunte 4 foto


  3. #23
    sim dio L'avatar di saphira_84
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Età
    36
    Messaggi
    4,217
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    24

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta

    Comincia da qui.

    Larieth Slagant



    Attraverso il glados assieme a Elen, davanti a noi ci sono già le ribelli, ci posizioniamo davanti a loro, il grande vulcano di Solumquae è alla nostra destra a dominare tutta la vallata.
    Dopo un paio di secondi arrivano anche le reali, ma quella non è la strega dell’ovest? Si diceva che avesse perso tutti i suoi poteri, che sia riuscita a recuperarli? La cosa non mi piace per niente.
    Non conosco le capacità dei miei avversari quindi non posso fare altro che affidarmi all’istinto, mi prendo qualche istante per osservare le loro mosse.
    La strega si posiziona subito dietro alla sua compagna, e da ordine a una delle ribelli di attaccare Elen, quindi la strega è una codarda, preferisce far fare agli altri il lavoro sporco, poi bisbiglia qualcosa alla rossa che si mette subito a correre verso di me con un ghigno poco rassicurante, arrivata a circa cinque metri da me estrae un pugnale e me lo scaglia contro.
    Non posso scappare, la donna è veloce, troppo per me, cerco di evitare il peggio lasciandomi cadere a terra in ginocchio, almeno se deve colpirmi non lo farà in parti vitali.
    Bisogna uccidere la vecchia beffana (Deidre), è lei la burattinaia che tira i fili, velocemente ancora in ginocchio faccio apparire il mio arco, appena sento il peso della faretra sulle mi spalle, prendo una freccia con la mano destra e mi concentro per infondere il mio potere d'acuqa. Scaglio la freccia prendendo la mira sul braccio della strega con cui sta impugnando l’arma.
    Poi mi alzo e mi metto a correre in direzione del vulcano, mi devo allontanare da questa rossa psicopatica.

    Arma in forma attiva
    Ultima modifica di saphira_84; 12th February 2015 alle 16:40

  4. #24
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta

    É pomeriggio

  5. #25
    sim dio L'avatar di XxRosy_99xX
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    ~ Oasis Landing ~
    Età
    20
    Messaggi
    3,296
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    11

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta


    Lucynda Mellow

    INIZIA QUI


    Solumquae... uno di quei pochi luoghi su cui ho sperimentato le prime lotte con mio padre.



    Rimettere piede su questa terra dopo vent'anni mi fa uno strano effetto...fetido: l'aria di zolfo che penetra all'interno delle mie narici ne è la prova esemplare. Ci mancavano solo le scorregge del Vulcano a fare il tifo per i guerrieri giornalieri!

    Siamo noi Ribelli a giungere per prime sul campo da battaglia, prendiamo posizione vicino a quel gruppo di arbusti isolati, distanti pochi metri dal Glados: ci ritroviamo quindi con la faccia del Vulcano alla nostra sinistra mentre il portale, che se ne sta lì buono buono a sorvegliare l'inizio dell'evento, è residente alla nostra destra.

    Poco dopo vedo arrivare le prime nemiche che prendono posizione davanti a noi, una dalla chioma blu e un'altra dalla chioma talmente grigia che la fa decisamente invecchiare, le quali probabilmente fanno parte dei Reietti...a giudicare dalle pellicce sporgenti dalla parte superiore della loro armatura.



    Poi è il turno degli ultimi nemici per i quali nutro un odio ancora più profondo, i Reali...no aspetta, sono anche loro delle donne: una indossa la classica armatura argentata da soldato con delle tonalità bluastre che caratterizzano i colori dello squallido regno... l'altra invece è una "dolcissima" vecchina incappucciata - E se avesse qualche grado di parentela con la grigia? - che, a quanto pare, è attirata dalla figura mia e quella di Ananya.



    Mmh, qualcosa mi dice che saremo noi i suoi primi bersagli, meglio tenerla d'occhio!
    Stavolta non ci è capitato uno gnoccone come nemico, anche se avrei preferito che ce ne fossero almeno due... bah, ma chi se ne fotte! Dovrò sbarazzarmi di tutta questa gente, uomini o donne che siano, se voglio salvare la mia pellaccia!

    Mi prendo qualche istante per studiare bene la serie di mosse che si susseguono: la vecchiaccia terrorizza MissCadavere, urlandole di attaccare la sua ipotizzabile parente reietta, ma lei non contrattacca, sembra manifestare una sensazione di turbamento...che abbia infuso in lei gli effetti palesi dell'aura di tenebra? Ma che domande, certo che sì! Una strega non dovrebbe avere alcun dubbio sulla propria abilità di razza.
    Ananya si riprende giusto in tempo per occuparsi della Topa, che a quanto pare scopriamo che quest'ultima è legata all'arte del Fuoco ed è munita di una spada dalle sembianze identiche alla mia, ella si scaglia contro il fianco sinistro della ragazza ma lei tenta di schivare con una capovolta, per poi materializzare quel coltellino - Che ho già avuto modo di conoscere - ed infondergli il potere del Vento. Che dire, ho avuto una botta di culo nell'avere in squadra un elemento a me avverso.
    Con la coda dell'occhio noto che l'altra lurida Reale si lancia contro la Reietta Blu per tentare un colpo con la sua arma: un pugnale. Un'altro coltellino volante. Lei però cerca di salvarsi scivolando con le ginocchia per evitare il colpo, per poi cercare di sferrare un attacco direzionato alla vecchia con una freccia scoccata dalla balestra della ragazza.
    Umpf, comincio davvero a stufarmi di restare impalata come una fessa, perciò mi darò da fare!



    Punto lo sguardo sulla mia prima vittima: la vecchiaccia reale, intenzionata a materializzare la sua arma... trattasi di una sorta di bastone rudimentale. Se le nostre distanze fossero ravvicinate, sarei fottuta. Potrebbe darmelo in testa oppure centrare in pieno il mio viso, perciò è meglio bilanciare un po' la distanza, per permettere al mio seguente attacco di avere la massima efficacia su di lei. Faccio due passi avanti ed assumo una posizione offensiva: mi ritrovo alla sua sinistra, con le gambe leggermente divaricate ed il braccio sinistro proteso in avanti, con il palmo esteso e le dita libere nei movimenti.



    Richiamo quel potere che Zeus mi ha donato fin dalla nascita, sento scorrere l'elettricità nelle vene finchè la vedo sprigionarsi birichina sul palmo avvolto dal tessuto del guanto prendendo la forma di una saetta, intenzionata a scagliarsi contro il braccio della mia simile (di razza s'intende) che regge il bastone.

    Distruzione:
    Saetta
    (Allievo) - Si crea una saetta di piccole dimensioni, che può essere lanciata per due metri, che causa danni lievi da elettricità (50 volt)
    Ho intenzione di folgorarla e magari vederla accasciarsi sul suolo, quindi lascio che la potenza del mio attacco elettrico faccia il suo dovere.
    Se dovesse riuscire a sopravvivere al colpo, non esiterò ad affidarmi alla destrezza: mi terrò pronta a schivare una sua eventuale contromossa, eseguendo una ribaltata in avanti alla mia sinistra (dunque alla sua destra), atterrando con il busto piegato in avanti, le gambe leggermente flesse ed i piedi ben saldi sul pezzo di terreno confinante con il ruscello, circondato da numerose foglie secche...



    Ultima modifica di XxRosy_99xX; 23rd February 2015 alle 21:31 Motivo: Aggiunte foto.


  6. #26
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    24
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    11

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta

    Master
    (Eclisse84 - mary24781 - SimsKingdom)


    Deirdre decidi di usare la tua aura di tenebra contro Ananya per indurla a non scagliarsi contro le reali
    Carisma Deirdre 60 – Carisma Ananya 20
    Il tuo tentativo riesce.

    Elen attivi lo scudo di fuoco e ti scagli contro Ananya per colpirla con la tua spada.
    Ananya, a tua volta, ti scagli contro Elen e cerchi di evitare il suo fendente
    Destrezza Ananya 203 - Destrezza Elen 100
    Ananya riesci a schivare il fendete con facilità.
    Cerchi di colpire Elen con il tuo pugnale in forma attiva
    Scudo di fuoco – arma di vento / fuoco vince sul vento
    Il tuo fendente viene respinto e lo scudo ti brucia la mano ed il polso sinistro
    Ananya -20 costituzione

    Adamantia evochi il tuo pugnale e dopo aver preso la rincorsa, lo lanci alla tua avversaria mirando al cuore
    Larieth vedi la tua avversaria correnti incontro e provi a schivare inginocchiandoti
    Forza di lancio Adamantia 103 – Destrezza Larieth 112
    Larieth non riesci a schivare del tutto il pugnale, il quale si conficca poco sotto la scapola destra, ma hai evitato che il cuore fosse colpito
    Larieth20 costituzione

    *Larieth evochi il tuo arco in forma attiva e decidi ti puntare Deirdre, per colpire il suo braccio

    Lucynda muovi due passi verso la tua avversaria e le scagli contro la tua saetta
    La saetta percorre solo due metri (come da descrizione potere), quindi non va a segno
    Deirdre avanzi verso Lucynda roteando il bastone con entrambe le mani, con l’intento di colpirla
    Lucynda cerchi di schivare con una capovolta
    Deirdre destrezza 64 – Lucynda destrezza 100
    Lucynda riesci a schivare il bastone

    *Larieth scagli la freccia, Deirdre sta avanzando verso Lucynda e tu sei ferita
    La freccia colpisce il braccio destro di Deirdre superficialmente , senza trapassarlo
    Deirdre15 Costituzione



    • Deirdre hai il braccio destro con una ferita mediamente profonda, la freccia si è conficcata a terra pochi metri lontano da te. Sei avanzata in direzione del punto di origine delle ribelli per circa otto metri. Alla tua destra, distante poco più di due metri, c’è Lucynda. Il tuo bastone resta in forma dormiente e l’aura di Tenebra cessa la sua azione.
    • Elen sei senza ferite, il tuo scudo si dissipa e la tua spada resta in forma dormiente. Hai percorso circa metà tragitto tra il tuo punto di origine e quello delle ribelli. Ananya è alla tua destra.
    • Ananya hai la mano sinistra ed il polso bruciati, il dolore è intenso. La tua arma torna in forma dormiente. Alla tua sinistra si trova Elen.
    • Adamantia non hai ferite, ti trovi a circa cinque metri dal tuo punto di partenza. La tua arma è conficcata al di sotto della scapola destra di Larieth e resta in forma dormiente.
    • Larieth hai il pugnale di Adamantia conficcato sotto la scapola destra, la ferita è grave, ma non mortale. Dopo aver scagliato la freccia, la tua arma torna dormiente e corri in direzione del Vulcano.
    • Lucynda non hai ferite. Ti trovi a circa due metri dal tuo punto di origine ed alla tua sinistra c’è Deirdre.






    Turnazione fissa
    Adamantia Feralys
    Larieth Slagant
    Lucynda Mellow
    Dairdre dall'Ovest
    Elen Nárë Vanya
    Ananya Nitya Kalpana
    Master


  7. #27
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    14

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta

    ADAMANTIA FERALYS

    Il lancio è teso e veloce. Perfetto! Se sei fortunata, Puffetta, morirai senza soffrire troppo.
    Intorno a me lo scontro è nel vivo, il clangore delle armi sfoderate si diffonde da subito assordante nella landa sconsolata di Solumquae e il sentore della magia è forte. Ho tutto sotto controllo, ma ho gli occhi puntati sulla mia nemica dai capelli blu, voglio vederla agonizzare, mi ciberò della paura della morte nei suoi occhi quasi spenti e infierirò sul suo cadavere ancora fresco.
    Un ghigno di soddisfazione mi attraversa il volto quando vedo Medea vicino al bersaglio, sta per colpire, ma l'euforia dura solo un attimo: la donna riesce a sfuggire al mio castigo per un soffio. Il pugnale le si conficca appena sotto la scapola destra, il sangue comincia a sgorgare fluido: ti ho fatto tanto male, vero?
    Non l'ho uccisa, ma credo che in queste condizioni non durerà molto. Sto per richiamare la mia arma, quando la vedo reagire improvvisamente, deve essere un ultimo alito di adrenalina. E' in ginocchio, materializza un arco e scocca una freccia. Temo voglia colpire me, sono pronta a schivare e invece la freccia, una freccia d'acqua - a quanto pare è questo il suo elemento - va a colpire la mia cara amica stregaccia (Deirdre nda) dritta al braccio. Acqua! Ho rischiato grosso contro questa bamboccia blu, le cose potevano mettersi male per me, fortuna che invece la sfiga è toccata alla vecchia! Speriamo si salvi da sola perchè mi scoccerebbe non poco doverle dare una mano. Dopo aver scoccato la freccia, l'arciere fugge arrancando verso il vulcano dandomi le spalle.
    Non è possibile! E' stata addestrata al circo e messa qui per farmi fare un mucchio di risate? E' ferita e perde sangue, in poche falcate riesco a raggiungerla senza farmi sentire, grazie all'ottimo allenamento e al mio alto grado di destrezza e per di più non ha gli occhi dietro la testa, ho intenzione di afferrarla per la spalla destra e costringerla a guardarmi negli occhi, mentre attiverò il mio charme. Le dirò, e sarò molto convincente: "Torna indietro verso il glados, non attaccare nè parlare con nessuno, attraversalo per tornare al tuo misero accampamento e stai zitta e immobile fino a quando non vedrai tornare la tua compagna (viva o morta non mi interessa)."
    Il mio charme è forte, non dovrei avere problemi a manipolare il suo piccolo cervello, farà esattamente quello che le dirò e senza fiatare.
    Se tutto andrà come prevedo la seguirò e, quando starà per attraversare il glados per tornare a casetta, provvederò a strapparle una freccia dalla faretra pendente dietro la sua schiena: ho deciso gliela pianterò dritta nel collo mirando alla giugulare e la spingerò nel glados con violenza. Non potrà schivare un bel niente questa volta, è già debole, mentre io sono al 100% delle forze, sarà un burattino nelle mie mani. Potrei anche dirle:"Porgi i miei omaggi a Drako Kalisi", mentre scomparirà dalla mia vista e nel frattempo troverò un buon nascondiglio dietro il glados e attenderò che le altre si facciano la pelle tra di loro.

    *Charme - capacità di ammaliare e soggiogare la mente dell’avversario impartendogli un ordine (Non lo si può indurre a colpirsi da solo). Necessita di contatto visivo

    • Esperto – Contatto visivo entro 5 metri


  8. #28
    sim dio L'avatar di saphira_84
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Età
    36
    Messaggi
    4,217
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    24

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta

    Larieth Slagant

    Il dolore alla spalla è lancinante, c’è mancato davvero poco che mi prendesse al cuore, per fortuna ho avuto la prontezza di abbassarmi altrimenti la stronza mi avrebbe ucciso.
    Sto correndo più velocemente possibile verso il vulcano ho bisogno di togliermi questo pugnale e riprendere fiato.
    Spero che Elen stia bene, mi dispiace, ma non riuscirei a far nulla per lei ora.
    All’improvviso mi sento afferrare per la spalla destra, mi giro di scatto, è ancora la rossa pazza, non riesco proprio a capire perché ce l’abbia proprio con me.
    Tento di liberarmi tirandole una gomitata con tutte le mie forze nello stomaco, poi alzo la testa e la guardo in viso, mi sta fissando con odio.
    << Torna indietro verso il glados, non attaccare nè parlare con nessuno, attraversalo per tornare al tuo misero accampamento e stai zitta e immobile fino a quando non vedrai tornare la tua compagna>> Mi ordina la donna, smetto subito di dimenarmi, riassorbo l’arco e la faretra e mi avvio verso il glados sanza parlare con nessuno, non so perché lo sto facendo, ma c’è qualcosa che mi spinge ad andarmene e abbandonare la battaglia.
    Senza indulgiare oltre attraverso il portale e ritorno all’accampamento ad aspettare Elen.
    Ultima modifica di saphira_84; 19th February 2015 alle 18:09

  9. #29
    sim dio L'avatar di XxRosy_99xX
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    ~ Oasis Landing ~
    Età
    20
    Messaggi
    3,296
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    11

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta


    Lucynda Mellow

    Stringo i pugni, mentre rimango a fissare furibonda quel punto di terreno abbrustolito dalla mia elettricità ormai dissolta.



    Ho fatto la cazzata più imperdonabile di tutta la mia vita: non ho calcolato le distanze giuste per fare in modo che la folgore, assetata di distruzione, si scagliasse contro il braccio di Muso Putrido. Una strategia andata alle ortiche, dannazione!



    Fortunatamente, il volere degli Dei mi ha permesso di scamparla bella e buona dalla reazione dell'avversaria: ella mi raggiunge con quella sottospecie di bastone tra le mani, roteandolo come se volesse dimostrare al mondo intero la sua esibizione, degna di esser presa per i fondelli. Ed io pronta, mi lancio in una ribaltata per evitare un suo colpo. Il risultato? Tutta intera, magari qualche foglia si è appiccicata sulla divisa, ma del resto non riporto alcun danno sfiorato di striscio o preso in pieno.
    In questo istante mi trovo a circa due metri dal mio punto iniziale, Muso Putrido è residente alla mia sinistra, la quale sembra aver accusato una ferita decisamente profonda al braccio destro, probabilmente è la freccia della reietta ad averle causato qualche lesione alla carne: perfetto, ho già calcolato il mio prossimo obbiettivo. E stavolta sarà diverso, non posso permettermi di compiere altri fallimenti... uno l'ho già pagato!

    - Tenebris, mi servi ADESSO! - Urlo dentro me stessa mentre il palmo destro, chiuso in un pugno, si apre per accogliere la consistenza e il peso di colei che è stata forgiata dal capostipite dei Mellow: il mio trisavolo. I raggi solari riflettono sulla lama, esponendo tutta la sua bellezza metallica agli occhi di chi la osserva.



    Una volta che l'arma si sia materializzata completamente adopero il mio potere elementale... avverto che l'elettricità inizia a crearsi dal cervello fino a diramarsi in tutti i muscoli del corpo, finchè l'energia viene espulsa sottoforma di scintille oscure, trasferendosi su ogni particella dell'acciaio.




    Arma – Spada in Forma Attiva
    Fulmine: l'arma è percorsa da corrente continua a 120 volt - Final Sword (Tenebris Fulgura)
    Impugno l'elsa e fisso il punto dolente della nemica Reale: la spalla ferita, per la precisione l'attaccatura tra la clavicola e la sommità dell'omero. E' lì che ho intenzione di colpire. Per quanto mi sia necessario, avanzo a passo spedito nella sua direzione e, portando in alto la spada con entrambe le mani, scaglio il mio fendente sul punto prescelto: ho intenzione di affondare la lama nella carne fino in profondità, voglio contribuire alla gravità della sua ferita con un gran bel tocco pungente.



    Se tutto va secondo i piani oppure se dovessi fallire, estrarrò immediatamente la lama e mi preparerò a schivare qualunque attacco voglia infliggermi, eseguendo nuovamente delle schivate in direzione opposta al suo raggio d'azione...



    Ultima modifica di XxRosy_99xX; 23rd February 2015 alle 21:58 Motivo: Aggiunte foto.


  10. #30
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    17

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta

    E' Sera

 

 
Pagina 3 di 18 PrimaPrima 1234513 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Quest Reali
    Di mary24781 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3384
    Ultimo Messaggio: 24th June 2016, 19:43
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli
    Di SimsKingdom nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 2207
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:11
  3. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Deus ex Machina GDR] Esempio Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 20th September 2014, 18:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •