Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 7 di 18 PrimaPrima ... 5678917 ... UltimaUltima
Risultati da 61 a 70 di 173
  1. #61
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    16

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta

    Master
    Eclisse84 - mary24781 - SimsKingdom



    Keyra corri verso Dahmer e Zagarth, attivando il Tornado, il tuo obiettivo principale è Zagarth, ma conti di colpire anche Dahmer in parte.

    Dahmer non reagisci al colpo di Keyra, il vento ti colpisce al fianco sinistro
    Dahmer -10 di costituzione

    Zagarth ti rendi conto della mossa di Keyra e cerchi di correre via
    Zagarth destrezza 154 – Keyra Destrezza 166
    Il vento ti prende di striscio al lato sinistro
    Zagarth – 10 di costituzione

    Gildas corri verso Dahmer evocando un dardo di fuoco e lo punti al viso
    Dahmer provi a schivare il dardo ed, a tua volta, evochi le radici per bloccare il tuo avversario e colpirlo con un fendente alla scapola
    Gildas forza di lancio 88 – Dahmer destrezza in fuga 120
    Il dardo non colpisce Dahmer

    Dahmer evochi le radici e la tua arma, Gildas provi a schivare
    Dahmer destrezza 120 – Gildas destrezza 110
    Le radici bloccano Gildas solo parzialmente ed il colpo della claymor affonda poco sopra la spalla
    Gildas -10 per la morsa delle radici
    Gildas -10 per il fendente


    Daphne corri verso Dahmer e Gildas e provi a colpire il primo con l’ascia ed il secondo con la saetta
    Daphne destrezza 160 – Dahmer destrezza 120
    Colpisci Dahmer in pieno
    Dahmer -20 di costituzione
    Daphne destrezza 160 – Gildas destrezza 110 (è comunque intrappolato parzialmente dalle radici)
    Gildas -20 di costituzione

    Esperin corri verso Keyra cercando di affondare un fendente al suo stomaco
    Esperin destrezza 200 – Keyra destrezza 166
    Il fendente colpisce in pieno Keyra
    Keyra – 20 di costituzione
    Esperin inconsapevolmente evochi il turbine d’acqua frontalmente a te, ti trovi già a distanza minima da Keyra
    Il turbine trascina Keyra al suo interno
    Keyra costituzione 100 – Esperin forza 122
    Keyra – 25 di costituzione

    Zagarth corri verso Daphne e Gildas, cerchi di colpire la prima con una finta, la sfera di fuoco che scagli in realtà è diretta al viso di Gildas, mentre punti a recidere il tendine della caviglia sinistra di Daphne.
    Zagarth destrezza 154 – Daphne destrezza 160
    Zagarth intelligenza 73 – Daphne intelligenza 60
    Zagarth riesci a colpire con un fendente la caviglia, ma non vai in profondità
    Daphne – 15 di costituzione
    Zagarth destrezza 154 – Gildas destrezza 110 (intrappolato parzialmente dalle radici)
    Zagarth colpisci in pieno Gildas al viso
    Gildas - 20 di costituzione

    • Keyra quando il turbine si dissipa ricadi sul posto, hai una lacerazione allo stomaco profonda, numerose escoriazioni e lacerazioni allo stomaco ed un forte giramento di testa, che passa in qualche secondo. Frontalmente a te c‘è Esperin.
    • Gildas hai una ferita mediamente profonda alla spalla del braccio col quale reggi la kopesh, spasmi ed una bruciatura alla faccia. Frontalmente a te vi sono Dahmer, Daphne e Zagarth
    • Dahmer hai delle contusioni al fianco ed un colpo profondo di ascia al petto, respiri a fatica e perdi molto sangue. Frontalmente a te c’è Gildas, alla tua destra Daphne e Zagarth. Le radici si dissipano
    • Daphne hai un taglio alla caviglia mediamente profondo, il tendine è danneggiato in parte, perdi sangue e cammini a fatica. Frontalmente a te c’è Gildas, alla tua destra Zagarth ed alla sinistra Dahmer
    • Esperin non riporti danni, frontalmente a te c’è Keyra in terra.
    • Zagarth hai la spalla sinistra dolorante, alla tua sinistra vi sono Daphne e Dahmer, frontalmente Gildas.


    Esperin – 0 danni
    Zagarth – 10 danni
    Daphne – 15 danni
    Dahmer - 30 danni
    Keyra – 45 danni
    Gildas – 60 danni

    Turnazione Fissa
    Daphne Elania Baratheon
    Esperin Raeghar
    Zagarth Sovengard
    Isyl Tinnuviel
    Gildas (Nikah) Demonar
    Dahmer Gray
    Master

  2. #62
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    16

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta

    Daphne Elania Baratheon

    Quel bastardo del fuoco, compagno di Dahmer è riuscito a prendermi in giro, quando ho visto quella palla di fuoco mi è venuto istintivo spostarmi dal lato opposto, ricadendo proprio nella sua trappola. Questo faccione da ebete non è poi così scemo come sembra, nonostante lo sguardo poco sveglio, merda.



    Ho sentito il taglio netto recidermi alla caviglia, poco più su del tallone d’achille, una fitta lancinante, al pari di una scarica elettrica mi ha praticamente immobilizzata sul posto. Provo a muoverlo, quasi non sento più il piede e poggiarlo a terra mi destabilizza, non posso correre, rallenterei troppo e sarei un bersaglio facile, non ho tempo per pensare, devo agire alla svelta e colpire più forte che posso.



    Il tizio reale mi sembra messo piuttosto male, lo lascio al suo destino, qualcuno gli darà il colpo di grazia, i miei obiettivi sono Dahmer e faccia da ebete. Sento Pandora nella mia mano, la stringo, la tengo saldamente, oramai è come il prolungamento di un arto, riesco a padroneggiarla come vorrei, senza accusare fatica. Stringo l'impugnatura con entrambe le mani, e cerco di fare perno sulla caviglia non lesionata, ho in mente una mossa semplice, qualcosa di istintivo, sfruttando la mia posizione, ma che nasconde in realtà un tranello per distrarre dalla mia mossa successiva. Carico il colpo con tutta la forza che le braccia mi concedono e cerco di colpire ancora Dahmer alla mia sinistra, questa volta mirando al bacino, voglio colpirgli quella zona della quale si vanta tanto, voglio mutilarlo se la lama andrà abbastanza in profondità, tanto potrà sempre farselo riattaccare, ammettendo che esca vivo da questo scontro.



    Che lo riesca a colpire o meno, sarò già pronta per la mia mossa successiva: nel momento in cui la lama affonderà, lascerò che ogni parte del mio corpo si scinda, svanirò nel nulla come fossi mescolata all'aria, almeno quella sarà l'impressione che darò. Nella realtà sarò intenta a teletrasportarmi, riapparirò a tre metri di altezza esattamente al di sopra della testa dell'altro reietto, dovrà essere abbastanza disorientato dal fatto di vedermi svanire nel nulla e distratto dal colpo a Dahmer.



    Gli piomberò addosso con tutto il mio peso, scagliandogli un colpo all'incavo tra la spalla ed il collo, dovrebbe essere abbastanza forte da aprirgli una profonda ferita e recidergli tendini e muscoli, magari anche spezzargli la clavicola, non sono abbastanza forte per dividerlo in due, ma gli farà un bel pò male.



    La mia caduta dovrebbe essere attutita dal suo corpo, in ogni caso cercherò di atterrare in modo morbido, rotolando su me stessa e portandomi alle spalle dell'uomo, mi terrò pronta ad evitare un attacco, che i Siamesi me la mandino buona.


    Pandora - Arma in forma dormiente
    Alterazione ed illusione
    Teletrasporto del proprio corpo

    • Esperto - nel raggio di cinque metri

  3. #63
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    30

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta

    Esperin Raeghar


    Con un gesto rapido della mano asciugo la lacrima che ha rigato la guancia destra, non è il momento questo di distrarsi, devo restare concentrata sulla battaglia per non perdere il vantaggio acquisito, nonostante la gioia per aver ereditato il potere di mio Padre sia incontenibile.



    Non appena il turbine si dissipa la mia nemica ricade a terra sul posto, e decido senza esitazioni di scattare verso di lei ed anticipare in questo modo un eventuale contrattacco. So che avendo subìto entrambi i miei colpi sarà gravemente ferita, ma non posso fermarmi adesso, non so che poteri possieda e potrebbe essere ancora abbastanza forte da uccidermi, oltre al fatto che essendo una ribelle non merita alcuna compassione. E' difficile per me, ma è la cruda verità, questa donna non avrebbe alcuna remora ad uccidermi, o ad uccidere le persone che amo, ne sono certa.



    Approfitto quindi del naturale disorientamento che dovrebbe colpirla una volta caduta a terra per provare a sferrarle un fendente tra la scapola ed il braccio destro, così da impedirle sia di reagire che di impugnare una eventuale arma, per lo meno non senza fatica. Mentre provo a colpirla, mi accorgo della chioma rossa della donna che si intravede da sotto al cappuccio, potrebbe essere la ribelle che è scesa ad Amaranthis, anche lei padroneggiava il vento se non sbaglio... ma non perdo tempo a rifletterci.



    Dopo aver provato a sferrare il colpo indietreggio, lasciando che la mia energia confluisca nello spazio a me circostante, focalizzando mentalmente la mia fisionomia ed ogni singolo elemento che costituisce il mio essere. Istantaneamente il mio corpo si scinde davanti ai miei occhi, ed altre cinque copie di me stessa prendono forma accanto a me, che nel frattempo ho mosso qualche passo, imitata dai cloni, per evitare di essere identificata come copia originale. Le copie che riesco a materializzate sono aumentate, assieme all'acquisizione del nuovo potere e, ora che ci penso, anche al potenziamento che avevo notato nell'uso della telecinesi. I duri allenamenti dell'ultimo periodo e gli insegnamenti acquisiti nel tempo hanno dato i loro frutti, e non potrei esserne più felice.
    Tre Esperin restano davanti alla ribelle, in posizione di difesa, pronte a schivare e frenare un suo eventuale attacco, anche per evitare che si unisca agli altri.



    Le altre tre Esperin invece, scattano verso il gruppetto formatosi all'altro lato del campo, intenzionate ad intervenire in favore di Sir Demonar che si trova accanto a Dahmer e Daphne, in condizioni pessime. Vedo Daphne provare ad attaccare con la sua ascia Dahmer, per poi sparire nel nulla mentre io mi avvicino. E' davvero abile come combattente, non ne avevo minimamente idea visto il suo passato da ancella.



    Senza esitare quindi, decido di ignorare la ribelle e l'altro reietto, e concentrarmi su Dahmer, per aiutare Gildas che si trova proprio di fronte a lui. Le tre Esperin si antepongono quindi tra i due per distrarre il reietto, ma senza toccarlo in modo che non identifichi quali sono cloni, sperando in questo modo che desista dall'attaccare ancora. Da questa posizione, una delle tre Esperin da le spalle a Gildas e punta la spada contro Dahmer, in modo da fare da scudo al mio alleato, dato che non ho intenzione di riportarlo alla Torre come cadavere. Mentre le altre due girano attorno al reietto, roteando la spada, per confonderlo e non farlo ragionare lucidamente su chi colpire. La vera Esperin si terrà comunque pronta, dalla sua reale posizione, a schivare qualsiasi contrattacco di uno o più nemici, sfruttando tutta la sua destrezza.


    Fidelia - Arma in forma dormiente
    Scuola di Magia: alterazione ed illusione
    Cloni- capacità di creare copie di se stesso immateriali, manovrate con la propria volontà.

    • Maestro – 5 copie

    *Mp inviato ad Eclisse84 con la posizione della vera Esperin

  4. #64
    sim dio
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    Roma
    Età
    25
    Messaggi
    3,378
    Potenza Reputazione
    11

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta

    Zagarth Sovengard

    La mia strategia di attacco è andata a buon fine, anche se la ribelle - devo ammetterlo - è particolarmente veloce, ma fortunatamente sono riuscito a reciderle quel poco il tendine della caviglia. Il ragazzo reale, invece, sembra essere messo piuttosto male, e non vedo l'ora di vederlo esalare l'ultimo respiro. Mi volto verso la ragazza, la quale sembra voler colpire Dahmer e, poco dopo, PUF. Sparita. Che diavoleria è mai questa? Mah... va be. Si fottesse.
    Inarco un sopracciglio, quando vedo giungere verso di noi tre principesse sventolando le loro spade, mentre altre tre si trovano ancora di fronte alla ribelle del vento che, ormai, è diventata parte integrante dei cespugli. D'istinto, indietreggio velocemente, consapevole di non poter far molto contro quella ragazzina. Come me, anche lei ha il potere di clonarsi, ma date tutte quelle copie credo proprio che abbia affinato la sua tecnica, e - nonostante la sua tenera età - dovrebbe essere abbastanza esperta, o almeno più di me. All'improvviso sento un forte colpo recidermi la spalla e, poco dopo, un corpo cadere in picchiata libera su di me. Mi ritrovo a terra, in posizione supina con il culo della ribelle in faccia. Brutta stronza, se ti recidessi anche l'altro tendine non credo andresti lontana! Infuriato più che mai, e con la spalla dolorante, sprigiono la mia aura di tenebra, il lato più oscuro del mio essere, sfruttando tutta la sua potenza degna dei Sovengard e sperando che sia tanto efficace da non ricevere ulteriori attacchi da parte dei combattenti delle fazioni nemiche e di non far muovere - speriamo - la ribelle sopra di me. <<I miei complimenti>> le dico con fare suadente, dandole poi una sonora sculacciata su quel sederino di piombo che si ritrova, con la mano libera. Con Winterhold in forma dormiente cercherò di inferire sulla ferita alla caviglia, affondando con la punta dell'arma, facendo appello a tutta la forza che mi è rimasta e sperando di andare abbastanza in profondità da aggravarle la lesione. Nonostante mi ritrovi a terra dovrei riuscirci comunque, data anche la posizione "ambigua" della ragazza. E' la prima volta che combatto per terra, sarebbe stato sicuramente meglio se avessimo sguazzato nudi in mezzo al fango. <<Ammiro il tuo stile di combattimento molto... come dire... all'avanguardia>> le dirò mentre sprofonderò con la lama nella carne; <<Sfortunatamente per te, io sono più propenso alle maniere "rudimentali">> aggiungerò, infine. La pacca al sedere, comunque sarà talmente forte da far riecheggiare il suono forte e secco per tutto l'Auspex.
    Colpo alla caviglia o meno, la mia sculacciata "educativa" andrà a segno, e di questo ne sono certo.

    Aura di tenebra
    Gli stregoni nascono dall’oscurità, per tale motivo hanno una forte affinità con le tenebre e tutto ciò che di più malvagio esista. La loro aura ha profonde radici nel male e da esso traggono energie. La loro presenza incute sempre un certa negatività, seppur lieve, ma la particolarità sta nel fatto, che riescono ad amplificare questa sensazione che infondono a chi gli sta attorno.
    • Esperto – Infonde paura: Il cuore palpita più velocemente, si ha un profondo fastidio e soggezione.
    Rebellion Sword (Winterhold) - Arma in forma dormiente.
    NB: Sculacciata concordata con Eclisse84, alla quale ho chiesto anche la posizione in cui si sarebbero trovati i due pg U_U
    NB2: Se le supposizioni su Esperin non dovessero andare bene, fatemelo sapere.
    Ultima modifica di mettiu; 10th June 2015 alle 12:45 Motivo: Piccola modifica, prima o poi riuscirò a capire bene i combattimenti. Scusate XD

  5. #65
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    16

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta

    E' SERA

  6. #66
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    13

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta

    Keyra
    Isyl Tinnuvie
    l


    Colpita. Un dolore acuto prende a diffondersi dal centro del mio stomaco per poi risalire e concentrarsi in un unico punto,
    Ferita. Odore acre e ferroso del sangue invade le mie narici, il mio sangue che prende a scorrere copioso dal taglio, tossisco in cerca di aria mentre il sangue sembra scappare, defluire dal mio corpo rubandomi persino l’anima e il respiro. Non sono riuscita ad evitare il suo colpo, forte e penetrante che ha lacerato senza problemi le mie carni, animali reali …tutti addestrati ad ammazzare senza remora, ma mi rendo conto di essere io quella sbagliata in questa guerra, ferisco, colpisco ma uccidere mi viene ancora difficile….eppure dovrei rompere le catene della coscienza che mi imprigionano , se voglio la mia vendetta, devo imparare ad essere fredda, decisa, imparare ad uccidere non solo per difesa, ma anche attaccando. Vorrei muovermi da qui, ma la reale è molto veloce e subito dopo il suo fendente, noto una luce azzurra prendere forma da lei e scagliarsi con violenza, ha una forza tremenda; acqua, una grossa portata d’acqua che vortica pericolosamente verso di me e, io mi sento inerme, impotente davanti a cotanta forza.
    Accerchiata. Attorno a me un intenso vortice d’acqua,preme , schiaccia , colpisce, maledetta reale, ancora non ti bastava avermi trapassato lo stomaco con la tua lama?
    Sento ogni parte del mio corpo comprimersi distendersi, altro dolore è ciò che si aggiunge al dolore già presente…
    Quando sento il peso del mio corpo venire meno e la testa scivolare nel baratro dello smarrimento, penso che sia giunta la fine … immagini del mio passato prendono consapevolmente a sfilarmi davanti vorticando su se stesse per poi sparire una ad una proprio come se fossero state portate via da un onda, tutto passa e se ne va…forse anche la mia vita…non ho paura , ho guardato la morte in faccia tante volte e tutte le volte lei mi ha sorriso, curioso che per quanto io sia così vicina a rischiare la mia vita l’unica cosa a cui riesco a pensare dopo aver rivisto i volti sorridenti di coloro a cui tengo, è:
    - Chissà se anche su questo terreno consacrato ai maghi , dal mio sangue versato sbocceranno violacei fiori, proprio come quelli sulla tomba di mia madre… -
    Chiudo gli occhi mentre il mio corpo urla e implora pietà….una pietà che non arriverà di certo.
    - Andreus...grazie per essere stato la cosa più vicina ad una famiglia che io abbia avuto nell’ultimo anno…-
    Questo pensiero va a lui mentre silenziose lacrime prendono a scorrere copiose mescolandosi al vortice che mi imprigiona … affogherò in questo mare trovando finalmente quiete…non posso oppormi a questo potere, non ho armi con cui difendermi...tutto scorre, passa su di me strappandomi tutto, il vuoto è ciò che sento ora, vuoto e nostalgia per i felici tempi che furono quando ancora bambina correvo libera sulle verdeggianti distese nei pressi di Solumquae…

    Improvvisamente tutto cambia, il senso di smarrimento provato svanisce, così come l’acqua, mi sembra di ritornare a respirare, di ritornare a vivere nonostante i numerosi tagli e ferite cosparsi lungo il mio corpo mentre con un tonfo atterro sulla morbida erba della piana, scuoto la testa cercando di capire cosa mi sia preso, cosa ha ucciso l’anima di Keyra e ha riportato a galla seppur per un attimo l’anima di Isyl…
    Mi guardo attorno mentre noto la reale, cerco il suo viso, lo vedo annebbiato offuscato, forse sono le lacrime che ancora bagnano le mie guance…noto un suo movimento, nuovamente troppo rapido e preciso perché io possa fare qualcosa, soprattutto in queste condizioni, nuovamente sento una lama trafiggermi tra spalla e braccio destro mentre vedo la reale allontanarsi .
    Faccio per urlare, ma è la mia voce a non uscire dalle labbra mentre una sfilza tremenda mi coglie allo stomaco sopprimendo i miei gemiti di dolore. Dolore che riesce a tenermi ancora piuttosto lucida.
    Noto quindi la ragazza sdoppiarsi, triplicarsi….anzi no altre tre Reali si generano andando a prendere posizione tra l’altro reale e i reietti nel gruppetto mentre tre mi stanno di fronte….sei reali con le sue fattezze!
    Diamine, questa ragazza è sicuramente un abile maga o strega, di sicuro la sua magia è ad un livello superiore, ecco anche il perché di quel devastante vortice….non ci voleva, non posso fronteggiarla, non nelle mie condizioni, senza contare che dovrei prima cercare di capire chi delle sei sia quella vera….colei che mi ha ripetutamente colpito….potrei pensare sia quella davanti a me, ma potrebbe avermi dato già anche per spacciata e avermi quindi ignorato….potrebbe essere quella tra il tizio dai capelli strampalati e il reietto della Terra…sarebbe tanto coraggiosa oppure sciocca, da fare da scudo umano al suo compagno d’armi? Non lo so. Forse.
    - Io lo farei.-
    Questo potere lo conosco, l’ho visto usare tante volte da mio padre, soprattutto quando voleva imprimere nella mia mente un concetto e scolpirmelo a caratteri cubitali. Tante volte ho subito da lui questa diavoleria, ma non ho mai trovato il modo per smascherare l’origine delle copie. Non ci voleva.
    Stringo i denti frustrata da questa nuova situazione di svantaggio portandomi la mano sinistra in corrispondenza del braccio leso per poi farla scivolare sulla manica della divisa, stringo prima con forza i lacci del braccio per poi prendere tra le dita anche i lacci del mio corsetto e stringere con forza per fermare la fuoriuscita del sangue, almeno per il momento:
    Cerco con lo sguardo il volto di colei che mi ha colpito, non so quale delle sei sia quella vera, colei che vuole la mia vita, vita alla quale mi aggrappo con forza, devo reagire, devo fare qualcosa, non posso restare qui inerme senza fare nulla, questa è la guerra, prima lo capisco prima anche il peso sul cuore diverrà più leggero e meno opprimente, non ci sono sconti o favoritismi, nessun titolo o casta che tenga, ho solo la mia vita da mettere in gioco, la vita di Keyra con l’anima di Isyl…non ho nulla più da perdere, ma se è la mia vita che vuole, no….non gli e la consegnerò, non su un piatto d’argento, l’argento delle sue sgraziate vestigia .
    Richiamo quindi il mio fedele Stiletto Menelmir, arma che si manifesta in tutto il suo splendore nella mia mano sinistra, mentre abbasso lo sguardo spostandolo sul gruppetto a lato, secondo me è li che la vera Lei si nasconde.
    Gli anelli che imprigionavano Keyra si allentano dandomi un po’ più di coraggio. Porto il braccio leso allo stomaco in un disperato tentativo di fermare il sangue, non servirà a molto ne sono consapevole, ma ora metto in gioco quel pò di vita che mi rimane, sperando che gli Siamesi mi proteggano :
    - Ciò che non sai reale è che sono ambidestra, posso usare la mia arma anche con il braccio sinistro, non sono ancora totalmente fuori dai giochi –
    Inizio quindi a muovermi il più velocemente possibile per le mie precarie condizioni , verso il gruppetto muovendomi tra le tre reali dinanzi a me,sono consapevole che il mio è un attacco che potrebbe essermi fatale se la vera Lei si nasconde tra le tre qui davanti ma ora come ora …devo rischiare. Il dolore si fa sempre più acuto, cresce ogni minuto di più non resisterò ancora per molto, ma devo farlo.
    -Se sei li prova a fermarmi –
    Nel mentre con ancora l’energia che mi rimane, invoco la protezione del mio scudo, lo sento vorticare prendere forma attorno a me e prendere consistenza avvolgendo come un velo la mia figura.
    Raggiungo il gruppetto soffermandomi a circa tre metri da loro, vedo le spalle del reale, le spalle della reale, il volto del giovane reietto; noto Daphne impegnata con il capellone del fuoco, osservo i loro corpi, le loro armi, stringo il mio stiletto , potrei puntare proprio alla ragazza che mi da le spalle ….ma non sono sicura del mio colpo, potrei andare a vuoto,mi sono ripromessa di colpire per ferire quindi il mio obbiettivo cambia, il dominatore della terra è su una buona linea di tiro, mi sposto un po’ di lato sulla destra per vedere meglio e più nitidamente il corpo del reietto…il lui in questione potrebbe intervenire in favore del suo compare impegnato con Daphne, voglio proteggerla da lui e dal suo colpo, quindi mirerò a lui…
    Prendo la mira mentre le ferite bruciano e fanno male…
    -Menelmir, sei la mia sola forza ora, non tradire il mio braccio –
    Punto il suo petto, la zona alta che più mi è visibile dalla posizione, miro e tiro con tutta la forza e la precisione di cui sono capace.
    Il respiro si fa affannato, fatico a respirare con regolarità ma non posso cedere….se il mio colpo andrà a buon fine, mi terrò pronta a schivare con tutta la destrezza che ancora possiedo eventuali attacchi da coloro che mi stanno attorno stando anche attenta alle tre reali che con la coda dell’occhio vedo accanto a me poco distanti…
    <<Odio le vostre casate, odio i vostri assurdi giochi di potere, per colpa vostra ho perso tutto… ciò che mi resta è solo la mia vita, vita che getterò via solo contro una persona…. non è la tua quella che voglio! >>
    Sibilo quasi ruggendo indirizzando le mie parole all’orecchio della reale che non so dove si nasconda, non so se le udirà, ciò che so è che non sono ancora un cadavere. Posso ancora combattere.



    Menelmir ---> Arma in forma dormiente

    Scudo di Eolo – Grado Esperto ---> Protegge integralmente
    Ultima modifica di DELTAG; 12th June 2015 alle 00:09

  7. #67
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    23
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta

    Gildas Demonar

    Guardo la palla di fuoco sorvolare, senza il minimo tocco, la testa di Dahmer e andarsi a scagliare chissà dove in mezzo alla vegetazione. Oh Raiden, non potevi farlo stare fermo? Contemporanee a un forte mal di testa, arrivano le parole della principessa «per Vostra Madre, Sir Demonar!» che come coltelli dilaniano la mia mente demolendo fino all’ultimo vincolo che mi tiene bloccato qui. Sento qualcosa afferrarmi il braccio e impedirmi di portare le mani alla testa, urlo in preda al dolore quando la lama di una spada penetra nella mia carne appena sopra la spalla per poi uscire spargendo sul terreno il mio sangue. Spalanco gli occhi mentre sul mio volto si spalanca un largo sorriso a denti serrati, il dolore alla testa smette di pulsare e brividi di piacere si espandono dalla ferita al braccio che copiosa continua a versare sangue fino a farlo gocciolare dalla mano di mamma. Guardo fisso Dahmer spalancando le palpebre mentre si allontana e successivamente un altro colpo, stavolta elettrico allo stomaco, mi fa inarcare la schiena per il dolore. Sì. Ancora. Più forte! Sento il mio corpo pervaso da spasmi mente un rivolo di sangue cola dalle mie labbra, spalanco la bocca lasciandolo scivolare mentre una risata si sprigiona per tutto il campo ed è nello stesso istante che vengo investito dal mio stesso elemento. La mia sfera di fuoco è tornata indietro? Sei un buono a nulla. Urlo sempre più forte smorzando le grida con le risate che mi esplodono nel petto e con la mano libera tento di far sparire via le fiamme. Le radici mi lasciano ferendomi ulteriormente e facendomi ghignare sempre più forte mentre le fiamme si estinguono dal mio volto svanendo in una coltre di fumo grigio e puzza di bruciato. «Ihihihihihihihihih» rido sempre più forte quando vedo la ribelle svanire da davanti ai miei occhi dopo aver caricato un fendente a Dahmer al basso ventre. Contemporaneamente la principessa compare dinanzi a me dandomi le spalle, porto la mano libera dinanzi alla bocca nascondendo una risata e nello stesso istante muovo un paio di passi avvicinandomi così a entrambi e sollevando fin sopra la testa della donna la mano di mamma e provando a conficcarla dietro alla nuca, affondando sempre di più fino a raggiungere il suo cuore. Un colpo veloce, dall’alto verso il basso, quando si renderà conto del dolore sarà ormai troppo tardi, senza attenderne l’esito lascerò mamma a occuparsi del cuore della donna e scaglierò un pugno con tutta la mia forza al centro della faccia dell’uomo con l’intento di fargli rientrare in naso. Sia che i due colpi vadano a segno, sia no, guarderò Dahmer un ultima volta urlandogli un sonoro e intonato «MEOW!» prima di allontanarmi dai due e mettermi in posizione di difesa pronto a evitare ogni contrattacco… «au revoir princy ihihihihih» porterò la vostra testa al vostro fratellone…

    Chrysanta ---> Forma dormiente

  8. #68
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta

    DAHMER GRAY

    Il guaio di essere un ragazzo bello e attraente come me, con un passato già pieno di intrighi amorosi manco fossi il protagonista della storia di un aedo, è proprio questo: non solo il mondo è pieno di cagnette che hai castigato, ma prima o poi le incontrerai e sarà anche il momento meno opportuno! Solo quando Daphne Baratheon mi si avvicina e mi affetta quasi il petto con la sua ascia che la riconosco. I tempi passati alla Torre sono stati divertenti, almeno per me. Si ricorda bene di me, concentra anche un fendente dritto alle parti passi per dimostrarmi tutto il suo amore. D'istinto, cercherò di parare il colpo con la mia spada, non certo spero di evitarlo, ma almeno provo ad evitare che qualcosa a cui tengo molto mi abbandoni per sempre. Forse la biricchina sta cercando di portarselo a casa perchè non riesce a stargli lontana! Ma basta chiedere e Dahmer vi accontenta tutte! Il tempo di sferrare il suo colpo, e l'elfetta usa il teletrasporto per gettarsi addosso a Zag: ah già, lei è una tipa che non ha remore a prendersi ciò che vuole, se non fosse per questo cazzo di dolore per le due ferite, urlerei al mio compare di stare attento alla ladra di pipini! Mi accascio a terra, mugugno dolorante, respiro a fatica: morirò qui, morirò oggi? Mi sembra già di aver raggiunto i paradisi del sommo Raiden quando mi vedo circondato da tre copie della cagnetta reale: se fossero nude sarebbe più gradito! Cerco di rialzarmi usando la mia spada come un bastone ma un pugnale mi si conficca poco sopra il taglio dell'ascia di Daphne: mi volto di scatto, un'altra femmina vuole un pezzo di me, la ribelle di prima col vento. Le mostro un ghigno, non ho la forza di reagire da così tanto lontano e sono attorniato dalla Raeghar... a quanto pare è proprio il mio giorno. Almeno i miei danni a quel pazzo di Gildas li ho dati. Ho combattuto, forse non ero pronto ancora ma nonostante io sia vissuto con malvagità e decadimento, sarò ricordato con onore per aver combattuto per Kalisi, per una causa che i più reputano giusta. E' ironico, davvero ironico. Eppure... no, una rabbia mi ribolle dentro. Ho ancora tanti obiettivi da raggiungere, ho da lavorare molto per realizzare la mia vendetta e cazzo se Raiden non mi è testimone che il mio culo siederà sul trono di Aeglos! La vocina stridula e fastidiosa di Gildas Demonar si innalza nell'aria e cerca di colpire uno degli eidolon della Principessa con un colpo di kopesh dall'alto verso il basso: penso sia come il potere di Zagarth, solo una di loro è vera e magari il mio amico l'ha pure beccata. Che pazzo scatenato, colpire la sua compagna di lotta, vuole finire su una picca! Mi si scaglia sferrandomi un pugno in faccia e facendo il verso del gatto. Brutto stronzo, io odio i gatti! Una rabbia, forse l'ultimo alito di vita che riesce a farmi avere una qualche reazione e mi getterò sull'uomo, anch'esso ferito più o meno gravemente mi pare, e cercherò di ricambiare il pugno. "Lo so che ti sono mancato Nikah" gli dirò in ogni caso mentre, con ogni probabilità, perderò i sensi. Insomma un attacco che potrebbe essere suicida, ma almeno sarò morto soddisfatto. O magari no: sono ferito dappertutto, respiro a fatica, si aggiungerà la mano che mi farà male per il pugno se riuscirò a colpire Gildas, tutto è offuscato e ovattato... eppure... sono ancora vivo, per ora. Il mio bucato... temo che dovrà occuparsene Elen, perchè io....

    Ripper blade -> forma passiva

  9. #69
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    16

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta

    Master
    Eclisse84 - mary24781 - SimsKingdom

    *Daphne carichi un colpo d’ascia intenzionata a colpire Dahmer alla parte frontale del bacino
    *Daphne ti teletrasporti al di sopra della testa di Zagarth con l’intenzione di piombargli addosso e colpirlo con l’ascia all’incavo tra collo e spalla

    Esperin provi ad affondare la spada tra la scapola e spalla destra di Keyra
    Il colpo va a buon fine
    Keyra – 20 di costituzione
    Esperin attivi i cloni con l’intento di inviarne tre per distrarre i tuoi nemici dall’intento di colpire Gildas, mentre le altre tre restano ad accerchiare Keyra

    *Zagarth cerchi di indietreggiare alla vista delle Esperin, mentre Daphne sta piombando dall’alto
    Zagarth destrezza 154 – Daphne destrezza 160
    Zagarth indietreggi il minimo necessario per non prendere l’ascia in pieno e destabilizzare Daphne nella caduta
    Zagarth – 15 di costituzione e -5 per la caduta addosso

    Zagarth attivi la tua aura nel tentativo di spaventare la tua avversaria, per poi cercare di infierire sulla caviglia con la spada
    Zagarth destrezza 154 – Daphne destrezza 160
    Zagarth carisma 100 – Daphne carisma 24
    Daphne – 20 di costituzione


    Keyra con il tuo stiletto tra le mani corri oltrepassando le Esperin al costo di essere colpita, ti fermi tre metri prima del folto gruppo e lanci l’arma mirando al petto di Dahmer
    Il colpo va a segno
    Dahmer -20 di costituzione

    Gildas -> Nikah
    Nikah cerchi di colpire la tua alleata che ti da le spalle, affondando un colpo dall’altro verso il basso
    Il colpo passa attraverso il clone


    Nikah cerchi di sferrare un pugno al naso a Dahmer
    Il colpo va a segno
    Dahmer -10 di costituzione

    *Dahmer cerchi di parare il colpo di ascia di Daphne con la tua spada
    Daphne destrezza 160 – Dahmer destrezza 120
    Il colpo d’ascia affonda
    Dahmer -20 di costituzione


    Dahmer cerchi di sferrare un colpo in pieno viso a Nikah
    Dahmer destrezza 120 – Nikah destrezza 110
    Il colpo prende di striscio
    Nikah – 5 di costituzione

    • Keyra hai lacerazioni allo stomaco, la palla spalla destra fuori uso e numerose escoriazioni in tutto il corpo, il respiro è affannoso, necessiti di cure più che urgenti
    • Nikah hai una ferita mediamente profonda alla spalla, una bruciatura estesa al viso ed un colpo al naso
    • Dahmer hai delle contusioni al fianco, un colpo profondo di ascia al petto ed al bacino, hai una ferita profonda al petto ed il naso rotto
    • Daphne hai un taglio alla caviglia profondo, il tendine è danneggiato quindi il piede è fuori uso, hai una forte tachicardia ed il respiro fortemente difficoltoso
    • Esperin non riporti danni
    • Zagarth hai la spalla compromessa con una ferita profonda e contusioni all’addome


    Esperin danni 0
    Zagarth danni 20 + 10 = 30
    Daphne danni 20 + 15 = 35
    Dahmer danni 50 + 30 = 80
    Keyra danni 20 + 45 = 65
    Gildas danni 5 + 60 = 65
    Danni reali 65
    Danni Reietti 110
    Danni ribelli 100


    L’auspex è conquistata dai reali
    Tornate a casa guerrieri

  10. #70
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest di lotta

    Sinelux
    Landa dei respiri


    DOWNLOAD


    Zona di periferia della quale si conosce poco. Le leggende narrano che in questo luogo aleggino gli spiriti degli antichi guerrieri delle valli, i quali corpi non sono stati restituiti alla terra, perciò indegni di accedere al mondo della luce o discendere nel cuore del fuoco. Sono condannati a vagare in un limbo fatto di buio, dove la luce del giorno si annulla ed il bagliore delle stelle si spegne ogni notte. L’oscurità è perenne ed il silenzio è rotto solo dai respiri dei vaganti.




    Anno DXIII D.D.
    I mese delle foglie
    II giorno di Saturno

    I primi ad arrivare al campo sono i ribelli: De Lagun e Obelyn
    La luce del Glados si spegne immediatamente alle vostre spalle, il buio che permea questo luogo non vi permette di orientarvi con certezza, avanzate dunque di dieci passi, potete toccare una imponente statua, datele le spalle e prendete posizione.

    Arrivano poi i reietti: Urthadar e Vanya
    Anche voi non avete modo di orientarvi, ma avanzate sulla vostra sinistra per dieci passi, alle vostre spalle vi è un imponente tronco, dategli le spalle e prendete posizione

    In fine giungono i reali: Feralys eTheridiidae
    L'oscurità che vi accoglie ricopre ogni cosa, non riuscite a vedere nulla nell'ambiente, solo buio. Avanzate di un singolo passo in avanti e prendete posizione.

    Siete tutti equidistanti, ogni coppia forma il vertice di un triangolo, siete distanti circa dieci metri gli uni dagl'altri (ma non riuscite a vedervi). L'aria è pungente, l'umidità è talmente alta da lasciarvi un velo sulle armature, ai vostri piedi si estende una fitta nebbia che si addensa e si sposta come se avesse vita propria. Anche se è l'alba in questo luogo non giunge la luce del sole, tutto è buio ed avvolto dalle tenebre, i vostri occhi non riescono ad abituasi all'ocurità, non vedete nulla. Il silenzio è rotto solo dal lamento di qualche spirito vagante, le voci sono flebili ed appena percettibili.



 

 
Pagina 7 di 18 PrimaPrima ... 5678917 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Quest Reali
    Di mary24781 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3384
    Ultimo Messaggio: 24th June 2016, 19:43
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli
    Di SimsKingdom nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 2207
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:11
  3. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Deus ex Machina GDR] Esempio Quest di lotta
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 20th September 2014, 18:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •