Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 44
  1. #1
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    16

    [Deus ex Machina GDR] L'arena

    Copertina in arrivo




    Benvenuti all’arena di Deus ex Machina, di cosa si tratta? Ve lo spieghiamo in breve:
    Quante volte ci si ritrova ad essere interrotti durante un allenamento, o quante volte abbiamo desiderato confrontarci con qualcuno di specifico, ma appartenente ad un’altra fazione? Qui, potrete dar sfogo alla vostra fantasia e confrontarvi con chi desiderate, potrete allenarvi in un duello senza che nessuno vi interrompa, potrete sperimentare ogni tecnica vi suggerisca la fantasia. Vi sono poche e semplici regole da osservare:

    *Questi duelli sono da considerarsi al di fuori della trama del gioco, i vostri pg sono come dei “fantocci”, delle marionette nelle vostre mani, al solo scopo di allenarvi, quindi la storia personale di ognuno non è da considerare, l’esempio pratico è quello di un videogioco (tekken, mortal kombat, street fighters, ecc…), avete il vostro personaggio e combattete contro un altro, senza dover dare motivazioni, è solo per puro allenamento.
    Potete allenarvi nei campi già postati nel topic battaglia, per ora sono tre, ma man mano che avanzeremo nella guerra del Gdr, ve ne saranno altri.

    *L’allenamento non apporta punti extra, neanche per eventuali foto, è solo una opportunità in più per allenarsi senza interruzioni, testare le proprie capacità a pieno e soprattutto divertirsi.

    *Le regole nell’uso di poteri ed armi sono le medesime delle quest.
    In questo topic ci si affronta solo due alla volta, al massimo in tre, ma è preferibile non creare confusione, tutti possono allenarsi con tutti, png compresi, basta prenotarsi nel topic discussioni.

    *Chi lo desidera può lanciare un guanto di sfida, lo sfidato può raccogliere o cedere a qualcun altro, oppure si può lasciare una sfida aperta a chi si offre volontario, basta sempre specificarlo. (non ci sono bonus, né malus in tutti i casi). Chi sfida decide a chi tocca la prima mossa ed il campo di battaglia. Esplicitate anche le vostre posizioni, tenendo conto dei dieci metri di distanza iniziali, condizioni meteorologiche se volete e se è giorno o notte.

    *La sfida dura fino alla resa di uno dei contendenti, anche la morte (che avviene unicamente in questo topic), vi comunicheremo man mano la costituzione da sottrarre.

    *Per non creare confusione ci possono essere solo due sfide alla volta.

    *Per eventuali domande ponetele sempre nel topic di discussione.

    Sono aperte le prenotazioni.


  2. #2
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    16

    Re: [Deus ex Machina GDR] L'arena






    Deirdre Vs Ryuk

    Vicent Vs Andreus

    Esperin Vs Zagarth

    Deirdre Vs Larieth


  3. #3
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    16

    Re: [Deus ex Machina GDR] L'arena

    Ryuk Leithien

    Solumque, il vulcano tace da secoli, vuoi vedere che ho la botta di culo che mi esplode proprio oggi? Magari do l’innesco con una scorreggia potente, tanto me lo trovo già alle spalle ed a pranzo ho mangiato fagioli. La mia avversaria è frontale a me, alle sue spalle c’è il glados, distiamo circa dieci, la puzza del mio posteriore le arriverebbe tranquillamente in un attimo, vedrei i suoi peli del naso arricciarsi da qui. Il sole sta tramontando alle mie spalle, meglio… perché non lo sopporto e mi da fastidio agli occhi. Le sorrido aprendo di poco la bocca, i miei denti le siano da benvenuto “Ti stappo quelle belle guanciottone che tieni appese alla faccia e stasera me le faccio alla brace, con poco olio… le vedo già belle grassose” Alzo la voce, scandendo ogni parola, in modo che la frase le arrivi chiara. Muovo un passo nella sua direzione, poi un altro ed un altro ancora, aumento gradualmente la velocità, restando moderato fino a quando non dimezzo le distanze. Quando ci ritroviamo a circa cinque metri, pianto il piede desto e mi do lo slancio per aiutarmi nello scatto verso di lei, aumento di colpo la velocità, sfruttando a pieno le potenzialità delle mie gambe. Arrivato a quasi due metri interverrò scivolando, cercando di colpirla alla base del piede sinistro, col mio destro, in modo da farle perdere totalmente l’equilibrio. Dovrebbe cadere come una pera cotta su di me ed a quel punto mi avvinghierò a lei, stritolandola con le mie braccia e gambe, in modo che non possa muoversi, voglio vederla soffocare ed il sangue colarle dalla bocca sulla mia faccia, chissà che sapore ha.

  4. #4
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    26

    Re: [Deus ex Machina GDR] L'arena


    Il mio avversario mi sbeffeggia dando adito a dei cavernicoli modi di cucina (te li do io gli insegnamenti su come si cucinano delle guance grassose come le mie, sono una rarità, GNAM), ma lo vedo già correre verso di me.
    Veloce....veloce.....troppo veloce. Devo pensare a qualcosa e in fretta. Non ho idea di che arma abbia ne di come abbia intenzione di attaccarmi, da come si sta slanciando credo punterà sulla sua forza, in fondo è bello possente!
    L'unica cosa che posso fare è tentare di usare le mie radici, mi darebbero un netto vantaggio data la loro versatilità, ma dovrò adattarmi in base a quello che ha intenzione di fare, per cui connetto velocemente la mia mente con le radici del terreno: sento l'energia del luogo e la potenza magica di esso, la maledizione che portano con sè dal vulcano e le lascio aggrovigliarsi ai miei lati senza farle uscire (per il momento) entrambe ad un metro da me, rispettivamente a destra e sinistra.
    Lo vedo arrivare sempre più veloce, mi preparo a schivarlo ma la scivolata mi coglie impreparata e lenta, per cui eccomi atterrare di lungo sul suo corpo.
    <<Che romanticone!>> Adesso apparirà un'orchestra a suonarci canti d'amore? Ma si, vedilo come mi abbraccia e stringe....stringe......Ha entrambi gli arti avvinghiati a me, per cui farò uscire le mie radici proprio ora prima che mi spezzi le ossa!
    Ne faccio arrivare due, da entrambi i lati: hanno la punta sottile e poi man mano la circonferenza si allarga fino ad avere la massa di un braccio umano...perfette.
    Lascerò che si infilino con forza nelle sue orecchie, trapassando i timpani e se ci arrivano fino pure al cervello (sperando non sia vuoto!).
    Distruzione - Esperto
    L’incantatore è in grado di connettere la propria energia all'ambiente e generare radici, che prendono vita dal sottosuolo, in zone da lui scelte:
    Abbraccio dell’Eden - Le radici bloccano metà corpo o busto o gambe, stringendolo con forza, provocando danni da escoriazione
    Questo dovrebbe liberargli le braccia per tentare di toglierseli prima che gli spacchino il cranio come una noce di cocco, e a quel punto avrei almeno il busto libero.
    Provvederò dunque ad evocare la mia arma, la mia Fornsworn Stave stendendo il braccio destro verso l'alto: mi farò leva col braccio sinistro sul suo petto, di modo da alzare leggermente (per quanto la stretta alle gambe me lo concederà) anche il mio bacino.
    A quel punto infilerò in orizzontale la sommità della mia lancia, costituita da due corni, tra i nostri bacini, in mezzo alle sue gambe che sono belle divaricate! Piazzerò gli spuntoni proprio sul suo cavallo dei pantaloni: a questo punto, tirando verso di me la base della lancia, gli spuntoni infilzeranno il suo arnese ricevendo la spinta opposta.
    Arma – Lancia in Forma Dormiente
    Forsworn Stave (Ophelia)
    E un personaggio che punta molto alla forza, devo cercare di allontanarmi...se riesco a liberarmi indietreggerò a passo svelto dalla parte opposta al Glados per almeno cinque metri ponendomi in forma difensiva facendo roteare il bastone da una mano all'atra, le gambe flesse e leggermente piegate pronte a scattare di lato.


  5. #5
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    16

    Re: [Deus ex Machina GDR] L'arena

    Ryuk Leithien

    La mia idea va a buon fine, dopo aver preso la rincorsa e scivolato sul terreno secco, colpisco la vecchia al piede e mi piomba addosso di lungo, che bel peso piuma! Dopo averla stretta sia con le braccia che con le gambe, inizio a stringere forte, ma il fiato non le manca, dice che sono un romanticone, non sa quanto “Il tuo alito sa di Peti di Rose amoruccio”. Sento i muscoli guizzare mentre mi avvinghio attorno al corpo, purtroppo non tanto minuto della vecchia. Non mi sto neanche eccitando, tanto che è cessa, di solito queste posizioni mi stimolano non poco, specialmente quando io ho il bacino libero, mentre loro le braccia bloccate dietro la schiena e le gambe costrette a star aperte, ma no… non è questo il caso e solo al pensiero di un affondo in questa carcassa che mi pesa addosso sento la mia virilità arrotolarsi e ritirarsi su se stessa. Osservo la sua bocca in attesa che sputi sangue o che almeno m’implori di mollare la presa, a proposito… complimenti per il colore sano ed invitante della dentatura, ma c’è qualcosa che mi distrae. Sento chiaramente qualcosa scivolare e toccarmi le orecchie, per poi insinuarsi in entrambi i padiglioni, serpenti? No, troppo rigidi e soprattutto pare che s’ingorossino man mano che mi penetrano, cazzo… un dolore acuto e lancinante mi pervade la testa, in contemporanea due fischi assordanti mi fanno vibrare le orecchie. I timpani… no merda! Mollo la presa sulla vecchia d’istinto, e cerco di strappare via questi così che mi potrebbero altrimenti bucare pure il cervello e sinceramente non ci tengo a morire per mano di una che ha le tette che le arrivano ai piedi. La vecchia mi piazza la mano sul petto e non ho neanche il tempo di capire a che gioco sadomaso voglia dedicarsi, che sento chiaramente uno spuntone infilzarmi proprio dove arde la mia gloria maggiore, eh no! Bucami le orecchie, ma quello no! Sfrutto la sua posizione dominante per cercare di afferrarla nuovamente per le braccia e ribaltarla con l’ausilio della spinta del mio ginocchio, dovrei riuscire ad issarla sopra di me e farmela passare per sopra la testa con neanche troppa forza, in questo modo i nostri corpi dovrebbero trovarsi su di una retta unica, dove entrambi ci troviamo con la pancia rivolta verso l’alto, il suo corpo rivolto verso il vulcano il mio verso il glados, con le teste quasi a toccarsi. Potrei trinciarmi una palla in questo movimento, ma meglio che perdere l’uso dell’arnese. Quello che farò sarà semplicemente rialzarmi, mentre nella mia mano apparirà rapidamente la mia amata Gina, con la sua lama grezza e spuntata, in modo da cercare di piantargliela dritta al centro della gola e trapassarla. In ogni caso, nel momento in cui mi alzerò le dirò: “Ho sempre sognato di morire sotto una donna, ma la immaginavo diversa” Non sentirò una beata ceppa, dato che le orecchie fanno un male indescrivibile ed a giudicare dal liquido caldo che mi cola sulla gola, devo perdere anche un bel pò di sangue, ma sono abituato a peggio.

    Gina - arma in forma dormiente


  6. #6
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    28
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    16

    Re: [Deus ex Machina GDR] L'arena


    Vicent Dreth

    Franthalia è il campo da combattimento. Sollevo lo sguardo verso l'alto, il sole nonostante i miei occhi siano chiari non mi dà troppo fastidio, segno che è già pomeriggio. Spazientito batto un piede sul terreno e, proprio grazie a questo piccolo gesto di stizza, mi rendo conto di sollevare un poco di polvere da terra... Ottimo: è asciutto. Tra i cespugli vedo che è presente qualche farfalla, assieme ad un piccolo sciame d’api che, instancabile, raccoglie il polline... Finalmente ecco giungere il mio avversario. Si piazza proprio di fronte allo scheletro di Drago, io invece vado sul sicuro ed opto per il Glados tenendomi in questo modo le spalle coperte.
    Onde evitare di perdere il mio vantaggio muovo qualche passo ed intanto, osservando l'uomo, elaboro una strategia d‘attacco: punto ad uccidere, dunque direi che una prova di destrezza per valutare la fattibilità della cosa non sia una cattiva idea...Vediamo quanto sei pericoloso. Gli vado incontro, correndo a zig - zag, usando tutta la mia velocità mentre tengo la guardia ben alta. Mi porto in questa maniera ad una distanza di - circa - cinque metri quando tendo il braccio destro in avanti e rapidamente richiamo a me la mia arma. Dopo un alito di vento che mi avvolge l’arto sento le molecole della catena di Selene materializzarsi sul mio avambraccio... Non perdo tempo e la impugno saldamente dall’estremità usando la mano destra mentre con la sinistra mi tengo fermo il polso. Roteo così di 360° gradi (esattamente come se fossi una trottola) ed intanto che l’arma acquisisce velocità plasmo il mio elemento su di essa... Selene risplenderà di luce propria colorandosi di una tonalità verde chiaro, a tratti tendente al bianco, e le particelle d’aria gireranno vorticosamente attorno alla palla ferrata offuscandola così ad occhio nudo.

    Selene - Arma in forma attiva
    (Vento - L’arma è percorsa da molecole d’aria che si spostano ad una velocità tale da renderla tagliente anche se il colpo non affonda e di scavare più in profondità se va a segno)
    Poi, focalizzando l’uomo, continuerò con questo moto rotatorio e muovendomi mi avvicinerò a lui finché non sarò a circa tre metri. Da questa distanza cercherò di lanciargli contro la mia Meteor Hammer, lasciando la presa... Il mio intento è quello di colpirlo alla pancia: cercherò infatti di mirare tra il ventre e lo stomaco. In ogni caso, indipendentemente dall’esito, mi piazzerò in posizione di difesa con le braccia alte, pronte a proteggere viso e cuore, e le gambe leggermente divaricate, volte a riprendere stabilità. Da questa posizione studierò la sua reazione ma soprattutto sfrutterò tutta la mia destrezza per cercare di schivare un suo eventuale contrattacco: sarò senza anche arma, ma di certo non indifeso.
    Ultima modifica di Damnedgirl; 16th April 2015 alle 01:30



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  7. #7
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    26

    Re: [Deus ex Machina GDR] L'arena


    Lo scorfano è costretto a liberarsi delle mie radici, così posso finalmente mettere in atto quello che ho pensato: infilo i due corni tra i nostri bacini e faccio leva perchè gli spuntoni glielo traforino!
    Ho il tempo di dare giusto il primo strattone, che il nuovo membro del club degli EX-man apre una gamba per spostare il ginocchio sotto di me e alzarmi con esso...mi sta lanciando via, questa patata a quanto pare non è a tuoi livelli! AH!
    Cado di schiena, pancia all'insù con i piedi voltati verso il vulcano: rotolo immediatamente verso la sua ombra (tento di avvicinarmi di più), ma ho appena il tempo di voltarmi per cominciare a girare che sento la base sinistra del collo spuzzare fiotti di sangue, anche sul mio viso.
    Ah ecco....sta arrivando il dolore bruciante! Ha usato una falce, sarà un giardiniere del luogo!
    “Ho sempre sognato di morire sotto una donna, ma la immaginavo diversa”
    Sfrutto la singola rotolata per imprimermi velocità nello scatto: mi basta piegare le ginocchia e saltargli letteralmente addosso, mentre la mia arma acquisisce il suo potere elementale:
    Arma – Lancia in Forma Attiva
    Terra: l’arma raddoppia la resistenza - Forsworn Stave (Ophelia)
    Punterò al livello del cuore, Raiden necessita di bere il suo sacrificio. Appena gli avrò puntato l'arma al petto (e avergli mimato un bacio stringendo le labbra a culo di papera), solleverò la parte posteriore dell'asta, con l'intento sia si scavare di più nella ferita, sia di colpirgli con la base del bastone il braccio che tiene l'arma del bravo agricoltore. Sono in piedi dritta di fronte a lui ad un metro scarso di distanza, le braccia entrambe piegate con i gomiti allo stesso livello delle spalle per tenere la lancia al livello giusto (è più alto di me).
    Sento il sangue colare abbondante dal collo, e ho già difficoltà a rimanere ben concentrata, mi sa ha beccato una vena bella grossa.....moriròH. MoriròH e sarò ricordata al pari di Nick-Quasi-Senza-Testa!!! Che meraviglia!


  8. #8
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    16

    Re: [Deus ex Machina GDR] L'arena

    Ryuk Leithien

    Penso di aver perso un pezzo di me di rilevanza vitale, da qualche parte alle mie spalle, quando mi sono alzato, ho avvertito un dolore lancinante, oserei dire penetrante, se non assumesse un significato tutto suo associato a quella parte anatomica. Le fitte risalgono su per lo stomaco e mi piego quasi in due per il colore, ma resisto e cerco di tenermi dritto, specialmente per il rivolo caldo che mi bagna il cavallo, non so se sperare che sia piscio e non sangue o viceversa. Quando affondo il colpo la vecchia sta rotolando via, ma non è abbastanza veloce, così riesco a farle un bel taglio laterale alla gola, la lama grezza e sporca di terra saranno un toccasana per la sua salute, ammettendo che riesca ad uscir viva da questo incontro. Con ancora la punta della falce piantata in terra, vedo la vecchia balzarmi contro manco fosse una ragazzina in preda a crisi ormonali, ma quello che stringe tra le mani non ha l’aria molto amichevole… e quella bocca a cuoricino/buco di culo è altamente inquietante, sento quel che resta del mio augello fare un nodo su se stesso e condannarsi a morte per impiccagione. Cerco di spostarmi lateralmente in modo che quei corni da muflone non facciano un saluto ravvicinato alle mie valvole cardiache, ma sono rallentato dalle fitte alla pancia, che si sono estese allo stomaco e la vecchia riesce a centrarmi tra la scapola e la spalla. Sento chiaramente la durezza del colpo che scava in profondità, dilaniandomi la carne e scavando attraverso i muscoli, per finire ad agganciarsi sotto l’osso della scapola, mentre l’altro spuntone mi buca letteralmente la spalla: spiedino di Ryuk.
    Ringhio ormai più colmo di rabbia che di dolore e quando sento la pressione sul braccio destro, quello che sorregge l’arma, lascio la presa istintivamente sulla falce, facendola cadere in terra e cerco di afferrare il bastone della babbiona con la stessa mano, non dovrebbe essere difficile data la vicinanza e soprattutto che la sommità è incastrata letteralmente dentro di me. Mi farò ancor più male, ma se posso farne il doppio a lei, me ne devo approfittare senza esitazioni. Se riuscirò ad afferrare il bastone lo terrò fermo, in modo che la vecchia non possa utilizzarlo per piantarmelo al deretano, perché si sa che dopo i gioielli ed il cuore, viene il culo. Poi il romanticone sarei io! Nel frattempo cercherò di fare una mossa azzardata, ma se ci riesco le trincio un piede di netto o almeno glielo sego fino all’osso. Punto lo sguardo a terra, il manico della falce è posizionato di lungo ed avanti ai miei piedi c’è la parte metalicca della falce con la parte ricurva verso quelli della vecchia. Mi concentro il necessario per richiamare l’elemento che domino ed evocarlo per animare la potenza che risiede in Gina, il vento ne percorrerà la lama in modo che essa risulti tagliente anche con il minimo appoggio, ma se riuscirò a calciarla col collo del mio piede, in modo da bilanciare meglio posizione e forza, dovrei riuscire a farle un bel danno… altrimenti pazienza, avrò semplicemente spolverato un po’ Solumquae con la scarpa.

    Gina - arma in forma attiva - Vento

  9. #9
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    26

    Re: [Deus ex Machina GDR] L'arena


    Ah-AH! Non ho preso il cuore, ma bene così, il foro è vicino...vedo i corni farsi strada nella sua carne, e un fiotto di sangue schizzare verso l'alto alle sue spalle! E' il momento di far entrare gli spifferi! Blocco il suo braccio facendo inarcare l'asta della lancia, ma quasi in contemporanea sento il tonfo della sua arma cadere alle mie spalle. Vorrei tenerla d'occhio ma la cosa mi è impossibile: mi tengo forte alla Fornsworn, ma mi rendo conto che ormai non sono più io a sostenerla, strizzo gli occhi un paio di volte, concedendomi dei secondi per recuperare meglio lucidità, sto perdendo trop-AH!
    Mi sento improvvisamente mancare l'equilibrio sulla destra, afferro d'istinto più forte la mia arma per non cadere mi rendo conto che la mia gamba stra tremando in preda alla peggio convulsioni! Tento di poggiare il piede...ma....ma....non ce l'ho! Un pesate grugnito di dolore mi fuoriesce dalle labbra mentre digrigno i denti aggrappandomi ancora più insistentemente alla lancia, ma sono totalmente in sua balia, non posso fare affidamento su di essa.
    Sento il piede sinistro inondarsi del sangue che sta fuoriuscendo dalla caviglia destra che è praticamente penzoloni...oh dei, potrei svenire.....se non fosse che sto INCAZZATA NERA!
    Decido di richiamare la mia arma, facendola sparire e cadendo col fianco a terra.
    Arma Richiamata – Lancia
    Forsworn Stave (Ophelia)
    Contemporaneamente al mio tonfo (sperando di distrarlo con la mia caduta), le radici si isseranno alle sue spalle senza far rumore, per girare un paio di volte tra la sua spalla (quella vicino alla ferita) e l'ascella stessa, poi continueranno il loro viaggio dentro la ferita già aperta, artigliando il mio obiettivo: stavolta il cuore proverò a strappartelo!
    Distruzione - Esperto
    L’incantatore è in grado di connettere la propria energia all'ambiente e generare radici, che prendono vita dal sottosuolo, in zone da lui scelte:
    Abbraccio dell’Eden - Le radici bloccano metà corpo o busto o gambe, stringendolo con forza, provocando danni da escoriazione
    Se la mossa andrà a segno, dovrei come minimo fargli una male cane, sono così inebriata da tutto ciò...tanto non posso manco andarmene! Tanto vale....afferrerò con la mano destra il piede che mi è stato amputato, mi alzerò sul ginocchio sinsitro e comincerò a sbattere l'arto tagliato ripetutamente sul suo dindolino ancora una volta! Mi piace beccare gli stessi punti e poi si sa che le nonne prendono a borsettate i maleducati!
    <<Scusami sai, ma ho dimenticato la borsa!!>>


  10. #10
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    23
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] L'arena

    Andreus De Lagun

    Il sole pomeridiano risplende sulla piana di Franthalia illuminando pigramente i cespugli sempre eterni di rose dai vari colori. Le ossa del drago, lucide per la calura, mandano leggeri bagliori aranciati che feriscono per un attimo i miei occhi. Un ronzare di passi e poco dopo il suono dei passi di qualcuno. Mi volto di scatto osservando l’uomo correre verso di me, è veloce e si muove a zig zag impedendomi un attacco in linea retta. Dannazione. Non appena è a una distanza di poco più di qualche metro, evoca quella che sembra una sfera dentellata da grossi e acuminati spunzoni. Vedo una catena scivolare leggera nella sua mano. Non appena comincia a roteare su se stesso vedo la sfera colorarsi di una tonalità verdognola tendente al bianco e diventando sempre più opaca, come se una nebbia la avvolgesse del tutto. L’uomo rotea ancora su se stesso e prima che possa accorgermene in tempo, molla la presa sulla palla lanciandola verso di me. Il respiro mi si smorza e un conato di vomito si presenta assieme a fiotti di sangue all’interno della mia bocca. Sento la pelle squarciarsi sotto la forza della sfera assieme alla maglia scura che ora cade brandelli sul terreno. Cado in ginocchio tenendomi il petto con una mano. Sento il sangue colarmi sulle mani e brandelli di pelle staccarsi al passaggio delle dita. Fa male, stringo i denti mentre il sapore del sangue si mescola a quello della saliva, il fiato è corto e ad ogni movimento dolori lancinanti mi pervadono dallo sterno fino al cervello. Devo avere qualche costola incrinata. Dannazione. Tossisco ancora più forte. Bastardo. Questa non te la farò passare liscia. Mi rimetto in piedi reggendomi il petto con la mano destra e mi connetto alla sua mente, il suo piccolo cervellino dovrebbe diventare la dimora dei miei stessi dolori, delle mie stesse preoccupazioni, paure e soprattutto tutto il mio dolore fisico che quest’essere mi ha provocato. Mentre la mia presa sulla sua mente avrà effetto materializzerò la mia Gaya sentendo le particelle aggregarsi lentamente nella mano sinistra. Scatto, in direzione dell’uomo ignorando il dolore al busto, la rabbia funge da mero palliativo contro il dolore. Pochissimi metri, tre forse ci separano. Perfetto. Distendo l’arma per tutta la sua lunghezza arrivando così a due metri e mezzo e quando sarò a tale distanza farò roteare Gaya poco sopra il suo ginocchio. Se tutto andrà come previsto, il dolore dovrà tenerlo troppo impegnato perché possa spostarsi in tempo, e io ne approfitterò per tagliare di netto la sua gamba. Qualsiasi sia l’esito del colpo, mi muoverò in circolo intorno a lui…

    Simbiosi

    Esperto- Avverte le sensazioni ed emozioni altrui ed è in grado di manipolarle, infondendo le proprie. Quindi se l’elfo è in uno stato di calma e la persona con la quale si rapporta è colmo di ira, ritrovandosi sotto l’effetto della simbiosi, anch’egli si calmerà. (Ciò vale per tutti gli stati umorali)
    Rovina di Gaya ---> Forma dormiente

 

 
Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Ribelli
    Di SimsKingdom nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 2207
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:11
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Deus ex Machina GDR] La bacheca
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 13th August 2015, 18:07

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •