Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 13 di 16 PrimaPrima ... 31112131415 ... UltimaUltima
Risultati da 121 a 130 di 152

Discussione: The Red Wolf

  1. #121
    sim magnifico L'avatar di purple__ever
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Età
    31
    Messaggi
    457
    Potenza Reputazione
    11

    Re: The Red Wolf

    Per Abigail è come atterrare su un suolo nuovo, di consistenza diversa. L'aria è più acre, il bruciore intenso. C'è rumore: al centro della stanza le iridi gialle di Kara sono incollate su di lei, superate in perfidia solo dal moto ritmico delle sue dita, che delineano spirali sul corpo di Kai – il vero Kai, esanime, che sua madre circonda con le sue gambe.



    «Kai!» lo chiama Abigail terrorizzata, e prima ancora di strutturare i pensieri si lancia su di lui e scaccia sua madre con una spinta.
    Lei rotola all'indietro, divertita.
    «K-Kai! K-Kai!» ripete con un verso strozzato, prima di arrampicarsi sul divanetto dove Kai ha provato a baciarla e dove Abigail non è più sicura che l'abbia fatto per davvero.
    Zachary si avvicina divertito, pulendo la lama da un'ombra porpora. La sua piccola fuggitiva non è molto sveglia, ma ormai deve esserci arrivata: sono le loro lingue che si sono amalgamate così avidamente.
    «Cos'è, mia cara, ti ho spezzato il cuore?» la deride ridacchiando.



    Abigail stringe Kai a sé, violata in sentimenti profondi, intimi.
    Gli accarezza i capelli, ne accudisce la fronte livida per aggrapparsi a lui, suo unico punto fermo in un resto che le sta sfuggendo di mano.
    Intravedere Kara non la aiuta a dissipare il turbamento. Quando ha scoperto che sua madre era viva si era chiesta se dovesse esserne felice. Aveva l’occasione di vederla, conoscerla, sperimentare qualcosa che aveva sempre sognato da bambina.
    In realtà la sola sensazione che aveva provato è anche l’unica che ha effettivamente senso. Paura. Paura della vuota follia di quella creatura.
    Le mani le iniziano a formicolarle e deve concentrarsi su Kai per mantenere la calma, soprattutto quando il Viandante riprende a ridere.



    Ha una gran voglia di piangere ma forse vorrebbe più colpire Zachary e fargli sparire quel sorrisetto strafottente.
    «Suvvia, ti ho solo evitato una delusione» sospira lui con la certezza di chi sa che non ci sarà un lieto fine. Come potrebbe esserci?
    «Lui è un Alpha, tu un abominio» illustra bonariamente, con parole calibrate per far male, trafiggere le sue debolezze.
    Le braccia di Abigail cedono; l'impulso di piangere è però interrotto da un’improvvisa pressione sul polso.
    Riesce a malapena a trattenere un sussulto.
    Kai ha ancora gli occhi chiusi, finge di essere svenuto, ma ha portato la propria mano alla sua, per esortarla a resistere.




    Zachary, di spalle, non se ne accorge.
    «Non fraintendere» continua a infierire «La storia che ti ho raccontato è vera. Tu e Kai sareste stati una coppia così affiatata! Peccato che tu sia già stata rimpiazzata...»
    La voce del Viandante inizia davvero a darle alla testa, nonostante Kai provi a contenerla con un’ulteriore stretta.
    Abigail si sforza di ispezionare la stanza alla ricerca di una via di fuga, ma impatta solo contro il muso annoiato di sua madre, che giocherella con le proprie dita.



    Zachary sospira teatralmente. «Fossi in te non la prenderei sul personale. I Douchen devono aver passato anni a chiedersi perché Dominic sia stato esiliato; e le voci che Tatiana lo tenesse prigioniero di una Viandante devono essere arrivate anche a loro. Non mi stupisce che Kai ti abbia seguito. Sai, per spiarti.»
    Stavolta è Kai a irrigidirsi, Abigail se ne accorge dal tremolio della sua mano. Dapprima pensa che sia quella bugia a infamarlo, ma di colpo realizza.
    È stato lui ad accompagnarla dalla Viandante.
    È stato lui a proporle di entrare nella mente di Dominic.
    È stato lui a scoprire i suoi segreti.
    Kai è davvero lì per spiarla.
    Zachary ride. «Te l’ho detto che ti avrei evitato una delusione.»



    Abigail scaccia la mano da Kai, ferita.
    Ormai non dovrebbe stupirsi di quell’ennesimo inganno, ma il tradimento di Kai fa più male degli altri.
    Non che lui le avesse promesso niente ma i suoi gesti… la sua premura… facevano intendere qualcosa di più. Ed è inutile negarlo, lei aveva sperato in quel qualcosa di più.
    “Sei così ingenua” la beffeggia la voce di Kai e non importa che sia solo nella sua testa, ha ragione.
    Abigail conficca le unghie nel legno, raschiandolo con rabbia. In realtà sono artigli, neri e affilati come quelli di Kai.



    È la prima volta che compaiono ma non è spaventata, anzi.
    Cos’ha da perdere?
    È sola -completamente sola- non sa se rivedrà mai più la sua famiglia e nella sua mente c'è solo il bisogno martellante di avventarsi su Zachary e colpire quel parassita, fargli più male possibile. «Stai zitto» ringhia con gli occhi che si infiammano.



    Si alza o forse sono semplicemente le sue ossa che si allungano, che scricchiolano mentre la sua pelle si fa più forte, scura, solida.
    È doloroso, ma non le importa. Accoglie con gusto quelle sensazioni che la percorrono, quelle cui lo zio Gabe le ha fatto promettere di non abbandonarsi mai. Perché, poi? E' come chiedere a un passerotto di non usare le ali, il suo corpo è stato fatto apposta per contenere quell’odio.
    Spalanca la mandibola e emette un roco ululato di rabbia, che cresce finché il suo aspetto non è completamente diverso.

    Ultima modifica di purple__ever; 27th February 2016 alle 11:44

  2. #122
    sim magnifico L'avatar di purple__ever
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Età
    31
    Messaggi
    457
    Potenza Reputazione
    11

    Re: The Red Wolf

    Non ha il pieno controllo del suo corpo, ma si muove lo stesso, scagliandosi sul Viandante col pugno diretto alla sua gola.
    Lui però la anticipa; spalanca la mano e la immobilizza con la sola forza del pensiero. Di più: la fa cadere a terra, rantolante di dolore, di nuovo umana e inerme.
    «Volevi forse colpirmi? Tu?» la irride inebriato di potere. «Noi ti abbiamo creata, noi ti controlliamo.»
    Sprezzante, le infligge un'ulteriore fitta alla testa per punirne l’insolenza.



    Abigail urla ed è un grido lacerante.
    Kai sussulta e persino Kara appare scossa. La creatura barcolla giù dal divano, ma Zachary la scaglia per terra, spostando l'altro palmo su di lei. «Ferma lì, bestia» le ordina e le ginocchia di Kara si piegano a comando. «Voi siete solo materia creata affinché io potessi utilizzarvi, voi non...»
    Qualsiasi farneticazione stia pronunciando, Kai lo interrompe avventandosi su di lui.



    È troppo debole per ingaggiare una lotta, ma il suo colpo basta a far cadere Zachary e spezzare la tortura mentale di Abigail.
    La ragazza si ritrova scagliata verso la porta della stanza.
    «Corri!» le urla Kai visto che anche Kara si è già rialzata, e senza la traccia di umanità manifestata poco prima.



    Zachary si massaggia la nuca, indolenzito e furioso.
    «Prendili!» ordina alla sua creatura, mentre Abigail e Kai stanno già scappando all'esterno seguendo l'unico percorso che la strada offre: una rampa di scale ripida, con scalini fitti e stretti, che conduce in un corridoio con ulteriori scale, verso l'uscita.
    «Dietro di te!» urla Abigail quando scorge, alle loro spalle, l'ombra velocissima di Kara.



    La creatura balza in avanti, superando Kai e atterrando di fronte ad Abigail, che punta i piedi per non finirle addosso.
    Arretra, ma non abbastanza in fretta.



    «Kai!» chiama nonostante tutto, mentre Kara si avvinghia a lei per soffocarla.
    Il licantropo deve usare gli artigli per strapparle la creatura dal collo. La scaraventa all'indietro, sperando di farla cadere dalle scale e stordirla.



    Kara invece atterra in piedi su un gradino e ticchetta la lingua con un suono negativo.
    Di lì non si passa.
    «Di qua!» Kai prende Abigail e taglia la strada lateralmente, addentrandosi in una sala da pranzo.



    L'unica via di fuga -una finestra- è bloccata e Kai e Abigail si ritrovano con le spalle al muro, braccati.
    Attendono un nuovo assalto di Kara ma, quando li raggiunge, lei si limita a fissarli, spalmandosi sulla stipite della porta divertita.
    Abigail si aggrappa a Kai vacillando. «Perché si è fermata?»


    *


    È come la notte in cui è stata rapita: Caleb è veloce, implacabile, il suo fiato sa ancora di Olivia.
    Camille prova a liberarsi, ma la sua gomitata suscita solo un riso nel Windigo.
    «Umani» sospira gettandola a terra con noncuranza. Non regola il colpo: la ragazza sbatte violentemente contro un marmo ornamentale e perde i sensi.
    Di nuovo, Caleb non se ne cura. Spalanca le braccia. «Chi è il prossimo?»



    Dee estrae la pistola ma Adrian le si para davanti, schermandola con le spalle. La sua pelle balena nel cupo della cripta.
    «Prendi Gabe e scappa» intima alla donna senza concederle alcun diritto di replica. «Io lo rallento.»

    Ultima modifica di purple__ever; 29th February 2016 alle 10:43

  3. #123
    sim magnifico L'avatar di purple__ever
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Età
    31
    Messaggi
    457
    Potenza Reputazione
    11

    Re: The Red Wolf

    Essere veloce gli ha sempre riservato un ottimo vantaggio sul primo colpo da assestare.
    Di solito sguscia sulle ginocchia del nemico per destabilizzarlo e farlo cadere, ma con Caleb il principio non funziona, è come se si muovesse a rallentatore.
    Quando arriva alle sue ginocchia, il Windigo ha già sollevato la gamba, e col tallone gli rifila un preciso calcio nell'osso sacro.



    Adrian stramazza a terra e Caleb lo afferra per il collo, spingendolo contro il muro senza la minima fatica.
    Lo scarto di forza è evidente: ad Adrian non bastano entrambe le mani per staccare le dita del Windigo dalla sua gola. Sente il pomo di Adamo conficcarsigli nella sua trachea.
    Finirà per staccargli la testa.



    «Mollalo!» Dee toglie la sicura alla pistola e la punta alla nuca del Windigo.
    Caleb allenta la presa su Adrian ma non lo lascia, anzi lo stuzzica dondolandolo come una bambola di pezza.
    «Te la scopi? Sei un vampiro fortunato» getta un'occhiata di fuoco a Dee, già pregustandosela. «La pelle delle donne afro-americane è molto... speziata.»



    Sono i brividi a reagire per lei. Dee preme il grilletto e la pallottola si conficca nella nuca di Caleb, uccidendolo sul colpo.
    Lo sparo rimbomba nelle cripte, facendo tremare persino il fuoco delle lanterne.
    Prima ancora che le orecchie abbiano smesso di fischiare, Adrian stringe Dee contro il suo petto.
    «Ti avevo detto di correre» la avvolge ancora di più perché, se non fosse per lei, a quest'ora avrebbe la testa mozzata lanciata dall'altro capo della stanza.
    Quel mostro è più forte di qualsiasi altra creatura abbia mai incontrato.



    Non stupisce che sia bastato uno scossone a rivoltare Camille. Adrian sente il sangue inumidire i suoi capelli rossi.
    «Ha bisogno di medico» si prodiga a soccorrerla, visto che Gabe, pur provandoci, è troppo debilitato per sollevarla.



    Non perde tempo a curarla, lo farà una volta fuori di lì. Forse è suggestione, ma gli sembra di vedere il cadavere di Caleb muoversi ancora.
    Dee è la prima a puntare verso l'uscita, trascinandosi con sé anche Gabe. E l'uomo, che si volta indietro, è il primo a vederlo.



    Il Windigo è tornato a respirare.
    «Dove pensate di scappare?» ride Caleb, una risata sguaiata che si trasforma in un latrato raggelante man mano che la sua pelle assume il suo aspetto finale, bluastro e indistruttibile.



    Se prima era veloce, ora è rapidissimo.
    «Dee!» Adrian la trascina in avanti e poi replica con Gabe, ma non ci vuole troppo acume per capirlo: non riusciranno mai a raggiungere l'uscita.
    Forse lui potrebbe essere abbastanza veloce da scappare; vorrebbe caricarsi Dee sulle spalle e portarla fuori, ma sorregge già Camille e poi c'è anche Gabe e non può portarli tutti...
    Caleb salta sul bordo della vasca, con gli occhi gialli incollati sulla pelle di Dee. Lei è pronta: ruota su un fianco, la pistola carica in mano, e fa fuoco.



    La pallottola raggiunge Caleb nel cranio ma rimbalza.
    Il Windigo scopre i denti, mentre le pareti del salone ondeggiano. Il soffitto estremamente basso rende l'onda d'urto una specie di terremoto.
    Adrian punta i piedi. «Non sparare! Ci farai crollare le mura addosso!»
    «Le mura eh?» ripete Caleb, con un gorgoglio gutturale.
    Mentre il gruppetto si inoltra nel corridoio, si lancia come un ariete contro l’arcata della porta.

    Ultima modifica di purple__ever; 29th February 2016 alle 10:47

  4. #124
    sim magnifico L'avatar di purple__ever
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Età
    31
    Messaggi
    457
    Potenza Reputazione
    11

    Re: The Red Wolf

    Concentra il suo peso in quell'unica gomitata. La percussione fa vibrare ogni centimetro delle pareti, come una cannonata. Dal soffitto scende una cascata di polvere e lunghe crepe si avvitano fino al centro del corridoio, il punto strutturale più usurato dal tempo.
    A Dee e Gabe basta alzare lo sguardo per vederlo: è proprio sopra le loro teste.



    È l'istinto a agire per Adrian, non la sua mente.
    Quando il controsoffitto cede, il vampiro schizza in avanti per scansare la pioggia di pietre che si abbatte su di lui, e si scaraventa dall'altro lato del corridoio col cuore che esplode.
    Si gira per assicurarsi che Dee sia tutta intera, ma quando il polverone si dissolve si ritrova di fronte un muro impenetrabile di macerie.
    Dietro di lui non c'è più nessuno.



    «No no no no no» farfuglia, lasciando quasi cadere Camille per lo sgomento.
    Non ha più brividi, non vede più gli occhi gialli di quella creatura spaventosa, le pareti rimaste sembrano stabili, ma in quella improvvisa tranquillità non c'è rassicurazione. Perché non sente nemmeno più il battito del cuore della donna che ama.
    «Dee!» urla oltre la montagna di pietre ma il richiamo non la raggiunge. Caleb l'ha già portata via.

    *
    «Perché si è fermata?»
    L'interrogativo di Abigail aleggia nell'aria senza che Kai sappia elaborare una risposta. La creatura sta aspettando una loro distrazione? Perché continua a fissarli sorridendo?



    Col fiatone, il licantropo fissa la stanza alla ricerca di una scappatoia.
    Vorrebbe spostare i mobili per creare una barricata, ma appena fa un passo si sente improvvisamente debole. Non riesce a mantenere la trasformazione. Tossisce, senza fiato.



    «Kai?» sussulta Abigail mentre il licantropo cade sulle ginocchia respirando a fatica. «Che gli hai fatto?» urla a sua madre ma in realtà anche lei incomincia a sentirsi stanca.
    La stanza è incandescente, e le finestre murate impediscono all'aria di filtrare...e l'aria... c'è qualcosa di strano nell'aria.
    Con le gambe molli, Abigail scosta dei tendaggi e scopre dei grossi vasi colmi di radici violacee.
    Dee le ha insegnato a riconoscerlo. Aconito.
    Zachary ha avvelenato l'aria.



    «Mi sono riservato di preparare una stanza apposta per voi, nel caso aveste provato a fuggire» sopraggiunge il Viandante tranquillo, cingendo Kara soddisfatto.
    Che brava la sua fedele cagnolina, li ha condotti nella sua trappola senza che loro se ne accorgessero!



    «N-No» si affanna Abigail, ma anche lei si ritrova ad annaspare sul pavimento.
    Non è solo nell'aria. L'aconito è sparso ovunque. Sui mobili, nella cenere del camino, ora anche sui loro vestiti.
    E fa perdere loro le forze.
    Li spinge a chiudere gli occhi.




    Quando sono entrambi svenuti, Zachary si issa Abigail sulle spalle e scavalca il corpo di Kai gettandogli un’ultima occhiata sul pavimento.
    Cosa farne di lui? Il buonsenso gli dice di eliminarlo, ma Kai Douchen ha del potenziale e, in fondo, è il miglior guerriero in cui potesse sperare.
    «Punto tutto su di te» mormora sibillino, ordinando oii a Kara di trascinarlo via dalla stanza prima che soffochi.
    Infine se ne va, pronto a compiere il suo rituale.







    ________________________
    Sì, non è un miraggio, il capitolo è davvero finito *-*
    Ho già ribadito l'altra volta quanto ho odiato questo capitolo, questa terza parte ancora più delle altre... Mai più un capitolo così, lo prometto, mai più XD
    E niente, ho cercato più o meno di dare una spiegazione a tutto... Spero sia comprensibile e soprattutto di non essermi persa dei pezzi
    In ogni caso la prossima volta la teoria diventa pratica, quindi sarà tutto chiaro U_U
    Come sempre i miei più calorosi ringraziamenti per i temerari che riescono ad arrivare al fondo di questi capitoli XD A presto
    Ultima modifica di purple__ever; 29th February 2016 alle 10:51

  5. #125
    sim esperto L'avatar di ComandantePerla
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Principato di Wein
    Messaggi
    578
    Potenza Reputazione
    14

    Re: The Red Wolf

    ciao purple!
    che emozione questo capitolo. La scena della cripta mi ha tolto il fiato.....spero davvero che Adrian riesca a portare in salvo Camille, ma soprattutto che Dee e Gabe riescano a salvarsi da quel mostro di Caleb. E povera Abigail, che avventura! Non so se essere felice o meno che la nostra protagonista stia iniziando a risvegliare i suoi poteri.... spero solo che riesca ad incanalarli nel verso giusto, e li utilizzi a fin di bene, e per sconfiggere questi maledettissimi Monroe (che poi sono una parte di lei..)
    Complimenti come sempre, le foto sono bellissime e la storia diventa sempre più avvincente.
    Aggiorna presto!






  6. #126
    Utente Cancellato
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Località
    Grosseto
    Età
    34
    Messaggi
    1,268
    Potenza Reputazione
    0

    Re: The Red Wolf

    Devo ammettere una cosa: non avevo capito chi fosse il bambino all'inizio, fino a che non ho letto Zachary.
    Che lettore perspicace che ti ritrovi
    Poi però ho capito tutto insieme e... se non fosse che è passata l'una, stavo per dire:"noooo la profezia nooooo!!!!!!!!!!!"
    Dee, Abigail
    Non so se dirti di aggiornare presto, oppure no...mi sa che sta finendo la storia

  7. #127
    sim magnifico L'avatar di purple__ever
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Età
    31
    Messaggi
    457
    Potenza Reputazione
    11

    Re: The Red Wolf

    Citazione Originariamente Scritto da ComandantePerla Visualizza Messaggio
    ciao purple!
    che emozione questo capitolo. La scena della cripta mi ha tolto il fiato.....spero davvero che Adrian riesca a portare in salvo Camille, ma soprattutto che Dee e Gabe riescano a salvarsi da quel mostro di Caleb. E povera Abigail, che avventura! Non so se essere felice o meno che la nostra protagonista stia iniziando a risvegliare i suoi poteri.... spero solo che riesca ad incanalarli nel verso giusto, e li utilizzi a fin di bene, e per sconfiggere questi maledettissimi Monroe (che poi sono una parte di lei..)
    Complimenti come sempre, le foto sono bellissime e la storia diventa sempre più avvincente.
    Aggiorna presto!
    Ciao Perla!!!
    Come sempre sei troppo gentile, grazie infinite per i tuoi bei commenti!
    Sono felice che le foto ti siano piaciute, dato che hanno avuto un processo di realizzazione complicato XD Le ho scattate in momenti diversi ed erano tutte un po' sfasate a livello di luci e definizione
    Tra le due, la parte della cripta è quella che ho preferito anch'io! Adrian e Camille in realtà sono già salvi, almeno loro sono nella parte buona del corridoio e possono raggiungere l'uscita XD
    Gabe e Dee invece verranno portati dritti dritti da Zachary, il Viandante ha giusto bisogno di due umani...
    Per il resto, su Abigail non dico nulla, però ti posso assicurare che i Monroe non saranno un problema ancora per molto
    A presto!!

    Citazione Originariamente Scritto da rickynchains Visualizza Messaggio
    Devo ammettere una cosa: non avevo capito chi fosse il bambino all'inizio, fino a che non ho letto Zachary.
    Che lettore perspicace che ti ritrovi
    Poi però ho capito tutto insieme e... se non fosse che è passata l'una, stavo per dire:"noooo la profezia nooooo!!!!!!!!!!!"
    Dee, Abigail
    Non so se dirti di aggiornare presto, oppure no...mi sa che sta finendo la storia
    Ciao Ricky!!!
    Ahahahah ma no, guarda che non capire subito l'identità del neonato è normalissimo XD
    E ti assicuro che sei un lettore più che attento, non posso che ringraziarti per la pazienza!!
    La profezia ci ha messo un po' ad avverarsi, ma finalmente ci siamo! Sin dall'inizio sapevo di dover fare passare a Dee e Gail le pene dell'inferno XD Con Dee in particolare sarò cattivissima
    E sì, finalmente il diario si sta avviando alla conclusione... Cioè, in verità siamo a metà storia, però la seconda parte dovrebbe essere un po' più veloce. Non voglio annoiarvi ancora per molto! XD
    Come sempre grazie per essere passato!!

  8. #128
    sim §§ L'avatar di RobySim_93
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Età
    30
    Messaggi
    31
    Potenza Reputazione
    0

    Re: The Red Wolf

    Sono in ritardo pazzesco, ma finalmente ho letto questo capitolo...
    Assolutamente sono senza parole!!!
    Sai, posso capire il perché tu non abbia fatto i salti di gioia nello scrivere questa parte: è davvero complessa e nello stesso tempo deve preparare le basi per il nucleo della storia. Tuttavia, a me è piaciuto tantissimo!
    Passando al capitolo... eh brava mamma viandante, certo che l'ha pensata proprio bene, tutta la faccenda... io non avrei mai pensato ad un piano tanto contorto...
    La scena della cripta è bellissima... (Dee!!!!! ). Mi pareva che un colpo di pistola non potesse bastare con Caleb... (peccato! XD)
    Non vedo l'ora di leggere il seguito, dove si passa ai fatti. Vedremo se Zachary riuscirà nel suo intento...
    Bravissima come sempre, a presto!

  9. #129
    sim magnifico L'avatar di purple__ever
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Età
    31
    Messaggi
    457
    Potenza Reputazione
    11

    Re: The Red Wolf

    Citazione Originariamente Scritto da RobySim_93 Visualizza Messaggio
    Sono in ritardo pazzesco, ma finalmente ho letto questo capitolo...
    Assolutamente sono senza parole!!!
    Sai, posso capire il perché tu non abbia fatto i salti di gioia nello scrivere questa parte: è davvero complessa e nello stesso tempo deve preparare le basi per il nucleo della storia. Tuttavia, a me è piaciuto tantissimo!
    Passando al capitolo... eh brava mamma viandante, certo che l'ha pensata proprio bene, tutta la faccenda... io non avrei mai pensato ad un piano tanto contorto...
    La scena della cripta è bellissima... (Dee!!!!! ). Mi pareva che un colpo di pistola non potesse bastare con Caleb... (peccato! XD)
    Non vedo l'ora di leggere il seguito, dove si passa ai fatti. Vedremo se Zachary riuscirà nel suo intento...
    Bravissima come sempre, a presto!
    Ciao Roby!!!!
    Ma tranquilla, sei assolutamente per tempo, anzi sono che mi devo scusare per risponderti in ritardo ^^
    Ahahah sì, guarda, a ripensare a sto capitolo mi prende ancora male
    La struttura nella teoria rendeva meglio XD Peccato non avessi ben calcolato quante cose dovessi inserire
    Eheh hai ragione, mamma Viandante è una donna assai ingegnosa U_U ma sai, dopo aver fatto tutto quel putiferio per creare i Windigo, era una questione di principio, guai a lasciar perdere col rituale XD
    Dee sì Mi piange il cuore doverla maltrattare, ma è tutto a fin di bene, ho in mente grandi cose per lei U_U XD
    E potrai scoprire subito se Zachary è riuscito nel suo intento o meno...aggiorno ora così da concludere finalmente questa parte
    Come sempre un grazie gigante per essere passata!! A presto

  10. #130
    sim magnifico L'avatar di purple__ever
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Età
    31
    Messaggi
    457
    Potenza Reputazione
    11

    Re: The Red Wolf

    7.
    Il sacrificio

    ___________________

    Adrian Lefevbre aveva conosciuto Dee Rogue in un freddo pomeriggio di ottobre in cui lei stava, manco a dirlo, facendo qualcosa di assolutamente sconsiderato e illegale.
    Al suo superiore dell'epoca, Vincent Vaugh, era piaciuta subito per la sua intraprendenza; l’aveva accolta in squadra incaricando proprio Adrian di tenerla d'occhio.
    Niente di troppo complicato, aveva pensato il vampiro, almeno finché non aveva conosciuto meglio Dee e scoperto la sua peculiare inclinazione a cacciarsi regolarmente in situazioni spiacevoli.
    «Su su, non ti arrabbiare!» aveva sdrammatizzato lei la prima volta che l’aveva trascinato in una delle sue idee da pazza, con uno dei millemila «Non ti arrabbiare» che Adrian avrebbe ricevuto nei successivi dieci anni di relazione con lei.



    Non è la prima volta, quindi, che il vampiro deve tirarla fuori da qualche minaccia soprannaturale; suo malgrado conosce benissimo il modus operandi da attuare per gestire una situazione di crisi.
    Punto primo: mantenere la calma.
    «Deve esserci un'altra uscita» ribadisce, riemergendo dalle cripte con un'immobile Camille tra le braccia.



    Parlare ad alta voce lo aiuta a fissare più lucidamente i pensieri.
    All'inizio ha pensato di rimanere nelle cripte e aprirsi un varco verso l'ala sepolta del corridoio, ma perché sprecare tempo in quel tunnel quando probabilmente Caleb se ne era già andato?
    Perché è impensabile che quel mostro si sia bloccato intenzionalmente in un vicolo cieco. Dunque dev'esserci per forza una seconda uscita.
    Adrian sistema Camille contro una lapide, si morde il polso e fa gocciolare il suo sangue sulla lingua della ragazza. Dovrebbe bastare quel sorso ad aiutarla a riprendersi, eppure le labbra di Camille non reagiscono. Sono rigide, pallide. Troppo pallide.
    «Camille?» la scuote Adrian. Prova a rianimarla con alcuni schiaffetti sul viso, che diventano deboli carezze sulla sua pelle gelida.
    Ciò che sta avvenendo è innegabile.
    Camille sta spirando tra le sue braccia.



    «Per la miseria, non è proprio il momento di morire!» inveisce lui, mentre il panico represso si scaraventa tutto d'un colpo nel petto.
    Cerca di ordinare i pensieri indagando le costellazioni di lapidi che lo circondano, le iridi chiare che spaziano dove anche lui vorrebbe essere, oltre i cancelli del terreno a captare le tracce di Caleb.
    Ma... Camille è ancora tra le sue braccia. Lasciarla lì significa condannarla a morte certa.
    La scelta -il bivio che segna il resto della sua esistenza- è dolorosa ma Adrian non tergiversa.
    Si avventa sul collo di Camille prendendo coraggio e tirando fuori i canini.
    A livello teorico, sa come trasformare un umano in vampiro: prosciugare il corpo della vittima quasi del tutto, e poi nutrirla col proprio sangue, come in una trasfusione.
    E se non funzionasse? È un vampiro relativamente giovane, e forse il suo sangue non è abbastanza maturo per innescare la trasformazione. Forse dovrebbe solo consegnare quella ragazza ancora bambina alla morte, forse decisioni del genere non dovrebbero competere a lui. Forse sta solo sprecando tempo prezioso.



    È l'alba quando Kai raggiunge il cimitero.
    Ha ancora lo stomaco che brucia ferocemente, ma la parte peggiore è stata riprendere a camminare dopo una notte di incoscienza nella stanza dell'aconito.
    Ha provato a fiutare l'odore del Viandante ma alla fine la ragione l'ha condotto alle cripte, l'unico luogo conosciuto in cui Zachary avrebbe potuto recarsi.
    Ma non ci trova lui. Non appena scorge un vampiro chino tra le lapidi, alza le mani per farsi riconoscere.



    «Ha preso Abigail» riporta più neutralmente possibile, e a giudicare dalla ragazza che è con Adrian e quella che invece manca, anche lui deve avere avuto una nottataccia.
    Sospira. «Ho un'idea per trovarli ma è... azzardata.»
    Adrian liscia i capelli di Camille, mentre lei gli succhia il polso possessiva. «Ho appena creato un vampiro e la mia fidanzata è stata rapita da uno stronzo immortale.»
    In quel momento nessuna idea risulta troppo azzardata.




    *
    È un angelo benevolente, con le mani incrociate sul pube, che concede speranza nonostante l'afflizione. La sua ombra si disperde contro la carta da parati cerulea della Sala del Concilio, in un charoscuro che Rochelle ha sempre trovato affascinante.
    Era stato Channing a scolpire quella statua, così come la maggior parte dei marmi presenti a palazzo.
    Rochelle si è sempre stupita di quali meraviglie riuscissero a plasmare le mani di suo padre quando non erano troppo impegnate a picchiarla.
    Lei ha provato, ma nella scultura si era rivelata un fallimento. Un po' come in tutto, del resto.



    «Non so davvero che fare, Mitch.»
    Si stira la fronte, con un principio di emicrania all'altezza del naso. I fastidi sono già iniziati prima dell'alba, quando la sua domestica l'ha buttata giù dal letto.
    Nonostante le sue proteste, la donna le ha ordinato i capelli in un'acconciatura classica ma sobria, poi l'ha strizzata in un vestitino floreale e in un paio di decollete color cuoio.
    «L'abbigliamento perfetto per una regina» le ha assicurato, sebbene Rochelle dubiti che il requisito essenziale di un'Alpha sia l'eleganza.

    Ultima modifica di purple__ever; 1st March 2016 alle 10:40

 

 
Pagina 13 di 16 PrimaPrima ... 31112131415 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. [SERIE] Teen Wolf
    Di Pey'j nel forum Cinema e TV
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 22nd March 2014, 06:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •