Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 2 di 16 PrimaPrima 123412 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 152

Discussione: The Red Wolf

  1. #11
    sim magnifico L'avatar di purple__ever
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Età
    31
    Messaggi
    457
    Potenza Reputazione
    11

    Re: The Red Wolf

    Ciao rickynchains (ti quoto così perché ho dimenticato di citare il tuo messaggio...ehm, sì, faccio sempre disastri XD) Sì, sto preparando l'aggiornamento in questi giorni, tra una cosa e l'altra dovrei riuscire a postare entro il weekend
    Pian piano sto cercando di recuperare la lettura di tutte le storie del sito, quindi verrò a leggere molto volentieri le tue storie *-*
    Grazie mille per essere passato
    Ultima modifica di purple__ever; 29th July 2014 alle 19:40

  2. #12
    sim dio L'avatar di Valentinasims700
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Il mondo che non esiste
    Età
    24
    Messaggi
    8,260
    Inserzioni Blog
    111
    Potenza Reputazione
    21

    Re: The Red Wolf

    Ciao! Stavo recuperando un po' di diari e ho notato il tuo, il prologo mi ha catturato subitissimo, sebbene non amante del genere "horror" voglio seguirti in questo progetto! Che dire, scrivi davvero bene e le foto sono davvero curate benissimo, inquietanti al punto giusto. La storia sembra interessante, certo ancora siamo al prologo ma mi piacerebbe vedere come continua! Una cosa è certa, qui c'è qualcosa che non và, anzi qualcuno, e non è un tipo molto amichevole.
    Aggiorna presto, voglio vedere il primo capitolo!
    '-'



  3. #13
    sim dio L'avatar di saphira_84
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Età
    40
    Messaggi
    4,217
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    28

    Re: The Red Wolf

    Wow che partenza con il botto.. , prologo davvero coinvolgente...
    Mi dispiace per la coninquilina....Camille corri scappa.

  4. #14
    sim magnifico L'avatar di purple__ever
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Età
    31
    Messaggi
    457
    Potenza Reputazione
    11

    Re: The Red Wolf

    Citazione Originariamente Scritto da Valentinasims700 Visualizza Messaggio
    Ciao! Stavo recuperando un po' di diari e ho notato il tuo, il prologo mi ha catturato subitissimo, sebbene non amante del genere "horror" voglio seguirti in questo progetto! Che dire, scrivi davvero bene e le foto sono davvero curate benissimo, inquietanti al punto giusto. La storia sembra interessante, certo ancora siamo al prologo ma mi piacerebbe vedere come continua! Una cosa è certa, qui c'è qualcosa che non và, anzi qualcuno, e non è un tipo molto amichevole.
    Aggiorna presto, voglio vedere il primo capitolo!
    Ciao! Sono felice che il prologo ti abbia colpita! Diciamo che la componente horror sarà sempre presente ma col proseguire della storia dovrebbe un po' attenuarsi... Ci sarà tempo per qualche mistero e un pizzico di romanticismo () Per il resto, sì, diciamo che la creatura intravista nel prologo non è molto amichevole... ma ci sarà qualcuno che sarà molto peggio
    Il primo capitolo è pronto, spero che la storia continuerà a piacerti


    Citazione Originariamente Scritto da saphira_84 Visualizza Messaggio
    Wow che partenza con il botto.. , prologo davvero coinvolgente...
    Mi dispiace per la coninquilina....Camille corri scappa.
    Eheh, Camille purtroppo non ha fatto in tempo a correre... Ma la rivedremo presto, non temete XD
    Grazie mille anche a te per essere passata

  5. #15
    sim §§§ L'avatar di sheslikearainbow
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Età
    29
    Messaggi
    68
    Potenza Reputazione
    13

    Re: The Red Wolf

    Ciao!
    Il prologo mi piace davvero tanto! E le immagini sono splendide!
    Non vedo l'ora di vedere come procederà


  6. #16
    sim magnifico L'avatar di purple__ever
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Età
    31
    Messaggi
    457
    Potenza Reputazione
    11

    Re: The Red Wolf

    Citazione Originariamente Scritto da sheslikearainbow Visualizza Messaggio
    Ciao!
    Il prologo mi piace davvero tanto! E le immagini sono splendide!
    Non vedo l'ora di vedere come procederà
    Ciao! Grazie tantissimo per i complimenti Sono felice che le foto abbiano reso bene... faccio sempre una faticaccia a modificarle, il mio vecchierello PC fa sempre di tutto per abbandonarmi nei momenti meno opportuni Posterò il primo capitolo oggi pomeriggio, e spero che la storia continui ad appassionarti

  7. #17
    sim magnifico L'avatar di purple__ever
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Età
    31
    Messaggi
    457
    Potenza Reputazione
    11

    Re: The Red Wolf

    Piccola nota a margine: siccome sono tendenzialmente pigra e poco paziente col mio PC (un vecchietto che è già un miracolo se si accende), gran parte del materiale personalizzato è scaricato, compresi sims e i lotti. A fine diario metterò una lista dei loro veri creatori per i dovuti credits
    Per il resto, questo primo capitolo è più che altro introduttivo, ma qualcosina c'è già. Mi scuso se è uscita fuori una cosa piuttosto lunga, ho fatto del mio meglio per tagliare XD
    Spero vi piaccia! Buona lettura!

    1.
    Due ore prima

    ____________________



    Si dice che i quartieri residenziali siano il trionfo della progettualità umana, ma che la razionalità in fondo sia solo un'apparenza, perché nelle strade di periferia si celano segreti inconfessabili.
    Si dice che le persone che ti salutano dalla staccionata, i vicini cordiali o le casalinghe sorridenti, in realtà abbiano la mente piena di pensieri oscuri.
    Si dice che dentro ogni villetta suburbana, anche quella col giardino più curato, non abiti mai una famiglia normale.

    *

    Abigail aveva nove anni la prima volta che la vide.
    Suo zio Gabe era fuori città per lavoro e lei era a casa da sola, in cucina. Stava trascrivendo sul suo quaderno alcuni esercizi di aritmetica, ma quella sera non riusciva proprio a concentrarsi sui numeri.
    A distrarla, un rumore metallico che continuava a picchiare al piano di sotto.



    Nessuno, a parte zio Gabe, aveva il permesso di scendere nello scantinato.
    L'uomo portava lì gli animali feriti, quelli che non poteva lasciare in clinica, a volte malati e infetti.
    Abigail non aveva mai disobbedito a zio Gabe ma quel giorno il rumore era insopportabile. Sentiva catene, strilli, rantolii. Non era riuscita a ignorarli.
    Aveva pensato a un animale affamato. Zio Gabe era molto indaffarato in quel periodo. Nelle ultime sere non era sceso negli scantinati e forse si era dimenticato di dare la razione di cibo giornaliera agli animali.
    Abigail non poteva aspettare il suo ritorno se l'animale stava soffrendo, quindi decise di fare da sé. Prese una manciata di crocchette per cani e ne mise un po' in una scodella. Poi, trovata la chiave nella cassetta degli attrezzi -il nascondiglio- scese di sotto.




    L'ambiente non era molto illuminato, ma le scale erano abbastanza larghe da facilitarle una discesa al buio. C'era una scrivania piena di libri, provette, fiale da chimico, e più che lo studio di un veterinario sembrava la postazione di lavoro di uno scienziato pazzo.




    Abigail non era a suo agio lì dentro, per cui cercò di ignorare i dettagli e seguì la luce di una finestra, raggiungendo il luogo dove il rantolio era più vicino.




    La gabbia occupava l'intero fondo della parete ma l'animale era rannicchiato nell'ombra.
    Abigail si accorse che c'era qualcosa di strano solo quando appoggiò la scodella vicino alla fessura.




    L'animale smise di soffiare e uscì lentamente dall'ombra, su due zampe. Solo che non erano zampe. Erano gambe.
    La creatura strisciava con la coda a terra ma il resto del corpo era quello di una donna umana, ricoperto da squame.





    La creatura appose le dita contro le sbarre, graffiando l'aria con gli artigli. Il suo alito acre le soffiò sul volto e i suoi occhi gialli, famelici, assaggiarono ogni centimetro della sua morbida pelle di bambina.





    Abigail non ebbe il tempo di riprendersi la ciotola. Scappò di sopra e le ci vollero molte sere di molti anni prima di convincersi che ciò che aveva visto era solo frutto della sua immaginazione.


    *

    Ma non era la sua immaginazione.
    La famiglia Weils non era una famiglia normale.
    Aveva un segreto.
    Delle persone la cercavano per questo.
    E quelle persone, oggi, l'hanno trovata.
    Ultima modifica di purple__ever; 23rd February 2016 alle 11:11

  8. #18
    sim magnifico L'avatar di purple__ever
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Età
    31
    Messaggi
    457
    Potenza Reputazione
    11

    Re: The Red Wolf

    Due ore prima...

    Abigail trattiene il respiro, piega le ginocchia e si tuffa in acqua. Il cloro brucia, ma la ragazza si impone di tenere gli occhi aperti. C'è qualcosa di magico nell’osservare il mondo filtrato con le sfumature del turchese: lo stemma dei delfini scintilla come uno zaffiro adagiato sul fondo piscina e persino il pallore dei suoi piedi è cosparso di riflessi luminosi.




    Le capita spesso, in acqua, di perdere il contatto con la realtà: il mondo esterno si annulla come se non esistesse e le sue ansie e preoccupazioni scivolano via assieme al flusso d’acqua.
    Poi però torna in superficie. Si guarda intorno ed è tutto come prima.




    «Ehi, Gail!» si sente chiamare. «Prima che ti crescano le branchie, ti va il solito aperitivo extralusso?»
    Summer si sbraccia a bordo piscina e Abigail annuisce con una risata.


    *

    L'aperitivo extralusso di Summer è un modo sarcastico per intendere due tisane calde preparate con la macchinetta a cialde all’entrata della palestra. Il bar è chiuso e il resto dei distributori automatici è fuori uso da mesi. Una volta almeno potevano integrare la loro merenda coi pacchetti maxi di patatine.
    È fine giugno, eppure il centro sportivo è deserto. Ormai si recano lì solo i più affezionati, perché adesso la piscina per antonomasia è quella inaugurata nel centro di Montrose. È più larga, profonda, ha persino i trampolini.
    Abigail però non baratterebbe la sua piscina per niente al mondo. Anche se dista quasi mezz'ora di auto da casa, adora la calma e la tranquillità che traspare attraverso la sala vetrata. E poi dove altro potrebbe fare l'aperitivo extralusso con Summer?




    Summer Johnson è, per intenderci, la sua migliore amica da sempre. Non ha la stessa passione di Abigail per il nuoto ma segue le lezioni di pilates nella stessa struttura, perennemente in lotta con qualche chiletto di troppo.
    È una ragazza solare, sempre pronta a far sorridere il prossimo. E quest’oggi l’espressione di Abigail la impensierisce. «Allora? Cos'è questo muso?»




    Abigail non si rende conto di avere le sopracciglia corrucciate finché è Summer a farglielo notare. Alza le spalle. È difficile da spiegare. «È tutto il giorno che ho un brutto presentimento.» Assomiglia a un fastidio al petto. Ha la soffocante sensazione che qualcosa non vada o che presto accadrà qualcosa di brutto. Non si è mai reputata una sensitiva ma, ogni volta che ha queste percezioni, accade davvero qualcosa. Nuotare ha mitigato un po’ il suo nervosismo, ma in realtà è ancora irrequieta. «Non so, è una di quelle giornate no.»




    «So io come rallegrarti» la rassicura Summer, sporgendo l’infuso caldo nella sua direzione. «Newman darà una festa prima di partire per la Brown. E sono invitati tutti quelli dell'ultimo anno.»
    Gordon Newman. Quarterback della squadra scolastica di football, negli ultimi mesi ha fatto incetta di premi anche nei campionati nazionali. Almeno una volta nella vita ha rappresentato il sogno proibito di ogni studentessa, e Abigail ricordava il suo periodo di fissa con Gordon con una certa repulsione.




    «Zio Gabe dice che Gordon è un cretino» le fa presente Abigail, senza specificare che francamente lo pensa anche lei.
    Zio Gabe è il fratello maggiore del padre di Abigail, Brian Weils. Quando Brian e sua moglie Kara morirono in un incidente stradale, Gabe decise di prendere Abigail con sé e crescerla come una figlia.
    All'epoca era un testardo trent’enne fresco di divorzio e laurea in veterinaria, mentre Abigail un'orfanella di tre anni con la passione per i cavalli. Si erano piaciuti subito.
    Ancora oggi viaggiano sulla stessa lunghezza d’onda. Certo, Gabe a volte è un po’ troppo apprensivo, ma Abigail non ha di certo intenzione di litigare con lui per una sbronza alla festa di Gordon Newman. Tutti sanno che alle feste di Gordon ci sono più alcolici che invitati.
    «Non vuole che lo frequenti, non mi lascerà mai venire» aggiunge.

    Ultima modifica di purple__ever; 23rd February 2016 alle 11:14

  9. #19
    sim magnifico L'avatar di purple__ever
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Età
    31
    Messaggi
    457
    Potenza Reputazione
    11

    Re: The Red Wolf

    «Si può portare un accompagnatore» continua Summer entusiasta, dando comunque per assodato che Abigail sarebbe venuta. «Io devo ancora convincere Thomas ma, sai, credo di essere sulla buona strada. Tu chi porti? Lucas?»
    Lucas Santini, due gelati al bar, un film, qualche bacio sotto il portico di casa. Tutto lì.
    «Io non porto nessuno. Non ho tempo per i ragazzi» sentenzia Abigail questa verità assoluta. Tra meno di due mesi varcherà la soglia del college e, scatoloni a parte, non ha intenzione di portarsi dietro nient'altro della sua vita qui a Montrose.




    «Sicura di non voler rivedere questa prospettiva?» Gli occhiolini maliziosi di Summer non sono per niente finiti. Anzi, fa un cenno verso destra. «Perché c'è quel tizio che continua a fissarti.»




    Abigail si volta certa che Summer si stia inventando tutto, invece deve ricredersi. Effettivamente c'è un ragazzo dall'altro capo della sala assorto davanti alla macchinetta per la granita. Ciò non gli impedisce, ogni tanto, di lanciare qualche occhiata nella sua direzione. E' palese.




    «E' super carino» commenta Summer e Abigail non può che darle ragione. Non sembra nemmeno lì per fare palestra. Ha un abbigliamento classico, quasi costipato, con un paio di occhiali da vista alla moda. Dietro le lenti si intravedono un paio di iridi chiare da capogiro. Okay, pensa Abigail, è molto più che super carino. E' bello. Fin troppo.




    Le gambe della ragazza s’immobilizzano e un vacuo formicolio le ronza dietro la nuca. Una scintilla nello sguardo dello sconosciuto la fa rabbrividire. Le sembra di vederci sangue, controllo, una goccia di perfidia. Il suo stomaco si contrae e d’istinto si volta per non guardarlo.
    Il brutto presentimento che l’ha tormentata tutto il pomeriggio è tornato. Non sa come, non sa perché, ma Abigail non vuole rimanere lì un minuto di più.




    Prende il cellulare per controllare l’ora e si accorge che il display brilla con insistenza. Tutto il suo malessere si riversa in quel numero di chiamate perse. Quindici.




    Intanto, al bancone, il ragazzo con gli occhiali non c’è già più.
    Ultima modifica di purple__ever; 23rd February 2016 alle 11:17

  10. #20
    sim magnifico L'avatar di purple__ever
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Età
    31
    Messaggi
    457
    Potenza Reputazione
    11

    Re: The Red Wolf

    *

    Il quartiere suburbano di Montrose è nella zona più a nord della cittadina, vicino alla statale.
    Summer, che oggi guida l’auto, accompagna Abigail sino al vialetto. Le luci di casa Weils sono già tutte accese.
    Quando si precipita nell’ingresso, Abigail trova suo zio seduto sul divano, con gli occhi socchiusi e le mani ciondolanti sulle gambe. Non sembra stare bene. Per niente.




    «Gail, per l’amor del cielo, dov'eri?»
    «Sono corsa qui il più in fretta possibile» si scusa lei, pasticciandosi i capelli ancora umidicci per dimostrarlo.
    Zio Gabe la abbraccia e Abigail sente la sua pelle raggelarsi. Stanno tremando entrambi. «Che succede?»
    Al telefono suo zio non le ha detto molto e anche ora lo sguardo dell’uomo percorre la stanza confuso, senza fermarsi in un solo punto. «Dobbiamo andarcene da qui. Ci hanno trovati. Loro... Hanno preso Camille.»
    Abigail impiega un attimo a capire, e comunque non realizza del tutto. Se prima era spaventata, ora è terrorizzata. «Camille? Dov'è? Sta bene?»




    Camille è la vera figlia di zio Gabe e per Abigail è in pratica una sorella. Sono cresciute assieme e anche adesso, nonostante Camille sia al college, si sentono tutti i giorni.



    Tra qualche mese Abigail andrà a vivere con lei e Olivia, la sua coinquilina. Cosa è successo alle due ragazze?
    Abigail cerca una risposta negli occhi di zio Gabe e lì scopre lacrime e paura. Lui la trascina verso la sua camera.
    «Ti spiegherò tutto appena siamo in auto» esclama agitato. «Adesso prendi la tua roba, il minimo indispensabile. Partiamo tra poco»
    Abigail ha come l’impressione di essere finita in un incubo, non capisce niente e ciò che le sta accadendo non ha senso. Forse è ancora sott’acqua, con la testa ovattata, immersa in una realtà falsata. Ma in acqua si sente protetta. Lì, in quella casa, improvvisamente sa di essere in pericolo.




    «Dalla macchina, tra cinque minuti.»
    Zio Gabe la lascia da sola, al centro della camera, frastornata. Abigail non riesce nemmeno a pensare, la sola idea di Camille in pericolo le rivolta lo stomaco. Quante volte hanno giocato assieme in quella stanza? Quante volte si sono raggomitolate sul letto a guardare un film? Quante volte...
    Un rumore di serratura la fa sussultare.




    Zio Gabe sta andando nello scantinato. Abigail si riscuote, probabilmente grazie all'istinto di sopravvivenza. Prende uno zaino e riempie le tasche con qualche cianfrusaglia, giusto un cambio di biancheria, un vestito pulito, le sue medicine. Deve portare altro? Staranno via per tanto tempo? Perché, poi, stanno scappando?
    I cinque minuti sono già scattati da un po' per cui Abigail corre in garage, dove si aspetta di trovare zio Gabe. Di lui però non c'è traccia.




    Passano un altro paio di minuti. Uscire dalla casa è stata una buona idea perché lì, chiusa nel garage, si sente più sicura. Ha sempre i brividi quando zio Gabe scende negli scantinati. È strano che non sia ancora risalito, ma la ragazza ha le gambe troppo deboli per tornare in casa a cercarlo. Spia dalla finestra del garage e con la coda dell’occhio le pare di vedere un’ombra attraversare il giardino. Sussulta. Guarda con più attenzione e si ritrova a sospirare di sollievo. L’erba è immobile.
    Non ha il tempo di rassicurarsi perché un nuovo elemento la disturba. La porta sul retro è spalancata. Non si ricorda di averla lasciata aperta. Anzi, lei l'ha chiusa.




    “No, no, non adesso!” Abigail sente il cuore che le esplode e la fronte che si contrae. Lo zaino le cade di spalla. L’oscurità diventa più nitida e i suoi sensi si amplificano.
    La verità è che Abigail non ha mai avuto il coraggio di chiedere a zio Gabe cosa nascondeva negli scantinati perché a quel punto gli avrebbe dovuto rivelare di aver visto quella creatura; e avrebbe dovuto ammettere, anche a se stessa, che non era la prima volta che vedeva quegli occhi gialli.
    Perché quando era spaventata, arrabbiata, confusa o perdeva il controllo... I suoi stessi occhi diventavano di quel colore.




    Tuttavia, prima che la ragazza abbia il tempo di fare qualsiasi cosa, una mano l'afferra per la mandibola, premendole un tessuto bagnato contro il naso.
    Abigail cerca di scrollarsi di dosso l'assalitore, ma lui non si muove di un millimetro.




    «Ragazzina, che fai? Vuoi farci ammazzare?» la riprende una voce maschile, cingendola per la vita e schiacciandosi con lei contro il muro, nell'ombra.
    Abigail spalanca gli occhi accesi di giallo e riconosce il ragazzo che ha visto nel pomeriggio alla palestra. Il sonno arriva subito dopo e, per quanto si sforzi, la ragazza non riesce a combattere l'impulso di chiudere gli occhi.
    Il ragazzo scruta l'aria, senza mollare la presa. «Gabe e Dee me la pagano» sbuffa poco prima che Abigail perda i sensi tra le sue braccia. «Chissà perché ci finisco sempre io, a fare il babysitter ai lupi!»

    Ultima modifica di purple__ever; 8th March 2016 alle 12:05

 

 
Pagina 2 di 16 PrimaPrima 123412 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. [SERIE] Teen Wolf
    Di Pey'j nel forum Cinema e TV
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 22nd March 2014, 06:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •