Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Risultati da 1 a 10 di 10
  1. #1
    simmino
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Località
    A, A
    Età
    25
    Messaggi
    7
    Potenza Reputazione
    0

    Post Quel triangolino verde della vita

    Il video trailer della Fic lo trovate a questo link: La famiglia Rhapsody

    Indice dei capitoli

    Capitolo 1.
    Capitolo 2.
    Ultima modifica di Sara Jane Filice; 5th March 2014 alle 20:59

  2. #2
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: Quel triangolino verde della vita

    Ciao Sarah e benvenuta nella sezioni diari ^^ Ti invito a leggere il regolamento di sezione, così da impostare correttamente il tuo diario [Guida] Impostare un diario Se hai problemi ti basta chiedere ^^

  3. #3
    simmino
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Località
    A, A
    Età
    25
    Messaggi
    7
    Potenza Reputazione
    0

    Re: Quel triangolino verde della vita

    Capitolo 1.

    << Sara Jane Dias … vuoi sposarmi? ”
    Fu con questa frase, pronunciata da un emozionato ed innamorato Gen, che la loro storia ebbe inizio. Una breve ma intensa storia di amicizia ed amore nata per volere dell'entità misteriosa oltre lo schermo e durata la bellezza di 83 giorni Sim. Lui, Gen Rhapsody, un ragazzo testa calda e un temerario dai capelli fulvi, con un fratello a carico ed una particolare propensione per il rosso e le torte di mele.Lei, Sarah Jane Dias, pittrice nel cuore e aspirante Rockstar, inguaribile romantica e passionale. Insieme avrebbero fondato una lunga e numerosa stirpe di talenti, la più ricordata di Sunset Valley.
    ***
    Era una brutta giornata di pioggia quando la ragazza accese il computer e avviò il videogame, di quelle fredde e uggiose tipiche dell’inverno, in cui l’acqua dal cielo scroscia copiosa e i fulmini sembra quasi minacciare di divorare ogni cosa con tutta la loro energia. Eppure, tra un tuono e l’altro, la ragazza si sistemò comodamente sulla sedia d’ufficio e attese paziente il caricamento del gioco, sorseggiando la fumante tazza di the che aveva preparato prima di accomodarsi davanti al suo portatile nero, coccolando un po’ il cane che scodinzolava festoso e giocherellone ai suoi piedi e sospirando, di tanto in tanto, quasi fosse rilassata da tutto quel trambusto e quella cupezza che regnava fuori. Ed in effetti, lo era, perché finalmente poteva dedicarsi al suo progetto. Piccolo ma ambizioso.Creare una famiglia virtuale che potesse proseguire almeno fino alla sedicesima generazione. E sorrise impaziente quando, dopo un po’, la belle e fiorente Sunset Valley apparve davanti a lei col suo mare limpido e calmo, la sua gente strana ma ospitale (ovviamente a modo suo), le sue stagione lente e intense e le sue storie, intricate, a volte inquietanti, ma sempre affascinanti.
    Come questa, che assieme alla sua creatrice andiamo a scoprire. Perché il bello di The Sims e questo, non si sa mai cosa ti capita. O forse questa frase è già stata usata? Bhe, poco male. Comunque il senso è questo, e protagonisti di vita quotidiana sono i membri della famiglia che in quel giorno di pioggia la ragazza andò a creare.
    Mano a mano presero forma e personalità, e dal nulla divennero tre esseri virtuali animati da una vita quasi reale e incredibilmente realistica, come tutto in quel mondo., fino a diventare due fratelli e una giovane aspirante Rockstar.
    Per modellare i due giovani la ragazza prese spunti dal poster di un altro famoso videogioco per PSP di cui aveva un poster appeso proprio di fronte a sé.
    Il primo ragazzo era un giovane adulto, aveva i capelli rossi tagliati corti a frange, assenza di peluria facciale, occhi color dell’acqua marina e labbra carnose. Vestito con un camicia rossa, un paio di Jeans neri e degli stivaletti a punta del medesimo colore del Jeans, la ragazza modellò la sua personalità in modo che fosse principalmente Temerario, Testa calda, Coraggioso e Atletico, aggiungendo per ultimo Abile a baciare. Gli mise nome Gen Rhapsody.
    Suo fratello Angelo invece lo creò in modo da essere il suo opposto. Capelli neri, occhi marroni, una folta barbetta curata e due basette. Nonostante tutto, il suo aspetto era gradevolissimo, vestiva con Jeans chiari e una maglia nera sotto una camicia nera e righe grigie e verdi scurissime, e calzava un paio di converse nere.
    A lui, la ragazza mise i tratti Buono, Senso dell’umorismo, Carismatico, Cuoco provetto e Pollice Verde, pensando con un sorrisetto che gli ultimi due sarebbero tornati utili in futuro.
    La giovane si distrasse per un secondo dal pc, poggiando la tazza sulla scrivania e sorridendo alla sua cagnetta, che le scodinzolava giocherellona ai piedi. La prese in braccio e se la coccolò un po’, massaggiandosi anche un po’ il collo per allentare il leggero dolore che le era preso. Alzò un po’ la sedia con l’apposita manopola, e mentre intanto la cagnetta si era comodamente adagiata sul suo ventre, lei riprese a creare.
    Stavolta passò all’unica donna del gruppo, che l’avrebbe rappresentata.
    Le fece i capelli lunghi raccolti in una fluente coda, anche se lei li aveva corti, e un viso da adulta curiosa impreziosito da due grandi occhi marroni. Poi la vestì con una maglietta fino all’ombelico rossa, sotto una felpa nera, un attillatissimo Jeans nero e un paio di stivali neri.
    A lei mise nome Sarah Jane Dias. Sorrise … la variante inglese del suo … poi passò ai tratti: Artistica, Topo di biblioteca, amante della famiglia, inguaribile romantica e perché no anche disponibile al flirt.
    Fatto, si disse guardando la sua opera. Ora non le restava che aggiungere le relazioni (che erano fratelli tra Angelo e Gen, e Fidanzati tra Gen e Sarah) e, era il caso di dirlo, il gioco era fatto.
    Ed eccola lì la sua famiglia virtuale. Pronta per iniziare la sua scalata al progetto Genealogy.
    E, si disse, gli ostacoli erano molteplici

    I protagonisti





    Ultima modifica di Sara Jane Filice; 5th March 2014 alle 12:54

  4. #4
    simmino
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Località
    A, A
    Età
    25
    Messaggi
    7
    Potenza Reputazione
    0

    Re: Quel triangolino verde della vita

    grazie, letto e corretto ^_^

  5. #5
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: Quel triangolino verde della vita

    Non hai corretto il limite delle foto, che deve essere di 640x480, ti manca praticamente solo questo ^^

  6. #6
    simmino
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Località
    A, A
    Età
    25
    Messaggi
    7
    Potenza Reputazione
    0

    Re: Quel triangolino verde della vita

    fatto

  7. #7
    sim dio L'avatar di Winged85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Località
    Provincia di Milano
    Età
    33
    Messaggi
    3,047
    Inserzioni Blog
    15
    Potenza Reputazione
    14

    Re: Quel triangolino verde della vita

    Ciao Sara e benvenuta in sezione!

    Caspita, vuoi arrivare nientemeno che alla 16° generazione! Alla faccia del progetto ambizioso! Immagino che ne vedremo delle belle!
    Vorrei solo chiederti una curiosità: come mai alcune parole sono sottolineate e in verde?

    Ti auguro in bocca al lupo per il progetto e per questo diario che mi sa di molto particolare u.u
    Al prossimo capitolo!






  8. #8
    simmino
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Località
    A, A
    Età
    25
    Messaggi
    7
    Potenza Reputazione
    0

    Re: Quel triangolino verde della vita

    ahah ciao Winged, e grazie xD Bhe in effetti sono un pò fuori di testa ahah anche perchè voglio vedere se nel frattempo mi capita un sim con 9 figli come faccio xD le vie della EA sono infinite ahah xD . Il tuo Nick mi ricorda Sephiroth di Final Fantasy e personalmente questa cosa mi piace sisi u_u Il problema delle sottolineature me lo da il mio pc, non so come fare per toglierlo @_@ c'è un programma nel browser che mi seleziona le parole e mi manda su un motore di ricerca per comperare non so cosa
    Vabbè, comunque corro a postare il prossimo capitolo. Ciao ancora, e grazie :3 ^_^
    Ultima modifica di Sara Jane Filice; 5th March 2014 alle 20:55

  9. #9
    simmino
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Località
    A, A
    Età
    25
    Messaggi
    7
    Potenza Reputazione
    0

    Re: Quel triangolino verde della vita

    Capitolo 2. Il grande giorno

    Estate: Giorno 1
    Giov
    25°

    Ore 04.50

    Quel giorno Gen si svegliò come si suol dire con l’argento vivo in corpo. Era ancora il crepuscolo, e le stelle sul cielo di Sunset Valley stavano mano a mano sbiadendo, mentre ancora il mare sospirava al cielo gli ultimi vapori di aria calda.
    Non appena aprì gli occhi, da lontano un cane ululò al cielo, e un altro gli rispose di rimando, mentre un piccolo uccellino si posò sul davanzale della finestra, salutandolo.
    Gen sorrise

    “ buongiorno piccolo! ” mormorò

    Poi si voltò verso Sarah, che dormiva beata rivolta verso di lui. Quel giorno non ancora iniziato era un grande giorno, perché avrebbe chiesto alla sua amata Rockstar di sposarlo. Sarebbero diventati promessi sposi, e tra un altro paio di giorni avrebbero potuto sposarsi.
    Affinché lei non potesse dirle di no, aveva preparato ogni cosa nei minimi particolari. Le avrebbe offerto l’anello nella baia proprio davanti alla loro casetta, al tramonto, un’ora magica.
    Ma prima avrebbe cercato per tutto il giorno di coccolarla con discrezione, senza insospettirla o annoiarla, giusto quel tanto che serviva per accendere in lei la passione.
    Sarebbe stata una gran giornata quella, pensò con un altro sorriso, rigirandosi verso di lei e osservandola. Chiuse piano gli occhi, come per imprimere bene quel viso dolce e delicato nella sua mente prima di riaddormentarsi.
    L’amava alla follia, si. A costo di risultare sdolcinato, a costo di rischiare di perdersi nella semplice luce di un tramonto sul mare ricordando i suoi occhi brillanti come quel diamante che le avrebbe offerto.
    Ma in fondo, non era neanche colpa sua. Era quella ragazza che stava oltre il vetro, avvolta nella sua coperta calda e con accanto quella solita tazza di the, che lo aveva creato così.
    E lui non poteva farci nulla. Anzi, pensandoci bene, non voleva farci nulla.
    Perché questo almeno doveva ammetterlo. Nel creare quella famiglia, la giovane oltre il vetro aveva impostato il loro libero arbitrio come forte, quindi a dir la verità avrebbe anche potuto lasciarla, se non l’avesse amata. Bastava poco, insultare sua mamma di essere un lama o urlarle contro magari, e ben presto l’opzione separati sarebbe spuntata tra le altre e loro avrebbe potuto dividersi.
    Ma lui non voleva. L’amava troppo per pensare anche solo per un istante di farle una cosa simile. Lei amava lui e lui moriva per un suo sorriso, e questo bastava.
    Gen riaprì gli occhi, impossibilitato a dormire. Sentiva il suo respiro accanto al suo viso, e si chiede se quella ragazza che li osservava sorridendo non potesse percepirlo. Udì di nuovo quei cani, e il dolce sciabordio del mare, ma non sentì più scrosciare, e capì che finalmente dopo un giorno e una notte, aveva smesso di piovere.
    Ispirato e felice s’alzò finalmente dal letto, e uscito fuori dalla camera s’accorse, mentre ancora in vestaglia si avviava verso il frigo per mangiare, che anche Angelo dormiva ancora. Poco male, pensò con allegrezza, potrò godermi la quiete crepuscolare esercitandomi a scrivere.
    E così fece, dopo aver fatto una doccia, aver ingollato un paio di frittelle e aver ritirato la posta.
    Accese il computer e iniziò a scrivere, perdendosi volontariamente nella meravigliosa descrizioni dei paesaggi e in pittoresche metafore sul mondo della natura.
    Era un romanticone in fondo. Anche se questo tratto non era inserito nel suo dna.

    Ore 07.30

    Angelo s’alzò dal letto con una voglia matta di frittelle di mela.

    “ Perché ancora non sono così bravo col giardinaggio! ” si lamentò sbraitando contro la ragazza
    oltre il vetro, mentre il suo fumetto traduce il messaggio con il simbolo del bisogno fame

    Un impulso nervoso lo spinse a cambiarsi, e lui lo fece ben volentieri perché ciò significava che la giovane aveva ricevuto il messaggio. Poi, lasciato liberi, volò in cucina e dopo aver salutato il fratello si mise a preparare il gustoso piatto.
    Mise tutto nel robot da cucina, per fare più veloce dato che i morsi della fame cominciavano a farsi sentire sempre di più, e grazie al suo tratto di cuoco provetto in men che non si dica nella padella cuoceva l’impasto delle frittelle.
    Nel frattempo si voltò a salutare Sara che, ancora in pigiama, si accingeva a prendere dal frigo l’ultimo avanzo di frittelle con uva.
    E mentre lei si accomodava al tavolo, Angelo ritornò alle sue frittelle scoprendo con disappunto di averle bruciate. Brontolando e sbruffando le gettò con tutto il piatto nella lava stoviglie, e si rassegnò affamato a consolarsi con una fetta di pane e marmellata, di mela ovviamente.
    Dopo aver finito lo aspettava il lavoro da poliziotto, quindi al suono del clacson si fiondò fuori dalla macchina, preoccupandosi però di salutare il fratello maggiore, intento al suo romanzo.
    Poi uscì per il suo primo giorno di lavoro, e Jane e Gen rimase soli in casa.

    ***

    Mentre Sarah finiva di farsi la doccia, Gen chiuse stanco il computer e sospirò soddisfatto. Che bello era, mettere per iscritto le proprie emozioni.
    In quel momento, Jane gli si avvicinò e gli chiese dolcemente

    “ Finito di scrivere questo capolavoro? ”

    Lui le sorrise

    “ Ancora no, ho bisogno di più ispirazione! ”
    “ Oh! E cosa potrebbe ispirarti? ” ammiccò lei

    Gen la guardò, illuminandosi. Bella, bella, bella. Con la sua maglietta rossa che le lasciava scoperte le braccia e il ventre, quei pantaloni attillati e quegli stivaletti che adorava tanto. Stava così bene, mentre la luce della finestra a cui dava le spalle creava attorno alla sua figura un alone di luminosità, facendola sembrare un angelo.
    Allora sorridendole s’alzò, accese lo stereo sulla musica classica e strettala a se le mormorò strofinando il naso contro il suo

    “ Un valzer con te! ”

    Lei sorrise, e senza parlare lo accontentò, lasciandosi cullare dalla musica e stringendosi al suo uomo.

    Ore 17.34

    Gen non fece altro che coccolarla e baciarla per tutto il giorno, fino a che lei non si recò al lavoro. E quando tornò, ispirata e stanca, lo trovò seduto sul divano ad aspettarla, mentre commentava con Angelo un programma su TuttoGiardino.
    Non appena entrò, Angelo fece un occhiolino al fratello, che la osservò innamorato e felice più che mai di rivederla.
    Gen guardò poi l’orologio, e s’accorse che era tardi.
    Così, mentre lei lo osservava incuriosita, lui la prese per mano e la trascinò fuori con sé, di corsa sulla spiaggia.

    “ Gen! Ma che ti prende? ” gli chiese divertita, una volta arrivati

    Lui si sedette sulla sabbia morbida della baia, e la invitò a fare lo stesso. Poi le avvolse un braccio attorno al collo e la baciò, senza dir nulla.
    E lei non potè fare altro che lasciarsi andare. Perché ogni volta che quelle labbra morbide e carnose sfioravano le sue, lei cantava ancora, e ancora, e ancora di più. Ti prego, mordile più che puoi, fammi vivere con te ogni singolo attimo della mia piccola e breve vita.
    Poi lui alzò, lei fece lo stesso aspettandosi un'altra sorpresa, e quando Gen le si inginocchiò davanti mostrandole un anello e chiedendole di sposarlo, lei … si sentì morire di felicità.
    Così, complici il tramonto infuocato sul mare di Sunset Valley e una giornata piena di amore, la loro storia ebbe inizio.
    Una breve ma intensa storia di amicizia e amore nata per volere dell’entità oltre lo schermo e durata la bellezza di 83 giorni Sim.


  10. #10
    sim dio L'avatar di Winged85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Località
    Provincia di Milano
    Età
    33
    Messaggi
    3,047
    Inserzioni Blog
    15
    Potenza Reputazione
    14

    Re: Quel triangolino verde della vita

    Diario sospeso per lo scadere dei 3 mesi. Se vuoi riaprire manda un MP a Saphira84 o a me






 

 

Discussioni Simili

  1. I Segreti della Vita - Cap. 3
    Di AngelMima nel forum Diari Sospesi
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 28th June 2013, 17:06
  2. Frutto della vita...
    Di D@vide nel forum The Sims 3: Ambitions
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 13th June 2010, 19:53
  3. Frutto della vita ??? e fiore della morte
    Di Gerry nel forum Cestino Gioco base+Espansioni
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 21st February 2010, 15:04
  4. frutto della vita
    Di chiara9086 nel forum The Sims 3: Gioco Base
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 23rd October 2009, 12:23
  5. frutto della vita
    Di Midori83 nel forum The Sims 3: Gioco Base
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 29th July 2009, 19:02

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •