Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Risultati da 1 a 7 di 7
  1. #1
    sim §
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Messaggi
    25
    Potenza Reputazione
    0

    [Sospeso] E mi alzo sui pedali...

    PREMESSA: Dedico il mio primo diario a colui che è stato il mio mito da bambino e lo è ancora adesso anche se non c'è più... La storia è piuttosto inusuale, non penso ce ne sia un'altra con questo argomento, è la prima in assoluto che pubblico, quindi non linciatemi . Gli eventi sono tratti da una storia vera che credo molti conoscano ma nomi, testi e alcuni fatti sono naturalmente adattati al diario. Chiedo gentilmente a chiunque voglia di lasciare commenti e critiche sia positive che non. Poi visto che io scrivo di getto e non perdo tanto tempo a riguardare il tutto, fatemi notare se ci fossero, orrori di ortografia.
    Ringrazio sin da ora chi leggerà*. Baci e buona lettura.
    SilverHawk



    Uploaded with ImageShack.us

    Eccomi qui. Questo sono io. Nel mio ambiente naturale, tra le mie adorate montagne. Qui ci sono nato. E ci sono morto. Manca solo una cosa, ma ridotto così non posso usarla. Sono stati loro a ridurmi così. Io stavo bene prima. Ero felice. Non volevo....

    PROLOGO - RIADATTAMENTO

    Io sono un campione, e questo lo so...E' solo questione di punti di vista.
    E qui nel posto dove io sto, mi chiamano Matthew, Matthew il ciclista.
    E se ho sbagliato non me ne son reso conto, ho preso le cose fin troppo sul serio,
    persino il fatto di aver qualche volta... esagerato, per sentirmi più vero...


    [center:1khmuv31]E ora mi alzo sui pedali, come quando ero bambino, e dopo un po' prendevo il volo dal cancello del giardino,
    e mio padre mi aspettava, senza dire una parola, perchè io e la bicicletta siamo una cosa sola...
    E mi rialzo sui pedali, ricomincio la fatica, poi abbraccio i miei gregari quassù in cima alla salita, perchè quelli come noi hanno voglia di sognare,
    e dal passo del Simdoi chiudo gli occhi e vedo il mare...[/center:1khmuv31]

    [center:1khmuv31]E vedo te...[/center:1khmuv31]


    E adesso mi sembra tutto distante, gli anni felici e soprattutto gli amici...
    E di quel giorno ricordo soltanto..
    una stanza d'albergo ed un letto rifatto, e sono sicuro
    di aver anche pianto,
    Io sono sparito in quell'attimo esatto...


    [center:1khmuv31]E ora mi alzo sui pedali, all'inizio dello strappo, mentre il pugno si avversari si è piantato in mezzo al gruppo, perchè in fondo una salita è una cosa anche normale, assomiglia un po alla vita, devi sempre un po lottare,
    E mi rialzo sui pedali, con il sole sulla faccia, e mi tiro su gli occhiali al traguardo della tappa, ma quando scendo dal sellino sento la malinconia... di quel che se n'è andato via...
    [/center:1khmuv31]

    Io sono un campione, e questo lo so... e in questo posto dove io sto chiedete di Matthew, Matthew il ciclista



    [right:1khmuv31]FINE PROLOGO[/right:1khmuv31]

    Ok, ora ho fatto la cavolata di postarlo il diario. Perchè cavolata? Perchè neanche l'ho scritto il primo capitolo, quindi almeno una settimana prima che possa postarlo (tra impegni vari, tra cui proprio la bicicletta) ) deve passare. Anzi facciamo una cosa, se vi interessa lo posto, altrimenti me lo tengo per me e non vi rompo intasando la sezione xD xD

    INDICE

    CAPITOLO 1

  2. #2
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: E mi alzo sui pedali... - PROLOGO

    Posso osare Pantani? Il campione cui ti ispiri è Pantani? Cmq la storia sempre interessante, dai un'occhiata qui per come fare l'indice viewtopic.php?f=22&t=2263

  3. #3
    sim §
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Messaggi
    25
    Potenza Reputazione
    0

    Re: E mi alzo sui pedali... - PROLOGO

    si esatto è proprio pantani grande campione...

    il thread che hai postato l'avevo letto un paio di volte, infatti avevo deciso di scrivere la premessa nel primo post con la foto aggiungendo l'indice in seguito, e poi mettere il prologo in un altro post... naturalmente tutti i buoni propositi andati in fumo quando scrivendo mi sono dimenticato di farlo xD

  4. #4
    sim §
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Messaggi
    25
    Potenza Reputazione
    0

    Re: E mi alzo sui pedali... - PROLOGO

    CAPITOLO 1

    -DAI PASSA!!-
    -VELOCE PASSA, PASSA QUA-
    -NO, TIRA INVECE!!-
    Era un caldo pomeriggio d'estate e Matthew e i suoi amici giocavano a calcio sulla spiaggia. Il loro paese era strano. Da un lato la spiaggia con il mare e il tramonto. Dall'altro le montagne con la neve. E al centro tante tante case e qualche palazzo, a dimostrazione di un posto in rapida espansione.
    Giocavano a calcio da ore ormai, ma Matthew non era stanco. Era questa la sua passione, era questo quello che voleva fare da grande, e per questo motivo trascurava gli studi. E, sempre per questo motivo, non avrebbe passato quella palla.

    -MATTHEW MA SEI UN IDIOTA! PERCHE' NON HAI PASSATO?-
    -SI INFATTI, MA CHE COS'HAI NELLA TESTA? NON PUOI FARE TUTTO DA SOLO-
    VA VIA, VA... Anzi andiamo via tutti che si sta facendo tardi e altrimenti le prendiamo-
    -Si hai ragione meglio andare... ciao ragazzi, a domani!-
    -Ciao!-
    -Ciao a domani!-
    -Ci vediamo domani!-
    Matthew: Ci vediamo domani! E scusate, eh!-

    Mentre si incamminava sulla via di casa, si accorse che Aliena era ancora li, seduta su uno scoglio a guardare il mare. E capiì che quella era l'occasione giusta.

    M: -Allie! Cosa fai lassù tutta sola? Scendi...-
    A: (sobbalzando) -Matthew! Mi hai fatto spavento! Non sto facendo niente, sto solo pensando un po'...-
    M: -Vieni, andiamo a casa che è meglio. Ti accompagno, si sta facendo buio.
    A: -Ok-
    M: -Comunque guarda, potrei batterli ad occhi chiusi, io... Guardami bene, perchè stai parlando con un futuro campione!! Ahahahah
    A: -Ahahahahah-
    M: -Dai, almeno ti ho fatto sorridere, no?



    M: -Però non è proprio farti sorridere la mia intenzione sai... Ecco io volevo dirti una cosa... non è che per caso una bella ragazza come te volesse diventare la fidanzata di un campione? Ahah... Il fatto è che mi piaci Allie, mi piaci un casino e non sapevo come dirtelo... ecco... Allora?



    La ragazzina rimase completamente spiazzata da una richiesta del genere, e tutto voleva tranne che ferire quel ragazzo che le era così caro dicendogli la verità*. E fece di peggio:

    A: -Matthew ecco io... io... devo andare eh! C-ci vediamo domani...



    Matthew rimase di stucco. Non riusciva a capacitarsene, che cosa aveva fatto di male? Perchè era scappata via così?
    Scoppiò a piangere in mezzo alla strada e si sentiva piccolo ed insignificante. Era un buono a nulla, ecco cos'era. Non andava bene a scuola, non era capace di giocare a calcio, non era capace neanche di conquistare una ragazza. Si sentiva davvero una nullità* e l'unica cosa che voleva adesso era andare a casa e chiudersi in camera sua. E piangere...
    Arrivato a casa fece per entrare ma poi si fermò. Vide il padre in riva al loro laghetto a pescare. A quell'ora! Lo faceva spesso e prima di allora Matthew non aveva mai capito il perchè... cosa ci trovava di particolare a stare in piedi davanti all'acqua fermo per ore? Ma ora aveva capito che suo padre andava lì per pensare, per staccarsi dal resto del mondo. Forse se avesse parlato con lui...
    Suo padre Kai era una persona un po' particolare, in paese lo sapevano tutti... Amava passare ore ed ore, a volte anche giorni interi in completa solitudine in mezzo alla natura, si isolava dal mondo e in quelle ore trovava una soluzione a qualsiai problema.
    Sì, era deciso, Matthew avrebbe parlato con lui. Si avvicinò al padre e gli disse tutto.
    Dopo scoppiò in un altro pianto liberatorio.



    Kai lo ascoltò per tutto il tempo senza dire una parola, continuando a pescare. Ma quando Matthew ebbe finito di parlare, il suo silenzio durò poco.
    K: -Vieni qui figlio mio. Pesca con me.
    M: -Ma papà*! Non ho voglia di pescare. E' un passatempo stupido e io sono venuto a parlarti di una cosa seria!
    K: -Matthew. Vieni qui, prendi quella lenza da sotto l'albero e pesca con me. Tra 10 minuti ne riparliamo-
    M: -Ma...-
    K: -Fidati di me. Ti aiuterà* a riordinare i pensieri-
    M: -Uff... e va bene papà*...



    Dopo un po' di tempo Kai parlò di nuovo: -10 secondi-
    M: -Cosa?-
    K: -Il tempo che ci ho messo per farmi rifiutare dalla prima ragazza di cui mi sono preso una cotta, alla tua età*. 10 secondi. Tu sei durato di più no?
    M: -Ahah, beh sì... Ma che centra, a me Allie piace sul serio papà*... Perchè si è comportata così? Non poteva semplicemente dirmi di no? Senza scappare via in quel modo?
    K: -Beh sai Matthew, sono 30 anni che cerco di capire la testa delle donne. Tutto inutile. Ma Allie la conosciamo da una vita, sai anche tu che è una ragazza molto sensibile. Non voleva ferirti, si sarà* solo trovata spiazzata dalla situazione. Non prendertela figliolo, non prendertela per queste cavolate. Anche se ora ti sembrano problemi insormontabili, sono altre le cose brutte nella vita...
    M: -Si papà* hai ragione tu... ma resta il fatto che sono una frana in tutto. Ho fatto scappare Allie, incacchiare i miei amici e sono stato rimandato in chimica quest'anno. Non ne combino una giusta! Sono un buono a nulla, ecco la verità*... A proposito, questo sport è divertente!



    K: -Non Matthew, non lo sei. Sai figliolo, la pesca è uno sport molto cruento, questione di vita o di morte... e vedi, tu sei come quel pescatore che ogni volta che prende un pesce, non ha il coraggio di ucciderlo. E un pescatore che non uccide un pesce, è un pescatore che non vale niente. Ma non è detto che non sia bravo a fare qualcos'altro. Tu non vai bene a scuola? Ehm, non ho sbagliato esempio, la ti devi impegnare. Dicevamo, non sai giocare a calcio? Non sei bravo con le ragazze? E allora trova qualcosa in cui sei bravo, e falla mettendoci tutta la passione che hai. E, fidati Matthew, non è la pesca ahah.-

    Intanto si era fatta l'alba e un altro giorno di quell'estate caldissima era iniziato.



    K: -Vieni Matthew, ora basta pescare. Voglio darti una cosa, con la speranza che ti aiuterà* a dimenticare e a farti appassionare a qualcosa di nuvo.-
    M: -Che cos'è?
    K: -Vieni con me-



    M: -M-ma è per me?? Grazie papà* è bellissima!! E' davvero tutta per me? La tua bici, papà* sei sicuro?... E poi, papà* grazie per prima, mi hai aiutato moltissimo e ora non sono più tanto triste. Problemi di Allie se non mi vuole ahah-
    K: -Di niente figliolo. Ora va, va a farti un giro!-



    E Matthew andò. Montò su quella bici e partì verso il mare. Appena montò in sella sentì una sensazione particolare, del tutto nuova. Come se si sentisse finalmente nel suo essere, come se pedalare fosse l'unica cosa davvero bella da fare nella vita. E allora iniziò a pedalare sempre più forte, scalava rapporti su rapporti fino ad arrivare al 53x12. Procedeva sempre più veloce e si divertiva sul serio come non faceva forse da mesi. Iniziò a zigzagare per la strada, si alzò sui pedali e spinse ancora più forte. Ma poi arrivò al mare e vide il locale dove la famiglia di Aillie lavorava. E la tristezza lo assalì di nuovo



    Ma decise che no, questa volta no, non avrebbe più sofferto come prima. Se Allie non lo voleva pazienza, avrebbe trovato qualcun'altra. E poi a quale ragazzo non era capitato almeno una volta di essere rifiutato?
    Quindi si girò deciso ad andarcene, e quello che vide lo lasciò senza fiato. Non era possibile che non se ne fosse mai accorto, non erea possibile! Quanto erano belle quelle montagne, quelle montagne che per 14 anni aveva avuto sotto gli occhi ma mai aveva guardato sotto questa luce.



    Allora decise di andare da quella parte, con la sua nuova bici, di salire su quelle montagne e vedere come era lassù. Uscì dal centro del paese e prese la strada per le montagne, la Maremonti, pensando che mai nome potesse essere più azzeccato. Ma ad un certo punto:

    M: -E ora chi è sto fighetto?



    Francis: -Ma dove vai con quella bici, patacca! Vai a casa che è meglio!-

    Il ragazzo era seguito poco più in la da un uomo anziano in macchina che gli urlava da un megafono di non distrarsi e di concentrarsi sulla strada.

    M: -Eh no eh! Ora basta. Non mi faccio mettere di nuovo i piedi in testa. Ora vediamo chi è una patacca!-

    E partì all'inseguimento del ragazzo in bici. Aveva circa una ventina di secondi di vantaggio e la strada continuava a salire, era davvero una bella pendenza che si avicinava di molto al 10-12%. Matthew spingeva e si alzava sui pedali, spinto più dalla rabbia e dalla forza di volontà* che dalle sue gambe e recuperava sempre più terreno. Superò l'auto del signore che gli urlò contro: - Ehi fermati ragazzino! Dove credi dii andare?!? Lascia in pace il mio ragazzo!-
    Ma naturalmente Matthew non lo ascoltò. Lo raggiunse, gli si accostò e gli disse:- Chi è la patacca adesso? Addio pippa!-
    E scattò.



    Partì praticamente a velocità* doppia e lo lasciò li sul posto. Il ragazzo cercò di reagire ma era tutto inutile. Matthew continuò così per un altro chilometro ma poi l'uomo con la macchina gli si parò davanti e gli tagliò la strada.
    -Fermo Ragazzo!! Scendi da quella bici. E Francis vieni qui anche tu! Cosa avevate in mente eh! Andar via così senza neanche sapere dove!-
    M: -Ma mi ha provocato...-
    Mike: -Bassta! Non voglio sentire spiegazioni. Francis torna giù e vai a casa, per oggi basta così. Ci vediamo direttamente domani alla gara. E tu ragazzo... come ti chiami?



    M: Io... non lo dica ai miei, la prego!
    Mike: Ti ho fatto una domanda... rispondi.
    M: -Mi chiamo Matthew, Matthew Goss-
    Mike: -Ahh, molto bene Matthew Goss. Tu sei fortissimo in bicicletta. Puoi diventare un campione. Sul serio! Vieni al mio negozio in piazza domani mattina e vediamo cosa possiamo fare di te. Ti spiego un paio di cose e poi facciamo un test. Ok?
    M: -Lei vuole fare un test... con me??
    Mike: -Sicuro, sicuro ragazzo! Anzi guarda, adesso me lo segno. Ecco. Matthew... Goss... bene... in salita. Mathhew Goss bene in salita. Ci vediamo domani ragazzo
    M: -E' fantastico signor Mike... ma un'ultima cosa... dove diamo qui?
    Mike: -Dove siamo? Ma sul simdoi naturalmente!-
    M: -Come sul Simdoi! Oddio è lontanissimo!! Devo tornare a casa. Ci vediamo signor Mike. E grazie eh!

    E si involò in discesa...

    [right:1h5vm8si]FINE CAPITOLO 1[/right:1h5vm8si]








    Ecco qua, ho messo il primo capitolo. fa abbastanza schifo lo so, ma serve a presentare i personaggi e la storia non offre un granchè di spunti. Però volevo parlare di questo nel mio primo diario perchè è una delle passioni più grandi della mia vita. Spero vi piaccia e non sia troppo noioso...
    YOO

  5. #5
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    13

    Re: E mi alzo sui pedali... - CAPITOLO 1- NEW!

    Non è stato noioso, affatto. Anche a me Pantani ha dato tanto, mi ha fatto appassionare al ciclismo: giro d'Italia, Tour de France tutte imprese straordinarie. Mentre scrivo la tv è sintonizzata su rai 3 che trasmette l'Amstel Gold Race .
    L'argomento è interessante, continua a parlarci della tua passione.

    PS: di un paio di foto hai messo i thumb, vedi se riesci a sistemarle.


  6. #6
    sim §
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Messaggi
    25
    Potenza Reputazione
    0

    Re: E mi alzo sui pedali... - CAPITOLO 1- NEW!

    e ci ho provato a sistemarle quelle foto, ma non ci sono riuscito... poi visto che mi piacevano ho deciso di postarle lo stesso xD

    ps: anche io ho guardato l'amstel... niente da fare, gilbert troppo forte in questi casi

  7. #7
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: E mi alzo sui pedali... - CAPITOLO 1- NEW!

    Il 14/7/2011 scadono i tre mesi di tempo per l'aggiornamento e il diario sarà* sospeso.

 

 

Discussioni Simili

  1. [Sospeso] Pangea
    Di TrueBlood nel forum Diari Sospesi
    Risposte: 86
    Ultimo Messaggio: 23rd April 2011, 00:29
  2. [Sospeso]
    Di Sims 1-2-3 nel forum Cestino Gioco base+Espansioni
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 20th October 2010, 13:14
  3. [Sospeso]Io non dimentico
    Di Michael nel forum Diari Sospesi
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 16th October 2010, 21:48
  4. [Sospeso] GTA SV - US ARMY
    Di Dranei nel forum Cestino Varie
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 16th August 2010, 12:41
  5. [Sospeso] EGO - IO
    Di kalimero nel forum Diari Sospesi
    Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 7th February 2010, 19:29

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •