Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.

Visualizza Risultati Sondaggio: Quanto ti piace questo diario?

Partecipanti
5. Non puoi votare in questo sondaggio
  • 1

    0 0%
  • 2

    0 0%
  • 3

    0 0%
  • 4

    0 0%
  • 5

    5 100.00%
Pagina 1 di 7 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 65

Discussione: Decay of Metal

  1. #1
    sim §§§ L'avatar di EagleOfJustice
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    91
    Potenza Reputazione
    9

    Decay of Metal


    In una Twinbrook dominata da una cerchia economica e politica che vuole sostituire tutti gli essere umani con robot per guadagnare ancora più soldi riuscirà un ragazzo a sovvertire l'ordine delle cose e sconfiggere il nemico?
    Avvertenze
    Il seguente diario potrebbe contenere scene di violenza e parole scurrili. Età consigliata +14

    Lista capitoli
    Prologo - Essere pronti
    Capitolo Uno - Risveglio
    Capitolo Due - Amico
    Capitolo Tre - Alta finanza
    Capitolo Quattro - Legami
    Capitolo Cinque - Esplosione
    Capitolo Sei - Conseguenze
    Capitolo Sette - Sopralluogo

    Tema
    V per Vendetta Soundtrack 11 - The Dominoes Fall

  2. #2
    sim §§§ L'avatar di EagleOfJustice
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    91
    Potenza Reputazione
    9

    Prologo - Essere pronti

    Tony era a letto. Il gracchiare disturbato della radio lo svegliò. Istintivamente con la mano afferrò la manopola dell"™apparecchio e alzò il volume. L"™inno americano risuonava allegro in quell"™aria stagnante. Subito dopo di udirono alcune parole. Era Micheal Prothero, la voce dell"™Aquila. L'Aquila risvegliava da un anno a questa parte tutta la cittadina di Twinbrook con gli avvisi cittadini e la propaganda conservatrice. Micheal aveva iniziato a dare gli annunci. «Ben svegliata Twinbrook. Oggi è il quindici giugno dell"™anno duemilatredici. Oggi c"™è sole, coperto da qualche rara nuvola proveniente dalla zona industriale della città*. La temperatura è mite e per la giornata si prospetta un temporale verso le ore 12:03, che finirà* alle 12:17. Alla diga del fiume si è aperta una falla e si è verificata una fuoriuscita di materiale radioattivo. Tutti i residenti delle aree MK2,MK9 e MKUltra devono rimanere in casa e attendere l"™arrivo delle speciali squadre di sicurezza. Sappiamo che la falla è opera di sabotatori aderenti al cosiddetto "Partito Umano". Tali personaggi sono terroristi che minano la libertà* degli Stati Uniti d"™America e come tali vanno puniti. Chiunque sia trovato a parlare,convivere o peggio ancora aiutare uno di questi terroristi sarà* immediatamente rinchiuso nel carcere di massima sicurezza di New Prospect. Abbiamo finito gli avvisi,ma lasciatemi dire qualcosa di importante... » In quel momento Tony si alzò per sentire meglio ciò che quella pancia di lardo voleva dire.

    Si accorse solo allora di aver dormito vestito come era arrivato a casa. «Nella mia vita ho assistito a molti eventi. Ho assistito all"™attacco dell"™11 Settembre. Ho assistito alla divulgazione sistematica di tutti i documenti segreti governativi da parte di terroristi di Wikileaks. Ho visto i liberal assumere il controllo della maggior parte dei media dell"™area di SimCity e oltre. Ma ho anche visto l"™uccisione di Osama Bin Laden. Ho visto la distruzione dei server sovversivi e anarchici di Wikileaks da parte dei marines. E ho visto il Nuovo Partito Conservatore spazzare via quell"™accozzaglia di rottinculo liberali senza morale e senza Dio da tutti i mezzi di comunicazione e creare il Sogno Americano. Signori, ora sto vedendo un branco di smidollati senza cervello sfidare il nostro modo di vivere,il nostro sistema economico,la nostra libertà*! Ma giuro sulla sacra Costituzione che vedrò la loro fine e i loro corpi penzolare sulle forche di Main Street! Signori, restate nelle vostre case e non provate a ribellarvi. McCarter aiuti questo paese e Dio benedica l"™America.» Tony spense la radio. "Idiozie" pensò. Si affacciò alla finestra. Vide agenti della FEMA passare accanto al marciapiede di casa e andare oltre. Da dietro un ragazzo gli mostrò il dito medio e scappò. Lui era pronto. E anche la gente era pronta. Micheal Prothero poteva anche continuare a dire menzogne alla radio, Arthur Blane poteva anche ordinare ai suoi tirapiedi di uccidere ogni singolo uomo,donna e bambino della città* in nome della sicurezza, McCarter poteva anche mobilitare l"™esercito,la Marina, o Dio stesso per salvaguardare la sua presidenza. Ma non avrebbero fermato ciò che stava per realizzarsi. Come un domino, una volta che la prima tessera è stata fatta cadere tutte le altre la seguiranno. Quelli al potere possono fare di tutto per evitare il crollo dell"™intero mosaico. Potranno installare telecamere ovunque, potranno chiudere ogni via d"™accesso alla città*, potranno eliminare con la forza ogni resistenza, chiamando chiunque in loro soccorso. Ma anche se riuscissero a togliere una tessera prima che la catena la raggiunga e così spezzarla non potranno mai fermare il processo. Basterà* un sibilo di vento, o un insetto che passi vicino alle tessere, o la tessera rimossa stessa a far ricominciare la caduta. E loro non se ne accorgeranno. Continueranno a pensare che avendo tolto una tessera loro sono al sicuro. Dormiranno sonni tranquilli e non si preoccuperanno per il futuro. Ma mentre loro dormono il domino continuerà*. Le tessere continueranno a cadere e alla fine anche loro se ne accorgeranno, e questa volta faranno di tutto per fermarlo. Ma sarà* troppo tardi. Perché anche l"™ultima tessera è caduta e il gioco è finito. Il loro gioco è finito. Tony lo sa. I cittadini lo sanno. E fra poco anche loro lo sapranno.

    Fissò la porta. Provava una strana sensazione. Era come se gli avessero inibito il libero arbitrio,ma provava anche un"™eccitazione tale da poter sentire il battito del suo cuore accelerare. Continuò a fissare la porta, immobile. Poi si mosse. La aprì e uscì di casa. Era pronto.

  3. #3
    sim §§§ L'avatar di EagleOfJustice
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    91
    Potenza Reputazione
    9

    Re: Decay of Metal

    Nel prossimo capitolo:
    Un ragazzo misterioso si ritrova in un luogo misterioso, ferito e senza ricordare cosa gli è successo una sera prima. Cosa farà*?
    Appuntamento con Cpt. 1 - Amico. Non mancate!

  4. #4
    sim §§§ L'avatar di EagleOfJustice
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    91
    Potenza Reputazione
    9

    Re: Decay of Metal

    Non dimenticate di postare un commento!

  5. #5
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    23
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: Decay of Metal

    Evita i doppi post per favore, esiste il tasto "modifica" ^^
    Aspetto il seguito
    Our wills and fates do so contrary run

  6. #6
    sim dio L'avatar di Winged85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Località
    Provincia di Milano
    Età
    33
    Messaggi
    3,047
    Inserzioni Blog
    15
    Potenza Reputazione
    14

    Re: Decay of Metal

    Ciao e benvenuto nella sezione diari!
    Innanzitutto, il prologo sembra promettere bene, hai prestato attenzione alla forma e la trama mi incuriosisce, soprattutto per l'ambientazione che hai deciso di utilizzare. Non so quanto sarà* facile scrivere un'opera di fantapolitica in versione sims, ma spero vivamente che porterai avanti il progetto, quindi aspetto il primo capitolo
    In bocca al lupo!






  7. #7
    sim §§§ L'avatar di EagleOfJustice
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    91
    Potenza Reputazione
    9

    Capitolo 1 - Risveglio

    Quattro settimane prima

    Tony riaprì gli occhi. Era sdraiato su un mucchio di cartoni e non capiva dove si trovava. C"™erano scatole ovunque e altra gente che dormiva in cartoni come aveva fatto lui. La mente gli appariva offuscata e anche la vista era annebbiata. Dopo qualche secondo cominciò a vedere nitidamente intorno a lui.

    Non ricordava bene cosa aveva fatto il giorno prima e né capiva dove si trovava ora. Barcollando tentò di arrivare a una porta abbastanza vicina a lui. Immediatamente una fitta lancinante al fianco sinistro lo colse impreparato e Tony cadde a terra contraendosi per reprimere il dolore. Vide che il fianco della maglietta da cui proveniva il dolore era rosso di sangue. "Cosa diavolo ho fatto ieri?" pensò. Si alzò la maglia e vide un grosso ematoma viola che si estendeva su buona parte del suo fianco. C"™erano anche alcuni tagli,ma erano cicatrizzati. "Qualcuno mi deve aver..." improvvisamente ricordò. La fuga. I poliziotti. Il pestaggio. Ma dove si trovava ora? In qualche prigione segreta? Il dolore andava scemando. Cercando di non far contrarre la zona ferita si trascinò fino alla porta. La aprì e venne inondato dai primi raggi di sole del mattino. Ai suoi occhi ci volle un bel p"™ò per abituarsi a capire dove si trovava,ma ora riusciva a capirlo. Leggeva un"™insegna con scritto "Twinbrook". Vedeva anche dei tabelloni con orari e alcune panchine. Era arrivato nella stazione ferroviaria. Il dolore sparì. Si alzò in piedi. Ebbe un"™altra fitta,ma stavolta più debole. Riuscì a mantenersi in piedi anche se appoggiandosi alla maniglia della porta. Poteva respirare la fievole brezza del mattino.

    Le piattaforme erano ancora deserte e doveva intuire che erano le sei. Alzò lo sguardo e vide un orologio. Erano proprio le sei. L"™atmosfera era idilliaca. I raggi di sole lo colpivano senza emanare calore e la brezza mattutina lo rinfrescava dalla notte passata in quel magazzino. Ma ancora un dubbio assaliva Tony. "Perché sono finito qui?". «Ben svegliato ragazzo» Quella voce lo svegliò dal suo sogno ad occhi aperti. Si voltò e vide un barbone. «Chi sei?» «Sono il tuo salvatore ragazzo. Ti ho portato qui dopo che sei stato pestato dalla polizia. Non credo saresti sopravvissuto al freddo di stanotte dietro un vicolo di un ristorante cinese.» rispose il barbone.

    Altre immagini tornarono nella sua mente. Si ricordava qualcuno che lo trascinava via di lì. «Sai anche perché lo hanno fatto?» «Loro dicevano che eri un terrorista. Dopo averti fatto svenire ti hanno controllato da cima in fondo e non vedendo nulla che ti potesse ricondurre a loro ti hanno abbandonato lì» Tony aveva sentito abbastanza. Ricordò tutto. I poliziotti che gli chiedevano di seguirlo dentro un furgone nero. Lui che scappava per i vicoli bui della città*. La sua caduta e il conseguente pestaggio nel retro di un ristorante cinese. Ricorda persino che il proprietario affacciatosi alla finestra e visto ciò che stava succedendo rientrò subito in casa e chiuse le tapparelle. Non doveva pensarci. Uscì dalla stazione. Forse doveva andare a trovare il suo amico. "Ah, è vero. Io devo andare a trovare Josef". Dopo aver pensato ciò si diresse verso la zona industriale della città*. Mentre camminava osservava lo stato in cui era riversa la città*. Il degrado stava ormai intaccando anche gli edifici governativi e i vecchi poster della precedente campagna elettorale si stavano sbriciolando sotto l"™effetto del sole e delle piogge. Continuando a passare notò come man mano che si allontanava dal centro città* (che non era un granché) la situazione peggiorava sempre di più. Condomini quasi sfasciati contornavano villette vecchie di anni, e giardini mal curati. Ormai era vicino alla zona industriale. Poteva riconoscere la fabbrica di robot e altri casermoni popolari. Mentre passava accanto ad essi guardò in uno dei vicoli bui che li separavano. Vide due bambini addormentati l"™uno sull"™altro seduti in mezzo alla sporcizia. Erano entrambi scalzi e vestiti di stracci. Sopra di loro un manifesto con la faccia del sindaco sorridente recitava "Non lasceremo soli gli orfani- Campagna per l"™adozione dei più deboli" Ma anche quel poster era sporco e rovinato in alcuni punti. Esattamente come tutte le campagne sociali promosse dal sindaco. Passò oltre. Un camion cisterna gli passò talmente vicino che poté persino sentire ciò che trasportavano. Scorie industriali. Tony era ormai entrato nella zona industriale.

    Il distretto aveva subito diversi cambiamenti da quando McCarter si era insediato. Erano spuntate come funghi fabbriche chimiche o industrie pesanti e ciò provocò un inquinamento tale nel fiume che ora era proibito nuotarci. Come se non bastasse tutte queste fabbriche non erano nemmeno "umane". Non si soffermò molto su questo pensiero e continuò ad andare avanti. Notò subito il capannone di Josef. Sembrava una di quelle rimesse per aerei degli anni cinquanta e aveva un piazzale davanti all"™entrata piena di rottami e carcasse di oggetti inutilizzati. Tony entrò nel cortile davanti al capannone e provò a suonare il citofono. Nessuna risposta. Da fuori però poteva sentire il tintinnare degli oggetti metallici e il trapanare di un trapano elettrico. Come al solito Josef doveva essere alle prese con un marchingegno e non aveva sentito il citofono. Vide un mattone sporgente dal resto del muro. Lo tirò e quando lo estrasse vide una tastiera numerica. "Solita storia Tony". Digitò il codice per aprire la saracinesca dall"™esterno e subito dopo la saracinesca con un rumore di ferragli arrugginita si alzò e Tony entrò dentro la "Zona Josef".

  8. #8
    sim §§§ L'avatar di EagleOfJustice
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    91
    Potenza Reputazione
    9

    Re: Decay of Metal

    Grazie per il supporto Winged. I primi tre capitoli sono pronti, devo solo creare le immagini. Quindi ecco il "coming soon" del secondo capitolo!

    Tony raggiunge l'officina di Josef per chiedergli qualcosa di importante. Cosa sarà*? E che effetti avrà* nella sua vita? Al prossimo capitolo con "Capitolo 2 - Amico"

  9. #9
    sim dio L'avatar di Winged85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Località
    Provincia di Milano
    Età
    33
    Messaggi
    3,047
    Inserzioni Blog
    15
    Potenza Reputazione
    14

    Re: Decay of Metal

    Alla faccia della velocità*!
    Comunque, letto anche il primo capitolo! Be', al momento non hai detto molto di più rispetto al prologo, cioè, le cose che rimangono chiare sono le stesse. Ora dobbiamo aspettare che questo Josef faccia il suo ingresso in scena e piano piano si scoprirà* qualcosa in più.
    Occhio ai tempi verbali, ho notato che ogni tanto stonano un po', anche se in generale è tutto molto comprensibile.

    Citazione Originariamente Scritto da EagleOfJustice
    Josef entrò e provò a suonare il citofono
    Mi sa che volevi scrivere Tony

    Citazione Originariamente Scritto da EagleOfJustice
    Grazie per il supporto Winged. I primi tre capitoli sono pronti, devo solo creare le immagini. Quindi ecco il "coming soon" del secondo capitolo!

    Tony raggiunge l'officina di Josef per chiedergli qualcosa di importante. Cosa sarà*? E che effetti avrà* nella sua vita? Al prossimo capitolo con "Capitolo 2 - Amico"
    Figurati, mi piace leggere i nuovi diari!






  10. #10
    sim §§§ L'avatar di EagleOfJustice
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    91
    Potenza Reputazione
    9

    Re: Decay of Metal

    Si Forse dovrei controllare i capitoli prima di pubblicarli. Sì, forse è meglio che lo faccio.

 

 
Pagina 1 di 7 123 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. [Diario] Decay of Metal
    Di Pey'j nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 17th June 2011, 19:56
  2. Rock/Metal radio
    Di crazyfederic nel forum Radio Freccia
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 26th June 2010, 14:58
  3. Lutto Heavy Metal é morto R J Dio
    Di classicplayer nel forum OFF Topic
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 21st May 2010, 17:14
  4. Metal Gear Solid 4
    Di Boost23 nel forum Altri videogiochi
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 14th March 2010, 22:28
  5. [Sondaggio]Metal AGGIORNATO CON IL GOTHIC(ESEMPIO)
    Di crazyfederic nel forum OFF Topic
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 6th March 2010, 18:22

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •