Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 49
  1. #1
    sim esperto L'avatar di Rayky
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Milano
    Età
    26
    Messaggi
    829
    Potenza Reputazione
    9

    They Are Just Urban Legends

    Leggendo tutte queste storie è venuta voglia anche a me di scrivere qualche cosina! Spero di non farvi addormentare, ma se fosse così potete sempre usare queste storie per conciliare il sonno! XD


    Legenda:
    Storie d'amore | Storie di vita | Storie umoristiche | Storie drammatiche | Storie fantascientifiche o fantasy | • Storie thriller o horror

    Indice:

    • Thriller e Horror:
    Desideri Nascosti (Prima Parte)
    Desideri Nascosti (Seconda Parte)

  2. #2
    sim dio L'avatar di francesca9435
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Località
    Nelle Cascate Paradiso ♥
    Età
    20
    Messaggi
    2,820
    Inserzioni Blog
    50
    Potenza Reputazione
    12

    Re: Are Just Urban Legends

    aspetto tante bellissime storielle!!
    NON CLICCATEMI.

    Per mettermi i piedi in testa ci vuole Ben Affleck!! [cit.]


  3. #3
    sim dio L'avatar di Flagghi
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Località
    Bikini Bottom ☂
    Età
    22
    Messaggi
    4,866
    Potenza Reputazione
    14

    Re: Are Just Urban Legends

    Dai dai chissà* che super storielle *à§à§à§*
    Happiness is a warm puppy (Charles M. Schulz)
    ConfinementPixelliniPapercupsBallooon

  4. #4
    sim dio L'avatar di saphira_84
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Età
    35
    Messaggi
    4,217
    Inserzioni Blog
    6
    Potenza Reputazione
    24

    Re: Are Just Urban Legends

    Sono sicurissima che saranno delle storie fantastiche

  5. #5
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    13

    Re: Are Just Urban Legends

    io resto in attesa delle tue storielle!!!!

  6. #6
    sim dio L'avatar di pagliuzza
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Località
    http://imageshack.us/photo/my-images/705/anna3l.jpg/
    Messaggi
    2,171
    Potenza Reputazione
    12

    Re: Are Just Urban Legends

    mi accodo!!! U_U



  7. #7
    sim esperto L'avatar di Rayky
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Milano
    Età
    26
    Messaggi
    829
    Potenza Reputazione
    9

    Re: Are Just Urban Legends

    Desideri Nascosti

    (Prima Parte)

    Il vento soffiava imperterrito già da diverse ore sui grigi tetti londinesi, agitando freneticamente le persiane delle finestre, muovendo le foglie che solo poche ore prima Lisbeth aveva tanto accuratamente raggruppato sul ciglio del vialetto, scuotendo i panni stesi al filo nel cortile interno della casa.


    Incredibile come un soffio di vento, silenzioso e invisibile, abbia la distruttiva capacità di rovinarti la giornata. Il cielo era plumbeo e la voce della Signora Carter tuonava dall'interno della casa, sovrastando il suono stesso dei tuoni in lontananza: -"Lisbeth, accidenti! Vuoi darti una mossa con quei vestiti? Ho bisogno di te in cantina!"-
    Lisbeth faceva la domestica. Lavorava per una delle famiglie più facoltose e influenti di Londra. I Carter, noti per i fiorenti affari del Signor Carter e soprattutto, per la freddezza e la rude bestialità con cui trattava collaboratori e servitù, nonché il genere umano in generale. Lavorava per loro da quanto era una ragazzina e ora, all'età di 23 anni, conosceva quella casa e i suoi abitanti come se fosse stata sempre di sua proprietà.


    I vestiti svolazzavano sulla testa di Lisbeth, mossi violentemente dal vento. Le sbattevano sulla faccia, impedendole di vedere e di essere svelta come la Signora Carter esigeva. Dopo una manciata di minuti, un attimo prima che le prime gocce ebbero modo di bagnare il suolo, Lisbeth era già in casa, con il cesto dei panni da stendere in mano, trionfante.
    La Signora Carter era appoggiata al bancone della cucina, in attesa. Scandiva il tempo facendo ticchettare le appuntite unghie sul legno del mobile, emettendo un suono fastidioso e terribilmente irritante. Lisbeth non lo sopportava, come il resto della servitù del resto.
    -"Era ora."- esordì la Carter vedendola rientrare.


    Lisbeth appoggiò a terra il cesto:-"Mi scusi Signora. Il vento è molto forte oggi."-
    -"Non importa, hai già parlato abbastanza. Ho bisogno che tu vada in cantina. Gli Walker vengono stasera a farci visita e le sedie della sala da pranzo non saranno sufficienti per tutti. Quella cagna della Walker a quanto pare fatica a tenere le gambe chiuse, se va avanti a sfornare figli, presto dovranno traslocare da quel buco di casa in cui vivono."-
    Il tono della voce era acido, pieno di sincero risentimento nei confronti di una donna che conosceva a stento.
    -"Ma, Signora."-provò a controbattere Lisbeth con discrezione: -" Le sedie sono molto pesanti. Non è che potrebbe darmi una mano Julie? Non credo che sia un problema per lei."-


    -"Julie al momento è occupata a lucidare l'argenteria, non può aiutarti."- sentenziò metodica la Carter, mentre, con il suo passo lento e pesante, abbandonava la stanza. Julie era l'unica figlia dei signori Carter. Era timida e silenziosa, e amava rendersi utile nelle mansioni domestiche. Era l'unica componente della famiglia con cui Lisbeth amasse parlare e, qualche volta, anche confidarsi. Insomma, una calda luce in una grotta buia e fredda.


    ...


    La cantina era scura e umida. Assomiglia alla mia stanza pensò Lisbeth mentre scendeva le scale. Ogni passo era seguito da un leggero e appena percettibile scricchiolio del legno. Lisbeth odiava la cantina e ancora di più detestava quelle orribili sedie che la Signora invece tanto adorava. Erano di pessimo gusto. In stile Barocco, con tutta una serie di decorazioni floreali intarsiate nel legno, lungo le gambe e su tutto lo schienale. Per questo pesavano tanto. Il peso delle decorazioni pesava più dell'oggetto in sé, e della funzione che ricopriva. Le sedie erano lì, in un angolo della cantina, lasciate a marcire. La fanciulla si avvicinò alla mobilia, facendosi luce con la candela. Orribili, come le ricordavo.


    Provò a sollevarne una. Era pesante, la riappoggiò quindi al suolo. Ci riprovò nuovamente, mettendoci più forza, ma dovette rifarla cadere al terreno bruscamente. Lisbeth ne era certa. Aveva sentito una voce. Un sussurro. Una voce che la stava chiamando.
    -"Chi c'è?"-
    Silenzio.
    -"C'è nessuno? Julie? Sei tu? Non è divertente."-
    Una voce femminile tagliò il pesante silenzio che regnava nella cantina.
    -"No. Non è Julie. Julie sta lucidando l'argenteria, lo sai."- C'era qualcuno nascosto nell'ombra.


    -"Chi sei tu? Cosa ci fai qui?"-
    -"Calmati Lisbeth. Sono un'amica."-
    Era buio e la ragazza faticava a individuare la fonte del suono.
    -"Un'amica? E di chi?Io non credo proprio. Ora chiamo la Signora."-
    -"E perché? Per sorbirti uno dei suoi monologhi a senso unico sulle faccende domestiche e su quello che devono e non devono fare le brave domestiche? A che scopo mi chiedo io."-

    Lisbeth era pietrificata dalla paura. Chi era quella? E come faceva a sapere tutte quelle cose?
    Alzò lievemente la candela, così da poter scorgere il viso della sua interlocutrice, celato dalle tenebre.
    Il buio si diradò, mostrando alla ragazza un volto pallido, una carnagione diafana evidenziata da due occhi verdi. Ciuffi di capelli rossi e disordinati ricadevano sul soave viso della donna misteriosa, senza nome.


    -"Chi sei tu? Davvero."-
    -"Te l'ho detto, sono un'amica. Una tua amica."-
    -"No. Io non ti conosco."-

    La misteriosa donna, con movimenti lenti e precisi si sedette su una delle sedie.
    -"Dì la verità* Lisbeth. Che cosa hai intenzione di fare della tua vita? Sul serio."-
    Il tono della voce era calmo. Si rivolgeva alla fanciulla come se fossero vecchie amiche.
    -"In che senso?"- balbettò la giovane.
    -"Bhe, non dirmi che hai intenzione di passare il resto della tua esistenza a servire questi animali. La Signora Carter invecchiando non potrà che peggiorare, lo sai anche tu."-
    -"Io "¦ io. Non ci avevo mai pensato."-
    -"La vuoi morta. Non è forse così?"-
    -"Chi?"-
    -"La Carter, è ovvio!"-
    -"No. La morte no! Non si augura mai la morte. A nessuno, è peccato."-
    -"Va bene. Giochiamo a fare le brave bambine? Che cosa le faresti allora?"-



    -"Mi piacerebbe che lei "¦"-
    Lisbeth esitò un attimo. Non sapeva che cosa stesse dicendo, non riusciva neanche a riconoscere come suoi i pensieri che ,rapidi, le attraversavano la mente:
    -"Che fosse lei per una volta a soffrire. Non fisicamente. Soffrire dentro. Come fa soffrire me. Accidenti, quella donna è un'autentica strega!"-
    -"Sì, lo è. E se io ti dicessi che posso farlo? Che posso farla soffrire. Che posso farla soffrire come lei fa soffrire te giorno dopo giorno? Ripagandoti del tuo lavoro e della tua lealtà con quattro soldi e una misera stanza per dormire! Tu, che mi diresti?"-
    -"Tu non puoi farlo. Io non so neanche chi sei. Tutto ciò è assurdo."-

    Lisbeth si voltò verso le scale, agitando le mani in segno di dissenso.
    -"Niente di tutto questo è assurdo. Rispondi solo alla mia domanda. Ti piacerebbe vederla soffrire?"-
    Le parole uscirono dalla bocca di Lisbeth, chiare e inequivocabili: -"Sì."-
    Tutto nella cantina tacque. Si udiva solo lo scricchiolio delle travi del soffitto, piegatosi sotto i passi della Carter al piano superiore. Lisbeth si voltò, ma la donna misteriosa, così come era apparsa, era già svanita. La sedia era vuota.


    Continua ...





  8. #8
    sim dio L'avatar di the best girl
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Località
    Milano
    Età
    26
    Messaggi
    2,315
    Inserzioni Blog
    40
    Potenza Reputazione
    12

    Re: Are Just Urban Legends

    assolutamente fantastica...quando continua??
    Now, if you two don't mind, I'm going to bed before either of you come up with another clever idea to get us killed - or worse, expelled.

  9. #9
    sim onniscente L'avatar di Dreamer
    Data Registrazione
    Aug 2011
    Località
    Bikini Bottom
    Messaggi
    1,007
    Potenza Reputazione
    9

    Re: Are Just Urban Legends

    Ti seguo!
    Non posso assolutamente perdermi le tue fantastiche ministorie!
    La prima parte di questa prima ministoria è molto interessante. La signora Carter è insopportabile. Chissà* che le farà* la donna misteriosa... Sono curiosa! Continua presto!


  10. #10
    sim dio L'avatar di pagliuzza
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Località
    http://imageshack.us/photo/my-images/705/anna3l.jpg/
    Messaggi
    2,171
    Potenza Reputazione
    12

    Re: Are Just Urban Legends

    sai sempre creare un sacco di suspense :O secondo me lisbeth si pentirà* di aver espresso quel desiderio...mi sa tanto di "demone" quella donna lì (no no, non la carter )
    cmq bellissime ambientazioni...continua presto



 

 
Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Desideri Irrealizzabili?
    Di Fever1808 nel forum The Sims 3: Gioco Base
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 1st January 2011, 18:33
  2. Mods per i 4 tratti nascosti.AIUTO!!!!
    Di Pixellata nel forum L'angolo Tecnico
    Risposte: 31
    Ultimo Messaggio: 18th October 2010, 13:24
  3. Lista desideri vitalizi
    Di Pittul97 nel forum Cestino Gioco base+Espansioni
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 3rd August 2010, 21:42
  4. 8 tratti nascosti... come gli attivo?
    Di Danilo25 nel forum The Sims 3: Gioco Base
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 1st March 2010, 20:54

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •