Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 37 di 38 PrimaPrima ... 2735363738 UltimaUltima
Risultati da 361 a 370 di 374
  1. #361
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Epilogo Shayla Parte II

    Invece sollevò il mio viso con una mano per guardarmi negli occhi “Ho intuito cosa intendesse solo quel giorno in cui ci siamo incontrati ed ora posso capire a pieno il senso del suo discorso” restai senza parole e dai suoi occhi capii cosa stesse per fare ancora prima che si inginocchiasse davanti a me



    Vuoi sposarmi Shayla?” e se fino a quel momento l’idea del matrimonio non si era mai concretizzata realmente nella mia testa, come probabilmente neanche nella sua, in un singolo istante non ebbi più alcun dubbio.



    Probabilmente sarò una pessima moglie ma non desidero altro dalla vita che restare accanto a te” risposi raggiante, abbracciandolo di slancio.









    Decidemmo di sposarci ad Asshai nella sala ricevimenti di famiglia, significava molto per me e Kaleb fu felice di accontentarmi, era un pomeriggio del mese delle Rose e la temperatura era piacevole, i nostri amici e parenti si stavano già radunando all’interno della sala adornata dalle rose rosse che richiamavano il colore della mia terra, mentre io ero ancora nella mia stanza quando sentii Andreus bussare alla porta, in qualità di testimone si era occupato del bouquet che completava il mio abito da sposa.



    Quando mi vide davanti allo specchio, totalmente in panico, intenta a sistemare il trucco già perfetto scoppiò subito a ridere





    Dovresti dirmi che sono meravigliosa, che l’abito è incantevole, che il trucco risalta i miei occhi stupendi, qualcosa del genere…MA NON DOVRESTI RIDERE, ANDREUS!” lo apostrofai irritata, lui si limitò a poggiare il bouquet sul tavolo continuando ad osservarmi ironico.



    E se dovessi inciampare? Se dovesse rompersi un tacco? Se dovessi dimenticare le promesse e fare scena muta davanti al sacerdote?” continuai ancora, sempre più agitata, come se stessi solo aspettando qualcuno col quale sfogare il mio nervosismo.


  2. #362
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Epilogo Shayla Parte II

    Ricordi quello che è successo a me? Peggio di così non può andarti” rispose lui tranquillo, annullando sul nascere qualsiasi altra mia replica.



    Scoppiammo entrambi a ridere ricordando quei momenti, interrotti soltanto dalla voce di Daphne proveniente da fuori la porta “KALEB! Togliti immediatamente di lì, porta male vedere la sposa prima della cerimonia. Non farmi pentire di essere la tua testimone!



    Ridemmo ancora ascoltando il loro battibecco ed accennai ad andare verso la porta per salutarli ma Andreus roteò gli occhi al cielo bloccando sul nascere ogni mio proposito “Tu stai ferma qui. Vado io a vedere cosa combinano quei due” lo lasciai fare e tornai a sistemare gli ultimi dettagli, non che ci fosse più molto da fare in realtà…mia nonna e Serene si erano divertite per circa quattro ore con me, rigirandomi come una bambola fin quando non ritennero perfetto ogni particolare dell’abito, del trucco e dell’acconciatura.

    Andreus rientrò dopo pochi minuti e si avvicinò con il suo immancabile sorrisone “Tutto sistemato. Ehy...sono felice che tu sia arrivata fino a questo punto, hai visto che tuo nonno non era così male?” ricambiai il suo sorriso ripensando a quella nostra chiacchierata al monastero anni prima, erano cambiate molte cose da quel giorno ma soprattutto sapevo di aver preso la decisione giusta grazie al suo discorso, era anche merito suo se in quel giorno speciale mio nonno mi avrebbe accompagnata all'altare.



    Se non fosse stato per te probabilmente non avrei riaperto quella porta. Grazie. Comunque… in fondo anche tuo padre non era poi così male, avevo ragione” gli rivolsi un occhiolino e ci abbracciammo, anche se come al solito per poco non rischiò di stritolarmi dimenticando di dosare la forza, poi presi il bouquet pronta per uscire dalla stanza e raggiungere la sala.



    Facemmo pochi passi quando la voce di Kaleb catturò nuovamente la mia attenzione, Andreus non se ne accorse subito, così mi avvicinai alla porta socchiusa per ascoltare.



    Riuscii ad intravedere soltanto Daphne alzare una mano per fare qualcosa “Così non ci riuscirai mai” si riferiva ai tentativi nervosi di Kaleb di sistemare il papillon, come poi mi raccontarono.



    Mosse qualche passo verso di lui e sollevandosi sulla punta dei piedi iniziò ad aiutarlo “E così ti sposi prima di me” disse la ragazza, con tono allegro “Non pensavo che qualcuno mi avrebbe mai trascinato sull’altare” li sentii ridere e pensai a quanto fosse vera per entrambi quell'affermazione, pochi anni prima l’avrei sicuramente ritenuto impossibile.



    Beh…le cose non vanno mai secondo le nostre aspettative, a volte vanno anche meglio “ “Molto meglio



    Riuscii ad intravedere le braccia di Kaleb avvolgerla in un abbraccio e mi fermai in tempo, prima di entrare nella stanza per saltargli al collo.



    O forse… si, in effetti fu Andreus a fermarmi “SHAYLA” urlò quando si accorse che mi ero fermata poco dietro lui “Shhhhhhh” lo zittii subito con un gesto della mano che ovviamente non fu sufficiente “Vieni immediatamente via o ti raso i capelli a zero come quel giorno al monastero!


  3. #363
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Epilogo Shayla Parte II

    Povero Andreus non ce la faceva più, credo che stesse contando i minuti che ci separavano dalla cerimonia “Staresti bene con le treccine sopra quell’abito” bisbigliai per non farmi sentire dall’interno e lo vidi alzare le braccia al cielo, disperato.



    Sii felice o ti pesto” sentii ancora dire da Daphne, tra le braccia di suo fratello “Sii felice o farò in modo che tu lo sia, in un modo o nell’altro” sorrisi ancora una volta, commossa dal profondo affetto che nutrivano l’uno per l’altro.



    Daphne si voltò verso la porta e mi sentii colta in flagrante “STIAMO USCENDO, sono certa che non troveremo nessuno qui fuori” trattenni un’altra risata e mi lasciai trascinare via da Andreus.


    Quel giorno mio nonno mi accompagnò con gli occhi lucidi e lo sguardo pieno d’orgoglio fino all’altare dove Kaleb mi stava aspettando accanto a sua madre già in lacrime per l’emozione.



    Non mi sembrava ancora vero che mi trovassi in quella situazione, con tanti amici, una famiglia ed un uomo meraviglioso ad attendere sorridente il mio arrivo.



    Mio nonno era quasi più agitato di me, il suo braccio tremava e gli occhi erano lucidi, non dimenticherò mai quel momento.





    Quando raggiungemmo l'altare guidò la mia mano fino ad incontrare quella di Kaleb e mi diede un bacio sulla fronte "Prenditi cura di lei" Kaleb annuì e strinse la mia mano, accarezzandola con il pollice "Prima di ogni altra cosa" gli rispose con un sorriso.



    Mio nonno gli sorrise di rimando e prese sotto braccio Serene per tornare a sedersi ai rispettivi posti, permettendo così al sacerdote di proseguire con il classico rito nuziale, al termine del quale ci dichiarò marito e moglie.



    Fu una bellissima cerimonia e gli invitati erano decisamente tanti, oltre alle nostre rispettive famiglie delle quali non conoscevo neanche tutti, invitammo anche alcuni amici. Fui felice della presenza di Claire e di sua figlia, le cose col tempo si stavano sistemando anche per loro, mentre mi costò davvero tanto invitare Adamantia ma mia nonna ci teneva molto e fui costretta ad acconsentire.




  4. #364
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Epilogo Shayla Parte II

    Mangiammo, ballammo e ridemmo tutto il tempo, soprattutto nel momento del lancio del bouquet. Io e Kaleb avevamo già un'idea ben precisa di come dovesse andare "Così la prendo?" gli chiesi sussurrando, dando le spalle al gruppetto di ragazze.



    "No... un pò più a destra. Aspetta" si girò furtivamente, controllando bene "Si, così dovresti prenderla proprio in testa" aggiunse con un sorriso ed io lanciai il bouquet, sperando di riuscire nel mio intento come infatti accadde poco dopo, tra i nostri sorrisetti compiaciuti.



    Sentimmo Daphne sbuffare, ovviamente aveva capito tutto, non che avessimo tentato più di tanto di nasconderlo "Hai sempre avuto una buona mira, Shayla" mi disse ironico Efrem, il quale aveva raggiunto la sua compagna "Forse è solo un segno, Efrem, non credi?" replicai con lo stesso tono, uno dei nostri tanti tentativi neanche tanto velati di spingerli a sposarsi.



    Tentativo che ovviamente scatenò soltanto battutine e risate generali.


    Marito e Moglie...Mio Marito...Mio... Mh mh... Suona bene!” ripetei per l'ennesima volta seduta sulle sue gambe, quando ormai il ricevimento era giunto quasi al termine.



    Quante volte ancora intendi ripeterlo?” ironizzò lui parando il colpo che sapeva gli sarebbe arrivato in risposta, mi tirò a sé e mi diede un altro bacio mentre alle nostre spalle si avvicinarono Serene e mia nonna “Ora che vi siete decisi a mettere la testa a posto vogliamo un bel nipotino” disse Serene sorridendo, subito appoggiata da mia nonna "Sarebbe davvero meraviglioso, anche due, o tre! Vero Gregory?"



    Mio nonno tossicchiò divertito assieme ad Eddard, entrambi notarono infatti le nostre reazioni, e subito dopo quest'ultimo intervenne “Tempo al tempo mia cara, non spaventarli.





    Non avevamo intenzione di avere figli, non per il momento, i tre terremoti erano appena diventati più gestibili e ci avevano decisamente traumatizzati, pannolini e biberon non facevano proprio per noi.

    Posso avere l’onore di un ballo con la sposa?” sorrisi ad Eddard per il suo intervento e lo seguii attraverso la sala da ballo mentre Kaleb invitò a ballare mia nonna e nessuno toccò più il discorso nipoti, fortunatamente, almeno in quell'occasione.



    Quel giorno fu il più bello della mia vita, almeno fino a quel momento, proprio come si legge nei lieto fine di quelle favole che in passato avevo tanto criticato semplicemente perché non sapevo cosa significasse sentirsi amata ed amare la propria famiglia, i propri amici ed il proprio uomo prima di se stessi, ora che l'avevo compreso non potevo più fare a meno.






  5. #365
    sim esperto L'avatar di ComandantePerla
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Principato di Wein
    Messaggi
    578
    Potenza Reputazione
    14

    Re: Sweet Stories - Epilogo Shayla Parte II

    ciao Sere, eccomi qui...

    e finalmente anche Shayla ha trovato la sua avvolgente famiglia allargata, un caldo batuffolo di gioia e la via diretta per la felicità, la sicurezza dell'amore dell'amore Kaleb e la scoperta dei nonni. E' bello vederecome i nostri due innamorati si spostino con estrema facilità da una famiglia all'altra.

    Ada ha compiuto il bel gesto e Assahi è davero un luogo meraviglioso dove Shayla può finalmente riprendere possesso delle sue radici. E' stato davvero commovente il momento in cui riporta la madre nel luogo dove è nata, e le ore che lei trascorre vicino alla sua tomba permettono alla nostra panterona di elaborare finalmente un rapporto, e di mettere la parola "fine" alla sua triste storia. Dopo è tutta vita....

    Ho adorato Kaleb nella scena del mercato e la sua proposta di matrimonio vicino alla tomba di Kohl, cone le parole del fratello...

    L'abito da sposa di Shayla è bellissimo, con il bouquet di rose e quell'orchidea rossa tra i suoi capelli neri, che rapprresentano la sua essenza sensuale ; la confusione degli ultimi attimi che accompagna ogni matrimonio, il suo dialogo con Andreus () e quello tra Kaleb e Daphne che lei coglie di straforo....c'è davvero molto amore nell'aria!

    Aggiornamento bellissimo, foto stupende e ....non dirmi più che non senti questo personaggio, per favore: non ci credo
    ...Adesso sono qui che aspetto cataste di gemelli, quindi ...a prestissimo!!!!






  6. #366
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: Sweet Stories - Epilogo Shayla Parte II

    Eccomi qui, un pò in ritardo, ma non potrei mai non commentare Shayla o meglio... Shaylona come l'ho sempre chiamata. Ma quanto è bella? Ammetto che concordo con Andreus, ma l'avrò già scritto mille volte - forse qualcosa in più - ma ribadirlo non fa mai male: la adoro con i capelli scuri, le stanno decisamente meglio rispetto al rosso che ecco... la fa un pò battona Bellissimo il rapporto recuperato con i nonni, è veramente un piacere vedere che non solo ha nuovamente un legame famigliare - forse nuovamente non è il termine adatto, considerato che non l'ha mai avuto - adesso ha ben due famiglie che la amano, Bolton e Baratheon BBF (e chi lo avrebbe mai detto nel momento delle asce volanti ad inizio Gdr). La parte con Ada mi è piaciuta moltissimo, sai che amo quel pg perchè la trovo molto realistica ed una donna molto forte, la quale è cambiata sì, ma nella sostanza resta una roccia. Riagganciandomi all'ultima parte del suo epilogo ho visto una certa umanità nei modi di Ada, capisco che Shayla sia molto diffidente, ma non mi dispiacerebbe vederle un giorno del tutto riappacificate. E' stato un bel gesto invitarla al matrimonio U_U E beh... il matrimonio <3 _<3 amo Kaleb per ovvie ragioni, ricordo che, quando te lo proposi per lei, non ne eri molto convinta, ma vedere questi due sim insieme, lasciatelo dire, sono bellissimi (approfitta di questo mio momento cuoricioso, perchè è molto raro). Decisamente elegante Shayla, la parte con Andreus e Daphne inseparabili ormai Come tu stessa mi hai fatto notare: chi lo avrebbe mai detto che Shayla avrebbe avuto un matrimonio più sontuoso di quello di Esperin!
    Le foto impeccabili OVVIAMENTE, che te le commento a fare U_U Il testo sempre scorrevole e coinvolgente. Le facce finali parlando di un futuro erede mi hanno fatta ridere troppo, MA... io lo voglio vedere eh! U_U più di uno, almeno due, o tre U_U i cuginetti li pretendono U_U Quindi aspetto trepidante anche la conclusione della sua storia, che, sono certa, è così lieto fine che neanche tu te lo saresti mai immaginato all'inizio.

  7. #367
    sim esperto L'avatar di martireterrestre
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Località
    Hogwarts
    Età
    34
    Messaggi
    628
    Potenza Reputazione
    10

    Re: Sweet Stories - Epilogo Shayla Parte II

    Shayla è una delle spose più belle che io abbia mai visto!
    E mi piace questo suo essere un po' controcorrente rispetto ai ruoli imposti dalla società.
    Anche se visto l'andazzo con cui termina il Gdr non durerà molto mi sa
    Clicca qui per entrare nel mio spazio ricordi!!
    La mia Sfida delle Sfide :
    Biondo da impazzire!

    La mia Sfida del Volere Popolare:
    Niente è nelle tue mani


  8. #368
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: Sweet Stories - Epilogo Shayla Parte II

    Esperin e Ryuk - Parte IV



    Avevo detto di voler tanti figli, lo avevo detto sul serio? Non ne ero più tanto convinto ogni volta che, dopo una giornata intera a coltivare, mi ritrovavo Rickard, Rose, Joseph e Drako nel letto, quasi tutti al mio posto, Rose perennemente alle calcagna di Esperin, considerata la gelosia per i gemelli. Io volevo solo dormire… volevo solo riposare un po’, accanto a mia moglie magari, non chiedevo chissà cosa. Puntualmente in quel periodo me ne andavo a dormire nel salotto, almeno la poltrona era comoda.


    Esagerato, sarà successo un paio di volte...più o meno. Era colpa delle favole della buonanotte, i bambini non dormivano se prima non leggevo loro qualcosa
    Diciamo che quasi sempre ti addormentavi prima di loro ed io, per non svegliarvi, me ne andavo sul divano

    Ma spesso, al mio risveglio, mi ritrovavo Rickard addosso, quel vizio non lo aveva mai perso.


    Rose mi tirava il naso e me la ritrovavo sorridente con la colazione per me sul tavolino ed i gemelli che si reggevano appena in piedi accanto a lei, sì… lo avevo detto, e lo confermo, amavo e tutt’ora amo la mia numerosa famiglia.

    Ero riuscito ad avviare una bella attività, i prodotti della mia terra erano di buona qualità, così io ed Auron avevamo un bel giro d’affari al mercato, tutte le mattine all’alba mio figlio veniva da me per la raccolta, anche Mayla e Rickard ci aiutavano, certo per loro era più un gioco che altro, ma quelle poche patate e pomodori che infilavano nella cesta li tenevano un bel po’ occupati e tutto sommato erano contenti di stare con i loro papà.


    Se non ricordo male erano più gli scherzi e bisticci tra loro a tenere occupati te ed Auron...Mayla aveva un bel caratterino già da piccola
    Tutta suo nonno, tsk



    Esperin era ormai madre a tempo pieno e non posso dire che non sudasse anche lei sette camici per mandare avanti la casa con quattro figli ed un quinto in arrivo, lo avevamo saputo da poco


    Agatha era sempre pronta ad aiutarla, ma essendo diventata anche lei madre di due bambini da pochi anni, aveva altre priorità





    poi giusto per concludere il quadro dell’asilo nido, beh… diventai nonno per la seconda volta, un bel maschietto di nome Ryuk junior, Auron e Reika non si erano ancora sposati, mio figlio lo vedeva come una costrizione, non che non amasse la sua compagna, la rispettava e quasi la venerava, ma quell’anello al dito sembrava rappresentare un peso, ma Reika ci teneva molto, veniva da una famiglia molto legata a questo genere di cose, così mio figlio finì con il cedere alle continue pressioni del suocero.






    Ed era anche ora! Ammetto di aver contribuito con qualche suggerimento velato...
    Velato? Sembrava quasi che tu stessi organizzando le tue stesse nozze. Ho avuto l’incubo delle bomboniere

    Fu una bella cerimonia, semplice, in stile Fenner





    Non avevo mai visto Auron tutto agghindato, tranne che al mio matrimonio dove ero stato stonato dall’inizio alla fine, stava decisamente bene così come Reika ed i miei nipoti


    mia moglie vabbè… quando si trattava di indossare abiti ed acconciarsi i capelli in maniera particolare mi ricordava troppo i vecchi tempi, ridevo nell’osservarla di nascosto nei preparativi, ci teneva che fossimo tutti perfettini, avreste dovuto vedere Rose, odiava le gonne ed odiava i fiocchi, odiava qualsiasi cosa fosse femminile, ma alla fine cedeva per non sentire Esperin urlare come un’ossessa.


    Ammetto che mi piaceva indossare certi abiti ogni tanto, avevo gli occhi delle fanciulle addosso nonostante fossi quasi un cinquantenne, sì, il mio ego non era diminuito, anche se dovevo far attenzione agli sguardi di Esperin che, in quelle occasioni, si trasformava in un mostro sanguinario, pronto a spaventare e minacciare ogni essere femminile nel mio raggio, ovviamente io facevo lo stesso con lei, mi dispiaceva solo di non essere più in grado di evocare Gina.


    Tsk, non serviva che facessi nulla, quello stupido soprannome e la somiglianza con mia madre erano più che sufficienti a tenerle tutte a debita distanza, buon per loro. Avreste dovuto vedere lui, quando qualcuno mi guardava U_U
    E no e niente Tsk, non era il bel faccino di tua madre, era che il tuo soprannome non se l’era scordato nessuno: MOSTRO DELL’AUSPEX. E poi oh, chiamami scemo, ho la moglie più gnocca, tsk

  9. #369
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: Sweet Stories - Epilogo Shayla Parte II

    La gravidanza trascorse bene, ormai Esperin era abituata, anche alle mie battute quando la chiamavo forno ed altri nomignoli che a me sembravano simpatici, a lei non tanto, ma vabbè… lo sapete che non è famosa per la simpatia.

    FORNO! Ma vi sembra normale?
    Un bellissimo Forno. Di quelli con le piastrelle colorate, con i fiorellini dipinti… ahi, ahi, smettila…

    Comunque… era inverno quando cominciarono le contrazioni, ero in giardino come al solito e Rose si affacciò alla finestra “Pà… ci risiamo, muoviti” feci appena in tempo a chiamare le nutrici, Esperin mi afferrò il braccio, come al solito non mi aveva concesso di limarsi le unghie e quel giorno aggiunsi alla collezione di cicatrici altri cinque bei solchi profondi. Urlò, urlò veramente forte, come potersi abituare ad un parto dopotutto? Tra tutti i dolori che ho provato, questo resta l’unico che non sperimenterei mai.
    La nutrice sollevò il bambino, era veramente grosso, il più grande fino a quel momento tra tutti i nostri bambini, ma quello che ci stupì di più, non fu tanto la stazza, piuttosto il colore dei capelli, dei piccoli ciuffi biondi gli ricoprivano la testa, un regalo da parte della mia famiglia.


    Ovviamente non lo chiamammo Tywin, tra tutti i nomi non sarebbe apparso neanche all’ultimo posto, optammo per Christopher, mi era sempre piaciuto e non c’era mai stato alcun Leithien o Raeghar con quel nome, ci piaceva l’idea che fosse il primo di entrambe le discendenze.


    Dovevate vedere che sorriso contagioso che aveva, sembrava un bambolotto!
    Un grosso… enorme… gigantesco bambolotto che la madre a stento riusciva a tenere in braccio per più di dieci minuti, quindi, giustamente, lo passava a me, perché se le mie braccia andavano in cancrena non era un problema

    Drako e Joseph non furono affatto gelosi, anzi, trascorrevano ore a guardare il loro fratellino, litigarono qualche anno dopo nel momento di aggiungere una piccola pietra alla famiglia di Will e Willa, ovviamente tra i due la spuntò Rose, che la prese per prima e la mise assieme alle altre


    Will, Willa, Willino, Willina, Wi&Wi e Willopher” “Willopher?” disse Drako “Che fantasia” continuò Joseph “DECIDO IOOOOO


    ovviamente li fece scappare in casa senza dar modo loro di replicare.


    Avevamo trovato il nostro equilibrio, da un bel po’ a dire il vero, spesso e volentieri mia sorella veniva a casa da noi con suo marito ed il bambino che avevano adottato pochi anni prima, ogni tanto ci ospitava a casa sua, ma il viaggio da affrontare era troppo lungo per sette persone, delle quali 3 erano poco più che bambini.


    A noi si aggiungeva spesso anche la Regina e suo figlio Shen il quale era ormai un ragazzo bello forte e sempre col sorriso sulle labbra, gli piaceva giocare con i cugini e riusciva a sedare persino Rose che lo guardava con ammirazione. Fu una vera sorpresa quando la Regina ci informò di attendere un altro bambino, si era sposata da pochi anni, ed eravamo tutti convinti erroneamente che non ne volesse più, ma sembrava felice assieme a suo marito. Esperin cominciò ad invitare anche Lantis a casa nostra, avevano recuperato del tutto il loro rapporto, non che mi riempisse di gioia, io e lui ci salutavamo per educazione, come facciamo tutt’ora, non amavamo intrattenerci tra noi, c’era solo il rispetto di entrambi per l’amore che Esperin aveva per noi due e nessuno desiderava ferirla negandole un rapporto o le visite. Poi pian piano ci siamo arresi, conservare l’astio è più difficile che cancellarlo, così riuscimmo a passare oltre e persino io e Lantis diventammo amici.


    Dopo tanti anni riavere finalmente mio fratello, sorridere nell'osservarlo giocare con i miei bambini e percepire quell'amore per me dai suoi occhi rese davvero completa la mia vita. Lui e Reneè erano felici, il passato era stato finalmente superato e la mia famiglia era nuovamente unita, come mai prima di quel momento. Sono certa che mio padre sia felice ed orgoglioso di quello che abbiamo costruito insieme e degli ostacoli che abbiamo superato, ovunque sia.
    Ma tua sorella mi guarda sempre storto, eh!

    Ricordo ancora la prima volta che Lantis incontrò i nostri ragazzi, Rose e Rickard erano bambini, i gemelli avevano pochi mesi, Esperin era titubante, ci pensò parecchio su, nonostante fossero trascorsi anni covava ancora delle remore nei confronti di lui e come darle torto. Poi, forse spinta dai discorsi della sorella, la consapevolezza che Reneè mi avesse perdonato torti ben più grossi, un giorno decise che era il momento giusto.


    E così Lantis mi mostrò un lato del tutto nuovo di se stesso, il modo in cui i bambini si avvicinarono a lui fu con una certa titubanza, a differenza dei più piccoli, i quali si lanciarono tra le sue braccia ridendo.


    Ammetto che mi infastidii un pochino, ma mi rasserenai quando Esperin si mostrò calma e finalmente felice, come se avesse recuperato una parte di sé.


  10. #370
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: Sweet Stories - Epilogo Shayla Parte II

    Una sera, stranamente, non ero nell’orto a coltivare le piante, avevo il desiderio di riposarmi un po’, tenevo d’occhio Christopher che giocava con il suo peluche, è sempre stato tranquillo e solare, non ci ha mai dato problemi, così riuscii a godermi un’ora abbondante di tranquillità. Mi ricordo che stavo per addormentarmi, gli occhi erano pronti per chiudersi, ma qualcosa catturò la mia attenzione, una melodia, un suono già conosciuto: il violino.


    Mi alzai portando Chris con me, seguii la musica e mi ritrovai in camera dei gemelli, ma loro non c’erano, mi accorsi che stavano nella piccola mansarda oltre la scaletta a pioli.


    Rabbrividii quando mi resi conto che quella stessa musica era della casata Leithien, quante volte l’ho suonata? Mai più dopo quella notte all’accampamento. Chiusi la porta e poggiai Christopher a terra, in modo che continuasse a giocare, mentre io salii le poche scalette per affacciarmi al piano di sopra.




    Era Rose, non mi ero mai reso conto che sapesse suonare così bene, al di là delle note del momento, la postura ed i movimenti erano perfetti, così come la pressione sulle corde


    Non mi piace questa, è triste” Feci ben attenzione a non farmi notare, la mia testa spuntava di poco oltre pavimento, Rickard era seduto sul divanetto ed accanto a lui i gemelli “Neanche a me


    continuò Drako “mh, mh. Ne vogliamo una più bella” anche Joseph non sembrava entusiasta


    Che palle, non ho trovato molti spartiti frugando nei cassetti di papà” E da quando Rose armeggiava nella mia roba? E’ sempre stata una peste!


    Aspetta, qui ne ho una, c’è una dedica” “Fammi vedere


    Rick gliela tolse di mano “Questa è quella per la nonna e… quest’altra è per la mamma” “Papà è sempre stato troppo sdolcinato per i miei gusti. Tsk” inarcai un sopracciglio, ma decisi di restare al mio posto senza farmi vedere “Scriviamo noi una canzone per la mamma” disse Drako “No, per papà!” rispose Joseph “Ne scriviamo una per tutti e due ok?” Anche Rose sembrò entusiasta dell’idea e si aggiunse sul divano con uno spartito nuovo. Mi sentii appagato, non saprei descriverlo, erano un attimo di felicità rubato che mi sarei tenuto sempre con me, dopo una settimana i ragazzi ci fecero sentire la loro canzone, suonò Rose, gli altri fecero da accompagnamento battendo le mani, fu una bellissima serata, di quelle da ricordare come sto facendo ora, a distanza di molti anni.

    Che serata meravigliosa quella, Rose ha ereditato il virtuosismo del padre, è bravissima col violino. Comunque non sei più così romantico con me, quanto tempo è che non mi porti una delle tue rose blu, mh?

    Da quando hai cominciato a sotterrarle con i pannolini.


    Ogni quarto giorno di Mercurio del I mese delle foglie si tiene la festa della Libertà a Dohaeris, la stessa data che vide la conclusione della guerra, come poter mai dimenticare quel giorno. Il ricevimento, dopo qualche anno, venne organizzato presso la Sala dell’Adamantem, non era più così lugubre, tutto il nero ed il viola erano stati portati via da una mano di azzurro ed argento, tonalità chiare che rendevano e rendono ancora l’ambiente più cristallino ed elegante, le porte vennero aperte anche al popolo, chiunque volesse unirsi era libero di farlo.


    Esperin ci vestì di tutto punto, sì me compreso, come se non fossi più in grado di infilarmi una giacca, in quelle occasioni alloggiavamo al Castello, il viaggio era troppo lungo da affrontare in un unico giorno, almeno era una occasione per far vedere ai ragazzi dove ero cresciuto e chi fossero i loro avi, persone dalle quali non dovevano prendere esempio


    Christopher assomiglia allo zio Gordon” disse Rickard osservando un ritratto.


    Ahahaha mio figlio ha sempre avuto un gran senso dell'umorismo! Chris è bellissimo, non somiglia affatto a Gordon.

    … N-no. Non ci somiglia affatto.

    Eri così ricco? E perché non ti sei portato qualche diamante?” Rose era sempre più simpatica devo dire


    Qui non ci sta il giardino e Puzzetta” Puzzetta… un altro dei figli di Caccola, Christopher amava giocarci “Bravo Chris, quello che abbiamo ora vale molto più di qualche diamante, lo capirete da grandi


    Lo capiamo già, papà” Rickard mi sorrise e mi fece l’occhiolino, anche Rose capiva, solo che le piaceva rompere.


    Quella sera c’erano veramente tutti e fu divertente vedere i miei ex compagni nelle vesti di genitori, sembravamo tutti così diversi, c’erano anche ex membri dei reali e dei ribelli, mi fermai addirittura a parlare con alcuni di loro, oserei dire che fu piacevole. Ovviamente colsi l’occasione per far ballare Esperin in una sala come si deve, ci esercitammo nel salotto di casa nostra, finalmente riusciva a compiere un otto senza incrociare le gambe, ma ci divertivamo parecchio anche pestandoci i piedi


    Questa volta non possiamo far cascare i lampadari le sussurrai all’orecchio Non puoi neanche fare la ballerina sul ghiaccio, è un vero peccato che non tutti possano conoscere la tua grazia sulle punte” Mi rispose lei continuando a ballare, ovviamente mi pestò un piede, ma feci finta di niente, la sollevai per la vita e la ripresi al volo Ma sono ancora atletico. A proposito di ricordi: chissà se hanno lasciato la mia stanza com’era…


    La guardai ammiccando “Possiamo scoprirlo” Mi sorrise maliziosa capendo a cosa mi riferissi. Mi prese la mano e cominciò a correre trascinandomi tra la folla


    ma con la coda dell’occhio notai Rose ballare con… Nooooooo




    Esperin mi tirò più forte e niente… stava ancora decisamente bene con solo le scarpe addosso.

    Non guardatemi così, è colpa di quei maledetti completi eleganti!

    Sì, dei completi…. Ti stanno credendo tutti, vecchia ninfoman.. ahi, ahi…

 

 
Pagina 37 di 38 PrimaPrima ... 2735363738 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. The sims island stories trucco dei trucchi
    Di renzef nel forum Precedenti The Sims
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 23rd September 2010, 19:14
  2. Differenza The Sims 2 Pet Stories e The Sims 2 Pets
    Di Alex_96 nel forum Precedenti The Sims
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 15th September 2010, 11:06
  3. [Concorso Chiuso] Miss Sim Extra Large
    Di Palkia&amp;Lucinda nel forum Concorsi e Contests
    Risposte: 140
    Ultimo Messaggio: 1st February 2010, 19:09

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •