Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 19 di 31 PrimaPrima ... 9171819202129 ... UltimaUltima
Risultati da 181 a 190 di 307
  1. #181
    sim veterano L'avatar di Blaison
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Room 215 - Wish
    Età
    27
    Messaggi
    200
    Potenza Reputazione
    7

    Re: [Quest GdR] Sims Afterlife - Hospital Brookheaven

    Darcy Samantha Reaver
    Hospital Brookheaven – Gruppo 1 – Piano Terra

    Respiro. Prendo la mira.
    Respiro più profondamente. Stringo saldamente i manici della sedia.
    Chiudo gli occhi. Respiro nuovamente.
    Apro gli occhi decisa e spingo con tutte le mie forze.
    Faccio centro e cadono entrambi.
    Butto fuori l’aria sollevata.
    Ma solo uno non si muove più, l’altro riprende a muoversi, a rialzarsi.
    E ora che fare?
    Cosa posso fare?

    Sento urlare attorno a me e alzando gli occhi scorgo distante una figura a terra ed una di quelle creature che si sta avventando contro di essa.
    Mi si stringe lo stomaco ed un urlo di rabbia si ferma in gola.
    Tremano le mani. Trema il corpo.
    Trema tutto il mio essere dalla rabbia totale.
    Se non anche per l’impotenza.
    Non posso fare nulla.

    “Però questo non è del tutto vero! Non posso fare nulla per quella persona, ma... “
    Osservo gli altri attorno a me e poi l’ascensore: devo portarli al sicuro.
    E devo agire in fretta, se non voglio che la nostra cara amica qui si diverta con noi.
    Mi avvicino a Mila, che è quella meno lontana, e le sussurro decisa, avendo paura di attirare l’attenzione della creatura su di noi, – purtroppo non so cosa di preciso possa aizzarla, indi per cui preferisco usare la cautela più assoluta – l’unica via di fuga che abbiamo al momento.

    «Mila, ascoltami attentamente: corri verso l’ascensore, stando il più lontanamente possibile da quell’essere, cercando di non far troppo rumore.»

    Le tocco brevemente il braccio, indicandole con la testa l’ascensore, bloccato al momento da Greta.
    Sperando che segua il mio consiglio, mi guardo attorno alla ricerca di Yuriko e della Rossa: quest’ultima la vedo immobile – probabilmente paralizzata dalla paura – mentre la prima... mi era sembrato di averla vista andare verso l’infermeria.
    E visto che non la vedo tra i presenti, probabilmente è andata così: cammino cautamente verso la porta e vi busso leggermente.

    «Yuriko? Se sei qui dentro per favore esci subito e vieni con me dentro l’ascensore: non abbiamo molto tempo!»

    Uso un volume di voce moderato, leggermente più alto del sussurro, ed allo stesso tempo affrettato, perché effettivamente non abbiamo molto tempo e non vorrei che alla fine non riuscissimo a scappare nemmeno con l’ascensore.
    Poggio la mano sulla maniglia, con l’intenzione di aprirla in caso di non risposta.
    Ma poi sento Testa Calda urlare e mi giro di scatto.


    - Ehi, ammasso di cellulite! -


    Sgrano gli occhi: non posso credere all’idiozia che ha appena compiuto... dare un calcio ad un vaso di quelle dimensioni? Con questo rischia di rompersi una gamba!
    “O giù di lì... maledizione! In questo modo potrebbe essere impossibilitato a muoversi!”
    Questo potrebbe anche non succedere, magari potrebbe funzionare, però dubito che lui abbia ossa d’acciaio.

    Prendo a respirare velocemente, il sudore mi ha incollato i capelli contro il collo ed il viso: il panico si sta facendo largo in me.
    In un flash momentaneo torno a quattro anni fa.
    A quel giorno.
    Al mio più grande segreto.
    A quella macchia indelebile sulla mia anima.


    No, Sam.
    Non tornare lì.
    Non hai potuto fare nulla allora, ma adesso... adesso puoi.
    «Arden, Harvey, Caleb... spero voi stiate bene...»
    Sussurro, stringendo il ciondolo che ho al collo, prima di fare la mia mossa.
    Se vedrò Testa Calda fallire miseramente nel suo piano vedrò di intervenire in suo aiuto.
    Ma ore devo pensare anche a Yuriko.
    Sempre che il mio corpo non mi tradisca adesso.



    "Ricordo ancora le nostre mani unite nel calar della notte"


  2. #182
    sim onniscente L'avatar di Daff
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Messaggi
    1,141
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Quest GdR] Sims Afterlife - Hospital Brookheaven

    Olivia Walsh

    Bentornata Olivia” penso mentre osservo gambelunghe accasciarsi al suolo col ginocchio distrutto dal mio proiettile, vittima del suo stesso peso. E' ancora vivo, ma ridotto in quelle condizioni non potrà nuocere a nessuno.
    E Adesso l'amichetta” sussurro alla mia pistola spostando la mira verso il secondo essere. Sto per sparare quando una sedia a rotelle travolge entrambi i mostri finendo quello a terra e facendo cadere l'altro. Ma che...
    Mi volto a osservare il responsabile. La dottoressa è una piena di risorse... ed è anche molto abile nel lancio delle sedie. Osservandola però noto i segni della fatica sul suo volto. Spero non stia per cedere... ho bisogno di persone stabili e che si danno da fare in questo momento se vogliamo salvarci!
    Bel colpo Dottoressa!” le dico. “Adesso sistemiamo l'altro” punto ancora, pronta a sparare un altro colpo.
    Dobbiamo raggiungere l'ascensore a tutti i costi anche se... come faccio a sapere se sto portando questa gente sulla via della salvezza o in un vicolo cieco verso l'apocalisse? Non so che fare.

    L'altra dottoressa ci ha assicurato che quella è l'unica via di fuga, ma fuga per dove?
    Ho visto quello che c'è fuori. Se dovessimo uscire diventeremmo la cena dell'orda di morti viventi. Come faccio a mandare queste persone là sotto e rischiare di farle diventare uno spuntino per zombie? Come faccio io stessa a fidarmi ciecamente di quella donna? Quanto sapeva che non ci ha detto? Anche stare qui però mette comunque tutti in pericolo, e se gli altri medici non hanno fatto obiezioni, forse l'unica cosa che posso fare al momento è fidarmi. Portare queste persone al sicuro, nella speranza che siano le uniche...
    Con la coda dell'occhio guardo verso l'altra ala della hall. Sono rimasti in pochi... Vedo gli agenti Norwood e Davis discutere e allontanarsi. Evidentemente hanno scelto di correre verso i sotterranei. Merda...avrei voluto parlargli. Organizzarci per mettere in sicurezza il posto, ma qui ognuno è per se ormai.
    Calma... Cerco di mantenere la calma. Queste persone sono la priorità al momento. Al resto penserò dopo.
    "Non vorrei dire un'ovvietà... ma dobbiamo assolutamente salvarci. -B. questo è ovvio! "Sentite, io trovo un modo di distrarre questo coso e voi salite sull'ascensore. Subito, appena lo vedere distratto correte dietro di lui e chiamate l'ascensore... Cercherò di salvarmi anch'io. E se non ci riesco...
    Mio Sim... cosa vuole fare? Non fare l'eroe B. Abbiamo bisogno di te qui. "Se non ci riesco non importerà, E' stato un onore conoscervi, signorine"
    No noo... non mi piace quel suo sorriso. So esattamente quello che ha in mente, lo conosco troppo bene.
    Lo osservo inerme mentre lancia un enorme vaso a mo di palla da bowling verso il mostro. Spero che non si faccia male...
    Non posso sprecare un altro secondo. So che conta su di me per portare tutti in salvo.

    Approfitto del suo diversivo per incitarli a salire sull'ascensore.
    Sbrigatevi! Andate” dico senza alzare troppo il volume della voce.
    Ci sono tutti? Mi guardo intorno. La dottoressa si è allontanata e mi pare manchi anche qualcun altro.
    Mi avvicino di qualche passo “Da questa parte, presto!” le dico.
    Aspetterò che tutti siano saliti sull'ascensore pronta a sparare ancora alle gambe se le creature si avvicineranno più del dovuto, sia a me che a chiunque altro
    Una volta che tutti saranno al sicuro, anche io salirò sull'ascensore e Byron verrà con me. Anche a costo di doverlo trascinare.
    Nessuno verrà lasciato indietro.

  3. #183
    sim dio L'avatar di Winged85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Località
    Provincia di Milano
    Età
    33
    Messaggi
    3,047
    Inserzioni Blog
    15
    Potenza Reputazione
    14

    Re: [Quest GdR] Sims Afterlife - Hospital Brookheaven

    Yuriko Kiyomizu
    Intermezzo - Farmacia

    Ho il cuore che batte a mille mentre scosto la tenda e… Niente! Al di là non c’è nulla, grazie al cielo! Tiro un sospiro di sollievo.
    Bene, ora che sono relativamente più tranquilla, devo pensare a… quella... “cosa”. Cavolo.
    Deglutisco. Ho la gola secca al pensiero di ciò che devo fare.
    Calma. Recupero un fazzoletto e lo apro: se devo proprio prendere la pistola dalla mano di un cadavere, voglio farlo cercando di toccare il meno possibile.
    Mi chino sul braccio e allungo la mano destra “protetta” dal fazzoletto per prendere la pistola. Le dita non oppongono resistenza e la pistola scivola via dalla “sua” mano nella mia. Ora l’unica cosa che devo fare è allontanarmi il più velocemente possibile da qui, uscire dalla porta e raggiungere gli altri nell’ascensore. Ed è esattamente ciò che faccio, tenendo la pistola ben salda in mano.







  4. #184
    sim dio L'avatar di the best girl
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Località
    Milano
    Età
    25
    Messaggi
    2,315
    Inserzioni Blog
    40
    Potenza Reputazione
    12

    Re: [Quest GdR] Sims Afterlife - Hospital Brookheaven

    Mila Kirenko


    Sono sconcertata da ciò che ho intorno, sento che sto per vomitare...ma no, non è questo il momento di abbandonarsi alle debolezze, devo essere forte e con la mente lucida se voglio uscire viva da questo incubo.
    A ridestarmi da questi pensieri sono dei colpi alla porta, alla porta di quella che fino a poco tempo fa era la mia camera. Numero 103. Un momento, ma in quella stanza non c'era più nessuno...o meglio, non c'era più nessuno di vivo. Non voglio sapere cosa succede lì dento; ma si, forse è solo la mia mente che mi gioca dei brutti scherzi. Si, dev'essere per forza cosi.
    Accantono questi dubbi quando la dottoressa Reaver mi si avvicina e mi sussurra:

    «Mila, ascoltami attentamente: corri verso l’ascensore, stando il più lontanamente possibile da quell’essere, cercando di non far troppo rumore.»

    Mi tocca il braccio e mi indica l'ascensore, forse per essere sicura che abbia capito il piano. Il "piano", che parolone, qui non si possono fare progetti, non si può pianificare niente perchè tutto è incerto. Si può solo tentare, e sperare che vada tutto bene.
    E ora cosa diamine faccio? Certo, il trambusto non è poco e forse se corro potrei riuscire a raggiungere l'ascensore senza farmi vedere da quell'essere. E se invece dovesse catturarmi? Io non sono riuscita a fuggire da uomini violenti per la paura di ritorsioni e di dolore ancor peggiore di quello che mi stavano infliggendo, come mai potrei riuscire a fuggire da queste creature senza andare inevitabilmente incontro alla morte? Coraggio, basta solo un pizzico di coraggio. In fondo, se resto qui morirò sicuramente...forse vale la pena tentare.
    Now, if you two don't mind, I'm going to bed before either of you come up with another clever idea to get us killed - or worse, expelled.

  5. #185
    L'avatar di Daniela Alberghini
    Data Registrazione
    Aug 2011
    Località
    Disney Store
    Messaggi
    1,423
    Inserzioni Blog
    35
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Quest GdR] Sims Afterlife - Hospital Brookheaven

    Gruppo Uno

    Hope Stardream
    spostata a fine turnazione su sua richiesta. Tocca a Greta Coli.

  6. #186
    sim dio L'avatar di KiraSim
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    4,411
    Inserzioni Blog
    5
    Potenza Reputazione
    13

    Re: [Quest GdR] Sims Afterlife - Hospital Brookheaven

    Greta Coli
    - Gruppo Uno -

    Raggiungo l'ascensore sana e salva.



    Grazie all'intervento di Byron, Olivia e Samantha,
    una creatura è a terra senza "vita" - se così si può chiamare la sua esistenza - mentre l'altra si sta tirando in piedi.
    Ma come fa? Restiamo tutti immobili ad analizzare la situazione, quando sentiamo un urlo aldilà del corridoio.

    Non c'è tempo.

    Anche se non sono certa di quello che sta accadendo dall'altra parte dell'ospedale,
    sono in un certo senso sollevata di non poterlo vedere. Così la paura non può condizionarmi. Ehm...
    non che ora sia molto più tranquilla... ma diciamo che sono in grado di ragionare con una certa elasticità.



    Vedo Samantha avvicinarsi a Mila per incitarla a muoversi verso di me, mentre la giornalista non osa muovere un muscolo.
    Dev'essere terrorizzata. Olivia è in attesa di un passo falso dell'essere tutto-gambe, mentre Byron...

    Byron: Non vorrei dire un'ovvietà... ma dobbiamo assolutamente salvarci.



    In testa mi suona un campanello d'allarme.
    Sta per iniziare uno dei suoi discorsi che non mi piacciono.
    La mia attenzione si concentra su di lui per ovvi motivi. Ti prego Byron, non fare byronate!

    Byron: Sentite, io trovo un modo per distrarre questo coso e voi salite sull'ascensore.
    Subito, appena lo vedete distratto correte dietro di lui e chiamate l'ascensore...
    cercherò di salvarmi anch'io. E se non ci riesco...




    Per caso mentre ero di spalle ha sbattuto la testa...? No, ma dico: che discorso è mai questo?!

    Byron: Se non ci riesco non importerà. E' stato un onore conoscervi, signorine.

    Sgrano gli occhi. Vorrei urlargli contro che è... un idiota? Sì. E' un idiota.
    Non ho alcuna intenzione di lasciarlo qui.





    - - - - - FLASHBACK - - - - -

    Ultimo anno di liceo. Festa dopo la consegna del diploma.



    Greta: Ehi Bisca!

    Sottolineo il modo in cui lo chiamano i nostri compagni e mi avvicino a lui.

    Greta: Che fai in terrazza tutto solo?



    Non è da lui allontanarsi dal resto del gruppo nel bel mezzo di una festa.
    I suoi riflessi sono un po' lenti, infatti impiega del tempo per voltarsi.
    Anzi ci mette decisamente troppo... e non sono neanche sicura che abbia capito chi sono.
    Mi guarda con un punto interrogativo sul volto e mi fissa in modo strano.
    Forse in faccia ho qualcosa che non va...

    Byron: Vuoi restare a farmi compagnia? Stavo giusto pensando a noi due.

    Che?! Spalanco gli occhi e al mio cuore manca un battito, forse anche tre...



    ...poi mi accorgo che Byron stringe un alcolico tra le mani.

    Oh. E io che credevo... parla così perché è ubriaco!

    Byron: Ehi! Sembri triste... vuoi un goccio?



    Il ragazzo mi porge la bottiglia con fare barcollante, mentre io sospiro.

    Greta: No grazie. Ma... - gli strappo la bottiglia di mano - direi che tu hai bevuto anche troppo questa sera.

    Cerco di sorridergli con scarsi risultati.
    Ho visto Byron ubriaco tante volte, eppure non ha mai iniziato certi discorsi con me...
    dev'essersi procurato una bella sbronza questa sera!

    Byron: Ti ho mai detto che sei bellissima?



    Ok. La situazione rischia seriamente di degenerare, diamoci un taglio.
    Faccio un passo indietro per prendere le distanze da lui e dalla imbarazzante circostanza che si è creata... ma non solo.

    Greta: A settembre mi trasferirò a Bridgeport.

    Abbasso lo sguardo. Una vocina dentro di me si fa strada, vorrebbe aggiungere:
    perché sono stanca di vederti sempre con altre ragazze...
    voglio dimenticarti, voglio voltare pagina...
    voglio pensare a te semplicemente come a un amico.

    Byron: Per frequentare l'università?



    Greta: Sì.

    Dopotutto è vero anche questo, non sto mentendo.



    Byron
    , come avrei dovuto aspettarmi da un qualsiasi ragazzo ubriaco, mi si avvicina sempre di più... bene!
    Adesso sono nei guai. Se supera la distanza di sicurezza - ehm, forse l'ha già superata - non riuscirò a fermarlo e BUM.
    Tredici anni di amicizia buttati al vento! Che poi perché si sta comportando così? Ah, giusto. E' ubriaco.

    Byron: Quindi questo è un addio o un arrivederci?




    - - - - - FINE FLASHBACK - - - - -



  7. #187
    sim dio L'avatar di KiraSim
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    4,411
    Inserzioni Blog
    5
    Potenza Reputazione
    13

    Re: [Quest GdR] Sims Afterlife - Hospital Brookheaven



    NO. Questo non è un addio!



    Faccio per urlargli contro di fermarsi, ma il suo sorriso mi blocca.

    Sono. Una. Stupida.

    Byron: Ehi, ammasso di cellulite!



    E' troppo tardi. Byron calcia il vaso e io sono... arrabbiata perché ha agito di impulso.
    Sono arrabbiata perché ha compiuto un gesto insensato.
    Sono arrabbiata perché potrebbe essersi fatto male.
    Sono arrabbiata perché... sono arrabbiata e basta!

    Ma la colpa non è sua, è mia. Perché non l'ho fermato?!
    Non capisco più che cosa sia giusto fare...

    ...la gamba... il vaso... il piede... la gamba... il vaso... il piede...

    Era così indispensabile fare "l'eroe", ADESSO?!

    Mila si avvicina all'ascensore e io schizzo fuori.



    Indipendentemente dalle conseguenze del gesto di Byron abbiamo tutti bisogno di tempo per scappare...



    ...così mi sfilo il camice e lo lancio addosso alla creatura.

    L'ho centrata? Bene. Magari resta per un po' confusa e limitata nei movimenti.
    Non l'ho centrata? Va bene lo stesso.
    Penserà che è una persona e se la prenderà con il povero indumento per un po'... almeno spero.

    Il tempo è tirato in ogni caso.



    Raggiungo Byron e, sebbene il mio desiderio di tirargli una sberla sia forte,
    mi trattengo e gli faccio intendere che voglio arrivare fino all'ascensore con lui.

    Greta: Non è il momento per mettersi a fare l'eroe. Torneremo tutti quanti vivi a casa, ok?
    Senza il bisogno che qualcuno si sacrifichi per la causa...



    Per quanto la mia rabbia/esasperazione/incredulità/coraggio siano ai massimi storici, sento le lacrime pronte a scendere.
    Ma non posso lasciarmi andare... devo essere forte, o quanto meno devo sembrarlo.
    Lo devo fare per gli altri.

    Prendo Byron per un braccio e lo fisso negli occhi.



    Greta: Non credo di avere la forza di trascinarti via di peso, quindi...

    Sospiro.

    Greta: Se tu resti indietro, resto indietro anch'io.




    *Prima di postare ho chiesto il permesso a Vicky*

    *Il flashback (che ha un seguito xD) rappresenta l'ultima volta in cui Byron e Greta si sono visti da adolescenti.
    Il loro incontro successivo è avvenuto per forze maggiori (l'incidente), poi hanno ricominciato a sentirsi, sono tornati amici e bla,bla, bla... LOL
    Comunque quello, è stato un addio u_u*

    *Non badate al "camice" in mano a Greta... mi sono dovuta arrangiare con quello che avevo nel gioco °-°*

    *Aku, grazie per il sostegno morale :3 (e per parlare con me del GDR fino al matti... ehm, notte inoltrata ^^")*
    Ultima modifica di KiraSim; 13th January 2014 alle 20:05

    ~ Mi dispiace, Diane. Non posso mantenere la mia promessa.
    Devi dimenticarti di me. Ma io non mi dimenticherò mai di te.

  8. #188
    sim esperto L'avatar di Mich@el48
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Località
    Nel tunnel dei neutrini!!
    Età
    23
    Messaggi
    511
    Potenza Reputazione
    9

    Re: [Quest GdR] Sims Afterlife - Hospital Brookheaven

    HOPE STARDREAM



    Sono completamente paralizzata. Non so che fare. Questo non ha senso. Voglio uscire da questo maledetto ospedale dimenticato da Dio e tornare al mie tranquille attività da giornalista. Quanto mi mancano le intrusioni nelle case dei vip alla ricerca di pettegolezzi. Quei si che erano bei servizi.
    MI sistemo un attimo il papillon e ne approfitto per deglutire. Devo stare calma. Allora, razionalmente cosa sono quelle...ehm... creature? Sono... Cavolo, Hope, non prenderti in giro. Sai benessimo che non c'è una spiegazione razionale. Potrebbero essere il risultato di qualche esperimenento genetico mal riuscito, oppure potrebbere essere dei mostri infernali. L'importante è trovare al più presto una via di fuga.

    Intanto intorno a me tutti sembrano già nel panico. Noto la poliziotta scortese che mi aveva obbligato in modo scortese ad allontanarmi della camera di prima sparare un colpo. Quindi una dottoressa scaraventa con tutta la forza una sedia a rotelle contro quel mostro. Con questa combinazione di colpi uno dei due mostri sembra essere a tappeto. Non c'è molto tempo. Devo agire. Sono però preceduta dalla ricercatrice,Greta, che proprio nel momento giuesto, lancia il proprio camice contro l'altra creatura pronta ad attaccare. Quindi si dirige in soccorso all'altro poliziotto,che ha tentato di calciare un vaso forse contro la creatura. Non ci penso due volte e cerco di agire. Approfitto del momento per lanciarmi verso l'ascensore, cercando di evitare l'eventuale vaso. Devo entrarci. Non mi importa di altro. Una volta dentro spero che tutti giungano il primo possibile. Il tempo è denaro e mai furono scritte parole più saggie.


  9. #189
    L'avatar di Daniela Alberghini
    Data Registrazione
    Aug 2011
    Località
    Disney Store
    Messaggi
    1,423
    Inserzioni Blog
    35
    Potenza Reputazione
    20

    Re: [Quest GdR] Sims Afterlife - Hospital Brookheaven

    Quinta Parte


    Isaac. Ti ricordi che è stata Helena a curarti anni fa. Ti aiuta a rimetterti in piedi e pigia il pulsante -2. Fortunatamente le porte si aprono. Devono essere rimaste bloccate solamente al piano -1.
    Vi trovate un una stanza fredda, una stanza che, apparentemente, non porta da nessuna parte.
    Helena riesce a sorreggerti, non certo perché è forte, ma perché preferisce far male a se' stessa che a te.



    Ti fa sdraiare su un lettino da sala operatoria che si trova lì, probabilmente per le emergenze.
    La tua dottoressa ti controlla il battito per sentire se è regolare. Ti poggia degli asciugamani sotto la testa per farti stare più comodo. Senti che armeggia con una valigetta, un kit, senti puzza di disinfettante... Poi nulla... Perdi i sensi.
    «Isaac! Maledizione!»
    Con ago e filo, comincia a ricucirti...




    Quando ti risvegli. Ti senti meglio. (Isaac Costituzione +5) Non hai idea di quanto tempo sia passato. Seduta sul pavimento trovi Helena, appoggiata a un cassettone, dove sopra sono poggiati pochi attrezzi, bagnati del tuo sangue. Si sarà addormentata anche lei?
    La tua ferita è arrossata e ha almeno sei punti. Ma riesci a muovere il braccio.




    Theresa rimane a guardare per un po' le porte dell'ascensore ormai bloccate. È triste ma determinata a ritrovare i suoi amici.
    Andrew. Giungi alla conclusione che tra tutti quei presenti l'unica di cui ti puoi fare è Theresa. Dal momento che il tuo partner si trova in più che dolci manine.
    Ti guardi intorno. E mentre assisti al battibecco tra il vero e il falso medico, ficchi il naso in quella specie di scatola al centro della stanza. Ci sono degli attrezzi medici per lo più, ma... Trovi un coltello ben affilato e con la punta sporca di rosso. Sangue. Appena sotto il coltello trovi una semiautomatica: una Colt M1911. (7 proiettili)
    Sei anche abbastanza fortunato da trovare delle munizioni per la tua Beretta. (10 proiettili)
    Theresa si avvicina a te. Probabilmente ha fatto il tuo stesso pensiero e tu sei l'unico "volto fidato" che ha trovato. «Non mi fido di quello lì» Indica Liam. «Se non è un medico perché dirlo solo adesso? Poteva trovare una scusa migliore del mostro-molestatore» Conclude, mentre osserva quello che hai trovato.
    Be', è carina, no? Magari tra qualche anno...


    Josephine. Sei atea e non sopporti il bigottismo e l'ipocrisia della chiesa. Eppure, ad adornare le tue orecchie, sono delle croci. Come mai? Moda?
    Mentre lasci gli altri chiacchierare e risolvere indovinelli, dedichi la tua attenzione alla Bibbia che hai tra le mani. La capovolgi, ma inizialmente non cade nulla. Speravi in qualche Simoleon ma...peccato. Sarà per la prossima volta.
    Quindi la apri, inizialmente in prima pagina. "Proprietà del Missionario Philip Swift". Poi la sfogli a caso e si apre in una pagina ben precisa, forse perché è stata la pagina più letta. Infatti delle righe sono sottolineate in rosso...
    Rivelazione Capitolo 13 Versetti 1, 2:

    "Ed esso stette fermo sulla sabbia del mare. E vidi ascendere dal mare una bestia selvaggia con dieci corna e sette teste, e sulle sue corna dieci diademi, ma sulle sue teste nomi blasfemi.
    Ora la bestia selvaggia che vidi era simile a un leopardo, ma i suoi piedi erano come quelli di un orso, e la sua bocca era come la bocca di un leone."

    Dopo i mostri che hai visto, aggiungere questa bestia al tuo immaginario non è rassicurante.
    Comunque noti una sporgenza, infatti alla pagina successiva trovi una chiave, come incollata alla pagina. Per questo non è caduta quando hai capovolto l'intera Bibbia. A cosa servirà?


    Liam. Sei abile con le mani, con i fatti pratici. Ma nessuna donna ti ha insegnato a raccontare bugie come si deve? Forse le hai uccise tutte troppo presto.




    Manuel. Credi a quanto ti ha detto quell'uomo? In fin dei conti sì, la verità l'ha detta: non è un medico.
    Hai trovato delle buste da lettera, ma dentro ci sono delle note di cartelle cliniche. Riguardano qualche paziente. Sarà il caso di leggerle quanto prima...
    Uno stridio di mattoni attira l'attenzione di tutti voi. L'Orologio è la soluzione.
    (Manuel Punti XP Bonus)


    La porta si apre magicamente, e rimane aperta "a metà" lasciando due entrate.




    Ma cosa avete visto?
    Una semplice bambina se ne sta lì, immobile. Ma la sua espressione cambia. Dagli occhi e dalla bocca esce del sangue... Poi sparisce.





    Cominciate a soffrire di allucinazioni?
    Quella porta a scomparsa conduce a un corridoio davvero messo male, le pareti sembra stiano cadendo a pezzi, insieme alla vecchia carta da parati. In quel corridoio ci sono delle scale che portano di sotto. Al -2.
    Cosa siete pronti ad affrontare? Indietro non si può tornare.



    Byron. Ancora una volta il fare da eroe prende il sopravvento. Fai rotolare il vaso di marmo. Per te non pesa quasi niente, no? (Byron Forza 90) Proprio quando il manichino stava per rialzarsi, dopo il colpo con la sedia a rotelle da parte della dottoressa, fai strike e il manichino cade a terra, di nuovo, dolorante. Il vaso continua la sua corsa e sbatte contro la parete, spaccandosi.
    (Mannequin4 Costituzione -20 = 72)
    Samantha. Se non altro, hai scoperto di essere portata per il bowling. Evitando di fare troppo rumore chiami Yuriko, pronta ad aprire la porta nel caso non ci fosse risposta. Ma...la vedi uscire, con una pistola in mano. La ricerca ha dato i suoi frutti.
    Testa calda, non fallisce e vi da il tempo di entrare nell'ascensore. Compresa Hope.
    Olivia. Il vaso del tuo collega è andato a segno, questo vi ha dato un po' di vantaggio, e tutti gli altri sono nell'ascensore.
    La creatura si sta rialzando.




    Greta. Esci dall'ascensore e decidi che del camice non ne hai più bisogno. Lo lanci addosso al manichino che rimane confuso e non riesce a liberarsene.
    Avete però un altro problema che si sta avvicinando. Un ricordino dell'altro gruppo che è riuscito a scendere prima di voi...





    Turnazione stabilita

    Gruppo Uno
    Piano Terra
    Gruppo Due
    Sotterranei -1
    Gruppo Tre
    Sotterranei -2
    Byron Biscardi Josephine Marshall Isaac Norwood
    Greta Coli Manuel Russel Helena Bertinelli
    Olivia Walsh Liam Harrington
    Probabile Intermezzino XD Andrew Davis
    Samantha Reaver Theresa Kincaid
    Mila Kirenko
    Yuriko Kiyomizu
    Hope Stardream


    Ho calcolato che Mila, Samantha e Hope ormai sono in ascensore.
    Aggiornate l'inventario e punti EXP!
    Ultima modifica di Eclisse84; 9th April 2014 alle 14:53

  10. #190
    sim dio L'avatar di albakiara
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Alba
    Età
    34
    Messaggi
    5,154
    Inserzioni Blog
    3
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Quest GdR] Sims Afterlife - Hospital Brookheaven


    Josephine Marshall
    Gruppo due
    Sotterranei -1



    Scuoto la Bibbia, ma nulla. Neppure un misero simoleon.



    I due dottori stanno ancora chiacchierando, invece Andrew sta frugando tra le cianfrusaglie sparse nella stanza.
    “Quasi quasi potrei seguire il suo esempio…Di sicuro ci saranno cose più utili di questo stupido libro...”

    Do un'ultima occhiata alla Bibbia e in prima pagina noto la scritta “Proprietà del Missionario Philip Swift”.
    Philip Swift? Missionario? Come quello di ‘Pirati dei Caraibi oltre i confini dei mari?’ – mi scappa una risata- Chissà chi sarà!

    Faccio scorrere velocemente le pagine sotto la pressione del pollice fino a quando si fermano in un punto che deve essere stato molto letto di recente.



    Una frase, evidenziata di rosso, cattura la mia attenzione.

    Rivelazione
    Capitolo
    13
    Versetti
    1, 2:

    "Ed esso stette fermo sulla sabbia del mare. E vidi ascendere dal mare una bestia selvaggia con dieci corna e sette teste, e sulle sue corna dieci diademi, ma sulle sue teste nomi blasfemi.
    Ora la bestia selvaggia che vidi era simile a un leopardo, ma i suoi piedi erano come quelli di un orso, e la sua bocca era come la bocca di un leone.
    "



    L'immagine della creatura prende forma nella mia mente.



    Prima non avrei dato alcun peso a quelle parole, ma ora, dopo tutte le cose appena viste, non so più distinguere il possibile dall'impossibile.



    Volto immediatamente pagina, come per evitare che la creatura descritta possa materializzarsi dal libro, e noto la chiave di una porta incollata alla carta: la stacco e la metto in tasca.
    “Ogni chiave ha la sua serratura e ogni serratura protegge una porta, devo solo riuscire a trovarla... Se si sono presi la briga di nasconderla in un posto del genere essa deve custodire qualcosa di prezioso!”.



    Rivolgo lo sguardo agli altri per decidere se rivelare o no la mia scoperta quando sento uno strano rumore di mattoni provenire dalla parete accanto al dottore.
    Una porta segreta girevole?” Si, è proprio una porta e si sta aprendo sempre di più.



    "Ma quella? No-non può essere... C-che..."



    Dall'apertura si materializza la figura di una bambina con gli stessi capelli e gli stessi abiti che indossavo a scuola.
    Il volto della piccola si colora di sangue e poi la figura scompare lasciandomi pietrificata.



    E-ero io? No… mi sono fatta ingannare dalla pettinatura e dal grembiule… Eppure sembrava…



    <<L’avete vista?>> Irrompo nel silenzio della stanza <<Anche voi l’avete vista o è solo… solo…>> la voce mi si strozza in gola.



    <<Dobbiamo bloccare l’apertura – torno lucida – quella potrebbe essere la nostra unica via di fuga!>>.

    Senza dir nulla della frase sottolineata ne della chiave, cerco qualcosa sullo scaffale accanto alla porta per bloccarla sperando di trovare anche qualcosa di utile per il “viaggio”.





    10 foto
    Ultima modifica di albakiara; 11th January 2014 alle 11:14

 

 
Pagina 19 di 31 PrimaPrima ... 9171819202129 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. [Sims Afterlife GdR] Creature
    Di Dina Caliente nel forum Sims Afterlife
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 25th June 2014, 23:14
  2. [Sims Afterlife GdR] Schede PNG
    Di Dina Caliente nel forum Sims Afterlife
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 8th May 2014, 21:42
  3. [Sims Afterlife GdR] Schede PG
    Di Dina Caliente nel forum Sims Afterlife
    Risposte: 70
    Ultimo Messaggio: 13th September 2013, 23:49
  4. [Sims Afterlife GdR] Mestieri
    Di Dina Caliente nel forum Sims Afterlife
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 30th July 2013, 01:14
  5. The Sims Medeval - Tutto sulle Quest
    Di F@bry nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 1st March 2011, 21:54

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •