Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 36 di 43 PrimaPrima ... 263435363738 ... UltimaUltima
Risultati da 351 a 360 di 425
  1. #351
    sim onniscente L'avatar di Dreamer
    Data Registrazione
    Aug 2011
    Località
    Bikini Bottom
    Messaggi
    1,007
    Potenza Reputazione
    9

    Ottava parte - Adam Miller

    Adam Miller
    Secondo piano Household
    Appartamento n°7
    28 Maggio 2014

    «Diretto! Lo sarò anche io: quattrocento, tutto quello che hai in tasca.» dice lo SWAT a Sawyer. Poi si rivolge alla poliziotta: «Senza sconti.»«Tu invece…» dice guardandomi. «… ti vendo l’arma, poi a sta a te decidere se usarla o darla ad un civile, è tua unica responsabilità, il prezzo è lo stesso.»
    Penso alle parole che Kincaid ha pronunciato poco prima: «È assurdo che dei civili mai addestrati alle armi le impugnino: potrebbero ferire loro stessi e gli altri.»
    Ha ragione, probabilmente dovrei comprare l’arma e prendere sotto la mia protezione uno tra i civili. Mi guardo attorno: Zack e la poliziotta decidono di comprare l’arma senza protestare; Allison si allontana dal gruppo per leggere la sua tanto amata agenda, ma dopo poco torna nella stanza e sembra avere un mancamento; l’uomo sulla quarantina con cui ho parlato prima compra il coltello e successivamente accompagna la ragazza al bagno; Moreen si trova vicino al proprietario dell’appartamento; Andrea cerca di convincere lo SWAT a venderle l’arma, mentre Kincaid continua a blaterare riguardo al suo dovere di proteggere i cittadini, difenderli e bla bla bla.
    Porto gli occhi al cielo per l’ennesima volta, poi mi rivolgo a Mr. Chiedosoldiadeipoveraccichenonsannocomedifendersim uahahah: «Compro l’arma. La terrò io e proteggerò un civile. Magari quella ragazzina dai capelli rossi laggiù?»
    Tiro fuori i soldi e glieli porgo. Cavolo, come farò senza nemmeno più un centesimo? Devo assolutamente parlare con Moreen, avrò bisogno del suo aiuto economico nel caso in cui dovessero servirmi dei soldi.
    Sento una fitta allo stomaco. Non ho ancora mangiato nulla. Dietro di me si trova il bancone; sopra di esso, la mia razione non ancora toccata. Inizio a mangiare in fretta.
    Qualcuno bussa alla porta: «È ora di muoverci.» è lo SWAT di guardia che parla.
    Bene, sono pronto ad affrontare le creature che hanno invaso Bellavista.
    … o forse no?


  2. #352
    sim esperto L'avatar di Laurel*
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Località
    Moonlight Falls
    Età
    22
    Messaggi
    842
    Potenza Reputazione
    7

    Re: Ottava parte - Adam Miller

    Moreen Evans
    Secondo piano Household - Appartamento 7

    A differenza mia e del mio silenzio, Adam manifesta apertamente il suo dissenso nei confronti della vendita di armi e propone di dare le pistole ai civili in modo che possano anche loro difendersi, offrendosi anche di aiutarli economicamente. L’idea non sarebbe poi così cattiva se non fosse che, probabilmente, tutte queste persone non hanno mai impugnato un’arma in vita loro. Correrebbero il rischio di ferire loro stessi e gli altri. È dello stesso avviso Kincaind che propone invece di assegnare ad ogni civile una persona in grado di sparare che lo protegga. Quest’ultima idea è forse la più fattibile e meno rischiosa.
    Dopo aver ascoltato tutto ciò, il capo Swat si preoccupa di rendere noti i prezzi “piuttosto economici” delle armi: quattrocento dollari per ogni pistola e duecentocinquanta per il coltello richiesto dall'uomo sulla quarantina. Si rivolge poi anche a noi che siamo rimasti esclusi dalla compravendita: «Ci aiuterete a scortare i civili fin sopra al tetto, così anche coda di cavallo e la raccomandata potranno rendersi utili, anche se per quest’ultima, considerate le condizioni in cui si trova, non credo che potrà fare un granché».
    Gli scocco una veloce occhiataccia, come si permette di giudicare me e il capitano “inutili”?! Non sa niente di noi, né di cosa abbiamo fatto da quanto siamo arrivate qui alla Household. Oltretutto continua a rimarcare il fatto che Lèonie così ferita non è in grado di muoversi e di combattere al meglio. Al suo posto chiunque sarebbe rimasto ferito nello scontro contro la creatura dei sotterranei, semplicemente il caso ha voluto che fosse lei ad avere la torcia in mano.
    Decido di ignorare la sua frecciatina, cosa che invece non fa Lèonie, e di rivolgermi invece al proprietario dell’appartamento con la piccola in braccio: «Se per lei non ci sono problemi, mi occuperò io di scortare lei e sua figlia fino al tetto» dico accarezzando una delle guance della bambina. Mi dispiace che ancora così piccola, deva già vivere una situazione di pericolo e vedere tutto questo sangue.
    Mentre aspetto una risposta dall'uomo, lo Swat opportunista si intasca mille quattrocentocinquanta dollari, praticamente quello che guadagno io in un mese di lavoro. Tra coloro che hanno pagato per l’arma c’è anche Adam che dichiara di volerla usare per difendere la ragazzina dai capelli rossi.
    Gli credo, ha sicuramente buone intenzioni rispetto a Sawyer e la poliziotta che sembrano pronti ad abbandonare tutto e tutti pur di salvarsi la pelle. Lo vedo poi avvicinarsi verso i banconi e iniziare a mangiare in fretta la sua razione di cibo. Ripensandoci non ho ancora mangiato nulla neanch'io, rischio di svenire o di vederci doppio. Per evitare ciò, mi affretto anch'io a mangiare la mia razione di cibo.
    Poco dopo aver finito di mangiare, uno degli Swat fuori bussa alla porta dell’appartamento e ci avvisa che «È ora di muoverci». Estraggo la mia pistola e inizio a prepararmi psicologicamente a ciò che ci aspetta là fuori da questo appartamento.
    Ultima modifica di Laurel*; 30th June 2014 alle 22:23 Motivo: Correzione svista

  3. #353
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    16

    Re: Nona parte

    Appartamento n°7
    Secondo piano

    La porta dell’appartamento si apre e la giovane donna che prima era con voi, ritorna con un’agenda tra le mani, Allison potrebbe essere quella menzionata nel diario di Wonder? Sarà lei la donna della quale ha parlato Scott?
    Al suo seguito vi sono i due swat, entrambi con le armi ben salde tra le mani, questo può solo voler dire che nel palazzo c’è l’alta possibilità di incontrare qualche creatura.
    “Bene…” asserisce il capo Swat mentre intasca il denaro, non risponde alle parole di Lèonie, si limita ad osservarla con un ghigno “Organizziamoci alla svelta: Tu spilungone ti occupi della rossa, tu principino della ragazzina, Coda di cavallo ti occupi della ragazza che si è sentita male (ndt Allison), la bambina e suo padre è meglio se vengono coperti da questo qui” indica Zack e successivamente Mariko “Tu ti occupi del signore laggiù (ndt. Scott), mentre la tatuata e lei (ndt. Lèonie) saranno coperti dai miei agenti, io mi occupo della signora (ndt. Fiona)”
    Porge le tre pistole a Zack, Mariko ed Adam, poi il coltello a Scott “Usciamo di qui”
    Eseguite i suoi ordini, ognuno col compagno assegnatogli dal Capo Swat. L’uomo si avvicina ad Andrea e la tranniene per un braccio, aspetta che vi siate allontanati tutti e si rivolge a Brad il quale lo guarda con sospetto “Vai… lei ti raggiunge tra poco” attende che lui si allontani e sussurra alla ragazza “Sei furba, ma non posso di certo farmi vedere dagli altri mentre ti consegno la pistola, sei una civile, quindi un’arma nelle tue mani è potenzialmente pericolosa quanto una creatura… facciamo così, ti offro la pistola del soldato Kava, conoscevamo chi fosse ed abbiamo colto l’occasione per farla fuori con la scusa dell’infezione, tu la tieni nascosta e la usi solo e rimarco solo se necessario, perché se ne fai un uso sbagliato, potrei mirare sbadatamente alla tua testa, intesi?” Detto ciò recupera velocemente l’arma nell’altra stanza e te la porge.

    Terzo piano

    Vi incamminate tutti per il corridoio, chi possiede un’arma – tranne Andrea – la mantiene tra le mani ben salda e pronta per essere usata. Strani gorgoglii e rumori vari riecheggiano per i corridoi della palazzina, avanzate tutti facendo attenzione a non provocare troppo rumore, potreste attirare attenzioni non gradite. Salite le scale e vi ritrovate al terzo piano, ma il capo swat si blocca prima di svoltare l’angolo: dei piccoli passi ed un ringhio vi mettono in allerta.



    Una creatura dalle sembianze canine si para avanti a voi in pochi istanti, la testa è spaccata a metà, in un taglio che si protrae per tutta la lunghezza del collo e parte del corpo, quell’apertura somiglia ad una bocca gigante dai denti acuminati.




    Non fate in tempo a mettere a fuoco la creatura, che al piano di sotto un nuovo ringhio attira la vostra attenzione, vi è infatti un essere del tutto simile che vi sta puntando.



    Reagite velocemente.
    __________________________________
    Siete disposti nei seguenti gruppi:
    verso la creatura del terzo piano
    Capo swat-Fiona, MarikoScott, BradAndrea, Adam-Stephenie

    verso la creatura del secondo piano:
    Zack-Signor Russel e figlia, Lèonie–swat, Viktoria-swat, Moreen-Allison


    __________________________
    Turnazione stabilita

    Zack Sawyer
    Scott Walker
    Mariko Fulbuster
    Lèonie Lecrerc
    Viktoria Masters
    Brad Kinkaid
    Andrea Gillian
    Allison Green
    Adam Miller
    Moreen Evans


    Mariko, Zack e Adam aggiungete al vostro inventario una beretta 92FS con quattro colpi ciascuno e togliete i 400 simoleon
    Andrea aggiungi la
    Beretta 98 (14 proiettili)

    Scott aggiungi un coltello Tattico Tops Knives - D.A.R.T e togli 250 simoleon

    Aggiunto scenario al secondo post del topic Qui

  4. #354
    sim dio L'avatar di Damnedgirl
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    28
    Messaggi
    7,469
    Potenza Reputazione
    16

    Re: Household - parte otto


    Zack Sawyer

    Appartamento 7, Secondo Piano

    Osservo con la coda dell’occhio i due nuovi “intralci” che mi toccherà scortare soffermandomi in modo particolare sulla mocciosa.
    Sinceramente l’idea di dover difendere una bambina non mi piace: è debole, inutile e soprattutto rumorosa.
    “Dannazione…”
    Nessuna obiezione però giunge all’orecchio del capo Swat, che mi passa l’arma dopo avermi affidato l’ingrato compito.
    Mantengo il silenzio avvicinandomi ai due…
    Mi duole ammetterlo ma non sono capitati bene con me.

    Terzo Piano

    Percorriamo i corridoi della palazzina seguendo il capo Swat; impugno saldamente la mia fedele Colt 1911 nella mano destra lasciando l’altra arma riposta nella fondina.
    La calma irreale viene interrotta da gorgoglii e rumori di vario tipo, ma non è nulla di particolarmente allarmante da interrompere il nostro cammino…
    La classica quiete prima della tempesta.
    Saliamo le scale e d’un tratto un calpestio sinistro risuona alle mie orecchie, seguito da un ringhio sommesso.
    Il capo Swat si blocca allarmato osservando un punto davanti a sè.
    “Ed ora che diavolo c’è…?”
    Con un movimento del braccio intimo all’uomo con la bimba di restare alle mie spalle: visti i nuovi arrivi direi che lo “scudo umano” potrebbe essermi utile più tardi e dunque non è mia intenzione colpirlo accidentalmente, o almeno non ancora…
    Non faccio in tempo a mettere a fuoco il primo mostro che dal piano inferiore sento provenire gli stessi rumori.
    E’ una creatura dalle sembianze canine, la cui testa è spaccata a metà e dall’apertura alla bocca spuntano dei denti aguzzi.
    “Cani… Olfatto… “
    Ringrazio mentalmente Mariko per avermi fatto levare il sangue della capitana di dosso ed intanto reagisco all’abominio della natura che ho di fronte.
    Punto la canna della mia pistola all’interno della bocca di quella schifosissima bestia - quella al piano inferiore, ovviamente - e, trattenendo il respiro, sparo.
    E prego.
    Prego che il colpo vada in porto e punto nuovamente la mia arma, pronto a premere il grilletto una seconda volta se sarà necessario…
    Quella cosa non deve avvicinarsi a me.

    Ultima modifica di Damnedgirl; 10th June 2014 alle 03:26



    Visita il mio spazio ricordi! Dark Land

  5. #355
    sim esperto L'avatar di Rayky
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Milano
    Età
    26
    Messaggi
    829
    Potenza Reputazione
    9

    Re: Household - parte otto

    Scott Walker
    Household


    Ho finalmente ottenuto l'arma che avevo chiesto. E' solo un coltello ok, forse non mi aiuterà molto, ma è sempre meglio di niente. Usciamo dall'appartamento, seguendo gli ordini del capo SWAT. A quanto pare sarà la poliziotta formosa a proteggermi, lei ha una pistola, il che mi rassicura. Quelli di noi che sono armati di pistola sono stati incaricati di difendere quelli sprovvisti di una difesa efficace. Forse possiamo farcela. Non vedo l'ora che tutto ciò finisca, questo incubo è durato anche troppo. I corridoi della palazzina sono a dir poco terrificanti: sono vuoti, non vedo creature, ma si sentono chiaramente dei versi poco rassicuranti provenire da fonti non identificate. Non siamo soli. Saliamo le scale e arriviamo così al terzo piano. Ho il cuore che sta per scoppiarmi nel torace, non so per quanto ancora potrò sopportare questa situzione. Stiamo per svoltare l'angolo quando il capo swat ci blocca, con fare deciso. Ho un brutto presentimento. Sento un rumori di passi, anzi passettini, non sembrano appartenere a un essere umano. Poi distinguo chiaramente un ringhio, e poi eccolo: un cane, o quello che un tempo doveva essere un cane, svolta l'angolo, facendoci vedere il suo orribile muso. La creatura ha il cranio spezzato a metà, le due mandibole separate formano una sorta di bocca mostrusa. Poi altri rumori, questa volta vengono dal secondo piano: è un altro cane come quello che ha appena passato l'angolo. Entrambi sono davvero poco amichevoli. Ci stanno puntando. Il soldato (Zack) interviene repentinamente in nostra difesa, puna la pistola in direzione della creatura al piano inferiore e poi preme il grilletto. Ma chi si occuperà dell'altro mostro? Sinceramente non sa quanto possa fidarmi di questa gente, ma nel caso mi voltassero le spalle devo essere in grado di arrangiarmi da solo. Istintavamente porto la mano sul coltello, ora però non è certamente l'occasione più consona per utilizzarlo: il contatto diretto con quella creatura è assolutamente da evitare. Che faccio ora? La creatura sembra affamata. Affamata ... Proprio così, affamata ... forse vuole solo mangiare, esattamente come noi poco fa. Ripenso al cibo che non ho mangiato e che ho preferito tenere da parte, forse può tornarmi utile. Dubito che la lattuga possa essere di suo gradimento , ma il salame, quello potrebbe piacergli decisamente di più. Inspiro profondamente e prendo una fetta di salame. Guardo la creatura. Non so nemmeno se ha degli occhi, forse può solo sentirci, o magari ha un olfatto molto sviluppato. Devo essere certo che si renda conto della presenza del cibo. Miro al muso, se così si può chiamare. Si chiederà sicuramente di che cosa si tratta e quando capirà che è commestibile forse sarà più facile per noi fuggire o tentare di abbattaerlo. Spero che tutto vada per il meglio. Miro con attenzione e gli lancio una fetta di salame. Se gradirà e se ce ne sarà bisogno gliene lancerò altro.





  6. #356
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: Household - parte otto

    MARIKO FULLBUSTER

    Ed eccoci giunti all'operazione "Fuga da Alcatraz", con tanto di gnocco al seguito. Il capo swat mi ha affidato la vita dell'uomo belloccio che ho incontrato la prima volta nell'androne delle scale, mentre parlava con Kincaid (ndt Scott). Mi sembra un tipo silenzioso, particolarmente provato da questa situazione. Speriamo non sia d'impiccio, non ci metto niente a lasciarlo nei guai, per quanto mi sarà possibile, mi conviene fare il mio dovere o a essere lasciata nei casini potrei essere io. Mi avvicino così al mio protetto, impugnando saldamente la pistola che quell'adorabile strozzino s'è fatto pagare ben quattrocento simoleon. Se solo mi viene da pronunciare la cifra per intero, mi viene il mal di mare. Ma vabbè, la mia vita è in gioco e da morta quei soldi non mi sarebbero serviti granchè.

    "Sono l'agente Fullbuster, può chiamarmi Mariko e darmi del tu... vedrà, ce la faremo" gli sorrido positiva. Purtroppo, devo cercare di conquistarmi la sua simpatia, non è mai belo quando in una squadra rischio di essere pugnalata alle spalle. Preferisco pugnalare io. Comunque, poteva andarmi peggio, tipo padre con bambina ululante al seguito. Sfiga che è capitata a Zack. Poteva anche capitarmi la darkettona, penso che in quel caso l'avrei lanciata nelle fauci della prima bestia che ci si parava davanti, ma lei avrebbe fatto lo stesso pensiero su di me, quindi sarebbe stata una lotta tra chi è più stronza tra noi. Ovviamente, avrei vinto io.

    Ci incamminiamo per le scale e io non faccio che sperare che il mio compagno sia sveglio, oltre che carino. Ma questi pensieri diventano subito vani quando ci ritroviamo davanti agli occhi, vicino la rampa di scale che dobbiamo percorrere per raggiungere il tetto, una specie di... cane. Non un bel cucciolo da calendario delle associazioni animaliste, ma un mostro schifosamente vomitevole, con la testa spaccata a metà in verticale fino all'altezza del collo a dare vita aduna bocca piena di zanne. Ci "guarda". Non ne sono proprio sicura, non sono manco sicura che possa vedere. Sia io che il mio compagno non siamo feriti. Bene, se quel coso ha un olfatto sviluppato, si concentrerà su chi puzza di sangue. Involontariamente, un ghigno. Il capitano Lecrerc puzza di sangue. Ma mi pare il momento di pensare a 'ste cose? Mariko, qua devi salvare il culetto! Resto basita. Dopo il pensiero sadico sono pietrificata da quello che invece Fido possa scagliarsi contro di me. Zack spara. Il suono dello sparo mi fa sussultare. Devo agire. E' un cane, se avessi del cibo glielo lancerei. Maledetta ingordigia, uno di quei wurstel me lo potevo lasciare! Ma, provvidenzialmente, interviene il mio silenzioso compagno. Tira fuori una fetta di salame e gliela lancia, così da tentare di distrarlo. Ben fatto Mr Gnocco! Non perdo tempo e prendo la mira... gli sparo, puntando alla zona tra il corpo e l'attaccatura della zampa anteriore. Là dovrebbe esserci il cuore ma non lo so, non sono più sicura che ci sia un cuore cui mirare. Sparo e basta, sperando di ammazzarlo. Tiro già il carrello, armando la pistola... se dovesse essere necessario, sono pronta a sparare ancora.

  7. #357
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    13

    Re: Household - parte otto

    Lèonie Picard Lecrerc
    Palazzina Household
    Appartamento n° 7 - Secondo piano



    Il capo Swat mi osserva con un ghigno beffardo in volto prima di consegnare le armi ha chi si è proclamato interessato all’acquisto.
    Questa situazione ti diverte vero?
    Ti diverti a prenderti gioco di me…di noi?
    Stai attento capo Swat, non sono una personcina loquace da ammaestrare, non sono come una dei tuoi burattini … sei fortunato che sono in queste condizioni …
    Odio quest’uomo soprattutto per la sua poca educazione nei miei confronti , i suoi modi piuttosto dubbi, e la sua abilità di strozzino in una situazione d’emergenza, ma benché non mi sia simpatico non posso pensare di dargli contro, soprattutto con questa ferita che mi pone in netto svantaggio rispetto a lui … per il momento devo obbedire a ciò che dice, poco importa il mio modo di pensare …e poi in fondo la sua squadra potrebbe essere la nostra unica possibilità di uscire vivi da qui visto le armi che possiedono e le loro conoscenze della situazione rispetto a noi.
    Mi avvicino di malavoglia allo Swat addetto alla mia sicurezza restandogli leggermente dietro , la sua presenza potrebbe tornarmi utile , lo osservo per cercare di capire che armamentario porta con se , si sa mai, in caso di necessità potrei ricorrere ad un diversivo…è la voce del Capo Swat che proclama l’inizio delle operazioni a farmi ritornare con la mente concentrata su ciò che accade attorno.
    Prima di uscire, assicuro il mio attizzatoio alla cintura dei miei pantaloni sul lato sinistro e poi con una mano impugno saldamente la mia Colt che tante volte ha fatto il suo dovere e mi ha salvato la vita .
    Sgusciamo fuori dall’appartamento il più silenziosamente possibile stando attenti a non attirare troppo l’attenzione, orecchie indiscrete potrebbero essere all’ascolto .
    Ritrovandoci in corridoio sembra tutto piuttosto tranquillo, mi guardo attorno circospetta….si sa, quando in battaglia tutto sembra filare liscio è proprio il momento giusto per il nemico di attaccare…accanto a me oltre ad Evans vedo anche la ragazza dark che sono sicura di conoscere, le sorrido cercando di rassicurarla anche se mi sembra una tipa tosta, vorrei chiederle delle foto, ma in un momento pieno di tensione come questo non mi sembra il caso.

    Terzo piano

    Avanziamo cauti lungo le scale verso il terzo piano mentre il mio cuore prende a battere più velocemente, ho un brutto presentimento…. ed ecco poco dopo un leggero scalpitio e un ringhio…il capo Swat si blocca dinanzi a noi , ci fermiamo, non riesco bene a mettere a fuoco ciò che abbiamo dinanzi che improvvisamente un secondo ringhio proveniente dal basso attira la mia attenzione, mi volto e ciò che mi si para davanti dal piano di sotto è uno spettacolo a dir poco abominevole, il sangue mi si raggela nelle vene…una creatura a quattro zampe del tutto simile ad un cane…un cane certo ma con la testa divisa in due a formare una grossa bocca ricoperta da aguzzi denti…e se è un cane avrà fatto presto ad individuarci, sicuramente l’odore del mio sangue sulla maglia deve averlo in qualche modo aiutato…Cazzo!
    La ferita al momento non sanguina ma devo togliere la maglia inzuppata quanto prima, o potrei divenire nuovamente un bersaglio facile…e queste creature bramano sangue umano.

    Istintivamente indietreggio accostandomi allo Swat armato che dovrebbe farmi da copertura, devo confondere per quanto possibile l’ odore metallico del mio sangue rappresso … nel frattempo ruotando la testa prima da una parte e poi dall’altra osservo che anche la creatura apparsa davanti a noi bloccandoci la strada è del tutto identica a quella del piano sotto….non ci voleva.
    Vedo poi Sawyer concentrarsi prendere la mira e puntare la sua pistola verso l’essere al piano inferiore… io faccio lo stesso.
    Non appena sento il grilletto di Sawyer , correggo la mia posizione evitando di colpire qualche membro del gruppo, alzo la mia arma e quasi in contemporanea a lui , con un respiro e la concentrazione al massimo, punto la linea di tiro sgombra davanti a me mirando il centro di quella ripugnante bocca sperando che il mio colpo vada a segno mettendolo fuori combattimento… sparo .
    Mi sposto poi da li ruotando il più velocemente possibile - per quanto mi possano concedere le mie condizioni - sulla sinistra della eventuale traiettoria di reazione della creatura usando la gamba sana come perno, resto di fianco scostata dalle scale che salgono non si sa mai cosa possa scendere da li, indietreggio di qualche passo, dalla mia posizione quasi nel centro dei due gruppi ho una buona visuale su tutta la scena ; assieme a me che guardano verso il basso ci sono anche gli Swat e gli altri che potranno ulteriormente sparare in caso i nostri colpi non siano andati a segno ma spero vivamente lo siano…e nel frattempo mescolata ai due gruppi ne approfitto per strappare con decisione senza sforzare troppo i punti nel fianco , il lembo della mia maglia precedentemente tagliato dalla creatura dei sotterranei , vorrei toglierla ma mi manca il tempo materiale per farlo; improvvisamente un nuovo sparo, la poliziotta antipatica spara….
    prendo quindi il lembo sporco e , appallottolandolo, lo lancio verso un punto lontano nei pressi della creatura dinanzi al gruppo del capo Swat con l’intento di attirarla il più lontano possibile da loro e da noi con l’odore del mio sangue che credo entrambe le creature abbiano già fiutato… ma osservo con piacere che prima di me e dello sparo il belloccio ( n.b. Scott) ha avuto un ‘idea simile alla mia distribuendo al tenero cucciolotto una fetta del salame donatomi prima da Viktoria ...
    Con ancora la mia Colt ben salda nelle mani mi concentro sulla panoramica della scena cercando di buttare un occhio anche alle scale che salgono verso il piano superiore e mi preparo ad un eventuale contrattacco da ambo le parti.
    Dalla mia posizione potrei offrire una buona copertura…

    Ultima modifica di DELTAG; 12th June 2014 alle 19:55

  8. #358
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    16

    Re: Household - parte nove

    Jacky Masters


    Forse e dico forse... ho preso la situazione un tantino sotto gamba, sì... probabilmente il fatto di essermi ritrovata in una stanza rinchiusa con una donna zombie, avrebbe dovuto mettermi in allerta, magari anche quando le cervella di più persone sono saltate in aria e probabilmente anche quando gli Swat hanno parlato di non so quale gravissimo cataclisma dovesse abbattersi su tutti noi... ma boh, ero distratta da quelle teste rosse che continuavano a muoversi per la stanza e cercare un modo originale ed "antisgamo" per farle fuori il prima possibile.
    Fatto sta che non ho acquistato armi, ma so bene chi le possiede, quindi questo non è un problema. Il capo degli swat, come una maestrina severa, ci dispone ognuno con un compagno, a me è capitato uno dei suoi tirapiedi
    "Che culo", mi lascio sfuggire la frase senza rifletterci troppo, avanti a me c'è Scott e la cosa potrebbe essere fraintendibile, meglio così. Mi è andata di lusso, in fondo sarà un tiratore scelto addestrato per missioni di recupero come queste, se mi avessero affibbiato una delle signorinelle in divisa, avrei dovuto difendere io a loro (i soooogni son deeeesideriiiii). Avanziamo come una banda di scolari per il corridoio, i rumori di sottofondo non lasciano presagire bene, sicuramente c'è qualche bestiaccia in agguato, scommetto che se rutto scappano, potrebbero prenderlo per il ruggito di un leone.
    Saliamo al terzo piano e lì... c'è un coso, sì un coso con una cosa enorme dentata, non penso che si possa definirlo in un modo ed è lì che realizzo che la faccenda è seria, eccome se lo è... Ben svegliata Jacky! Potrei darmela a gambe, ma non sarei veloce quanto quella bestia sicuramente, potrei dunque dare uno spintone a qualcuno per offrirglielo come dono sacrificale, almeno mangia ed io ne approfitto per fuggire. Neanche il tempo di riflettere oltre ed un nuovo ringhiare giunge dal secondo piano
    "Merdaccia". Il biondo belloccio spara, Scott lancia del cibo al cane, quanto è carino, mi sa che non ha capito che il bau bau non vuole giocare... la poliziotta popputa spara, la sciancata spara... e mo cosa fa? Cerco di capire che movimenti sta compiendo, ma sta ballando? Volteggi? Eh? Mi ricorda qualcosa....
    Prende un lembo della maglietta sporca e la straccia, manco fosse di carta, per poi lanciarla al mostro del nostro piano, ma che? Forse è convinta che con quel po' di sangue la bestia si distragga, peccato che lei abbia una ferita fresca, seppur curata, ma è sempre un taglio vivo. Che faccio...? Ci sono le due rosse più avanti, magari potrei... mentre gli altri sono impegnati... muovo qualche passo in avanti, ma sento una presa al mio braccio, mi volto e vedo lo swat assegnatomi che mi tiene ben salda, ok la protezione, ma questo è un pò troppo. Stringe più forte ed inizio ad avvertire un certo dolore
    "Oh e molla!", non ottengo risposta, con l'altra mano imbraccia il fucile e spara alla bestia in basso, un gesto veloce... velocissimo, con... una sola mano??? Ok, meglio che sto ferma qui, altrimenti questo potrebbe farmi fuori con altrettanta facilità.

  9. #359
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: Household - parte nove

    BRAD KINCAID

    Il capo swat ha accolto e seguito il mio piano di prima. Noi addestrati alle armi siamo di scorta ad un civile e a me è stata assegnata proprio la ragazza a cui ho dato la mia giacca. Non conosco ancora il suo nome, ma dirigendoci verso le scale, così da raggiungere il tetto, cerco di tenerla affianco a me, sempre nel mio campo visivo. D'un tratto, davanti a noi si intravede qualcosa che emette degli strani gorgoglii. Cerco di mettere a fuoco e non ci posso credere... una specie di cane con la testa spaccata che ci mostra una bocca enorme con tanto di zanne aguzze! Spero che il responsabile di questo abominio sia preso e sconti la sua pena! Scommetto che si trattava di un povero cagnolino indifeso prima di contrarre il virus! Sento sparare Sawyer alle mie spalle, verso un'altra creatura dello stesso tipo, che però si trova al pianerottolo inferiore. Anch eil capitano Lecrerc spara. Mi sento nel bel mezzo del Far West. L'agente Fullbuster e il civile che le è stato assegnato da scortare, ovvero l'uomo con cui prima del gas ho affrontato un'altra creatura in un appartamento, mi precedono, svegliandomi dal momento di confusione che ho alla vista di quell'essere. L'uomo getta del salame alla bestia, la poliziotta spara. L'ennesimo sparo nelle orecchie. No, Brad, non c'è tempo di pensare. Non sono sicuro che quel colpo possa mettere KO quell'affare, che sembra senza dubbio pericoloso. Prima del virus... forse era davvero un cagnolino affettuoso, che amava giocare e... bhe l'amore per il salame spero gli sia rimasto per lo meno. Non ho scelta. Non posso rischiare di aspettare di scoprire sulla pelle di questi civili se il cane mutato sia o meno pericoloso. Mi allineo al comportamento dell'agente, non ho alternative. Mi volto verso la ragazza dai capelli rossi e le dico: "Attenta, mettiti dietro di me e copriti le orecchie". Poi sparo, cercando di colpire l'essere all'altezza dello stomaco, o di quello che dovrebbe essere lo stomaco. Spero di averlo soppresso, così da continuare la nostra corsa verso la salvezza.

  10. #360
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    23
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    10

    Re: Household - parte nove

    Andrea Gillian
    Corridoio condominiale

    «Organizziamoci alla svelta: Tu spilungone ti occupi della rossa, tu principino della ragazzina, Coda di cavallo ti occupi della ragazza che si è sentita male , la bambina e suo padre è meglio se vengono coperti da questo qui» la fortuna sembra girare dalla mia parte –almeno per ora- e il caposquadra mi assegna al soldato. Così premuroso, così apprensivo, non mi stupirei se avesse già la ragazza. “Cara Andrea è inutile che ti scervelli e ti fai film mentali inutili, finirai nuovamente da sola… tu e te stessa, come era all’inizio, così ritornerà… non sperare cambiamenti solo per una parola dolce da un soldato!” penso tra me e me trattenendo le lacrime le quali cominciano a pizzicarmi gli occhi in un lungo e interminabile bruciore. Distolgo lo sguardo e controllo gli altri abitanti dell’appartamento. L’uomo distribuisce le armi pattuite e smista il resto dei civili a quelli che possiedono le armi, il soldato meshato e il dirigibile non mi sembrano tanto di compagnia e inizio a provare una certa pena per quelli che sono finiti con loro. Dopo che sono stati tutti smistati e anche le armi sono state consegnate inizio a provare un certo senso di nullità, di incompetenza. Le mie parole non sono servite a molto e di certo lo swat non cederà mai un’altra delle sue armi. Con la coda tra le gambe mi appoggio con antrambe le mani alla schiena del soldato “devo chiedergli come si chiama almeno…” quando d’un tratto una mano mi afferra per un polso staccandomi da quel contatto e tirandomi indietro «Vai… lei ti raggiunge tra poco» dice congedando il mio accompagnatore e aspettando che l’intero appartamento si sia svuotato del tutto “perfetto, volevo un’arma per difendermi e invece finirò nel letto con lui...”




    cerco di rimanere impassibile quando la sua testa si avvicina al mio orecchio, «Sei furba, ma non posso di certo farmi vedere dagli altri mentre ti consegno la pistola, sei una civile, quindi un’arma nelle tue mani è potenzialmente pericolosa quanto una creatura… facciamo così, ti offro la pistola del soldato Kava, conoscevamo chi fosse ed abbiamo colto l’occasione per farla fuori con la scusa dell’infezione, tu la tieni nascosta e la usi solo e rimarco solo se necessario, perché se ne fai un uso sbagliato, potrei mirare sbadatamente alla tua testa, intesi?» sgrano gli occhi a quelle parole e un senso di rabbia mi pervade, avevano già calcolato la morte della soldatessa. In poco tempo l’uomo corre in una delle stanze dell’appartamento per ritornare poco dopo con una pistola tra le mani, la prendo senza guardarlo negli occhi e la ripongo sotto la metà intera dell’abito, la giacca del soldato dovrebbe darmi una maggiore copertura e questo dovrebbe bastare a nasconderla del tutto.
    Raggiungiamo gli altri nel corridoio e dopo poco le mie orecchie vengono colpite da suoni simili a gorgoglii e altri rumori che non riesco a decifrare, tutto ciò ad avvisarci che all’interno della palazzina non vi è più nulla di umano. Continuiamo ad avanzare, chi possiede armi le tiene in vista pronte a sparare al minimo cambiamento, saliamo le scale in silenzio al pari di una triste e desolata processione quando il caposquadra si blocca all’istante, mi sporgo dalle spalle del soldato e




    inorridisco alla vista di un cane, o meglio ciò che ne rimane, il corpo marcio e ormai decadente mostra delle vaste ferite aperte dalle quali riesco anche a scorgere delle ossa. Ma ciò che più mi impressiona è la vista della testa divisa in due per tutta la lunghezza del collo e forse anche oltre, aperta come il becco di un uccello e ornata da grossi e affilati denti. Dei tremori mi percorrono la schiena e istintivamente mi porto una mano al fianco sentendo la presenza della pistola farsi sempre più persistente quando un altro ringhio, stavolta dal basso, attira la mia attenzione, forse un altro cane, forse qualcos’altro, dalla mia posizione non riescio a vederlo bene. In quel momento, quasi in contemporanea tutti si danno da fare: il soldato meshato, la donna silicone, lo swat con la tizia che mi fissa e anche Lèonie sparano quasi in contemporanea mirando alle due creature, vedo anche l’uomo sulla quarantina lanciare qualche pezzo di salame al cane di fronte a noi e simultaneamente anche Lèonie lancia un pezzo della sua maglietta al cane, non capisco il senso del suo lancio, forse è convinta di distrarlo col sangue? Il problema è che, non sapendo se è vero o meno, potrebbe ottenere l’effetto contrario facendolo infuriare ancora di più e mandando all’aria il piano dell’uomo, «Attenta, mettiti dietro di me e copriti le orecchie» mi dice il soldato



    voltandosi per un momento nella mia direzione per poi ritornare a guardare l’animale con la pistola puntata. Non mi faccio ripete due volte la stessa frase e mi porto alle sue spalle. Usare la pistola ora mi potrebbe portare alla morte, due swat –tra cui il capo- non hanno ancora sparato e se qualcuno si accorgesse che possiedo un’arma sarei la prima finire sottoforma di scolapasta. Il colpo parte anche da lui e il rumore è talmente forte da farmi premere con più forza sulle orecchie. L’idea di rischiare la morte il questa palazzina mi attanaglia per un istante la mente e per il terrore chiudo gli occhi per un istante lasciandomi tutto alle spalle, quando li riapro la realtà è ancora lì, presente e prepotente come non mai.




    Con la voce impastata dalla paura mormoro più a me stessa che a lui «portami via di qui, ti prego…»
    Ultima modifica di SimsKingdom; 19th June 2014 alle 00:40

 

 
Pagina 36 di 43 PrimaPrima ... 263435363738 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. [Sims Afterlife GdR] Creature
    Di Dina Caliente nel forum Sims Afterlife
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 25th June 2014, 23:14
  2. [Sims Afterlife GdR] Schede PNG
    Di Dina Caliente nel forum Sims Afterlife
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 8th May 2014, 21:42
  3. [Sims Afterlife GdR] Schede PG
    Di Dina Caliente nel forum Sims Afterlife
    Risposte: 70
    Ultimo Messaggio: 13th September 2013, 23:49
  4. [Sims Afterlife GdR] Mestieri
    Di Dina Caliente nel forum Sims Afterlife
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 30th July 2013, 01:14
  5. The Sims Medeval - Tutto sulle Quest
    Di F@bry nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 1st March 2011, 21:54

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •