Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.

Visualizza Risultati Sondaggio: Quanto ti piace questo diario?

Partecipanti
21. Non puoi votare in questo sondaggio
  • 1

    0 0%
  • 2

    0 0%
  • 3

    0 0%
  • 4

    0 0%
  • 5

    21 100.00%
Pagina 31 di 42 PrimaPrima ... 21293031323341 ... UltimaUltima
Risultati da 301 a 310 di 418
  1. #301
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    34
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    14

    Re: [LoD] 5 Lives ---> Capitolo 5 -The Power of Love-

    Eccoci qui, finalmente! Innanzitutto devo comunicarvi l'esito delle scelte. Quindi non ci perdiamo in chiacchiere (U_U) e vi comunico che la scelta B che la maggior parte di voi ha votato è quella.......*rullo di tamburi* ..sbagliata!!!!! Niente, non ce la facciamo proprio a risollevare le sorti di questi poveri ragazzi.. La scelta giusta era la A, mentre quella a metà la C. Mi congratulo quindi con chi aveva fatto la scelta giusta e...niente, vi lascio finalmente al capitolo! Ah, vi ricordo ancora che c'è un salto temporale di 3 anni dall'ultimo capitolo!..Buona lettura! ^_^





    Capitolo 6 - Let Me Live -




    Cosa può cambiare in tre anni? Tutto o forse niente, direte voi. Molto o poco. Ma di sicuro qualcosa è cambiato dopo la telefonata segreta dallo studio di Miss Minchin da parte della piccola Brielle verso l'assistente sociale, la signorina Williams. E non in meglio.
    Sono trascorsi quasi tre anni da quell'episodio. Quale sarà la situazione attuale della famiglia Bennett?

    Qualcuno esce dopo due anni e mezzo dal centro di recupero per alcolisti e tossicodipendenti...


    ...felice di sentire ancora il profumo della libertà.


    Qualcun altro invece non sente quel profumo da molto tempo.


    Lo stesso tempo che è trascorso prima che qualcun altro ancora potesse rivedersi.


    Brittany spinge frettolosamente col piede la porta che si chiude alle sue spalle, mentre con un cenno di mano e un sorriso saluta Bridget.


    "Britt...finalmente riusciamo a vederci. Ti trovo...cresciuta e.." fa per dire quest'ultima, emozionata, poi si ferma a guardare stranita l'abbigliamento da perfetta casalinga della sorella, "...e cambiata!" conclude infine.
    "Beh, sai com'è...quando convivi col tuo ragazzo, devi cucinare e pulire casa.." replica Brittany, cercando di giustificare il suo vestiario.
    "..Cucinare e pulire casa...tu?..." ripete incredula Bridget.
    "Già..strano vero?" fa Brittany con una sciocca risatina, per poi riprendere: "Ma entra in casa, non stare lì impalata!".
    La terzogenita dei Bennett fa per aprire la porta, mentre la sorella riceve una telefonata.


    "Ok, ma non posso rimanere molto..devo tornare a lavoro. Magari organizziamo una cena insieme una di queste sere..." avvisa lei.
    "Certo perchè no! Siamo solo riuscite a sentirci al telefono dopo che ho lasciato l'istituto." risponde Brittany sorridendo, mentre si dirige in cucina.
    "Accomodati pure.." aggiunge poi, indicando il tavolo del soggiorno. "Io controllo la cena!" fa ancora.
    "E' molto carina e accogliente questa casa Britt...mi chiedo come abbiate potuto permettervela...In fondo siete usciti dall'istituto perchè ormai maggiorenni...ma i soldi? Chi ve li ha dati?" chiede quindi Bridget, guardandosi attorno.


    "Beh, quando siamo usciti, io e Evan siamo stati ospiti dei genitori adottivi di Sofia e grazie a qualche lavoretto, siamo riusciti a comprare questa adorabile casetta!" spiega Brittany, mentre si adopera ai fornelli.


    "Impressionante.." esclama sbigottita Bridget.
    "Ti riferisci al fatto che abbia lavorato e sia riuscita a trovare una casa o al fatto che stia cucinando?" le chiede la sorella, sempre sorridente.
    "Un po' a tutto...ma..perchè non sei tornata da noi?..Potevamo aiutarti...potevi stare con noi!.." ribatte Bridget.
    "E lasciare da solo Evan?...Non l'avrei mai fatto." risponde subito la terzogenita dei Bennett.
    "Potevamo accogliere anche lui...." fa per dire Bridget, ma uno sguardo non convinto della sorella le fa cambiare l'esito della frase. "...Ok...no, non l'avremmo fatto." conclude quindi.



    "La nostra famiglia aveva già altri rompicapi...non volevo che Evan diventasse uno di questi." asserisce Brittany.
    "Già..soprattutto con quello che è successo a Brody...forse non saremmo stati in grado di seguirlo. Ma dimmi, che tipo è?" replica Bridget, incuriosita.
    "Sicuramente un tipo..particolare..." risponde la sorella con un sorriso. "..E' anche grazie a lui che ho resistito lì in questi anni..." aggiunge infine con un velo di tristezza.
    Subito dopo, pone un piatto da lei preparato sulla tavola. "Vuoi assaggiare? Giuro che è buono!" chiede alla sorella maggiore, ritornando a sorridere.
    "No, grazie..sono sicura che sia buono, ma ho già cenato! ...Piuttosto..Evan..è un ragazzo con dei..problemi?" riprende Bridget con la salda intenzione di non cambiare discorso.
    "E' un ragazzo normale..ma segnato da questa brutta esperienza..come me, come Brielle e come Brayden." risponde Brittany, abbassando gli occhi e appoggiando le mani alla sedia più vicina a lei.


    "Mh...i miei due piccoli...chissà come saranno cresciuti ora..." esclama Bridget pensando ai fratelli più piccoli ancora rinchiusi in istituto.








    >>>>>>>>>continua nel post seguente>>>>>>>>>>>
    Ultima modifica di scarygirl; 31st January 2013 alle 19:32

  2. #302
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    34
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    14

    Re: [LoD] 5 Lives ---> Capitolo 5 -The Power of Love-

    Poi accorgendosi della triste espressione della sorella, Bridget le chiede: "E' stato così terribile lì?".
    "Sì...ma non mi va di parlarne ora..scusa." taglia corto Brittany.


    "Ok. Vorrei solo che tu sapessi che stiamo ancora lottando per riavere indietro Brielle e Brayden. La lotta è lunga, ma spero con tutto il cuore di poterli riabbracciare prima che raggiungano la maggiore età..e non come è successo con te." spiega la sorella maggiore, alzandosi dalla sedia e raggiungendola.
    "Lo so. Me l'hai ripetuto molte volte al telefono. Anch'io lotterò, non solo per i miei fratelli ma anche per far chiudere l'istituto." replica Brittany stringendo i pugni.


    Uno squillo del cellulare di Bridget interrompe il discorso tra le due.
    "Devo proprio scappare ora Britt. Ti chiamo dopo per metterci d'accordo per una cena insieme..così potremo parlare con più tranquillità, ok? E magari mi potrai presentare anche il tuo ragazzo!" le fa la secondogenita dei Bennett con un sorriso.
    "Certo!" risponde lei, ricambiando il sorriso.
    Le due si abbracciano frettolosamente, poi Bridget esce di corsa voltandosi un paio di volte verso la sorella, sorridendo.
    Brittany la saluta dalla finestra fino a quando non entra in macchina e va via.

    "Allora?..Se n'è andata?" chiede Sofia, sbucando da dietro l'angolo della cucina.
    "Uff...sì! Sono stati i dieci minuti più lunghi della mia vita!..E tu non dovevi restare in casa!!" sbuffa Brittany, mentre cerca di togliersi i vestiti.
    "Pensi ci sia cascata?" le chiede ancora l'amica dai capelli rossi.
    "Bridget è un asso duro, ma credo di averla convinta con la mia messa in scena!" risponde la terzogenita dei Bennett, sciogliendosi i lunghi capelli corvini.
    "Ora aiutami a togliere questi orrendi vestiti di dosso! Sembro Bree di Desperate Housewives!" la incita poi.
    "Io direi che somigli di più a Samantha di Vita da Strega! Solo che non sei bionda.." ribatte Sofia, mentre cerca di aprire la cerniera del vestitino.
    "..Chi??..Ma cosa guardi in tv?!" chiede stranita Brittany.
    "E' la serie preferita della mia madre adottiva!" spiega la ragazza.
    "Ah, a proposito..grazie per avermi prestato la vostra casa per la messa in scena!" fa Brittany, gettando via gli abiti che indossava prima.
    "Di nulla..ma era proprio necessario tutto questo?!" chiede poi Sofia.


    "Non conosci mia sorella. Solo in questo modo potevo togliermela dalle scatole!! ...Non immagini quante chiamate ho ricevuto da lei perchè ci incontrassimo...! Ora sa che sto bene, che cucino, che lavoro e che vivo in questa casa!" spiega Brittany, agitata.
    "E se si dovesse presentare qui senza avvisare?...Troverebbe me e i miei genitori adottivi! Ci hai pensato?..Scoprirebbe che le hai mentito!" insiste Sofia, preoccupata.
    "Sta tranquilla, non è da lei! Mi chiamerà per sapere della cena...che non ci sarà mai!!!" assicura Brittany, prima di farsi una risata.
    Sofia storce le labbra. "Ti invidio sai..sei stata fortunata a trovare dei genitori adottivi così meravigliosi!!" le confessa Brittany.
    "E io invece invidio te perchè hai ancora una famiglia e la stai evitando!" ribatte la rossa, scontrosa.
    "Non ricominciare...hanno solo finto di preoccuparsi di me. Brody è finito nei guai..Bridget si è data da fare con il lavoro. E io e miei fratelli a marcire là dentro insieme a te, Evan e agli altri!!!" urla inviperita la ragazza.
    Sofia tace per una manciata di secondi, limitandosi solo a scuotere la testa, ma mentre Brittany fa per andare via, le fa: "A proposito di Evan...sei sicura che non ti stia dando problemi??".
    "Va tutto bene con Evan!...E ora devo andare a lavorare, se permetti!" taglia corto Brittany.
    "Ah e a proposito del tuo lavoro...." riprende Sofia. "Cos'altro c'è?" sbuffa l'amica, roteando gli occhi.
    "Puoi trovare di meglio...non mi piace quel tipo di lavoro per te...ascoltami! Cerca qualcos'altro!!" le consiglia.


    "Sofia smettila di preoccuparti o eliminerò anche te dalla mia vita come ho fatto con i miei fratelli." replica Brittany, seccata, prima di uscire di casa.
    "Uff...non mi ascolterà mai..." borbotta Sofia. Detto ciò si siede a tavola e assaggia il pasto preparato da Brittany che sputa un attimo dopo urlando: "Ma che schifooo!!!".

    Nel frattempo, non avendo trovato Bridget a casa, la prima cosa che fa Brody appena uscito dalla comunità, è quella di recarsi al cimitero per far visita ai suoi genitori defunti.


    "Ciao mamma..ciao papà..." sussurra immobile a braccia conserte. Poi tace per un po'.
    "..Sono una continua delusione per voi, lo so. Non sono stato in grado di mantenere la promessa. Ho perso Brittany, Brielle e Bray. Ho rischiato di perdere anche Bridget..sai mamma?" riprende col magone poco dopo.
    "Ho dovuto perdere del tempo..tempo prezioso per tornare in carreggiata..per continuare a lottare per i miei fratelli..per il Suva. E continuerò a farlo, stavolta non cadendo. Anche perchè..più in basso di così non potevo cadere.." continua, asciugandosi le lacrime che gli sgorgavano dagli occhi.
    "Ve lo prometto..non fallirò più!!" e con queste parole si allontana. Nel tragitto per l'uscita del cimitero si ferma davanti ad una panchina. Ma quella non è una semplice panchina.
    Il ricordo è proprio lì, segregato nella sua mente. Un ricordo di circa due anni prima, che comincia con un urlo.

    "Oh mio Dio, Brody!!" urla spaventata Hope.


    "Brody rispondimi..sei cosciente?" gli urla precipitandosi da lui, mentre è disteso a terra in uno stato pietoso proprio davanti a quella panchina e cerca di prendere una bottiglietta di liquore accanto a lui.


    "Hope..." pronuncia lui, prima di girarsi dall'altra parte. "Lasciami in pace..." continua poi, mentre le lacrime gli scendono copiose dal viso.


    "Brody..ti prego! ..E' da giorni che ti cerchiamo!..Bridget è molto preoccupata!!! E al ristorante serve il tuo aiuto!!" gli fa, cercando di convincerlo ad alzarsi.
    "Il mio aiuto..? Non sono bravo ad aiutare nessuno..." farfuglia, visibilmente ubriaco.
    "Non è vero...e questo lo sai bene!" ribatte Hope.
    Lentamente il ragazzo si mette nella posizione da seduto.


    "..Chi sono riuscito ad aiutare Hope?..A chi sono utile?...A nessuno, te lo dico io." le chiede senza riuscire a guardandola dritto negli occhi.










    >>>>>>>>>>>continua nel post seguente>>>>>>>>>>
    Ultima modifica di scarygirl; 21st January 2013 alle 01:38

  3. #303
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    34
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    14

    Re: [LoD] 5 Lives ---> Capitolo 5 -The Power of Love-

    "Non ricordi più?..Tu hai salvato la vita a Brielle e Brayden mentre stavano per affogare!" gli rammenta la ragazza.


    "Sì..l'ho fatto...e poi?..Sono sssstati rinchiusi ..in istituto e non li ho più rivisti...!!" replica Brody, scoppiando a piangere.
    "Ma hai salvato loro la vita...e questa è la cosa più importante!" insiste Hope, mentre senza farsi vedere da lui, nasconde la bottiglietta di liquore nel cespuglio più vicino.


    "Ssssai una cosa cara Hope?...Non ho m-mai fatto nulla di buono nella mia vita..o almeno non ci sono mai riuscito! ..Dopo la morte dei miei..io avevo p-promesso che mi sarei preso cura dei miei fratelli e del ristorante...e guardami ora...sono ssssolo un fallito!!" esclama Brody mentre si trascina sulla panchina.


    "Brody..." fa per dire lei, prima di sedercisi accanto.


    "E' così!..Non sssono neanche riuscito a ..conquistare te.." confessa subito dopo.
    Hope resta sorpresa da tale confessione.


    "Me?..." chiede imbarazzata.
    "E chi altri?...Hope tu mi sssei piaciuta fin dal primo istante in cui ..ci siamo guardati..e continuando a conosssscerti, a vedere come ti prendevi cura dei miei fratelli...a v-vedere il tuo grande cuore, il modo in cui ssssorridi, la tua simpatia, il verde l-limpido dei tuoi occhi....nessuna mai ..ha avuto quest'effetto su di me...Hope...t-ti prego...dimmi che per te è lo stessssso.." continua a confessare lui.


    Hope tace.
    "Vedi..? Ho ragione..." esclama Brody, sempre più affranto.
    "E Juni?...Evidentemente non sai quel che dici...è l'effetto dell'alcool..." cerca di giustificarlo lei.
    "Sssono ssssobrio invece!!" esclama invece lui avvicinandosi.
    "Ehm..Non si direbbe dal tuo alito.." fa lei, agitando le mani per allontanare il pessimo odore di liquore.
    Brody scoppia a ridere. "Te l'ho già..detto che sssei ssssimpatica..? " fa poi.
    Tornando seria, Hope asserisce: "Brody...sei depresso...e stai bevendo troppo. Noi non possiamo aiutarti, ma c'è chi può farlo!".
    Lui la guarda stranito. "Vvvolete internare anche me??" chiede.
    "Io..voglio solo che tu stia bene...e che ti riprenda." replica lei, stringendogli la mano.
    Brody la guarda intensamente negli occhi. In quei suoi limpidissimi occhi verdi e la bacia.


    Hope si stacca dopo qualche secondo, asserendo: "Ok, è stato il bacio più disgustoso della mia vita, bleeah!".
    "L-lo farò ppper te Hope. Mi fffarò aiutare..." afferma Brody super sorridente.

    Lo squillo del suo cellulare riporta Brody al presente: lo sponsor che gli è stato vicino in comunità vuole avere notizie di lui.
    Ma mentre è al cellulare non si accorge che qualcuno di sua conoscenza l'ha notato da lontano.
    "Oh Santissima Vergine del Rosario..è lui, è Brody! Ed è tornato!! O no?..sembra lui...i capelli sono un po' più lunghi...ma deve essere lui!!! Ma non posso farmi vedere da lui in queste condizioni..con gli abiti per il cimitero!!!" farfuglia in preda al panico Juni dopo aver fatto cento segni della croce.


    "Devo nascondermi..o mi vedrà!!..Ma dove, dove, doooveee???..Pensa Juni, pensa ad un nascondiglio..ricorda tutti i cartoni animati che vedi..ce ne sarà qualcuno, qualche scena che può aiutarmi in questa situazione, noooo???" continua sempre più agitata.


    Dopo 3 minuti, si volta verso i cespugli e fa: "A-ah! Trovato!! ".
    "Mi avvicinerò nascosta tra i cespugli per verificare che sia davvero lui......se non ho ragione...... domani andrò a cambiare gli occhiali!" parla a sè stessa mentre cammina a cavalcioni detro ai cespugli.
    Poco dopo, spunta in mezzo ai cespugli, spiandolo.


    "Sì..è lui! " conferma con aria sognante.









    >>>>>>>>>>>continua nel post seguente>>>>>>>>>
    Ultima modifica di scarygirl; 21st January 2013 alle 01:41

  4. #304
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    34
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    14

    Re: [LoD] 5 Lives ---> Capitolo 5 -The Power of Love-

    Ma quando cerca di alzarsi un po' per riattraversare il cespuglio, perde l'equilibrio...


    ..e ci cade dentro rovinosamente, facendo prendere un colpo al povero Brody. -.-



    "Ehm..mi scusi, ma cosa sta facendo?..." le chiede lui, vedendone solo le gambe che sbattono avanti e indietro.


    "Ahajdsnfjaksnakcmchdfffk" risponde lei dall'interno del cespuglio.
    "Cosa?..Che ha detto?.." le chiede Brody, ma non ricevendo nessuna risposta, la afferra per le gambe e la tira fuori dai cespugli.
    "Juni!!" esclama con poca meraviglia.
    "C-ciao Brody! " sussurra a malapena dopo aver estratto dalla bocca un bel po' di foglie.
    "Dovevo immaginare fossi tu! Ma mi spieghi cosa stavi facendo?" fa lui, divertito.
    "Ecco io...cercavo dei...(pensa ai puffi)...funghi!!" improvvisa lei, appoggiandosi alla panchina.


    "In questo periodo?..." fa quindi lui.
    "...Ehm...sì, sono funghi speciali..che crescono in questo ..periodo! Eheheheh " risponde allora lei con un mega sorriso.


    "Vuoi usarli per qualche piatto in particolare? " ribatte lui, imitando il suo sorriso.
    "Sì! " risponde ancora Juni.
    "Sai che non ci credo vero? " fa Brody.
    "So anche questo! " ammette lei. -.-
    "Spero tu non abbia sperimentato strani cibi al Suva in questi anni.." scherza il ragazzo.
    "E come potrei non lavorando più lì!" si lascia sfuggire Juni.


    "Eh?..Scusa che hai detto?..Stai scherzando vero?" le chiede subito Brody, con preoccupazione.


    "Oh..ehm...certo che scherzavo!! " risponde lei, agitandosi nuovamente.
    "Juni..." pronuncia Brody con sguardo serioso.
    "Ok, a quanto pare Bridget non ti ha ancora detto nulla...." rivela la ragazza.


    "Riguardo a cosa?..Juni parla!" la incita lui.
    "Ecco...io non lavoro più al Suva...che in realtà non si chiama neanche più così...e neanche Rose ci lavora più..." comincia a confessare con estrema cautela.
    "Cosa??..Ma che significa??...Che è successo??" urla furioso, mentre Juni ride nervosamente pensando a quello che le farà Bridget quando verrà a sapere che non ha tenuto la bocca chiusa.


    "Allora?! Vuoi spiegarmi??" insiste il ragazzo.
    "Calmati Brody..m-mi stai facendo paura.." esclama la giovane, ma il ragazzo la snobba e corre via.
    "Ecco. Per me è finita. E mi trovo anche nel posto giusto." pensa ad alta voce Juni, disperandosi.








    >>>>>>>>>>>continua nel post seguente>>>>>>>>>>>
    Ultima modifica di scarygirl; 21st January 2013 alle 01:44

  5. #305
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    34
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    14

    Re: [LoD] 5 Lives ---> Capitolo 5 -The Power of Love-

    Stufo delle mezze risposte di Juni, Brody sale in macchina e guida fino al ristorante. Dall'esterno sembrerebbe uguale a prima.


    Ma poi si ferma a guardare l'insegna. Riporta il nome "Rivera's".
    "Cosa diavolo è successo qua?" si domanda, stringendo i pugni per la rabbia.
    Poi chiede ad un passante "Scusi, chi è Rivera?" fa, indicando l'insegna.
    "Rivera, John Rivera. E' il suo ristorante quello. Ci vada giovanotto, si mangia bene!" risponde l'uomo.
    "John Rivera?..." ripete mentre fissa il ristorante.


    "Bene..ora gli spaccherò la faccia!!" esclama, tirando su le maniche del maglione e dirigendosi verso l'entrata.
    "Brody!" sente alle sue spalle.
    Bridget lo invita con un cenno ad entrare nella sua macchina.
    "Proprio te cercavo!" esclama lui, furioso, mentre la raggiunge in macchina.
    I due fratelli raggiungono una villetta in periferia.
    "Dove mi stai portando?" le chiede, stranito.
    "Non volevo che tu lo scoprissi così Brody.." gli fa lei, mentre parcheggia l'auto nel vasto giardino.
    "Volete finirla di essere così vaghe e darmi una risposta concreta?!" tuona lui, seccato.
    "Entra, ti spiegherò tutto." ribatte la sorella.
    Brody la segue all'interno della villetta fino ad arrivare ad una sala. Bridget si siede su una poltrona e invita lui a fare lo stesso.


    Dopo averle riferito i posti in cui è stato dopo essere uscito dal centro e di aver incontrato Juni, Brody chiede spiegazioni sul "Rivera's".
    "Ah quindi è stata Juni a spifferare tutto..Le parlerò. ()" fa Bridget.
    "Qualcuno si occupa del mio ristorante, gli viene cambiato nome, licenzia il mio personale...e io non dovevo sapere niente??!" tuona ancora Brody.
    "Sta calmo. Non è così...Rose e Juni se ne sono andate di loro spontanea volontà." spiega la secondogenita dei Bennett.
    "E perchè l'avrebbero fatto?" chiede quindi lui.
    "Beh, perchè hai lasciato a quelle due poverine la responsabilità di portare avanti il tuo ristorante mentre tu eri in comunità. E alla fine non ce l'hanno fatta. Quindi sono state costrette, anche su mio consiglio, a vendere il ristorante al Signor Rivera, il padre di Gwen." informa lei.
    Brody scatta in piedi, facendola sussultare. "Avete fatto cosa??!!" urla furibondo.
    "Non ci posso credere....come avete potuto!?!" continua non dandosi pace, mentre Bridget gli consiglia di calmarsi.


    "Non posso calmarmi Bridge!! Ma ti rendi conto?...Alla fine sono riusciti ad avere il mio..il nostro ristorante..il ristorante dei nostri genitori!! E tu invece di salvaguardarlo, l'hai venduto senza batter ciglio!!" continua ad urlare Brody.
    "Ti prego..calmati..non farmi penare ancora..!" lo prega la sorella, con gli occhi lucidi.
    A vederla così, Brody fa un respiro profondo e torna a sedersi.
    "Non pensare che per me sia stato facile. Non ci hai lasciato altra scelta!...E io ho il mio lavoro, non potevo occuparmi del ristorante..non ne sarei stata neanche capace!" spiega la secondogenita dei Bennett, tornando a sedersi, mentre il fratello scuote la testa.
    "Sei stata l'unica che mi è venuta a trovare in comunità in questi due anni..e non mi hai mai detto niente!" rammenta lui, poco dopo.
    "Non potevo rischiare una tua ricaduta Brody...Cominciavi a stare un po' meglio, non potevo dirtelo!" spiega lei.
    "Tu..non sai cos'ho passato da quel momento...quel momento in cui...eri sparito. Ricordo che venni a cercarti in camera, ma non c'eri.
    ..E notai qualcosa sul comodino.


    ..Non avrei mai immaginato potessi trovare un flacone di non so che pillole sul tuo comodino Brody...


    ...Ricordo che qualche giorno dopo ricevetti la chiamata di hope che diceva di averti finalmente trovato.." ricorda la giovane, trattenendo le lacrime.
    "Ora puoi stare tranquilla, sto bene e mi hanno curato!" rassicura il fratello, andandola ad abbracciare.
    "Mi dispiace Bridge...mi dispiace così tanto.." le sussurra all'orecchio, mentre la stringe forte.

    "Ma ora..dimmi..perchè non siamo andati a casa e invece mi hai portato qui?" le chiede, cambiando discorso.
    "Perchè ora vivo qui. Da qualche anno.." risponde lei, asciugandosi le lacrime che non era riuscita a fermare.
    "Hai..comprato casa?" chiede Brody, stupito.
    "Ma no. Non è mia..è del mio..fidanzato!" confessa con fatica lei.
    "Ah...." pronuncia il fratello, guardandosi attorno.
    "Lo conoscerai presto. Sto cercando di organizzare una cena tra me, lui, tu e...gli altri due sono una sorpresa!" informa Bridget.
    "Quindi a casa ci sono solo io...e Bug!" pensa ad alta voce Brody, cercando di sorvolare sul fatto che la sorella conviva con un uomo che lui non conosce.
    Ma la sorella lo aggiorna anche su questo: "Ehm..no, Bug è da Juni. Se ne è presa cura lei in questi anni. Questo almeno te lo poteva dire.. -.-! Comunque puoi passare da lei a riprenderlo..".
    "Ok. E i ragazzi? Ci sono novità..o mi hai tenuto segreto anche questo?" le chiede ancora.
    "Sono riuscita, tramite il mio fidanzato, a strappare un appuntamento alla direttrice dell'istituto. La incontreremo tra qualche giorno." risponde Bridget.
    "Perfetto, ci sarò! Magari riusciamo a vederli!! Quand'è?" fa Brody, entusiasta.
    "Ehm Brody...quando ho detto la incontreremo..intendevo io e il mio fidanzato..! A te è stata tolta la tutela, non ti è permesso vederli. ..Io ho qualche possibilità in più in quanto rappresenterei un nuovo nucleo familiare come convivente del mio fidanzato.. Almeno questa è la tesi dell'avvocato..capisci?" gli spiega Bridget, dispiaciuta.
    "Bridge non puoi farmi questo...fammi venire!" insiste il fratello.
    "Se vogliamo che i bambini escano da lì dentro, tu per ora devi stare lontano Brody..mi dispiace." ribadisce lei.
    "Ok..ma non aspetterò altri tre anni. Saranno cresciuti..Brittany sarà diventata maggiorenne e dovrebbe uscire..io voglio vederli!" asserisce Brody con un piccolo sorriso.
    "Li rivedremo presto, promesso!" gli fa Bridget, riabbracciandolo.

    Più tardi, Brody torna a casa, ad Hidden Springs. Parcheggia l'auto nel vialetto e mentre fa per entrare in casa, rivolge lo sguardo verso la casa di fronte.
    "Chissà se Hope vive ancora con quell'acida di sua nonna..." pensa.
    Entrando in casa però si accorge che la luce è staccata e sotto la porta trova delle bollette.
    "Fantastico...Nessuno si è preoccupato di pagare nulla.." nota sarcastico.
    Il suo sguardo si rivolge ancora una volta dall'altra parte della strada.
    Fa un respiro profondo e corre a bussare a casa della signora Thompson per farsi dare qualche candela, ma quello che vede quando l'anziana donna gli apre, lo sconvolge.


    Hope si scambia effusioni con Tyler, il pompiere che ha salvato la vita a Brayden, che Brody non ha mai conosciuto. Fino ad ora.
    "Oh, ma guarda un po' chi si rivede...il tossico!" esclama la signora Thompson, con aria schifata.
    Hope resta allibita e si allontana da Tyler.


    "Br-Brody.." pronuncia la ragazza.
    "Ah, tu sei Brody. E' un piacere conoscerti! Io sono Tyler..quello che ha salvato Brayden!" si presenta il pompiere, facendosi avanti.
    "..Molto piacere...te ne sono grato.." esclama con fatica il primogenito dei Bennett.






    >>>>>>>>>>>>>>>>>>>continua nel post seguente>>>>>>>>>>>>>>>>>
    Ultima modifica di scarygirl; 21st January 2013 alle 01:46

  6. #306
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    34
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    14

    Re: [LoD] 5 Lives ---> Capitolo 5 -The Power of Love-

    "Tyler è il fidanzato di mia nipote!!" non aspetta a precisare la signora Thompson.
    "..L'avevo intuito!" ribatte Brody sfoderando il più falso dei sorrisi. "Ma..ero venuto solo a chiedere qualche candela..a casa mia non c'è corrente." continua subito dopo.
    "Tsè...e cosa ti aspettavi dopo aver lasciato incustodita una casa per tre anni?!..Forse dovrei averne qualcuna." esclama la signora Thompson, mentre lentamente si dirige in una delle stanze della casa.
    Tra i tre rimasti cala un imbarazzante silenzio.
    E' Hope la prima che lo rompe, chiedendo semplicemente a Brody come stia.
    "Bene, grazie." risponde lui, freddo.
    L'anziana donna torna con un paio di candele qualche minuto dopo, blaterando qualcosa.
    "Grazie, domani ve ne comprerò delle nuove!" fa il ragazzo mentre fa per allontanarsi.
    "Non ti disturbare.." gli fa la signora Thompson guardandolo in malo modo.
    "Ci si vede Brody, buonanotte!" lo saluta Tyler, mentre Hope gli sorride.
    Una volta rientrato in casa, il ragazzo si siede a terra appoggiando le spalle al muro.
    "Un'altra cosa di cui Bridget non mi aveva parlato..." pronuncia abbattuto, mentre attorno a lui regna il buio più assoluto.

    Il giorno seguente, Brittany rientra a casa, la sua vera casa. Appoggia il cappotto e le buste della spesa su una sedia e comincia a tagliare la verdura.
    Ad un tratto, sente qualcuno che la abbraccia da dietro.


    "Nessun pasto precotto oggi?" le sussurra all'orecchio una voce rauca.
    "Evan.." sospira lei, quasi in trance.
    "..Volevo preparare qualcosa io, oggi..." si schiarisce la voce, poi, mentre Evan la bacia sulla guancia e sul collo.


    "...E' una buona idea?" le fa lui, continuando ad accarezzarla e a sbaciucchiarla dappertutto.
    Lei sorride, accarezzandogli a sua volta il viso.


    "Bisogna provare qualcosa di diverso ogni tanto no?" ammicca Brittany.


    "Su questo sono d'accordo..solo che io non mi sto riferendo al cibo.." replica il ragazzo pieno di tatuaggi.


    "E a cosa allora?.." temporeggia lei, fingendo di non capire.
    "...Lo sai quanto mi attizzi quando fai la finta sciocca...." ribatte lui, sedendosi a terra e tirando a sè anche lei.









    >>>>>>>>>>>>>>>continua nel post seguente>>>>>>>>>>>>>
    Ultima modifica di scarygirl; 21st January 2013 alle 01:48

  7. #307
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    34
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    14

    Re: [LoD] 5 Lives ---> Capitolo 5 -The Power of Love-

    "Evan...devo cucinare.." asserisce la giovane, non del tutto convinta.


    "Al diavolo il cibo..." ribatte lui, avvicinandosi per baciarla sulla bocca.


    I due si baciano con irrefrenabile passione per qualche minuto..


    ...poi si stringono uno all'altra.


    La passione, il trasporto tra i due cala quando lui, sottovoce le chiede: "Dove sei stata ieri sera?..".
    "A casa di Sofia.." risponde lei, titubante.
    "Lo sai che non mi va che passi tanto tempo da lei...! Ormai abbiamo la nostra casa. ..E fino a che ora sei stata lì?" le fa Evan, seccato, mentre si stacca dalla ragazza per rialzarsi.
    "..Non ricordo. Siamo state a chiacchierare fino a tardi.." risponde Brittany, anche lei rialzandosi.
    Lui la guarda in malo modo. "Sei una bugiarda!" la accusa subito dopo, alzando la voce.
    "Ma..che dici..?!" fa lei, temendo il peggio.
    "Quando sono passato da lì a tarda serata, era tutto spento...dove sei stata dopo?!" tuona ancora lui.
    "...Guardavamo un film alla tv..in camera sua!.." mente lei, prima di scoppiare.
    "E poi che fai...mi segui? Mi tieni sotto controllo?...Tu dov'eri ieri sera?...Non mi dici mai dove vai..perchè dovrei farlo io?!" continua alzando la voce.


    Lo sguardo di Evan è pieno di rabbia e si volta dall'altra parte. Brittany cerca di calmarlo abbracciandolo da dietro.


    Lui la allontana con forza e urla: "Voglio sapere... di cosa mi stai accusando?".
    Poi con uno scatto d'ira la spinge a terra.










    >>>>>>>>>>>>>>>><continua nel post seguente>>>>>>>>>>>>
    Ultima modifica di scarygirl; 21st January 2013 alle 01:51

  8. #308
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    34
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    14

    Re: [LoD] 5 Lives ---> Capitolo 5 -The Power of Love-

    Evan è implacabile. Prende un piatto e glielo lancia contro. Seppur impaurita, Brittany riesce a schivarlo.


    "Evan ti prego..smettila!!" urla lei, mentre il ragazzo le si avvicina pericolosamente.


    Brittany stringe gli occhi, coprendosi il viso per paura di un'altra percossa. Attende tremando per una manciata di secondi, poi lentamente riapre gli occhi.


    Se lo ritrova davanti, accucciato, con le mani sulle tempie.


    "Scusa...non so cosa mi sia preso....Io vado a lavorare la sera..per te...per noi..." pronuncia con voce calma.
    "Shh...Ok...va tutto bene..." lo rassicura lei, abbracciandolo.
    Evan si siede con le spalle al muro, mentre Brittany toglie via i pezzi del piatto rotto.
    Poi, vedendolo amareggiato, si siede sulle sue gambe.


    "Tranquillo...non è successo niente..." gli sussurra all'orecchio, accarezzandogli i capelli.
    Il ragazzo si distende per terra, visibilmente turbato e chiude gli occhi.
    Brittany si posa delicatamente su di lui.




    Quando Evan si addormenta, però, Brittany si alza e, facendo piano, va a sedersi a terra in camera da letto.
    Con lo sguardo fisso sul ragazzo pensa ad alta voce: "L'ha fatto di nuovo...".


    Poi scoppia in lacrime.









    >>>>>>>>>>continua nel seguente post>>>>>>>>>>>
    Ultima modifica di scarygirl; 21st January 2013 alle 01:50

  9. #309
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    34
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    14

    Re: [LoD] 5 Lives ---> Capitolo 5 -The Power of Love-

    Quando però nota che Evan si sveglia e la raggiunge, si asciuga le lacrime e si rialza in fretta, fingendo di riordinare qualcosa.
    "Mi hai perdonato?..." le chiede lui, fermandosi sulla porta della camera.
    "Certo, tesoro.." risponde lei, sforzandosi di sorridere.
    "Bene...allora potremmo riprendere da dove avevamo interrotto...." propone il giovane, avvicinandosi e accarezzandole il braccio.
    Nonostante sia ancora scossa, Brittany non riesce a rifiutarlo e si abbandona completamente a lui.
    I due giovani si baciano con passione ancora una volta, mentre si avvicinano al letto.
    Evan ci si siede e comincia a togliersi i vestiti; Brittany fa lo stesso, in piedi, davanti ai suoi occhi.


    Subito dopo lo raggiunge e lui, stringendola tra le braccia le sussurra: "Ti amo tanto Britt...".



    I due giovani si lasciano nuovamente travolgere dall'ardente passione che li lega.





    Mentre accade ciò, nell'istituto di Appaloosa Plains, l'ormai adolescente Brielle si adopera per pulire le scale dell'atrio.
    Ma ad un tratto, comincia a non sentirsi bene. Le gira la testa e la vista le si appanna.



    Una voce autoritaria, inoltre, la fa spaventare ancora di più.
    "Non hai ancora finito qui?!" tuona Miss Minchin fissandola con il suo tipico sguardo glaciale.
    "Io...non mi sento bene...non ho ancora fatto la cura oggi.." rivela la ragazzina, affaticata.
    "La solita scusa. Finisci immediatamente di pulire!" le ordina la direttrice dell'istituto.
    "Ma...io.." fa per dire Brielle, ma uno schiaffo in viso da Miss Minchin la zittisce.


    "Non discutere con me, signorina. Stai ancora pagando per quella telefonata alla signorina Williams. Per colpa tua, le visite degli assistenti sociali sono triplicate." asserisce Miss Minchin con lo sguardo indiavolato.
    "Per tua sfortuna però, io ho più credibilità di una bambina capricciosa che vuole tornare da chi la stava lasciando annegare.." continua poi, mentre Brielle la guarda con odio, forse per la prima volta.










    >>>>>>>>>>>>>>>>continua nel post seguente>>>>>>>>>>>>>>>
    Ultima modifica di scarygirl; 21st January 2013 alle 01:58

  10. #310
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    34
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    14

    Re: [LoD] 5 Lives ---> Capitolo 5 -The Power of Love-

    "E cos'è quello sguardo lì?..E' cio che ti meriti. All'inizio pensavo che tua sorella fosse la peggiore, ma poi ho visto cosa sei capace di fare e la naturalezza con la quale sei venuta meno al regolamento entrando nel mio studio..e ho capito." continua la direttrice.
    Brielle fa per esternare ancora una volta le motivazioni per cui ha agito in quel modo, ma poi ci ripensa e tace. La direttrice non cambierà mai idea su di lei. E' inutile sfiatarsi ancora.
    "Ma ho una bella notizia da darti. Forse i tuoi giorni qui stanno per finire." confessa poi Miss Minchin con un sorriso meschino.
    La fronte della giovane adolescente si corruccia subito.
    "Mi sono stancata di vederti dopo quello che hai combinato. E finalmente ho trovato una famiglia che intende adottarti. Una famiglia che vive molto molto lontano da qui." spiega la tirannica direttrice.
    Brielle scuote la testa, appoggiandosi al muro. Si sente mancare nuovamente.
    "Datti da fare con quelle scale." ordina ancora Miss Minchin, prima di lasciarla da sola nel suo sconforto.


    Poco dopo, però, la ragazzina viene raggiunta da Brayden e Luc, anche loro ormai adolescenti e, accorgendosi dello stato in cui si trova Brielle, la aiutano a rialzarsi accompagnandola in camera.
    Qui, i due adolescenti la aiutano anche con l'inizione per la cura.
    "Ti senti meglio? Che ti ha fatto quella strega?" le chiede Luc, preoccupato.
    "Sì, grazie..Vuole farmi adottare da una famiglia che vive molto lontano da qui..." pronuncia con aria stanca la ragazzina.
    Brayden e Luc sono sconvolti. "Non glielo permetteremo!..Vado a finire di pulire le scale al posto tuo. Ci vediamo qui fuori tra un'ora, quando lei si ritira per leggere!!" esclama il ragazzo, uscendo con cautela dalla stanza.
    Assicuratosi che la sorella stia meglio, Brayden si allontana e con aria amareggiata, si siede su uno dei lettini.
    "Bray?..Stai bene?" gli chiede Brielle, dopo averlo raggiunto.
    Il fratello non risponde, ma lei capisce.
    "Non ci separeranno Bray. Vedrai, andrà tutto bene!" gli assicura con un sorriso.


    "Solo che...cosa avrà in mente Luc?..." pensa poi ad alta voce.

    Ma l'arcano è presto svelato, quando i tre si ritrovano fuori dalle camere all'ora decisa precedentemente.
    "Allora?..Perchè ci hai fatto venire qui, ora?" chiede impaziente Brielle.
    "Perchè ho escogitato un piano...per scappare!" rivela subito Luc.
    "Cosa?...Sei impazzito?.." replica Brielle, scioccata.
    "Ehi, ehi...Per caso preferisci essere adottata e non rivederci mai più??" ribatte il giovane.


    "Certo che no...ma non riusciremo mai a scappare! E poi dove andremo?" risponde Brielle, preoccupata.
    "Sono sicuro che qualsiasi posto sia migliore di questo, Brielle!" asserisce Luc.













    >>>>>>>>>>>>>>>>>>continua nella pagina seguente>>>>>>>>>>>>>>>
    Ultima modifica di scarygirl; 21st January 2013 alle 02:00

 

 
Pagina 31 di 42 PrimaPrima ... 21293031323341 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Scelta universitaria!!
    Di bestsimmina nel forum OFF Topic
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 19th October 2012, 19:35
  2. AIUTO SCELTA PC
    Di scott nel forum L'angolo Tecnico
    Risposte: 31
    Ultimo Messaggio: 26th October 2010, 18:38

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •