Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 16 di 17 PrimaPrima ... 614151617 UltimaUltima
Risultati da 151 a 160 di 166
  1. #151
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    16

    Re: The Wings of darkness- 1878 parte I - [NEW]

    Trascorsero alcune ore ed il sole era ormai alto, Pàmela ed Hope erano tornate al loro appartamento, mentre Per, riaccompagnata Enola a casa sua, decise di trattenersi, non aveva intenzione di lasciarla sola in quello stato, ma neanche di sembrare invadente, così mentre la ragazza si stese sul letto per riposare, lui andò a sedersi sui divanetti del cucinino.





    Quando la ragazza si alzò decise di provare a darsi una sistemata, gli abiti erano ancora pregni di sudore e gli occhi erano gonfi come non mai, si guardo allo specchio per qualche istante, ma decise di uscire da quel bagno e che probabilmente sarebbe stato meglio non guardarsi.



    Cercò Per con lo sguardo, lo trovò addormentato, rannicchiato in una posizione scomoda, incastrato tra il tavolino fisso ed il divano, il letto era abbastanza grande per due, ma lui era così… non voleva sembrare un approfittatore, nonostante fosse consapevole che lei non lo avrebbe mai considerato tale in quelle circostanze, era cosciente che Enola avesse bisogno di restare sola con se stessa ed i propri pensieri per accettare l’accaduto per quanto la cosa fosse fresca.



    “Per…” la ragazza cercò di svegliarlo con un tono della voce moderato “Hei… forse un letto sarebbe più comodo”, lui apriì gli occhi e si alzò facendo leva con la mano destra sul cuscino, che ormai aveva preso la sua forma “mh…” si limitò a mugugnare ed a massaggiarsi il collo, aveva gli occhi rossi e gonfi, come quelli di Enola, entrambi stremati dalla notte trascorsa ed il peso della preoccupazione.



    “Che ore sono?” La ragazza guardò l’orologio a muro, la mattina era ormai trascorsa da un pezzo “Sono quasi le quindici, ti preparo qualcosa da mangiare? Sei a stomaco vuoto da ieri sera” Per la guardò un istante, prima di poggiare entrambe le mani sul tavolo e sollevarsi, per poi uscire da quella trappola che era stato il suo giaciglio improvvisato “Non ho fame, mangia qualcosa tu piuttosto” “Neanche io ho fame” Per la osservò ancora, gli sembrava così piccola e fragile, l’aveva sempre vista così, nonostante il carattere forte di lei, si era sempre sentito in dovere di proteggerla e vederla in quello stato lo rendeva ancor più triste, quel peso al petto aumentava sempre più.



    Si avvicinò alla ragazza e senza pensarci l’abbracciò forte a sé, la strinse cercando di trasmetterle un po’ di forza, forza che egli stesso sentiva di non avere in quel momento, ma aveva bisogno di sentire il suo calore e di farle capire che poteva contare su di lui. Enola a sua volta si lasciò stringere dalle forti braccia di lui, appoggiò la testa al suo petto e respirò profondamente, lasciandosi andare per qualche attimo.



    “Andiamo, facciamo quattro passi” disse lui accarezzandole le spalle e lasciando la presa delle braccia. Il sole era alto ed il cielo limpido non lasciava intravedere alcuna nuvola in cielo, i due ragazzi camminarono a lungo in silenzio, non che non volessero parlarsi, ma i pensieri erano così tanti che gli affollavano la mente, avrebbero voluto andare all’ospedale e cercare di vederla, sapere se si fosse svegliata, ma sapevano che non gli avrebbero permesso di visitarla, il medico era stato chiaro al riguardo. “Dovremmo avvisare Green” Sapevano entrambi come avrebbe preso la notizia, non avrebbe celato un forte disappunto, il nome Green non era dovuto al caso, verde come i soldi, verde come le banconote che contava ogni sera con occhi bramosi, un uomo avido come pochi, un affarista col fiuto per gli affari e proprio uno dei suoi più grandi affari non avrebbe potuto rendergli quando si aspettava “Accidenti, proprio ieri ha proposto a me e Samara un altro lavoro presso il locale nuovo della Signorina White, non la prenderà bene… è un disastro.



    Inizierà a fare il pazzo e non avrò la pazienza di sopportarlo, non oggi” Per continuò a camminare, senza voltare il viso verso la ragazza, l’espressione era seria, ma decisa “A me non importa nulla di quello che dirà Green, Samara è su quel letto d’ospedale e non può pretendere nulla, non se l’è di certo cercata lei. E comunque sono certo che ha già una seconda scelta, non è uno sprovveduto o una persona che si adagia sugli allori, quindi… non ti preoccupare, dobbiamo solo avvisarlo e poi ce ne andiamo” Era un ragazzo forte, erano quelli i momenti in cui Enola si ricordava cosa l’aveva colpita in lui, sapeva prenderla nel modo giusto e calmarla come pochi, si fidava di Per… lo aveva sempre fatto. “Sì… a quest’ora è sicuramente già al locale” avevano camminato a lungo, ma l’Insomnia si trovava nella stessa direzione oltre le colline, continuarono a passeggiare, senza affrettare il passo, cercando di godere almeno un po’ di quel caldo primaverile, alzando ogni tanto il viso verso il sole, il quale si trovava frontalmente loro.


  2. #152
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    16

    Re: The Wings of darkness- 1878 parte I - [NEW]

    Varcata la soglia del ristorante i ragazzi proseguirono dritto verso l’ampio portone al certo della sala e giunsero al piano sottostante. Il locale, a quell’ora della sera, era deserto ma delle voci sulla loro destra, dove vi era il bar, attirarono la loro attenzione. Una donna dai capelli colorati parlava animatamente con Mr Green, Green era il vero cognome dell’uomo, i ragazzi esitarono prima di avvicinarsi, ma fu lo stesso a chiamarli ed a invitarli ad unirsi al gruppo.



    “Vi presento Viktoria, da domani inizia una settimana di prova come barista, ma le stavo giusto consigliando di addolcire il suo temperamento, non vogliamo perdere clientela, giusto Vik?” La donna lo guardò con aria accigliata, ma si sforzò di palesare un sorriso fintissimo “Certo Green, questo lavoro mi serve”



    I ragazzi si presentarono entrambi, porgendo la mano alla donna, la quale ricambiò con una presa degna di una camionista. Poco più lontano vi erano anche un uomo con una bambina tra le braccia, osservavano il tutto in silenzio “Ah… mio marito Zack e nostra figlia Dahlia”



    L’uomo aveva una chioma bicolore che non passava inosservata, la bambina aveva dei lunghi capelli neri e gli occhi color del ghiaccio, proprio come il padre



    “Non è che c’è posto anche per me? Mi divertirei a fare lo spogliarellista, non so… mr bicolor?”



    “Smettila di fare il cretino, hai già il tuo lavoro, non ascoltatelo per favore, è un tantino esibizionista”, Green li osservò per un paio di secondi senza parlare, dopodiché sfoggiò uno dei suoi sorrisi a cento denti e li congedò



    “Seh, bene. Allora ci vediamo domani Viktoria” così la coppia salutò e s’incamminò verso l’uscita. “Speriamo che non sia una piantagrane come sembra.


  3. #153
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    16

    Re: The Wings of darkness- 1878 parte I - [NEW]

    Comunque, che ci fate qui nel giorno libero?” Enola s’incupì, le occhiaie profonde e gli occhi rossi parlavano per lei, ma l’uomo non era famoso per la propria umanità, né sensibilità, rimase quindi ad osservarla con sorriso in attesa di una risposta “Samara è stata vittima di un brutto incidente”



    Green non mutò espressione “Ah, nulla di grave… spero” Per era perplesso dall’atteggiamento dell’uomo, ma cercò di conservare la calma “Sì, è grave… è molto grave, tanto grave che ha rischiato la vita e probabilmente ha perso l’uso delle gambe”



    a queste parole, Enola poggiò la mano sul petto del ragazzo e lo guardò, cercando di infondergli un po’ di calma. Entrambi erano a conoscenza dei modi di Green e che al di là del denaro non gli interessava nulla, ma erano andati là per avvisarlo, non si aspettavo di certo parole di conforto, anche se ad ogni sguardo o parola, avevano l’impressione di un coltello che veniva rigirato in una ferita.



    “La voce è compromessa? Insomma… sarebbe un bel danno per il locale” Enola spalancò gli occhi, quelle poche parole bastarono per farle perdere tutta la calma che possedesse, strinse poi di riflesso la presa sulla maglia di Per, per cercare di riacquistare un minimo di autocontollo “Come puoi pensare al danno economico per il locale, dopo quello che ti abbiamo detto? Sei un mostro Green…”



    L’uomo la osservò ancora per qualche istante, sembrò fermarsi a riflettere un attimo, probabilmente fece mente locale e capì che mettersi conto due elementi principali per le sue serate, doveva essere altamente controproducente, quindi indossò l’ennesima maschera, quella dell’uomo dispiaciuto, che si era reso conto dell’errore e mutò l’espressione del viso di conseguenza “Mi spiace… perdonami Enola è che, capiscimi, ho problemi anche io, sono stato imperdonabile, andrò a trovarla in ospedale al più presto per sincerarmi della sua salute, ho molto a cuore quella ragazza”



    “Bene” Continuò Per “Ora che ti abbiamo avvisato, possiamo andarcene” “Sì, è meglio” continuò Enola “A domani, ragazzi” aggiunse Green prima che i due varcassero la soglia della grande sala.


    La notte calò rapidamente, Per accompagnò a casa Enola e la ragazza, prima di salire i pochi gradini, si lasciò andare ad un abbraccio consolatorio, ne aveva bisogno, entrambi ne avevano.



    Poco lontano dal caravan, tra la vegetazione, l’uomo dai capelli scuri e gli occhi di vetro se ne stava a fissare la scena, fermo, immobile, come fosse una statua di marmo. Guardò i due ragazzi stringersi e di riflesso serrò la mascella, che rilassò solo dopo che Per mise in moto l’auto per andarsene, non si voltò, rimase là per qualche istante, fino a quando altri passi giunsero alle sue spalle, ma il primo non si voltò, non mosse neanche un muscolo.



    “Non dovresti” la voce calma, dalla tonalità bassa, apparteneva ad un ragazzo dai capelli chiari, quasi bianchi, in totale contrasto con l’età che dimostrava, poco più di venti, i lineamenti del viso gentili e gli occhi grandi e scuri.



    L’uomo chinò il capo e si voltò verso il ragazzo, lo fissò negli occhi e non mutò l’espressione “Lo so” si limitò a rispondere, prima di riprendere a camminare ed allontanarsi dall’abitazione, lasciando il ragazzo solo ad osservare il caravan, mentre la luce al suo interno si spegneva.



    __________________________________________________ ___
    ___________________________________________
    _________________________________


    Ringraziamenti
    Un sentito grazie a Serenarcc per la concessione del bel dottorino Manuel
    a Damnedgirl per il bello ed intraprendete Zack
    ed a Mettiu per aver costruito l'ospedale, che ho "gentilmente" fregato dallo scorso Gdr
    inoltre ringrazio ancora polliciotta per Per.

  4. #154
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: The Wings of darkness- Broken- [NEW]

    Nuo White! Che peccato, immagino quando le daranno la notizia Per è stato così carino <3 Enola ci farei un pensierino, lascia perdere gli gnocchi misteriosi che ti salvano la vita la sera! Che bello rivedere Vik che... iddio si è sposata con Zack! La bimba è tenerissima... ma Zack! Il salame è stato galeotto Stupende le foto, rendono tutte molto bene la narrazione, quella in bianco e nero delle gambe di White con il sangue rosso... bella U_U Stupenda anche la canzone alla fine, ora non vedo l'ora di vedere cosa ha in mente Green per lo spettacolo e il tizio coi capelli bianchi alla fine... mmm... deve cambiare parrucchiere U_U Non è vero, è carino anche così :'D Che gioia rileggere ancora il tuo diario, mi hai fatto venir voglia di riprendere i miei

  5. #155
    sim esperto L'avatar di ComandantePerla
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Principato di Wein
    Messaggi
    578
    Potenza Reputazione
    9

    Re: The Wings of darkness- Broken- [NEW]

    ciao Eclisse,
    era un po' che non mi facevo vedere da queste parti, e questa mattina ho avuto la gradita sorpresa di rivedere un po' di movimento nella sezione Diari....era ora, e sono felicissima!

    Bellissimo e suggestivo capitolo, foto e ragazzi da sogno come al solito!
    Speriamo che la povera Samara riesca a riprendersi e soprattutto si scopra chi le le ha fatto tanto male.....
    Aggiorna prestissimo!






  6. #156
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    13

    Re: The Wings of darkness- Broken- [NEW]

    Quando l'ultimo capitolo è terminato in modo così angosciante ho pensato di tutto tranne che ha questo: è stato un vero colpo di scena, nonchè uno shock sapere della povera Samara!
    E tutte quelle comparse fantastiche: Manuel, Viktoria e Zack con la piccola Dahlia
    Dahlia sarà l'amica del cuore di Marika, per forza, vero Mariko? Quando siamo al lavoro la lasciamo a casa loro a giocare: che bello!!!
    Commenti deliranti a parte, questo capitolo trasmette tutta l'angoscia dell'incidente, l'incertezza dell'attesa e la triste scoperta delle conseguenze, l'ho letto con l'ansia addosso. Mr Green è inquietante e senza cuore, e spero in un approfondimento su di lui, intanto che aspetto lo odio con tutto il cuore.
    La tizia che guidava la macchina ha sbagliato persona ed è fuggita, ma perchè vogliono uccidere Enola? E quei due gnocchi alla fine, sono lì per aiutare o altro?
    Un consiglio a Per: qualunque cosa tu faccia il tuo destino è segnato, non puoi nulla contro lo gnocco misterioso, mi spiace. Comincia a guardarti intorno


  7. #157
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    16

    Re: The Wings of darkness- Broken- [NEW]

    Citazione Originariamente Scritto da mary24781 Visualizza Messaggio
    Nuo White! Che peccato, immagino quando le daranno la notizia Per è stato così carino <3 Enola ci farei un pensierino, lascia perdere gli gnocchi misteriosi che ti salvano la vita la sera! Che bello rivedere Vik che... iddio si è sposata con Zack! La bimba è tenerissima... ma Zack! Il salame è stato galeotto Stupende le foto, rendono tutte molto bene la narrazione, quella in bianco e nero delle gambe di White con il sangue rosso... bella U_U Stupenda anche la canzone alla fine, ora non vedo l'ora di vedere cosa ha in mente Green per lo spettacolo e il tizio coi capelli bianchi alla fine... mmm... deve cambiare parrucchiere U_U Non è vero, è carino anche così :'D Che gioia rileggere ancora il tuo diario, mi hai fatto venir voglia di riprendere i miei
    White reagisce sempre fuori dagli schemi, anche se dovesse star malissimo cercherebbe di smorzare il tutto con qualche battuta scema u_u" Per è una sorta di principe azzurro, tanto gnocco e tanto buono, tiratelo fuori dallo schermo, si vede che Enola preferisce i tenebrosi u_u" non capisci niente Enola! Vik e Zak <3 una coppia improbabile come poche, lui aveva già avuto un incontro con l'altra personalità della ragazza (che per fortuna non c'è più D, però la bimba non poteva che uscir gnocca. Penso che manderò il tizio dai capelli bianchi dal parrucchiere, anche per una bella tinta magari XD Grazie per il commento, non sono più abituata a rispondere ma riprenderò il ritmo... lentamente, ma lo riprendo u_u E pretendo di tornare a leggere i tuoi diari!!!!

    Citazione Originariamente Scritto da ComandantePerla Visualizza Messaggio
    ciao Eclisse,
    era un po' che non mi facevo vedere da queste parti, e questa mattina ho avuto la gradita sorpresa di rivedere un po' di movimento nella sezione Diari....era ora, e sono felicissima!

    Bellissimo e suggestivo capitolo, foto e ragazzi da sogno come al solito!
    Speriamo che la povera Samara riesca a riprendersi e soprattutto si scopra chi le le ha fatto tanto male.....
    Aggiorna prestissimo!
    Uh Grazie *_* mi fa molto piacere, che nonostante il mio assenteismo c'è sempre chi riprende a leggere qualcosa di mio, spero di aggiornare entro un mesetto, tu passa sempre eh! u_u

    Citazione Originariamente Scritto da polliciotta Visualizza Messaggio
    Quando l'ultimo capitolo è terminato in modo così angosciante ho pensato di tutto tranne che ha questo: è stato un vero colpo di scena, nonchè uno shock sapere della povera Samara!
    E tutte quelle comparse fantastiche: Manuel, Viktoria e Zack con la piccola Dahlia
    Dahlia sarà l'amica del cuore di Marika, per forza, vero Mariko? Quando siamo al lavoro la lasciamo a casa loro a giocare: che bello!!!
    Commenti deliranti a parte, questo capitolo trasmette tutta l'angoscia dell'incidente, l'incertezza dell'attesa e la triste scoperta delle conseguenze, l'ho letto con l'ansia addosso. Mr Green è inquietante e senza cuore, e spero in un approfondimento su di lui, intanto che aspetto lo odio con tutto il cuore.
    La tizia che guidava la macchina ha sbagliato persona ed è fuggita, ma perchè vogliono uccidere Enola? E quei due gnocchi alla fine, sono lì per aiutare o altro?
    Un consiglio a Per: qualunque cosa tu faccia il tuo destino è segnato, non puoi nulla contro lo gnocco misterioso, mi spiace. Comincia a guardarti intorno
    DDDD: Marika spero non abbia preso dalla mammina e che anche Dahlia non abbia preso dalla sua u_u e... neanche dal padre D: Ok tra i quattro si salva solo Anthony XD E' stato difficile cercare di rendere la scena, anche perchè avevo cominciato a scriverla mesi e mesi fa, poi con il Gdr l'ho trascurato tantissimo, quindi provare a riagganciarmi a certe idee ed"emozioni" che avevo intenzione di trasmettere, non è avvenuto in maniera automatica, mi fa piacere aver reso comunque l'idea. Green è un personaggio che tanto amo e tanto odio, sono quelle figure che non sai mai se tifare o meno, quel che è certo è che pensa unicamente ai suoi interessi. Io tifo Per, ma non lo dico ad alta voce u_u Grazie per questo commento, spero di tornare presto a leggere un tuo futuro diario

  8. #158
    sim magnifico L'avatar di purple__ever
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Età
    26
    Messaggi
    457
    Potenza Reputazione
    6

    Re: The Wings of darkness- Broken- [NEW]

    Che bello leggere un aggiornamento anche di questo diario, bellissimo capitolo come sempre!
    E così Samara non camminerà più Anche se la voce non è compromessa, per una abituata a solcare i palcoscenici di certo non sarà una notizia facile da digerire.
    Certo che Green ha molto a cuore la salute dei suoi dipendenti
    Mi è piaciuto molto invece tutto il gruppo di amici che si dà conforto, e devo dire che Per mi piace sempre di più, è proprio un ganlantuomo!
    Non vedo l'ora di sapere di più sui due tizi misteriosi
    Spero aggiornerai presto!!!

  9. #159
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    16

    Re: The Wings of darkness- 1878 II parte- [NEW]

    1878
    parte II


    C’era la neve fuori dalla finestra, i fiocchi si adagiavano lenti sul vasto manto candido, che abbracciava tutto il paesaggio, ogni cosa era del medesimo colore, ogni cosa aveva cambiato forma e sembrava ferma nel tempo. I campi che fino a poco tempo prima erano aridi e secchi, si erano ghiacciati, rendendo la terra dura ed ancor più inospitale, come se ciò potesse essere possibile dopo una estate torrida ed un autunno breve, come un battito di ciglia. Alphonse guardava il paesaggio dietro la finestra, amava la neve, ma la madre gli aveva vietato di uscire, dato che l’inverno scorso aveva contratto una brutta febbre, perché il bambino non riusciva proprio a resiste alla voglia di tuffarsi in quell’abbraccio di fiocchi morbidi e freddi.




    Ogni tanto si voltava ad osservare il fuoco del camino ed il suo piccolo amico che ormai era un tutt’uno col pavimento, si smuoveva solo per mangiare, o per rincorrere il gomitolo di lana azzurro della cesta.




    Se non fosse stato che Clara dovesse tornare da un momento all’altro e che potesse vederlo per il cortile, il bambino sarebbe uscito a correre per qualche istante o a lanciare palle di neve contro l’albero, un momento che avrebbe rubato alle disattenzioni della madre, mentre era indaffarata a cucinare o a rassettare, ma in quel momento temeva di ritrovarsela avanti da un momento all’altro.




    Dopo qualche istante, infatti, la vide arrivare avvolta dal suo cappotto marrone, era lo stesso da anni, ne possedeva uno solo che le andasse bene, ormai lo aveva rammendato così tante volte che il tessuto non si manteneva più sulle cuciture originali, c’era quel filo di un marrone più chiaro che sbucava ad intervalli regolari, che si alternava ad un colore più scuro, simile al nero, gli unici due colori delle bobine di cotone che le erano rimaste prima che iniziasse l’inverno, aveva trascorso una notte intera a rammendare alla luce di una candela consumata, ma fu felice del risultato, pensò che le lezioni di cucito impostale dalla madre, non erano poi risultate tanto inutili, avrebbe risparmiato il denaro per una giacca nuova per un altro anno tutto sommato.




    “Alphonse” chiamò il nome del bambino, appena varcata la soglia di casa ed appeso il cappotto con cura alla parete. Chiuse con attenzione la porta, aveva il timore di peggiorare quella brutta crepa in alto ed in pieno inverno non era proprio il caso di lasciar entrare spifferi




    “Prepara la tavola, mentre io cucino qualcosa” aggiunse dirigendosi direttamente in cucina, dove il bambino la raggiunse dopo poco




    “Hai trovato qualcosa di buono al mercato?” chiese curioso, mentre prendeva la tovaglia dalla cassetto, quello cigolante, lo stesso che il padre prese a calci due anni prima, lo aveva rimesso a posto il vicino con un paio di chiodi ed un martello vecchio ed arrugginito.




    “Qualcosa” rispose lei ed Alphone diede un rapido sguardo alla cesta che aveva portato sua madre, c’era del sedano che sbucava assieme a qualcos’altro di verde, sperò che non fossero verze o altro che fosse amaro, non ne sopportava il sapore. Quando la cena fu pronta la donna prese un piatto e vi versò dentro della zuppa, c’era qualche spicchio di patate e rondelle di carote, con qualche straccetto di carne bianca, galleggiavano quasi in quel mare di liquido dorato che il bambino si perse a osservare per qualche istante, prima di immergere il cucchiaio e cominciare a mangiare, ma vide che la madre era senza piatto e le chiese preoccupato “Tu non mangi, mamma?”




    lei aveva gli occhi grossi ed arrossati , come se avesse appena terminato di piangere, un pianto lungo giorni a giudicare da quelle piccole striature viola tra il rosso del gonfiore, il viso scavato era reso ancor più in evidenza dal pallore delle guance, contornato dai capelli biondi di Clara i quali cascavano disordinati, nonostante le forcine tra le ciocche




    “Ho già mangiato, non ti preoccupare” pronunciò questa frase con dolcezza per poi accarezzare la testa del figlio, aveva realmente già mangiato, una mela o poco più, le era stata offerta dell’anziana vicina, quella che ormai metteva piede fuori casa solo per gettar la spazzatura. Quel brodo col pollo sarebbe bastato per un paio di giorni, pranzo e cena, sapeva che Alphonse non si sarebbe lamentato, era un bravo bambino, non pretendeva mai nulla. “Quando pensi che tornerà papà?” la domanda arrivò diretta e la donna per un attimo trattenne il fiato




    “Non torna più, ormai ha la sua nuova vita in città” ed il bambino sorrise inaspettatamente “Bene” e questa volta mangiò con più gusto, come se la notizia lo avesse riempito di gioia “Sei sempre triste quando ci viene a trovare e non mi piace come urla, spaventa Spooky” Jackson, il padre di Alphonse, era uno turbolento, non aveva mai osato alzare le mani sulla propria famiglia, ma c’era mancato poco in realtà, la condizione di povertà era giunta dopo il licenziamento dalla fabbrica di tabacchi, aveva perso tutto e riversava il proprio malcontento su Clara urlando e sbraitando con una scusa qualsiasi, da lì alla separazione il passo fu breve. L’uomo aveva trovato da poco un nuovo impiego come locandiere, luogo in cui aveva conosciuto un’altra donna, motivo in più per scappar via dalla propria, persino da suo figlio, la vergogna di vedersi riflesso negli occhi che gli aveva rubato era troppa. “Domani mattina la mamma sta via per qualche ora, tu resta nel lettone, non hai scuola e non ti costringo ad andare a messa” “Davvero?” il bambino era ancor più felice, non amava molto andare in chiesa, trovava che il prete fosse noioso ed una volta lo aveva ripreso avanti a tutti per essersi addormentato.




    Il giorno seguente Clara sarebbe andata a vendere il suo anello, si era sbarazzata presto della fede, non le aveva arrecato particolari emozioni, ma quello apparteneva a sua madre ed a sua nonna prima di lei, probabilmente il valore affettivo era più alto di quello reale, ma avrebbe potuto tirare avanti ancora per un po’ e magari sarebbe riuscita a trovare quel lavoro per il quale si era presentata al banco della frutta. “Andiamo a dormire?” accarezzò ancora il figlio, il quale le strinse la mano per poi correre nel grande letto matrimoniale al posto di suo padre.


  10. #160
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: The Wings of darkness- Broken- [NEW]

    Che puccio Alphonse! Povera Clara Bello trovare l'aggiornamento del diario, mi ricorda sempre che dovrei riprendere i miei U_U Mo sono curiosa di vedere dove porterà questo flashback, devo rianalizzare un paio di cose

 

 
Pagina 16 di 17 PrimaPrima ... 614151617 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. [Sospeso][Lod] Wings
    Di Sims3Clara nel forum Diari Sospesi
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 14th January 2013, 11:41

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •