Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.

Visualizza Risultati Sondaggio: quanto ti piace questo diario?

Partecipanti
109. Non puoi votare in questo sondaggio
  • 5

    102 93.58%
  • 4

    2 1.83%
  • 3

    0 0%
  • 2

    1 0.92%
  • 1

    4 3.67%
Pagina 26 di 110 PrimaPrima ... 1624252627283676 ... UltimaUltima
Risultati da 251 a 260 di 1091
  1. #251
    sim dio L'avatar di archisim
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Località
    davanti al pici
    Messaggi
    10,868
    Potenza Reputazione
    31

    Re: Decisioni da prendere (LoD) - "10 Things About..."

    sei stata taggata
    anzi
    cof cof
    *si schiarisce le dita*

    ciao maru1e1a un personaggio del tuo diario, Marc Brandt è stato taggato nel topic "10 thing about..."
    è meno ufficiale del tuo pero tu non ti puoi avvisare da sola ghgh

  2. #252
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    26

    Re: Decisioni da prendere (LoD) - "10 Things About..."

    Citazione Originariamente Scritto da Damnedgirl
    Il 5/03 sta arrivando u.u non vedo gia' l'ora di leggere il conitnuo
    L'ideona del tag come ti e' venuta o.O? E' magnifica oltre sinceramente esilarante perche' anche i personaggi dei diari conclusi si viene sempre a conoscere qualcosa di nuovo.. ed a volte anche divertente , oltre ovviamente mettere un po' in risalto la sezione dei diari che devo dire da ieri e' stata quasi sempre piena u.u
    Miraccomando attendo con ansia (ps:giocando a twinbrook ho avuto l'onore di incontrare il famoso Marc la mia faccia quando mi ero resa conto era un unita' gia' esistente non te la puoi manco immaginare ora casualmente lo ho portato a sunset :P e sempre casualmente ci gioco xD)
    XD L' idea del tag l' ho presa da un altro sito, poi parlandone con Stefizzi e Flagghi in altra sede, ci siamo fatte coraggio e abbiamo chiesto il permesso a mary, che essendo una socia, ha acconsentito!
    Ehehehe, si, l'avevo detto già* precedentemente che Marc era un pg del gioco, ma vedi che quello è un tantino diverso ^_^ Gli ho cambiato la skin con quella di Late, e inltre gli ho rimpicciolito il naso, il resto è identico, testone compreso!! XD

    Citazione Originariamente Scritto da archisim
    sei stata taggata
    anzi
    cof cof
    *si schiarisce le dita*

    ciao maru1e1a un personaggio del tuo diario, Marc Brandt è stato taggato nel topic "10 thing about..."
    è meno ufficiale del tuo pero tu non ti puoi avvisare da sola ghgh
    Buhahahah non ho parole!! Grazie dell'avviso


  3. #253
    sim onniscente L'avatar di yayachan
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Località
    un pc a 10 Mega da Scauri (LT)
    Età
    39
    Messaggi
    1,463
    Inserzioni Blog
    20
    Potenza Reputazione
    12

    Re: Decisioni da prendere (LoD) - "10 Things About..."

    Ma davvero Marc esiste a twinbrook?? Non l'ho MAI incontrato!!!! che shock!!!

  4. #254
    sim esperto
    Data Registrazione
    May 2010
    Messaggi
    607
    Potenza Reputazione
    10

    Re: Decisioni da prendere (LoD) - "10 Things About..."

    Modificato!
    Se vi va... leggete il mio diario... Vietato ai non-sognatori!!!

    BIOcoccinellosa

  5. #255
    sim dio L'avatar di Stefizzi
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Località
    Antani
    Messaggi
    3,685
    Potenza Reputazione
    16

    Re: Decisioni da prendere (LoD)

    ANTANI
    Deja Vu Jingle Jangle
    She read about people she could never be, and adventures she would never have
    Posizionare sims & oggetti su tutte le superfici - Scattare foto realistiche in TS3

    1fratto antani può essere imbrunato ma non postanato ....

  6. #256
    sim onniscente L'avatar di lvxnera1
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Età
    35
    Messaggi
    1,284
    Inserzioni Blog
    4
    Potenza Reputazione
    12

    Re: Decisioni da prendere (LoD)

    E adesso che ho letto tutto posso finalmente esprimere un parere sul tuo diario.E' un diario che merita tantissimo!!!!!!!E' superba la trama e i personaggi sono stupendi.Mi mangio le mani ho perso tutto questo tempo!!!Maddie è troppo dolce jeremy e loise nn ne parliamo so cosa significa il tradimento di un amica e del propio ex quindi su di loro una bella x nera.Il padre di maddie mi fa tenerezza ma quelli che mi han propio stravolto sono star (immagino sia lei la patita di musica vero? ) e Marc.Mi auguro che maddie gli dia in seguito un' altra possibilità* io lo adoro.Che dire le foto le animazioni tutto è cosi ben congeniato e perfettamente studiato.Devo farti i miei complimenti sei bravissima!!!!Ah hai una nuova e assidua lettrice

    Quando scende la notte essa avviluppa il mondo in un'impenetrabile oscurità.Un senso di gelo si alza e si diffonde nell'aria. La vita ha un nuovo significato.
    Absentia lucis tenebrae vicunt

  7. #257
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    26

    Re: Decisioni da prendere (LoD)

    Citazione Originariamente Scritto da lvxnera1
    E adesso che ho letto tutto posso finalmente esprimere un parere sul tuo diario.E' un diario che merita tantissimo!!!!!!!E' superba la trama e i personaggi sono stupendi.Mi mangio le mani ho perso tutto questo tempo!!!Maddie è troppo dolce jeremy e loise nn ne parliamo so cosa significa il tradimento di un amica e del propio ex quindi su di loro una bella x nera.Il padre di maddie mi fa tenerezza ma quelli che mi han propio stravolto sono star (immagino sia lei la patita di musica vero? ) e Marc.Mi auguro che maddie gli dia in seguito un' altra possibilità* io lo adoro.Che dire le foto le animazioni tutto è cosi ben congeniato e perfettamente studiato.Devo farti i miei complimenti sei bravissima!!!!Ah hai una nuova e assidua lettrice
    O perdindirindina, ho letto solo ora XD
    Ma grazie! Finalmente sono più libera, e mi sono goduta tutti i vostri bellissimi diari, grazie mille del commento, è un piacere che, nel mio piccolo, vi faccio un pò affezzionare ai personaggi, e che con me sperate per loro o vi accanite contro altri...sono le più grandi soddisfazioni! ^_^
    Fortunamente (più per me che per voi *sghignazza*) se ad un personaggio le cose vanno male, potete incolpare solo voi stessi, ma alla fine (finora) la peggiore non è stata beccata...vediamo come va l'ultima scelta...
    ....dalla quale spero di non ricevere troppi insulti
    Manca meno di una settimana ormai...*ansia*
    Ah, dimenticavo, per quanto riguarda Star, diciamo che io l'ho immaginata più una dark/punk (+ punk però), il personaggio a cui mi riferivo era a dire il vero Marc, è lui il metallaro della situazione (Marc, ma che figure mi fai ^^), ma sono felice la mia cantante ti piaccia, anzi grazie anche per il tag, appena posso lo faccio!!


  8. #258
    sim onniscente L'avatar di lvxnera1
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Età
    35
    Messaggi
    1,284
    Inserzioni Blog
    4
    Potenza Reputazione
    12

    Re: Decisioni da prendere (LoD)

    Periodo di aggiornamento ?Spero di si! Comunque si marta hai propio ragione negli altri diari la colpa la si da agli autori invece qui (ed è questa la cosa piu divertente) il destino lo decidono i lettori e quindi i colpi di scena sono sempre dietro l'angolo!Per quanto riguarda Marc non so perche ma mi sentivo qualcosa però poi i miei occhi sono caduti su star e ho pensato che fosse lei.E poi nell' ultimo capitolo Marc è decisamente cambiato quindi vedendolo piu curato e pulito ho pensato di sbagliarmi.

    Quando scende la notte essa avviluppa il mondo in un'impenetrabile oscurità.Un senso di gelo si alza e si diffonde nell'aria. La vita ha un nuovo significato.
    Absentia lucis tenebrae vicunt

  9. #259
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    26

    Re: Decisioni da prendere (LoD)

    Qualcuno ricorda ancora la mia LoD? *cori di "Bhuuu!", pomodori e altri ortaggi non identificati lanciati dai lettori*...ok, come non detto
    Questo capitolo è stato un parto, in tutti i sensi…mi scuso innanzitutto per la mia ignoranza in economia, se notate delle incongruenze a livello “economico” quindi….bhè, non fateci caso, per favore! La prima parte sarà mooooolto noiosa, ma vi serve per capire cosa dovrà effettivamente fare Maddie per il padre, i vari “perché” e “per come” ….l’ho resa il più breve possibile….non sia mai che questa LoD diventi un diario serio, eh! ^_^ Il resto, come al solito, delirio puro!
    AVVERTENZE: l’autrice si discosta da qualsiasi responsabilità per eventuali attacchi epilettici o di vomito cronico causati dalla lettura del suddetto capitolo, in cui sono stati raggiunti livelli di imbecillità pura.
    Primo capitolo fatto col NRAAS, enjoy!!

    1.4 - I' m your man


    <<Oh, Maddie….io non so proprio che diavolo mi sia preso…sono imperdonabile, e poi….>>
    <<Papà?>>
    <<…e poi dare retta a quel…quel….quell’omuncolo dei miei stivali…>>
    <<Papà?>>
    <<….lui e quell’altra stupida che…>>
    <<Papà!>>
    <<Eh….scusami tesoro….si?>>





    Le venne naturale sciogliersi in un sorriso…suo padre in fondo era la persona verso la quale più aveva portato rispetto nella vita….eppure la sua figura le faceva anche così tanta tenerezza. Era sempre stato un uomo così buono, gentile con tutti….logico che una tipa tosta e forte come sua madre si innamorasse e si sciogliesse di fronte ad una persona dolce come lui! Il sorriso si trasformò presto in una piccola risatina…
    <<Non c’è bisogno che tu aggiunga altro…adesso vengo lì e ne riparliamo da vicino, intesi?>>
    "Ti voglio bene papà…"
    <<Oh, piccola mia….dici davvero? Io…cough…cough-cough!!>>
    <<Papà…che hai?>>
    <<No, nie-cough, cough!!! Ogni tanto vie-cough, cough!>>
    La ragazza si spaventò alquanto, quella tosse era molto più forte (e frequente) di come ricordava! E fu mentre pensava ciò, che sentì chiaramente una voce maschile vicino a quella di suo padre:
    <<Signor Clips, per favore….la medicina! La prenda, la prego!>>
    Chi era? Così….familiare? Jeremy? No…non poteva essere!!





    Sentì suo padre posare la cornetta sul tavolo, e un bicchiere d’acqua che veniva versato con veemenza… ”la voce” che aveva sentito prima si era evidentemente impadronita della cornetta:
    <<Maddie….mi riconosci? Sono…>>
    <<Michael!!! Oh, mio Dio, che spavento…pensavo fossi Jeremy!>>
    <<Oh beh, grazie del complimento!>> fece lui ironico.
    Era Michael…il figlio dell’avvocato di fiducia di suo padre. Era stato il suo migliore amico d’infanzia, poi, una decina d’anni prima, si erano persi di vista perché lui si era trasferito a Riverview….si ma….che ci faceva Michael lì adesso?
    <<Ecco, vedi Maddie…purtroppo mio padre è venuto a mancare pochi mesi fa….e ora sono io l’avvocato di tuo padre.>>
    <<Oh, cielo….mi dispiace Michael….>>
    <<Non preoccuparti….la questione d’urgenza è ben altra….>>
    Maddie ascoltò senza fiatare, tranquillizzandosi anche sentendo che nel frattempo suo padre aveva smesso di tossire. Michael riprese a parlare:
    <<Maddie ascolta, non possiamo stare ancora troppo a telefono, è già rischioso così…non puoi venire e basta, devi essere pronta a fare quello che ti dico…>>
    <<Michael, così mi stai spaventando….>>
    <<Non vorrei proprio Maddie….ma è meglio che tu prenda le precauzioni necessarie…non potrei mai perdonarmi se dovesse succederti qualcosa….
    Mettiti addosso qualcosa che ti tenga il meno riconoscibile possibile…





    …vieni con un mezzo pubblico qualsiasi, evita di prendere la tua macchina…





    …entra nella libreria di fronte il parco centrale…





    …mettiti a sfogliare qualcosa nella sezione “Turismo”…





    …e attendi lì….…ci sarà una persona di tua conoscenza.>>


    E la telefonata si era chiusa lì, in maniera del tutto sbrigativa….non aveva nemmeno salutato suo padre. Con un’incredibile ansia addosso, dopo nemmeno tre ore, eccola lì nella libreria di Sunset Valley, a sfogliare senza nemmeno leggerlo un depliant su Champ Les Sims….inutile dire come scattò nel momento in cui qualcuno le sfiorò la spalla, seppur con delicatezza!





    <<Marie!!>>
    Fece spaventata Maddie, guardando incredula (e felice) l’anziana cameriera di casa Clips. Anche quest’ultima fu molto felice di abbracciare la ragazza, in fondo l’aveva vista crescere, e non poteva che essere al settimo cielo che fosse tornata a Sunset, anche se per poco…eppure fu anche lei molto sbrigativa…
    <<Dobbiamo muoverci, piccola cara! Ormai ce l’hai quasi fatta! Entra nel retro-bottega e indossa queste cose!>>
    Ma dov’ era finita? In quel film di Sim Cruise, Missim Impossible?!?
    <<Marie, siamo in un negozio!!>>
    <<Sta tranquilla, sono già d’accordo col proprietario…ora fa in fretta e va a cambiarti!!>>
    Notò quanto anche l’anziana donna fosse spaventata….ma che diavolo era successo in sua assenza?
    Indossate le vesti da cameriera e una parrucca bionda,




    si recò velocemente in macchina con Marie, la quale le spiegò che un modo sicuro (!!!) per entrare a Clips Manor senza essere riconosciuta da eventuali osservatori esterni, era quello di fingersi Becky, un’ altra cameriera bionda che anche Maddie conosceva.
    Ooooooooooookkeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeei………………ora non aveva più paura, no…..se la stava facendo direttamente addosso!!! Ma erano pazzi?!?! Per entrare in casa propria ci voleva tutta quella trafila?!?
    Sentì forte l’istinto di voler tornare immediatamente a casa…a Twinbrook. Si…ora era Twinbrook casa sua. E niente le avrebbe fatto cambiare idea…niente.
    Un brivido le scorse sulla schiena….
    <<Marie, ferma subito la macchina!>>
    La donna parcheggiò, capendo lo stato d’animo di Maddie:
    <<Cara, ti prego ascolta: lo so, forse tutto questo ti sta un po’ spaventando…>>





    <<Forse? Un po’???? Marie, sono terrorizzata….non sono più tanto sicura di voler venire….>> fece Maddie portandosi una mano sulla fronte…stava letteralmente tremando!
    La donna di rimando l’abbracciò…<<Andiamo cara…se sapessi com’è stato male tuo padre! E poi queste sono solo precauzioni di Michael, aveva paura che potesse accaderti qualcosa, ecco perché tutto ciò! Ora non dobbiamo fare altro, una volta arrivate, che scendere dall’auto ed entrare in casa…dopodiché sarai al sicuro…su, un ultimo sforzo, fallo per tuo padre!>>
    In realtà, dopo quelle parole, se possibile, era ancora più spaventata, e sentì uno strano ed irrefrenabile impulso a voler chiamare Marc…lo voleva al suo fianco….aveva paura, e voleva lui al suo fianco!
    Si destò a sedere, stupita da quel pensiero….Marie doveva averlo interpretato come un cenno d’assenso, perché mise in moto e ripartì, ma in realtà Maddie era già fuori dalla realtà di quello che le stava accadendo attorno. Il fatto che in una situazione del genere le venisse in mente di chiamare Marc, che non c’entrava nulla in quel momento, era ALQUANTO preoccupante!


    <<Siamo arrivate….>> fece Marie sorridendole, e, come un mazzo di scopa, Maddie uscì dall’auto, camminando a mo’ di soldatino fino all’entrata, seguita dall’anziana cameriera. Riprese a respirare solo una volta che fu all’interno.
    <<Vieni, ti annuncio a tuo padre…>> le fece Marie gentilmente, mentre Maddie si toglieva quella fastidiosa parrucca che le stava già dando prurito.
    E se pensava (sperava) che quella non fosse altro che una semplice visita di cortesia…bhè, in realtà, il vaso di Pandora era stato appena aperto!!







    Quello.Non.Era.Suo.Padre.
    <<Oh, Madeleine….sei qui!!>>
    Le venne talmente naturale fare un passo indietro….non lo riconosceva…non più.
    A suo padre sembrò spezzarsi il cuore….non si aspettava quella reazione così spaventata dalla figlia:
    <<Ehm….visto? Sono un po’ dimagrito! Ti lamentavi che non ero mai a dieta…>> cercò di sdrammatizzare lui in una pallida imitazione di una battuta…
    Non faceva ridere….non faceva ridere per niente! Anzi…non riusci nemmeno a frenare le lacrime, che già uscivano copiose, mentre, con un filo di voce, cercò di chiedere:
    <<Che…che…cosa ti hanno fatto?>>
    Il sorriso di suo padre gli morì sul volto…tentò ancora di abbracciarla, ma lei gli parò una mano davanti:
    <<No, no! Io….io non posso crederci! Ma che diavolo ti è successo!!!>>





    Come poteva una persona cambiare così tanto in così poco tempo….un anno….bastava davvero un anno a ridursi in quelle condizioni?
    L’anziano presidente tentò di balbettare delle spiegazioni, ma fu interrotto da una nuova entrata in scena:





    <<Signor Clips, ho trovato le fatture che le avevano fatto firm….Maddie, ma sei tu? Sei arrivata? Dio, com’ero preoccupato!!!>>
    Un ragazzo biondo le si era letteralmente buttato addosso, abbracciandola fino a stritolarla….ok, gli era mancata, ma erano pure 10 anni che non si vedevano…..poca confidenza, cavolo!!
    <<Michael….per favore>> fece lei scostandolo con delicatezza.
    Lui sembrò riprendersi, e, imbarazzatissimo, abbozzò delle scuse:
    <<Aaahhh…scusami, non dovevo….magari tu e tuo padre avete bisogno di stare un po’ da soli ades….>>
    <<NO!!!...cioè…no…no…puoi restare. Stai qui.>> chissà perché era spaventata di dover affrontare un discorso da sola con suo padre…mah, forse perché le sembrava di non riconoscerlo più?
    Fortunatamente era intervenuta ad interrompere quel clima imbarazzante la signora Marie, portando del thé.





    <<Ci ho aggiunto lo zucchero di canna, tesoro, come piace a te!>>
    Stavano tentando di metterla a loro agio in tutti i modi….ogni tanto ipotizzava se, invece di gentilezza, potesse essere un semplice raggiro, ma dopo una decina di minuti spesi in chiacchierate inutili con Michael, che aveva voluto sapere che vita lei stesse conducendo, il lavoro, eccetera, si sentiva già più a suo agio.
    <<Sono molto contento per la strada che hai intrapeso….dev’ essere davvero soddisfacente il tuo lavoro. Hai quindi un contatto diretto con i clienti?>>
    Michael era il primo di quelli che appartenevano alla sua “precedente vita” che sentisse davvero sincero. Era anche lui una persona realizzata, così giovane, e già avvocato di uno dei più grandi imprenditori della regione! Lo ammirava, in fondo, e fu felice di scoprire che dietro quell’uomo, c’era ancora il suo vecchio compagno di giochi. E durante quelle chiacchierate inutili col suo vecchio amico, ebbe anche modo di osservare suo padre:




    era cambiato, certo. Molto cambiato, ma era lui. Quegli occhi, così identici ai suoi, non avrebbero mai potuto ingannarla. Ogni tanto lo sorprendeva ad osservarla di sottecchi, con uno sguardo che implorava scuse affrante.
    Michael non la finiva proprio di parlare, voleva sapere di lei, poi passava a dire come se l’era passata lui a Riverview….si, tutto molto interessante, ma….
    <<Michael…>> interruppe il sign.Clips <<…forse ora è meglio se spieghiamo a Maddie cos’è successo in quest’ultimo anno. E’ entrata in casa…”nostra” come una ladra, penso sia il caso di spiegarle perché.>>
    Michael arrossì all’istante, e balbettando delle scuse per aver divagato tanto, si rivolse con sguardo serio a Maddie:
    <<Quello che sto per raccontarti è….una verità uscita a galla grazie a mio padre, il precedente avvocato del signor Clips…comincio col chiarire subito, Maddie, che mio padre è venuto a mancare sei mesi fa….ma non per cause naturali.>>
    Le si era già gelato il sangue nelle vene: primo, perché di morti legate alla storia della Clips Foundation non pensava potessero mai avvenire, secondo, perché il figlio della vittima ne stava parlando col dolore negli occhi, ma con incredibile freddezza nella voce.
    Michael riprese a parlare:
    <<Nonostante io sia convinto che sarebbe accaduto comunque, tutto è cominciato quando tu hai deciso di partire: come erede diretta del sign.Clips, Jeremy rischiava di perdere il posto come successore nell’azienda. Con l’aiuto di Loise, ha intrattenuto più di una volta con tuo padre dialoghi in cui si lamentava del tuo comportamento infantile, del fatto che non lo rispondessi a nessuna chiamata da parte sua…>>





    <<Cosa assolutamente falsa>> ribatté Maddie freddamente, con lo sguardo volto verso Michael, ma la voce diretta verso suo padre: <<Nessuno chiamava l’altro però, questo è vero>>
    <<Bene>> riprese Michael <<Questo conferma le ipotesi di mio padre…volevano dividervi e ci sono riusciti. Dopo che Jeremy ti ha lasciato, ha cominciato ad insinuare nel sign. Clips il sospetto che tu ti stessi solo approfittando dei suoi soldi, senza la minima intenzione di appoggiare la “discendenza” aziendale. Tralascio ovviamente tutto le cose “extra”….Jeremy e Loise non hanno descritto un buon quadretto della vita che conducevi a Twinbrook…>>





    Maddie sbuffò, avrebbe dovuto immaginarselo, avevano raggirato suo padre, e anche lei, come burattini, facendo della sua partenza un’arma a loro vantaggio….eppure….eppure qualcosa non quadrava….qualcosa a cui nessuno (nemmeno i lettori! nda), aveva pensato…decise però di aspettare la fine del racconto di Michael, il quale riprese il discorso:
    <<Con tutti i problemi che c’erano in azienda, e quei due, perdonami il temine, “gufi” nelle sue orecchie…bhè tuo padre è esploso ed è successo quello che è successo…>>
    <<Mi dispiace infinitamente piccola mia….sono imperdonabile…>>





    Bhé, almeno l’aveva guardata in faccia….
    <<Poi ne riparleremo papà…ora in effetti questa storia sta prendendo una piega strana…>>
    Suo padre si morse il labbro dalla tristezza, ma sapeva che tutta quella freddezza se l’era meritata in fondo…lui e la sua ingenuità! Cosa avrebbe detto la buon’anima di sua moglie, se fosse stata lì con loro…che vergogna!
    <<Una volta che erano sicuri che tuo padre fosse contro di te, sono passati a quello che potremmo definire “seconda fase del piano”: io non so come mio padre ha scoperto queste cose, credo li abbia sentiti parlare, ma…>>
    <<Michael, vuoi andare avanti, mi sta venendo un’ ulcera!!>> fece Maddie spazientita dai tremila giri di parole che Michael era abituato a fare per via del suo mestiere:
    <<Mio padre aveva la certezza che Loise fosse andata a letto con William Pattern, uno dei soci più anziani dell’azienda…>>





    P-…..prostituta!
    <<E che l’avesse minacciato con foto e video di dire tutto alla moglie se non avesse venduto immediatamente tutte le sue azioni a Jeremy…>>
    <<Che schifo…>> riuscì solo a dire Maddie. Possibile che Jeremy….fosse d’accordo con tutto questo? Lo stesso Jeremy che la voleva sposare? Che le aveva promesso di trattarla sempre come una regina? E Loise? La sua compagna di giochi da quando avevano due anni…
    <<E non è finita qui purtroppo…Jeremy ieri, con una mossa economica a dir poco geniale, si è impadronito delle quote della Contessa Forster, e quindi….>>
    <<….Jeremy è il nuovo socio di maggioranza?!?!>> urlò Maddie portandosi una mano alla bocca con stupore…ecco, questo non se lo aspettava!!
    Ma le facce di suo padre e dell’avvocato non mentivano…
    <<Ancora nulla è ufficiale….e possiamo ancora recuperare…ma qui entri in gioco tu…>>
    <<E io che diavolo dovrei fare?!?>> chiese la ragazza impaurita, e fu suo padre a risponderle, prima ancora dell’avvocato:
    <<Vendimi le tue quote>> aveva detto in un soffio. <<Vendimi le tue quote, ed io sarò di nuovo socio di maggioranza.>>
    Ok, ora non ci capiva più niente….fu quasi con ironia che Maddie fece quella domanda:





    <<Quali quote? Io non ho più niente…. “qualcuno” mi ha diseredato!!>>
    Questa volta però, entrambi gli uomini la guardavano stupiti…con suo padre imbarazzato più che mai.
    <<Io…>> cercò di dire quest’ ultimo <<Io non ti ho mai diseredato Maddie….mi dispiace di averti detto quelle cose…ma credimi…non ti ho mai diseredato!>>
    <<Ma tu dicesti…>> tentò di dire la ragazza, ma Michael la interruppe:
    <<Maddie, scusami, ma non hai mai controllato se il conto ti fosse stato negato?>> fece l’avvocato con incredulità.
    Suo padre non le aveva MAI chiuso il conto.
    Che.Figura.Di.Cacca.





    Ma che volevano, oh? Non ci aveva mai pensato, embè? Certo però, a sapere ora che in realtà poteva avere ancora tutti i soldi che voleva….e in un attimo fece due più due…se lei era ancora erede diretta di suo padre, voleva dire che possedeva ancora una piccola percentuale delle quote dell’azienda…
    <<Cosa ottieni se ti vendo le mie quote?>> domandò freddamente rivolta a suo padre
    <<In questo modo sarei di nuovo presidente dell’azienda>> rispose amareggiato.
    Maddie sapeva esattamente come si sentiva suo padre. Un verme. Ed era giusto così…Dopo quella sfuriata che gli aveva fatto a Twinbrook non si era più fatto sentire, e ora la richiamava per chiedergli le sue quote aziendali….
    <<E com’è che né Jeremy né Loise sono venuti a bussare alla mia porta, sapendo di queste quote?>>
    <<Questo te lo spiego io>> intervenne Michael <<La suddivisione delle quote rimane oscura ai soci, tranne al contabile dell’azienda e al presidente….ora, il nostro contabile ha avvisato tuo padre che non è più socio di maggioranza, anche se di norma non avrebbe potuto. In questi casi il contabile dovrebbe indire una riunione e comunicarlo ai soci.>>
    <<Quindi Jeremy non sa ancora che io ho delle quote. Pensa che abbia tutto mio padre?>>
    <<Esatto, ma nel momento in cui il contabile lo avviserà, Jeremy otterrà la visibilità dei soci contribuenti, e scoprirà anche te…e cercherà in tutti i modi di comprare anche le tue quote, visto che con quelle potresti far recuperare di nuovo a tuo padre la sua precedente posizione. Per adesso siamo ancora in tempo, ed è solo grazie alla fedeltà nel nostro contabile. Ma tra una settimana Jeremy scoprirà tutto.>>
    Passarono dei secondi interminabili….il silenzio che aleggiava in quel salone era irrespirabile…
    Doveva uscire….subito! Si congedò frettolosamente, promettendo che ci avrebbe pensato bene…anzi, entro il giorno dopo avrebbe dato loro una risposta, ma ora…ora aveva bisogno di riordinare un attimo le idee nel proprio cervello….troppe informazioni e rivelazioni in meno di un’ora!! E poi, ad essere del tutto sinceri, non sarebbere riuscita a guardare suo padre in quelle nuove condizioni per un secondo di più.
    Vicino alla porta d’ ingresso, Michael la fermò:





    <<Maddie….mio padre è stato ucciso nel tentativo di aiutare tuo padre, e io gli sono devoto esattamente come lo era il mio. Sto rischiando la mia vita qui. E tutto in ricordo di una persona che amavo. A volte non c’è la possibilità di potersi chiarire in tempo con i propri genitori….pensaci bene, te ne prego. Loise ha mandato degli assassini a uccidere mio padre….non permettere tutto questo!>>
    <<Mi dispiace Michael…non ti ho nemmeno fatto le condoglianze….ma ti prometto che ci penserò…entro domani….lo giuro, ho sol bisogno si pensare un po’ ….da sola.>>
    <<Sappi che domani mattina sarò al bar “Fast Lane”….mi trovi lì fino alle 11.00>>
    Si abbracciarono forte, e la ragazza uscì con la cameriera, che la riaccompagnò in centro.


    Liberatasi di quell’orribile costume, Maddie cercò di riordinare i pensieri….ma come al suo solito, un buon punto dal quale riusciva sempre a partire era piangere….brava!!
    Magari parlarne con qualcuno estraneo ai fatti l’avrebbe aiutata…





    <<PLonto???>> fece una voce super-snob al cellulare….il manager di Star non perdeva l’orrendo vizio di rispondere al posto della sua cliente.
    <<Ciao Jarret, sono Maddie…mi passi Star, per favore?>>
    <<StaL è impegnata con le LipLese del video…Lichiama domani!>>
    <<Ma io….>>
    Tu-tu-tu….eh, “Tu” al diavolo!! Che nervosismo!


    Mentre ancora le lacrime scendevano copiose, le venne l’iilluminazione…Peter! La sera prima gli aveva promesso di chiamarlo comunque!!
    (ce lo ricordiamo tutti *PeterMisterBattutaPronta*, vero?)





    <<Peter, sono io Maddie!!>> fece lei mentre piangeva e tirava su col naso <<E’ successa una cosa terribile….sono a Sunset Valley….>>
    E via con la tiritera a spiegare a quel povero ragazzo tutto quello che le era successo, tra pianti, singhiozzi…si fermava a parlare solo per soffiarsi il naso, e poi riprendeva veloce come un treno…quando ebbe finito, tirando ancora una volta su col naso, chiese:
    <<Peter, che ne pensi? Hai capito quello che ti ho detto?>>
    <<Si, ho capito…>>
    *gelo totale nelle vene di Maddie*
    <<….solo che io non sono Peter>>





    Ora. Si presuppone che dopo l’infanzia, con i suoi giochi, segua l’adolescenza, col suo spirito ribelle e i primi amori, poi subentrano le prime responsabilità, si comincia a diventare dei giovani adulti….ci si aspetterebbe da Maddie dunque un comportamento maturo, ragionevole….ma anche no.
    Gli ha chiuso il telefono in faccia….ma certo, è ovvio…ma si può essere così dementi?!?
    Due figure di cacca nel giro di un paio d’ore….brava Maddie!
    Non aveva semplicemente sbagliato numero…ne aveva proprio digitato un altro automaticamente! E chi poteva essere il destinatario se non Marc? E ora? Se l’avesse richiamata?
    Bene, tanto avrebbe trovato occupato! Si, perché lei ora chiamava Peter…quello vero stavolta! (ma pensare un po’ per i cacchi tuoi no, eh? )
    <<Pronto, Peter? Sono Maddie, io…>>
    <<Oh, Maddie! Ciao, scusami, ma non posso proprio parlare, vado molto di fretta! Sto partecipando ad un concorso, pensa un po’, Sim di Carnevale 2011!! Faccio Jack Sparrow!!




    Sono momentaneamente su una spiaggia deserta, circondato da un po’ di cianfrusaglie….però ho molto tempo per pensare…e tanto nettare!! Ho tutto il tempo che voglio per organizzarmi le mie battute migliori, ti ho mai raccontato quella…>>


    *Maddie riattacca il telefono* (si, stavolta ha fatto bene ù_ù)


    E (finalmente) prese a pensare seriamente alla richiesta di suo padre…passò praticamente tutto il pomeriggio al parco, anche se un’oretta abbondante la spese al telefono con Star, che, non sentendo ragioni da quell’idiota del suo manager, volle almeno sentirla per sapere come stava.
    Insomma, aveva passato un intero pomeriggio al parco, senza rendersene conto, quando, all’imbrunire, si girò di scatto spaventata nel sentire un
    <<Hey, ti ho trova-….. Doh, il mio occhio!!!!>>





    <<Oddio, Marc!! Ma che ci fai qui?? Ti…ti ho fatto male?>> fece lei che non sapeva se essere più sorpresa o più spaventata, o forse entrambe le cose! Ma cosa ci faceva Marc lì??
    Lui la guardò arrabbiato:





    <<CHE CI FACCIO QUI?!? Mi chiami all’improvviso, in lacrime, farfugli qualcosa su tuo padre, capisco solo che sei a Sunset Valley, mi fai spaventare come un matto perché la chiamata si è chiusa all’improvviso (tordo pure tu, eh? nda), e mi chiedi che ci faccio qui, razza di idiota??? Mi hai fatto crepare di paura!!>>
    <<Io….io….Buhhaaaa…Maaarc!! >>
    <<Ehm…Maddie, dai scusami….non ti chiamerò più “idiota” se ti offende così tanto….>>




    Non credo stia piangendo per quello Marc…
    <<Ma come hai fatto a trovarmi?>> piagnucolò lei mentre si scioglieva da quell’abbraccio che le aveva provocato un po’ troppi brividi…
    <<Col GPS!>>
    <<Ah, certo…il GPS…..MA SEI SCEMO ?!?! Tu hai un dispositivo per rintracciare la posizione del mio cellulare?!?>> fece lei scandalizzata, ma lui sembrò non scomporsi per nulla:
    <<Si, ho anche quello del cellulare di Star, di Eric…>>
    <<Tu lo sai che questa cosa è illegale, vero? >>



    <<Tra i miei (innumerevoli) lavori ho fatto anche l’haker…ho imparato certi trucchetti che…>>
    <<NON svierai la discussione su questo…>>
    Il litigio proseguì per un po’, finchè, dopo alcune minacce di denuncia da parte di Maddie, non si era ormai fatta ora di tornare a casa.....lei in realtà aveva già deciso di rimanere a dormire lì in qualche albergo nelle vicinanze, dato che l’indomani avrebbe dovuto comunicare la sua decisione a Michael. A quel punto Marc insistette per farle compagnia e, scelto l’albergo, dopo una cena veloce, si diressero in camera.





    Superato l’imbarazzo iniziale (ed evitando accuratamente di riprendere il discorso della sera prima alla festa), Maddie spiegò a Marc tutto quello che era successo….inutile dire come il ragazzo era letteralmente morto dalle risate, scoprendo che Maddie in realtà non era mai andata a controllare se le avessero davvero chiuso il conto o meno…perché doveva sempre farla sentire una pivella? Uffa!





    <<Certo però che tuo padre…..farsi fregare così! Che razza di presidente è, se si è fatto gabbare in questo modo da due ragazzini?>>le chiese Marc di nuovo serio.
    Maddie sorrise: <<Bhé, Jeremy è sempre stato molto intelligente e mio padre….sai come si chiama? Richard Menflors. Il cognome Clips era di mia madre….era lei la direttrice d’azienda prima, mio padre non è stato mai particolarmente portato per la dirigenza, ma mia madre…lei era una che non si faceva fregare nemmeno a pagarla oro, vedessi che donna forte….si, mamma era una tipa tosta!>>
    Marc non fiantò….era la prima volta che Maddie parlava di sua madre, non l’aveva mai fatto, nemmeno con Star….
    <<Avrei dovuto prendere il suo carattere….forse ora le cose sarebbero state diverse…>> fece lei mentre le lacrime tornavano a salirle per l’ennesima volta….ma perché? Perché doveva essere sempre così frignona??
    Eppure Marc, da parte sua, pensò che non poteva essere più bella di così….prima che potesse pensarci, la sua mano si era già posata sotto il viso di lei, mentre pian piano aveva appoggiato le labbra su quella lacrima, che lui aveva subito assaporato…





    Forse era stato troppo avventanto…ma lo era stata anche lei, perché avendolo così vicino, non aveva più resistito, e con le mani già tra i suoi capelli, aveva spinto con forza il viso di lui verso il suo…a godere di un bacio così ricercato da entrambi, eppure così dannatamente sbagliato in quel momento….
    Però era così bello! L’odore di Marc….della sua pelle…sembrava invaderla! E quel bacio, così dolce e lento, avrebbe voluto non finisse mai….


    Quando Marc si separò lentamente da quelle labbra, la vide ancora con gli occhi chiusi, tremante.
    Non era pronta…e le sorrise bonario:
    <<Tranquilla pel di carota….non ho nessuna fretta io>>


    Se vuoi un amante
    Farò ogni cosa che mi chiederai
    E se vuoi un altro tipo d'amore
    Vestirò una maschera per te
    Se vuoi un partner
    Prendimi la mano
    O sei vuoi abbattermi mentre sei in collera
    Sono qui
    Sono il tuo uomo




    Si stese nel letto e fece fare lo stesso a lei, la quale si accucciò sul suo petto…stava così bene! Inspirava forte il suo odore, mentre lui aveva appoggiato il suo mento direttamente sulla sua testa.
    <<Perché non vendi le quote e non te ne scappi via coi soldi?>>
    Lei rise, ma Marc insistette:
    <<No, seriamente Maddie: perché ti fai tutti questi problemi?..…è tuo padre! Anche se ti ha fatto quello che ti ha fatto…alla fine a te delle quote che importa? O sbaglio?>>
    Maddie sospirò sonoramente….<<In effetti è come dici tu, Marc. Eppure….eppure c’è qualcosa che non mi torna in tutto questo….qualcosa che fa crollare alcune teorie dell’avvocato di mio padre….>>
    <<E cosa?>>
    <<Jeremy….>>


    Marc le chiese a cosa si riferisse, e lei gli spiegò i suoi dubbi: Jeremy che le aveva promesso di essere il suo principe azzurro quando avevano diciassette anni, Jeremy che chiedeva a suo padre il permesso per frequentarla , Jeremy che aveva organizzato la festa del fidanzamento due anni prima….e Jeremy che non voleva farla andare via.


    <<Capisci Marc? Lui non voleva che io me ne andassi via….e perché non avrebbe voluto, visto che secondo l’avvocato il piano era quello di dividere me e mio padre?>>
    <<Forse perché il tuo ex puntava alla fetta più grossa di tuo padre…e quella poteva ottenerla solo sposando te….o forse tu ti stai facendo come al solito troppi problemi…>> fece lui sorridendole <<Te l’ho detto…secondo me fai prima a sbarazzarti di quelle quote e farti da parte! Questa gente ti ha portato solo guai, per come la vedo io!>>
    Scese un silenzio lunghissimo, Maddie parve pensarci, poi cambiò discorso…





    <<Marc?>>
    <<Hn?>>
    <<Mi dispiace per quello che ti ho detto ieri sera….>>
    <<……>>
    <<…non sei tu quello con i problemi….ero io ad averli….>>
    <<…e perché usi l’imperfetto?>>
    <<…perché ho capito quanto sono stupida>>
    <<E non dimenticare “con la testa chiusa”!>> le fece lui prendendola in giro…
    Di tutta risposta lei, ridendo, gli diede una leggera gomitata….riusciva sempre a farla stare meglio, in fondo.
    Rimasero a chiacchierare per un altro po’, poi cedettero entrambi al sonno….





    Fu strano quella sera dormire vicino a lui…ma dopo una giornata del genere, non avrebbe mai potuto dormire meglio, né in un posto diverso, né con una compagnia migliore, semplicemente perché non esisteva. (io proporrei un applauso a Marc per la resistenza... )


    Il mattino dopo, mentre Marc l’aspettava in macchina, Maddie si incontrò in un bar poco frequentato con Michael, che le passò il contratto di soppiatto.
    <<Sono contento che hai deciso di aiutarci….posso sperare in un riappacificamento tra te e tuo padre?>>
    <<Una cosa alla volta, eh Mickey?>>
    <<Si certo…scusa.>>
    Nemmeno la sua timidezza era cambiata, e la sua tendenza ad arrossire in continuazione! Lo abbracciò forte, dicendogli quanto gli fosse grata di occuparsi di suo padre…




    <<Non dirlo nemmeno per scherzo, Maddie…e, cambiando discorso…verrai alla conferenza stampa la settimana prossima, vero?>>
    <<E perdermi l’occasione di vedere Jeremy e Loise sprofondare? Uhm, non so….forse ho altri impegni!>> fece lei ridendo.


    E la settimana passò, molto in fretta anche! A lavoro tutto procedeva bene, e più si avvicinava sabato, più a Maddie saliva l’ansia….oh, rivedere Jeremy dopo un anno….non che le importasse qualcosa in sé, ma, cavolo, se le veniva la tremarella!!
    Ma si….”un cavaliere nella manica” in fondo ce l’aveva! (Maddie per favore, le battute lasciale fare a me -.-“….nda)
    Un cavaliere mooooolto consenziente:





    <<No, no e no! Come te lo devo dire? Non ci tengo a infiltrarmi tra quei pazzi come un deficiente perché tu non vuoi andare a quella riunione di galletti impomatati. Non ti appigliare a me!>>
    *modello bimba capricciosa mode On* <<E daaaaaaaiiiiii…..Maaaaarc! >>
    <<Ti ho detto di no! Sei sorda? Che ci guadagno io?>>
    <<Ci sarà un buffet….>>
    Marc alzò un sopracciglio in segno di “leggero” interesse…e Maddie continuò…
    <<….gratis….>>
    Ora Marc aveva assottigliato gli occhi in maniera indagatoria….<<E la fregatura dov’è?>>
    Al silenzio di Maddie, accompagnato da un falsissimo sorriso a trentadue denti, il giovane capì al volo….
    <<No, Maddie….IO NON METTERO’ CRAVATTE!!>>
    Chi avrà vinto? ^_^





    Bhé, ne era proprio valsa la pena insistere tanto, pensò Maddie entusiasta…..Marc stava davvero benissimo!!
    (è solo “un caso” che tu ADORI gli uomini vestiti esattamente così, vero Maddie?)
    Le scappò pure una risatina, nel vedere la faccia contrariata di lui:
    <<La pagherai per questo, lo sai vero?>> biascicò lui minaccioso.
    Ma lei era troppo su di giri per ascoltarlo, e zompettando allegramente ( 0_0 ), si diresse alla macchina!


    Se vuoi un pugile
    Salirò sul ring per te
    Se vuoi un dottore
    Ti esaminerò ogni centimentro
    Se vuoi un pilota
    Salta dentro
    O se vuoi usarmi per un giro
    Sai che puoi
    Sono qui
    Sono il tuo uomo




    Arrivati alla Clips Foundation, Maddie dovette chiudere la bocca di Marc, rimasta paralizzata per la grandezza dell’edificio:





    <<E ci credo che quel disgraziato voleva sposarti…guarda che roba!! >> aveva infatti esclamato stupito.
    Inutile dire il folto gruppetto di giornalisti non invitati (ma chi diavolo li aveva chiamati?) che già militavano fuori l’entrata.
    Entrati nella sala conferenze, al 3° piano, con Marc che non la finiva più di dire ogni tre secondi “Fiiiigoooo!!” per ogni cosa che vedesse, videro che erano presenti tutti, tranne Jeremy e Loise.
    <<Maddie, sei qui!>> le andò incontro suo padre, abbracciandola, felice di poter finalmente godere di quell’abbraccio (che poi era anche ricambiato!). Si, le cose si potevano aggiustare, pian piano…


    *plastica facciale di Marc con fintissimo sorriso a 32 denti: mode On*





    <<Piacere Richard, mi chiamo Marc Brandt, sono un amico di Maddie>>
    Maddie venne assalita da un forte istinto omicida….quante volte aveva detto a quel deficiente che avrebbe dovuto dare del “Voi” quasi a tutti i presenti, quella sera???
    Il padre della ragazza in effetti fu alquanto stupito di quel tono così confidenziale, e seppur con un po’ d’imbarazzo, strinse la mano del giovane, sorridendogli educatamente.
    Nemmeno il tempo di avvertire una “pacifica avversione” dal sign. Clips, che Marc fu subito tirato dal manico della camicia da Maddie:
    <<Dai vieni, devo assolutamente presentarti una persona!>>
    E fu così, che Marc venne presentato nientepopodimenoché al vero protagonista della serata, Frank Bishop, il contabile dell’ azienda.





    L’uomo che aveva salvato le enormi chiappe del sign. Clips, pensò Marc mentre gli stringeva la mano.
    Contrariamente a tutti i tizi che c’erano in quella stanza, Frank gli fu stranamente simpatico….non solo aveva l’aria del classico bonaccione che se lo picchi porge l’altra guancia, ma proprio perché era l’unico che non lo faceva sentire un’alieno in quello stanza…gli diede subito a parlare, come se DAVVERO non gliene fregasse nulla del suo ceto sociale e del suo conto in banca!
    Entrò pian piano un minuscolo gruppetto di giornalisti, tutti rigorosamente scelti, dei migliori giornali economici di Sunset e dintorni.
    La fase delle interviste pre-conferenza erano cominciate. Quando Maddie si accorse di aver dimenticato il phard in macchina (non poteva rischiare di venire male in qualche foto, oh!), scese per andarlo a prendere.
    Mentre rientrava, però, li vide. E nel momento peggiore.





    Si diede solo della stupida per non esserci arrivata prima….ma certo, l’ avevano fregata su tutta la linea!
    Applausi per Maddie, la regina degli ingenui, degli stupidi, e degli idioti!!!





    Cominciarono persino a farle male i denti, tanto dalla mandibola contratta….calma, doveva stare calma!
    Bhé, in fondo un anno di convivenza con Star Eternal le aveva insegnato che , in situazioni del genere, era il caso di fare BUON viso, e CATTIVO gioco…..
    E con un sorrisone più finto della pelliccia della sua estetista di fiducia, Maddie diede il via alle danze:
    <<Loise! Jerry!! Carissimi! Quanto tempo che non vi vedo!!>>





    Jeremy si strozzò all’istante, guardandola come se fosse un fantasma, mentre Loise riuscì a tenere le labbra serrate in una smorfia di stupore, forse aveva paura che le uscisse un urlo!
    <<Ma-Maddie…che ci fai qui?>> squittì quella strega, cercando di emulare tranquillità (e non riuscendoci)…..Dio, era sempre bellissima…che rabbia!!
    <<Ho approfittato di questa riunione e sono passata per venire a trovare mio padre, e già che c’ero, ho pensato di venire a salutare anche voi! E’ così TANTO tempo che non ci vediamo, eh? >>
    Loise sorrideva nervosa, e Maddie non le diede modo di risponderle:
    <<A proposito, Loise, mi dispiace “moltissimo” di non essere passata a trovarti nemmeno una volta, ma vedi…ho avuto così TANTI impegni!!>>





    <<Bhé…non fa niente…>> boccheggiò quella faccia tosta, cercando di recuperare un po’ di self-control.
    <<E tu, Jerry, come stai?>> chiese Maddie al suo ex.
    "Avanti…guardami in faccia! Abbi il coraggio di guardarmi negli occhi, vigliacco…"
    <<Sto-sto benissimo, grazie…>> fece lui con capo chino. Che avesse trovato qualcosa di incredibilmente interessante nelle mattonelle del pavimento?
    <<Bene Maddie, noi ora dobbiamo andare, sai, abbiamo una riunione importante…>> s’intromise Loise.
    <<Bhé, guarda un po’! Sono la figlia del presidente, posso partecipare anch’io….ci vediamo al buffet!>>
    Detto ciò, girò i tacchi, e si diresse all’ascensore…dentro il quale poté finalmente respirare e ridere a crepapelle….non ci poteva credere!!
    Li aveva lasciati a bocca aperta!!! *si sente figa*


    Una volta tornata in sala, si accorse era stata aperta un prima sezione del buffet,
    e lei cercò tra gli invitati il suo “cavaliere” (che non si chiama Silvio! XD ok, scusate, battutaccia! nda)….intento a parlare con Frank di chissà cosa.
    <<Marc! Marc! Ho appena fatto una cosa fighissima!!>> e dopo avergli raccontato, eccitata come una bambina, tutto nei minimi dettagli, Frank disse:





    <<Bhé, non so se ci libereremo mai di Jeremy, ma a me basta che non diventi presidente! Ha già troppe manie di onnipotenza, quello lì!! O giuro che mi licenzio!>>
    <<Dai, non dire così >> gli rispose Maddie <<Non dovresti rinunciare al tuo lavoro così facilmente, e poi so che ora sei ufficialmente fidanzato! Tua suocera non è “quella” Erica Mullen? La vedova del vecchio Ministro?>>
    <<Mullen ? ERICA ?? Dov’è…..DOV’E’?????>> fece lui guardandosi intorno impaurito, alla ricerca della (brutta faccia della) suocera, ma Maddie lo tranquillizzò divertita:
    <<Hey, “Franchis”, sta’ calmo, la stavo solo nominando!>>


    Fu proprio in quel momento che la “felice coppia” entrò nella sala. Anche Marc si girò a guardare i due nuovi arrivati, e Maddie per un attimo si pentì di averlo portato….e se vedendo Loise, si fosse innamorato di lei, folgorato dalla sua bellezza? Oh no, che guaio! (ma questa è scema forte!! )





    Dal loro atteggiamento, entrambi avevano superato la sorpresa della presenza di Maddie, e già si comportavano con una superiorità velata….già, perché nella loro testa, quale altro motivo, da parte del contabile, per convocare una conferenza stampa, se non che i gradi aziendali erano cambiati? E facendo due più due, a loro la situazione sembrava chiara: avevano vinto! Ma non potevano darlo ancora a vedere….furbi, eh?


    Jeremy si diresse con passo autoritario proprio verso loro tre, e prima che lei potesse rendersene conto, Jeremy aveva già spinto Frank (che durante quell’anno doveva essere diventato il suo punch-ball preferito) brutalmente, per farsi posto vicino al buffet, suscitando in Marc uno sguardo disgustato….
    <<E tu che hai da guardare?>> gli fece Jeremy sprezzante.
    <<Un perfetto idiota, ecco cos’ho da guardare!>>





    <<Cos’ hai appena….>>
    <<Sign. Connor, permette qualche domanda?>> fece una giornalista verso Jeremy, che per grazia della Somma Creatrice (*me*), non si era accorta del caos che stava per cominciare e che lei aveva interrotto.
    Maddie trascinò via Frank e Marc da lì, e dopo essersi assicurata che non ci fossero cattive intenzioni da parte di quest’ ultimo, si diresse verso Michael, che le aveva fatto segno di avvicinarsi.
    Mentre andava verso di lui, Maddie sperò che Marc non si fosse rivolto a Jeremy in quel modo perché magari era già geloso di Loise….in fondo quest’ultima era così perfetta…perché Marc avrebbe dovuto scegliere lei, goffa e incapace com’era? (niente da fare, Maddie è proprio imbecille ).


    <<Che hai? Ti vedo pensierosa…>> le fece Michael dolcemente. Ma lei scosse il capo, figuriamoci se ora feceva presenti a Michael i suoi viaggi mentali…
    <<Non ti ho ancora detto l’ultima novità…>> riprese lui <<Indovina un po’ cosa sono riuscito a scoprire? Loise si è appropriata indebitamente delle sue quote….evadendo il fisco….pensa un po’!!>>
    <<Non ci posso credere….e perché è ancora qui?>>
    <<Perché finché Frank non dichiara che tuo padre è di nuovo il presidente, non posso fare niente>>
    <<E…perché?>>





    <<Perché se Jeremy scopre che era presidente già da una settimana, e a sua insaputa, potrebbe anche denunciarmi, in quanto ho visto documenti sui quali non ho potere di visibilità>> le spiegò lui pazientemente.
    <<Ohhh…>> fece lei <<Quindi stasera sarà proprio la fine, per Loise!>>
    <<Già!>> le rispose Michael facendole l’occhiolino.


    Michael venne chiamato dal sign. Clips, e Maddie fu nuovamente raggiunta da Marc.
    <<Di un po’, tu: >>
    <<Si?>> gli fece lei gentilmente
    <<Sai che quel tipo lì…l’avvocato di tuo padre…>>
    <<Michael!>>
    <<Già…”Michael”…ho come la vaga sensazione che ci stia provando con te!>>





    <<Ma no! Cosa dici?>>
    <<Non la smette di toglierti gli occhi di dosso, e ti guarda in un modo…>> fece lui in tono canzonatorio, come a volerla prendere in giro per la sua ingenuità. <<…A te….non piace?>>
    Aspetta-aspetta….vuoi vedere che Marc era geloso? Altrimenti perché farle quelle domande??
    <<Ma certo che no!>> fece lei .
    <<Allora non ti spiace se ci provo io?>>
    Maddie non seppe come, ma il suo tacco 100 si era “accidentalemente poggiato” con estrema forza sul piede di Marc… il quale aveva solo stretto i denti per non urlare, stringendo con la mano il bordo della tavola per trattenersi….che dolore!!!
    Maddie si allontanò a grandi passi, arrabbiata come non mai….era la solita stupida! Lei cercava di farlo ingelosire, e lui riusciva sempre a rigirare la frittata, così che risultasse lei quella gelosa marcia…ma come ci riusciva?


    In quel momento la riunione venne annunciata, e tutti presero i lori posti: Frank salì sul patio, e lesse le carte che si era preparato, affiancandosi col bilancio finale d’esercizio dell’ultimo anno.





    Aveva descritto prima alcune spese finanziarie dell’azienda, poi era passato ad elencare i soci….i giornalisti, all’ignaro di come si erano svolte le cose “dietro le quinte”, erano già sorpresi della notizia di soli tre soci…Maddie vide Jeremy sogghignare…
    <<La percentuale delle quote decreta che il presidente e maggior contribuente è…>> senteziò Frank <<…il sign. Clips, che invito a…>>
    <<CHE COSA?!?!>> una voce d’oca giuliva stridula era uscita da una “certa” biondina, tutta paonazza in volto…<<Non è possibile….JEREMY!!!>>





    Quest' ultimo aveva il volto contratto….poi fissò Maddie….aveva capito…che stupido, come aveva fatto a non pensarci! Avrebbe dovuto controllare!
    Non ricevendo risposta dal “compare”, Loise si avviò da sola verso la prima fila, da dove il sign. Clips si stava alzando, aiutato da Michael:





    <<Io ti faccio affondare! Hai capito, vecchio? IO TI FACCIO COLARE A PICCO!!>>urlò lei fuori di sé dall’incredulità.
    E Maddie non ce la face più….oh, se non ce la fece più! Era il momento della verità…
    <<Vedi di darti una calmata Loise, non sei nella posizione giusta per poter fare minacce!>>
    <<Ma sentila…la figliol prodiga è venuta a prendersi la sua fetta di rendimento, eh?>>
    <<Ti faceva comodo il contrario forse? A me sembra di sì, visto che hai fatto di tutto per convincermi ad andare via!>>
    Nessuno aveva capito il senso di quell’imputazione, a parte l’unica persona per la quale aveva peso…
    <<Che…cosa?>> Jeremy era rimasto allibito…<<Cos’ hai detto?>> fece con una voce quasi terrorizzata a Maddie…
    <<Quello che ho detto….è stata lei a spingermi a lavorare fuori città a tutti i costi!>>
    (non è del tutto vero, visto che tu ti sei fatta convincere molto facilmente, Maddie, ma sorvoliamo :nda)
    Jeremy aveva gli occhi sbarrati e Loise in un attimo realizzò la fine…si avvicinò al (ex?) fidanzato con fare nervoso…
    Ormai aveva perso tutto…la faccia, le quote, ed ora pure Jeremy!!
    <<Je-Jeremy…non vorrai credere a Maddie….>>





    Lui la guardò schifato, poi si girò verso Maddie, e per la prima volta quella sera, la guardò dritto negli occhi:
    <<Maddie non è capace di mentire…>>
    Jeremy l’aveva amata….a modo suo, ma l’aveva amata. L’aveva persa, e si era fatto sedurre da Loise, che l’aveva sfruttato per la sua intelligenza…era stato anche lui un burattino nelle sue mani…e si era convinto che portare avanti il piano di quella strega per impadronirsi dell’azienda, fosse la vendetta giusta verso Maddie…..che illusione!
    <<Idiota!>> gli urlò contro Loise, che si era poi voltata minacciosamente verso Maddie, e prima che Jeremy potesse fermarla, quella pazza già marciava verso di lei…


    La fortuna volle un caso alquanto bislacco, notato dal nostro precoce Marc…
    <<Scusa Frank….>>
    Fece Marc rivolto al contabile, che stava arrivando con un piatto di pasticcini (beh, Frank è sempre Frank).
    <<ScuFa di coFa?>> chiese lui masticando, ma prima che potesse capirlo, mentre si avvicinava, Marc gli aveva già fatto lo sgambetto, con conseguente caduta del malcapitato, e volo del piattino preciso-preciso sul vestito di Loise…



    (non c' è trucco, né inganno, né photoshop, signori, tutto merito del NRAAS! )


    Lei si guardò prima il vestito, scandalizzata, poi guardò verso Maddie, la quale indicò Marc, il quale indicò Frank, il quale indicò Jeremy….vabbé…
    <<ORA, dobbiamo andare via!>> le fece Marc velocemente all’orecchio, mentre gli agenti di sicurezza avevano già fermato Loise, e il resto dei presenti venne assalito dai giornalisti, che avevano praticamente visto cadere la manna dal cielo!


    Mezz’ora dopo, Maddie si stiracchiava felice nella macchina, mentre Marc guidava pensieroso…
    <<Le persone dicono che la vendetta non da mai nessuna soddisfazione….ma non è vero!! Non mi sono mai sentita così soddisfatta come stasera!!>> fece Maddie allegra. (bambini, non prendete esempio, perfavore! nda)
    <<Certo che Jeremy…..povero diavolo!…ma come hai fatto a capire che c’era Loise anche dietro di lui?>> chiese Marc.
    Maddie sorrise con fare da saputella…<<Bhè, ci sono stata io con Jeremy sette anni…..pensavi che ci fosse qualcuno che potesse conoscerlo meglio di me?>>
    <<Sette anni?!? Con te? Mamma mia, poverino…ecco perché era ridotto in quello stato!>>
    <<Hey!>> si girò lei, fingendosi offesa e tirandogli un blando pugno sul braccio.
    <<Senti chi parla….>> fece lei punzecchiandolo <<Sai che bella vita facile avresti avuto con Loise!>>
    <<Ma chi? Quella bambola Sgonfiabile? Dio, era proprio anoressica, mi faceva impressione….come faceva il tuo ex a portarsela a letto io non lo so!!>>
    E Maddie rimase a bocca aperta: era la prima volta che sentiva dire da un uomo che Loise fosse brutta!!
    Marc non l’avrebbe mai ammesso proprio a lei, ma quella sera l’aveva davvero stupito…la Maddie di un anno prima avrebbe urlato come una pazza e trascinato Loise per tutto l’ edificio tirandola per i capelli, non appena l’ avrebbe vista tra le braccia dell’ ex…quasi quel pensiero lo intristì: era cresciuta, era…più matura…lei.

    E lui?


    Tra un battibecco e l’altro, finalmente erano arrivati a Twinbrook….e, davanti alla porta di casa di Maddie…





    <<Grazie ancora per avermi accompagnato, Marc….>> fece lei mentre chiudeva la porta, ma lui la fermò.
    <<Che c’è?>> fece lei non capendo ancora le intenzioni del giovane…
    Lui la fece indietreggiare, guardandola con uno sguardo che ricordava tanto il cacciatore che sta per inghiottire la sua preda…varcò anche lui la soglia d’ entrata e si richiuse la porta alle spalle.





    <<Te l’avevo detto che te l’avrei fatta pagare per avermi trascinato a quella festa….>> sussurò con voce roca, mentre si allargava con l’ indice il nodo della cravatta….
    ….e perché doveva farlo in maniera così dannatamente sexy?!?! Lei indietreggiò senza nemmeno rendersene conto, o meglio, se ne accorse quando sbatté le spalle contro la parete…oookkeeeeei….
    <<Ti avverto, pel di carota…>> fece lui mentre pian piano annullava la distanza tra loro <<se mi blocchi adesso, giuro che non farò nulla…ma se non lo fai prima che io ti baci….allora dopo non mi fermerò più>>
    Ma Maddie, a sentire quelle parole, non se lo fece ripetere due volte…. e lo sorprese annullando lei gli ultimi centimetri che li separavano, rapita da quell’odore che l’aveva incatenata dal primo giorno che si erano conosciuti….e lui la strinse forte, perché ora SI…..Ora si, che Maddie era sua. Lo sentiva….quella labbra ora gli appartenevano.





    Quella sera il “Capitolo Jeremy” si era concluso….e Maddie era finalmente pronta per essere sua, e sua soltanto!


    Ah, la luna è troppo brillante
    La catena troppo stretta
    La bestia non andrà a dormire
    Stavo scorrendo le promesse che ti ho fatto
    E che non posso mantenere
    Ah ma un uomo non avrà mai una donna indietro
    Non di certo mendicando sulle ginocchia
    (……)
    Sono il tuo uomo


    I’ m your man – Leonard Cohen




    Bhé…non vorremmo disturbarli pure in camera da letto?





    Ma possiamo dare una sbirciatina al mattino dopo…
    Maddie Clips: una donna appagata!





    Inspirava l’odore di Marc, che ormai aleggiava in tutta la stanza….sui cuscini, sulle tende, sulle coperte, persino le sue mani conservavano ancora il suo odore! Era così felice che aveva quasi paura che il cuore potesse zomparle fuori dal petto da un momento all’ altro!
    Non era certo stata la sua prima volta…c’era stato Jeremy, prima….poi anche Peter, qualche volta, durante il breve periodo che erano stati insieme….ma con Marc…si sentiva ridicola e sciocca come quei zuccherosi romanzi rosa, ma….DIO, se era stato diverso! Così….così…nuovo! Eppure anche così familiare! Come se da sempre avesse fatto l’amore solo con lui…
    Erano i loro cuori ad essersi uniti, in un unico battito….lo ricordava perfettamente. E non l’avrebbe mai più dimenticato.


    Pian piano, ben altri odori dolci e fruttati le destarono l’olfatto, e rivestitasi velocemente, si diresse in cucina…
    <<Buon giorno pel di carota…>> le fece lui con sguardo divertito…<<Mi sono permesso di prepararti la colazione…sono sicuro che mi perdonerai!>>
    <<Io un modo per farti perdonare lo conoscerei….


    (MADDIE!!! °o°!!! *l’ autrice è scandalizzata*)





    …ma ho troppa fame adesso!>> rise lei buttandosi a sedere tra le risate di Marc, che nel frattempo prese a versare il caffè ad entrambi.



    Lieto fine? Sé, come no!!! Preparatevi psicologicamente alla prossima scelta, perché nel prossimo capitolo sarà tutto a ferro, fuoco e fiamme!!
    BUHAHAHAHAHAHAHAHA!!
    Ci tengo a precisare che non sto scherzando! ù_ù


    Leggete il post qui sotto, ho un consiglio importante da chiedervi!!!



  10. #260
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    26

    Re: Decisioni da prendere (LoD)

    Per quanto riguarda il capitolo, sono accetti lunghi commentoni in cui mi mandate allegramente a cagare!
    Non so se è stato per via di una sessione di esami alquanto stressante, (per fortuna finita molto bene!), ma il capitolo mi è uscito così"¦.non che io non controlli
    (a volte) cosa scrivo, ma vi giuro, che rileggendolo, e rileggendolo, e rileggendolo ancora, sono riuscita a cambiare MOLTO poco. Boh"¦.a me un po"™ piace (sennò non l"™avrei postato così) però vorrei sapere se va bene a voi questo stile così"¦.demenziale?
    L"™ho sempre detto, la mia LoD E"™ un delirio"¦.ma preferisco sapere cosa VOI ne pensate, in quanto "consumatori del prodotto", s"™intende!

    Ricordatevi che nel prossimo capitolo ci sarà* l"™ultima scelta per Maddie! Le farete raggiungere la felicità*? O sarete cattivi?

    Quello che penso della canzone "I"™m your man" di Leonard Cohen , rispecchia pienamente quanto detto da Bublé: "Ho sempre pensato che fosse una canzone splendida - disperata, sexy e dark""¦.personalmente a me suscita sempre "certi" pensieri libidinosi"¦.e direi che per Marc era perfetta!

    Passando alle cose importanti"¦.ringrazio infinitamente Stefizzi per avermi by-passato il dolcissimo (e goffissimo) Frank, offertosi di ricoprire il ruolo del contabile della Clips Foundation, visto che di norma fa già* questo mestiere, anche se solo in un bar. Personaggio un po"™ "sacrificato", di un diario che sul forum ha letteralmente spopolato per la bravura dell"™autrice"¦

    Un diario"¦
    Rosa, come Jane Austen"¦
    Giallo, come Agatha Christie"¦
    Brillante, come Jane Heller"¦

    [center:wlurhimp]
    Una storia di bugie, di ricatti e di un perbenismo che nasconde ogni verità* come un telo di seta.[/center:wlurhimp]

    E come le scrissi nel mio primissimo commento:

    Citazione Originariamente Scritto da Maru1e1a, 'anta anni fa,
    (...) un bijoux insomma, un bignè, nu' ciuciù, nu' babà*! (...)
    Se c"™è qualcuno che non l"™ha (ancora) letta"¦.bhè"¦andate immediatamente a recuperare!
    (AVVERTENZE per la fauna femminile: alti rischi di sbavature involontarie per un certo David, noto alle folle come "Il Biondone")

    Ringrazio infine mary24781, per averci messo la NRAAS a disposizione sul forum, sulla quale sta lavorando assieme al creatore di questa MOD, quindi ringrazio pure lui, Twallan! Grazie al loro lavoro, fare le foto a The Sims 3 non significa più stare ore davanti al sim aspettando che faccia qualcosa....QUALSIASI cosa...
    grazie !!!

    Direi che è tutto gente"¦..vi lascio con un paio di appuntamenti, ossia lunedì, 7/03, per uno "Special", e sabato, 12/03(spero), per il nuovo capitolo con la scelta.
    Ciao a tutti!!


 

 
Pagina 26 di 110 PrimaPrima ... 1624252627283676 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. [Diario]Decisioni da prendere LoD
    Di mary24781 nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 2nd May 2011, 16:52
  2. [Diario] Decisioni da prendere (LoD) - Nuovo capitolo
    Di Pey'j nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 17th April 2011, 15:14
  3. [Diari] Decisioni da prendere (LoD)
    Di mary24781 nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 24th March 2011, 13:00
  4. [Diari] Lod Decisioni da prendere
    Di mary24781 nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 7th March 2011, 16:21

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •