Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.

Visualizza Risultati Sondaggio: quanto ti piace questo diario?

Partecipanti
109. Non puoi votare in questo sondaggio
  • 5

    102 93.58%
  • 4

    2 1.83%
  • 3

    0 0%
  • 2

    1 0.92%
  • 1

    4 3.67%
Pagina 43 di 110 PrimaPrima ... 3341424344455393 ... UltimaUltima
Risultati da 421 a 430 di 1091
  1. #421
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    26

    Re: Decisioni da prendere (LoD) - RISULTATI DELLE VOTAZIONI

    DISCLAIMER:
    Allora, un piccolo appunto da fare. Per quanto riguarda l'ultima scena del capitolo, mi sono ispirata ad una vecchia fan fiction, T.M.R. di Kysa.
    Chiariamo bene: per "ispirata", intendo che non c'è nessun "copia-incolla", è tutta farina del mio cervello avariato (purtroppo per i lettori), nessuna frase (o battuta) ricopiate, ho solo riadattato una dinamica che mi era piaciuta molto. Ho chiesto il permesso a chi di dovere, Axia, che non ha nemmeno voluto leggere la "parte incriminata" dandomi piena fiducia, grazie mille, Denise

    Detto ciò, prima di leggere, andate a vedere se avevate preso il bivio giusto cliccando qui.
    Capitolo (e foto) fatto un pò con i piedi, ma sinceramente ho un pò "fretta" di terminare con Maddie...gli esami si avvicinano di nuovo...*under pressure*

    1.6 - A perfect wedding day!


    <<E' molto bella Maddie! >>
    <<Grazie...>> biascicò lei con poco entusismo. Ma che stava facendo? Le andava davvero di uscire con Ivan?
    Perchè non riusciva a darsi la risposta?
    <<Ha portato te pensierino, spero piace!! ^_^>>
    La ragazza aprì con malavoglia il pacchetto, ma non riuscì a trattenere un gridolino di stupore.
    <<Ivan, ma...sei impazzito?>> le riuscì solo di dire, mentre si passava tra la mani una costosissima collana di perle.
    <<Mi hai già portato un secondo mazzo di rose, non dovevi fare anche questo! Io...non posso accettarlo!>>





    <<Ma io ha piacere che piace te, Maddie, no preoccupa!!>> fece lui...cavolo, era solo il primo appuntamento, e già la riempiva di regali???


    <<Marc, che ci fanno tutti queste margherite sporche di terra sul tavolo?>>
    <<Le ho viste nel campetto vicino la scuola pubblica! Sapendo che sono i tuoi fiori preferiti, te le ho raccolte!>>





    <<Ma non facevi prima a comprarle, come tutti i comuni mortali? Potevi farti fare un bel buché andando dal fioraio, no?>>
    <<Ma io non dovevo andare dal fioraio, semplicemente le ho viste e ho pensato a te, così le ho prese!>>




    Ed ora rivoleva quelle margherite tutte sporche di terra, ora rivoleva Marc più che mai...tutti quei suoi piccoli gesti che valevano molto di più di collane di perle e costosi buché di rose rosse. Era così presa a dirsi di non piangere, che quasi non si era resa conto di aver chiuso la porta a chiave e di stare seguendo Ivan fino alla sua macchina.


    Tu lo sai che non e' la fine
    Si' che lo sai.
    Che viene maggio
    E sciolgo le brine
    Si' che lo sai
    Resti d'inverno
    Persi nel vento
    Io non mi stanco no, no
    E vengo a cercarti
    In un sogno amaranto




    <<Nuovo ristorante francese, aperto da sola settimana!! Proprietario amico di mio padre!!>> fece Ivan appena arrivati al locale.





    "E te pareva che non usciva un riferimento a suo padre..." pensò Maddie, che stava già pensando a quando sarebbe finita la serata...ma cosa (o chi) le aveva fatto accettare quell' appuntamento???
    Era infatti bastato fare il nome del proprietario , tale "Galande", che subito il cameriere li aveva fatti accomodare con tanto di complimenti.
    In attesa che i due ospiti scegliessero dal menù, il cameriere si era congedato, ed Ivan cominciò a raccontarle dell'azienda di suo padre in Russia, e di quanto quest'ultimo fosse felice di Maddie...no, un attimo. *IlPadreDiIvanCosa*?!?!
    <<Hai parlato di me a tuo padre?>> fece lei stupita.
    <<Certo, lui pensa tu buona ragazza, brava, bella e intelligente ! Se tu vuole, mio padre scende già mese prossimo, per conoscere tua famiglia!>>
    <<Ahahah, scusami Ivan, ma non ti sembra di correre un pò troppo...? E' solo il nostro primo appuntamento, voglio dire, conosciamoci un pò prima, no?>>




    <<Ma certo, tutto il tempo per imparare ad essere tu brava moglie, e io bravo marito! Maddie, credi me: io mai avuto intenzioni più serie...tu donna più straordinaria che io ha mai visto!!>>
    <<Ivan, non credo tu mi conosca così bene...e poi scusa, ma non te ne parti la settimana prossima?>>
    <<No-no, Maddie, io chiaro ultima volta! Se tu esce con me, io non parte più!>>
    Chiaro, eh? A lui semmai! Si era già fatto tutto il suo bel programmino...ma che bravo!!
    <<Io mai sentito persona così vicino come te, Maddie!!>>
    <<Ivan, no senti, io credo che...>>
    <<Chiedo scusa signori, avete scelto o volete pensare ancora?>> chiese educatamente il cameriere.
    <<No, grazie, torna tra...>> cercò di dire Maddie, che non aveva ancora scelto nulla, "rapita" dai discorsi di Ivan, ma quest' ultimo la interruppe, ordinando per entrambi:





    <<Sorpresa di Stu, dopodichè della "Aragosta alla Termidoro", tutto accompagnato da nettare bianco, alla Uva Renoit, se possibile!>>
    <<Molto bene, monsieur!>> il cameriere si rimise la penna nel taschino e sparì nel locale.
    Maddie non era rimasta molto contenta da quel gesto...
    <<So ordinare da sola, comunque...>>
    <<Con me non deve preoccuparsi di niente Maddie, io felice di fare tutto per te.>>
    Ormai la ragazza non aveva più molta voglia nemmeno di risponderlo...le stavano cadendo le braccia, più cercava di fargli capire che stava accelerando i tempi, più lui si entusiasmava facendole notare la bellezza della cosa!!
    <<Io sempre desiderato sposare donna come te! E se tu vuole, noi frequenta con calma, e anno prossimo sposi!!>>
    <<Bhè, Ivan, sono discorsi che stai facendo tu, comunque, io non ti ho detto proprio nulla!>>




    <<Ma non c'è bisogno che tu parla Maddie, io rende felice te, perchè sa quello che tu ha bisogno !>>
    <<Ma davvero? >> fece lei alzando un sopracciglio.


    A parte Ivan, che continuava con i suoi deliri, la rossa poté (facilmente) permettersi di guardarsi un pò intorno...il locale era davvero affascinante, decorato con molto buon gusto. L'aria della primavera inoltrata donava alla serata una piacevole brezza, che portava con sé l'odore di salsedine, essendo il posto non lontano dalla spiaggia. Il cibo poi era divino, le piaceva molto la cucina francese, era tutto così sofisticato e decorato ad arte! Anche l' occhio a tavola vuole la sua parte!
    Il target della clientela era davvero molto alto, bisognava avere un bel conto in banca per potersi permettere di mangiare lì, era un luogo davvero esclusivo...bisognava vedere poi se il proprietario sarebbe stato in grado di sfruttarlo bene, in fondo era aperto solo da una settimana, era pure normale che ora avesse il "pienone"!
    <<....e quindi è per questo che io pensa cosa giusta sposare in Chiesa, oggi come oggi!>>
    <<Si certo...>> rispondeva lei vagamente, per nulla interessata.
    <<I signori gradiscono anche il dessert?>> chiese il cameriere mentre portava via i piatti di quella che era stata la seconda portata.


    Nemmeno il tempo di prendere il menù dei dolci, che Ivan aveva già ordinato due fette di Torta di Lime alla Keys...come non detto, pensò Maddie mentre poggiava con uno sbuffo il menù sul tavolo.
    <<Perchè la torta al lime?>> chiese lei incuriosita, oppure per cambiare discorsi che non vertessero sui soldi di Ivan o sulla loro (univoca) relazione.
    <<So che piace te, io ha chiesto Anne...>>
    Già, era il suo dolce preferito...ma solo cucinato da Marc, perché fatto da altri non le era mai piaciuto!


    Due minuti dopo arrivò il dolce...in effetti era molto invitante, poi essendo un dessert freddo, calzava a pennello col tempo che, smesso di soffiare il venticello, stava cominciando a diventare un pò più afoso.
    <<Non mangia? Io giura che è buonissimo!>> fece Ivan, che non si era minimamente reso conto che Maddie non vedeva l'ora di tornarsene a casa.
    Maddie si portò alla bocca il cucchiaino, e, tempo di assaporarlo, che si bloccò come un ebete, con la posata ancora in bocca, e gli occhi sgranati fissi nel vuoto.
    <<Che-che c'è?>> fece il suo accompagnatore, stupito dell'improvvisa immobilità di lei.
    Maddie inghiottì e ne prese velocemente un altro boccone, poi un altro ancora...quel sapore così familiare...era proprio come la cucinava lui!
    Basta, non ne avrebbe più mangiato! Marc non era lì, davanti a lei c'era uno sconosciuto...doveva smetterla di sognare!


    Pagato il conto, Maddie si stava già avviando alla macchina, ma Ivan la fermò nuovamente.
    "Che c'è ora!?!" pensò lamentosamente Maddie...voleva tornarsene a casa, poi il giorno dopo avrebbe pensato come spiegare a Ivan che "Quel matrimonio non s'aveva da fare!", ora voleva solo buttarsi sul letto e piangere!
    <<Io vuole salutare proprietario, viene!>>





    <<No grazie, ti aspetto in macchina!>> fece lei annoiata, ma Ivan le strinse il polso, forse con un pò troppa forza, ma lei, svilita e assente, non volle farci caso.
    <<Dai viene, io vuole presentare te a mio amico!>>
    <<Amico di tuo padre...>> lo corresse lei acidamente, mentre lui la tirava (davvero poco educatamente, stavolta) per il polso, all' interno del locale.


    L' uomo che sedeva a quella scrivania doveva avere si e no una sessantina d'anni. L'aria bonaria e il sorriso sincero lo fecero subito simpatico agli occhi di Maddie. L' uomo, Cristhian Galande, strinse la mano di Ivan, ma Maddie notò, trattenendosì dal ridere, che il proprietario del locale si stesse ancora domandando chi diavolo fosse quel russo!
    <<Mio padre, Akim Mokolich, saluta te con grande affetto!>>
    <<Aaahhh, si..Mokolich!>> il proprietario aveva avuto l'illuminazione divina.
    <<E questa incantevole mademoiselle?>> continuò l'uomo con fare garbato.





    Ivan rispose gonfiandosi come un pallone: <<Lei mia...>>
    <<... Maddie Clips!>> si affrettò a dire Maddie porgendo la sua mano, prima che Ivan la presentasse come sua fidanzata!
    Il francese le sorrise, voltò delicatamente la mano della ragazza col dorso all'insù, e le fece il baciamano.
    <<Enchanté, ma chérie!>> fece lui facendola arrossire, quasi gioì della presenza di quell'uomo. Era stata di sicuro la parte più bella di tutta la serata (il che era tutto dire)!
    <<Complimenti per locale!>> li interruppe Ivan <<Tu fatto davvero buon lavoro!>>
    <<Bhè, merci! (trad: grazie)>> rispose il proprietario <<Anche se devo ammettere que je suis arrivé solo ce matin! Il ristorante che ho in Francia ha avuto un pò di problemì, e non l'ho potuto lasciare prima di oggi! Si è occupato di tutto mon figlioccio! Aspettate, se è in pausa lo vado a chiamare, c' est un ragazzò davvero in gamba, non so come avrei fatto senza di luì in questa settimanà!>>
    "Uff, fantastico, prolunghiamo ancora quest'uscita del cavolo! Voglio andare a casa!!!" pensò sbuffando Maddie. Ma fu esattamente un secondo dopo che le si gelarono nel vene nel sangue.


    <<Marc! Marc! Remues le derrière et viens ici!>> (Trad: “Muovi il sedere e vieni qui!”)
    No-no, non poteva essere...impossibile! Doveva essere per forza un altro Marc, non c'era altra spiegazione!
    Eppure il sign. Galande era rientrato proprio seguito da LUI....................ma che diavolo ci faceva lì?!? Perchè lei non ne sapeva niente?
    Marc non si era ancora accorto della presenza di Maddie, in quanto stava tranquillamente ridendo e scherzando col suo capo parlando in francese, senza guardare davanti a sé.





    La faccia di Maddie assunse un aria prima sbalordita, poi le labbra presero la forma di un ghigno malvagio, e col sopracciglio sinistro alzato, le balenava in testa l' unico pensiero che qualsiasi altra donna avrebbe formulato nella sua stessa situazione:


    Vendetta. Tremenda Vendetta.


    <<Ahahah! Sera la troisième fois que je dis que->> al cuoco era mancato un battito. Si era accorto di lei solo quando li separavano una trentina di centrimetri, e Galande gli presentò Ivan.
    Marc era rimasto impalato a gurdare Maddie con gli occhi spalancati, non riuscendo a dire nulla.
    Sgamato in pieno. E la faccia di Maddie non presagiva niente di buono. Bene.
    <<Molto piacere, io chiama Ivan! >> gli fece il russo tendendogli la mano. Maddie continuava a fissarlo con uno sguardo sadicamente divertito.
    In un istante, Marc recuperò tutto il suo self-control:
    <<Molto piacere, Ivan. Sono Marc Brandt, il primo chef del locale>>
    <<Bene>> fece il sign. Galande: <<La mademoiselle ici, invece, è...>>
    <<Maddie Clips, sono la fidanzata di Ivan!>> fece lei guardandolo con sguardo fisso.


    Maddie ma CHE CASPIO stai facendo?!?!?


    Eppure Marc fece l' unica cosa che non si sarebbe MAI aspettata. Scoppiò a ridere fragorosamente.
    Gli altri presenti lo guardarono straniti, non capendo la reazione di Marc.
    Lo chef la guardò sinceramente divertito: <<Maddie ma che dici? Sono Marc!>>
    Voleva farle fare la figura dell'idiota?!? Forse non aveva capito che aveva a che fare con una Maddie diversa...
    <<Ma davvero? Non ti avevo proprio riconosciuto, guarda!! Sei letteralmente sparito, sono due anni che non ti vedo...>> fece lei in tono tranquillo e studiato.





    <<Ah certo, immagino che due anni mi hanno cambiato così tanto da rendermi "irriconoscibile"!>> fece lui ironicamente.
    <<Voi conosce? >> chiese Ivan.
    <<Sono il suo ex-ragazzo!>>
    <<Ah.>> fece il russo un attimo disorientato.
    Ok. Basta giochi. Basta stupidaggini.
    <<Ivan, vogliamo andare adesso?>> fece Maddie passandogli il braccio sotto il suo.
    <<Certo, certo>> fece quest'ultimo guardano Marc incuriosito, che lo guardava a sua volta sorridendogli fintamente.
    <<Tornate a trovarci!>> fece loro Galande, mentre li accompagnava all' uscita dell'ufficio.


    <<Intéressant...>> fece il proprietario mentre tornava alla scrivania.
    << Ecco spiegatò le motif che tu ha refusé la presidance de mon restourant francais!!>>
    <<Che?>> fece Marc guardandolo male. In effetti, non appena quei due erano andati via, il falso sorriso era del tutto sparito, lasciando posto ad un' espressione rabbiosa e poco propensa al dialogo provocatorio del suo capo. <<Guarda che hai preso un granchio, Crhistian!>>





    <<Non tentar di fregare moi, s'il vous plaît (trad: per favore)! Je suis francaise, è mon campò l'amour!>>
    <<E io ripeto che ti stai sbagliando! Me ne torno in cucina, prima che Amelie combini qualche altro guaio...>>
    <<Marc?>>
    <<Nh?>> fece lui fermandosi alla porta senza voltarsi.
    <<C' est très jolie, "Pel di Carota"!>> (trad: è molto carina/adorabile)
    Senza voltarsi, Marc gli alzò il dito medio, poi se ne andò.


    Era arrivato tardi. Grandioso. Era stato così felice di vederla, era ancora più bella. Ma non più sua.
    Come tornare a vivere, e morire di nuovo, nel giro di pochi attimi.
    Si era impegnato al massimo per raggiungere uno scopo concreto. Due anni di sacrifici, di privazioni e anche di stenti a volte...soldi e soldi risparmiati per aiutare Crhistian ad aprirsi quel ristorante a Riverview, e poter tornare da lei. Dimostrarle che anche lui era capace di qualcosa, che aveva imparato cosa significava fare sacrifici per il proprio lavoro, di battersi per le cose che ami. Di prendere impegni seri e portarli fino in fondo. Ma adesso?





    Adesso Maddie era felice con altro, e l'aveva trattato con una tale freddezza...non era riuscito a trattenersi dal fare "il forte", e non quello che soccombe e basta, non quello che era due anni prima. Non avrebbe potuto sopportare di cedere davanti a lei. Ma a cosa serviva ormai?
    Il fallimento bruciava. La gelosia bruciava. Il suo vestito bruciava, porca di quella....!!!!
    <<Marc, ma che diavolo stai faciandò??>> urlò Amelie mentre gli spegneva le fiamme.





    <<Niente, niente...Che diavolo avete da guardare ?? Allez, al lavoro!!>> urlò Marc rivolto agli altri chef, che si erano spaventati e imbambolati a vederlo prendere fuoco!


    La domanda che più di ogni altra lo attanagliava era: perché Star non gli aveva detto che Maddie era fidanzata? Voleva fargliela pagare per essere sparito per due anni? Bhé, sarebbe stato da lei, in effetti…
    <<Vado a prendere la carne nella cella frigorifera.>> fece Marc ad Amelie.
    All’ interno di quest’ ultima, prese il cellulare dalla tasca e chiamò la sua migliore amica…
    <<Marc, che c’è? Non è proprio il momento guarda, ci sentiamo tra qualche giorno!>> fece lei senza nemmeno salutarlo. La cantante andava un po’ di fretta per motivi che noi conosciamo bene, ma che erano ignoti a Marc. Lui però non rinunciò a dirle il motivo per cui l’aveva chiamata:
    <<Comunque è stata davvero una carognata Star, potevi anche dirmelo tu che Maddie era fidanzata, invece che farmela venire qui!>>
    Star rimase imbambolata…ma di che stava parlando?





    <<Maddie è stata qui al locale col suo fidanzato, quell' Ivan il Terribile dei miei stivali, mi sono sentito un’ idiota! Grazie tante!!>>
    Maddie? Fidanzato? Ma che…aaahhhh! *lampadina accesa sulla testa di Star*
    <<Ehm…mi spiace Marc, mi sarà passato di mente…>>





    <<Star, ma mi prendi per il->>
    <<Devo davvero scappare Marc, mi spiace, è successo un casino, poi ti spiego, ciao!>>


    <<Chi eLa?>> fece il manager di Star apprensivo.
    Star non lo sentì, cercando Eric con lo sguardo.
    Il ragazzo stava fissando un punto vuoto davanti a sé, immerso in chissà quali pensieri, ma sentendosi lo sguardo di lei addosso, si voltò nella sua direzione, domandandole, scuotendo il capo, cosa voleva.





    <<Non credevo che l’avrei mai detto…>> fece Star ancora incredula <<…ma Maddie è UN GENIO!>>
    Stranamente però, Eric non ebbe alcuna reazione o curiosità...si voltò direttamente dall'altra parte, e riprese a fissare il vuoto.
    Star gli si avvicinò: <<Che ti prende ora?>> fece lei sospettosa.



    <<Io davvero contento di serata, tesoro!>> fece Ivan accarezzandole il viso.
    Maddie si ritrasse impercettibilmente: <<Grazie, Ivan, mi sono divertita molto>> Ma anche no.
    <<Ma come? Non invita me a entrare ?>>
    Cafone.
    <<No davvero, Ivan, sono molto stanca!>>





    <<Io pensa che per 5 minuti... >>
    <<Buonanotte!>> fece lei sbattendogli la porta quasi sul naso, prima che lui potesse entrare a forza.
    Che scocciatura!
    <<Ehm...buona notte amorino!!>> fece lui dietro la porta, e lei rabbrividì a quel nomignolo.


    Attese di sentire che la macchina di Ivan si allontanasse e....





    <<Oh, Somma Creatrice, ma che ho fatto?!?>>


    E lo chiedi a me, IDIOTA?!? Sbrigatela da sola adesso!!
    Maddie:


    Sabato...giornata perfetta per Maddie per alzarsi tardi, ma...





    <<Pronto?>>
    <<Maddie, sono papà...>>
    <<Oh, papi, ciao, scusami, stavo dormendo!>>
    <<Ehm...scusami tu tesoro, ma mi sembrava urgente chiamarti...volevo almeno cominciare a farti le congratulazioni per telefono, non vedo l'ora che vieni a casa!!>>
    <<Grazie ma...congratulazioni per cosa?>>
    <<Ma per il tuo nuovo fidanzato! Ivan mi piace molto, hai davvero fatto un'ottima scelta!>>
    << .............................eh?>>
    <<Addirittura il ragazzo è venuto a presentarsi di persona, che modi gentili e garbati! A differenza del tuo ex...quel “Marc”…tsé!>>
    <<Papà...I-Ivan è li?>>





    <<Certo, è qui davanti a me, si stava presentando a Michael...oh, Maddie, è davvero una bella notizia, tra un annetto finalmente il mio sogno di vederti sposata e felice si avvererà!>>


    Dannazioneeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!! Ma quello voleva menato proprio!!!





    Dio, che nervosismo, addirittura era già andato da suo padre....NUOOOO, non stava ASSOLUTAMENTE accelerando i tempi, no-no!!
    Si fece un caffè e si sedette in cucina...cosa diavolo stava facendo? Marc era lì, a pochi kilometri di distanza e lei si stava fidanzando in casa? Ripensò alla sera prima: lo stupore iniziale di Marc per la sorpresa, il loro scambio di battute velenosette, lui che faceva "lo splendido" con Ivan...però dovette ammetterlo a se stessa. Aveva provato uno strano piacere perverso a vederlo sgranare gli occhi (anche se per pochissimi secondi) quando lei gli aveva detto che era fidanzata. Una piccola vendetta per averla messa da parte due anni prima, per averla abbandonata...ora però, cosa doveva fare?


    Maddie: <<Non si può fare un'altra votazione coi lettori, così decidono loro?>>
    No, sbrigatela da sola, e ti ricordo che questo è il penultimo capitolo, quindi datti una mossa!


    Marc non l'aveva nemmeno avvertita di essere tornato...se-se...era il solito vigliacco...un corno!!





    Se non l'aveva avvertita, evidentemente non voleva! Bene così, che se ne fosse rimasto nel suo bel ristorantino! Anzi, ci sarebbe tornata tutte le settimane con Ivan, così Marc avrebbe visto com'era felice e contenta senza di lui!


    Na' pasqua, guarda! Maddie, questo piano fa acqua da tutte le parti...


    Quel pomeriggio fu lei stessa a chiamare Ivan...ormai aveva fatto 30, poteva fare anche 31!
    Te li darei io 31 cazzotti, lo giuro... =_=


    Uscirono un pò, giusto una passeggiata.
    Maddie cercò di essere il più reattiva e partecipe possibile, ma niente...quell'uomo doveva avere l'alito di sonnifero, era proprio monotono. E per di più, bravissimo a tornare sui soliti argomenti se lei tentava di cambiarli >.<





    Una cosa sola di Ivan gli piaceva, e cioè, per quanto frettolose fossero, almeno aveva idee molto chiare sul suo futuro. Prima del loro matrimonio (...) avrebbe fondato una filiale dell'azienda di suo padre a Twinbrook, avrebbe assunto dei bravi dirigenti, e lui si sarebbe limitato a fare il "presidente fantasma" (trad: gli altri prendevano le decisioni, lui i soldi!). Però almeno la sposava e le dava delle sicurezze!


    Maddie, odio questi discorsi, mi stai facendo incacchiare come una biscia!!


    Quella sera decise invece di non uscire, anche se provò a chiamare e richiamare Star ed Eric più volte, ma niente...voleva sapere come stavano, se Eric era arrabbiato per quello che era successo alla tv...Maddie si fidava ciecamente di Star, non poteva averlo tradito! E sperava che anche Eric la pensasse allo stesso modo...
    Alla fine però, niente. Entrambi avevano il cellulare ripetutamente occupato, non c'era modo di rintracciarli!
    Avrebbe poi anche voluto avvisarli della presenza di Marc al Bistrot, visto che a quanto pare non ne sapevano niente nemmeno loro...


    Ah, lettori…se ve lo state chiedendo: NO...la rossa non ha affatto ricollegato che il locale di Marc e quello delle foto di Pomeriggio-Sim fosse lo stesso. Vabbé, Maddie è sempre Maddie.


    Andò così a dormire presto, visto che l'indomani aveva organizzato un'altra uscita con Ivan che avrebbe ricoperto l'intera giornata...ancora una volta però, prendere sonno fu un 'impresa...se di giorno si è pieni d'impegni, e facile distrarsi. Ma la sera, soli nel proprio letto, i pensieri volano. Rivedere Marc le aveva distrutto quel già labile muro difensivo che si era creata...si sentiva di nuovo debole e insicura...stava facendo la cosa giusta?


    Ma io direi che te le poni a fare certe domande...


    Fu verso le 2 di notte che perse esattamente 10 anni di vita tutti in una volta...perchè quell'idiota di Star era fuori il suo balcone che bussava forte sulla finestra facendole prendere una paura assurda!!!
    <<Star, ma sei impazzita?!? Che diavolo ci fai qui nel cuore della notte?? Oddio, che paura...>>





    <<Maddie, niente domande! Svelta, vestiti, portati dietro giusto il cellulare, le chiavi di casa e i documenti, e poi vieni con me!>>
    <<Ma che sta succedendo, di che parli?>>
    <<Te lo spiego dopo, ora è necessario che ti muovi, presto!>>


    Maddie si cambiò velocemente, tra imprecazioni varie, seguì Star all'esterno e chiuse la porta a chiave.
    <<Mi vuoi dire che diavolo succede?>>
    <<Te lo spiego in macchina, sbrigati!>> fece Star tirandola per la mano.


    Entrò così di tutta corsa nell'auto che le aveva indicato Star, nel sedile posteriore, trovando al suo interno nientepopodimenoché un Marc imbronciato.
    <<E tu che ci fai qui?>> fece lei che ci capiva sempre meno.





    Marc la guardò male: <<Vorrei tanto saperlo anch'io, ma a qualcuno piace fare i misteriosi!>>
    <<Ciao Maddie! >> fece Eric dal posto di guida., mentre Star si sedeva davanti a lei.
    <<Metti in moto Eric!>> fece lei svelta, e il suo ragazzo non se lo fece ripetere due volte.
    Eric sembrava particolarmente felice ed eccitato...ma che diavolo stavano combinando?!?
    Maddie si rigirò verso Marc alquanto imbarazzata...doveva proprio stargli seduta così vicina?
    Lui la guardò tenendole sempre il broncio, e la ragazza, inviperita, non riuscì a trattenersi dal dire a Star:
    Maddie: <<Ok, fate quello che volete...ma io vicino a Marc non ci voglio stare!>>
    Marc: <<"Io vicino a Marc non ci foglio stare!">> fece lui imitandola con vocina infantile.
    Maddie: <<Hai qualcosa da ridire, forse? >>
    Marc: <<Si, che allora mi siedo io davanti, così non ti vedo nemmeno! >>
    Maddie: <<La mia intenzione era quella! Se il tuo testone non ti ci ha fatto arrivare prima, la colpa non è mia! Mi ci siedo io davanti! >>
    Marc: <<Sai che ti dico? Se devi colpirmi su difetti fisici, sei arrivata alla frutta, bella! E scusa per il "bella"! >>
    Eric: *frena all' improvviso* <<ADESSO BASTA, CHIUDETE QUELLE FOGNE CHE VI RITROVATE AL POSTO DELLE BOCCHE!! >>
    Star/Marc/Maddie: <<....Eric? >>
    Eric: <<Ragazzi scusate, sono stati giorni stressanti, ho sonno, devo guidare per quattro ore, per favore non mettetevi nelle orecchie pure voi...>>
    Maddie: <<Scusa Eric...>>
    Al contrario della Nostra però, Marc si era preoccupato alquanto:





    Marc: <<Quattro ore? Ma dove ci state portando?>>
    Eric rimise in moto la macchina, e fu Star che prese a parlare con un gran sorrisone:
    Star: <<A Bridgeport, io ed Eric ci sposiamo!>>
    *rumore del vento e balle di fieno(?) per un tempo interminabile*
    Marc: <<Ragazzi...ma siete matti?>>
    Maddie: <<Siii! Che bello, che cosa romantica! >>
    Marc: << >>
    Eric: <<Ecco, appunto, questo è il giorno più bello della mia vita, quindi per favore, fate una tregua e non ci assillate la giornata, poi domani potrete anche uccidervi!>>
    Marc: <<Bastava avvertire, se avessi saputo che c'era Maddie, non sarei venuto!>>
    Maddie: *linguaccia*


    Età media in questa macchina: 7 anni...e giusto perchè c'è Star!


    La cantante si voltò verso entrambi, in un sguardo davvero poco pacifico...
    Star: <<Adesso ascoltatemi bene, voi due: io ed Eric vi siamo stati vicini in ogni situazione, abbiamo ascoltato i vostri piagnistei e vi abbiamo risollevato quando avreste solo voluto mandare tutto e tutti a quel paese, ora vi chiediamo di farci da testimoni e di passare una giornata insieme tutti e quattro, UNA giornata...direi, anzi ASSERISCO, che almeno questo, per me ed Eric, potete (e dovete) farlo! Sto chiedendo troppo, forse?>>
    Marc/Maddie: <<...no...>>
    Star: <<Non ho sentito!>>
    Marc/Maddie: <<No!>>
    Star: <<Così va meglio ù_ù>>
    Maddie: <<Ma perchè...cioè, vi sposate così, all' improvviso?>>
    Star: <<Sono stata invitata in tantissimi programmi di ventesima categoria, dove mi chiedevano di presentarmi con Justin, l' agente delle stesso mi ha fatto proposte per mandare avanti la farsa...mi hanno offerto molti soldi, ed ovviamente apparizioni su vari giornali di gossip...>>





    Marc: <<E quindi?>> chiese Marc, che era stato aggiornato di quello che era successo da Eric.
    Eric: <<Quindi andremo ad uno di questi programmi...>>
    Star: <<...da sposati...>>
    Eric: <<....e smascheriamo quell' idiota !>>
    Maddie: <<Ma non è, uhm...avventato?>>
    Eric: <<E' la cosa più naturale che io abbia mai fatto! >>
    Star: << >>
    Maddie: << >>
    Marc: << >>
    E così cominciò il viaggio...Maddie non dovette faticare nemmeno molto ad evitare di incrociare lo sguardo di Marc, visto che il moretto si era addormentato quasi subito, appoggiando il capo al finestrino.
    Tsé, lei era così nervosa nello stargli vicina, che era impensabile prendere sonno: lui invece si era addormentato senza problemi...evidentemente non gli faceva proprio nessun' effetto stare vicino a lei!


    Bene. Benissimo.


    <<Maddie?>> fece Star a voce leggermente più bassa
    <<Hn?>>
    <<Come va col tuo...ehm, fidanzato?>>
    <<Bene...no, aspetta, ma come fai a sape->>
    <<Sono contenta che va tutto bene! Finalmente hai trovato qualcuno che può darti quello che vuoi, no?>>
    <<Già... >>
    <<Cos' è quel sospiro?>>
    <<Niente, è che...forse sta....stiamo correndo troppo!>>
    <<Perchè?>>
    <<Bhè...l' anno prossimo ci sposiamo, e quindi...>>
    Eric, che stava ascoltando tutto, frenò all' improvviso, convinto di aver capito male, facendo nel frattempo sbattere la testa di Marc sul sediolino anteriore.
    <<Eric, ma ti sei bevuto il cervello, oh!>>
    <<Marc, sta zitto! Maddie, ma davvero ti sposi l' anno prossimo ?!? E poi dici a me e Star che siamo avventati???>>
    Il tempo di realizzare quella domanda che era stata rivolta alla sua Pel di Carota, e qualcosa al livello del petto di Marc si frantumò...





    Fortunatamente, fu Star a toglierla dall'imbarazzo, anche se, agli occhi della Nostra, peggiorò ulteriormente la situazione:
    <<Embé? Se si amano, che problema c' è? Conoscendo Maddie, sarà sicuramente un tipo garbato, gentile, e di buone maniere! ù_ù>>
    Eric era rimasto senza parole...più di chiunque altro sapeva quante lacrime aveva versato Maddie per (colpa di) Marc. E ora all' improvviso...che era successo?
    <<Si, infatti!>> parlò Maddie poco convinta <<Che problema c'è?>>
    Star guardò in direzione del suo migliore amico:
    <<Marc , sembra che ti abbia investito un tram...torna a dormire caro!>>
    <<Se qualcuno non facesse frenate improvvise...Dio, ho bisogno di caffè...>>
    <<Possiamo anche fermarci, ma non è meglio che dormi un pò? E' da quando hai aperto il locale che dormi si e no due ore al giorno...prima o poi dovrai crollare, e non vorrei che lo facessi proprio mentre sono all' altare!>>
    Marc grugnì qualcosa e si riappoggiò al finestrino...chiuse gli occhi, ma non avrebbe più ripreso sonno, di questo era certo. Maddie, la sua Maddie, si sposava...l' aveva persa. Per sempre. Che avrebbe potuto mai fare di fronte addirittura ad un matrimonio? Ormai era chiaro...l'aveva dimenticato, e dannazione se faceva male! Ora doveva solo aspettare che quella giornata avesse fine, quell' ultima giornata da passare a guardarla di soppiatto, come una punizione...a monito di ciò che aveva perduto.


    La Somma Creatrice si sta deprimendo... =_=


    <<Wow, chebellochebellochebello !!>> urlava Maddie nel vedere il lotto bellissimo in cui si sarebbero sposati i suoi due migliori amici!
    Marc era letteralmente basito: <<Io non capisco...avevamo tre chiese da poter utilizzare...ci sono sia quella di "Nemesis" che quella di "The Night Chronicle", per non parlare di quella de “La voce del Silenzio”…..e VOI andate a prendervi un lotto di "Per Sempre"?!?>>





    <<Bhè, diresti che non siamo stati originali ?>> fece Eric
    Fecero per entrare, ma Maddie bloccò tutti:
    <<Aspettate...ma che facciamo? Ci presentiamo così? >>
    Marc/Star/Eric: <<???>>
    <<Insomma...non dovremmo vestirci un pò meglio...? Per favooooreeeeee!>>
    <<Ehm...non saprei>> face Star <<magari si...>>
    <<Eddai Star...quale donna non sogna l'abito bianco ? Non vorrai davvero sposarti così ? Va bene fare le cose di fretta, però... >>
    <<Star...>> intervenne Eric <<...per va bene...è mattino presto, direi che un paio d'ore in più non cambieranno nulla! >>
    <<Grazie Eric!>> fece Star abbracciandolo.
    Il futuro marito ( *_* ) le sorrise: <<Ok, andate pure, io e Marc cerchiamo gli smoking!>>
    <<Ma quale smoking e smoking, oh?>> fece Marc trasalendo <<Io sto benissimo così, grazie!>>
    <<Sei il solito guastafeste, è per fare una cosa carina per loro, si meritano un bel matrimonio, non una "toccata e fuga" !>> gli fece Maddie sprezzante





    <<Sé-sé..."per loro"...tu ti stai divertendo anche troppo! >> le fece di rimando Marc, ma Eric li interruppe nuovamente, tirandosi Marc per il braccio: <<Ci vediamo tra un paio d'ore!!>>


    CONTINUA SOTTO

  2. #422
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    26

    Re: Decisioni da prendere (LoD) - RISULTATI DELLE VOTAZIONI

    <<Il vestito andava bene, c' era bisogno di farsi anche i capelli?>> fece Star guardandosi allo specchio.
    <<Assolutamente si, quel fucsia era antiestetico, e poi sei bellissima...come ti invidio *_*!>>
    <<Invidia? Ma non ti sposi anche tu tra un anno?>>
    <<....Star... >>
    <<Tranquilla, non devi dirmi niente! Pensa solo bene a quello che stai facendo, direi che ormai sai pensare con la tua testa!>>
    <<Ma ceeeerto! E poi capirai, ormai è chiaro che Marc non è più interessato a me, quindi... >>





    <<Che c'entra Marc adesso?>>
    <<Eh? Ah, no niente, era così per dire...>>
    <<Già...>>
    <<Senti Star...ma lui non ti ha detto niente...vero?>>
    <<Riguardo cosa?>> *finge di non capire*
    <<Ehm...così, in generale...>>
    <<Maddie, senti, sinceramente no, sono stata impegnatissima in questo periodo, ho saputo solo ieri sera che Marc era qui *bugia*, e tempo per parlare non ce n'è stato...ma in fondo che t' importa di quello che pensa lui? Ormai hai un'altro... >>*bastard inside*
    <<Si-si, certo! Era così, tanto per... >> *sgamed*


    <<Ma ti rendi conto ? E' un totale idiota ! A parte la "leccata di vacca in testa", ma se lo sentissi parlare..."Piacere, io chiama Ivan"...sembra uscito da un film porno russo di seconda categoria !! E ha il naso storto! E veste come un' idiota! Me l'ha detto persino il mio capo che quello fa affidamento solo a suo padre...tsé…è pieno di soldi e basta! Ma come si sentiva figo poi, nel suo completo firmato, ma lasciami dire che->>
    <<Papillion o cravatta?>> chiese Eric che non lo stava minimamente ascoltando





    <<Cravatta. Sai quando hai proprio la sensazione di "viscido"? Ecco, esattamente quello!...ah, ma gliel'ho fatta abbassare IO la cresta...>>
    <<Gessato o tinta unita?>>
    <<Tinta unita. Avesti potuto vedere la faccia che ha fatto quando gli ho detto che ero l' ex di Maddie! Ah! Aveva ingrossato talmente tanto gli occhi da sembrare un maiale! Eric, ma mi stai ascoltando?>>
    <<Forse è meglio se metto il papillon...>>
    << >>


    <<Ok...ci siamo!>> fece Star con un grosso sospiro, stringendo forte la mano di Eric.
    Appena entrati però, furono accolti da una strana musica...


    Hey sister, go sister, soul sister, flow sister
    Hey sister, go sister, soul sister, go sister
    Itchy gitchi yaya dada (hey hey hey)
    Itchy gitchi yaya hee (hee oh)
    Mocha chocolata yaya (ooh yeah)
    Creole Lady Marmalade (ohh)
    Voulez-vous coucher avec moi, ce soir (oh oh)



    <<Ma che diavolo succede??> fece Star incredula





    <<Umi & Lestat, per i vostri addii al nubilato e celibato! Venite a divertirvi con i noi tra le arcane stanze di questo palazzo, custodi fedeli d' antichi incontri d'armi ed amori...assaggiate il nostro Champigneto, un nettare afrodisiaco che...>>
    <<Ecco vedi? Invece di pensare ai vestiti da cerimonia...com'è che non ti è venuta in mente una festa d'addio al nubilato e celibato ?>> fece Marc a Maddie, punzecchiandola.
    <<Ti sarebbe piaciuto, eh? >>
    <<Ovvio che si! E avrei partecipato ad entrambe! ù_ù >>
    *Maddie assume uno strano colore verde* (gelosa? )
    Star interruppe però quel "benvenuto": <<Si-si, abbiamo capito, grazie tante ma non ci interessa!>>
    <<Ah, non ci interessa? >> fece Eric un tantino dispiaciuto
    <<No >> rispose Star definitiva.


    Passati oltre, trovarono finalmente il prete. Svolte le prime formalità, stavano per firmare i vari documenti, quando...
    <<Fermi, o voi, marrani!>>
    <<Che altro c'è ?!?>> urlò Star spazientita, ma nel girarsi, si ritrovò davanti una delle coppie più famose (e con la media più lunga di capelli) di tutto il forum di The Sims 3…





    <<Come può un valoroso cavaliere come me lasciarvi compiere un atto di tal smaniosa fretta! Orsù dunque, non indugiate ancor, e abbandonate i vostri malvagi propositi!>> minacciò loro Sephiro, che per qualche motivo a loro sconosciuto, voleva mandarli via dalla sala,
    e la voce cristallina come cristallo (?!?) di Luce interruppe quella sequela di minacce:
    <<Oh, mio valoroso Sephiro, qual eleganza nel vostro linguaggio, e che prestanza nel vostro portamento! Più un dubbio non ho, a coronar con uomo di tal gaudio il sogno d'amor di ogni virginea (?) donzella! >>
    <<Fermi-fermi! Ma di che diavolo state parlando? Chi siete? Che volete? Dove andate? (Un fiorino! [cit. Massimo Troisi]: nda) E soprattutto...come fai tu ad avere una chioma così fluente e curata nonostante i capelli siano così lunghi?>> chiese Star rivolta a Sephiro.


    La Somma Creatrice teme la situazione stia degenerando…*va a fare una telefonata*


    <<Svelar non posso il segreto della mia fluente e ipnotica chioma, (pss! è un package ù_ù), un altro problema mi impone ora la letizia mia...sposar mi devo, prima che *qualcuno* si accorga della nostra fuga d'amor!>>
    <<Ehm...si, ok >> fece Eric <<Allora aspetta il tuo turno!>>
    <<Giammai!>> urlò Sephiro <<E come osi rivolgerti così alla mia persona? Non si addice ad un inesperto guerriero, che non può aspirare neanche ad essere mio scudiero, di rivolgersi a me col TU e, per giunta, elemosinando pietà!>>
    <<Ma io non ho elemosinato niente...ma è scemo questo? >>
    Marc tentò di intervenire: <<Sentite, con tutto il rispetto, ma andiamo davvero di fretta, abbiamo già perso abbastanza tempo per cercare vestiti decenti che, come potete vedere, non abbiamo trovato...e vedo che per voi la situazione non è molto diversa...ma come siete vestiti?>>
    <<Marc, non capisci niente! Guarda che questi sono capi d’alta moda!>> lo aggredì Maddie
    <<Ma non ti va mai bene niente di quello che dico? Tappati le orecchie quando parlo! >>
    <<Lo farò sicuramente, perché non sopporto più nemmeno la tua voce!! >>
    <<Oh, come può il mio delicato cuor assister a tal scempio… >> intervenne tra loro Luce:
    Maddie/Marc: <<??>>
    Luce: <<E’ oltremodo triste veder due amanti tanto innamorati a battibeccar…gli specchi delle anime vostre mentir non possono! Qual dolor si cela nei vostri cuori feriti?>>





    Marc: <<Ma è scema? >>
    Maddie: <<Ma sarà naturale quel colore di capelli? >>


    Sephiro, capendo che quella coppia dai capelli mal tagliati non gli avrebbe ceduto il passo (in quanto aveva necessità di sposarsi il prima possibile!), decise di passare alle maniere forti:
    <<Indugiar più non posso! Messere, la sfido in duello all’ultimo sangue!!>> urlò il cavaliere rivolto a Eric, che corse subito a nascondersi dietro Star:





    <<Senta, per favore, ci mettiamo pochissimo a sposarci noi, davvero, ma andiamo proprio di fretta!>> piagnucolò Eric con vocina impaurita.
    Luce orami, vedendo il proprio sogno d’amore infrangersi pian piano, scoppiò in lacrime:
    <<Oh, mio amato Sephiro ! A qual fine siamo stati destinati? Perché…perché ?? E’ forse chieder troppo coronare un proprio sogno d’ amore?>>
    <<Oh, mia dolce e amata Luce…








    *ciocca di capelli fuori posto*





    …mi duole oltremodo vedervi così triste…ma vi prometto sulla mia collezione di biancheria di seta che vi porterò in un altro diario, questa LoD al nostro caso non fa, e poi…>>
    <<Poi cosa?>> interruppe una voce altera e severa….
    Luce si portò le mani alla bocca dallo stupore: la loro Somma Creatrice…Archisim!!





    <<Oh, Somma Creatrice, noi…>> tentò di spiegare Luce…
    <<Silenzio ! Mi giro un attimo e voi ve ne scappate dalla cartella SavedSim come dei ladri…è questo il ringraziamento per avervi creati (e avervi fatto così belli)?>>
    Ma Luce, a quel punto, non ce la fece proprio più…:
    << Lei ci avrà dato la vita, o Somma Creatrice, ma il mio dolce Sephiro mi ha donato qualcosa che nemmeno voi potevate darmi…l’ Amore! Lo stesso Amore che lui userà per difendermi da voi…Sephiro? Dove Sei ?>>





    In effetti Sephiro era scomparso (diciamo pure che era fuggito impaurito ), ma Archisim, con i suoi poteri di Somma Creatice, lo localizzò in un attimo…





    girò dietro una colonna e lo trascinò per i capelli verso l’uscita della sala dello sposalizio.
    <<Scusate il disturbo!>> fece Archisim rivolta ai protagonisti della LoD, che ancora si domandavano che diavolo era successo…sentivano in lontananza un Sephiro piangere a dirotto…
    <<Buhaaaaa, Somma Creatrice…cattiva !! Sniff-sniff! Io voglio stare con la mia Luce, Nova nun me piace!!!>>
    <<Non se ne parla nemmeno !>> tuonò Archisim <<Ora mi servite per il mio Diario, poi ognuno di voi *forse* farà quello che vorrà…ma ora vedi di rigare dritto, o la tua collezione di profumini sarà eliminata !!>>
    <<Nooooo, la mia collezione di profumini nooooo !!!>>





    Il prete richiamò all'ordine i personaggi della LoD, e finalmente, la veloce cerimonia poté cominciare.
    Qualcosa di semplice,e (purtroppo) sbrigativo, ma molto significativo per i due sposi...una promessa di un amore oramai già consolidato. In fondo, cos'altro è un matrimonio, se non la conferma dei propri sentimenti?
    La certezza di voler passare l'intera vita con l'altra metà del tuo cuore...fu con questi pensieri, che Star ebbe un sussulto e scoppiò a piangere.
    Il prete si formò sorridendole, lasciandole il tempo di riprendersi:
    Marc e Maddie erano rimasti veramente di sasso...erano convinti che al massimo sarebbe crollato Eric, e invece!
    Quest'ultimo, da parte sua, sorrise alla fidanzata, la quale di rimando l'abbracciò forte, nascondendo il viso nell'incavo del suo collo:





    <<Grazie...>> riuscì solo a dire lei. E solo loro due sapevano cosa significava.
    Grazie, perchè ci sei sempre.
    Grazie, perchè mi hai permesso di volare da sola quando ne avevo bisogno.
    Grazie, perchè solo tu sai chi sono davvero, e lo hai accettato.
    Grazie, di essere sempre stato te stesso.


    Finalmente liberi...finalmente non si sarebbero più nascosti, vedendosi come ladri...che li scovassero giornalisti, fotografi e quant'altro ora!!


    E se Star si era ripresa quasi subito, Maddie tentava di trattenere le lacrime mal riuscendoci...alla fine s'era commossa!
    Mentre il parroco continuava l'omelia, vide un fazzoletto "fluttuare" alla sua sinistra...Marc la guardava con un sguardo tra il divertito e il comprensivo, e lei accettò il fazzoletto:
    <<Grazie... >>fece lei flebilmente, e si soffiò il naso.
    A Marc venne quasi naturale il volerle passare una mano tra i capelli, come faceva sempre quando stavano insieme, era un gesto in cui lei trovava sempre conforto...tese il braccio verso di lei, ma lo ritirò velocemente prima che lei potesse vederlo, e tornò al suo posto.
    Doveva lasciarla in pace...era felice con un altro ora...





    Dopo la cerimonia, avevano pranzato in un localino piccolo e appartato, dove sicuramente non avrebbero ricevuto attacchi giornalistici. Il pranzo passò tranquillamente, fosse stato quel gesto di "tregua" di Marc nella chiesa non si sapeva, ma qualsiasi fosse stata la causa, ora entrambi erano più tranquilli, e tutti e quattro avevano tentato di rimanere su un terreno neutrale.
    <<Vi dispiace se passiamo dalla mia agenzia? Credo proprio di doverli avvisare adesso , meglio farlo di persona!>> chiese Star.
    Era sabato, l'unico che doveva lavorare era Marc, ma solo verso sera, quindi il problema di rimanere ancora un pò, non si pose.


    Mentre Eric e Star erano entrati nell'edificio, i nostri due sciancati erano rimasti da soli...
    *silenzio imbarazzante e altre balle di fieno* (che poi vorrei sapere da dove escono ste'balle di fieno per Bridgeport...mah)





    <<Quindi tra un anno ti sposi?>>


    Marc, caro, hai mai sentito la dicitura "sondare il terreno" prima d'ora ??


    <<Già>> fece lei sospirando.
    <<E lo dici con tutta questa felicità ?>> chiese lui ironicamente.
    <<Marc, senti sono stanca, non ho voglia di giochetti...>>
    Lui rise...”giochetti”...era così strano per lei che lui volesse sapere se...
    <<Sei felice?>>
    <<Come?>>
    <<Lui ti rende felice?>>
    <<............oddio, ho dimenticato di accendere il cellulare !!>> urlò lei all'improvviso.
    Si era completamente dimenticata di Ivan, se Marc non lo tirava nel discorso col cavolo che lo chiamava!!
    Marc la guardò stranito..ma che era successo?
    <<Avrei dovuto passare la giornata con lui oggi! Me l'ero completamente dimenticato!!>>
    <<Devi tenerci tanto, eh ?>> ironizzò Marc.
    <<Sta zitto !>> urlò lei mentre accendeva il telefonino. 50 messaggi e passa di telefonate mancate di Ivan, 23 messaggi nella segreteria telefonica, più un'altra trentina di sms...cacchio !
    <<Ivan, scusami, ho avuto un contrattempo...>>
    <<Dove diavolo è tu ?? Muove sedere e viene qua, subito! Io no accetta essere preso in giro !!>>
    <<Ma chi ti prende in giro ? Assolutamente...ma non posso proprio muovermi adesso, ho dovuto fare un favore ad un'amica...>>





    <<Amica? Amica più importante di tuo promesso sposo ? E poi...sicuro amicA ? Se io sa che tu uscita con altri maschi, Maddie, io viene a prendere fino là!! Capito ?!?>>
    Cosa? Dov'era il "dolce e timido" (e insipido) Ivan?
    <<No...non ci sono maschi...>> ribattè lei incolore...ma che stava facendo? Era rimasta talmente tanto sorpresa da quella presa di posizione di Ivan, da non riuscire nemmeno a controbattere.
    Il fidanzato non la rispose, le attaccò direttamente il telefono in faccia.
    <<"Forza Maddie! Muove tuo bel sedere" !>> le fece Marc imitando l'accento russo di Ivan...quest'ultimo aveva urlato così forte al telefono, che l'aveva sentito persino Marc.
    <<Fatti gli affaracci tuoi Marc, è chiaro ?>>
    <<Certo-certo...>> le fece lui sogghignando. Quell' Ivan era proprio un'idiota.





    Ma più che altro, lo faceva incavolare il fatto che Maddie fosse stata così ingenua da farsi abbindolare un'altra volta da "Jeremy 2 - La Vendetta"...al diavolo! Una volta si può sbagliare, ma alla seconda significa che te lo vai proprio a cercare!
    <<Scusa tanto se mi preoccupo per te...>> fece lui guardando di fronte di sé.
    <<Ti preoccupi per me? Cosa te ne importa ? Io non sono più affare tuo!>>
    <<Maddie ma come parli?>> sbottò lui: <<"Affare mio"? Tu non sei mai stata "affare mio"!>>


    Sei solo la proprietaria del mio cuore...


    <<Quell'uomo ti sta già cambiando!>>
    <<E io ti ripeto che non affari tuoi!>>





    <<Allora perché non mi rispondi alla domanda di prima? Ti rende felice davvero?>>
    <<Certo, e sai perché? Perché LUI non mi abbandonerà mai, di questo sono sicura, ecco perché!>>
    Colpito e affondato.
    Eccoli a litigare di nuovo. A rinfacciarsi sbagli e cattiverie.
    Dopo un silenzio opprimente, Maddie rialzò lo sguardo, accorgendosi che lui non aveva fatto altro che osservarla mentre lei aveva il capo basso. Il problema però era che non la guardava in viso, ma leggermente più in giù...ma era matto? Si era fissato a guardarle il seno?
    <<Che hai da guardare?>> fece lei arrossendo
    Marc non mosse il volto, alzando semplicemente gli occhi grigi e freddi sui suoi:
    <<Il tuo vestito...>>
    <<Il mio...? Bhé, cos'ha che non va il mio vestito?>>
    <<E' sbiadito...come chi lo porta>>
    <<...>>


    <<Eccoci! Avreste dovuto vedere le loro facce! Che risate !>> urlò Star tutta felice.
    <<Ah, mi si è tolto un peso, lo giuro !!>> rise Eric tutto felice: <<Allora, che si fa adesso?? Vi va di andare a fare un giro? E' ancora presto!>>
    <<No, devo passare per casa, torniamo a Twinbrook>> fece Marc incolore.
    Maddie non disse nulla, ed Eric e Star si guardarono imbarazzati...ma non potevano lasciarli da soli per 5 minuti che riattaccavano a litigare?!?





    Il viaggio di ritorno trascorse tra le chiacchiere dei ragazzi e il sottofondo della radio, ma Maddie non spiccicò una parola.
    "Il vestito era sbiadito...come lei". Accompagnato Marc a casa, che a stento l’aveva salutata, Eric mise in moto per riaccompagnarla:
    <<E' solo un idiota ! Meno male che ci siamo lasciati due anni fa! Ora ricordo tutti i motivi per cui non lo sopportavo quando l'ho conosciuto !!>>
    <<Ma di chi parli??>> fece Star ridendo, che sapeva benissimo a chi si riferiva Maddie
    <<Lo sai che ha detto? Che ho il vestito sbiadito!!>>
    Eric/Star: <<.....ehm...e quindi ?>>
    <<Come "e quindi"? Cos'hanno che non vanno i miei vestiti ?!?>>
    <<Ehm...Maddie, senti...>> abbozzò Eric
    <<...ti vesti da schifo da due anni a questa parte ù_ù!>> continuò per lui Star
    <<Che...cosa ?>>
    <<Ma ti sei vista? Da quando se n'è andato Marc, hai cominciato pian piano a vestirti solo con colori scuri !>>
    <<Non è vero! Nessuno dei lettori l'ha notato !>>
    <<Anche se non l'hanno notato, non significa che se vanno a controllare nello scorso capitolo non lo notino, ora che l'ho detto ù_ù!>>





    <<Ma...ma che vuol dire? Non posso aver semplicemente cambiato gusti?>>
    <<Perché sei davvero cambiata, Maddie>> intervenne Eric, cercando di soppesare le parole: <<Sei più......i-io credo che Marc intendesse dire che ti ha trovata un pò più...ehm...>>
    <<"Sbiadita" ?>>
    <<...bhé, magari non è proprio il termine->>
    <<Lo pensate anche voi?>>
    Star sbuffò sonoramente: <<Si Maddie, lo pensiamo anche noi...>>
    <<Bhé...grazie tante... >>
    <<Non ti arrabbiare Maddie...se te l'abbiamo detto, è perché sappiamo che non sei così. Non ho detto che devi rifarti un armadio, però forse dovresti tornare a vivere un pò...>>
    <<Ma che state dicendo ? Ho un fidanzato, degli amici, esco tutte le settimane, un lavoro che mi soddisfa...come fate a dire che non sono felice e non sto vivendo?>>
    <<E te le stai godendo davvero tutte queste cose?>>
    La rossa registrò quelle parole di Star...perché sapeva che ci avrebbe rimuginato su tutta la notte.
    Arrivata a casa, salutò i novelli sposi, con la promessa di rivedersi l'indomani...il piano di Star non era ancora terminato!
    <<Mi raccomando Maddie, porta quante più persone possibili!>>
    <<Si-si, certo...ah, allora mica ti scoccia se porto pure Ivan? Si è già arrabbiato abbastanza oggi... >>
    <<Ma certo, ci mancherebbe! A domani>>
    <<Ciao Maddie!>> la salutò Eric dal finestrino, mentre lei entrava in casa.


    Ah...quindi lei era ..."spenta"? "Sbiadita"?





    Ma perchè? Perchè nessuno le aveva detto nulla prima? Era davvero cambiata così tanto?
    E doveva arrivare Marc per farglielo capire e risvegliarla?
    Si bloccò al quel pensiero...Marc l'aveva risvegliata?
    Senza il coraggio di darsi una qualsivoglia risposta, si andò a buttare sul letto...fece le svariate telefonate, avvisando amici e amici di amici che Star avrebbe tenuto una festa al lago di Twinbrook, avvisò Ivan, e poi via...tra le braccia di Marc…ehm, cioè…di Morfeo, si…lei voleva dire Morfeo .


    Questo cuore
    Sparpagliato
    Per il mondo se ne va'
    Questo cuore
    Disperato
    E' delicato…


    E’ delicato - Zucchero



    Il mattino dopo, a lavoro, Maddie avvisò il sign. Donner che si sarebbe presa il pomeriggio libero.
    Quando Ivan la passò a prendere, si scusò con lei per il comportamento del giorno prima al telefono:
    <<Grande dispiacere...ma io perso testa, capisci? Io ama te, e quindi geloso!>>





    E dire che avrebbe tanto desiderato che Marc fosse geloso quando stavano insieme...ora invece, lo ammirava per quella maturità e fiducia che lei aveva scambiato per indifferenza...le mancava da morire...dannazione!
    Ivan la baciò con la solita troppa foga...e lei lo lasciò fare ancora una volta.
    Quanto.Era.Caduta.In.Basso.
    <<Devo cambiarmi...>>
    <<Come?>> fece Ivan staccandosi da lei
    <<Devo passare per casa, devo cambiarmi!>>
    <<Ma io pensa tu benissimo così...>>





    <<Lo so, ma...uffa, voglio cambiarmi, stiamo andando ad una festa!>> sbuffò lei nervosa, e Ivan l'accontentò.




    <<Oddio, Maddie...ma stai benissimo! Che bella!! >> fece Erika vedendola arrivare.





    Maddie arrossì, perchè aveva notato che tutti gli amici più stretti la stavano in effetti guardando un pò straniti, felicemente sorpresi di vederla finalmente un pò più "colorata"...al diavolo, quell'idiota aveva ragione!
    <<Finalmente, sembrava che ormai dovessimo tenerti a lutto!!>> rise Raphael, un altro loro amico, mentre Marc osservava la scena curioso...
    <<Bisognava far tornare Marc per->>
    <<Erika! Questo è il mio fidanzato, Ivan!>> sibilò lei a denti stretti prima che Ivan facesse qualche scenata.
    Peccato però che il russo se n'era accorto eccome che "il cuoco" era lì, e mentre lui l'aveva fissato con astio, Marc non faceva altro che rivolgergli enormi sorrisoni e a metterlo a suo agio...(come si dice..."prendere per il sedere"? )


    La sorpresa riuscì molto bene, Star ed Eric avevano fatto un vero e proprio annuncio del loro matrimonio, tra le facce allibite dei presenti (tranne quelle di Maddie e Marc ovviamente), e il tempo scorreva abbastanza tranquillamente.
    <<Marc, ma hai cucinato russo ?>> fece Erika allibita: in effetti Marc si era dato da fare per cucinare le portate più famose della patria di Ivan, il quale stava ancora decidendo se prendere bene la cosa o no.
    <<Ma ceeeeerto… >> fece Marc sorridendo fintamente e alzando un bicchiere di nettare verso Ivan: <<In fondo devo ringraziare te, Ivan, se ora sono più libero dal lavoro. Quando tuo padre ha chiamato Galande per avvisarlo che saresti stato qui, il mio capo è corso, quindi ora si occupa lui della parte amministrativa del locale, ed io adesso sono libero, grazie a te, di lavorare solo la sera…finalmente ho potuto dormire, dacché non lo facevo da una settimana…>>
    <<Ah, quindi tu occupava di parte amministrativa, anche?>> fece Ivan, e Maddie appizzò le orecchie.





    <<Ovvio, e chi altri sennò?>> fece Marc beffardo <<Sono il co-proprietario !>>
    <<Tu cosa ??>> fece Maddie allibita senza pensare che gli stava rivolgendo la parola.
    <<Il 40% del locale è mio ù_ù>> rispose Marc con tranquillità.
    Il discorso, che aveva lasciato Maddie letteralmente di sasso, era finito lì…il pranzo continuò tra altri discorsi, finchè Ivan, dopo aver assaggiato tutte quelle leccornie, sembrò più propenso a parlare civilmente a Marc, anche se non mancava mai di guardarlo accigliato:
    <<Dove ha imparato tu cucina così bene?>>
    <<Da mia madre!>> rispose Marc con naturalezza.
    <<Ah!>> sbottò Ivan pensando di metterlo in imbarazzo: <<Io pensava tu studiato con Gerarde DeFraubelle, o Jean Russe!>> fece il russo nominando insigni cuochi francesi di fama mondiale.
    <<Ho lavorato anche per loro>> fece Marc sicuro <<Ma i miei segreti li ho appresi da mia madre…direi che hai apprezzato!>>
    Ivan sbruffò, e passò a parlare con Rafael e altri ragazzi lì vicino, non degnando Marc di una risposta.
    Maddie era rimasta attonita…Marc proprietario di un esclusivo ristorante?


    Maddie...sei incorreggibile...parola di Somma Creatrice...


    Ogni tanto la rossa cercava Marc con lo sguardo, ma inutilmente...non la guardava mai, nemmeno di sfuggita. L’aveva dimenticata davvero, non gli importava più niente di lei…era solo un'illusa...ma che si aspettava? Il cavaliere che la venisse a salvare sul cavallo bianco ?
    In realtà il nostro cuoco era troppo furbo per farsi sgamare da lei, quando invece lui non se ne stava perdendo un movimento...
    <<Dici che è un segnale?>> chiese Marc a Star riferendosi al fatto che Maddie avesse accolto il suo consiglio di cambiarsi...le importava quindi il suo giudizio?
    <<Io dico che dovreste parlarne e basta...sembrate due bambini! Scusami, vado a salvare Eric...>>
    In effetti il povero Eric era stato letteralmente rapito da Ivan, che aveva deciso di farselo amico ad ogni costo, subissandolo di parole, mentre il poveretto annuiva impotente in nome della buona educazione...





    <<Ehm…Star?>> fece Erika tremante <<Io non vorrei allarmarti, ma sono sicurissima di aver visto qualcuno dietro quel cespuglio…>>
    Giornalisti…perfetto!
    <<Continuate a comportarvi come se nulla fosse…forza! Non state impalati, divertitevi !>>fece Star.
    Il piano di Eric (ebbene si, aveva pensato a tutto lui !) aveva funzionato alla grande! Ora tutti avrebbero saputo che stava con un’ altro, l’indomani la notizia del suo matrimonio sarebbe stata di dominio pubblico…basta nascondersi! Ora poteva stare con Eric senza preoccuparsi di nulla!
    Tutti ripreso tranquillamente a continuare quello che stavano facendo, tra chiacchiere, giochi di carte, chi suonava la chitarra…


    Marc da parte sua si stava divertendo tantissimo sulla bassezza di Ivan: quell'idiota non solo si teneva stretto Maddie come una "proprietà", cingendole sempre la vita senza mai lasciarla, ma l'aveva sgamato più volte ad osservarlo. Che ridicolo!
    Per esattezza, Ivan controllava se Marc li stava guardando, e appena lo faceva, lui baciava Maddie.
    Troppo azzeccoso. E Maddie non faceva nulla.
    Troppo stupido. E lui, Marc, non avrebbe fatto nulla.





    Ma Ivan pensava davvero che fosse così idiota da cascare in così basse provocazioni?
    Stupido due volte.


    Stranamente, più una cosa ci fa male, più la cerchiamo. Per Marc era una specie di auto-punizione (e tu eri quello non-masochista, eh? :nda). Più la osservava stare con quello schifoso, più si sarebbe ricordato che lei non sarebbe più stata sua, che l’aveva persa e che lo aveva dimenticato…si, gli sarebbe stato di grande aiuto! Perso tra i suoi pensieri, arrivò fino alla sponda del lago…gli ritornò alla mente la prima sera che Maddie era uscita con loro, quando avevano organizzato quel falò. Quando lui ed Eric si erano tuffati in acqua, e si era accorto dello sguardo di Maddie su di sé. Quanti anni erano passati? Cinque…Sei?
    Ricordava esattamente come si era sentito…fragile, sotto giudizio. Incredibilmente, gli interessava cosa pensava di lui quella sconosciuta, come lo giudicava. Farle una buona impressione era diventato, col passare del tempo, fondamentale come respirare…ottenere l’approvazione di Maddie.





    <<Mi dispiace, Marc…>>
    Senza voltarsi, Marc alzò la sua bottiglia verso l’amico:
    <<Auguri sposo!>> gli fece il moretto evitando quello che gli aveva appena detto.
    Eric alzò la bottiglia, e le fecero cozzare leggermente.
    <<Buona permanenza, in prigione!>> gli fece Marc, riferendosi al suo matrimonio.
    <<Se la prigione è questa…ci metto la firma, Marc. Sul serio >> fece il suo amico con tranquillità, poi continuò: <<Senti…Star mi ha detto che hai intenzione di ripartire per Champ Les Sims…dimmi che è uno scherzo >> fece Eric preoccupato.
    Nessuna risposta…e chi tace acconsente.
    Passò un tempo lunghissimo…Eric rimuginava, rimuginava, rimuginava….con la testa chiusa tra le mani…<<Ho già perso Star…non voglio perdere anche te e Maddie!>>





    Marc sospirò pesantemente: <<Non perderai Maddie…>>
    <<Ah, tu dici di no?>> fece Eric arrabbiato: <<Quello la rinchiude in una torre, e potrò vederla solo col cannocchiale!>>
    Marc bevve dalla bottiglia, senza risponderlo…forse era destino per Maddie finire con un uomo del genere: Jeremy…Ivan…anche se a dirla tutta, lui al destino non aveva mai creduto.
    <<Marc, ti prego…fa qualcosa…>>
    <<Lei non me lo permetterà…>>
    <<Resta qui…vedrai che non mancherà occasione di parlarle…te lo sto chiedendo io…resta qui>>
    Ancora una volta, Marc non rispose.
    <<Non basta? Se te lo chiedo io, non basta?>>
    <<Mi dispiace, Eric>>





    <<E se te lo chiede Maddie…di restare? Accetteresti?>>
    <<Non lo farà…>> fece Marc sorridendo amaramente
    <<Si ok, ma se lo facesse?>>
    <<……non dovrebbe essere lei a strisciare per riavermi, Eric……>>
    A quelle parole, Eric non seppe più che dire…Star li chiamò da lontano. Stava venendo giù un acquazzone di quelli bestiali, dovevano andarsene immediatamente di lì.
    <<Vai tu…>> gli fece Marc: <<Io ho bisogno di stare un po’ qui…>>





    Non è tanto l'aiuto dei nostri amici che ci aiuta, quanto la fiduciosa consapevolezza che ci aiuteranno.
    Epicureo



    Le prime gocce di pioggia toccarono il terreno, ed Eric si incamminò verso gli altri, dove avevano parcheggiato tutti.





    Maddie era vicino a Star, mentre Ivan era più avanti a parlare con gli altri ragazzi per decidere sul da farsi, mentre l’acqua scendeva sempre più forte.
    Caso (o Somma Creatrice) volle, che proprio Maddie si era accorta che Eric era tornato da solo.
    <<Dov’è Marc?>> chiese la rossa con un fil di voce, quasi come se lo avesse domandato a sé stessa.





    Eric non seppe mai spiegare in futuro perché lo fece, ma la sua risposta, pronunciata prima che lui stesso potesse rendersene conto, cambiò il corso degli eventi…se ne sarebbe sicuramente vergognato di quella frase, e Star lo avrebbe linciato, ma gli scappò…fu più forte di lui...


    Zan-zan-zan!


    Ultima modifica di Maru1e1a; 19th October 2011 alle 16:30

  3. #423
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    26

    Re: Decisioni da prendere (LoD) - RISULTATI DELLE VOTAZIONI

    Allora...devo ammettere di sentirmi un pò ridicola a pubblicizzare questo diario, è di sicuro tra i più conosciuti della sezione, e come i frequentatori di quest'ultima sanno, "Archisim" (l' autrice) è un marchio di garanzia, di publicità* proprio non ne avrebbe bisogno!!

    [center:aw4o7cbw]

    Qualsiasi cosa io possa tentare di dire sarebbe in fondo riduttiva...è Archi!
    Ambienti da vera favola, personaggi fantastici, e un&#39;atmosfera magica...questo è "Per Sempre".
    Il linguaggio ricercato, le immagini suggestive che riportano alla nostra immaginazione tempi antichi, principi & principesse, cavalieri, castelli fatati, dinastie antiche e segrete, entità* magiche, protettive o malvagie...
    Se avete voglia di sognare, di tornare con la memoria a quando ancora credevamo nelle favole, che ci facevano sognare, agli eroi che compivano le loro gesta senza paura e con sprezzo del pericolo, promesse del cuore, promesse di armi, promesse di vendetta...
    ..."Per Sempre" è il diario che fa per voi!

    Non siete ancora convinti? Bhè...in realtà* un motivo MOLTO più importante sarebbe per guardare Sephiro...



    Ovviamente i personaggi non si esprimono con quel linguaggio idiota che ho usato io , l&#39;ho fatto per rendere il tutto più comico
    (se ci sono riuscita !)

    E quando passerete per il suo diario, non dimenticate di chiedere ad Archi una bella tazza di Camomillo, per leggere in tranquillità*,
    o un calice di Champigneto, se vi sentite allegri!! Offre la casa!


    Per quanto riguarda il lotto dove si sono sposati Star ed Eric, anche quello è una stupenda creazione di Archi!
    La sala dove si sono sposati è diversa, io l&#39;ho modificata per il matrimonio, ma in realtà* quella non è altro che la famosa "Sala del Ciliegio",
    in quanto contiene, per l&#39;appunto, un ciliegio millenario (credo anche sotto protezione di Greenpaece... )
    Per scaricare questo e altri lotti in stile Fantasy, vi rimando quindi allo spazio Exchange di Archisim:



    Buon Download!

    Al prossimo aggiornamento, sperando che vi sia piaciuto .[/center:aw4o7cbw]


  4. #424
    sim onniscente
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    Mengonia.
    Messaggi
    1,243
    Potenza Reputazione
    11

    Re: Decisioni da prendere(LoD)-6°Capitolo-A perfect wedding

    BELLISSIMO!!!!!!! <3 Grande,grande grandee!!
    [right:2o2lz7rv]Scivolerò,io morirò,cercherò,ali piu forte,del vento e del mare che è qui,correro nell&#39;arena starò.
    Timida Donna che osserva la vita e la veste di Musica
    [/right:2o2lz7rv]

  5. #425
    sim dio L'avatar di Stefizzi
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Località
    Antani
    Messaggi
    3,685
    Potenza Reputazione
    16

    Re: Decisioni da prendere(LoD)-6°Capitolo-A perfect wedding

    ahahhaahahahahhahahahah Davvero troppo bello questo capitolo!!!!
    L'entrata in scena di Luce e co è stata proprio una genialata!!! Nonostante non sia più riuscita a leggere il diario di archi (non ci capisco niente neanche di quello xD) sembra che tu li abbia mantenuti diciamo "ibernati" nella loro epoca, ma nel nostro tempo, in questa chiave assolutamente ilare!
    Poi l'entrata in scena di archisim.... ahahahaah Non ne parliamo, te lo giuro non so come ti vengano in mente ste cose, dove le prendi le idee, ma ne voglio un pò assolutamente!!!!
    <<Nooooo, la mia collezione di profumini nooooo !!!>>
    CIOEEEEEE DAIIIIIIIi come puoi pretendere di inserire questa frase e sperare che io non pensi a Jean Claude!!!!! haahahahaahahahahahahaha
    No davvero, questa è stata genialissima, e ti ripeto, cosa prendi, ne voglio un pò anche io di questa creatività* AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!
    Te lo giuro, ho passato metà* del capitolo a ridere e l'altra metà* a ridere meno!
    Questo penso che sia il capitolo migliore che tu abbia mai scritto, non serve dire che ogni frase e studiata per essere divertente (e hai proprio il dono della simpatia letteraria secondo me! (il termine l'ho inventato io or ora, ma si addice con ciò che voglio esprimere))
    E soprattutto ho notato che il testo è proprio scorrevolissimo, quando sono arrivata alla fine del capitolo ho pensato "nooo è già* finito??" e poi mi sono accorta che era lunghissimo mentre tornavo verso l'alto con il mouse.
    Quindi vorrei farti i miei complimenti anche per questo!!

    Per passare al capitolo vero e proprio, ora provo a mettere giù le idee, anche se io non ho l'abilità* che hai tu di saper cogliere il non detto, ci provo:
    Allora, come ci sono stati i momenti ilari, ci sono stati anche momenti toccanti e pieni di significato, e questo mi ha dato proprio da pensare.
    Mi sono ricordata quando all'inizio del diario mettevi le mani avanti dicendo che non sapevi scrivere ecc ecc, ecco, già* solo in questi salti, dal riso alle lacrime io ho proprio percepito la tua bravura, e mi sono chiesta, ma non brava doveeee??? no, perché è davvero molto difficile riuscire a trasmettere emozioni completamente diverse nel giro di poche righe senza che sembri tutto campato per aria!!!

    Poi mi piace proprio il clima di punzecchiamento che hai creato tra i protagonisti, non solo era del tutto veritiero, ma mi sembrava di essere lì con loro, che nonostante se ne dicessero di tutti i colori in realtà* pensavano tutt'altro!!
    Inoltre un'altra cosa mi ha stupito piacevolmente: Cioé il fatto di non avere certezze l'uno dell'altro.
    Ovviamente io lettrice so che azzeccando (ahime) la risposta corretta lei avrà* un futuro diciamo "positivo", ma loro non lo sanno, i comportamenti di lei non fanno intuire completamente a lui che in realtà* lei sia cotta, idem per i comportamenti di lui!! E questa è proprio una delle cose che ho apprezzato di più del capitolo.
    Per il fatto dei vestiti, mi era sembrato, ma se devo essere sincera non ci avevo dato particolarmente peso, avevo pensato che tu scegliessi sempre i soliti solo per una scarsità* nell'armadio della EA (mannaggella a loro che non mi piacciono i vestiti scaricati e ne ho sempre solo 2 cagati da scegliere xD).

    Per quanto riguarda Eric io non finirò mai di dire che nonostante la scena del matrimonio sia stata toccante (ho avuto gli occhi lucidi lo ammetto, ma niente lacrime ZAN ZAN) lui doveva finire con Maddie! ahahhaahaha
    Mi si è ficcata in testa questa idea e ora non se ne va più! ahahah
    Però davvero non ho la minima idea di cosa possa avergli detto, cioé mi viene in mente che potrebbe aver detto a lei che lui si è tipo suicidato, così lei butta al bando qualcosa (non mi ricordo com'è il detto giusto) e corre da lui per dirgli che non deve morire ecc, quindi diciamo che Eric ha fatto in modo di far tornare Maddie da Marc...
    Però nella frase tu hai detto che lui se ne vergognerà*, quindi mi porta a perdere tutte le convinzioni e rimanere nel dubbio....
    Spero proprio che tu non ci faccia aspettare troppo per l'ultima parte di Maddie, che già* mi manca... Non vedo l'ora di sapere la fine!

    E ti rinnovo i miei complimenti se non te li ho già* fatti, questo capitolo era davvero bellissimo!!!
    VERY GOOD!

    (lo so, questo commento è una cacca, ma davvero io non so capire bene ciò che c'è dietro, o meglio, lo capisco, ma poi non lo so esprimere e quindi me lo tengo per me)

    EDIT: mi sono appena accorta che ci ho messo un'ora intera per scrivere il commento o my gooooood
    <iframe title="YouTube video player" width="300" height="200" src="http://www.youtube.com/embed/3NMGsRmZTFQ" frameborder="0" allowfullscreen></iframe>
    Deja Vu Jingle Jangle
    She read about people she could never be, and adventures she would never have
    Posizionare sims & oggetti su tutte le superfici - Scattare foto realistiche in TS3

    1fratto antani può essere imbrunato ma non postanato ....

  6. #426
    sim dio L'avatar di SingforAbsolution
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Età
    32
    Messaggi
    3,288
    Potenza Reputazione
    12

    Re: Decisioni da prendere(LoD)-6°Capitolo-A perfect wedding

    Fantastico Maru!!!!!!!!!!!!!! Mi è piaciuto tantissimo questo capitolo, Eric e Star sono così carucci Lo sapevo che non lo avrebbe mai tradito

    E che dire delle incursioni dei personaggi di "Per Sempre".. sto ancora ridendo, epico
    Eric..chissà* che ha detto... che pagliaccio!!
    Bravissima, dal profondo del cuore!!!
    Segui la mia RadioFreccia --> Radio Jewel Box
    Exchange-->Jewel Box Exchange
    Diario -->The Red String of Fate


  7. #427
    sim dio L'avatar di Winged85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Località
    Provincia di Milano
    Età
    33
    Messaggi
    3,047
    Inserzioni Blog
    15
    Potenza Reputazione
    14

    Re: Decisioni da prendere(LoD)-6°Capitolo-A perfect wedding

    Finalmente l'aggiornamento!
    L'ho letto tutto d'un fiato -sta diventando un vizio!-, infatti mi sa che è meglio se poi lo rileggo con più calma. Ora, ancora presa da euforia, dico che il capitolo è stato esilarante! Si si, la parte comica ti è venuta proprio bene, l'apparizione di Archisim, poi... un tocco di genio! Quanto sono birbanti questi sim, che non se ne voglio stare nei loro diari... Hanno bisogno di un po' di educazione, dico io!
    Parlando della Lod,è saltato fuori che Ivan è un perfetto idiota che è rimasto all'età* della pietra nel concepire il rapporto uomo-donna! Non vedo l'ora che venga scaricato!
    Spero tanto che Marc decida di non partire, non può rinunciare così ancora! Certo che l'orgoglio è proprio una brutta bestia... Ogni tanto litigano, e vabbè, dove sta il problema?! Aaaah....
    Il capitolo è stato fatto bene, altro che con i piedi! Sicuramente, le foto sono state fatte benissimo come sempre e le espressioni dei personaggi sono più che azzeccate. Mi piace molto il fatto che non temi di esagerare con l'espressività* dei sims, sono molto accentuate ma rendono perfettamente l'idea e rendono il tutto anche un po' più comico: lo stile di scrittura e lo stile delle foto vanno di pari passo! Non so se mi sono espressa in italiano... Ho notato solo qualche errore, di battitura o svista grammaticale, ma decisamente poca roba.
    Insomma, davvero complimenti, sia per le idee, sia per come scrivi! Inutile dirlo, attendo con ansia l'aggiornamento!






  8. #428
    sim §
    Data Registrazione
    Apr 2011
    Messaggi
    24
    Potenza Reputazione
    0

    Re: Decisioni da prendere(LoD)-6°Capitolo-A perfect wedding

    io adorare tua storia!!! anche se io a ivan gli e ne avrei date di santa ragione sia se fossi marc o maddie a proposito di loro due che ottusi che sono parlare tranquillamente? oooh hai messo luce e sephiro *-* ahah ma che ridere come parlavano piuttosto che regali sembrava di essere in un film comico... comunque io non vedere l'ora di leggere nuovo capitolo

  9. #429
    sim §§
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Messaggi
    41
    Potenza Reputazione
    0

    Re: Decisioni da prendere(LoD)-6°Capitolo-A perfect wedding

    Complimenti Manu (ti posso chiamare così? Il tuo nick è veramente difficile da ricordare xD)!
    Ho letto in soli due giorni tutto il tuo diario... Quindi (purtroppo) non ho potuto partecipare alle votazioni !
    I personaggi sono caratterizzati in maniera eccelsa, a partire da Maddie, in cui nel corso dei capitoli si è notata una grande trasformazione, passando dalla tipica ragazza ricca che ha sempre avuto tutto ciò che desiderava con uno schiocco di dita a quella che si deve arrangiare contando solo sulle sue forze ed infine alla figura di una donna che patisce le pene d'amore. Anche Mark è cambiato molto, anche se lo preferivo come era prima, quando faceva un po' lo spaccone , mentre adesso.... mi ha deluso, sopratutto per come ha scaricato la fidanzata!
    Inoltre mi dispiace molto che ora non si riescano a chiarire e poi se togli di mezzo quello snob fai un grosso piacere a tutti quanti , concordo con Mark è troppo "viscido" .
    Inoltre non ci sono parole per descrivere i miei personaggi, nonché coppia preferita, Star-Eric che sono veramente fortissimi! Geniale anche l'idea di aggiungere personaggi da altri diari, fra i quali spicca la personalità* di Frank di "Persuasione" uno dei miei diari preferiti che mi è piaciuta davvero molto, ma mi ha fatto anche molto ridere la scena del matrimonio dove compaiono i personaggi ideati da Archisim, dove sono stato "letteralmente" piegato così tutto il tempo!
    Rinnovo ancora i miei complimenti in attesa dell'ultimo capitolo!
    P.S. Ci sarà* un sequel o comunque un altra LoD? Io purtroppo non ho mai potuto partecipare ad i "bivi"!

  10. #430
    sim audace
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Età
    24
    Messaggi
    169
    Potenza Reputazione
    9

    Re: Decisioni da prendere(LoD)-6°Capitolo-A perfect wedding

    Il fallimento bruciava. La gelosia bruciava. Il suo vestito bruciava, porca di quella....!!!!
    Eh già*.. brucia così tanto che sembra reale...

    <<Io pensa che per 5 minuti... >>
    <<Buonanotte!>> fece lei sbattendogli la porta quasi sul naso, prima che lui potesse entrare a forza.
    Che scocciatura!
    <<Ehm...buona notte amorino!!>> fece lui dietro la porta, e lei rabbrividì a quel nomignolo.
    Immaginati una scena così dal vivo!

    <<Certo, è qui davanti a me, si stava presentando a Michael...oh, Maddie, è davvero una bella notizia, tra un annetto finalmente il mio sogno di vederti sposata e felice si avvererà*!>>
    Dannazioneeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!! Ma quello voleva menato proprio!!!
    Apparte che l'espressione che ha Maddie in questa foto mi mette un pò di paura, ma Ivan se le va proprio a cercare eh!

    Maddie: <<Ok, fate quello che volete...ma io vicino a Marc non ci voglio stare!>>
    Marc: <<"Io vicino a Marc non ci foglio stare!">> fece lui imitandola con vocina infantile.

    Marc: <<Bastava avvertire, se avessi saputo che c'era Maddie, non sarei venuto!>>
    Maddie: *linguaccia*
    Età* media in questa macchina: 7 anni...e giusto perchè c'è Star!
    Maddie e Marc sono la coppia perfetta punto. Nessun Ivan potrà* o riuscirà* mai separarli!

    Tsé, lei era così nervosa nello stargli vicina, che era impensabile prendere sonno: lui invece si era addormentato senza problemi...evidentemente non gli faceva proprio nessun' effetto stare vicino a lei!
    Bene. Benissimo.


    In effetti il povero Eric era stato letteralmente rapito da Ivan, che aveva deciso di farselo amico ad ogni costo, subissandolo di parole, mentre il poveretto annuiva impotente in nome della buona educazione...
    Oddio salvatelo, o altrimenti diventerà* un'abitudine!! D:

    Non vedo l'ora di leggere il prossimo aggiornamento, per fortuna stavolta abbiamo scelto la risposta giusta, però fino ad ora non va per niente bene, da Marc mi aspettavo una reazione attiva, invece è passivo.. speriamo che nel prossimo capitolo si faccia valere.

 

 
Pagina 43 di 110 PrimaPrima ... 3341424344455393 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. [Diario]Decisioni da prendere LoD
    Di mary24781 nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 2nd May 2011, 16:52
  2. [Diario] Decisioni da prendere (LoD) - Nuovo capitolo
    Di Pey'j nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 17th April 2011, 15:14
  3. [Diari] Decisioni da prendere (LoD)
    Di mary24781 nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 24th March 2011, 13:00
  4. [Diari] Lod Decisioni da prendere
    Di mary24781 nel forum News dal forum
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 7th March 2011, 16:21

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •