Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 119 di 339 PrimaPrima ... 1969109117118119120121129169219 ... UltimaUltima
Risultati da 1,181 a 1,190 di 3385
  1. #1181
    Master caotico L'avatar di SimsKingdom
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Sandover, Gaearmir, Vygrid ♥
    Età
    25
    Messaggi
    3,074
    Potenza Reputazione
    12

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    MASTER

    I consiglieri restano in silenzio ascoltando le vostre domande, uno di loro, Taras appare fortemente irritato dalla situazione. Il primo di loro a prendere la parola è però il consigliere mago Callien, guarda il Primo Idra per un attimo prima di parlare: «Ciò che ho provato in quella stanza è stata paura, paura per la mia stessa incolumità. Non conosco quella sostanza e nonostante i miei lunghi anni di studio, non ne sono mai venuto a conoscenza o a diretto contatto. L’ho visto lì, in quella misera boccetta di vetro e ho temuto per la mia vita, perché temevo che quel misero involucro di vetro non sarebbe servito a contenerne i mortali effetti.» torna poi in silenzio osservandovi tutti. Subito dopo a prendere la parola è il consigliere stregone Taras, visibilmente irritato e infastidito, osserva la principessa e poi china il capo in segno di rispetto «ho esaminato il cadavere della cuoca assieme al consigliere Callien, non per spirito di studio, ma solo per scrupolosità. La mia esperienza si basa sulla politica, non sulla medicina o l’alchimia. Vostra grazia.» alza poi il capo «Quando il Consigliere Callien ha ordinato di bruciare immediatamente il cadavere della cuoca, onde scongiurare un contagio, non ho potuto fare altro che concordare con lui ed ho ordinato ai miei soldati di eseguire.» l’uomo torna poi in silenzio osservando anch’esso i presenti.

  2. #1182
    sim dio L'avatar di DELTAG
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    ovunque ci sia la creatività
    Messaggi
    3,989
    Inserzioni Blog
    14
    Potenza Reputazione
    14

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali


    Alagos Fanon


    E’ da un po’ che sono qui in piedi in questa sala e, ogni volta che cerco di dire qualcosa, anche solo rispondere quando vengo interpellato , dapprima da Lady Esperin, poi da Lord Tywin ottengo solo occhiate di dissenso e sguardi piuttosto infastiditi da parte del Reggente, del Comandante e da… Sir Dreth colui che prima si è rivolto a me con gentilezza nella stanza di lady Alinor poi invece adesso dopo aver detto la mia a Lord Tywin, mi chiede di fare da balia alla futura sovrana, quando se ne stava occupando lui , non che la cosa mi dispiaccia, potrei avere occasione di scambiare qualche parola anche con lei non appena si sarà ripresa del tutto dalla odiosa Aura del Gran Maestro degli stregoni ,ma a quanto mi è parso di cogliere da parte di Dreth il suo tono sprezzante è stato solo un modo gentile per farmi capire che non mi dovrei immischiare in faccende che non mi riguardano, hanno chiesto loro il mio intervento prima e, sono stato ben felice di essere d’aiuto visto che da quando sono arrivato non ho fatto altro che seguire i loro passi piuttosto spaesato dato che questa non è casa mia e ,non conosco molto della Torre, nemmeno i suoi occupanti a dire il vero .… ma a quanto pare la libertà di parola non mi è concessa in questa sala e, forse la mia presenza non è nemmeno gradita, cerco solo di essere d’aiuto in qualche modo ma a quanto pare tutti scambiano il mio modo di fare per un qualcosa che non è, pazienza, posso solo dire che ho avuto un pessimo tempismo a recarmi alla Torre in questo momento. Osservo i presenti ascolto le loro parole , le loro insinuazioni, ciò che le epistole incriminate riportano, il loro voler replicare un esperimento con il veleno che attanaglia il corpo del nostro Re.
    Nel frattempo entrano i tre Consiglieri reali, tutti e tre trattati alla stregua di criminali, l’elfa Niniel è stata resa inoffensiva ed è stata anche bendata , a quanto pare hanno paura che possa usare il suo Charme,Taras lo stregone alla quale è stato ucciso un membro della scorta se ne sta con le mani legate , mentre il Mago Callien sembra quello messo meglio dei tre ma quello forse più coinvolto visto la reazione che ha avuto a detta degli scritti di Niniel al veleno, magari lui non c’entra direttamente oppure sa chi può aver creato quel veleno e sa come agisce, … vediamo cosa dirà in questa sede di Giudizio quando sarà interpellato.
    Dopo di loro che prendono posto dietro lord Tywin, ecco che arriva anche la vittima sacrificale tale Sir Stanner, l’esperimento inizia passano alcuni minuti durante la quale il Primo si sta prodigando come da ordine con la Simbiosi…poco dopo prima di riferire il responso congeda il mago per poi riportare il suo esito :
    "Non ho avvertito nessun tipo di paura, di disgusto o di angoscia in Sir Stanner. Anzi, vi ho letto volontà di essere d'aiuto, fedeltà alla corona e lealtà alla bandiera dei Raeghar" vedo il suo sguardo passare quindi sul consigliere Callien"Gran Consigliere Callien, durante le analisi della septa siete stato molto utile eppure conosciamo per certo il timore e la paura che avete provato dinanzi il veleno che sta uccidendo il nostro amato Re. A cosa era dovuto un sentimento tanto fuori luogo?" Ecco una domanda da donna intelligente qual sembra. Io avrei terminato la domanda chiedendo se conosceva già quel veleno e se ne sapeva qualcosa in più, tipo la provenienza e, magari se già aveva avuto modo di vederlo utilizzato , noto poi la Principessa chiedere al gran Consigliere Taras un qualcosa su una cuoca morta in circostanze simili alla sintomatologia del Re …passo il mio sguardo dapprima sul Consigliere Taras poi su Callien…che sia stato questo a spaventarlo?
    Aveva parlato con Taras a riguardo della faccenda del Veleno ed era stato magari minacciato da lui stesso se avesse parlato? Non lo so, non credo, ma non si sa mai .
    Sospettava già di qualcuno?
    Sono tutte idee che mi stuzzicano e stimolano la mia curiosità, ma comunque tengo per me le mie parole , non vorrei parlare per poi essere ripreso nuovamente, mi limiterò ad ascoltare e a fare da scenografia, in fondo potrei scoprire comunque cose molto interessanti . Mentre attendo le risposte dei Consiglieri e eventuali altre domande discosto per un ‘attimo l’attenzione dalla sala, voltando il viso di lato, osservando che fuori si sta facendo sera, il cielo sta giungendo al crepuscolo mentre il sole tramonta inondando la luce con il suo fuoco…l’ora perfetta per coltivare le rose del mio giardino, chissà se mia sorella se ne occuperà…quanta nostalgia mi assale ripensando alla mia terra, quanti tramonti mi sono perso. Sono stato via troppo tempo, ed ora che avevo finalmente risistemato le cose al confine, ho dovuto nuovamente ripartire….torno con le orecchie alla sala e ascolto le prime risposte dei consiglieri , risposte che soddisfano giusto le mie introspettive domande , Callien parla di mortali effetti, se non lo conosceva quel veleno a suo dire, come poteva sapere che gli effetti avrebbero potuto essere mortali?
    Mi pongo nuove domande mentre la mia mente ancora vaga.
    – Ancora mi chiedo cosa io ci faccia qui, il perché abbia voluto ascoltare ancora una volta le parole e il volere di mio padre… forse me ne sto anche pentendo….-

    No..a chi voglio raccontare questa bugia? Conosco il perché io abbia fatto questa scelta. E da questa scelta ha dipeso una vita.
    Ultima modifica di DELTAG; 16th May 2015 alle 16:07 Motivo: errori di ortografia

  3. #1183
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    32

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Esperin Raeghar


    Osservo i due consiglieri a cui abbiamo posto le domande, Taras appare chiaramente irritato ed infastidito dalla situazione. E' però Callien a rispondere per primo a ciò che ha chiesto Cassandra, dopo averla osservata per un istante «Ciò che ho provato in quella stanza è stata paura, paura per la mia stessa incolumità. Non conosco quella sostanza e nonostante i miei lunghi anni di studio, non ne sono mai venuto a conoscenza o a diretto contatto. L’ho visto lì, in quella misera boccetta di vetro e ho temuto per la mia vita, perché temevo che quel misero involucro di vetro non sarebbe servito a contenerne i mortali effetti.».



    Paura di essere contagiato... potrebbe anche reggere come spiegazione, se non fosse che non poteva certamente conoscere da esterno le implicazioni per i maghi di quel veleno, e nella stanza erano presenti Lantis e la Septa, avrebbe quindi dovuto capire immediatamente che non si sarebbero mai esposti ad un simile pericolo.



    E' poi Taras a prendere la parola, dopo aver chinato il capo in segno di rispetto «ho esaminato il cadavere della cuoca assieme al consigliere Callien, non per spirito di studio, ma solo per scrupolosità. La mia esperienza si basa sulla politica, non sulla medicina o l’alchimia. Vostra grazia.» alza poi il capo, prima di continuare «Quando il Consigliere Callien ha ordinato di bruciare immediatamente il cadavere della cuoca, onde scongiurare un contagio, non ho potuto fare altro che concordare con lui ed ho ordinato ai miei soldati di eseguire.».



    Tutte queste implicazioni di Callien non fanno che confermare l'esito dell'esperimento, ma mi impongo di non giungere a conclusioni affrettare, per cui mi rivolgo a lui, per sapere la sua verità. Se anche è stato lui l'esecutore materiale, la mente potrebbe essere un'altra.



    <<Consigliere Callien, quando siete stato convocato dal Re ed avete visto il veleno, nella stanza erano presenti anche il Reggente e la Septa, ciò avrebbe dovuto tranquillizzarvi sulla possibilità di un vostro contagio a meno che non abbiate ritenuto il Reggente talmente sprovveduto da esporsi ad un simile rischio. O...a meno che, non abbiate saputo a priori che questo veleno avrebbe potuto danneggiare Voi e non Lui, per ciò di cui è composto. Cosa avete da dire in merito a questo, e alla decisione di bruciare immediatamente il corpo della cuoca, che presentava gli stessi sintomi del nostro amato Re, senza sfruttare tale opportunità per individuare una possibile cura?>>


  4. #1184
    sim dio L'avatar di valuccia85
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    2,409
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali




    Tsè... è inutile abbassarsi a discutere con gli ignoranti caproni.
    Altro che "Lady"... 'sto cavolo!



    Chiede della mia faccia... ma si è mai specchiata o qui hanno gli specchi di legno?
    No, dico... ma ha visto quelle labbra innaturali e quelle orecchie a sventola che si ritrova?





    Per non parlare del fatto che sembra una scopa e che finora ha vomitato un'assurdità dietro l'altra? Povera me. Con chi cavolo mi sono alleata?
    Evidentemente i Feralys devono essere caduti proprio in basso... con la figlia che si ritrovano. Possibile che nessuno abbia mai pensato di sgozzarla nel sonno?
    Non sarebbe una cattiva idea. Probabilmente quello straccio che indossa come vestito acquisterebbe un colore decente.
    Meglio evitare di perdere tempo con la bestiolina rossa: qua la sera è ormai arrivata e con essa molte novità, a quanto pare...
    La vecchia propone un esperimento molto interessante, quindi apro bene gli occhi e le orecchie e mi concentro sugli avvenimenti che si svolgono nella stanza.
    L'arrivo di un soldato, poco fa, ci ha annunciato la dipartita di Sir Doyle. Ma guarda che sfortunata coincidenza, eh?
    Tre persone nel rudere... e Doyle viene ritrovato con la gola tagliata, riverso nel suo sangue.

    -Guarda caso proprio la fine che mi è venuta in mente per la bestiaccia rossa - penso abbozzando un sorriso.

    No,no,no. Devo rimanere concentrata adesso!
    Dunque... l'arma era in forma passiva, ergo l'assassino è stato ben attento a non palesare la natura del suo elemento. Sempre che abbia usato la sua arma personale. A quanto pare il taglio corrisponde a quello inferto da un coltello con una lama molto affilata... Mmm...

    -Prendendo momentaneamente in considerazione che possa trattarsi dell'arma di un soldato o di una persona residente al castello... si potrebbero convocare tutte le persone che usano un pugnale come arma. Temo, tuttavia, che sarebbe una ricerca infinita e che rischieremmo di rallentare le indagini e dare maggiori possibilità al vero colpevole di farla franca. In casi come questi la tempestività è fondamentale...-

    Inoltre l'omicidio si è consumato durante la notte, poco prima dell'alba.
    Ergo... l'assassino ha ucciso Doyle poco prima dell'attentato a Lady Alinor. Quindi...

    "Se fosse stato Sir Doyle ad utilizzare lo charme su Sir Hellar... il suo potere avrebbe continuato ad agire nonostante la sua morte? Non credo..." bisbiglio pensierosa.

    Oh, cavolo. Spero che nessuno mi abbia sentita. Non ho voglia di mettermi a discutere o di ricevere le occhiatacce alla Sir Fanon. Non ho mai approfondito troppo i miei studi sullo Charme, quindi non sono esperta di questo potere... chissà. Dovrò informarmi bene.
    Esiste un solo bene, la conoscenza, ed un solo male...l'ignoranza. Rieccola che comincia a proferire assurdità. Oh, Raiden... ti prego... inceneriscila!
    Fortuna che il Comandante prende la parola, affermando qualcosa di molto più sensato ed il Primo pensa subito a cazziarla.



    -Ora sì che iniziamo a ragionare, Primo. Così si fa...-

    Il resto procede tutto velocemente: Lord Leithien propone la sua idea, che viene accolta positivamente sia dal Principe che dal Primo; i tre consiglieri prendono posto nella sala riunioni; viene convocato un certo Sir Stanner e... non succede assolutamente niente!

    -Interessante - penso continuando ad osservare gli avvenimenti in silenzio - Molto interessante-

    Inizia, quindi l'interrogatorio. Sia la Principessa che il Primo pongono le prime domande e... le risposte fornite dai due consiglieri... mi puzzano e pure parecchio.
    Come si può provare timore per la propria incolumità se non si conosce il veleno che si ha davanti? Le risposte sono due: o temeva un possibile contagio per via aerea ma, come giustamente sta enunciando la Principessa in questo momento, la Vecchia ed il Principe erano presenti, quindi avrebbero rischiato a loro volta il contagio... oppure...

    -Oppure, caro Consigliere Callien, Voi eravate a conoscenza degli effetti di quel veleno- penso divertita, osservando l'uomo che sembra essere piuttosto infastidito dalla situazione.

    Rivolgo, poi, il mio sguardo al Consigliere Taras.

    -Se non hai competenze mediche, cocco, come ti è venuto in mente di bruciare il corpo della cuoca, una prova fondamentale per venire a conoscenza del malessere che ha colpito il Re, senza consultare qualcun altro?-

    Questi due. O collaborano insieme, oppure Callien tiene le redini e Taras lo segue come un idiota. Che la Vecchia avesse ragione su Taras?



    Non ho intenzione di rivolgere alcuna domanda, per ora, ai due imputati.
    Resterò in silenzio, ad ascoltare le loro risposte ad altre eventuali domande, dopodichè valuterò il da farsi...





    Ultima modifica di valuccia85; 22nd May 2015 alle 19:58

  5. #1185
    Super Moderatore L'avatar di polliciotta
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    attualmente Milano
    Messaggi
    4,238
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    15

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    ADAMANTIA FERALYS


    Non capisco perchè la signorina Primo si intrometta a sproposito nel mio discorso estrapolando una frase e portandola fuori contesto. Dovrei fingermi offesa, forse, o guardare verso il basso notando qualche poveraccio nella stanza che ghigna soddisfatto? Per carità, sono superiore a certe cose e poi quello che gli altri pensano di me non mi interessa, tanto è ovviamente e palesemente sbagliato.


    L'esperimento per scoprire se i maghi abbiano o meno sentore di quel veleno rivela che no, non c'è alcuna possibilità che il mago Callien abbia sentito dentro le proprietà venefiche della sostanza. Quindi quella faccia che avrebbe fatto alla vista dell'ampolla, a cosa sarebbe dovuta? Sorpresa per la scoperta della vecchia? Timore di venire smascherato? Può darsi.


    I tre imputati vengono portati al nostro cospetto e i soliti noti cominciano con le loro domande.
    Alla fine il nome del mago Callien viene tirato in ballo piuttosto spesso, è anche Taras ad accusarlo, anche se in maniera piuttosto velata.


    "Se permettete ho una domanda da fare ad entrambi. Voi servite i reali insieme da molto tempo, quindi vi conoscete piuttosto bene, credo. Taras qual è l'arma usata dal mago Callien? " - rivolgo il mio sguardo verso l'altro - "Callien qual è l'arma usata dallo stregone Taras?"
    Vediamo, sono proprio curiosa della risposta.



  6. #1186
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Masters

    Taras è il primo a rispondere alla domanda di Adamantia: "Siamo Gran Consiglieri del Re, non guerrieri. Non possediamo armi, le uniche in possesso del Consigliere Callien sono i libri, Lady Feralys ". Callien si aggiunge subito al suo collega, ma il tono di voce appare nervoso e non fa che tormentarsi le mani: "Milady, il Consigliere Taras si occupa di politica e della sistemazione dei nobili alla Torre, prende parte ai processi come quello del Giudizio, non ha quindi mansioni belliche. Nessuno di noi Consiglieri possiede un'arma". Prende fiato, il respiro è affannoso. "Per la questione della cuoca... bhe ho solo tratto le conclusioni sbagliate! Nessuno è infallibile! Ho solo fatto ciò che reputavo previdente!" esclama con voce tremante. Passa gli occhi sgranati da Adamantia a Lantis, poi al Primo e a Lord Tywin. In ultimo fissa la Principessa Esperin, per poi tornare con gli occhi bassi verso il pavimento. "Nonostante la presenza del Reggente e della septa, quella sostanza malevola mi ha provocato un malessere fisico e psicologico, la mia paura è stata causata da lei! State interrogando tutti della corte con le stesse domande? Perchè Sir Stanner non mi è mai piaciuto, mi pare una persona sospetta!" conclude con la voce sempre più agitata.

  7. #1187
    Mod cangiante L'avatar di Pey'j
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Milano
    Età
    25
    Messaggi
    14,974
    Potenza Reputazione
    10

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Aiden Urthadar

    E il castello di carte comincia a crollare.


    Dopo aver congedato l'uomo, Cassandra ci comunica celermente cosa ha percepito con la Simbiosi: nessuna paura, nessun disgusto, nessun fastidio, solo lealtà e volontà di aiutare la Corona. Guardo di sfuggita il consigliere Callien, senza riuscire a mascherare un ghigno.


    Dopo il permesso di Tywin, l'Idra pone al mago la prima domanda, abbastanza ovvia: gli chiede infatti il motivo del malessere che ha provato il giorno in cui la septa ha eseguito le sue analisi. Prima che possa risponderle si aggiunge anche la principessa, che si rivolge a Taras e gli chiede chiarimenti riguardo alle indagini e al trattamento del cadavere della cuoca.


    Dopo qualche istante di silenzio, è Callien il primo a parlare: giustifica la sua paura col timore di essere contagiato dall'intruglio... una menzogna che non regge, perché sia Deirdre che Lantis si trovavano nella stessa stanza. È poi il turno di Taras, visibilmente irritato, che, credo volontariamente, non fa che peggiorare la situazione del suo collega. Esperin risponde immediatamente all'insulsa difesa di Callien, e condivido ogni parola che pronuncia. La guardo, incuriosito e piacevolmente sorpreso, non mi aspettavo di certo questo sangue freddo e queste capacità logiche. Anche se, effettivamente, si tratta di ragionamenti abbastanza ovvi.


    Anche Adamantia pone la sua domanda, riguardante le armi utilizzate dai consiglieri, e ci tiene a utilizzare il suo solito stile, per mettere a disagio gli imputati. Potrebbe rivelarsi un'ottima strategia, oppure potrebbe farli rinchiudere in un inutile silenzio... fortunatamente, pare essere un piano vincente: Taras afferma subito che i consiglieri non sono in possesso di armi, mentre la risposta di Callien è infinitamente più interessante. È nervoso, confuso, sembra sul punto di scoppiare. <<Essere infallibili è la prerogativa di un consigliere, mago Callien>>, dico con tono serio, riemergendo dal mio silenzio. Lo sto guardando dritto negli occhi. <<È per questo che avete l'onore di servire i discendenti della Luna>>. Sensi di colpa, rimorso... ne proverà, quest'uomo? Credo proprio di sì. <<Sir Stanner è un uomo fedele, ligio al dovere, che darebbe la vita per il proprio Signore. Posso dire lo stesso di voi?>>. Continuo a fissarlo, voglio scrutargli l'anima, voglio farlo cedere. <<Se il Primo usasse la Simbiosi su di voi, adesso, cosa sentirebbe? Il desiderio di riscatto, di farsi perdonare per un errore commesso in buona fede... o un lancinante senso di colpa, e il timore per la propria vita?>>. Sono freddo, il tono atono, il volto senza emozioni. Voglio vedere quest'uomo crollare. <<È il momento di dire la verità. Sono sicuro che la pietà del Reggente>>, lo guardo per un solo istante, rivolgendogli un mezzo sorriso quasi impercettibile, <<Sia immensa>>.

    Our wills and fates do so contrary run

  8. #1188
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    32

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Esperin Raeghar


    A seguito della mia domanda, interviene anche Adamantia chiedendo ai due consiglieri di dirci le rispettive armi, sicuramente per verificare un'ipotetica somiglianza con la lama che ha ucciso Doyle. Sebbene sia Callien ad avere più da chiarire, è Taras a prendere per primo la parola e ciò che ci dice viene poi confermato dall'altro consigliere: nessuno dei tre possiede un'arma, essendo dediti principalmente alla politica ed agli studi. A posteriori, trovo comunque inutile anche un'eventuale corrispondenza che si fosse palesata ai nostri occhi, dato che l'assassino non avrebbe certamente usato la propria arma in una simile situazione. Sono consiglieri, sono Maestri, sono rinomati per la loro saggezza... tale errore sarebbe stato indubbiamente da idioti.
    Guardo Taras, sul suo volto solo fastidio ma nessun tipo di agitazione, al contrario di Callien che invece continua a tormentarsi le mani e mostra di avere il respiro affannato "Per la questione della cuoca... bhe ho solo tratto le conclusioni sbagliate! Nessuno è infallibile! Ho solo fatto ciò che reputavo previdente!" esclama con voce tremante. Osserva con gli occhi sgranati prima Adamantia e Lantis, poi Cassandra e Lord Tywin. In ultimo fissa me, per poi tornare con gli occhi bassi verso il pavimento. "Nonostante la presenza del Reggente e della septa, quella sostanza malevola mi ha provocato un malessere fisico e psicologico, la mia paura è stata causata da lei! State interrogando tutti della corte con le stesse domande? Perchè Sir Stanner non mi è mai piaciuto, mi pare una persona sospetta!" conclude con la voce sempre più agitata. Mi chiedo: sta iniziando a cedere, o si sta agitando perchè sente di essere ora il primo sospettato? Tutto sta conducendo a lui, ma non riesco a togliermi dalla testa che possa esserci altro dietro a cui ancora non riusciamo ad arrivare. E' il comandante a prendere la parola, rimarcando la buona fede e sincerità di Sir Stanner di cui possiamo essere certi grazie alla simbiosi di Cassandra, e riprendendo il mago per le proprie parole circa l'infallibilità dei Consiglieri del Re.



    Il suo tono è atono, non tradisce nessuna emozione, l'imparzialità ed il sangue freddo sono una sua ormai nota qualità. Gli chiede cosa percepiremmo sottoponendolo a simbiosi, ed infine cerca di indurlo a confessare <<È il momento di dire la verità. Sono sicuro che la pietà del Reggente sia immensa>>.



    So che mente, ovviamente. Non esisterà mai alcuna pietà per la persona che ha fatto questo a mio Padre. La sua decapitazione sarà fin troppo poco... mai come adesso ho desiderato di vedere qualcuno finire tra le braccia di Raiden, in un'eternità di tormento e sofferenza meritate. Scuoto il capo, devo calmarmi, devo restare lucida ed arrivare alla fine di questa giornata col cuore più leggero, sapendo che chi ha fatto questo ha pagato.
    E' Vicent questa volta ad intervenire <<La mia è una domanda rivolta a tutti e tre i consiglieri...>>, il cavaliere fissa i loro volti uno ad uno prima di continuare,



    <<Quale alibi possedete per la vostra posizione durante questa notte? Avete testimoni che possano confermare quanto dite?>>. Fa una piccola pausa prima di rivolgersi ad una delle guardie, <<Le loro stanze sono state controllate? Se la memoria non mi inganna i consiglieri dovrebbero rimanere all'interno del castello... Dunque se uno di loro è uscito, dirigendosi al rudere, una traccia di terra sotto le loro scarpe o un mantello imbrattato o, addirittura, l'arma del delitto usata per l'omicidio di Sir Doyle potrebbe ancora essere in stanza>>. Sarebbe una fortuna, difficile... ma pur sempre possibile, meglio non tralasciare nulla.



    Io torno invece a rivolgermi a Callien, aggiungendo <<Consigliere Callien, se anche Sir Stanner non fosse stato sincero, ci sono altri maghi in questa stanza, di vario livello, che avrebbero avvertito questo fastidio, come anche l'avrebbe avvertito mio Padre la sera in cui l'ha ingerito, desistendo così dal farlo. Quindi, associandomi alle parole del Comandante, vi chiedo di essere sincero su quanto accaduto in quella stanza e su cosa, o chi, ha causato la vostra reazione>> gli chiedo, con tono freddo, inizio a perdere la pazienza.



    Poi mi volto verso Niniel, che non è ancora mai stata interpellata <<Consigliera Niniel, il vostro coinvolgimento con Kalisi è assolutamente riprovevole>> esclamo con tono deciso, pur senza credere del tutto alle mie stesse parole <<Ma siete conosciuta a corte come La bocca della verità, e la vostra neutralità e capacità di giudizio è sempre stata degna di nota, sia per voi che per i vostri predecessori. Quindi diteci, alla luce di quanto emerso da questo interrogatorio e di quanto avete avuto modo di vedere o sentire nell'ultimo anno, qual è la vostra opinione in merito? Siete in possesso di qualche elemento a noi utile?>>. Il fatto che abbia intrattenuto della corrispondenza con Drako la scagiona a mio avviso da qualsiasi coinvolgimento diretto nell'avvelenamento, ed inoltre se Drako ha chiesto ragguagli proprio a lei e non agli altri due, suppongo ritenesse di potersi fidare... mi fido ancora del suo giudizio, nonostante tutto.

    *Domanda di Vicent concordata con Damnedgirl

  9. #1189
    sim dio L'avatar di scarygirl
    Data Registrazione
    May 2011
    Età
    36
    Messaggi
    5,267
    Inserzioni Blog
    95
    Potenza Reputazione
    16

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali

    Alinor Waters



    La Lady Rossa continua imperterrita a dare il meglio di sè, col suo solito tono provocatorio. Il mio grado di sopportazione è messo a dura prova...per fortuna a far tacere la gallina di Asshai è il Primo. Lei e i suoi compari dovrebbero solo sperare (e lo faranno di certo!) che io non salga mai sul trono di Dohaeris. Le prigioni sarebbero occupate dalla maggior parte dei presenti, viscidi complottisti.
    Allontano certi pensieri dalla testa, concentrandomi sugli effetti dell'esperimento del veleno su uno dei Maghi usati come cavia. Grazie alla sua simbiosi, Lady De Lagun ci fa sapere che ciò che ha avvertito da sir Stanner erano sensazioni positive, null'altro. Mi fa piacere sapere che non sono tutti corrotti qui.



    Ben presto, i tre imputati vengono portati in sala.



    La consigliera Niniel è bendata, presumo per qualche potere legato all'uso degli occhi, forse Charme, Taras legato e Callien...libero. Mi chiedo il perchè.
    Prima che l'interrogatorio abbia inizio, noto la septa spostarsi e sedermi accanto.



    Che puzza...un altro attentato alla mia vita.
    Cercando di non perdere nuovamente i sensi, presto attenzione alle domande lecite che vengono poste ai tre consiglieri. Taras sembra infastidito, Callien sembra subito nervoso e nega ogni coinvolgimento, riconducendo l'ambigua sensazione provata nella stanza del Re alla paura per la propria persona a causa del veleno presente.
    Mentre sir Urthadar cerca di intimidire Callien in modo che confessi ed Esperin si appella all'apparente buona fede di Niniel, sir Dreth si rivolge alle guardie anticipando un mio pensiero: <<Le loro stanze sono state controllate? Se la memoria non mi inganna i consiglieri dovrebbero rimanere all'interno del castello... Dunque se uno di loro è uscito, dirigendosi al rudere, una traccia di terra sotto le loro scarpe o un mantello imbrattato o, addirittura, l'arma del delitto usata per l'omicidio di Sir Doyle potrebbe ancora essere in stanza>>.
    Annuisco, aggiungendo: "Usare la simbiosi nelle zone adiacenti alle loro stanze potrebbe esserci molto più d'aiuto."



    A questo punto forse Lumen sarebbe da scagionare anche se non è detta l'ultima parola. Potrebbe anche non saperne nulla, mi duole dirlo.



    Callien trasuda colpevolezza, ma può non essere a capo della cospirazione...come invece qualcun'altro qui presente.
    Ultima modifica di scarygirl; 19th May 2015 alle 23:42


  10. #1190
    sim dio L'avatar di Maru1e1a
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    8,387
    Potenza Reputazione
    28

    Re: [Deus ex Machina GDR] Quest Reali



    La simbiosi si risolve con un nulla di fatto, i maghi sembrano non recepire particolarmente quella piccola meraviglia.



    Le domande si susseguono rapide, ho la punta del piede fissata al pavimento e la caviglia che sussulta ritmicamente per scaricare il nervoso che mi sta salendo.



    È tutta una farsa: potrei chiedere a Taras dunque cosa intendeva, quella sera in cui parlammo, che "stava seguendo una sua pista" riguardo alla causa (allora ancora ignota) della cuoca? Temo sarà inutile: inutile insistere quando potrebbe trovare mille scuse diverse.
    Più si va avanti, più la posizione di Callien peggiora, più sono convinta che stiamo cadendo tutti nella trappola di un piano più grande.



    Callien è un vigliacco, un fedele servitore dei Leithien, che da questo avvelenamento ci hanno guadagnato solo problemi, e il mago non ha il fegato per prendere un'iniziativa del genere, basta ammirare come se la sta facendo addosso in questa situazione.
    L'arte di miscelare veleni è nobile e antica, richiede grande intelligenza e freddezza, una mente lucida e razionale che non guarda mai al caso.
    Questo non è esattamente un quadro che raffigura il mago, ma...il suo ruolo non è del tutto estraneo alla faccenda.



    Continuo ad osservare Taras insistentemente: anche lui ha servito i Leithien a suo tempo, è stato lui a insistere particolarmente su Lumen per essere data in moglie al principe. Potrebbe aver chiesto a Callien di studiare le radici, magari per puro spirito di studio, in nome del quale si è arrivato a scoprire che le si poteva trattare e assorbire una sostanza. Una sostanza dalla quale ottenere un veleno....Callien sapeva cos'era, si è trovato coinvolto suo malgrado....e Taras ne uscirà indenne.
    È cosi. È cosi e non so come provarlo...



 

 

Discussioni Simili

  1. [Deus ex Machina GDR] Story
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 12th October 2016, 17:14
  2. [Deus ex Machina GDR] Quest Reietti
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 3421
    Ultimo Messaggio: 21st June 2016, 20:09
  3. [Deus ex Machina GDR] Schede Png
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12th March 2016, 19:55
  4. [Deus ex Machina GDR] Schede Pg
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 28th August 2015, 12:51
  5. [Guida] La magia di Deus ex Machina
    Di Eclisse84 nel forum Deus ex Machina
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 10th June 2015, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •