Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.

Visualizza Risultati Sondaggio: quanto ti piace questo diario?

Partecipanti
79. Non puoi votare in questo sondaggio
  • 1

    5 6.33%
  • 2

    1 1.27%
  • 3

    4 5.06%
  • 4

    3 3.80%
  • 5

    66 83.54%
Pagina 12 di 134 PrimaPrima ... 210111213142262112 ... UltimaUltima
Risultati da 111 a 120 di 1340
  1. #111
    sim dio
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    ROMA!
    Età
    25
    Messaggi
    2,702
    Potenza Reputazione
    17

    Re: Il valore dei ricordi

    ma non devi togliere la censuuuura! deve rimaneree! così si vede ma non si vede! capito?
    Due volte segnalata...ingustizia oppure no? mi tocca stare buonina
    Skillet & Papa Roach ♥

  2. #112
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: Il valore dei ricordi

    Ah ecco...no ma credo che Sophie si vergognerebbe troppo (sul serio,per farle quella foto la simma ha fatto storie,eppure non ha il tratto pudica-detesta svestirsi)...in fondo ci sono altre protagoniste,anzi una entrerà* proprio nel nuovo capitolo,anche s epoi l'ho già* presentata

  3. #113
    sim dio
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    ROMA!
    Età
    25
    Messaggi
    2,702
    Potenza Reputazione
    17

    Re: Il valore dei ricordi

    sbtigati col capitooolo! XD
    Due volte segnalata...ingustizia oppure no? mi tocca stare buonina
    Skillet & Papa Roach ♥

  4. #114
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: Il valore dei ricordi

    CAPITOLO X [center:1rea1tjf]LA DAMA DEL LAGO[/center:1rea1tjf]
    PRIMA PARTE




    La sera si inoltrava nelle sue ore più buie e la luna stava già quasi tramontando ma Dylan, non era ancora rientrato a casa. Dopo la litigata con Sophie e le provocazioni fatte a Helen non ne aveva la voglia. Avrebbe trovato suo padre sonnecchiante sul divano che lo aspettava, avrebbero discusso perché aveva fatto tardi e, lui si conosceva fin troppo bene, gli avrebbe detto di Helen. Avrebbero allora litigato ancor più furiosamente e lui sarebbe di nuovo uscito di casa per rientrare all"™ora di pranzo, così da non dover affrontarlo ancora. Dylan pensò di non andare a scuola, così non avrebbe neanche visto Sophie. Voleva fuggire da quella situazione che aveva creato, fuggire dal suo mondo per non tornarci più. Molte volte aveva desiderato la fuga. Aveva detto quelle cose ad Helen, ma erano poi vere? Certo era che la donna ormai lo odiava.




    Arrivò ad un laghetto abbastanza lontano dal centro abitato e lì parcheggiò, pensando che la luna calante specchiarsi nel lago era sempre un gran bello spettacolo. Si poggiò d"™un fianco ad un albero e il suo volto era rivolto verso l"™acqua quando sentì una voce alle sue spalle.




    "Ti piace così tanto il lago? Ci vieni sempre quando vuoi stare solo" gli disse maliziosamente la voce. Era di nuovo lei. Da quando aveva lasciato Amanda, lei lo perseguitava. Eppure lui era stato sincero, le aveva detto che tra loro era solo una cosa senza importanza,solo fisica, ma lei aveva giocato di fantasia e s"™era innamorata.




    "Amanda"¦che diavolo ci fai qui? Dovresti essere a casa a dormire"¦" disse il ragazzo riportando il suo sguardo al lago. "Ti ho visto che uscivi da casa di Sophie, e poi che litigavi con sua madre. Così ti ho seguito, magari hai bisogno di compagnia" disse Amanda avvicinandosi a lui con passo felpato. "Cos"™è la moda del momento? Seguire Dylan Parker che ci porta nella tana del Bianconiglio? Comunque,non ho bisogno di compagnia, specialmente di quella che puoi darmi tu" le replicò seccamente Dylan.




    "Quindi non ti interessa vedere il mio nuovo completino"¦" sorrise sensuale la ragazza,poggiandogli una mano sul petto. "Amanda ne ho visti fin troppi di tuoi completini, ti ho già detto due mesi fa che non sono più interessato a te. E"™ finita punto, cercati un altro che ti possa rendere felice" le disse il ragazzo, scostando quella mano maliziosa e allontanandosi dal lago. "Perché non vuoi accettare che l"™unica ragazza che può stare con te sono io? Io accetto tutta la tua crudeltà , tutte le tue scappatelle. Sono anche molto carina"¦insomma Dy, sono un affare niente male non credi"¦" supplicò Amanda.




    "Mpf"¦e tu dovresti metterti in testa che io non ho bisogno di nessuna, sto bene così. Il problema è che io non cerco nessuna"¦ci sono molti ragazzi che ucciderebbero per uscire con te,io lo so,molti mi hanno chiesto il tuo numero. Perchè non vai a rompere l"™anima a uno di quelli là ? Ora vado a casa e tu dovresti fare lo stesso"¦ah e per la cronaca:il mio nome per te non è Dy" esclamò duramente Dylan.




    Tornò effettivamente a casa, con il pensiero sempre alle lacrime di Sophie. Amanda era come un fantasma svanito nella notte nei suoi ricordi. Non era mai riuscita ad essere così importante da trasformarsi in un ricordo. A volte si sentiva in colpa per come si era comportato con lei, ma poi tutto questo passava perché lui era stato sincero. Dylan avrebbe però imparato col tempo che la sincerità e l"™onestà sono due cose ben diverse. L"™avrebbe capito proprio grazie a Sophie. "Sono a casa"¦" disse freddamente sull"™uscio della porta.




    "Dove diavolo sei stato!E"™ tardissimo e"¦" così Brad aveva ricominciato tutta quella prassi giudiziaria che si concludeva con un vaff reciproco e una colazione risanatrice. Ma non questa volta. Nel turbine delle accuse e delle urla di suo padre, Dylan disse calmo e quieto :"Papà ,sono stato da Helen e le ho detto delle cose orribili. Orribili ma vere. Credo che lei non ti voglia più sposare, a meno che io non sparisca da questa casa. Sono così str che ti ho portato a dover scegliere tuo figlio o la donna che ami. Tutto perché non voglio che tu venda questa casa. So di essere un egoista ma è la mia natura e non posso farci niente".




    Avrebbe continuato se Brad non l"™avesse interrotto: " Lo so,mi ha chiamato. So quello che vi siete detti. Sei str solo perché hai fatto passare così tanto tempo da quando Helen me l"™ha detto,che la rabbia è sbollita. Ero solo preoccupato. Dy ma che ca ti succede? Ok,Helen non ti va a genio. Ok,non vuoi che la casa sia venduta. Ma sono tutti problemi che si possono risolvere. La casa ad esempio: domani chiamerò un architetto e vedremo che dice,magari si può aggiungere un"™altra stanza. Dimmi qual è il vero motivo, so che la casa è una caz .Ti conosco troppo bene,in fondo sono tuo padre". Si sentiva così ridicolo Dylan per aver avuto quella reazione davanti a Helen, davanti a Sophie.




    "Papà io"¦"ma Dylan non potè finire la frase a causa dell"™irruenza del padre:"Ora basta,con questa situazione mi avete fatto perdere la pazienza!va a letto e domani mattina prima della scuola andremo a casa di Helen,questa storia deve finire!". Dylan sapeva che era meglio non contrariare suo padre quando perdeva le staffe. Non perché Brad avesse mai avuto scatti violenti,anzi:solo che era così testardo che anche Madre Teresa avrebbe perso la pazienza nel tentativo di fargli cambiare idea!

  5. #115
    sim onniscente
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    Puffolandia
    Età
    27
    Messaggi
    1,132
    Potenza Reputazione
    16

    Re: Il valore dei ricordi

    un po.. parolaccesco questo capitolo vaff qui vaff la cazz qui ecc ecc
    comunque amanda e superdotata le ha piu grandi della testa di dy
    belcapitolo
    sim oniscente in 2 mesi,mi scuso per i danni procurati


    UPPO Cose create da me Qui

  6. #116
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: Il valore dei ricordi



    La notte del ragazzo passò agitata,non tanto perché tra qualche ora si sarebbe umiliato davanti a Helen,ma perché non riusciva a smettere di pensare alle lacrime di Sophie,alle sue parole,alla sua tristezza. Suo padre non aveva tutti i torti: qualcosa stava accadendo in lui,questa storia gli era sfuggita di mano,d"™altronde lui odiava davvero questo cambiamento,che avrebbe scombussolato tutto l"™apparato di precarie certezze (in fondo tutte le cose sono precarie,anche le cose sicure)in cui si era rifugiato dopo quel maledetto giorno d"™autunno in cui sua madre era morta. Si svegliò a fissare il soffitto più volte,poi si rigirò nel letto volgendo lo sguardo a suo fratello. "Brian"¦dopo papà* è la persona più importante della mia vita"¦se lui sapesse che cosa ho detto a Sophie,ne rimarrebbe deluso. Io non voglio deluderlo"¦" pensò angosciato.




    Si alzò dal letto e scese le scale,dirigendo i passi silenziosi verso la vecchia libreria. "Frankenstein" lesse con la sua mente sul fianco della copertina di un libro piuttosto consumato. Quel romanzo era sempre stato il suo preferito,ma non per le comuni ragioni che si possono immaginare. Sì c"™era un mostro e ai ragazzi piacciono i mostri,ma a Dylan questo aspetto l"™aveva lasciato indifferente. La madre del dottore muore di scarlattina e lui sulla tomba pronuncia le parole che gli faranno perdere il senno e l"™anima. "Nessuno dovrebbe mai soffrire al mondo un dolore così grande" recitava Kenneth Branagh in un film nei panni di Frankenstein che gli era molto piaciuto. Già* nessuno. Dylan sfogliò il libro fino alla fine,dove il mad doctor si redime dai suoi sbagli. Quella ossessione,quel non essere adatti al dolore del vivere lo aveva portato alla follia. Lui era forse come Victor? No,troppo razionale per esserlo. Troppo razionale per sognare,anche se solo deliri. Suo padre non avrebbe venduto la casa, ma lei non sarebbe più stata la stessa. La sua vita non sarebbe più stata la stessa. Sì,il cambiamento era ormai inevitabile. Lui aveva sempre saputo che quel giorno sarebbe terribilmente arrivato ed ecco che ora bussava alla sua porta. "Verrà* il giorno che il giovane dio sarà* un uomo,senza pena, col morto sorriso dell'uomo che ha compreso" recitava una poesia che aveva imparato a memoria per la scuola. Forse era quello "il giorno". "Basta" si disse, "è ora di comportarsi da uomini".




    L"™indomani mattina,Brad fece quello che aveva preannunciato: trascinò a casa di Helen il figlio maggiore,con la raccomandazione che questa storia doveva finire. "Ti si è rotto il disco papà*,ho capito. A scuola poi chiederò anche scusa a Sophie,dato che per te è così importante" borbottò in macchina il ragazzo guardando dal finestrino. "Devi farlo perché da grandi ci si comporta così,perché è giusto,non certo perché lo voglio io. Non fare poi il furbo,non ho mai avuto il potere di farti fare quello che volevo io. La verità* è che lo vuoi anche tu" disse Brad sorridendo.




    "Ciao Brad ma"¦ah,c"™è anche lui"¦"disse Helen con il broncio sull"™uscio della porta.




    "Ascoltatemi bene voi due:sono ufficialmente stufo di queste stupide schermaglie tra vecchie comari. Helen: Dylan è mio figlio,ci sarà* sempre nella mia vita,che ti piaccia oppure no. E poi è un ragazzo,ha detto quelle cose nella rabbia e tu gli vai dietro. In fondo sei tu l"™adulta,dovresti tentare di capire"¦.Dylan: Helen e io ci amiamo,che ti piaccia oppure no la cosa andremo a vivere tutti insieme e tu ti comporterai come si deve. Dite che mi volete bene,ma non fate niente per dimostrarlo. Penso che siate due egoisti,oppure tentereste almeno di avere un rapporto civile!" sbraitò Brad con decisione. Helen si sentì all"™inizio un po"™ nervosa, quel ragazzino aveva fatto piangere la sua bambina e aveva insinuato di farle del male.




    "Brad,io vorrei ma lui ha detto cose terribili della mia bambina"¦" disse fermamente la donna,che però fu interrotta dall"™uomo"Bambina? Helen, Sophie è grande abbastanza da decidere da sola se perdonarlo per le sue parole oppure no. Da quel che ho capito di lei,non è una ragazza affatto stupida"¦.e tu tieni le zampacce lontano dalle figlie di Helen,o ragazzo quanto è vero Iddio,non te la vedrai con lei ma con me".




    "Ok ok,figurati se vado a sfottere Sophie"¦l"™ho detto solo per farti rabbia Helen,davvero,mi sono comportato come un bambino e non succederà* più. Sono tutto tranne che un bugiardo,questa è la mia parola d"™onore"disse solennemente il ragazzo.




    "Bene!Quindi ora posso darvi una bella notizia:stamattina ho appuntamento con l"™architetto e con lui vedremo come fare per aggiungere un"™altra stanza alla casa. Quando finiranno i lavori,tu e le tue figlie potrete trasferirvi,così vedremo se questa famiglia può avere un futuro" disse allegramente Brad che proseguì "Ora accompagno questa testa calda a scuola e poi corro lì,ti chiamo all"™ora di pranzo quando torni dal giornale".




    Nel vederlo andare via,Helen pensò che era davvero ora. Sì,lei aveva sbagliato a forzare la mano portando quei fiori. Il suo gesto era stato indelicato. Certo Dylan non le sarebbe mai piaciuto ma era pur sempre il figlio dell"™uomo che amava e quindi doveva accettarlo. Sophie,lei ,era vero, non era sciocca ed era in grado di tenere a bada quel ragazzo,se si fosse fatto avanti. Le venne persino da sorridere,sì la sua Sophie non si sarebbe mai messa con un tipaccio del genere,come aveva potuto credere a quelle parole! "C"™era bisogno davvero di un uomo per questa situazione" si disse Helen., "noi donne siamo così pasticcione!".

  7. #117
    sim dio L'avatar di archisim
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Località
    davanti al pici
    Messaggi
    10,868
    Potenza Reputazione
    35

    Re: Il valore dei ricordi

    visto il titolo (del capitolo di prima la daa del lago XD mente scrivevo è arrivato il secondo pezzo) mi aspettavo da un momento all'altro
    Escalabar ... Escansa ... Eschinsi .. Excalibur imbecille!

  8. #118
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: Il valore dei ricordi

    Accidenti non avevo ancora finito Ho dovuto postare in due parti perchè con le foto non ce la facevo Cmq quando litighi t-kappa non credo che usi termini edulcorati

    Vero Archi Cmq ora nell'indice sistemo già*,c'è un motivo per cui ho messo quel titolo Si capirà* meglio nella seconda parte

  9. #119
    sim onniscente
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    Puffolandia
    Età
    27
    Messaggi
    1,132
    Potenza Reputazione
    16

    Re: Il valore dei ricordi

    ma almeno censurare ?
    sim oniscente in 2 mesi,mi scuso per i danni procurati


    UPPO Cose create da me Qui

  10. #120
    L'avatar di mary24781
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    22
    Potenza Reputazione
    10

    Re: Il valore dei ricordi

    Infatti ho scritto vaff

 

 
Pagina 12 di 134 PrimaPrima ... 210111213142262112 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. [Concluso] Persuasione
    Di Stefizzi nel forum Diari Conclusi
    Risposte: 1027
    Ultimo Messaggio: 17th October 2011, 22:57
  2. [Concluso] Beyond the time
    Di MrsDalloway nel forum Diari Conclusi
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 11th May 2011, 13:54
  3. [Sospeso] Ricordi di infanzia
    Di miniforza4 nel forum Diari Sospesi
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 12th August 2010, 11:44
  4. comprare un oggetto (forno) del valore di almeno 1000 §
    Di Amy Lee nel forum The Sims 3: Gioco Base
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 26th July 2010, 00:29
  5. [Concluso] Like You
    Di kalimero nel forum Diari Conclusi
    Risposte: 30
    Ultimo Messaggio: 23rd May 2010, 21:05

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •