Welcome guest, is this your first visit? Click the "Create Account" button now to join.
Pagina 14 di 14 PrimaPrima ... 4121314
Risultati da 131 a 137 di 137

Discussione: Gnocco Stories

  1. #131
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: Gnocco Stories

    Venne il giorno del secondo compleanno dei gemelli, Ivarr mi fu veramente molto d’aiuto, sistemò la casa quasi interamente da solo, io cucinai assieme mia cognata e Shayla, mentre gli uomini… beh gli uomini pensavano ad altro, ad esempio a bere ed alla brace, più che il compleanno dei bambini, era solo la scusa per far festa come al solito.





    Stavo sistemando il tavolo, quando il ragazzo si avvicinò a me e mi strinse alla vita in un gesto automatico, non mi opposi e lasciai che mi baciasse la guancia come se fosse il gesto più naturale del mondo, gli sorrisi e forse cominciavo a per pensare che il momento in cui avrei dovuto voltare pagina, non era poi così lontano.


    Trascorremmo gran parte della giornata vicini, ridemmo assieme agli altri e vidi l’Ivarr taciturno sorridere e scherzare tranquillamente con tutti, mi sentivo a mio agio.


    Era quasi fine serata, quando, stremata mi sedetti sulla poltrona, Ysotta si arrampicò sulle mie gambe, stanca com’era, sembrava voler dormire piuttosto che continuare a giocare con gli altri bambini in casa, la strinsi tra le braccia e le accarezzai i capelli, suonarono alla porta, pensai che fosse il solito ritardatario della situazione, calò un improvviso silenzio nel salotto e mi resi conto che gli occhi di tutti erano fissi verso l’ingesso “figliola… qui qualcuno ha fatto tardi” la voce di mio padre arrivò chiara e con uno strano timbro, mi voltai, senza pensare a nulla in particolare, ma quel che vidi… chi mi ritrovai ad osservare, mi fece perdere non so quanti battiti al petto, così come le forze nelle braccia, le quali caddero lungo i miei fianchi


    “Daphne” mormorò lui con un fil di voce e Dei…. Non saprei descrivere quali sensazioni provai nel risentire la sua voce “E… Efrem” fu l’unica cosa che riuscii a dire, prima di rendermi conto che Efrem stava osservando Ysotta ed i bambini appena spuntati da sotto al tavolo


    “Mamma, Efrem è qui” esclamò Kol pensando che stessi cercando suo fratello, mi voltai verso di loro, ma un tonfo mi riportò nella direzione di Efrem…. Svenuto con un sorriso sulle labbra.


    Non sapevo come reagire a tutto quello, Ivarr uscì dal salone sbattendo la porta, la madre lo seguì per calmarlo, ma il resto di noi rimase attorno ad Efrem cercando di farlo rinvenire.


    Benor e Andreus erano pieni di una gioia incontenibile, al contrario di me, che continuavo a fissarlo impietrita, come se non sapessi esattamente come reagire. Lo adagiarono su di una poltrona ed i bambini si avvicinarono a lui curiosi, si alzarono tutti e tre e rimasero accanto al divano fissando Efrem con uno sguardo più che curioso. Il ragazzo si ridestò, mosse la mano e si voltò di lato prima di aprire gli occhi, ma appena vide i bambini si alzo di scatto come spaventato. “Sì” esclamai io secca, il mio tono di voce era duro e fermo “Sono tuoi. Ysotta, Kol ed Efrem Junior, sono certa che non farai troppa fatica a capire qual è dei tre”



    Efrem continuò ad osservarli mentre il suo guardo si faceva sempre più dolce velandosi di lacrime, non riuscii a reggere ed abbassai il mio sguardo lasciando che la commozione prendesse il sopravvento. “Figlio mio” Benor trascinò Efrem in piedi e lo strinse a sé con tutta la forza che possedeva, Andreus lo seguì così come Shayla, ma quando lui si avvicinò a me non riuscii a dimostrare lo stesso entusiasmo. Caricai la mano destra in uno schiaffo, ci misi tutto il mio rancore, tutta la mia delusione e la mia rabbia



    “Speravi che ti accogliessi a braccia aperte dopo tutto questo tempo? Non hai lasciato traccia di te, te ne sei andato e basta, sei scomparso ed ora riappari dal nulla come un fantasma” I presenti mossero dei passi verso l’uscita per lasciaci soli, ma li fermai “Restate qui, ho bisogno di riposare” uscii dalla stanza con passo svelto, lasciai persino i bambini nel salotto, così avrebbero avuto modo di conoscere il padre, almeno un giorno, perché pensavo già che non lo avrei rivisto al mio risveglio.

  2. #132
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: Gnocco Stories

    Non chiusi occhio tutta la notte, mi sentii in colpa per non aver portato i bambini nelle loro culle ed aver dato loro il bacio prima di rimboccare le coperte, ma li avevo lasciati in mani sicure, tra nonni, parenti ed amici, ero certa che avevano trascorso una nottata tranquilla.


    Era ormai mattino inoltrato quando sentii bussare alla porta, non risposi, avevo voglia di riposare ancora un po’, ma entrarono ugualmente, ero certa che, voltandomi, avrei incrociato il volto di qualche amico o di Ivarr, ma la voce che sentii immediatamente dopo non era la loro “Perdonami” Efrem si sedette sul letto, io non mi voltai e lui restò in silenzio.


    Trascorse del tempo senza che nessuno di noi due pronunciasse una parola, fissavo il pavimento e vidi l’immagine di Efrem riflessa nello specchio, mi dava le spalle restando seduto, aveva la testa tra le mani guardando in basso.


    Scesi dal letto ed arrivai alla finestra guardando fuori di essa “Perdonami” replicai allo stesso modo. Tra tutti i suoi torti io non ne avevo di meno, gli avevo tenuto nascosto dei suoi figli, pur avendo la possibilità di farglielo sapere, forse, anzi… ero certa, che le mie colpe erano più grandi delle sue, nonostante questo, il mio astio nei suoi confronti per avermi lasciata era ancora forte.


    Sentii il rumore delle molle del materasso, non mi voltai, sentii chiaramente il suo profumo più vicino a me, non era cambiato, socchiusi gli occhi quando lo avvertii alle mie spalle e poggiò il suo capo al mio “Ho lasciato l’Efrem che ero alle mie spalle, ho lasciato tutto il rancore, tutto l’odio per il mio passato, è stato difficile, è stato un lungo percorso. In tutto questo tempo ho cercato di sanare le crepe che mi trascinavo dietro da anni, l’ho fatto per essere un uomo migliore, un uomo che sapesse starti accanto. Non sono fuggito da te, Daphne, non ho fatto altro che pensare a come sarebbe stato il nostro futuro insieme”



    Non sono mai stata brava nel trattenere il fiume all’interno degli argini, controllare le emozioni, che esse fossero positive o distruttive, non mi è mai appartenuto ed in quello stesso istante, nel sentire il suo respiro sul collo, avvertii chiaramente quell’argine sgretolarsi sotto una forza maggiore “Hai mantenuto la promessa, sei tornato” aprii gli occhi gonfi di lacrime, ma non mi voltai ancora verso di lui “Hai mantenuto la tua?” mi domandò lui con voce rotta dall’emozione



    “Mi hai aspettato?” restai ferma per qualche istante, prima di voltarmi verso di lui “Sono trascorsi quasi tre anni. Tre anni da quando ti ho visto tradirci tutti in quello spiazzale, due anni da quando i nostri bambini sono venuti al mondo, mesi e giorni in cui ho vissuto senza saper nulla di te…”


    Lui mi guardò senza parlare, ebbi come l’impressione che non stesse neanche respirando



    “Ti ho aspettato dal primo giorno fino ad oggi, Efrem. Ti aspetto da una vita intera” Non c’è odio che tenga, non c’e rancore che persista, non c’è barriera che non valga la pena abbattere, se la forza di chi si cerca è più forte di qualsiasi altra cosa, e mi sarò chiamata stupida mille volte, mi sono persa nell’insultarmi da sola per aver ceduto così rapidamente, ma sì sa che non c’è ragione che tenga avanti ad occhi che ti guardano nello stesso modo in cui li guardi tu.



  3. #133
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: Gnocco Stories

    Da quel giorno Efrem non mi lasciò mai più, si innamorò immediatamente dei gemelli, anzi… era totalmente perso, aveva occhi solo per loro, così tanto che dovevo quasi ricordargli della mia presenza, ma era una gioia vederli assieme ed era una gioia per la mia famiglia vedermi finalmente felice con lui.








    Vivenne fu felicissima di conoscere Efrem, lui era ancora molto legato alla figura di sua madre accanto a Benor e nonostante fosse stato un po’ restio nell’accettarla all’inizio, ben presto legò con lei e Lucas





    al contrario dell’altro fratello acquisito, tra i due non fu affatto facile, si sfiorò per più di una volta lo scontro fisico.


    Venimmo a sapere che Ivarr era partito, una mattina Benor trovò una sua lettera dove rassicurava tutti, aveva bisogno di allontanarsi, avrebbe dato sue notizie ogni tanto. L’altura cominciava ad andarmi stretta, per quanto tutti fossero sempre pronti a destreggiarsi tra pappe e giocattoli, io ed Efrem sentimmo l’esigenza di andare ad abitare per conto nostro e così ci mettemmo alla ricerca di un bel posto tranquillo. Non troppo lontano dalla casa di Benor, a Sandover, c’era una piccola vallata tra le alte montagne, non molto lontano dalla cittadina e abbastanza grande da poter erigere una bella casa tutta per noi, Efrem si mise subito a lavoro con l’aiuto del padre, il quale, essendo falegname, fece tutto a regola d’arte, anche mio padre, Lucas, Kaleb ed Andreus ci aiutarono parecchio anche fino ad ora tarda





    quest’ultimo trascinò con sé il suo amico Sage, era molto di compagnia, un giocherellone forse più dei bambini stessi, ma ci distraeva abbastanza dal duro lavoro e la giornate trascorrevano più veloci.


    La nostra casa fu finita in qualche mese di duro lavoro, ma era bellissima e decisamente ampia, l’adoravo, soprattutto i bambini, i nonni si impegnarono molto nel costruire le loro stanze.


    Efrem decise di seguire le orme del padre, aveva già delle buone basi come falegname, ingrandirono l’attività e le cose cominciarono a prendere una bella piega impegnativa


    d’altra parte io ripresi a cucire, sono consapevole di non sembrare una donna da ago e filo delicata e precisa, eppure lo sono sempre stata, mia madre me lo insegnò da piccola, amavo cucire più per gli altri che per me, ero da pantalone e maglietta, ma gli abiti che confezionavo calzavano sempre a pennello, quindi pensai di sfruttare questa mia abilità e cominciai a lavorare per delle piccole sartorie oltre che privatamente.


    La nostra vita era finalmente normale, la felicità della quotidianità vissuta assieme, i nostri tre piccoli mostri crescevano bene diventando casinisti più che mai, uno più vivace dell’altro, prendemmo con noi anche due bei cagnoloni per completare il quadro, ogni notte io ed Efrem ce ne andavamo a dormire col sorriso sulle labbra anche se sfiniti.


    Parlammo di matrimonio, lo desideravamo entrambi, ma le nostre erano più frasi buttate qua e là,anche i mesi trascorrevano veloci.


    Ci trovavamo nella nostra casa, tutto andava per il verso giusto, gli amici ci venivano a trovare spesso così come i parenti, Vivienne ci raccontò che Ivarr si era trasferito nel regno di Franchia, mi rincuorò sapere che stava bene, presto sarebbe andato a trovarli, non mi sarebbe dispiaciuto rivederlo anche solo per un saluto.


  4. #134
    GdR Master L'avatar di Eclisse84
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Dohaeris
    Messaggi
    6,561
    Inserzioni Blog
    30
    Potenza Reputazione
    21

    Re: Gnocco Stories

    Il giorno del quinto compleanno dei bambini, come al solito stavano combinando un macello in camera loro


    Efrem era in cucina a preparare una torta, ci teneva a farla con le proprie mani, ma la sua espressione era tutt’altro che felice


    c’era qualcosa che lo turbava, così mi avvicinai a lui e lo strinsi alle spalle, poggiai il capo sulla sua schiena e rimasi in silenzio per qualche istante “A cosa stai pensando?” sospirò e poggiò la ciotola con la pastella sul tavolo


    “A volte mi domando chi, tra loro, sia stato il primo a camminare o chi abbia pronunciato la prima parola. Mi sono perso i primi anni di vita e non c’è modo di averli”


    rispose lui con tono basso, prima di voltarsi verso di me “Sei un ottimo papà, non ci avrei mai scommesso” lo baciai, restando con le labbra contro le sue per qualche istante, prima di scendere dalle punte e sorridergli dolcemente


    “Avrai modo di recuperare” gli dissi portando la sua mano sulla mia pancia.


    Lui non capì immediatamente, stavo pensando da diversi giorni a come dirglielo, ci sarebbe stato altro caos per casa: un’altra voce, un altro nome altri momenti da vivere assieme, questa volta dal principio.


    Lui mi strinse preso dalla commozione, mi sollevò in aria come se pensassi pochi chili e per poco non fece cadere la torta in terra


    ma ad un certo punto si bloccò e mi guardò in maniera seria “E se fossero gemelli anche questa volta?”


  5. #135
    sim esperto L'avatar di martireterrestre
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Località
    Hogwarts
    Età
    34
    Messaggi
    628
    Potenza Reputazione
    10

    Re: Gnocco Stories

    Ops! Qui qualcuno non entrerà nel vestito XD
    Bellissimo pezzo, non vedo l'ora del continuo!
    Clicca qui per entrare nel mio spazio ricordi!!
    La mia Sfida delle Sfide :
    Biondo da impazzire!

    La mia Sfida del Volere Popolare:
    Niente è nelle tue mani


  6. #136
    Moderatrice L'avatar di serenarcc
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,846
    Inserzioni Blog
    87
    Potenza Reputazione
    35

    Re: Gnocco Stories

    Eccomiiiiii
    Questo capitolo era troppo significativo e corposo per non essere commentato come si deve U_U
    Stavolta sei stata buona, hai concluso benissimo a differenza dell'ultima volta, brava U_U Ma andiamo con ordine altrimenti mi perdo pezzi importanti.
    Qualcosa sapevo già, dato che Shayla è spesso in mezzo, ma leggere di come evolve la storia di Daphne e soprattutto la sua riappacificazione con Efrem me li ha fatti shippare ancora di più
    Le foto sono fantastiche, neanche a dirlo, e sempre curatissime in ogni dettaglio sia dell'ambientazione che dei sim (penso che dopo questi epiloghi non faremo mai più cambi d'abito xD). E' bellissimo vederli tutti insieme così affiatati, felici e stremati dalle tre piccole pesti, nelle scene in cui gattonano per casa sono troppo teneri, Kol è particolarissimo come neonato mentre Efrem è la copia spiccicata del padre... le stesse espressioni e la stessa faccia furba, per non dire altro U_U

    L’uomo perfetto non esiste, come è sempre vero che dietro un grande uomo, c’è sempre una grande donna, mai come questa volta in senso letterale.
    TI ODIO

    Quanto mi sono piaciute le foto con Daphne, Andry e Shayla Sarò di parte, ma vederli in questo contesto ed in rapporti così stretti dopo tutto quello che hanno passato e che hanno vissuto nel monastero è troppo bello La foto con i tre passeggini la adoro *_* Ed alla fine anche qui bambini, bambini ovunque
    Mi è dispiaciuto vedere Daphne soffrire così tanto per Efrem, sia nelle visite senza riscontro in carcere e sia quando poi è uscito di prigione ed ha preferito allontanarsi. Era prevedibile d'altra parte che reagisse in questo modo, come hai giustamente scritto un conto è saperlo lontano per costrizione ed un conto è accettare che abbia scelto di farlo spontaneamente per schiarirsi le idee. A posteriori, conoscendo già i pensieri e le vicende che hanno riguardato Efrem in quel lasso di tempo, è più facile per noi immaginare un epilogo di un certo tipo per loro dopo il suo ritorno ma ovviamente Daphne ha vissuto sulla propria pelle questa scelta e non deve essere stato affatto facile, anzi. Bellissime e significative anche le scene con Reneè, le due donne condividono una scelta per entrambe molto difficile, quella di nascondere una notizia così importante ai rispettivi papà, possono comprendersi a vicenda più quanto potrebbe fare chiunque altro anche se le situazioni erano ben diverse.
    Sono contenta che almeno il nonno abbia saputo dei suoi nipotini, questo è anche un chiaro segno del fatto che Daphne non abbia mai voluto seriamente tagliare Efrem fuori dalla sua vita, stava aspettando solo una conferma da parte sua nella quale cominciava a non sperare più ma che per fortuna nel finale è arrivata. Benor è tenerissimo con i suoi nipotini ed è bello vedere che finalmente ha superato quel periodo buio per riprendere in mano la propria vita grazie agli amici ed alla compagna (che bella Vivienne ) sembra una persona totalmente diversa rispetto a quella che ci avevi mostrato con Drako e sono contenta che sia riuscito a superare quel dolore. Questa loro unione ha portato grossi stravolgimenti anche nella vita di Daphne con l'arrivo dei due figli di Vivienne ed in particolare di Ivarr ( ) che per quanto sia figo ( ) deve tenere giù le mani perchè qui non c'è trippa per gatti, come si dice a Roma U_U
    Le espressioni di Shayla ed Andreus esprimono benissimo questo concetto condivisibile da tutti i dafrem, Ivarr è fighissimo e sta benissimo in questo quadretto familiare ma starebbe molto meglio fuori, molto fuori...sotto la pioggia, da solo U_U E Kaleb deve stare zitto o dorme anche lui in giardino U_U
    Comunque è carinissimo sia ad occuparsi dei gemelli che nella scelta di non mettere troppa pressione a Daphne, in questo la donna ha dimostrato anche un profondo cambiamento derivato sia da quello che ha vissuto con Efrem che dalla maternità, un tempo non avrebbe perso tempo a buttarsi sul classico "chiodo schiaccia chiodo", soprattutto se il chiodo è figo, sia per attrazione che per semplice istinto mentre ora pondera bene le sue scelte, riflette (e quando mai Daphne si è fermata a riflettere in passato? ) nonostante sia quasi del tutto convinta di non avere più un futuro con Efrem.
    Vederlo tornare è stato davvero uno shock per lei, mi è piaciuto come ha reagito ed anche il modo in cui hanno fatto pace, in fondo anche in questo caso le colpe non sono solo da un lato e nascondere una cosa così importante, far perdere ad Efrem i primi due anni di vita dei suoi bambini, è stato egoistico da molti punti di vista come è stata egoistica la scelta di Efrem di allontanarsi. Scelte egoistiche ma necessarie per poter poi vivere serenamente la vita di coppia senza il peso di quello che è stato in passato, quindi in fin dei conti è stato giusto così.
    Ed infatti da quel momento tutta la loro vita è in discesa, bellissime le foto di coppia e con i bambini, una più tenera e dolce dell'altra. Bellissima anche la casa ma inutile dirtelo, ormai sei diventata bravissima a costruire ed arredare soprattutto a tema medievale. Mi sono piaciute in particolare le foto di notte durante la costruzione della casa, dove è apparso anche Sage Amo questi intrecci tra le storie dei pg.
    In questo clima così felice e sereno non poteva mancare l'arrivo di un altro bimbo (uno solo? DAAAAAI meglio altri tre! ) le facce di Daphne ed Efrem nell'ultima foto mi hanno fatta ridere per mezz'ora
    Tutto sembra andare per il verso giusto e spero proprio che nella quarta parte non mi farete rimangiare queste parole U_U Mi dispiace che questo sia l'ultimo aggiornamento dal punto di vista di Daphne ma sono felice di leggerla finalmente così serena con se stessa e con la sua famiglia, quindi bravissima per come l'hai portata avanti nonostante fosse nata come pg "di riempimento" senza pretese e senza una bg ed un percorso costruiti come è stato invece per Ryuk. L'hai resa davvero bene e complimenti anche a Sims per Efrem e per questa bellissima coppia che avete creato
    Ora sbrigatevi ad aggiornare U_U Addio.

  7. #137
    sim esperto L'avatar di ComandantePerla
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Principato di Wein
    Messaggi
    578
    Potenza Reputazione
    14

    Re: Gnocco Stories

    eccomi qui...sono giornate un po' caotiche per me, tra real life e altro, ma non avevo dimenticato Daphne

    E così, alla fine sono tre (anche se lo sapevo già....) ...bellissimi....Efrem jr. è tutto papi, somiglianza evidentissima, soprattutto nella foto che lo ritrae in primo piano, espressione ingannevolmente smarrita, da pulcino bagnato compresa, eh eh !

    E' commovente vedere l'amore che, a dispetto di tutto, Daphne prova per il padre dei suoi figli e come si interessa a lui nel periodo della prigionia. Ma soprattutto, vedere come i legami famigliari si rinsaldano intorno ai gemellini, e quella famiglia allargata , che si viene formando, come un unico grande asilo ...

    Renèe non si smentisce mai, nella sua grandezza d'animo, e devo dire che, lentamente, ho iniziato a smettere di piangere la morte di Drako, ad accettare la sua metamorfosi, ed a ritrovarlo in lei....non l'abbiamo perso, è ancora con noi, anche se sotto una forma diversa!

    I gemellini che avanzano in assetto da battaglia, verso nonno Benor, come l'Esercito della Tenerezza? indimenticabili, è la foto più bella! Noto per la prima volta come Efrem somigli al padre in modo impressionate, e sono felice anche per quest'uomo solo, che ha molto sofferto e finalmente si è rifatto una vita.

    Efrem ha davvero rischiato grosso......forse un'altra donna, non lo avrebbe ulteriormente aspettato, con un bel pezzo di simmino come Ivarr intorno, ma Daphne non si è smentita....il ceffone è stato il minimo. . Però devo dire che un po' mi spiace per Ivarr, così tenero ed innamorato....
    Che strano, vedere Efrem nei panni di un buon padre di famiglia, mentre si occupa dei bambini e prepara torte....ma posso che essere contenta per lui e per Daphne, che finalmente riescono a ritrovare se stessi.....insieme!

    A costo di sembrare ripetitiva, non smetterò mai di dirti quanto le tue foto siano splendide, curate e sentite.... potrei quasi fare a meno del testo, per sorridere, emozionarmi, piangere e seguire la trama! Bravissima!
    E adesso aspettiamo gli altri gemelli...(perchè saranno, gemelli, vero?...)
    un abbraccio!






 

 
Pagina 14 di 14 PrimaPrima ... 4121314

Discussioni Simili

  1. Sweet Stories - Esperin e Ryuk Parte IV
    Di serenarcc nel forum Ministorie
    Risposte: 373
    Ultimo Messaggio: 23rd January 2017, 15:16
  2. Risposte: 135
    Ultimo Messaggio: 25th February 2013, 00:49
  3. Life Stories by VS700
    Di Valentinasims700 nel forum Ministorie
    Risposte: 36
    Ultimo Messaggio: 8th February 2013, 20:03
  4. ° Bianca Stories °
    Di BiancaMars nel forum Ministorie
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 24th April 2012, 20:58
  5. Some life stories - Agg.20/05
    Di Dog97 nel forum Ricordi di una Sim Vita
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 6th June 2011, 17:47

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •